Inserimento lavorativo, Aipd e Jobmetoo uniscono le forze

Redattore Sociale del 20-04-2017

Inserimento lavorativo, Aipd e Jobmetoo uniscono le forze

Firmato il protocollo tra l’associazione delle persone con sindrome di Down e l’agenzia per l’inserimento lavorativo delle categorie protette: prevede una collaborazione, capace di far incontrare aziende e aspiranti lavoratori.

ROMA. Una nuova sinergia per facilitare l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e, in particolare, con sindrome di Down: è stato appena siglato il protocollo tra l’Aipd, l’associazione delle persone con sindrome di Down, e Jobmetoo, l’agenzia che, tramite il suo portale, favorisce l’inserimento lavorativo delle categorie protette. L’accordo prevede una collaborazione reciproca: da un lato l’Aipd offrirà le proprie competenze sulla disabilità intellettiva, permettendo così all’azienda Jobmetoo di conoscere più da vicino la sindrome Down; dall’altro l’associazione potrà usufruire dei servizi del portale dedicato agli inserimenti lavorativi di categorie protette. Questo aumenterà le possibilità di inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down e farà entrare Aips nel network Jobmetoo e delle aziende e imprenditori interessati agli inserimenti lavorativi delle persone con disabilità.

“Siamo molto soddisfatti di questa nuova collaborazione – ha affermato Paolo Virgilio Grillo, presidente dell’Aipd – questo protocollo sarà utile ai nostri figli nella ricerca di un lavoro e ci accredita ulteriormente come realtà che fa formazione e che ha una credibilità sul mercato del lavoro”. Stessa soddisfazione da parte di Daniele Regolo, fondatore di Jobmetoo: “Abbiamo già avuto delle esperienze molto significative in Lombardia con inserimenti di ragazzi con Sindrome di Down nelle farmacie del territorio. Con questa partnership vogliamo dare un impulso su disabilità generalmente considerate impegnative ma che possono trovare ottime collocazioni lavorative”.

Lascia un commento