04 2006

01 –  30 aprile Attività Sindacale

Proseguono gli incontri di ARAN e MIUR con le OOSS su:

  • 20, 21: valorizzazione professionale personale ATA
  • 18, 04: regolamento supplenze personale docente
  • 11: sottoscrizione definitiva CCNL Area V 2002-2005
  • 11: sottoscrizione definitiva CCNL AFAM 2004-2005
  • 06: concorso riservato DS (articolo 1- sexies del D.L. n.7/2005 convertito nella legge n. 43/2005)
  • 05: organici personale ATA

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

28

Nota 28 aprile 2006, Prot. n. 3081P/A3
Conferenza Nazionale dei Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti e incontro con il Presidente della Repubblica (Roma, 8-9 maggio 2006): informazioni organizzative

27

Nota 27 aprile 2006, Prot. n.572/DIP/UO4
Proroga taluni termini riguardanti la mobilità – a. s. 2006/07

26 25 24

Nota 26 aprile 2006, Prot. n. 546
Scioglimento riserva ai sensi dell’art. 3ter comma 1 della legge 143/04

Nota 26 aprile 2006, Prot. n.52/vm
Personale amministrativo, tecnico ed ausiliario –organico di diritto – consistenza dotazioni a.s. 2006/2007 – trasmissione schema di decreto interministeriale

Nota 26 aprile 2006, Prot. n. 3888
Monitoraggio piani dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche – a.s. 2005/2006 – Supporto alle scuole per la partecipazione all’indagine nazionale – Precisazione

Avviso MAE 26 aprile 2006, Prot. 267 P/0157339
Disponibilità di posti all’estero per dirigenti scolastici

23 22

23 aprile Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile si celebra l’annuale Giornata Mondiale UNESCO dedicata al Libro ed al Diritto d’Autore.

Di seguito il comunicato stampa dell’UNESCO:

Giornata  Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore. Torino con Roma Capitale mondiale del Libro
Il 23 aprile l’UNESCO celebra in tutto il mondo la Giornata del Libro e del Diritto d’Autore. Anche in Italia, secondo una ormai consolidata tradizione, rafforzata dalla concessione da parte dell’UNESCO a “Torino con Roma” del ruolo di Capitale Mondiale del Libro, nel periodo che va dal 23 aprile 2006 al 22 aprile 2007, si svolgeranno numerose manifestazioni promosse, coordinate o realizzate dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.
Obiettivo della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, che ricorda la contemporanea scomparsa di Miguel de Cervantes, di William Shakespeare e dell’Inca Garcilazo de la Vega nel 1616, é soprattutto quello di stimolare i decisori e di sensibilizzare l’opinione pubblica nella direzione della costruzione di politiche nazionali del libro, realizzate con il concorso e con l’equo contemperamento degli interessi di tutti gli operatori coinvolti.
Per raggiungere tale obiettivo l’UNESCO, attraverso le Commissioni nazionali, promuove la realizzazione negli Stati membri di molte migliaia di eventi.
In processo organizzativo è stato avviato nell’autunno 2005 con l’attivazione, secondo un modello ormai consolidato, di un tavolo di coordinamento che vede la presenza delle Istituzioni interessate, delle associazioni che raggruppano gli operatori della filiera del libro, del Comune e della Provincia di Roma.
Secondo una tradizione anch’essa ormai consolidata, il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati, attraverso le loro Biblioteche,  evidenzieranno l’attenzione del mondo della politica per le tematiche connesse al libro e si apriranno alla visita dei cittadini.
Tutte le Regioni italiane hanno promosso la celebrazione della Giornata sul territorio con la costruzione di un tessuto di eventi estremamente  ricco che ha visto in particolare l’interazione di Enti locali, Università, Scuole, Reti bibliotecarie, singole Biblioteche e le sezioni regionali delle Associazioni degli operatori della filiera del libro.
Quest’anno, in considerazione del rilievo nazionale che assumono le tematiche connesse al libro, la Direzione Generale della Promozione Culturale del Ministero degli Affari Esteri, su sollecitazione della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, ha invitato anche tutti gli Istituti di Cultura Italiani all’estero a partecipare con propri eventi alla Giornata.
L’adesione degli Istituti è stata entusiasta, creando momenti di valorizzazione del libro italiano e aggiungendo visibilità all’iniziativa “Torino Capitale Mondiale del Libro con Roma “.
Un particolare impegno si riscontra da parte dei Centri e Club UNESCO, le Associazioni che riuniscono il volontariato culturale ispirato ai principi dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. Tra le molte iniziative di particolare rilevanza è il Premio Letterario dedicato ai giovani, organizzato dalla Federazione Nazionale dei Centri Club UNESCO.
Si ricordano, inoltre, tra le numerose iniziative romane la Tavola Rotonda “Fantasie e Immaginazione in Filosofia e in Letteratura” organizzata dalla Società Filosofica Italiana e il dibattito “L’Italiano che viene da lontano: Scritture migranti, plurilinguismo e intercultura” nato dalla collaborazione tra il Sindacato Nazionale Scrittori e la Biblioteca Baldini e i “I teatri di Babele”, laboratori di animazione teatrale organizzati dell’Università LUMSA. Un percorso consueto nelle giornate del libro è quello che vede il coinvolgimento delle carceri, sia attraverso doni di libri indirizzati alle biblioteche degli istituti di pena, sia attraverso eventi come quello che a Ravenna, coinvolge in un laboratorio multiculturale di lettura e scrittura i detenuti italiani e stranieri nel progetto Una Favola per la pace.
Il mondo della scuola è presente nella Giornata con numerosi momenti dedicati ai giovani, ad esempio con la realizzazione di laboratori e di altre attività creative.
Milano la  “Festa dei libri e delle rose” colora le vie di Brera riprendendo l’affascinante manifestazione catalana che ha dato origine alla giornata unescana: la festa di San Giorgio, quando nelle piazze di Barcellona le donne ricambiano con un libro il dono di un fiore che ricevono dai loro mariti o fidanzati.

In Rete:

In Educazione&Scuola:

21

Nota 21 aprile 2006, Prot. n. 2994P/A3
Conferenza Nazionale dei Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti e incontro con il Presidente della Repubblica (Roma, 8-9 maggio 2006)

Avviso 21 aprile 2006
Fortic 2: scadenza delle iscrizioni ai corsi per l’anno scolastico 2005/2006 e proposta formativa per i Tutor dell’area pedagogico-didattica

Nota 21 aprile 2006, Prot. n. 1650
Data Warehouse. Apertura nuova area “Anagrafe Scuole Non Statali” e disponibilità dei dati dell’a.s. 2005/2006 Area “Conteggio del personale”

21 aprile Mobilità 2006-2007

L’Ordinanza ministeriale 29 dicembre 2005, n. 94 fissa il termine per la diffusione dei risultati delle domande di mobilità secondo il calendario di seguito riportato:

Tipo di personale Diffusione risultati
Docenti Scuola Infanzia 21 aprile

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

In Mobilità, Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie

20

20 aprile – 20 maggio Incarichi di Presidenza

L’art. 3, comma 2, della Direttiva Ministeriale 2 marzo 2006, n. 25, stabilisce che coloro che abbiamo titolo alla conferma dell’incarico di presidenza, come previsto dall’art. 1 sexies del D.L. 31/01/2005, n. 7, convertito, con modificazioni, nella legge 31/03/2005, n. 43, debbano presentare apposita domanda, in carta semplice, nel periodo dal 20 aprile al 20 maggio direttamente all’Ufficio scolastico regionale – Centro servizi amministrativi della provincia in cui hanno la sede di titolarità al momento della presentazione della domanda.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

19 18

Decreto Presidente della Repubblica 12 aprile 2006, n. 184 (in GU 18 maggio 2006, n. 114)
Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi

17 16 15 14 13

Nota 13 aprile 2006, Prot. 523
Assunzione nei ruoli I.R.C. per l’a.s. 2005/2006

Decreto Ministeriale 13 aprile 2006, n. 37
Disposizioni sulle assunzioni con contratto a tempo indeterminato per il personale insegnante di religione cattolica – Anno Scolastico 2005-2006

Nota 13 aprile 2006, Prot.n. 3598
V Certame Dantesco 2006

Nota 13 aprile 2006, Prot.n. 3597
“Mangia bene, cresci meglio” Campagna di informazione per una sana e corretta alimentazione

12

Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (in GU 2 maggio 2006, n. 100)
Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE

Decreto Ministeriale 12 aprile 2006
Accesso scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario per l’anno accademico 2006/07 – Modalità di svolgimento e contenuti delle prove

Nota 12 aprile 2006, Prot. n. 3569
A.S. 2005/2006 – Monitoraggio piani dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche – Supporto alle Scuole per la partecipazione all’indagine nazionale

Avviso 12 aprile 2006
Settimana Europea per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro 2006 “Partiamo bene!” La Sicurezza sul Lavoro comincia da giovani

Avviso 12 aprile 2006
Avvio delle nuove procedura informatiche per l’assestamento 2006 e per la previsione 2007

11

Nota 11 aprile 2006, Prot. n. Uff. VIII/769
Tassa rifiuti solidi urbani nelle istituzioni scolastiche pubbliche statali (TARSU) – Anno finanziario 2006

Avviso 11 aprile 2006
TELETFR

10

Nota 10 Aprile 2006, Prot. n. 435
D.M. 6 aprile 2006, n. 36 – Dotazioni organiche dirigenti scolastici a.s. 2006/2007

Nota 10 aprile 2006, Prot. n. 2857 /INT/U02
Concorso europeo di lingua francese – Anno 2006

Nota 10 aprile 2006, Prot. n. 2858 INT/U02
Corsi di perfezionamento in Europa per docenti italiani di lingua straniera e di lingua e letteratura straniera nelle scuole del settore primario e secondario. Lingue di insegnamento: Francese, Spagnolo e Tedesco. – Seminario pedagogico italo-francese – Anno 2006

Nota 10 aprile 2006, Prot. n. 2771/A3
Giornata nazionale dell’arte e della creatività studentesca

09 08

09 – 28 aprile Elezioni

L’11 febbraio 2006, dopo lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica, il Consiglio dei Ministri ha approvato i decreti che fissano la data delle elezioni per il 9 e 10 aprile. Il 28 aprile è stata indicata come la data della prima seduta delle Camere.

Di seguito il comunicato del Ministero dell’Interno:

Elezioni parlamentari del 9 e 10 aprile 2006
L’11 febbraio 2006, dopo lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica, si è riunito il Consiglio dei Ministri che ha approvato il decreto che fissa la data delle elezioni per la domenica del 9 aprile e il lunedì successivo e indica il 28 aprile come la data della prima seduta delle Camere; quello che ripartisce i seggi assegnati alle diverse circoscrizioni, per quanto riguarda la Camera dei Deputati; quello che ripartisce i seggi assegnati diverse regioni, per quanto riguarda il Senato, riservando altresì le quote per la circoscrizione estero.
Si voterà domenica 9 aprile dalle ore 8,00 alle ore 22,00, e lunedì 10 aprile dalle ore 7,00 alle ore 15,00. Lo scrutinio delle schede, comprese quelle della circoscrizione estero, si inizierà subito dopo. Gli elettori: saranno 50.317.812, inclusi gli Italiani all’estero aventi diritto di voto. Da venerdì 24 febbraio a domenica 26 febbraio, i partiti e i gruppi politici potranno depositare presso il Ministero dell’Interno i contrassegni di lista, dichiarando l’eventuale collegamento con una coalizione di liste o con altre liste. Coloro che sono coalizzati dovranno consegnare il programma della coalizione, recante l’indicazione del leader della coalizione medesima; i partiti non collegati dovranno semplicemente indicare il capo del partito con il programma che lo riguarda.
Per la Camera dei Deputati un’eccezione è costituita dalla Val D’Aosta, dove l’unico seggio spettante alla Regione verrà attribuito col metodo maggioritario uninominale. Per il Senato le eccezioni sono costituite, oltre che dalla Val D’Aosta, dal Molise e dal Trentino Alto Adige. La Val D’Aosta eleggerà l’unico senatore col sistema maggioritario semplice; il Molise, eleggerà due senatori col sistema proporzionale ma senza premio di maggioranza, perché essendo i senatori da eleggere due non si può disporre di un posto per il premio; il Trentino Alto Adige, mantenendo il vecchio sistema, eleggerà sei senatori con sistema maggioritario semplice sulla base dei vecchi collegi uninominali (l’ultimo sarà eletto in base al recupero regionale dei voti non utilizzati). All’estero si vota col proporzionale puro e col voto di preferenza per eleggere dodici deputati e sei senatori.
La nuova legge prevede anche: 1) il voto a domicilio per gli elettori che, affetti da infermità che li obbligano a dipendere da apparecchiature elettro-medicali, non possono recarsi ai seggi; 2) il voto per corrispondenza per alcune categorie di elettori che si trovino temporaneamente all’estero (militari, dipendenti delle amministrazioni statali con i loro familiari conviventi, docenti e ricercatori universitari).
Quattro Regioni (Liguria, Lazio, Puglia e Sardegna) avranno la rilevazione informatica dello scrutinio (oltre allo scrutinio normale, si farà, in via sperimentale, anche uno scrutinio elettronico delle schede); mentre in Liguria sarà sperimentata la trasmissione informatizzata dei dati direttamente dal seggio.

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

07

Nota 7 aprile 2006, Prot. n. 1476
Cedolino stipendio elettronico

06

Decreto Legislativo 6 aprile 2006, n. 164 (in GU 3 Maggio 2006, n. 101)
Riordino della disciplina del reclutamento dei professori universitari, a norma dell’articolo 1, comma 5 della legge 4 novembre 2005, n. 230

Decreto Ministeriale 6 aprile 2006, n. 36
Consistenza complessiva delle dotazioni organiche dei dirigenti scolastici a.s. 2006/2007

Nota 6 aprile 2006, Prot. 756
Aliquota contributiva da applicare dal 1° gennaio 2006 ai compensi dei lavoratori socialmente utili con contratto di collaborazione coordinata e continuativa

Nota 6 aprile 2006, Prot. n. 3392
Progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali degli appartenenti ad una minoranza linguistica (Legge 15 dicembre 1999, n.482 art. 5) – Monitoraggio iniziative a.s. 2005/2006

05

Nota 5 aprile 2006, Prot.n. 116/Uff.VII
Direttiva n. 34 del 5 aprile 2006, concernente la definizione degli obiettivi formativi assunti come prioritari in materia di formazione e aggiornamento dei dirigenti scolastici – anno scolastico 2006-2007

Direttiva 5 aprile 2006, n. 34
Formazione e aggiornamento dei dirigenti scolastici per l’a.s. 2006-2007

Decreto Ministeriale 5 aprile 2006, n. 35
Personale docente: presentazione domande di scioglimento della riserva e iscrizione a pieno titolo a favore dei candidati che hanno conseguito titolo utile entro il 31 ottobre 2005

Avviso 5 aprile 2006
Pubblicazione Bando Programma e-learning 2006

04

Avviso 4 aprile 2006
“Spring day”

Avviso 4 aprile 2006
Candidature per n. 1 posto di Direttore dell’Ufficio Internazionale dell’Educazione – IBE (D2), con sede operativa a Ginevra

Avviso 4 aprile 2006
Disponibilità di 2 posti per Esperti Nazionali Distaccati presso la Direzione Generale Educazione e Cultura

Avviso 4 aprile 2006
PROGETTO @URORA

03

Direttiva 3 aprile 2006, n. 33
“Individuazione degli interventi prioritari e criteri generali per la ripartizione delle somme, le indicazioni sul monitoraggio, il supporto e la valutazione degli interventi stessi”, ai sensi dell’articolo 2 della legge 18 dicembre 1997, n. 440

Circolare Ministeriale 3 aprile 2006, n. 32
Commissioni esami Stato abilitazione esercizio libere professioni perito agrario, perito industriale e geometra – sessione 2006 – reperimento presidenti (professori universitari e dirigenti scolastici) e commissari (docenti) – istruzioni

Nota 3 aprile 2006, Prot. n. 238
Prestazioni lavoro straordinario – Comunicazione tariffe orarie, lordo dipendente, in vigore nel corrente anno

01 02

02 – 9 aprile Settimana Cultura

Dal 2 al 9 aprile si svolge sull’intero territorio nazionale la settimana della cultura:

In Italia uomo e natura hanno plasmato nei millenni un paesaggio unico al mondo e grandi civiltà hanno espresso altissimi livelli artistici. Generazioni di grandi pittori, scultori, architetti, musicisti hanno dato lustro alla nostra civiltà con il loro genio e le loro opere. Per questo la nostra nazione custodisce un patrimonio culturale senza pari. È questo il vero tesoro degli italiani, che dobbiamo imparare ad amare e riscoprire. Conoscere significa comprendere la storia e le origini della nostra identità, ma significa anche capire perché, nel futuro, l’Italia dovrà puntare sull’arte e la cultura per il proprio sviluppo. La Settimana della Cultura è dunque l’occasione per visitare nuovi luoghi e per ammirare sotto una nuova luce musei o monumenti già noti. In questa settimana l’intera amministrazione dei beni culturali si mobilita per presentare nuovi restauri, servizi e iniziative, per realizzare manifestazioni, concerti e spettacoli, per organizzare visite in luoghi poco noti al pubblico. La passata edizione ha visto la realizzazione di oltre 1500 eventi sull’intero territorio nazionale, eventi a cui tutti i cittadini possono accedere gratuitamente. E’ una grande opportunità per ammirare l’eredità di cui siamo gli unici custodi. Non è unicamente una questione di orgoglio nazionale: solo se i cittadini italiani saranno consapevoli della ricchezza del loro patrimonio storico e artistico potranno aiutare le istituzioni a difenderlo, tutelarlo e valorizzarlo.

AL VIA LA SETTIMANA DELLA CULTURA DAL 2 AL 9 APRILE INGRESSI GRATUITI, VISITE GUIDATE E OLTRE 1.500 EVENTI IN MUSEI, MONUMENTI E SITI ARCHEOLOGICI ITALIANI
MARTUSCIELLO: “UN’OCCASIONE PER APPREZZARE L’ITALIA DELL’ARTE”
Conferenza stampa venerdì 31 marzo ore 11.30 a Roma, Stenditoio del S.Michele, (v.di s.Michele 22)
“In Italia la cultura è viva. Vivi la cultura”. E’ il motto dell’VIII settimana della cultura, prevista quest’anno dal 2 al 9 aprile, che consente l’ingresso gratuito in musei, monumenti e siti archeologici statali dislocati sull’intero territorio nazionale, dove si potrà assistere ad oltre 1500 eventi.
“La settimana della cultura – ha affermato il Vice Ministro per i Beni e le Attività Culturali Antonio Martusciello – è una straordinaria occasione per ammirare il meraviglioso patrimonio artistico che abbiamo in Italia e che il mondo intero ci riconosce. Chiunque avrà la possibilità di apprezzare i maggiori capolavori dell’arte di tutti i tempi senza spendere nulla”.
“L’obiettivo – ha precisato il Vice Ministro – è quello di far avvicinare i cittadini al nostro patrimonio storico, artistico e architettonico per renderli sempre più consapevoli del grande tesoro di cui dispone l’Italia”. Per questo sono previste almeno 52 aperture straordinarie, più di 500 visite guidate, oltre 130 spettacoli (concerti, danza, film o prosa), circa 200 conferenze, una cinquantina di convegni e quasi 300 mostre.
“L’arte e la cultura determinano l’identità di un Paese: rappresentano la coscienza, la memoria, la forza, la sensibilità collettiva, tutti elementi che si sono stratificati nel corso del tempo e ne divengono i tratti peculiari. La cultura – ha proseguito Martusciello – è l’elemento costitutivo dell’anima di un popolo. L’invito a ‘vivere’ la settimana della cultura è rivolto anche a tutti i cittadini stranieri”.
“Una grande opportunità anche per i giovani – ha concluso Martusciello – visto che la cultura è uno strumento imprescindibile per costruire la propria visione del mondo, un’importante possibilità per crescere e migliorare”.
Sito internet: www.beniculturali.it/settimanacultura

In Rete:

Parlamento

La prima riunione delle Camere per l’inizio della XV legislatura è fissata per il 28 aprile 2006; nel corso di tale seduta si procede all’elezione dei rispettivi Presidenti cui fanno seguito la costituzione degli uffici di presidenza delle Camere e dei Gruppi Parlamentari con l’elezione dei rispettivi Presidenti.
A norma dell’art. 85 della Costituzione, il neo eletto Presidente della Camera convoca il Parlamento in seduta comune e i delegati regionali per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica entro 15 giorni dalla prima riunione delle nuove Camere (non oltre sabato 13 maggio 2006).
L’incarico di formare il nuovo Governo viene conferito dal Presidente della Repubblica dopo aver svolto le consultazioni con le rappresentanze parlamentari delle nuove Camere.

Camera
Aula 28, 29 Costituzione dell’Ufficio provvisorio di Presidenza
Costituzione della Giunta delle elezioni provvisoria e proclamazione di deputati subentranti
Elezione del Presidente
Il 29 aprile Fausto Bertinotti, candidato dell’Unione, viene eletto presidente della Camera alla quarta votazione con 337 voti
Commissioni
7a
Senato
Aula 28, 29 Costituzione dell’Ufficio di Presidenza provvisorio
Costituzione della Giunta provvisoria per la verifica dei poteri e proclamazione dei senatori subentranti
Votazione per l’elezione del Presidente
Il 29 aprile, alla terza votazione, il senatore del centrosinistra Franco Marini viene eletto presidente del Senato con 165 voti contro i 156 di Giulio Andreotti (una scheda bianca)
Commissioni
7a

Governo

27 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 12,45 a Palazzo Chigi.

(…) Il Consiglio ha poi convenuto di proporre al Presidente della Repubblica la data del 25 giugno prossimo per l’indizione del referendum popolare previsto dall’articolo 138 della Costituzione per la conferma o il diniego alla legge di modifica della parte II della Costituzione, approvata dai due rami del Parlamento. La consultazione referendaria, che si svolgerà anche nella seguente giornata di lunedì 26, deciderà definitivamente se la modifica potrà entrare in vigore. (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 13,35.

6 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 13,00 a Palazzo Chigi.

(…) Il Consiglio ha poi approvato, su proposta del Ministro per la funzione pubblica e del Ministro dell’economia e delle finanze, l’autorizzazione all’assunzione a tempo indeterminato, nell’anno scolastico 2006-2007, di 3500 unità di personale A.T.A. (assistenti amministrativi, tecnici di laboratorio e collaboratori ausiliari). (…)
La riunione ha avuto termine alle ore 13,25.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: