05 1998

decreto 29 maggio 1998, n. 251
Programma nazionale di sperimentazione dell’organizzazione scolastica

direttiva 29 maggio 1998, n. 252
Applicazione della L. 440/97 che istituisce il fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi

29 maggio 1998 Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria

Il Consiglio dei Ministri approva lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria. Il testo è inviato per la firma al Presidente della Repubblica.

Nella sezione Archivio di Educazione&Scuola è possibile consultare la prima e la seconda bozza del documento.

Il Consiglio dei Ministri ha inoltre adottato uno schema di regolamento sulla formazione professionale proposto dal ministro del lavoro.

Così il comunicato ufficiale del CdM:

Il Consiglio dei Ministri si e’ riunito oggi, alle ore 10,05 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi; Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Enrico Micheli. (…)

su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione, Berlinguer:
– un regolamento recante lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria.
Lo statuto individua i principi di un corretto rapporto tra studenti e docenti basato sulla pari dignita’ e sulla distinzione dei ruoli, stabilendo, altresi’, taluni fondamentali diritti, quali la liberta’ di opinione e di espressione, il diritto di riunione e di associazione, il diritto all’informazione ed alla riservatezza.
Le nuove norme, superando le sanzioni espulsive si ispirano ai principi della finalita’ educativa della sanzione, della responsabilita’ individuale, della trasparenza e proporzionalita’ della sanzione, della riparazione del danno;

su proposta del Presidente del Consiglio, Prodi e del Ministro del Lavoro, Treu:
– un schema di regolamento in materia di formazione professionale che disciplina l’utilizzo e la destinazione delle risorse nazionali e comunitarie; il riordino e la semplificazione delle procedure; l’affidamento delle attivita’ a soggetti privati; l’accreditamento delle strutture formative; il sostegno alla ristrutturazione degli Enti e la gestione delle eccedenze di personale; la costituzione del fondo, di natura privatistica, per la formazione continua; il procedimento per la formulazione delle proposte in materia di certificazione delle competenze professionali acquisite nell’ambito del sistema di formazione professionale e i crediti formativi.
I procedimenti di competenza delle Regioni saranno disciplinati con apposito atto di indirizzo e coordinamento, che sara’ adottato dopo l’approvazione definitiva del regolamento, sul quale dovranno essere acquisiti i pareri delle Commissioni parlamentari di merito e della Conferenza Stato-regioni; (…)

La seduta ha avuto termine alle ore 10,50.

29 maggio 1998 Contratto Collettivo Decentrato Nazionale concernente le utilizzazioni e le asseganzioni provvisorie del personale docente, educativo ed ata

29 maggio 1998 Convegno ”Conoscenze in rete

Si svolge presso l’ITIS ‘‘N. Copernico” di Ferrara il convegno nazionale ”Conoscenze in rete. Reti d’Istituto, MAN e INTERNET: reti per un’intelligenza collettiva”.

L’iniziativa, che intende fare il punto sulla ‘Scuola in Rete’, prevede:

  • nel corso della mattinata gli interventi

– dell’Ispettore Mario Fierli (resposabile per il MPI del PSTD)
– delle scuole che in Italia (a Genova, Cagliari, Milano, Napoli, Torino, Bologna e Ferrara)
hanno realizzato progetti pilota in rete;

  • nel pomeriggio, tre workshop dedicati a:

– Esperienze e progetti a confronto;
– Tecnologie per la rete (
Microsoft , Dida*El , Tecnilab , Quipo);
– I luoghi della rete (
Entasis-Iperteca, ENEA-InternetScuola, Sito ombra, Educazione&Scuola).

28 maggio 1998 Nota di indirizzo sull’autonomia universitaria

Il MURST trasmette alla CRUI, al CUN, alle associazioni professionali dei professori e dei ricercatori, alle parti sociali e alle associazioni studentesche la prima Nota di Indirizzo sull’autonomia didattica degli atenei in applicazione dell’art. 17 della Legge 15 maggio 1997, n. 127.

Entro il 1998 saranno emanati i decreti “che determineranno, sotto forma di ‘criteri generali’, la durata e i contenuti qualificanti dei diversi corsi”.

28 maggio 1998 Nuovo Contratto Scuola

Si apre il tavolo ufficiale delle trattative fra ARAN e OOSS della scuola per il rinnovo del contratto di lavoro per il quadriennio 1998-2001.
Non essendo stati presentati gli atti di indirizzo da parte del governo gli incontri per il prosieguo delle trattative slittano al 9 e 10 giugno ppvv.

Così la nota min. 29 maggio 1998 – prot. n. 3383:

Alle Confederazioni CGIL CISL UIL CONFSAL
Alle Organizzazioni sindacali CGIL/SNS CISL/SCUOLA UIL/SCUOLA CONFSAL/SNALS GILDA/UNAMS

Oggetto: Prosieguo trattative comparto Scuola.

I Sindacati in indirizzo sono convocati per i giorni 9 e 10 giugno 1998, rispettivamente alle ore 16,00 e 10.00 presso l’ARAN per il prosieguo delle trattative di cui alla convocazione del 19 maggio scorso.

Il Direttore Generale
dr.ssa Silvana Dragonetti

27 e 28 maggio 1998 Parità in Commissione Cultura Senato

Riprende il dibattito sul tema della parità tra scuole pubbliche e private, in sede referente, nella VII Commissione Cultura del Senato.

Il confronto si prevede acceso dopo che il pontefice, il 21 maggio us, nel corso della quarantaquattresima assemblea generale della Cei, ha richiesto ”con forza ed urgenza”, per le scuole cattoliche in Italia, ”(…) quella effettiva parità che invece è una realtà positiva e consolidata in altri paesi europei.”

decreto MURST 26 maggio 1998
Criteri generali per la disciplina da parte delle università degli ordinamenti dei corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria e delle Scuole di Specializzazione per l’Insegnamento nella Scuola Secondaria

circolare 26 maggio 1998
Interventi aree terremotate

ordinanza 26 maggio 1998, n. 247
Scuole funzionanti nei comuni colpiti dalle avversità atmosferiche e dagli eventi franosi del 5 e 6 maggio del 1998 – validità dell’anno scolastico – scrutini ed esami

26 maggio 1998 DdL 4754 (ex 932) in Commissione Lavoro Camera

Il DdL 4754 (ex 932 Senato) è all’ordine del giorno, in sede refernte, dell’XI Commissione (Lavoro) della Camera dei Deputati.
Il testo del disegno di legge, approvato dal Senato l’1 aprile 1998, è stato trasmesso alla Camera il 3 aprile successivo.

Il dibattito proseguirà il giorno 1 giugno pv.

25 maggio 1998 L’Europa del Sapere

Il 25 maggio i ministri della PI di quattro paesi europei (Luigi Berlinguer per l’Italia, Tessa Ann Blackstone per la Gran Bretagna, Jürgen Rüttgers per la Germania e Claude Allègre per la Francia), alla Sorbona, sottoscrivono una dichiarazione congiunta su “L’armonizzazione dell’architettura dei sistemi di istruzione superiore in Europa“.

22 maggio 1998 Obbligo a sedici anni

Nella riunione del consiglio dei ministri viene approvato un disegno di legge (Disposizioni urgenti per l’elevamento dell’obbligo di istruzione) che innalza l’obbligo scolastico dagli attuali otto a dieci anni nella media euroepa.

Il nuovo disegno di legge, che interesserà annualmente più di 50.000 giovani e porterà ad un incremento dell’organico dei docenti di circa 2.000/3.000 unità, prevede:

  • scuola obbligatoria e gratuita sino a sedici anni, gli ultimi due da assolvere nel biennio iniziale delle scuole superiori, in attesa che, il varo della riforma, attualmente in discussione al parlamento, porti l’obbligo a 18 anni e ad un completo riordino dei cicli scolastici;
  • ultimi tre anni dell’obbligo dedicati, in maniera particolare, all’orientamento formativo attraverso iniziative concordate da scuola media inferiore e superiore;
  • scelta scolastica non più irreversibile: sarà possibile cambiare scuola o indirizzo in itinere senza perdere l’anno.

Per favorire l’assolvimento dell’obbligo sono inoltre previsti:

  • percorsi individualizzati e modulari per la formazione,
  • convenzioni ed accordi, anche nel quadro dell’autonomia, per l’espansione dell’offerta formativa a livello locale, regionale e nazionale.

Perché il ddl possa ora trasformarsi in legge, ed essere quindi operativo a partire dall’anno scolastico 1999-2000, occorre che esso sia approvato dalle camere entro il prossimo luglio.

Così il comunicato ufficiale del CdM:

” La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica: Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, alle ore 10.00 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi; Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Enrico Micheli. (…)
Il Consiglio ha approvato i seguenti provvedimenti: su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione, Berlinguer: – un disegno di legge che detta disposizioni urgenti per l’elevamento dell’obbligo d’istruzione, in attesa di un più ampio intervento di riordino dei cicli scolastici. L’obbligo scolastico è elevato da 8 a 10 anni, in linea con gli altri Paesi dell’Unione europea. L’iniziativa costituisce una prima tappa verso un ulteriore elevamento a 18 anni di età, da programmare nell’ambito di riordino dei cicli scolastici. Il completamento dell’istruzione obbligatoria avviene nei primi due anni dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore. La promozione al terzo anno costituisce condizione di assolvimento dell’obbligo; è comunque prosciolto dall’obbligo chi, al compimento del diciottesimo anno di età, dimostri di aver frequentato la scuola dell’obbligo per almeno 10 anni. La frequenza degli ulteriori due anni è gratuita; (…)
La seduta ha avuto termine alle ore 13,30.”

Così l’ODG del Consiglio Nazionale della Pubblica istruzione:

“Il CNPI esprime apprezzamento per la sensibilità e la tempestività con cui è stato informato dal Ministro della decisione del Governo di approvare il D.d.L. recante “Disposizioni urgenti per l’elevamento dell’obbligo di istruzione”.
La scelta positiva di portare rapidamente a 10 anni la durata dell’obbligo scolastico, allinenando così la scuola italiana a quella di molti altri paesi europei, rappresenta anche una sollecitazione ad accelerare i tempi per una riforma complessiva del sistema scolastico.
Il CNPI si riserva di esprimere una puntuale valutazione di merito in una delle prossime riunioni.”

In Riforme On Line:

legge 21 maggio 1998, n. 162 (in GU 29.05.98, n. 123)
Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, concernenti misure di sostegno in favore di persone con handicap grave

decreto MURST 21 maggio 1998, n. 242
Regolamento recante norme per la disciplina dei professori a contratto

circolare 21 maggio 1998
Corsi di perfezionamento all’estero per docenti italiani di ruolo di lingua straniera e di lingua e letteratura straniera in servizio nelle scuole di istruzione secondaria di I e II grado. Lingue di insegnamento: Tedesco, Spagnolo e Francese

21 maggio 1998 La città che vorrei

Nell’Aula Magna dell’Università di Lecce è proclamata la scuola vincitrice della gara a squadre La città che vorrei, effettuata nel corso del corrente anno scolastico da tutte le otto Scuole medie di Lecce.
L’iniziativa, organizzata dal settimanale Il Corsivo in collaborazione col GRIFOS/OPPI ed il CIDI col patrocinio del Provveditorato agli Studi di Lecce, ed alla quale ha partecipato Educazione&Scuola, rappresenta un esperimento riuscito di collaborazione tra pubblico e privato.
Il 16 maggio us gli otto progetti sono stati esposti in appositi stand in piazza Sant’Oronzo a Lecce e tutte le squadre sono state premiate sulla base delle specificità dei loro lavori.
Nel corso della manifestazione conclusiva, alla presenza del Rettore dell’Università e del Provveditore, viene presentato anche il CdRom interattivo che raccoglie i progetti elaborati dagli alunni.

20 maggio 1998 Pubblicazione movimenti Scuola Secondaria di Primo Grado

20 maggio 1998 Commissioni Maturità 1998

19 maggio 1998, circolare n. 239 e direttiva n. 238
Trasmissione della Direttiva n. 238 del 19 maggio 1998 attuativa della L.440 del 18 dicembre 1997 e della Lettera circolare applicativa del Punto 1, lettere a) e b) della predetta Direttiva (Utilizzazione, per l’anno 1998, delle disponibilità finanziarie del “Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi”)

Il ministro della PI, acquisito parere favorevole dalle competenti commissioni parlamentari, firma la circolare 239 che trasmette la direttiva 238 attuativa della legge 440/97 con la quale sono stanziati, per il 1998, 500 miliardi da distribuire alle scuole che inoltreranno progetti sperimentali per l’autonomia. Il 35% di tale fondo sarà attribuito alle scuole che presenteranno progetti di particolare impegno.

Gli ambiti suggeriti dal MPI sono:

  • le attività di recupero (modifica dell’orario scolastico e creazione di sportelli di assistenza);
  • l’apprendimento della lingua straniera;
  • la pratica sportiva;
  • l’integrazione con le strutture del territorio;
  • le attività di orientamento;
  • le borse amicali (ex studenti come tutor di alunni con difficoltà o portatori di handicap).

Altri 500 miliardi saranno attribuiti nel 1999.

18 maggio 1998 La nuova maturità

Il ministro della PI invia al Parlamento il Regolamento per i nuovi esami di Stato che entrerà in vigore dal prossimo a.s. 1998-99, a trenta anni dall’adozione della vecchia sessione di maturità.

Così le prove d’esame:

  • la prima prova scritta servirà ad accertare la padronanza degli strumenti linguistici: oltre al classico tema sarà possibile realizzare un breve saggio, un testo narrativo, una sceneggiatura, una recensione o l’analisi ed il commento di un testo letterario;
  • la seconda prova scritta “continuerà a riguardare una delle materie caratterizzanti lo specifico corso di studi”;
  • la terza prova scritta consisterà “nella trattazione sintetica di argomenti in quesiti a risposta singola o multipla, nella soluzione di casi pratici e professionali, nello sviluppo di progetti – e verificherà – la preparazione del candidato nelle materie dell’ultimo anno”;
  • nel corso del colloquio orale, che avrà inizio “con un argomento o con la presentazione di esperienze di ricerca e di progetto, anche in forma multimediale, proposti dal candidato”, verranno affrontati “argomenti di carattere multidisciplinare attinenti ai programmi e al lavoro didattico dell’ultimo anno di corso”.

La valutazione, in centesimi, deriverà dall’esito delle prove (45 punti per gli scritti e 35 per l’orale) nonché, per un massimo di 20 punti, dal

  • credito scolastico (”punteggio attribuito dal Consiglio di classe, nello scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni ad ogni alunno che ne sia meritevole”)
  • credito formativo (“ogni qualificata esperienza culturale, artistica, sportiva, lavorativa dalle quali derivino competenze coerenti con il tipo di corso a cui si riferisce l’esame”).

All’esame sono ammessi tutti i frequentanti l’ultimo anno di corso, eliminando così la formulazione del giudizio di ammissione da parte del Consiglio di Classe che è invece tenuto, entro maggio, ad elaborare e a consegnare ai candidati e alla Commissione d’esame ”un documento sull’azione educativa e didattica realizzata nell’ultimo anno di corso”.

Viene inoltre istituito un Osservatorio Nazionale al fine di “monitorare, verificare e valutare l’applicazione della nuova disciplina e di costituire un supporto permanente per le commissioni d’esame per quanto riguarda la predisposizione della terza prova scritta”.

ordinanza 18 maggio 1998 n. 237
Incarichi di direzione nei Conservatori di Musica

ordinanza 18 maggio 1998 n. 236
Incarichi di direzione nelle Accademie di Belle Arti

11 e 18 maggio 1998 E&S e le NTD

Presso il Liceo Scientifico ”Monticelli” di Brindisi, nel quadro di un corso di aggiornamento dedicato all’introduzione delle Nuove Tecnologie Didattiche, si svolgono due incontri seminariali con il direttore responsabile di Educazione&Scuola; i temi affrontati saranno:

  • Riconoscimento dei caratteri di applicazioni multimediali di rilevanza didattica anche in termini di problematiche – Strutturazione dell’informazione – Interattività e sistemi di navigazione – Rapporto con altre forme di comunicazione;
  • Conoscenza delle possibilità tecniche offerte da alcuni ambienti di sviluppo.

16 maggio 1998 Ragazzi in aula ’98

Si svolge la seconda edizione di ”Ragazzi in aula”: 515 ragazzi, provenienti dalle scuole superiori di tutta Italia, ospiti a Montecitorio, hanno discusso e votato sei proposte di legge scelte dall’Ufficio di presidenza della Camera sulle 107 selezionate dai provveditorati.

16 maggio 1998 ordinanza  n. 233 e circolare n. 234
Proroga dei termini dei movimenti del personale della scuola secondaria e direttivi

circolare 15 maggio 1998, n. 229
Esami di ammissione, promozione, idoneità, licenza, qualifica professionale, abilitazione all’insegnamento nelle scuole del grado preparatorio e maturità, anno scolastico 1997/98: indennità e compensi

circolare n. 228
Esami di licenza media: relazione finale. Anno scolastico 1997/98

Sentenza Corte dei Conti 15 maggio 1998, n. 40: Responsabilità incidenti alunni

circolare 13 maggio 1998, n. 225
Forniture dirette di arredamento per le scuole elementari e medie – Cap. 5531 e 6719 A.F. 1998 – Leggi 1.6.1942, n.675 e 17.2.68 n. 106 – Contributi e sussidi ai Comuni per iniziative varie a favore della scuola dell’obbligo con particolare riferimento al Mezzogiorno d’Italia. Cap. 5571 e 6863 – A.F. 1998 – Legge 28.7.1967, n. 641 – Artt. 29 e 30

13 maggio 1998 direttiva n. 226 e circolare n. 227
Linee di indirizzo per l’attività di formazione destinata a tutto il personale scolastico e al personale amministrativo degli Uffici centrali e periferici per l’anno 1998

13 maggio 1998 Decreto atenei sovraffollati su GU

Sulla GU del 13 maggio 1998 viene pubblicato il Decreto MURST 30 marzo 1998, relativo ai ”Criteri per l’individuazione degli atenei e delle facoltà sovraffollate, per numero di studenti e di docenti, e criteri per la graduale separazione organica degli stessi”.

13 maggio 1998 7a Commissione Camera su dimensionamento

La settima Commissione della Camera esprime parere favorevole, proponendo alcune modifiche, allo ”Schema di regolamento concernente il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche statali e gli organici funzionali di istituto”.

12 – 13 maggio 1998 DPEF approvato dalle Camere

La Camera dei Deputati (con 306 voti favorevoli e 192 contrari) ed il Senato (con 157 voti favorevoli e 71 contrari) approvano il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria presentato dal Governo il 17 aprile us.

11 maggio 1998 CCDN ’98 – Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa
Contratto Decentrato Nazionale concernente il Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa e per le prestazioni aggiuntive di cui all’art. 71 del CCNL-Scuola sottoscritto il 4 agosto 1995 e la definizione delle misure e dei criteri di erogazione dei compensi spettanti ai dirigenti scolastici per le prestazioni previste dall’art. 33 del medesimo CCNL-Scuola – Esercizio finanziario 1998 – Anno scolastico 1997-98

Decreto Legislativo 8 maggio 1998, n. 178
Corso di diploma e di laurea in scienze motorie.

Risposta quesito del maggio 1998
Risposta a richieste di chiarimenti C.M. n. 158 del 30 marzo 1998 (Prot. 1057/B1)

8 maggio 1998, ordinanza n. 221 e circolare n. 222
Trasmissione OM n. 221 dell’8 maggio 1998 concernente la modifica dei termini per le operazioni di mobilità del personale docente della scuola secondaria di I grado e del personale amministrativo tecnico ed ausiliario

circolare 8 maggio 1998 n. 220
CCNL per l’applicazione sperimentale degli artt. 27, comma 4, e 77 del CCNL Scuola del 4 agosto 1995

6 maggio 1998, ordinanza n. 217 e circolare n. 218
Criteri di procedura di mobilità intercompartimentale

circolare 5 maggio 1998
Corso di perfezionamento in Germania per docenti italiani di ruolo nelle scuole elementari – anno 1998

05 – 07 maggio 1998 Novità per E&S

Molte le novità per Educazione&Scuola:

  • la ML di E&S conta, al momento, 439 iscritti (fra i quali anche scuole ed enti pubblici e privati); oltre 2.000 i messaggi scambiati dal settembre ’97 ad oggi;
  • Educazione&Scuola ha largamente superato la soglia dei 200.000 visitatori (50.000 dall’inizio dell’anno, 16.081 nel solo mese di aprile, con punte di 1.159 al giorno);
  • nasce una nuova Mailing List per Educazione&Scuola (mailing.es@www.ibmsnet.it) alla quale saranno spediti i bollettini e le anteprima di E&S e che rappresenta la ”redazione virtuale della rivista” (iscrizioni dal settore Feedback); parte inoltre una seconda ML per la sola ricezione dei bollettini;
  • è attivo un nuovo motore di ricerca interamente dedicato ad E&S, tramite il quale è ora possibile effettuare ricerche dettagliate ed analitiche su tutto il materiale presente nella rivista.

02 maggio 1998 Nasce l’Euro

Il vertice di Bruxelles sancisce la nascita della moneta unica per undici paesi europei, fra i quali l’Italia.

Il ministro della PI e dell’Università dichiara:

”Al di là del pur fondamentale obiettivo economico e politico raggiunto, lavoro da due anni ad una integrazione europea perfino più spinta. Attraverso le nuove leggi approvate, o in via di approvazione parlamentare, posso dire che l’Italia si sta mettendo al passo del resto d’Europa con la riforma del sistema scolastico, di quello universitario e della ricerca. Addirittura, in alcuni casi, siamo più avanti degli altri partners europei. Per la scuola la riforma dei cicli scolastici, per l’università l’autonomia didattica dei singoli atenei e, da ultimo, la riforma del sistema ricerca varato in via definitiva giovedì scorso dal Consiglio dei Ministri mi fa dire che molto è stato fatto. Perché per restare in Europa non si può fare certo a meno della risorsa formazione e della risorsa dell’intero sistema ricerca. Del resto, sono convinto che avendo inserito queste priorità addirittura nel documento di programmazione economica e finanziaria, l’intero governo e l’intera maggioranza ne siano pienamente consapevoli. La riforma della scuola e dell’università è in atto”. (fonte ASCA)

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: