11 1997

27 novembre 1997 Decreto sull’Autonomia

Il ministro della PI, acquisito parere favorevole da parte del CNPI, firma il decreto n. 765 che, ”in attesa della piena adozione dei regolamenti di cui all’art. 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59, – autorizza – nel quadro di un programma da realizzare in ambito nazionale, sperimentazioni volte a promuovere e sostenere i processi di autonomia delle istituzioni scolastiche” (comma 1, art. 1).

circolare n. 725, del 24 novembre 1997
Adozione dei libri di testo nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria, nei licei artistici ed istituti d’arte per l’anno scolastico 1998/99

circolare n. 724
Adozione dei libri di testo nelle scuole elementari per l’anno scolastico 1998-99

circolare n. 723
Emergenza sisma ed attività di volontariato del personale scolastico

24 novembre 1997 E&S e Progetto ReTE

Nell’ambito delle attività di formazione previste dal Progetto interdirezionle ReTE – Sviluppo di competenze linguistico-comunicative per la produttività scolastica – si svolge un incontro seminariale con il direttore responsabile di Educazione&Scuola presso l’ITC ”Tosi” di Busto Arsizio, una delle 48 scuole polo coinvolte nel progetto sul terriorio nazionale, sul tema Educazione&Scuola, la Rete, la Formazione.

19 – 21 novembre 1997 Sentenze

Due sentenze, rispettivamente della Cassazione e della Corte Costituzionale, hanno interessato il mondo della scuola:

  • la n. 11.432 delle Sezioni Unite Civili della Cassazione ha sottolineato che dalla rinuncia all’insegnamento della religione non può discendere l’obbligo ad un insegnamento opzionale o alternativo;
  • la n. 347 della Corte Costituzionale ha riconosciuto il diritto alla pensione dall’inizio del nuovo anno scolastico al personale della scuola collocato a riposo dal 1° settembre 1995.

19 – 21 novembre 1997 Finanziaria ’98 al Senato

Il 19 novembre gli articoli 26 – 28 relativi al settore Scuola del ”collegato” alla Finanziaria ’98 sono stati approvati dal Senato.
Abrogato il comma 24 dell’articolo 26 che proibiva agli insegnanti (oltre 30.000 gli interessati) lo svolgimento di libere professioni salvo che in regime di part-time.
Approvato l’articolo 27 che prevede la riduzione dell’organico della scuola entro il ’99 del 3% rispetto a quello rilevato nel 1997; coinvolti nel provvedimento supplenti temporanei ed annuali nonché i collaboratori scolastici, sostituiti da imprese di pulizia.
Il Senato affronta il 20 novembre il maxiemendamento al Welfare e conferma l’ulteriore stanziamento di 110 miliardi per la scuola privata; approvato l’intero collegato alla Finanziaria.
Il 21 viene licenziata (con 146 favorevoli e nessun contrario) l’intera manovra finanziaria che proseguirà ora il suo definitivo iter parlamentare alla Camera.

19 – 20 novembre 1997 Educazione Sessuale a Scuola

Il ministro della solidarietà sociale, nel corso del ”question time” alla Camera in materia di abuso sui minori, ha annunciato che il 20 il CdM avrebbe analizzato un disegno di legge per l’educazione sessuale nelle scuole pubbliche.

Questo il comunicato ufficiale del CdM:
”(…) Il Consiglio dei Ministri nel giorno in cui si celebra l’anniversario della firma della convenzione dell’Onu sui diritti dei bambini, ha discusso a lungo sulla situazione dell’infanzia nel nostro Paese, anche alla luce dei recenti gravissimi avvenimenti successi in Campania e ha fatto il punto sulla politica per l’infanzia, già da tempo avviata dal Governo.
In particolare il Consiglio ha espresso il suo sostegno alla legge contro l’abuso sessuale dei minori attualmente al Senato e ha convenuto su alcune linee di indirizzo:

  • un appello ai Sindaci e alle Conferenze Stato-Regioni e Stato-Città per favorire progetti per le città a misura di bambini e bambine, utilizzando la legge 285 già in vigore;
  • un impegno per la formazione degli adulti e degli educatori sui temi della sessualità e della violenza contro i minori, che prevede la convocazione di una Conferenza nazionale di esperti e il varo di un disegno di legge per la formazione congiunta di magistrati, forze dell’ordine, operatori socio-sanitari e personale docente e non docente;
  • un impegno a diffondere le esperienze di educazione alla sessualità già presenti in molte scuole con una Direttiva del Ministro della Pubblica Istruzione e con uno stanziamento in finanziaria, nell’attesa di aver discusso approfonditamente un disegno di legge per introdurre stabilmente l’educazione alla sessualità nelle scuole;
  • un impegno a valorizzare le esperienze del volontariato e a indirizzarle verso progetti per rendere le città più sicure per i più piccoli. Progetti che possono essere finanziati con i fondi già stanziati per il volontariato.

Infine è stato dato l’incarico al Ministro Livia Turco di coordinare tutte le attività a favore dell’infanzia. ”

Anche l’Unicef-Italia, in collaborazione col MPI presenta una campagna d’informazione e aggiornamento per gli insegnanti sul tema.

circolare n. 709
Accordo di programma tra il Ministero della pubblica istruzione e l’Istituto nazionale di statistica

circolare n. 707
Art. 7 della legge n. 352 dell’8 ottobre 1997, recante disposizioni sui beni culturali

ordinanza n. 706
Supplenze nelle province di nuova costituzione

circolare 15 novembre 1997, n. 685
Registrazione presso la Corte dei conti dell’OM n. 455/1977 sull’educazione in età adulta – istruzione e formazione nella scuola elementare e media e la circolare n. 456/1997 che ne anticipava il testo

14 novembre 1997 Autonomia

Con un decreto costituito da tre articoli, definito nel corso della prossima settimana, il MPI dovrebbe dare un primo avvio all’attuazione dell’art 21 della legge 59/97 sull’autonomia scolastica.

  • L’articolo 1 applica i principi dell’autonomia all’orario delle lezioni, al calendario scolastico ed alla stessa organizzazione del gruppo classe;
  • l’articolo 2 prevede, tra l’altro, che la «sperimentazione si attua nei limiti delle disponibilità di bilancio delle singole istituzioni scolastiche (…) o quelle reperibili presso fonti esterne» (comma 5);
  • l’articolo 3 istituisce presso i Provveditori agli studi «nuclei di supporto tecnico-amministrativo all’autonomia, con il compito di sostenere le sperimentazioni deliberate dalle istituzioni scolastiche».

Contrari all’applicazione in corso d’anno scolastico del decreto il CNPI e le OOSS.

avviso MPI – GU 11 novembre 1997
Graduatoria generale del concorso a 149 posti di preside nelle scuole medie

circolare Ministero del Tesoro 11 novembre 1997, n. 82
Chiusura delle contabilità dell’esercizio finanziario 1997 in attuazione delle vigenti disposizioni contabili in materia. Integrazione

11 novembre 1997 Finanziaria ’98: Part Time

Il governo dichiara la sua disponibilità a rivedere (ed eliminare) l’emendamento introdotto nella finanziaria (comma 24, art. 26) che impedirebbe ai liberi professionisti l’insegnamento salvo che nel regime di part-time.

Prospetto generale di spesa settore Scuola
1990/2000

Anno

Spesa
Scuole Pubbliche

(in miliardi)

Spesa
per Alunno

(in milioni)

Spesa
rispetto al PIL

(%)

Spesa
Scuole Private

(in miliardi)

1990

70.531

8,440

3,94

122,930

1993

67.822

8,670

3,73

1994

64.060

8,272 3,49

1995

61.252

7,956 3,33

1996

59.732

7,815

3,11

153,433

1997

59.594

7,857

3,04

236,584

1998

57.612 (*)

346,584 (*)

1999

54.205 (*)

2000

53.228 (*)

(*) Proiezioni presuntive Finanziaria ’97 e ’98

06 novembre 1997 Contratto Scuola – Provincia di Trento
Contratto per il Personale del Comparto della Scuola a carattere statale – 1997

05 novembre 1997 Integrazione Fondo di Istituto
Accordo successivo per l’applicazione sperimentale degli artt. 27, quarto comma, e 77 del CCNL del Comparto Scuola sottoscritto il 4.8.95

CCDN 5 novembre 1997
Utilizzazione degli insegnanti elementari nella sostituzione di personale assente per periodi non superiori a cinque giorni, prevista dall’art. 1, comma 72 della Legge 23 dicembre 1996, n. 662

decreto legislativo 4 novembre 1997, n. 396
Modificazioni al decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, in materia di contrattazione collettiva e di rappresentatività sindacale nel settore del pubblico impiego, a norma dell’articolo 11, commi 4 e 6, della legge 15 marzo 1997, n. 59

04 novembre 1997 Bicamerale ultimo atto

La Commissione Bicamerale rilascia il testo definitivo del suo Progetto di legge Costituzionale

circolare 4 novembre 1997, n. 683
Personale direttivo e docente: a) progressione professionale; b) progetto d’istituto; c) fondo per il miglioramento dell’offerta formativa

03 – 08 novembre 1997 Settimana Europea del Telelavoro ’97

Si svolge la ”Settimana Europea del Telelavoro” (ETW ’97) nel corso della quale sarà presentato il progetto interregionale TASTI (Telematic Agency of Scientific and Tecnological Information), corso post-diploma finalizzato a realizzare un ampliamento dei percorsi formativo-professionali nell’ambito dello sviluppo del telelavoro e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
Il progetto è organizzato dal Laboratorio di Ricerca Educativa della Università di Firenze e dal PIN di Prato in collaborazione con la Associazione Telematica EGO-CreaNET, di cui anche Educazione&Scuola fa parte.

Tre le occasioni di confronto e dibattito sul Progetto TASTI:

  • ”Dal Telelavoro alla Teleimpresa” (3 novembre, PIN – Università di Firenze);
  • ”Telelavoro-Occupazione-Formazione” (5 novembre, Assessorato Relazioni Internazionali del Comune di Genova);
  • ”Tele-Job Creation” (8 novembre, Centro Multimediale di Terni).

In rete

01 – 08 novembre 1997 Finanziaria ’98: Parità, Part Time e Pensioni

Novità anche per part time e pensioni:

  • un emendamento al collegato approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato prevede che a decorrere dall’anno scolastico 1998-99 l’autorizzazione all’esercizio delle libere professioni da parte del personale docente può essere rilasciata solo a chi abbia richiesto la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale;
  • una nota congiunta dei ministeri della PI e del Lavoro comunica che, degli oltre 30.000 lavoratori della scuola che avevano già subito il blocco dei pensionamenti, una parte potrà, in ragione dei requisiti previsti dal nuovo accordo (36 anni di servizio oppure 35 uniti all’età di 53 anni), godere di questo diritto dal settembre ’98, mentre i restanti subiranno l’ulteriore blocco di un anno, fino al settembre 1999.

Il 3 novembre il CdM:

    (…) ha approvato un decreto-legge che congela, dalla data odierna e fino all’entrata in vigore della legge finanziaria per il 1998, l’applicazione di leggi, regolamenti e accordi collettivi che prevedono, nello stesso periodo, il diritto a trattamenti pensionistici anticipati rispetto all’età pensionabile o a quella prevista per la cessazione dal servizio in base ai singoli ordinamenti.
    Il blocco non si applica ai lavoratori per i quali sia già intervenuta l’estinzione del rapporto di lavoro.
    I pubblici dipendenti possono revocare le dimissioni anche se già accettate dalle Amministrazioni.
    Il ricorso al decreto-legge si è reso necessario per evitare che, prima dell’approvazione da parte del Parlamento della riforma pensionistica, potesse verificarsi un elevato incremento delle domande di pensionamento anticipato, tale da vanificare gli effetti della riforma stessa.
    ” (dal Comunicato Ufficiale)

Il 4 novembre la commissione Bilancio del Senato delibera un emendamento alla Finanziaria che introduce risorse aggiuntive per 110 miliardi (oltre ai 230 già previsti) da destinare alla scuola privata, così ripartiti:

  • 60 alle scuole materne,
  • 40 alle scuole elementari,
  • 10 alla scuole medie.

Sempre il 4 novembre, in una conferenza stampa congiunta, è stato presentato l’appello ”libera scuola in libero Stato” firmato da oltre cento tra parlamentari (della maggiornaza e dell’opposizione) e docenti che propongono il ”buono scuola” per le private.

Il CdM, convocato il 5 novembre, ha esaminato gli emendamenti proposti dando il via libera alla manovra economico-finanziaria 1998 che inizia, quindi, il suo iter parlamentare.

L’8 novembre sono sospesi i lavori al Senato fino al 17 per le elezioni amministrative.
Approvato l’articolo 4 del ddl collegato alla finanziaria e un emendamento che prevede credito di imposta fino a 15 milioni (60 per impresa) a favore delle PMI nelle zone depresse per ogni nuova assunzione di titolari di dottorato di ricerca o di altro titolo post-laurea.

circolare n. 679
Adempimenti per l’avvio dell’anno scolastico 1997/98

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: