Valutazione dei docenti: una proposta

Valutazione dei docenti: una proposta

di Maurizio Tiriticco

 

La valutazione di un docente, o meglio delle attività di docenza svolte in un dato periodo da un dato insegnante, non è affatto una operazione semplice. Occorre assolutamente evitare che un giudizio venga espresso sulla base di “impressioni”, di “considerazioni generiche”, che troppo spesso sono inficiate da personalismi assolutamente soggettivi. Ciò può valere quando ad esempio, conosciamo una persona in casa altrui, ad una festa, al ristorante, in viaggio, ecc. Valutare la condotta e l’operato di un professionista è altra cosa rispetto alla condotta dello stesso in quanto persona. In altri termini, Antonio può essere una persona assolutamente antipatica nei rapporti interpersonali, ma un ottimo avvocato! E Laura può essere una donna assolutamente cordiale ed affabile, ma assolutamente inaffidabile come commercialista. Pertanto, onde evitare di esprimere giudizi sommari, generici e scarsamente motivati a proposito di un/a professionista, è bene invece adottare dei criteri coerenti con l’attività che il soggetto svolge più che con la persona in quanto tale. Per quanto, nello specifico, riguarda le attività di insegnamento, è bene adottare dei criteri che permettano di esprimere giudizi che abbiano il massimo di quella oggettività che, comunque, non è sempre facile adottare.

La tabella che segue costituisce un esempio per quanto riguarda la valutazione di un docente. La scelta adottata è la seguente: si sono scelti dieci INDICATORI e, per ciascuno di essi, una SCALA DI VALUTAZIONE da uno a cinque punti, da un minimo a un massimo, con un valore intermedio di sufficienza.

Il tutto ha solo carattere di esempio. Ovviamente, sia gli indicatori che la scala dei punteggi possono essere assolutamente diversi rispetto alla concreta situazione in cui ci si trova ad operare.

 

Tabella per la valutazione/valorizzazione dei docenti (legge 107/2015, art. 1, c. 129)

 

da 1, nullo, a 3, sufficiente, a 5, eccellente

 

  indicatori 1 2 3 4 5
1 Contenuti della Progettazione Educativa e Didattica, PED: congruenza con le fonti normative, con le indicazioni della ricerca educativa, con le PED delle altre discipline; correttezza nello sviluppo temporale programmato          
2 Relazione educativa con gli alunni: conformità con quanto dettato dal Contratto formativo di cui alla Carta dei Servizi Scolastici (dpcm 7 giugno 1995)          
3 Modalità di gestione delle ore di lezione – informazione discendente, condivisa, partecipata, sollecitata          
4 Modalità della misurazione e della valutazione delle prove degli alunni (conformità con le norme e con quanto adottato dal CdD) – eventuali iniziative innovative (coinvolgimento/partecipazione degli alunni)          
5 Modalità con cui sono organizzate le attività di recupero, sostegno, anche in ordine a eventuali DSA e BES          
6 Relazioni con le famiglie degli alunni: conformità con quanto dettato dal Patto di Corresponsabilità dell’istituto          
7 Modalità di partecipazione ai CdC e ai CdD          
8 Proposte e iniziative per il costante miglioramento dell’attività didattica anche sotto il profilo della pluridisciplinarità e della collegialità          
9 Tenuta della documentazione scolastica: registro elettronico, verbali, altro          
10 Attività di formazione continua in ordine a competenze disciplinari e comportamento insegnante          
  TOTALI          

 

Minimo: 1 – Massimo: 50

 

Corrispondenza tra punteggi riportati e giudizi di valutazione

1-5       NULLO

6-10     PESSIMO

11-15   INSUFFICIENTE

16-20   SCADENTE

21-25   MEDIOCRE

26-30   SUFFICIENTE

31-35   BUONO

36-40   DISTINTO

41-45   OTTIMO

45-50   ECCELLENTE

 

Seguono voci che valgono solo per alcuni docenti e che, se fossero considerate per l’intero corpo docente, ne penalizzerebbero alcuni.

  • Impegni in attività altre (se rientra nel 10% che coadiuvano il DS in attività di supporto organizzativo e didattico dell’istituzione scolastica; dipartimenti; alternanza, tutoraggio, viaggi di istruzione ecc)
  • Ricerche, pubblicazioni
  • Altro

Lascia un commento