02 2009

01 – 28 febbraio Attività Sindacale

Proseguono gli incontri di ARAN e MPI con le OOSS su:

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

27

Legge 27 febbraio 2009, n. 14 (in GU 28 febbraio 2009, n. 49)
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti

26 25 24 23 22 21 20 19 18 17 16 15 14 13

Nota 13 febbraio 2009, Prot. n. AOODGPER 1918
Trasmissione dell’O.M. n. 18 del 13 febbraio 2009 prot. n. 1916 e del Contratto collettivo nazionale integrativo sottoscritto il 12.02.2009 sulla mobilità del personale docente, educativo e A.T.A. per l’a.s. 2009/2010

Ordinanza Ministeriale 13 febbraio 2009, n. 18
Mobilità del Personale Docente, Educativo ed A.T.A. Anno Scolastico 2009/2010

12 11

Nota 11 febbraio 2009, Prot. n. AOODGPER 1821
Direttiva n. 13 del 2 febbraio 2009 – applicazione art 72, commi 7 e 11, della legge 133 del 6 agosto 2008 – cessazioni dal servizio personale scolastico a decorrere dall’1-9-2009

10

Circolare Ministeriale 10 febbraio 2009, n. 16
Adozione dei libri di testo per l’anno scolastico 2009/2010

Contenimento della spesa per i libri scolastici, zainetti meno pesanti, libri scaricabili da internet
Il Ministero emana la nuova circolare sulle adozioni dei libri di testo per l’anno scolastico 2009/2010
(Roma, 10 febbraio 2009) Contenimento dei costi per i testi scolastici, zainetti meno pesanti, libri scaricabili da internet: queste alcune delle importanti novità sui libri di testo introdotte dalla circolare emanata oggi dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Con questa circolare vengono previsti alcuni cambiamenti nella scelta dei libri di testo da parte dei docenti delle scuole di ogni ordine e grado per il prossimo anno scolastico: a fianco del tradizionale libro a stampa le scuole potranno scegliere testi scaricabili in tutto o in parte da internet.
Le scelte, inoltre, non potranno essere cambiate per almeno 5 anni nella scuola primaria e 6 in quella secondaria. Rimane, comunque, la possibilità per gli editori di integrare i testi con appendici di aggiornamento, se necessario in relazione a modifiche dei programmi di insegnamento.
Per limitare al massimo la spesa a carico delle famiglie le scuole potranno continuare a ricorrere al comodato d’uso gratuito e al noleggio dei testi scolastici.
Le adozioni dei testi, che le scuole renderanno pubbliche, dovranno essere effettuate entro il 15 aprile 2009 per le classi di scuola secondaria di I grado (scuole medie) ed entro la fine di maggio 2009 per tutte le classi di scuola primaria (scuola elementare) e secondaria di II grado (scuola superiore).
Per tutte le classi in cui sono presenti alunni con disabilità visiva, invece, le adozioni dovranno essere effettuate entro il 31 marzo 2009.
I libri di testo sono gratuiti per tutti gli alunni delle scuole elementari e vengono forniti attraverso la consegna di cedole librarie.
Per gli studenti delle scuole medie e dei primi due anni delle scuole superiori appartenenti a famiglie meno abbienti è invece possibile richiedere borse di studio e rimborsi parziali della spesa sostenuta per l’acquisto dei libri.
A tal fine, le risorse finanziarie disponibili, assegnate complessivamente alle amministrazioni comunali, sono pari a € 103.291.000 per i rimborsi alle famiglie e a € 154.937.070 per le borse di studio agli alunni in obbligo scolastico.
Con un decreto di prossima emanazione saranno definite le caratteristiche tecniche e tecnologiche dei libri di testo e i tetti di spesa per ciascuna classe di scuola secondaria di primo e di secondo grado.

09

Circolare Ministeriale 9 febbraio 2009, n. 15
Formazione delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2008/2009 (Allegati)

Attività

Periodo/Data

1 Termine per la designazione dei commissari interni da parte dei consigli di classe e delle proposte di configurazione da parte dei Dirigenti Scolastici

21/2/2009

2 Termine ultimo per la presentazione delle schede degli aspiranti ai Dirigenti Scolastici (Modello ES-1)

28/2/2009

3 Termine ultimo per la presentazione delle schede degli aspiranti ai Rettori (Modello ES-2)

28/2/2009

4 Termine ultimo per il recapito, dai Dirigenti scolastici agli Uffici Scolastici Regionali, delle proposte di formazione delle commissioni, comprensive dell’indicazione riguardante la componente interna (Modello ES-0)

26/2/2009

5 Termine ultimo per il recapito, dai Dirigenti scolastici agli Uffici Scolastici Regionali, dell’elenco alfabetico riepilogativo degli aspiranti che hanno presentato il modello ES-1, dell’elenco degli esonerati e dei docenti che abbiano omesso di presentare la scheda (con indicazione dei motivi).

13/3/2009

6 Termine ultimo per il recapito delle schede Modello ES-2 dai Rettori delle università e dai Direttori delle istituzioni A.F.A.M. agli Uffici Scolastici Regionali competenti

13/3/2009

7 Gestione delle proposte per la configurazione delle Commissioni da parte degli Uffici Scolastici Regionali (tramite USP).

23/2/2009– 31/3/2009

8 Gestione delle schede di partecipazione (Modelli ES-1) da parte degli Istituti Scolastici e degli Uffici Scolastici Provinciali

23/2/2009– 31/3/2009

9 Gestione delle schede di partecipazione (Modelli ES-2) da parte degli Uffici Scolastici Regionali competenti

23/2/2009– 31/3/2009

08 07 06 05 04

Nota 4 febbraio 2009, Prot.AOODGOS n.1031
Gara Nazionale per gli alunni degli Istituti Tecnici che hanno conseguito l’ammissione al quinto anno di corso negli scrutini conclusivi dell’anno scolastico 2007/2008: risultati

03

Nota 3 febbraio 2009, Prot. n.1006
Gara internazionale di Greco Antico intitolata a “Gennaro Perrotta” – IV Edizione

Nota 3 febbraio 2009, MPIAOODGOS prot. n. 1004 /R.U./U
XVI Certamen Ennianum Liceo Classico “G.Palmieri” – Lecce Gara Internazionale di Lingua e Cultura Latina. Riservata a studenti dei Licei Italiani ed Europei. 12-13-14 Marzo 2009 – Aula Magna Liceo “G. Palmieri”

02 01

Direttiva 2 febbraio 2009, n. 13
Applicazione art. 72, commi 7 e 11, della legge 133 del 6 agosto 2008 – cessazioni dal servizio personale scolastico a decorrere dall’1-9-2009

Circolare Ministeriale 2 febbraio 2009, n. 12
Istituti di istruzione secondaria di II grado. Attività di recupero delle carenze formative per l’anno scolastico 2008/2009

Avviso 2 febbraio 2009
Procedura di selezione per la copertura di cinquecento posti tramite il passaggio del personale del Ministero della Pubblica Istruzione dall’area B all’area C, posizione economica C1 – Bando del 1° luglio 2008

Parlamento

Camera
Aula
Commissioni
7a 3, 10, 17 Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche e la libertà di scelta educativa delle famiglie, nonché per la riforma dello stato giuridico dei docenti (esame C. 953 Aprea e abbinate C. 808 e 813 Angela Napoli, C. 1199 Frassinetti, C. 1262 De Torre, C. 1468 De Pasquale e C. 1710 Cota – rel. Aprea)
Senato
Aula 25 L’Aula approva definitivamente il DdL di Delega al Governo finalizzata all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e alla efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni nonchè disposizioni integrative delle funzioni attribuite al Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro e alla Corte dei conti
Commissioni
7a

Governo

27 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 10,00 a Palazzo Chigi

(…) Il Consiglio ha quindi approvato i seguenti provvedimenti:
su proposta del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, Maurizio Sacconi:
– un disegno di legge per il conferimento al Governo di una delega diretta a realizzare un migliore e più effettivo contemperamento tra esercizio del diritto di sciopero e salvaguardia dei diritti della persona e dell’impresa, entrambi tutelati dalla Costituzione; l’obiettivo principale del provvedimento è quello di dar vita, con specifico riferimento al settore dei trasporti e come previsto nella maggioranza dei Paesi industrializzati, ad un sistema di buone relazioni nel mondo del lavoro basato su libertà e responsabilità, affidando a particolari percorsi di prevenzione dei conflitti (procedure di “raffreddamento”, conciliazione) lo sviluppo del diritto allo sciopero e delle relative prassi, evitandone un utilizzo abnorme. Tra i punti salienti della delega vi è la previsione della disciplina del ricorso all’istituto dello sciopero virtuale, che potrà essere reso obbligatorio per determinate categorie professionali che erogano servizi strumentali o complementari nel settore dei trasporti;
su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Mariastella Gelmini:
– due regolamenti, sui quali sono stati acquisiti i pareri della Conferenza unificata e del Consiglio di Stato, per la riorganizzazione e la razionalizzazione, rispettivamente, della rete scolastica e dell’utilizzo delle risorse umane, nonchè della scuola dell’infanzia e del primo ciclo dell’istruzione.
Quanto al primo regolamento
, entrano in vigore le norme che introducono la figura del maestro unico – prevalente nella scuola primaria e i modelli di orario su 24, 27 e 30 ore.
Restano confermati gli attuali modelli per gli anni successivi alle prime classi con la riduzione delle compresenze, garantendo, comunque, l’assistenza alle mense.
E’ confermato il tempo pieno secondo il modello delle 40 ore settimanali con 2 docenti per classe.
Per la scuola secondaria di primo grado restano confermate le 30 ore settimanali di cui una dedicata allo studio della Cittadinanza e della Costituzione.
Confermato il tempo prolungato anche alle scuole medie, con 36 ore settimanali elevabili a 40.
E’ prevista, inoltre, l’organizzazione oraria su base annuale oltre che settimanale per consentire una maggiore flessibilità all’autonomia delle scuole.
Per le scuole dell’infanzia e per le sezioni primavera resta confermata la normativa attuale, ma viene attribuito un ruolo più incisivo ai docenti che valuteranno pedagogicamente l’opportunità dell’anticipo.
Nel secondo regolamento, prevale il principio per il quale le scelte sul dimensionamento scolastico saranno oggetto di un confronto condiviso con gli enti locali e le Regioni, per individuare insieme gli eventuali interventi di supporto e di aiuto come l’organizzazione delle mense e il trasporto scolastico, puntando a ridurre al minimo i disagi per le famiglie e per gli studenti. Viene inoltre salvaguardata l’attuale normativa per i docenti di sostegno; (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 10.55 .

20 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 9,05 a Palazzo Chigi

(…) Sono stati inoltre approvati i seguenti provvedimenti:
(…) su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Mariastella Gelmini:
– uno schema di regolamento per la determinazione degli organici del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario (ATA) delle istituzioni scolastiche ed educative statali, sul quale verrà acquisito il parere del Consiglio di Stato e della Conferenza unificata. (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 12,00.

13 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 12,05 a Palazzo Chigi

(…) Il Consiglio ha inoltre autorizzato il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ad esprimere il parere favorevole del Governo sull’atto di indirizzo (comparto Regioni ed autonomie locali) e sull’ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro (comparto Università), entrambi relativi al personale non dirigente ed al biennio economico 2008-2009. (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 12,40.

6 Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 10,15 a Palazzo Chigi

(…) E’ stato inoltre approvato, su proposta del Presidente Berlusconi e del Ministro Sacconi, un decreto-legge che, in attesa di una completa ed organica disciplina legislativa in materia di fine della vita, vieta che l’alimentazione e l’idratazione quali forme di sostegni vitali possano essere sospese da chi assiste soggetti non in grado di provvedere a se stessi.
La seduta ha avuto termine alle ore 14,20.

Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 20,30 a Palazzo Chigi

Il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato, ha approvato sottoforma di disegno di legge le disposizioni in materia di alimentazione e idratazione varate stamane come decreto-legge, in ordine al quale il Presidente della Repubblica ha opposto il diniego della firma. Il disegno di legge sarà immediatamente presentato alle Camere ed il Presidente del Consiglio ha rivolto un invito al Presidente del Senato per un’immediata convocazione in sessione straordinaria.
La seduta ha avuto termine alle ore 20,40.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: