XI Congresso nazionale

CULTURA, ISTRUZIONE E RICERCA: LE RISORSE IRRINUNCIABILI PER LO SVILUPPO DEL PAESE

L’AUTONOMIA SINDACALE PER LA LIBERTA’ E LA QUALITA’ DELLA SCUOLA, DELL’AFAM, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

 

 

Roma, 5 dicembre.  Martedì 12, si celebrerà a Roma l’XI Congresso nazionale dello Snals-Confsal alla presenza di oltre 700 delegati provenienti da tutta Italia. I lavori congressuali dureranno tre giorni.

 

Numerosi gli ospiti, soprattutto nella prima mattinata. Porteranno il loro saluto rappresentanti del governo, della politica, delle amministrazioni centrali e locali, e degli altri sindacati, testimoniando vicinanza allo SNALS, il maggiore sindacato autonomo della scuola.

 

Molti i temi sul tavolo: il ruolo del sindacato oggi, le linee di piattaforma contrattuale, l’impegno per riportare al centro della politica italiana l’istruzione e la cultura e, con essa, il ruolo professionale e sociale di tutti i lavoratori del comparto Istruzione e ricerca.

Tutto questo traendo forza da un valore fondamentale per lo Snals: la scuola come istituzione. Così il segretario generale Elvira Serafini: “Assistiamo a un indebolimento della credibilità delle istituzioni e a un’insofferenza verso l’interesse generale e l’accettazione di regole. Noi, invece, riaffermiamo il ruolo sociale di queste istituzioni, fondamentali per l’identità e lo sviluppo della comunità nazionale che operano attraverso l’istruzione, l’educazione, la formazione e la ricerca”.

Per Serafini: “Si deve riportare al centro delle politiche la persona e si deve puntare sulle giovani generazioni, sulle loro menti, sul loro comportamento, sul merito individuale, sulle potenzialità di ciascuno. La serietà degli studi che noi auspichiamo serve soprattutto a loro”.

Lascia un commento