05 1997

31 maggio 1997 Autonomia e Federalismo

Il ministro della PI, nel corso del convegno organizzato dalla CGIL su ‘Federalismo e Scuola’, ha sottolineato l’importanza di un’autonomia scolastica intesa in senso federalista per superare il centralismo a livello organizzativo e amministrativo, preservando l’unità culturale del Paese.
Mentre le Regioni avranno una funzione di programmazione della scuola e del territorio, la gestione sarà compito delle stesse scuole.

30 maggio 1997 Garantiti gli scrutini

A seguito di specifica richiesta da parte del ministro della PI, il ministro per la Funzione Pubblica ha emanato, ai sensi dell’art. 8, comma 2 della Legge 146/90 sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, un’ordinanza (n. 1/97) per garantire il regolare svolgimento degli scrutini minacciato dagli scioperi indetti da alcuni sindacati di categoria in violazione del protocollo d’intesa del 25 luglio 1991 e delle deliberazioni adottate dalla Commissione di garanzia.

29 maggio 1997 Il Liceo delle Scienze Sociali

Il MPI sta vagliando l’ipotesi di sostituire l’Istituto Magistrale, che ha perso la sua specifica valenza abilitante e formativa a seguito di quanto previsto dal D.P.R. 471 del 31 luglio 1996 (concernente l’ordinamento didattico del corso di laurea in scienze della formazione primaria), con il Liceo delle Scienze Sociali, già a partire dall’anno scolastico 1998/99.
Il liceo, che dovrebbe cominciare a funzionare in via sperimentale dal prossimo as, prevede, tra l’altro, l’eliminazione della pedagogia dall’arco curricolare, ed una distribuzione delle discipline su un quadro orario di 30 ore settimanali.

29 maggio 1997 No al maestro unico

La Commissione Cultura della Camera ha approvato una risoluzione sulla riforma della Scuola Elementare nella quale si ribadiscono il valore ed i risultati didattici conseguiti della Legge 148/90.
Viene inoltre richiesta al governo l’attuazione di una maggiore flessibiltà nell’organizzazione del team docenti e del tempo scuola per corrispondere alle esigenze di famiglie ed alunni.

direttiva 28 maggio 1997, n. 331
Azione amministrativa e gestione del sistema di istruzione

legge 28 maggio 1997, n. 140
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 28 marzo 1997, n. 79, recante misure urgenti per il riequilibrio della finanza pubblica

circolare 28 maggio 1997, n. 335
Corsi integrativi di lingua straniera nella scuola media – Anno scolastico 1996/97 – Accertamento livello finale di preparazione

28 maggio 1997 Abilitazioni e Concorsi

Il decreto 28 marzo 1997 n. 231, pubblicato nel SO n. 106 della Gazzetta Ufficiale n. 122 del 28 maggio, ”concernente un nuovo ordinamento delle classi di abilitazione all’insegnamento e di concorso a cattedre e a posti di insegnante tecnico-pratico e di insegnante di arte applicata nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria ed artistica”, determina importanti modifiche ed integrazioni al DM 24 novembre 1994, n. 334 sul quale erano già intervenuti i DDMM n. 151 e n. 230 del 1996.

28 maggio 1997 20.000 nuovi insegnanti

Il ministro della PI, rispondendo alla Camera ad una serie di quesiti sul problema dei precari della scuola, ha precisato che nel prossimo anno scolastico si renderanno vacanti circa ventimila nuovi posti di lavoro per coprire i quali intende riattivare i concorsi ed il doppio canale, realizzando l’immissione in ruolo degli abilitati, ed avviare scuole di specializzazione per i laureati.
Berlinguer ha inoltre sottolineato che la piena realizzazione della legge 59/97 sull’autonomia potrebbe portare ad una definitiva svolta riguardo al problema del precariato scolastico.

ordinanza 27 maggio 1997, n. 330
Norme per lo svolgimento degli scrutini ed esami nelle scuole statali e non statali d’istruzione elementare, media e secondaria superiore. Anno scolastico 1996/97

A seguito dei rilievi espressi dalla Corte dei Conti, il MPI ha emanato in data 27 maggio 1997 due ordinanze, sostitutive di altre precedenti disposizioni, nelle quali si attenua o scompare il riferimento alla ”Autonomia”.

Nell’OM 330/97, che sostitutisce l’OM 266/97 su ”Scrutini ed Esami”, mentre permane la formula del ‘debito formativo’ (art.12, comma 5/a), il riferimento alla legge 59/97 sull’autonomia viene sostituito da ”(…) un piano di fattibilità approvato annualmente dal Consiglio di Istituto” (art.12,comma 5-bis).

Con l’ordinanza 27 maggio 1997, n. 329, ”Calendario scolastico nazionale per l’anno 1997-98”, si apportano rilevanti modifiche a quanto previsto dalla CM 263/97.
Queste in breve le novità:

  • l’inizio delle attività didattiche sarà stabilito autonomamente dalle singole Sovrintendenze;
  • il termine delle lezioni è fissato per le scuole di ogni ordine e grado al 13 giugno 1998, ad eccezione delle Scuole Materne (30 giugno) e degli Istituti Professionali e d’Arte nei quali si svolgono esami (6 giugno);
  • esami:
    1. licenza media: dal 17 giugno 1998,
    2. maturità: dal 24 giugno 1998.

comunicazione Dir Professionale, 27.05.97
Diplomi di qualifica degli Istituti professionali

27 maggio 1997 Riforma maturità

E’ stato approvato, nella 7^ Commissione del Senato, il testo unificato, tratto dalle varie proposte parlamentari di riforma della maturità.
Esso prevede:

  • Tre prove scritte (Lingua Italiana, Materia caratterizzante, Cultura Generale) ed un colloquio sui concetti essenziali delle discipline dell’ultimo anno;
  • Valutazione in centesimi (45 punti prove scritte, 35 per il colloquio, 20 per il credito scolastico);
  • Commissione d’esame composta da otto elementi (quattro interni e quattro estreni) più il presidente.

Il testo dovrà ora affrontare l’iter parlamentare.

27 maggio 1997 Pensioni e Riforme

Il ministro della PI, intervenendo alla Convetion dello SNALS, ha ribadito che saranno realizzati i dovuti emendamenti al testo del DL 129/97 affinché gli insegnanti che hanno subito il blocco possano andare in pensione fra il ’98 ed il ’99 godendo delle stesse prerogative riconosciute dall’attuale legislazione.
Berlinguer ha inoltre dichiarato che:

  • il preannunciato tavolo comune con parti sociali, sindacati ed organizzazioni degli insegnanti sulla questione della professione docente sarà realizzato entro l’estate;
  • la proposta di ‘riordino dei cicli’ sarà probabilmente approvata già in un prossimo Consiglio dei ministri;
  • l’aggiornamento professionale sarà slegato da ogni possibile scatto economico.

27 maggio 1997 Donne: formazione e differenza

Con la Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 27 marzo 1997 il governo si impegna, tra l’altro, a “(…) perseguire, nell’ambito delle proposte di riforma della scuola, dell’università, della didattica, i saperi innovativi delle donne, – promuovendo – l’approfondimento culturale e l’educazione al rispetto della differenza di genere”.
Tale obiettivo si concretizzerà in specifiche azioni formative e didattiche (a livello curricolare e/o interdisciplinare):

  • studio dei diritti fondamentali delle donne;
  • storia delle donne e dei movimenti femminili e femministi;
  • educazione alla sessualità.

decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 155 (in SO n. 118 alla GU 13 giugno 1997, n. 136
Attuazione delle direttive 93/43/CEE e 96/3/CE concernenti l’igiene dei prodotti alimentari

26 maggio 1997 ‘T’

Un gruppo di insegnanti del Liceo Classico Statale “G. Leopardi” di Pordenone ( S.O.S. Leghismo) ha inviato una lettera aperta al Presidente della Repubblica (riportata nella sezione FORUM-Aula Consulenze) nella quale denuncia il disagio di chi lavora e vive nel ‘nord-est’ di Italia davanti a fenomeni di crescente intolleranza e xenofobia e annunciando che, dal 24 maggio, ha simbolicamente indossato sugli abiti un cerchio giallo con una T, come “terrone”, per sensibilizzare l’opinione pubblica.
Tutto questo mentre, dopo il referendum della Lega sulla secessione, si apre una settimana di intenso lavoro in Commissione Bicamerale sull’articolato presentato dal senatore D’Onofrio sulla ‘forma dello Stato’.

legge 23 maggio 1997, n. 135
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, recante disposizioni urgenti per favorire l’occupazione

23 maggio 1997 Pensioni e Professione Docente

Il ministro della PI, intervenendo al primo congresso nazionale della GILDA, ha annunciato che saranno realizzati i dovuti emendamenti al testo del DL 129/97 affinché gli insegnanti che hanno subito il blocco possano andare in pensione fra il ’98 ed il ’99.
Berlinguer ha inoltre dichiarato che il governo costituirà un tavolo comune con parti sociali, sindacati ed organizzazioni degli insegnanti per discutere e rivedere la questione della professione docente.

22 maggio 1997 Federalismo

Il senatore D’Onofrio ha presentato un articolato, esito del dibattito nella Commissione parlamentare per le riforme costituzionali sulla ‘Forma dello Stato’, che prevede profonde modifiche della Costituzione.

circolare 22 maggio 1997 n. 311
Applicazione D.L. 19 maggio 1997, n.129 (seguito CM 310/97)
S.O. n.102 della Gazzetta Ufficiale del 21 maggio 1997
Decreti ministeriali relativi agli orari e programmi di insegnamento per i corsi di qualifica ad indirizzo atipico degli istituti professionali

direttiva n. 307 del 21 maggio 1997
Avvio del servizio nazionale per la qualità dell’educazione

Il MPI, con la direttiva 21 maggio 1997 n. 307 e con l’allegato documento sull’avvio del ”Servizio Nazionale per la Qualità dell’Educazione”, dopo gli esiti della Commissione tecnico-scientifica sul ”Sistema Nazionale di Valutazione” (DM 296/96 e DM 328/96), istituisce:

  • un Comitato di Coordinamento nazionale, presso il ministero;
  • un Servizio Nazionale per la Qualità dell’Istruzione, presso il CEDE.

L’allegato ”Documento per l’avvio del Servizio Nazionale per la Qualità dell’Istruzione” delinea inoltre un progetto di Archivio Docimologico per l’Autovalutazione delle Scuole che sarà consultabile in rete dalle scuole.

circolare 21.5.1997 n. 310
Applicazione D.L. 19 maggio 1997, n.129
circolare 21.5.1997 n. 308
Spedizione corrispondenza art.2 comma 17, della legge 23.12.1996 n. 662. Integrazioni alla c.m. 196 del 24.3.97 Gruppo interdirezionale gestione contabilità istituzioni scolastiche

decreto interministeriale 21 maggio 1997
Regolamento di Attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla Gestione Separata ai sensi dell’art. 7, comma 1, lettera b) del Decreto legislativo n. 103 del 10.02.96

21 maggio 1997 La Bibbia a scuola

Delegati cattolici ed evangelici presenteranno una mozione comune alla prossima assemblea ecumenica di Graz ed al Parlamento Europeo per proporre lo studio della Bibbia a scuola come ‘classico’ della cultura europea.
L’arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini, nel corso dell’assemblea della CEI, ha affermato che una sola ora di religione curriculare non è sufficiente per trasmettere i valori cattolici.

20 maggio 1997 Parere del CNPI sul DL 129/97

Il CNPI, il 20 maggio, ha espresso parere sfavorevole sul DL 129/97.

decreto legge 19 maggio 1997, n.129
Programmazione delle cessazioni dal servizio del personale del comparto scuola, nonché disposizioni in materia di fondi pensione e mobilità

19 maggio 1997 Scuola via satellite

E’ stato presentato il nuovo canale tematico satellitare RAISat3, ”Enciclopedia”, dedicato alla scuola che sarà proposto dal prossimo 13 ottobre da RAI Educational.
Si tratterà di cinque ore pomeridiane (dalle 14 alle 19, dal lunedì al venerdì) e di un’ora, a carettere sperimentale, in orario scolastico (12,30 -13,30), nelle quali saranno affrontati temi di natura educativa, si proporranno videoconferenze e news in lingua.
Il media televisivo interagirà con l’usa di video, libri e di specifici canali proposti tramite Internet.

16 maggio 1997 Pensioni: blocco a metà

Il Consiglio dei Ministri del 16 maggio ha varato un decreto che blocca circa la metà dei pensionamenti richiesti dagli insegnanti riducendo il contingente dei pensionandi dai circa 75.683 (già ridotti di circa 10.000 unità a seguito del DL 28 marzo 1997, n. 79) a 33.000 (sono confermate al momento le 20.000 nuove assunzioni sui posti resisi vacanti annunciate il 15).
Potrà andare in pensione:

  1. chi ha maturato la pensione di vecchiaia (5.220),
  2. chi è stato identificato come soprannumerario (4.101),
  3. chi aveva subito il blocco del pensionamento dalle misure introdotte dal governo Amato (16.935),
  4. il 40% del personale cessato di servizio per dimissione anticipate nel 1996 (sulla base dell’età anagrafica),
  5. chi cessa dal servizio per invalidità,
  6. chi si trova nelle condizioni previste dall’art. 509, comma 1, del DLvo 297/94 e dall’art. 3 della legge 724 del 23.12.94.

Legge 15 maggio 1997 n.127
Misure urgenti per lo snellimento dell’attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo

C.M. 15 maggio 1997, n. 301
Congedi art. 454, 1° comma, D.L.vo 16.04.1994, n. 297, per particolari esigenze di attività tecnico/sportiva.

13 maggio 1997 Relazione finale dei ‘Saggi’

Il ministro della PI con i componenti della Commissione Tecnico-Scientifica ha presentato al Capo dello Stato la relazione finale della Commissione Tecnico-Scientifica sulle Conoscenze Fondamentali della Scuola (download ipertesto, 1.412 Kb), introdotta da una sintesi a cura del prof. R. Maragliano coordinatore del Commissione.

decreto ministeriale 7 maggio 1997, n. 292
Approvazione della tabella di valutazione dei titoli concernente il concorso per soli titoli per l’aggiornamento e l’integrazione delle graduatorie permanenti provinciali per l’accesso al profilo professionale di responsabile amministrativo della scuola

circolare Ministero del Lavoro 06.05.1997 n. 66

Il Ministero del Lavoro, con circolare 6 maggio 1997, n.66, mette in atto le disposizioni della direttiva comunitaria sulla sicurezza e salute delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento fino a sette mesi dopo il parto:

  • il datore di lavoro può procedere alla modifica temporanea delle condizioni o dell’orario di lavoro;
  • le lavoratrici gestanti hanno la possibilità di assentarsi dal lavoro per l’effettuazione di esami e/o accertamenti senza perdere la retribuzione.

06 maggio 1997 Riforma entro maggio

Durante la riunione della maggioranza, svoltasi a Palazzo Chigi, il Ministro della Pubblica Istruzione ha annunciato che il ‘Progetto di Riordino dei Cicli Scolastici’ sarà presentato al Consiglio dei Ministri entro la fine del mese.
Tra gli altri temi trattati nel corso dell’incontro:

maggio 1997

Scuola – Università – Lavoro

Dalle proiezioni statistiche (ISTAT) si ricava che:

  1. è in atto un tendenziale calo delle immatricolazioni universitarie ( -1,2% nel corrente AA);
  2. solo il 35,6% degli studenti completa gli studi universitari;
  3. il 74,5% dei laureati trova lavoro fra i 25 e i 39 anni;
  4. le possibilità occupazionali a tre anni dalla laurea sono:
    • il 100% per scienze statistiche e attuariali,
    • il 95,3% per economia politica,
    • il 93,9% per economia aziendale,
    • il 93,8% per ingegneria elettrotecnica,
    • il 92,1% per ingegneria meccanica,
    • il 92% per discipline arti, musica e spettacolo,
    • il 90,8% per ingegneria elettronica e scienze dell’informazione.

Concorsi ordinari e Sessione riservata

Nella Commissione Pubblica Istruzione del Senato si discute un disegno di legge (n. 932), presentato dall’on. Biscardi, che apporta modifiche al testo unico (DLvo 297/94) in materia di assunzione nella scuola.
I 30.000 posti di lavoro, resi vacanti dal pensionamento dei docenti, dovrebbero essere coperti per il 50% con concorsi ordinari per titoli ed esami e, per il restante 50%, con concorsi riservati per soli titoli.
Il CIP (Comitato Insegnanti Precari) ha previsto per i giorni 3 e 4 maggio manifestazioni in tutta Italia.

Convegni e seminari

In maggio a Firenze due seminari animeranno il dibattito sul binomio Scuola e Rete.
‘Come, Quando e Perché ho scritto il mio primo ipertesto’ seminario su esperienze di editoria multimediale della Fondazione Ezio Franceschini e della Sismel, in collaborazione con il Progetto Internet Scuola di Enea*Campus e Quipo.it internet provider, si svolgerà il 9 maggio presso la Certosa del Galluzzo a Firenze. Per partecipare al convegno, che prevede fra l’altro la fornitura a tutte le scuole rappresentate di un abbonamento gratuito ad internet e una casella di posta elettronica per un anno, si può utilizzare la scheda di partecipazione in rete agli indirizzi http://www.enea.it/internetscuola per gli utenti della rete GARR, http://www.quipo.it/internetscuola per gli utenti della rete non GARR.
‘La Cultura della Interattività e lo Sviluppo Creativo: contattare le menti per cambiare il futuro’ seminario di studi del Laboratorio di Ricerca Educativa (LRE) dell’Universita` di Firenze, si svolgerà a Firenze dal 15 al 17 maggio. Nell’ ambito del Convegno di Studi si attuerà la Costituzione del Gruppo internazionale di Studio sulle relazioni tra ‘Cervello, Informazione ed Apprendimento’ e verrà consegnato il Premio Internaazionale ‘Ego-Crea Educazione On Line 1997’. Maggiori informazioni sono reperibili all’indirizzo web: http://www.see.it/icn/ecocrea1.html.

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: