04 1997

decreto presidenza consiglio ministri 30 aprile 1997
Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell’art. 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390
decreto legislativo 30 aprile 1997 n. 184
Attuazione della delega conferita dall’articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria ai fini pensionistici

29 aprile 1997 Educazione alla ‘cura’

Nel corso della Conferenza nazionale sulle pari opportunità, mentre si bocciano le ipotesi di separatismo e si sottolinea il valore delle classi ‘miste’ e di eventuali momenti di riflessione separata, emerge, sulla scia di una specifica esperienza condotta in Olanda fin dal ’93, la proposta di una nuova disciplina: l’educazione alla cura.
La nuova materia, introdotta a partire dalla Scuola d’Infanzia, dovrebbe “insegnare ai giovani a curare se stessi e gli altri, a occuparsi della salute e del benessere delle persone, a preoccuparsi del benessere della casa e dell’ambiente in una condizione di vita in continuo cambiamento”.

26 aprile 1997 Scuola e riforma dello Stato sociale

Il governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, ed il ministro della Pubblica Istruzione, Luigi Berlinguer sono intervenuti pubblicamente collegando la riforma dello Stato sociale e la riforma della Scuola in unico grande progetto e chiedendo maggiori investimenti nei confronti della scuola e della ricerca.
In Italia il 5,4% del PIL è finalizzato alla Pubblica Istruzione; il 90% di tale percentuale è destinato alla retribuzione dei docenti che è, comunque, fra le più basse d’Europa.

circolare 24.4.1997 n. 282
Programma di sviluppo delle tecnologie didattiche 1997-2000
circolare 24 aprile 1997 n.280, decreto 21 aprile 1997 n.264 e Contratto Collettivo Decentrato Nazionale
Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA – Testo integrale (download word file, 42 Kb)
circolare 24 aprile 1997 n.280, decreto 21 aprile 1997 n.264 e Contratto Collettivo Decentrato Nazionale
Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA (artt. 3 – 10 – 21 del CCDN)
ordinanza 21.4.1997 n. 266
Scrutini ed Esami
decreto 21.4.1997 n. 267
Maturità e licenza nelle Classi Sperimentali
circolare 19.4.1997 n. 263 e ordinanza 19.04.1997 n. 262
Calendario scolastico nazionale per l’anno 1997/98
circolare 16.4.1997 n. 260
Assegnazione docenti a seguito di modifiche nell’ordinamento delle classi di concorso – DD.MM. del 14.6.96 e del 28.3.97
circolare 15.4.1997 n. 253
Accoglienza e alfabetizzazione dei minori albanesi ospiti nel territorio italiano

14 aprile 1997 Pensioni: Esodo dalla scuola

Delle 70.498 domande di pensionamento presentate dagli insegnanti, solo 8.600 sono state ritirate entro il termine ultimo del 14 di aprile (DL 28 marzo 1997, n. 79, Misure urgenti per il riequilibrio della finanza pubblica, in GU del 29.03.97 [download html file, 11 Kb]).
Si calcola che circa 30.000 cattedre rimarranno scoperte nel prossimo anno scolastico.
Il pagamento delle liquidazioni comporterà un aumento di 2.000 miliardi nelle spese dello Stato.

decreto 14 aprile 1997, n. 250
Diplomi di qualifica dei corsi dell’istruzione professionale

10 aprile 1997 Accordo sulle Utilizzazioni

L’Amministrazione e le OOSS hanno raggiunto un accordo sulle Utilizzazioni che modifica ed integra quello trasmesso lo scorso anno con CM n.302 del 27 giugno 1996.
Le modifiche più interessanti riguardano gli artt.: 3 (Criteri di utilizzazione su attività non curriculari), 10 (Criteri di utilizzazione docenti di educazione tecnica e di educazione fisica nelle scuole medie) e 21(Attività di riconversione professionale).

08 aprile 1997 Sicurezza e Degrado

Nel corso del convegno dedicato a “Cittadinanza, ambiente e sviluppo” Legambiente ha presentato un dossier sull’edilizia scolastica.
Le scuole analizzate (400 istituti superiori) sono risultate nella gran parte sprovviste di sistemi antincendio, non hanno subito lavori di manutenzione negli ultimi anni, sono prive di strutture d’ausilio per i portatori di handicap, hanno impianti igienici inefficienti e sorgono in ambienti degradati.
Tutto questo mentre la mancata conversione in legge del DL 670/96 ripropone le urgenze e gli effetti del DLvo 626 del 19.09.94 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
Entro il 31.12.99 gli Enti competenti dovranno realizzare i lavori di adeguamento alle norme di sicurezza.
Apposito DI, da emanrsi entro il 9 luglio pv, stabilirà modalità e tempi entro i quali presidi e direttori didattici (identificati come ‘datori di lavoro’ dal DM 21.06.96) dovranno, onde evitare le previste sanzioni penali, adempiere a tutti gli obblighi di sicurezza previsti dalla norma (circolare prot. n. 699 del 26.2.97).

circolare 07.04.1997 n. 239
D.M. 28 marzo 1997, n. 231 ­ Modifiche e integrazioni al D.M. 334/1994. Classi di concorso a cattedre e a posti nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria

07 aprile 1997 La scuola del domani?

La Commissione Tecnico-Scientifica coordinata da Roberto Maragliano che si sta occupando delle ‘conoscenze fondamentali su cui si baserà l’apprendimento dei giovani nella scuola italiana nei prossimi decenni’ (DM 50/97), ha presentato gli esiti del suo lavoro al ministro Berlinguer.
Non si tratta di un un documento unitario perché la Commissione non ha raggiunto il pieno accordo su tutto.

Queste le proposte:

  • Lingua italiana: educazione all’uso della scrittura e della parola in maniera funzionale ed antiretorica;
  • Filosofia: presente dopo l’obbligo in tutti gli indirizzi ed intesa in chiave tematica (etica, giustizia) piuttosto che storica;
  • Latino: largamente diffuso nei vari indirizzi come supporto metodologico e linguistico alle lingue moderne;
  • Arte e Musica: elementi chiave della nostra cultura nazionale che devono avere maggiore diffusione nella nuova scuola;
  • Scienze sociali: economia e comunicazione anche nel biennio terminale dell’obbligo;
  • Educazione civica: nuovo largo spazio a questa disciplina che dovrebbe sostanziare la prima ‘riforma’ della scuola dopo il fascismo.

Il documento della Commissione, che sarà reso pubblico alla fine del mese, si sofferma anche sull’introduzione delle nuove tecnologie e sulla rimotivazione e valorizzazione del lavoro dei docenti.

nota 03.04.97: Organico funzionale di circolo
Il DI n.178/97, in corso di perfezionamento, mette in atto l’organico funzionale di Circolo previsto dall’art.1 comma 72 della legge del 23/12/96 n.662.

Tale organico comprende:

  • una ‘quota base’, che, per i plessi con un numero di alunni superiore a 75, deriverà dal rapporto un docente per ogni dieci alunni o frazione pari o superiore a 5 (1 su 4 per il sostegno);
  • una ‘quota perequativa’, che deriverà da specifici indicatori (attività curriculari in base al tempo scolastico, pluralità docente, contemporaneità) e dalle diversificate esigenze delle singole realtà territoriali e scolastiche.

03 aprile 1997 Maturità ’97: Materie d’esame

Il MPI, con decreto ministeriale n. 236, ha reso note le materie che gli alunni dovranno affrontare per conseguire la maturità nell’a.s. 1996/97.

circolare 1.4.1997 n. 233
Trattamento di pensione e di liquidazione

aprile 1997

Nel corso del covegno “Compagno di banco – Le tecnologie dell’informzione e delle telecomunicazioni a scuola”, organizzato a Roma dalla Fondazione Ibm Italia e dall’istituto di Pisicologia del Cnr, è emerso che il Programma di sviluppo delle tecnologie didattiche italiano è in assoluto quello che prevede i maggiori stanziamenti di fondi fra i progetti europei.

Il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge grazie al quale sono stanziati 100 miliardi l’anno per l’istituzione di un “Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi”.
Questo fondo, che si inserisce nel quadro più generale della proposta per l’autonomia, permetterà la realizzazione di opere di edilizia scolastica necessarie ed urgenti.

Le scuole sono invitate a partecipare gratuitamente, dal 10 all’11 aprile, al Futurshow 2997.
Le adesioni, spedite via fax (051-766133) entro il 20 marzo, permetteranno a docenti ed alunni la prenotazione gratutita del biglietto di ingresso.

Fino al 15 aprile sarà in funzione il numero verde 167/642642, collegato ad un fax, per stabilire una linea diretta col MPI per comunicare la propria opinione sul Programma di sviluppo delle tecnologie didattiche e sul Progetto di riordino dei cicli scolastici.

Dal 16 aprile al 3 maggio ppvv si svolgerà a Serra San Quirico (Ancona) la 15/a rassegna nazionale del ”Teatro della scuola” alla quale parteciperanno 2.500 ragazzi provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado dell’intera penisola.
Nel quadro della manifestazione è previsto anche il ”Salotto teatrale”, in cui operatori ed esperti potranno scambiare proposte ed opinioni, la ”Bottega teatrale” (laboratorio di animazione teatrale) ed il ”Progetto incroci-premio 25 aprile” (stage per insegnanti).

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: