Verifiche

VERIFICHE TEST QUESTIONARI PROVE SCHEMI di Umberto Tenuta

CANTO 807

E CHI PIÙ NE HA PIÙ NE METTA

L’UFFICIO DELL’ANAGRAFE TI RILASCIA LA TUA CARTA DI IDENTITÀ

UNICA SINGOLARE IRRIPETIBILE

COME TE NON C’È NESSUNO

MA A SCUOLA

TU RIENTRI

IN UNO SCHEMA

 

E invece a scuola tu rientri in uno schema.

Lo schema del tuo docente.

Lo schema di ciascuno dei tuoi nove docenti.

Lo schema della Guida Didattica.

Lo schema delle Guide Didattiche.

Lo schema della GUIDA ALLA VALUTAZIONE INDIVIDUALE.

Tu rientri in uno schema.

Ci deve rientrare.

È uno dei tuoi doveri scolastici rientrarci!

E se non c’entri, il tuo docente penserà a farti entrare.

Dalla porta o dalla finestra.

Non importa.

Importa che tu entri in uno schema.

Per essere comparato coi tuoi compagni di avventura.

Di sventura.

Di disavventura.

Non importa.

Tu non sei unico, irripetibile, singolare nei sette miliardi di essere umani che vivono sulla faccia della Terra.

Tu non hai il diritto di essere te stesso.

Tu non TU!

Tu sei un ALUNNO

ALUNNO F.

Alunno senza nome.

Alunno numero.

Alunno Diciassettesimo.

Uno dei tanti.

Mica il docente può trattarti come una persona, unica, singolare, irripetibile sulla faccia della Terra.

Tu sei l’alunno 17.

L’alunno 17 della classe 13° sezione F.

Tu non hai una carta di identità.

Mica a scuola ci sono le carte di identità!

ALUNNO DISCIPLINATO MOTIVATO ATTENTO PRECISO MEMORIZZA
….
15 7,24 6,82 6,28 7,02 8,9
16 5,23 6,13 7─ 6++ 9,9
17 3,01 5,93 4,62 5,55 6,211
18 8 10 10 10 10+
19          
           

Come diceva TRILUSSA ne LA STATISTICA:

 

Sai ched’è la statistica? È na’ cosa

che serve pe fà un conto in generale

de la gente che nasce, che sta male,

che more, che va in carcere e che spósa.

 

Ma pè me la statistica curiosa

è dove c’entra la percentuale,

pè via che, lì,la media è sempre eguale

puro co’ la persona bisognosa.

Me spiego: da li conti che se fanno

seconno le statistiche d’adesso

risurta che te tocca un pollo all’anno:

e, se nun entra nelle spese tue,

t’entra ne la statistica lo stesso

perch’è c’è un antro che ne magna due.

 

Sì, tu, ALUNO 17, tu sei un numero.

Il tuo numero rientra nella statistica della classe, la quale entra nella statistica delle classi della Scuola X, la quale entra nella statistica della scuole della provincia di Z, la quale entra nelle statistiche della scuola della regione F, la quale entra nelle statistiche della Nazione Italia.

E che vorresti, tu?

Vorresti che il docente ti facesse un ritratto ad olio?

Vorresti che il docente ti considerasse una persona?

Vorresti che il docente ti considerasse una personalità?

Vorresti che il docente ti considerasse unico, irripetibile, singolare, insostituibile sulla faccia della Terra?

Tu sei semplicemente un numero.

Il numero DICIASETTE!

Per tua GRAZIA.

Per la grazia che ti fa il tuo Professore!

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.