Primo giorno di scuola, in Ue c’è chi inizia ad agosto

da Il Sole 24 Ore

Primo giorno di scuola, in Ue c’è chi inizia ad agosto

di Alessia Tripodi

Settembre, tempo per gli studenti di ritornare sui banchi. Ma in alcuni paesi europei la prima campanella è suonata già ad agosto. Il panorama dei calendari scolastici (e accademici) vigenti negli stati dell’Unione per il 2017/2018 è stato disegnato anche quest’anno daEurydice, che ha pubblicato due rapporti sull’organizzazione degli orari scolastici ed universitari nel vecchio continente.

In alcuni paesi scuole aperte già ad agosto
La scuola è ricominciata ad agosto in 10 Paesi Ue, con Danimarca e Finlandia tra le prime a riaprire le aule a insegnanti e docenti. In 14 stati, invece, – spiega Eurydice – l’anno scolastico è iniziato il primo settembre, in 12 la prima settimana di settembre, mentre in 10 paesi la prima campanella suona a metà settembre. Quest’ultimo è il caso – oltre che dell’Italia – di alcuni Paesi del sud dell’Europa (Cipro, Grecia, Portogallo e Turchia) ma anche di Bulgaria, Lussemburgo, Romania e Slovacchia. Come in Italia, anche in Austria, Germania, Spagna, Paesi Bassi e Svizzera l’inizio e la fine dell’anno scolastico variano in base alle regioni.

Cultura e clima influenzano i calendari scolastici
Eurydice spiega che – fatta salva la pausa natalizia uguale per tutti – nell’Ue la durata e la distribuzione delle vacanze durante l’anno scolastico variano a seconda delle differenze culturali, delle tradizioni e del clima. Così, per esempio, in alcuni casi ci sono pause più lunghe e frequenti durante l’anno, mentre in altri casi i paesi preferiscono mantenere un ritmo serrato durante l’anno per regalare a insegnanti e alunni un pausa estiva più lunga.

Lascia un commento