UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER SCOPERTA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER SCOPERTA DI UMBERTO TENUTA

CANTO 809 UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER SCOPERTA

Programmare LEZIONI.

Mai più!

 

È finito quel tempo!

Or non è piú quel tempo e quell’età.

Se voi sapeste!… via, non fo per dire…

È finito il tempo delle LEZIONI.

È finito!

E le lezioni non ci sono più.

Rassegnati!

Rassegnati, Professoressa dalla penna BLU.

Ora non si programmano più le LEZIONI.

E LEZIONI tu non farai più!

E le LEZIONI tu non programmerai più.

MAI Più!

Altro si programma.

Molto più impegnativo.

UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER SCOPERTA.

sì.

Gli alunni non ascoltano più lezioni.

Le tue belle lezioni.

Accuratamente studiate.

Accuratamente preparate.

Accuratamente programmate.

NO.

Tu preparerai UDA.

Unità di apprendimento.

Apprendimento per SCOPERTA.

Tu programmerai UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER SCOPERTA.

I tuoi diletti alunni non apprendono più ascoltando, in ossessivo silenzio, le tue dotte lezioni.

I tuoi studenti saranno impegnati, come i primi uomini comparsi sulla faccia della terra, a inventare, scoprire, costruire i concetti.

E tu, Professoressa aggiornata, preparerai accuratamente itinerari di attività che gli alunni svolgeranno in piccoli gruppi, al fine di scoprire i concetti.

A tal fine, non solo dovrai indicare gli obiettivi da perseguire, ma anche le attività che i piccoli gruppi di alunni svolgeranno, inizialmente con materiali concreti, poi iconici ed infine simbolici.

Solo dopo che gli alunni avranno utilizzato materiali concreti, procederanno con l’ausilio di materiali iconici e simbolici, che oggi posso essere agevolmente messi a disposizione su tablet.

Facciamo un esempio.

Per comprendere il Teorema di Pitagora, gli alunni potranno utilizzare un triangolo rettangolo di cartone i cui cateti misurino tre e quattro lati dei quadratini coi quali si dovranno costruire i quadrati su di essi.

L’attività di scoperta consiste nel costruire il quadrato sull’ipotenusa, il quale evidentemente richiederà l’impiego di tutti i quadratini utilizzati sui due cateti.

Successivamente, tali attività potranno essere effettuate a livello iconico, utilizzando carata quadrettata, anche sui tablet.

Suggerisco di creare attività che portino gli alunni alla scoperta di altri concetti.

Ad esempio, i fenomeni dell’eliotropismo e del geotropismo possono essere scoperti facendo germogliare dei fagioli e cambiando la loro posizione ALTO-BASSO.

Le radichette si piegheranno sempre verso la terra e le foglioline verso il sole.

Ovviamente:

─lavoro di gruppo degli alunni

─laboratori opportunamente attrezzati con materiali concreti (comuni e strutturati), materiali iconici e materiali simbolici

─guida discreta dei docenti.

Che bello per gli alunni!

E per i docenti?

Provare prima di rispondere!

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

Lascia un commento