01 2009

01 – 31 gennaio Attività Sindacale

Proseguono gli incontri di ARAN e MPI con le OOSS su:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

Nota 30 gennaio 2009, Prot. AOODGSPSI N. 251
Proroga Chiusura Funzioni Anagrafe Scuole Statali A.S. 2009/10

Avviso 30 gennaio 2009
7° Premio “Pandolfo Roscioli” – anno 2008/09– Riapertura termini

Avviso 30 gennaio 2009
Procedura di selezione, per la copertura di cinquecento posti, tramite il passaggio del personale del Ministero della Pubblica Istruzione dall’area B all’area C, posizione economica C1, profilo professionale di funzionario amministrativo/giuridico, legale e contabile, per gli uffici dell’Amministrazione centrale e periferica, indetta con D.D.G. 1° luglio 2008.

Nota 29 gennaio 2009, MPIAOODGOS prot. n. 848 /R.U./U
Valorizzazione delle eccellenze: le Olimpiadi internazionali

Nota 29 gennaio 2009, Prot. n. AOODGPER 1136
Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali: circolare prot. n. 08831 del 16/12/2008: adempimenti connessi alla comunicazione telematica del prospetto informativo del lavoratori disabili (legge 6 agosto 2008 n. 133 art. 40 c. 4).-

Nota 28 gennaio 2009, Prot. n. 225
Chiusura funzioni SIDI – aree Personale Comparto Scuola e Assunzioni – per trasferimento pratiche di riscatto e ricongiunzione

Nota 28 gennaio 2009, Prot. MIUR.AOODGSPSI n. 221
Personale ATA – Procedura per l’attribuzione del beneficio economico di cui all’art. 2 della sequenza contrattuale 25 luglio 2008 – Apertura funzioni

Nota 27 gennaio 2009, Prot. N. AOODGSC/495
Campagna di comunicazione per l’educazione alla sicurezza stradale. A.s. 2008-2009

Nota 27 gennaio 2009, Prot. n. AOODGSPSI217
Contratti a tempo determinato per il pagamento di ore aggiuntive

Nota 27 gennaio 2009, Prot. MIUR. AOODGSPSI. n. 215
Proroga Chiusura Funzioni Anagrafe Scuole Statali A.S. 2009/10

Nota 26 gennaio 2009, Prot. n. 83
Esami di Stato conclusivi del II ciclo di istruzione – Anno scolastico 2008-2009 – Corsi sperimentali. Richiesta dei programmi delle materie oggetto di seconda prova scritta (DM n. 7/2009)

Nota 26 gennaio 2009, Prot.n. 538
A.F. 2009 – Apertura nuova funzione “Assegnazione fondi”

Nota 26 gennaio 2009, Prot.n. AOODGPFB 539
Ore eccedenti relative alle attività complementari di educazione fisica. Anno scolastico 2008-2009

Circolare Ministeriale 23 gennaio 2009, n. 10
Valutazione degli apprendimenti e del comportamento

Nota 23 gennaio 2009, Prot. 440
Giorno della Memoria 27 gennaio 2009

Nota 23 gennaio 2009, Prot. 644/RU/U
Giornata nazionale del Braille – 21 febbraio 2009

Nota 23 gennaio 2009, AOOUFGAB n.610/GM
Rilevazione GEDAP ANNO SOLARE 2008 – COMPARTO SCUOLA

Nota 23 gennaio 2009, Prot. n. 820
Personale ATA – Graduatorie di circolo e d’istituto definitive di terza fascia. – D.M. 26.6.2008, n. 59 –

Nota 23 gennaio 2009, Prot. n. AOODGSC/413
Protocollo d’Intesa MIUR – Federazione Motociclistica Italiana

Avviso 22 gennaio 2009
“Bonus Famiglia”

Decreto Ministeriale 21 gennaio 2009, n. 8
Norme per lo svolgimento per l’anno scolastico 2008-2009 degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle classi sperimentali autorizzate

Decreto Ministeriale 21 gennaio 2009, n. 7
Individuazione delle materie oggetto della seconda prova scritta negli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio ordinari e sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado – Scelta delle materie affidate ai commissari esterni delle commissioni – Anno scolastico 2008/2009

Maturità 2009, scelte le materie per la seconda prova scritta
Il ministro Gelmini le annuncia su Youtube www.youtube.it/mariastellagelmini

Latino al classico, matematica allo scientifico, elementi di architettura all’artistico
(Roma, 23 gennaio 2009) Latino al Liceo classico; matematica al Liceo scientifico; lingua straniera al Liceo linguistico; pedagogia al Liceo pedagogico; elementi di architettura al Liceo artistico: sono queste alcune delle materie scelte per la seconda prova scritta degli esami di Stato 2009 e contenute nel decreto firmato dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini, che individua, tra l’altro, anche le materie affidate ai membri esterni.
Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i laboratori dell’istituto.
Ecco alcune materie:
* economia aziendale, per l’indirizzo Ragionieri;
* tecnologia delle costruzioni per l’indirizzo Geometri;
* informatica generale e applicazioni gestionali nei Tecnici commerciali per Programmatori;
* lingua straniera per i Periti aziendali e corrispondenti in lingue estere;
* sistemi elettronici automatici per l’indirizzo Elettronica e Telecomunicazioni dell’Istituto Tecnico Industriale;
* disegno, progettazione e organizzazione industriale per l’indirizzo Meccanica dell’Istituto Tecnico Industriale;
* tecnologie chimiche industriali, principi di automazione e di organizzazione industriale per l’indirizzo Chimico dell’Istituto Tecnico Industriale;
* progettazione grafica per il Tecnico della grafica pubblicitaria dell’Istituto Professionale;
* disegno professionale per il Tecnico dell’abbigliamento e della moda dell’Istituto Professionale.
Per il settore artistico (licei e istituti d’arte) la materia della seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale.
Quest’anno, per la prima volta, sarà proposta anche la prova scritta di cinese nei licei linguistici.
Negli anni passati, oltre alle lingue straniere comunitarie più diffuse (inglese, francese, tedesco, spagnolo) sono state proposte prove in lingua russa, ebraica ed araba.
La consistenza numerica degli indirizzi di studio per i quali sono state scelte le materie oggetto di seconda prova scritta e quelle da affidare ai membri esterni delle commissioni è la seguente:

Ordinamento
Licei indirizzi n. 5
Istituti Tecnici indirizzi n. 39
Istituti Professionali indirizzi n. 19
Istituti d’Arte indirizzi n. 33

Totale

n. 96
Sperimentazioni
Progetti Assistiti n. 172
Sperimentazioni Autonome n. 614

Totale

n. 786


Il ministro Mariastella Gelmini ha inoltre aperto, sul canale Youtube www.youtube.it/mariastellagelmini, un confronto con gli studenti per introdurre una prova (in sostituzione dell’attuale Terza prova) che sia impostata sui modelli internazionali più avanzati. Il ministro ha dichiarato che una delle debolezze dell’attuale sistema della maturità è l’eccessiva discrezionalità della valutazione che, invece, deve essere il più possibile oggettiva.

Circolare Ministeriale 21 gennaio 2009, n. 6
Limiti di reddito per l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche per l’anno scolastico 2009 – 2010

Nota 21 gennaio 2009, MPIAOODGOS Prot. n. 00000558 /R.U./U
4° Concorso Nazionale “La Civiltà Contadina è” – Edizione 2009 –

Decreto del Presidente della Repubblica 20 gennaio 2009, n. 17 (in GU 13 marzo 2009, n. 60)
Regolamento recante disposizioni di riorganizzazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca

Nota 20 gennaio 2009, Prot. n. 0000318
Iniziativa per il Giorno della Memoria

Nota 19 gennaio 2009, Prot. n. AOODGPER 571
Graduatorie provinciali ad esaurimento del personale docente ed educativo: attività preliminare all’apertura per il biennio 2009-2011

Nota 19 gennaio 2009, Prot. n. AOODGSPSI 132
Proroga Chiusura Funzioni Anagrafe Scuole Statali A.S. 2009/10

Decreto Ministeriale 16 gennaio 2009, n. 5
Criteri e modalità applicative della valutazione del comportamento

Scuola, ulteriore giro di vite del Ministero contro il bullismo
Nuovi provvedimenti per meglio definire il 5 in condotta
(Roma, 26 gennaio 2009) Il ritorno al voto in condotta come momento che influisce sulla valutazione complessiva degli alunni è stato un passaggio fondamentale verso il ripristino di una maggiore serietà a scuola.
A tal riguardo il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sta ora preparando il Regolamento di coordinamento delle norme relative alla valutazione, previsto dall’articolo 3 della legge 169/2009. Si tratta di un Decreto con il quale saranno, tra l’altro, meglio ridefiniti i criteri della valutazione del comportamento.
In pratica sarà data maggiore libertà alle scuole di decidere in autonomia quando assegnare il 5 in condotta. In merito, il limite dei 15 giorni di sospensione per l’attribuzione dell’insufficienza, contenuto nel decreto sulla valutazione del comportamento emanato lo scorso 16 gennaio, potrebbe essere eliminato già a partire dagli scrutini del secondo quadrimestre.
Con il regolamento allo studio dei tecnici del Ministero, infatti, le norme contenute nel decreto del 16 gennaio n. 5 saranno meglio qualificate, anche alla luce dei nuovi e gravi fatti di violenza a scuola che si stanno registrando in questi giorni.

Scuola: torna il voto in condotta studenti bocciati con insufficienza
MIUR emana decreto sulla valutazione del comportamento a scuola

(Roma, 16 gennaio 2009) Basta con i comportamenti violenti e con il bullismo. D’ora in avanti a scuola chi prenderà meno di 6 in condotta sarà bocciato.
E’ stato infatti pubblicato oggi il decreto ministeriale con cui, a partire da quest’anno anno scolastico 2008/2009, sono ridefiniti i criteri di valutazione del comportamento degli studenti delle scuole secondarie di I e di II grado.
Grazie a queste nuove norme con una insufficienza in condotta si potrà essere bocciati. Le scuole, comunque, possono prevedere nei propri regolamenti interni ulteriori criteri e iniziative per la prevenzione dei comportamenti sanzionabili.
Più serietà e più rigore sono fondamentali per il miglioramento della scuola.
Fondamentale, per recuperare questi valori, è la collaborazione tra scuola e famiglie. Anche per questo motivo, scuola, famiglie e studenti sono chiamati a sottoscrivere, all’inizio dell’anno scolastico, un “Patto educativo di corresponsabilità” sui corretti comportamenti da tenere a scuola.
Atteggiamenti violenti e bullismo sono fenomeni contro cui è necessario trovare rimedio. Il ripristino del voto in condotta è un procedimento che va in questa direzione.

Scuola, Gelmini: da quest’anno bocciati con 5 in condotta
Valutazione del comportamento fondamentale come profitto scolastico

Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini
(Roma, 19 gennaio 2009) “La valutazione del comportamento non può più essere separata dalla valutazione del profitto.
D’ora in avanti a scuola, gli studenti delle scuole medie e superiori che prenderanno 5 in condotta saranno bocciati.
Non basteranno più, quindi, voti alti nelle materie scolastiche per essere promossi, ma bisognerà avere un comportamento sempre corretto.
E’ necessario porre un freno agli atteggiamenti violenti e al bullismo. Si tratta di fenomeni ancora molto diffusi, come riportato dagli studi condotti a riguardo e dai quotidiani episodi riportati dai media.
La scuola, per non venire meno al suo compito educativo, deve agire con fermezza, sanzionando chi si comporta male e valorizzando gli studenti migliori sia sul piano della formazione scolastica che su quello del comportamento”.

Avviso 16 gennaio 2009
Protocollo d’Intesa MIUR-SIEMENS s.p.a. – Concorso Nazionale “Olimpiadi dell’automazione” – a.s.2008/2009

Circolare Ministeriale 15 gennaio 2009, n. 4
Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado, riguardanti l’anno scolastico 2009/2010

Indicazioni e istruzioni per le iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno 2009-2010
(Roma, 16 gennaio 2009) Anno scolastico 2009-2010: i contenuti della circolare del Ministero
Iscrizioni entro il 28 febbraio
Maestro unico per le prime classi (scuola primaria)
Anticipi alla scuola per l’infanzia e primaria
Voto in condotta: con il 5 non si è ammessi all’anno successivo
Voti al posto dei giudizi
Inglese potenziato alla secondaria primo grado (scuola secondaria di primo grado)
Al via la sperimentazione di “cittadinanza e costituzione” come disciplina autonoma
Inviata alle scuole la circolare che fornisce le indicazioni per l’iscrizione alle sezioni della scuola dell’infanzia e a tutte le scuole di ogni ordine e grado.
Le domande di iscrizione devono essere presentate entro il 28 febbraio.
Questi i contenuti principali del documento:
Per la scuola dell’infanzia
Iscrizioni aperte, nelle scuole statali e paritarie, per i bambini che compiono tre anni entro il 31 dicembre 2009 e, in presenza di particolari condizioni (disponibilità di posti, accertamento dell’avvenuto esaurimento di eventuali liste d’attesa), anche ai bambini che compiono i tre anni entro il 30 aprile 2010.
Le ore settimanali previste sono 40 (8 ore giornaliere). A richiesta e in base alle disponibilità si potrà arrivare fino a un massimo di 50 ore.
Prosegue l’esperienza delle ‘sezioni primavera’ per i bambini dai 2 ai 3 anni.
Per la scuola primaria
Sono obbligati a iscriversi (con un modulo che sarà a disposizione delle scuole) gli alunni che compiono i sei anni entro il 31 dicembre 2009. Possono iscriversi anticipatamente anche i bambini che compiono i sei anni entro il 30 aprile 2010.
Per le prime classi sarà introdotto l’insegnante unico di riferimento che avrà la responsabilità formativa globale dell’alunno.
Al momento delle iscrizioni alle classi prime i genitori possono esprimere, in ordine di priorità, le preferenze rispetto all’articolazione dell’orario settimanale: 24 o 27 ore che sono i due modelli di base.
Le famiglie possono scegliere anche il modello a 30 ore (con attività opzionali) e quello a 40 ore (tempo pieno).
Per le classi successive alle prime continuano i modelli orari in atto.
Per la scuola secondaria di primo grado
Con l’iscrizione i genitori esprimono la scelta tra i modelli orari di 30 ore o di tempo prolungato di 36 ore (prolungabile fino a 40 ore). Nel modello a 30 ore, 29 saranno di insegnamento curriculare e 1 di potenziamento della lingua italiana.
Le famiglie inoltre da quest’anno potranno, in sede di iscrizione e con vincolo di non variare tale scelta per l’intero corso della secondaria di primo grado, chiedere l’inglese potenziato: 5 ore di inglese, anziché 3 di inglese più 2 di una seconda lingua comunitaria. Le famiglie dunque potranno decidere di impiegare le 2 ore della seconda lingua comunitaria per l’insegnamento dell’inglese.
Per la scuola secondaria di secondo grado
I nuovi ordinamenti entreranno in vigore a decorrere dall’anno scolastico 2010-2011 con la revisione generale dell’offerta formativa. Per il 2009-2010 sono confermati i percorsi previsti dagli attuali ordinamenti.
Obbligo di istruzione
L’obbligo di istruzione potrà essere assolto anche con la frequenza dei percorsi di istruzione e formazione triennali avviati attraverso accordi regionali.
Voti e comportamento
I voti relativi alle singole discipline sono espressi in decimi (i voti inferiori a 6 sono di insufficienza) sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria di primo e secondo grado.
Nella scuola secondaria di primo e secondo grado la valutazione del comportamento è espressa in decimi (i voti inferiori a 6 sono di insufficienza). Con una votazione inferiore a 6 lo studente non è ammesso all’anno successivo.
L’esito complessivo dell’esame conclusivo del primo ciclo (terza media) è espresso in decimi.
Cittadinanza e costituzione come disciplina autonoma
L’insegnamento della disciplina “cittadinanza e costituzione” partirà come sperimentazione organica per poi entrare a regime nel 2010-2011. La disciplina avrà dal 2009-2010 un monte ore definito e una valutazione a parte per le scuole che aderiranno alla sperimentazione.

Nota 15 gennaio 2009, Prot. n. 452
Personale ATA – Graduatorie di circolo e d’istituto di terza fascia. – D.M. 26.6.2008, n. 59 –

Nota 15 gennaio 2009, Prot. n. 117
Regolarizzazione contratti a tempo determinato cancellati dalle Istituzioni scolastiche

Nota 14 gennaio 2009, Prot. n. 458
“Bonus Famiglia” – Art. 1 Decreto Legge 29 novembre 2008 n. 185

Nota 14 gennaio 2009, Prot. n. AOODGSPSI 100
Chiusura Funzioni Anagrafe Scuole Statali A.S. 2009/10 Aggiornamento indirizzi di studio scuole II Grado

Nota 13 gennaio 2009, Prot. AOODGSC n. 0000122
Risposta a quesiti sull’attribuzione della quota di euro 258,00 per la scuola in ospedale

Nota 13 gennaio 2009, Prot. n. 282
Assistenza fiscale diretta ai dipendenti ai sensi dell’art. 78 della Legge 30.12.1991 n. 413 e successive modificazioni e integrazioni (Circolare Ministero Finanze 16.4.1999 n. 87 e Decreto Ministero Finanze 31.5.1999 n. 164). – Modello 730/2009 – Redditi 2008 –

Avviso 13 gennaio 2009
14° edizione concorso musicale nazionale “Città di Castiglione delle Stiviere”

Nota 12 gennaio 2009, Prot. AOODGSC n. 0000114
Presidenza del Consiglio dei Ministri. Concorso pubblico per titoli per l’assegnazione di borse di studio in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, degli orfani e dei figli delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, delle vittime e dei superstiti – figli e orfani – delle vittime del dovere

Nota 12 gennaio 2009, Prot. AOODGOS 219
Kangourou della Matematica 2009. Rettifica nota MPIAOODGOS prot. n. 13131 /R.U./U del 18 Dicembre 2008

Legge 9 gennaio 2009, n. 1 (in G.U. 9 gennaio 2009, n. 6)
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, recante disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità del sistema universitario e della ricerca

Circolare Ministeriale 9 gennaio 2009, n. 3
D.M. n. 2 del 9 gennaio 2009 – Cessazioni dal servizio – Trattamento di quiescenza – Indicazioni operative

Decreto Ministeriale 9 gennaio 2009, n. 2
Cessazioni dal servizio – Trattamento di quiescenza – Indicazioni operative

Nota 9 gennaio 2009, MIURAOODGOS Prot. n.151 /r.u./U.
Concorso Nazionale “Bacco e Minerva” – a.s. 2008/2009 – trasmissione Regolamenti

Avviso 9 gennaio 2009
A.F. 2009 – Apertura della funzione “Rilevazione oneri scuole” – Periodo 1/9 – 31/12/2008

Avviso 9 gennaio 2009
Posti per Esperti Nazionali Distaccati presso la Commissione Europea. 09 posti scadenza ore 13 del 13 gennaio 2009. 20 posti scadenza ore 13 del 6 febbraio 2009

Nota 8 gennaio 2009, MPIAOODGOS Prot.n. 131 /R.U./U
“Percorsi di Educazione alla Sostenibilità nelle scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo d’Istruzione”

Nota 7 gennaio 2009, Prot. n. 2
Rilevazione delle presenze del personale amministrativo – SIDI – Chiusura servizio di supporto via e-mail

Nota 5 gennaio 2009, MIURAOODGOS prot. n. 44 /R.U./U
A.S. 2008/2009 – esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione – trasmissione elenco nominativi referenti/coordinatori degli Uffici scolastici regionali e provinciali

Aula 5, 7, 8 L’8 gennaio l’Aula approva definitivamente la legge di conversione del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180.Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

Trasparenza nei concorsi, stop alle baronie, più spazio ai giovani, premiare i bilanci virtuosi delle Università
Sintesi legge Università
(Roma, 8 gennaio 2009) Trasparenza nei concorsi
* reclutamento professori universitari
Le commissioni che giudicheranno gli aspiranti professori universitari di prima e seconda fascia saranno composte, a differenza di quanto accadeva fino ad ora, da 4 professori sorteggiati da un elenco di commissari eletti a loro volta da una lista di ordinari del settore scientifico disciplinare oggetto del bando e da 1 solo professore ordinario nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando.
Si evita così il rischio di predeterminare l’esito dei concorsi e si incoraggia un più ampio numero di candidati a partecipare.
* reclutamento ricercatori
In attesa di un riordino organico del sistema di reclutamento dei ricercatori universitari le commissioni che giudicheranno i candidati al concorso saranno composte da 1 professore associato nominato dalla facoltà che richiede il bando e da 2 professori ordinari sorteggiati da una lista di commissari eletti tra i professori appartenenti al settore disciplinare oggetto del bando. La valutazione dei candidati avverrà secondo parametri riconosciuti anche in ambito internazionale.
Le università con una spesa per il personale troppo elevata (più del 90% dello stanziamento statale) non potranno effettuare nuove assunzioni
La norma pone un freno alle gestioni finanziarie non adeguate di alcune università (soprattutto nel rapporto entrate-uscite). Da oggi le università che spendono più del 90% dei finanziamenti statali (Fondo di Finanziamento Ordinario) in stipendi non potranno bandire concorsi per docenti, ricercatori o personale amministrativo.
* Più ricercatori assunti dalle Università
Per favorire l’assunzione dei giovani ricercatori, il blocco del turn over (a quota 20% nelle altre amministrazioni) viene elevato al 50%.
Delle possibili assunzioni presso le Università, almeno il 60% dovrà essere riservato ai nuovi ricercatori.
* I concorsi di ricercatore già banditi fuori dal turn over
I bandi di concorso per posti da ricercatore già banditi sono esclusi dal turn over.
2300 ricercatori dunque saranno esclusi dal blocco del turn over.
* Gli enti di ricerca esclusi dal blocco delle assunzioni
Gli enti di ricerca sono esclusi dal blocco delle assunzioni che è entrato in vigore per tutte le amministrazioni pubbliche.
Queste tre iniziative permetteranno di assumere 4000 nuovi ricercatori
Più finanziamenti alle Università migliori
Più finanziamenti (cioè il 7% del Fondo del Finanziamento Ordinario e del Fondo Straordinario della Finanziaria 2008) saranno distribuiti alle Università migliori: quelle con offerta formativa, con qualità della ricerca scientifica, qualità, efficacia ed efficienza delle sedi didattiche migliori.
Le università più virtuose saranno individuate in tempi molto brevi attraverso i parametri di valutazione Civr (Comitato di indirizzo per la valutazione della ricerca) e Cnvsu (Comitato nazionale valutazione del sistema universitario).
Per la prima volta in Italia si distribuiscono soldi alle Università in base a standard di qualità.
Borse di studio ai ragazzi più meritevoli:
Per la priva volta in Italia tutti gli aventi diritto avranno la borsa di studio.
L’incremento di 135 milioni di euro sarà destinato ai ragazzi capaci e meritevoli, privi di mezzi economici.
180 mila ragazzi oggi sono idonei a ricevere la borsa di studio e l’esonero dalle tasse universitarie, ma solo 140.000 li ottengono di fatto già oggi.
65 milioni per nuove strutture per il 2009
1700 posti letto in più per studenti universitari. Saranno realizzati progetti per le residenze universitarie.

Il 7 gennaio l’Aula vota la fiducia sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del provvedimento nel testo della Commissione relativo alla conversione in legge del decreto-legge 10 novembre 2008, n. 180, recante disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità del sistema universitario e della ricerca, già approvato dal Senato
Il 5 gennaio il ministro per i rapporti con il Parlamento Elio Vito ha posto, a nome del Governo, la questione di fiducia sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del provvedimento nel testo della Commissione, identico a quello approvato dal Senato

Di seguito il comunicato stampa del MIUR:

Università. Dl Gelmini oggi a Montecitorio, i contenuti del Decreto
(Roma, 5 gennaio 2009) Oggi alle ore 16 verrà discusso alla Camera dei Deputati il Dl Gelmini 180, contenente importanti modifiche per l’università italiana.
Il testo si articola nei seguenti punti:
Trasparenza nei concorsi
* reclutamento professori universitari
Le commissioni che giudicheranno gli aspiranti professori universitari di prima e seconda fascia saranno composte, a differenza di quanto accadeva fino ad ora, da 4 professori sorteggiati da un elenco di commissari eletti a loro volta da una lista di ordinari del settore scientifico disciplinare oggetto del bando e da 1 solo professore ordinario nominato dalla facoltà che ha richiesto il bando. Si evita così il rischio di predeterminare l’esito dei concorsi e si incoraggia un più ampio numero di candidati a partecipare.
* reclutamento ricercatori
In attesa di un riordino organico del sistema di reclutamento dei ricercatori universitari le commissioni che giudicheranno i candidati al concorso saranno composte da 1 professore associato nominato dalla facoltà che richiede il bando e da 2 professori ordinari sorteggiati da una lista di commissari eletti tra i professori appartenenti al settore disciplinare oggetto del bando. La valutazione dei candidati avverrà secondo parametri riconosciuti anche in ambito internazionale.
Le università con una spesa per il personale troppo elevata (più del 90% dello stanziamento statale) non potranno effettuare nuove assunzioni
La norma pone un freno alle gestioni finanziarie non adeguate di alcune università (soprattutto nel rapporto entrate-uscite). Da oggi le università che spendono più del 90% dei finanziamenti statali (Fondo di Finanziamento Ordinario) in stipendi non potranno bandire concorsi per docenti, ricercatori o personale amministrativo.
* Più ricercatori assunti dalle Università
Per favorire l’assunzione dei giovani ricercatori, il blocco del turn over (a quota 20% nelle altre amministrazioni) viene elevato al 50%.
Delle possibili assunzioni presso le Università, almeno il 60% dovrà essere riservato ai nuovi ricercatori.
* I concorsi di ricercatore già banditi fuori dal turn over
I bandi di concorso per posti da ricercatore già banditi sono esclusi dal turn over.
2300 ricercatori dunque saranno esclusi dal blocco del turn over.
* Gli enti di ricerca esclusi dal blocco delle assunzioni
Gli enti di ricerca sono esclusi dal blocco delle assunzioni che è entrato in vigore per tutte le amministrazioni pubbliche.
Queste tre iniziative permetteranno di assumere 4000 nuovi ricercatori
Più finanziamenti alle Università migliori
Più finanziamenti (cioè il 7% del Fondo del Finanziamento Ordinario e del Fondo Straordinario della Finanziaria 2008) saranno distribuiti alle Università migliori: quelle con offerta formativa, con qualità della ricerca scientifica, qualità, efficacia ed efficienza delle sedi didattiche migliori.
Le università più virtuose saranno individuate in tempi molto brevi attraverso i parametri di valutazione Civr (Comitato di indirizzo per la valutazione della ricerca) e Cnvsu (Comitato nazionale valutazione del sistema universitario).
Per la prima volta in Italia si distribuiscono soldi alle Università in base a standard di qualità.
Borse di studio ai ragazzi più meritevoli:
Per la priva volta in Italia tutti gli aventi diritto avranno la borsa di studio.
L’incremento di 135 milioni di euro sarà destinato ai ragazzi capaci e meritevoli, privi di mezzi economici.
180 mila ragazzi oggi sono idonei a ricevere la borsa di studio e l’esonero dalle tasse universitarie, ma solo 140.000 li ottengono di fatto già oggi.
65 milioni per nuove strutture per il 2009
1700 posti letto in più per studenti universitari. Saranno realizzati progetti per le residenze universitarie.

7a 13, 14, 27 Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche e la libertà di scelta educativa delle famiglie, nonché per la riforma dello stato giuridico dei docenti (esame C. 953 Aprea e abbinate C. 808 e 813 Angela Napoli, C. 1199 Frassinetti, C. 1262 De Torre, C. 1468 De Pasquale e C. 1710 Cota – rel. Aprea)
7a 22 Risoluzione 7-00076 Garagnani: Salvaguardia della tradizione culturale e spirituale legata al Cristianesimo nelle politiche scolastich
Aula 22 L’Aula approva il disegno di legge n. 1117 recante “Delega al Governo in materia di federalismo fiscale, in attuazione dell’articolo 119 della Costituzione”. Il testo passa ora all’esame della Camera dei deputati
7a

30 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 12,50 a Palazzo Chigi
La seduta ha avuto termine alle ore 14,05.
23 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 10,10 a Palazzo Chigi

(…) Il Consiglio ha poi autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione Renato Brunetta, ad esprimere il parere favorevole del Governo sull’ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro (biennio economico 2008-2009) e sull’ipotesi di accordo integrativo del CCNL (quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007) relativi al personale dei comparti Enti pubblici non economici. (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 11,35.

16 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 9,45 a Palazzo Chigi

(…) Il Consiglio ha inoltre autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ad esprimere il parere favorevole del Governo sulle ipotesi di contratto collettivo nazionale quadro relativo al personale dei comparti Agenzie fiscali, Ministeri e Scuola (biennio economico 2008-2009). (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 10,30.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: