06 2001

18 – 30 giugno Esami

L’art. 4 dell’OM 134/00 prevede per il 20 giugno 2001 l’inizio, con la prova scritta di Italiano, degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria superiore e di abilitazione all’insegnamento nelle scuole materne (vd. anche art. 1 OM 29/01).

Questi alcuni dei numeri relativi alla sessione d’esame del 2001:

  • 466.050 candidati, provenienti:
    • 186.939 dai licei
    • 191.839 dagli istituti tecnici
    • 71.013 dagli istituti professionali
    • 16.259 dai licei artistici
  • 11.507 commissioni d’esame
  • 108.404 commissari (per il 15% precari) dei quali:
    • 39.943 esterni
    • 68.461 interni

Con l’OM 116/01 il MPI modifica ed integra gli artt. 12, 20 e 21 dell’OM 29/01, consentendo al Presidente di commissione, cui incombe l’onere, sentiti gli altri componenti, di determinare il calendario delle operazioni delle due classi abbinate, e di valutare, in relazione a specifiche situazioni locali, l’opportunità di procedere alla valutazione finale ed alla conseguente pubblicazione dei relativi esiti in modo congiunto o disgiunto delle classi, avendo cura di far risultare a verbale le determinazioni assunte, sorrette da adeguate motivazioni.

Gli esami di Stato nel mese di giugno si svolgono, in ragione di quanto previsto dall’art 12 dell’OM 29/01, secondo il seguente calendario:

Termine delle lezioni Valutazione degli alunni interni e attribuzione del credito scolastico.
18 – 19 giugno Riunione preliminare delle Commissioni d’esame (art. 13, OM 29/01)
20 giugno Svolgimento della prima prova scritta (art. 15, OM 29/01).

Prima Prova Scritta

Di seguito i comunicati stampa del MPI:

ESAME DI STATO – Prima prova, svolgimento regolare
(Roma, 20 giugno 2001) La diffusione delle tracce della prova scritta di italiano dell’esame di Stato, secondo una prassi che risale a disposizioni già previste dalla normativa relativa al vecchio esame di maturità e tuttora vigenti, è stata effettuata dal Ministero a partire dalle ore 12,30.
E’ però accaduto che, dopo l’apertura dei plichi da parte dei Presidenti delle commissioni giudicatrici, le tracce sono apparse, sia pure in forma sintetica ed approssimata, in alcuni siti Internet.
Nessun turbamento è stato arrecato al normale svolgimento della prova da parte dei candidati, i quali hanno lavorato in un clima di assoluta regolarità e serenità.
E’ evidente che la prassi finora adottata dal Ministero dovrà in futuro essere rivista per il suo adeguamento alle nuove tecnologie.
Tuttavia, il Ministero, anche in vista della seconda prova scritta che avrà luogo domani, si è attivato per individuare la fonte da cui provengono i messaggi forniti ai siti in questione.

ESAME DI STATO – Prima prova: saggio breve e articolo di giornale le modalità preferite
(Roma, 20 giugno 2001) Le scelte degli studenti di tutti gli indirizzi di studio vedono al primo posto il saggio breve e l’articolo di giornale, seguito dall’analisi del testo, dal tema di ordine generale e da quello storico.
Si conferma anche quest’anno la omogeneità delle scelte in tutti gli indirizzi, nei licei come negli istituti tecnici, nei professionali e negli artistici, sia pure con diverse percentuali.
Le novità che lo scorso anno erano state accolte più nei licei che nei professionali, oggi si sono affermate in tutti gli indirizzi. Le nuove tipologie di scrittura, soprattutto saggio breve e articolo di giornale, hanno superato di gran lunga il tema tradizionale.
L’argomento storico, generalmente poco presente nelle scelte degli studenti, si colloca all’ultimo posto.
Il passo proposto all’analisi del testo è stato scelto prevalentemente nei licei, con punte decisamente superiori a quelle dello scorso anno.
Tra i quattro ambiti previsti per il saggio breve e l’articolo di giornale, le preferenze degli studenti sono andate a La piazza luogo dell’incontro e della memoria e Musica per tutti, tra arte e industria.
La scuola, anche grazie al lavoro di seminari di formazione svolti durante l’anno, ha assimilato le novità introdotte dalla nuova legge, confermando così la sua vitalità e capacità di gestire l’innovazione.

21 giugno Svolgimento della seconda prova scritta, grafica o scritto-grafica (art. 15, OM 29/01).

Seconda Prova Scritta

Per gli esami nei licei artistici lo svolgimento della seconda prova continua nei due giorni seguenti per la durata giornaliera indicata nei testi proposti. Per gli esami negli istituti d’arte, la seconda prova si svolge in non meno di tre giorni e in non più di cinque giorni. Poiché uno dei giorni dello svolgimento di detta prova coincide con il sabato, la prova stessa può essere sospesa per i soli candidati che per motivi di culto non intendono proseguire l’esame in detto giorno.

22 giugno Entro questa data ciascuna classe-commissione definisce collegialmente la struttura della terza prova scritta, in coerenza con il documento del consiglio di classe
25 giugno La commissione decide il testo della terza prova scritta. Svolgimento della terza prova scritta (art. 15, OM 29/01).

Terza prova scritta

Per i licei artistici e gli istituti d’arte le operazioni si svolgono entro il giorno successivo al termine della seconda prova scritta e il giorno seguente (la prova può svolgersi anche in due giorni).

Di seguito il comunicato stampa del MPI:

ESAME DI STATO – Terza prova: le commissioni scelgono la modalità “risposta aperta”
(Roma, 25 giugno 2001) Si è svolta oggi la terza prova scritta degli esami di Stato, che com’è noto, viene predisposta, per ciascuna classe, dalle Commissioni esaminatrici secondo una delle otto modalità previste dalla legge e che quest’anno coinvolge cinque discipline.
Nella scelta delle Commissioni si collocano al primo posto i quesiti a risposta aperta che raggiungono il 46% nei licei e negli istituti tecnici.
Al secondo posto si registra la presenza dei test che nello scorso anno avevano invece conquistato la prima posizione.
Al terzo e al quarto posto si sono attestati rispettivamente la tipologia mista di quesiti a risposta singola e di test, che è però in prima posizione negli istituti professionali, e la trattazione sintetica di argomenti.
Mancano dall’indagine le scelte relative ai licei artistici e agli istituti d’arte, dove la seconda prova dura dai tre a cinque giorni e dove, pertanto, la terza prova si svolgerà a partire da metà settimana.
Dalle scelte delle Commissioni nei licei e negli istituti tecnici emerge una chiara inversione di tendenza rispetto agli orientamenti registrati nello scorso anno. Mentre viene confermato il carattere di sintesi pluridisciplinare tipico di questa prova, si registra la regressione dei test, ritenuti, a parere di studenti e docenti, poco significativi ai fini di un esaustivo accertamento di conoscenze e competenze disciplinari tra loro integrate.
Si allega il prospetto relativo all’indagine effettuata in tempo reale su un campione di oltre il 46% delle Commissioni.

Data variabile Due giorni prima della data di inizio dello svolgimento del colloquio (esclusi dal computo le domeniche e i giorni festivi intermedi) la commissione rende noti i punteggi delle prove scritte ed il calendario dei colloqui mediante pubblicazione all’albo.
E’ facoltà di ogni candidato richiedere alla commissione di conoscere il punteggio attribuito alle singole prove. La commissione riscontra tale richiesta entro il giorno precedente la data fissata per il colloquio del candidato interessato.
Svolgimento Colloquio (art. 16, OM 29/01).

Per l’espletamento dei colloqui, vengono convocati per primi, in base a sorteggio, i candidati interni; successivamente, sempre in base a sorteggio, i candidati esterni. Il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere di norma superiore a cinque.

In Educazione&Scuola:

02 – 30 giugno Termine attività educative e didattiche

L’art. 3 dell’OM 134/00 prevede:

  • 02 giugno 2001: termine delle lezioni nelle classi terminali degli istituti professionali e degli istituti d’arte in cui si effettuano, rispettivamente, esami di qualifica ed esami di licenza di maestro d’arte;
  • 09 giugno 2001: termine delle lezioni nelle scuole e istituti di tutti gli ordini;
  • 30 giugno 2001: termine delle attività educative nelle scuole materne e delle attività didattiche negli altri istituti e scuole.

30 giugno Funzioni Obiettivo

L’art. 37, comma 6, del CCNI Scuola 1998-2001 stabilisce che “a conclusione di ciascun anno scolastico, in sede di verifica delle attività del P.O.F. e comunque non oltre il mese di giugno, il collegio dei docenti, sulla base di una relazione redatta da ciascun insegnante incaricato della funzione e delle indicazioni circa il regolare svolgimento dell’incarico fornite dal capo di istituto, esprime una valutazione ai fini dell’eventuale conferma degli incarichi medesimi per gli anni scolastici successivi.”

Questi, dalla rubrica Statistiche, gli esiti del sondaggio svolto in Rete da Educazione&Scuola nel mese di maggio 2001:

Le Funzioni Obiettivo sono state in questi anni uno strumento…
voti perc
1.)  Indispensabile 48 11%
2.)  Utile 172 38%
3.)  Inutile 122 27%
4.)  Controproducente 110 24%
1 2 3 4

Totale Voti:  452

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

decreto 30 giugno 2001
Proroga termini utili per la pubblicazione delle graduatorie definitive dei concorsi non ancora conclusi alla data del 30 giugno 2001

06 – 27 giugno Contratti

Proseguono gli incontri di ARAN e MPI con le OOSS della Scuola su:

  • 06, 27 giugno: il rinnovo del CCNL per la Formazione Professionale
  • 20 giugno: l’attuazione del CCNL relativo al biennio economico 2000-2001
  • 21 giugno: i contratti collettivi nazionali integrativi che regolamentano la mobilità all’estero per docenti, lettori, personale ATA e personale della Area V
  • 20 e 26 giugno: la sequenza Contrattuale per l’introduzione del “telelavoro” e della disciplina che prevede le procedure di conciliazione ed arbitrato nella Scuola
  • 19 e 26 giugno: l’accordo per il personale della Scuola sulle prestazioni minime indispensabili da assicurare in caso di sciopero
  • 26 giugno: l’accordo per il personale dirigenziale dell’Area V sulle prestazioni minime indispensabili da assicurare in caso di sciopero
  • 27 giugno: informativa su disposizioni urgenti relative al personale docente della scuola.
    Il ministro informa le OOSS che è imminente l’approvazione da parte del CdM (nella seduta del 28 giugno 2001) di un decreto legge che prevede:

    • unificazione della terza e quarta fascia previste dalle graduatorie permanenti
    • equiparazione del punteggio fra precari delle scuole statali e non statali a partire dall’a.s. 2002-03 e per il servizio maturato dal settembre 2000
    • competenza dei dirigenti scolastici sulle nomine annuali – realizzate partendo dalle graduatorie provinciali – qualora esse non siano espletate dall’amministrazione entro il 31 agosto 2001
    • prima applicazione dell’organico funzionale.

    Di seguito il comunicato stampa del MPI:

    Avvio anno scolastico: Il Ministro incontra i sindacati
    (Roma, 27 giugno 2001) Il Ministro Letizia Moratti ha incontrato i segretari generali delle organizzazioni sindacali della scuola (CGIL, CISL, UIL, CONFSAL SNALS, GILDA UNAMS) e l’Associazione Nazionale dei Presidi, ai quali ha illustrato i contenuti del provvedimento per assicurare il regolare avvio dell’anno scolastico, all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri di domani.
    Nel corso dell’incontro è emersa un’ampia condivisione dei principi ai quali il Ministro intende ancorare l’azione di governo: centralità degli studenti e delle famiglie, qualità dell’istruzione e valorizzazione degli insegnanti. Si è avuto un ampio consenso circa l’esigenza di intervenire per l’avvio dell’anno scolastico con uno strumento normativo d’urgenza, ed in prospettiva di uscire dalla consueta situazione di emergenza di inizio anno, ed avviare un sistema che consenta di garantire fin dal primo giorno di scuola un effettivo diritto allo studio.
    Si è inoltre convenuto di costituire un tavolo tecnico per affrontare le specifiche problematiche per l’avvio dell’anno scolastico e monitorare da parte dell’amministrazione gli effetti delle nuove disposizioni.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

messaggio INPS n. p. 2001/0005/000569 del 27 giugno 2001
Ulteriori periodi di congedo parentale in caso di parto gemellare o plurigemellare

circolare affari esteri 27 giugno 2001, Prot. N. 268/5840 Pos. L 6 1012 1
Disposizioni relative alla costituzione delle graduatorie per il conferimento di supplenze per i posti di contingente statale operanti nelle istituzioni scolastiche italiane e nelle iniziative scolastiche all’estero previste dal D.Lvo 16.4.94 e successive modifiche – Triennio 2001-2004

ordinanza 26 giugno 2001, n. 116
Integrazioni all’O.M. n. 29 del 13 febbraio 2001 recante istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore nelle scuole statali e non statali. Anno scolastico 2000-2001

nota 26 giugno 2001, Prot. n.7851
Esami di Stato a.s. 2000-2001

nota 26 giugno 2001, Prot. n. 117
Ulteriori indicazioni concernenti il D.M. 65 del 20.4.2001

nota 26 giugno 2001, Prot. n. 118
Ulteriori indicazioni concernenti il D.M. 66 del 20.4.2001

nota 25 giugno 2001, Prot. n. Uff. V/1455
Sicurezza nelle scuole – C.M. 9 maggio 2001, n. 85: monitoraggio

nota 25 giugno 2001, Prot. n. 7692
Esami di Stato a.s. 2000-2001- Istituti di istruzione secondaria superiore – Indirizzo classico – Colloquio

legge 23 giugno 2001, n. 240 (in GU 25 giugno 2001, n. 145)
Conversione in legge, com modificazioni del decreto legge 24 aprile 2001, n. 150, recante: “Disposizioni urgenti in materia di adozione e di procedimenti civili”

decreto 22 giugno 2001, n. 113
Esami di stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore. Sessione straordinaria. Anno scolastico 2000-2001

04  – 21 giugno Adozione Libri di testo

La circolare ministeriale n. 37 del 22 febbraio 2001 prevede che le copie degli elenchi dei testi adottati siano trasmesse all’Associazione Italiana Editori, Via delle Erbe n. 2 – 20121, Milano, entro il 4 giugno 2001, per le scuole superiori.
L’art. 4 del DD 33/01 prevede inoltre che le istituzioni scolastiche forniscano per via informatica al MPI – Servizio per l’automazione e l’innovazione tecnologica, entro il 10 giugno 2001, i dati riguardanti la spesa complessiva sostenuta per la dotazione libraria da ogni classe della scuola secondaria di primo grado e dalle classi dei primi due anni di corso della scuola secondaria superiore.

Analogamente la circolare ministeriale n. 42 del 26 febbraio 2001 stabilisce, per le scuole elementari, che le deliberazioni di adozione dei libri di testo siano pubblicate all’albo della scuola improrogabilmente entro il 7 giugno 2001 e che copie degli elenchi dei testi adottati vengano trasmesse, entro il 21 giugno 2001, senza l’assunzione di oneri a proprio carico, all’Associazione Italiana Editori e, a richiesta,  alle sezioni territoriali dell’ANARPE e, per la necessaria informazione dei librai, alle associazioni o sindacati di categoria, per il tramite dell’Unione Provinciale dei Commercianti, delle organizzazioni territoriali della Confartigianato, dell’organizzazione provinciale della Confesercenti e delle sedi provinciali delle altre organizzazioni di settore operanti a livello nazionale.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

Adozioni Libri di testo

circolare 19 giugno 2001, Prot. n. 7191
Commissioni esame di Stato 2000/2001. Sostituzioni

circolare 18 giugno 2001, n. 111
Agevolazioni alle scuole e ai docenti per l’acquisto di grandi opere

18 giugno Mobilità 2001 – 2002

L’OM 23/01 fissa il termine per la diffusione dei risultati delle domande di mobilità secondo il calendario di seguito riportato:

Tipo di personale Diffusione risultati
Docenti Elementari 18 giugno

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

In Mobilità, Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie

15 giugno Parità Scolastica

La CM 87/01 proroga al 15 giugno 2001 il termine di presentazione delle istanze di riconoscimento della parità scolastica ai competenti Uffici Scolastici Regionali.
“Il riconoscimento della parità avrà effetto dall’inizio dell’a.s. 2001/2002 ed i relativi provvedimenti, nell’attuale fase di transizione relativa all’attuazione dei cicli scolastici, non potranno che riferirsi alla tipologia di scuola funzionante all’atto di presentazione dell’istanza.”

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

nota 15 giugno 2001, Prot. n. 1261/VI
Pubblicazione D.M. n. 103/2001 – Graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze temporanee del personale docente ed educativo

circolare 14 giugno 2001, n. 110
Pubblicazione D.M. n. 103/2001 – Graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze temporanee del personale docente ed educativo

nota 14 giugno 2001, Prot. n. 72 /MR
Anno scolastico 2001/2002 – Calendario scolastico nazionale -Calendari scolastici per regioni e per province autonome – Prospetto riepilogativo generale

nota 14 giugno 2001, Prot. n.108
Superamento del periodo di prova per il personale ATA con contratto a tempo indeterminato

nota 14 giugno 2001, Prot. n.107
A) D.M. n.65 del 20/4/2001 – ulteriori istruzioni; B) D.M. n.66 del 20/4/2001 – indicazioni operative

12 giugno Riforme

Dopo la Corte dei Conti anche la terza sezione del TAR Lazio, accogliendo il ricorso dell’ASSI (Associazione Scuola Secondaria Italiana), emette un’ordinanza che stabilisce la non efficacia del Regolamento recante norme in materia di curricoli della scuola di base, ai sensi dell’articolo 8 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n.275 (con l’allegato documento contenente le indicazioni per l’attuazione del curricolo obbligatorio da parte di ciascuna istituzione scolastica) – che aveva già acquisito il parere favorevole del Consiglio di Stato (parere n. 104/2001 del 23 aprile 2001) – poiché emanato nella forma del decreto ministeriale senza una precedente approvazione da parte del consiglio dei ministri.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

nota 11 giugno 2001, Prot. n. 2881
Partecipazione a NETD@YS EUROPE 2001

11 giugno Incarichi di Presidenza

L’Art. 6 dell’l’OM 28 gennaio 1997 n. 65, così come modificata dall’OM 9 marzo 1998, dall’OM 22 marzo 1999 n. 74, dall’OM 1 marzo 2000, n. 51,  dall’OM 26 maggio 2000, n. 152 e dall’OM 4 maggio 2001, n. 81, fissa all’11 giugno il termine ultimo per gli aspiranti ad un incarico di presidenza, compresi coloro che sono in assegnazione provvisoria in Provincia diversa da quella di titolarità, per la presentazione della domanda, in carta semplice, direttamente al Provveditore agli Studi della Provincia in cui hanno la sede di titolarità.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

nota 8 giugno 2001, Prot. n.5381 Provv. n.13
Direttiva generale per l’azione amministrativa e la gestione n. 10532/DM del 27 aprile 2001- Esercizio finanziario 2001: attuazione

nota 8 giugno 2001, Prot. n. 101/SD
Applicazione della convenzione quadro prevista dall’art.3 del D.M. n.65 del 20/4/2001

nota 08 giugno 2001, Prot.n.5371
Esami di Stato a.s.2000-01 – Chiarimenti

nota ministero Tesoro 8 Giugno 2001, Prot.n. 4929 Ufficio 5°
Lavorazione rata giugno 2001

decreto interministeriale 8 giugno 2001 (in GU- 4a serie speciale – n. 48 del 19-6-2001)
Concorso pubblico, per titoli ed esame, per l’ammissione alle scuole di specializzazione per le professioni legali per l’anno accademico 2001-2002

circolare 7 giugno 2001, n. 107
Anno Finanziario 2001 – CCNL scuola 31/8/199 e relativo CCNI, CCNL Scuola dei 15/3/2001 relativo al biennio economico 2000-2001 – Comunicazione risorse da destinare alla costituzione dei fondo di istituto

decreto 7 giugno 20001, n. 106
Istituzione del Forum delle associazioni dei genitori maggiormente rappresentative

decreto interministeriale 6 giugno 2001 (in GU 25 giugno 2001, n. 145)
Programmazione dell’accesso alle scuole di specializzazione per le professioni legali per l’anno accademico 2001-2002

nota 6 giugno 2001, Prot. N. 98/SD
Legge 124/99. Subentro dello Stato nei contratti di appalto stipulati dagli Enti Locali

circolare 5 giugno 2001, Prot. n. 5126
Esami di Stato – Crediti formativi acquisiti all’estero

circolare INPS 5 giugno 2001, n. 121
Corresponsione dell’assegno per il nucleo famigliare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2001 – 30 giugno 2002

04 giugno  Supplenze ATA

Il 4 giugno 2001 (trenta giorni dalla pubblicazione in GU del DM 19 aprile 2001, n. 75) è il termine ultimo per la presentazione delle domande per l’inserimento negli elenchi, graduatorie provinciali ad esaurimento per il conferimento di supplenze al personale ATA.

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

decreto 4 giugno 2001, n. 103 (in GU – 4a Serie Speciale – Concorsi n. 45 dell’8 giugno 2001)
Attribuzione delle supplenze temporanee al personale docente ed educativo

decreto Interministeriale 4 giugno 2001, Prot. n. 11304/DM (ritirato)
Regolamento recante norme relative ai titoli universitari ed ai curricoli richiesti per il reclutamento degli insegnanti della scuola di base

decreto Interministeriale 4 giugno 2001, n. 268, Prot. n. 11303/DM (in GU 6 luglio 2001, n. 155)
Regolamento recante norme relative all’esame di Stato conclusivo dei corsi svolti nelle Scuole di specializzazione e costituzione delle commissioni giudicatrici di ammissione alle Scuole e di esami finali

circolare 4 giugno 2001, Prot. n. 5003
Certificazione da rilasciare in esito al superamento dell’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore

nota 4 giugno 2001, Prot. n. 1062
Graduatorie permanenti ex art 2 legge 124/1999 – Sentenza TAR Lazio III bis del 2.4.2001 su ricorso Montanari Daniela ed altri

02 giugno Festa della Repubblica

La legge 20 novembre 2000, n. 336 stabilisce che “a decorrere dal 2001 la celebrazione della festa nazionale della Repubblica ha nuovamente luogo il 2 giugno di ciascun anno, che pertanto viene ripristinato come giorno festivo.”

nota 1 giugno 2001, Prot. n. 2666
Raccolta dati obbligo formativo. – Integrazioni al documento quadro

POR Sicilia (in GU Regionale 1.6.2001)
Bando e formulari di progettazione: Misura 3.1.6 – Prevenzione della dispersione scolastica; Misura 3.1.8 – Promozione dell’istruzione e della formazione permanente; Sottomisura 6.2.3.B.2 – Formazione di una cultura internazionale di impresa con iniziative di sensibilizzazione e corsi tematici nelle classi finali delle scuole superiori; Sottomisura 6.3.1.B – Campagne di educazione alla legalità nelle scuole

06 – 28 giugno Parlamento

Camera
Aula 06 Votazione per l’elezione di quattro Vicepresidenti, tre Questori e otto Segretari; eletti vicepresidenti: Alfredo Biondi (334 voti), Publio Fiori (304 voti), Fabio Mussi ( 232 voti) e Clemente Mastella (230 voti).
Aula 13 Votazione per l’elezione di due Segretari di Presidenza
Aula 18, 20, 21 Consegna da parte del Governo del testo delle dichiarazioni programmatiche e dibattito sulla fiducia
Il 21 giugno il governo ottiene la fiducia con 351 voti favorevoli, 261 contrari e 1 astenuto.
Aula 27 Svolgimento di interrogazioni a risposta immediata
7a Com. 21 Elezione del Presidente, dei Vice presidenti e dei Segretari:
eletto presidente il deputato Ferdinando Adornato, vicepresidenti i deputati Guglielmo Rositani e Domenico Volpini, segretari i deputati Sabatino Aracu e Piera Capitelli.
7a Com. 28 Ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi
Senato
Aula 06 Votazione per l’elezione di quattro Vicepresidenti, tre Questori e otto Segretari; eletti vicepresidenti:  Roberto Calderoli (164 voti), Domenico Fisichella (151 voti), Cesare Salvi (119 voti) e Lamberto Dini (114 voti).
Aula 18, 19, 20 Comunicazioni del Governo e dibattito sulla fiducia.
Il 20 giugno il governo ottiene la fiducia con 175 voti favorevoli, 133 contrari e 5 astenuti.
7a Com. 26 Elezione del Presidente, dei Vice presidenti e dei Segretari:
eletto presidente il senatore Asciutti, vicepresidenti i senatori Bevilacqua e Betta, segretari i senatori Brignone e Cortiana.

06 – 28 giugno Governo

11 giugno Il nuovo Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 20,10 a Palazzo Chigi.
“All’inizio dei lavori, il Presidente Berlusconi ha rivolto un particolare saluto al Capo dello Stato ed ai Presidenti delle Camere, nonché l’augurio di un proficuo lavoro a tutti i Ministri. Ha poi formulato le seguenti proposte che sono state collegialmente condivise dal Consiglio:
nomina a Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del dott. Gianni LETTA , con le funzioni di Segretario del Consiglio medesimo;
attribuzione delle funzioni di Vicepresidente all’on.Gianfranco Fini;
conferimento ai Ministri senza portafoglio dei seguenti incarichi:
– all’on.Umberto BOSSI, le riforme istituzionali e la devoluzione;
– all’on.Rocco BUTTIGLIONE, le politiche comunitarie;
– all’on.Giuseppe PISANU, l’attuazione del programma di Governo;
– all’on.Franco FRATTINI, la funzione pubblica ed i servizi di informazione;
– al sen. Enrico LA LOGGIA, gli affari regionali;
– all’on.Carlo GIOVANARDI, i rapporti con il Parlamento;
– al dott.Lucio STANCA, l’innovazione e le tecnologie;
– all’on. Stefania PRESTIGIACOMO, le pari opportunità;
– all’on. Mirko TREMAGLIA, gli italiani nel mondo;
nomina dei Sottosegretari di Stato presso i vari Dicasteri.
Il Presidente Berlusconi ha altresì conferito al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Tremonti, la delega a presiedere il CIPE ed a rappresentare il Governo presso l’OCSE. Successivamente ha esposto le linee generali delle dichiarazioni programmatiche che illustrerà alle Camere i cui contenuti sono stati condivisi ed approvati all’unanimità dal Consiglio.
Su proposta del Presidente Berlusconi, il Consiglio ha approvato un decreto-legge che provvede a ridefinire il numero dei Dicasteri, ricostituendo, in particolare, quelli della Sanità e delle Comunicazioni.” (…).
12 giugno Alle ore 18,30 a Palazzo Chigi, presso la sala delle Repubbliche Marinare, ha luogo la cerimonia di giuramento dei Vice Ministri e Sottosegretari di Stato nominati dal Consiglio dei Ministri l’11 giugno 2001.
18 giugno Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 17,30 a Palazzo Madama.
“Il Consiglio ha esaminato il programma di Governo e ne ha condiviso all’unanimità i contenuti.
Il Presidente Berlusconi, nel sottolineare che il predetto programma dovrà costituire il piano di lavoro per ogni Ministro, ha comunicato che provvederà immediatamente a sottoporlo alle Camere ai fini della votazione della fiducia al Governo.” (…)
22 giugno Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 10,00 a Palazzo Chigi per la discussione preliminare del Programma dei 100 giorni, “(…) relativamente:
– agli strumenti legislativi ed amministrativi;
– alle procedure parlamentari;
– alle modalità e ai tempi di consultazione delle Parti sociali, delle Regioni e degli altri Enti locali secondo le procedure vigenti.
Quanto sopra al fine di ottenere l’approvazione dei provvedimenti dei primi 100 giorni nel tempo più rapido possibile.”
27 giugno Incontri governo – parti sociali per illustrare il programma dei cento giorni e le linee guida del documento di programmazione economico finanziaria (DPEF).
28 giugno Il Consiglio dei Ministri, riunito alle ore 11,00 a Palazzo Chigi, approva:
“(…) su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, i provvedimenti che avviano la legge “cento giorni”. Si tratta di un complesso ed articolato insieme di misure concentrate sul settore produttivo e volte al rilancio dell’economia italiana, rilancio che avviene nel rispetto dei vincoli determinati dagli obiettivi del contenimento dell’inflazione e dell’equilibrio della finanza pubblica. Con questa prima legge il Governo punta a sbloccare fattori economici fondamentali nella strategia dello sviluppo: lavoro, capitali, infrastrutture, tecnologia. L’effetto prodotto sui conti pubblici sarà conseguentemente un effetto di ritorno positivo. L’impatto sulla crescita si manifesterà subito attraverso la positiva influenza che i provvedimenti eserciteranno sulle aspettative di imprese e cittadini, sui loro piani e progetti di attività e di lavoro.
(…) su proposta del Ministro Moratti:
– un decreto-legge relativo al personale scolastico (precari) che assolve alle seguenti finalità:
1) salvaguardare il meccanismo degli scaglioni confermando la prima e seconda fascia e accorpando la terza e la quarta in un’unica fascia. La soluzione valorizza il merito, conservando una precedenza esclusivamente per coloro che avevano i requisiti prescritti dalla normativa previgente all’entrata in vigore della legge n.124/99; è prevista una salvaguardia per coloro che abbiano già avuto la nomina in ruolo;
2) prevedere che le integrazioni delle graduatorie successive alla prima da effettuare regolarmente con cadenza annuale sulla cui base verranno effettuate le immissioni in ruolo e l’assegnazione delle supplenze a partire dall’anno scolastico 2002/2003, avvengano “ a pettine”, inserendo via, via coloro che maturano i requisiti nella graduatoria permanente;
3) prevedere “a regime” la valutazione del servizio prestato nelle scuole non statali parificate dal 1° settembre 2000 con eguale punteggio rispetto al servizio prestato nelle scuole statali. I criteri attuali prevedono un punteggio dimezzato per il servizio prestato nelle scuole non statali; questo criterio va mantenuto nella fase transitoria;
4) prevedere che tutte le operazioni di gestione del personale di ruolo siano completate entro il 31 luglio di ciascun anno. Per l’anno scolastico 2001/2002 il termine è fissato al 31 agosto;
5) prevedere che dal 1° agosto di ciascun anno siano i dirigenti scolastici ad effettuare le nomine attuali. Per l’anno scolastico 2001/2002, la competenza passerà ai dirigenti scolastici dal 1° settembre.
Il Consiglio ha poi iniziato l’esame del disegno di legge annuale per la semplificazione ed il riordino normativo.
Il Ministro per la Funzione Pubblica è stato quindi autorizzato ad esprimere parere favorevole sull’accordo per l’interpretazione autentica di due disposizioni dei contratti collettivi nazionali per il personale del comparto Scuola.”

Tra il 18 ed il 21 giugno il governo presenta alle Camere il suo programma.

Nel corso della mattina dell’11 giugno si svolge la cerimonia del giuramento e, nel pomeriggio, l’esecutivo si riunisce per la prima volta a Palazzo Chigi.

La lista dei ministri (di seguito riportata) viene presentata il 10 giugno 2001.

Governo Berlusconi

Silvio Berlusconi PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Gianfranco Fini VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Gianni Letta SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA

Ministri

Ministeri e Sottosegretari

Claudio Scajola

INTERNO

Maurizio Balocchi (Lega), Antonio Dali (Fi), Alfredo Mantovano (An) e Carlo Taormina (Fi), interno

Renato Ruggiero

ESTERI

Roberto Antonione (Fi), Mario Baccini (Biancofiore), Margherita Boniver (Fi) e Alfredo Luigi Mantica (An), affari esteri

Antonio Martino

DIFESA

Filippo Berselli (AN), Francesco Bosi (Biancofiore) e Salvatore Cicu (Fi), difesa

Roberto Castelli

GIUSTIZIA

Iole Santelli (Fi), Giuseppe Valentino (An) e Michele Vietti (Biancofiore), giustizia

Gianni Alemanno

POLITICHE AGRICOLE

Teresio Delfino (Biancofiore), Gianpaolo Dozzo (Lega), Paolo Scarpa Bonazza Buora (Fi), politiche agricole e forestali

Altero Matteoli

AMBIENTE

Antonio Martusciello (Fi), Francesco Nucara (Pri) e Roberto Tortoli (Fi), ambiente e tutela del territorio

Pietro Lunardi

INFRASTRUTTURE

Giancarlo Giorgetti (Lega), Paolo Mammola (Fi), Nino Sospiri (An) e Guido Viceconte (Fi), infrastrutture e trasporti

Rocco Buttiglione

POLITICHE COMUNITARIE

Antonio Marzano

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Giovanni Dell’Elce (Fi), Giuseppe Galati (Biancofiore), Stefanmo Stefani (Lega) e Mario Valducci (Fi), attività produttive

Enrico La Loggia

CULTURA

Letizia Moratti

ISTRUZIONE

Valentina Aprea (Fi), Stefano Caldoro (Ps) e Maria Grazia Siliquini (An), istruzione, università e ricerca scientifica

Giulio Tremonti

ECONOMIA

Maria Teresa Armosino (Fi), Manlio Contento (An), Gianfranco Miccichè (Fi), Daniele Folgora (Lega), Vito Tanzi, Giuseppe Zegas (Fi), economia e finanze

Maurizio Gasparri

COMUNICAZIONI

Massimo Baldini (Fi), Giancarlo Innocenzi (Fi), comunicazioni

Franco Frattini

FUNZIONE PUBBLICA

Learco Saporito (An), funzione pubblica e coordinamento dei servizi informazione e sicurezza

Gerolamo Sirchia

SANITA’

Cesare Cursi (An) e Antonio Guidi (Fi), sanità

Roberto Maroni

LAVORO

Alberto Brambilla (Lega), Maurizio Sacconi (Ps), Grazia Sestini (Fi) e Pasquale Viespoli (An), lavoro, salute e politiche sociali

Giuliano Urbani

BENI CULTURALI

Nicola Bono (An), Mario Pescante (Fi) e Vittorio Sgarbi (Fi), beni e le attività culturali

Lucio Stanca

INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Umberto Bossi

RIFORME

Aldo Brancher (Fi), riforme istituzionali e devolution

Carlo Giovanardi

RAPPORTI COL PARLAMENTO

Cosimo Ventucci (Fi), rapporti con il Parlamento

Enrico La Loggia

AFFARI REGIONALI

Alberto Gagliardi (Fi), affari regionali

Giuseppe Pisanu ATTUAZIONE PROGRAMMA
Stefania Prestigiacomo PARI OPPORTUNITA’
Mirko Tremaglia ITALIANI NEL MONDO

Il 7 giugno il Capo dello Stato dà inizio, con i presidenti di Camera e Senato, alle consultazioni per la formazione del nuovo governo, che si concludono alle 12, 30 dell’8 giugno; nella serata del 9 giugno Silvio Berlusconi riceve l’incarico per la formazione del nuovo esecutivo.

06 giugno Il Consiglio dei Ministri si riunisce alle ore 16,00 a Palazzo Chigi.

in Educazione Civica e Società

Educazione&Scuola©

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: