Nota 23 aprile 2010, Prot. n. AOODPIT/1379

Oggetto: 25 aprile 2010 – LXV anniversario della Liberazione

Dipartimento per l’Istruzione

Il 25 aprile 2010 si celebra nel nostro Paese il 65° anniversario della Liberazione, in memoria dei tanti che, pur appartenendo a schieramenti politici diversi, si unirono ai militari delle Forze Alleate per combattere gli invasori e liberare il nostro Paese dalla dittatura. Questo momento storico segna la nascita dell’Italia repubblicana e pone le basi del cammino comune che ha portato alla stesura della Costituzione della Repubblica Italiana e ad un sistema di valori fondamentali condivisi.

Tenuto conto dell’introduzione nelle scuole di ogni ordine e grado dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, le SS. LL. sono invitate a sensibilizzare i giovani, anche con il coinvolgimento delle Associazioni Combattentistiche e Partigiane, sui temi storici e civili alla base della Resistenza.

IL CAPO DIPARTIMENTO

F.to Giuseppe Cosentino

Decreto Ministeriale 23 aprile 2010

Modalita’ effettuazione delle preiscrizioni anno accademico 2010 – 2011

Il Ministro

VISTA la legge 14 luglio 2008, n. 121 “Conversione in legge del decreto legge 16 maggio 2008, n.85 recante disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell’art.1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244” e, in particolare, l’art.1, comma 5;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 20 gennaio 2009, n.17 “Regolamento recante disposizioni di riorganizzazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca”;

VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341 “Riforma degli ordinamenti didattici universitari” e, in particolare, l’articolo 6;

VISTO il decreto 21 luglio 1997, n.245 “Regolamento recante norme in materia di accessi all’istruzione universitaria e di connesse attività di orientamento”, così come modificato dal decreto 8 giugno 1999, n.235 e, in particolare l’articolo 3 ;

VISTA la legge 2 agosto 1999, n. 264 “Norme in materia di accessi ai corsi universitari” e, in particolare, l’articolo 3, comma 1, lettera d);

VISTO il D.M. 22 ottobre 2004, n. 270 “Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n.509”;

VISTA la legge 19 ottobre 1999, n.370 “Disposizioni in materia di università e di ricerca scientifica e tecnologica” e, in particolare l’articolo 6, comma 6;

VISTI i DD.MM. 16 marzo 2007 con i quali sono state ridefinite, ai sensi del citato D.M. n.270/2004, le classi dei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale;

VISTO il D.M. 2 aprile 2001 con il quale sono state determinate le classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie;

VISTO il D.M. 12 aprile 2001 con il quale sono state determinate le classi delle lauree universitarie nelle scienze della difesa e della sicurezza;

VISTA la legge 21 dicembre 1999, n.508 “Riforma delle Accademie di belle arti, dell’Accademia nazionale di danza, dell’Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati”;

VISTO il D.P.R. 28 febbraio 2003, n. 132 “Regolamento recante criteri per l’autonomia statutaria, regolamentare e organizzativa delle istituzioni artistiche e musicali, a norma della legge 21 dicembre 1999, n. 508”;

VISTO il D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212 “Regolamento recante disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, a norma dell’articolo 2 della legge 21 dicembre 1999, n. 508”;

VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 14 gennaio 2008, n.21 “Norme per la definizione dei percorsi di orientamento all’istruzione universitaria e all’alta formazione artistica, musicale e coreutica, per il raccordo tra la scuola, le università e le istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, nonché per la valorizzazione della qualità dei risultati scolastici degli studenti ai fini dell’ammissione ai corsi di laurea universitari ad accesso programmato di cui all’art. 1 della legge 2 agosto 1999, n.264, a norma dell’art.2, comma 1, lettere a), b) e c) della legge 11 gennaio 2007, n. 1”;

VISTO il D.M. 10 gennaio 2002, n.38 “Regolamento recante riordino della disciplina delle scuole di cui alla legge 11 ottobre 1986, n.697, adottato in attuazione dell’art.17, comma 96, lettera a), della legge 15 maggio 1997, n.127″;

VISTA la legge 5 febbraio 1992, n. 104″ Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate” e successive modificazioni e integrazioni;

VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di dati personali” ed in particolare l’articolo 154, commi 4 e 5;

VISTO il decreto-legge 25 settembre 2002, n.212 convertito con la legge 22 novembre 2002, n.268, recante “Misure urgenti per la scuola, l’università, la ricerca scientifica e tecnologica e l’alta formazione artistica e musicale” ed, in particolare l’articolo 7;

VISTA la banca dati dell’offerta formativa degli Atenei quale risulta dalla implementazione dei dati forniti dalle stesse sedi universitarie, realizzata ai sensi dell’articolo 17, comma 95, lettera b) della legge 15 maggio 1997, n. 127;

VISTA l’offerta formativa delle Accademie di Belle Arti, dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica, degli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, dei Conservatori di Musica, dell’Accademia Nazionale di Danza, degli Istituti musicali pareggiati;

VISTO l’elenco delle Scuole superiori per mediatori linguistici abilitate, ai sensi del regolamento adottato con il richiamato D.M. 10 gennaio 2002, n. 38, a rilasciare titoli equipollenti a tutti gli effetti ai diplomi di laurea conseguiti presso le Università;

RITENUTO opportuno che si sviluppino, da parte delle istituzioni formative, attività di orientamento a favore degli studenti iscritti all’ultimo anno della scuola secondaria superiore per rendere matura e consapevole la scelta futura dei loro studi in relazione ad un proprio progetto personale;

RITENUTO necessario realizzare o potenziare iniziative sinergiche tra le varie istituzioni, finalizzate a favorire la continuità del percorso formativo;

RITENUTA la necessità di garantire, attraverso lo strumento delle preiscrizioni, una adeguata informazione sui corsi di studio presenti nelle varie sedi delle Istituzioni di istruzione superiore, nonché sui servizi offerti e di far conoscere i settori del lavoro anche emergenti ed il loro collegamento con le tipologie dei corsi di studio prescelti;

RITENUTA l’opportunità di acquisire indicazioni in ordine alle scelte effettuate dagli studenti in modo da sviluppare le opportune iniziative e attività di orientamento nel necessario raccordo tra la Scuola e le Istituzioni interessate;

RITENUTO opportuno acquisire, peraltro, indicazioni in ordine alle scelte degli studenti verso i percorsi formativi universitari delle Accademie Militari;

VISTO il parere della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane del 22 gennaio 2010;

VISTO il parere del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, espresso nell’adunanza del 5 febbraio 2010;

VISTO il parere del Garante per la protezione dei dati personali , espresso in data 4 marzo 2010;

VISTO il parere del Consiglio Nazionale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, espresso nell’adunanza del 9 febbraio 2010;

RITENUTO necessario definire le modalità di effettuazione delle preiscrizioni per l’anno accademico 2010/2011;

DECRETA:

Art. 1

1. Gli studenti iscritti all’ultimo anno della scuola secondaria superiore, interessati all’accesso ai corsi di laurea universitari, alle scuole superiori per mediatori linguistici, ai corsi delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, ai percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore ed ai percorsi formativi universitari delle accademie militari e navali, possono preiscriversi, dal 26 aprile 2010 al 26 maggio 2010, utilizzando l’apposito modulo ad accesso libero presente sul sito web del MIUR all’indirizzo: http://universo.miur.it.

2.Il modulo può essere compilato presso la propria scuola, eventualmente avvalendosi dell’aiuto dei professori, ovvero presso le Istituzioni di Istruzione superiore o attraverso qualunque altra postazione collegata con la rete Internet.

3.Gli studenti possono indicare, in ordine di priorità, fino ad un massimo di tre corsi anche di Istituzioni superiori diverse.

4.La preiscrizione è finalizzata, prioritariamente, alla predisposizione e alla fruizione di iniziative e attività di orientamento, nonchè alla programmazione dell’offerta e dei servizi destinati agli studenti da parte delle Istituzioni formative interessate.

5.La procedura informatizzata, presente sul sito del MIUR, all’indirizzo indicato nel precedente comma 1, è realizzata anche per gli studenti non vedenti o ipovedenti secondo gli standard WAI di accessibilità dal MIUR. Essa contiene: una prima parte informativa di carattere generale, l’offerta formativa delle singole Istituzioni di istruzione superiore e la scheda di preiscrizione che lo studente può compilare inserendo:

– il codice fiscale e i propri dati anagrafici;

– l’indirizzo di posta elettronica;

– la scuola di provenienza e il relativo indirizzo postale;

– la o le sedi universitarie presso cui intende prescriversi;

– una delle quattro aree didattico-scientifiche in cui sono ricomprese le classi di afferenza del o dei corsi universitari cui intende indirizzare la propria scelta;

– la denominazione e i relativi curricula dei corsi attivati in ogni sede universitaria;

– la o le sedi delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica;

– la o le sedi delle Scuole superiori per mediatori linguistici;

– la o le sedi dei vari corsi di istruzione e formazione tecnica superiore;

– l’interesse ad una formazione superiore presso le accademie militari e navali.

6. Lo studente ha la possibilità, avendone i requisiti, di segnalare l’interesse a beneficiare della borsa di studio universitaria e degli altri interventi per il diritto allo studio.

7.Ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di dati personali” viene predisposta l’informativa, di cui allegato 1, che costituisce parte integrante del presente decreto, nella quale vengono esplicitate le finalità e le modalità del trattamento dei dati personali forniti da ciascun studente.

Art. 2

1. Il MIUR predispone, entro il 10 giugno 2010, la banca dati contenente i moduli compilati dagli studenti e ne consente, in pari data, l’accesso telematico alle università, alle scuole superiori per mediatori linguistici, agli istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica, alle accademie militari e navali, ai centri servizi amministrativi nel caso di studenti provenienti da scuole private, alle scuole pubbliche collegate in rete. Al fine di garantire la riservatezza dei dati, le Istituzioni sopra indicate possono ottenere, attraverso una specifica chiave di accesso loro assegnata, una copia, in via telematica, dei soli moduli riguardanti gli studenti afferenti alle proprie strutture o a quelle di riferimento.

2. Le predette Istituzioni, in base ai dati acquisiti, promuovono, anche di comune intesa, idonee attività di orientamento tendenti a far acquisire allo studente preiscritto la conoscenza degli obiettivi formativi specifici dei corsi, le opportunità di tirocini formativi, le disponibilità delle strutture didattiche e dei servizi a disposizione, la adeguata preparazione iniziale richiesta per il corso

prescelto e, se necessario, le modalità di verifica, le eventuali attività formative propedeutiche svolte eventualmente in collaborazione con Istituti di istruzione secondaria superiore. Lo studente può, altresì, venire a conoscenza dei settori del lavoro emergenti ed il loro collegamento con le tipologie dei corsi di studio prescelti, nonché delle informazioni circa i percorsi formativi universitari delle accademie militari e navali.

3. Per il raggiungimento di tali finalità le Istituzioni interessate possono avvalersi anche della collaborazione di studenti delle Università e delle altre Istituzioni di Istruzione Superiore in forma singola o associata.

Roma, 23 aprile 2010

IL MINISTRO

f.to Mariastella Gelmini

—————-

All.n. 1

Informativa ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 30.06.2003 n. 196

“Codice in materia di dati personali”

Finalità del trattamento

Il trattamento dei dati personali previsti dal presente decreto, ai sensi del Regolamento in materia di accessi e di connesse attività di orientamento, di cui all’art. 3 del D.M. 21 luglio 1997, n. 245 e successive modificazioni, è finalizzato all’acquisizione di indicazioni in ordine alle scelte effettuate dagli studenti allo scopo di poter programmare l’offerta formativa nelle istituzioni di istruzione superiore, di prevedere idonei servizi per gli studenti e sviluppare specifiche attività di orientamento secondo la scelta operata.

Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria relativamente ai campi della scheda che riguardano:

– i dati anagrafici;

– il codice fiscale;

– la scuola di provenienza ed il relativo indirizzo postale;

– la o le sedi universitarie dove intende preiscriversi;

– le aree didattico-scientifiche che riguardano i corsi universitari, ovvero le istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, o i corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) o l’eventuale formazione superiore militare;

Hanno natura facoltativa i campi relativi:

– alla possibilità di segnalare l’interesse a beneficiare della borsa di studio universitaria e degli altri interventi per il diritto allo studio;

– all’indirizzo di posta elettronica;

– al questionario finale.

Modalità del trattamento e soggetti interessati

Il trattamento dei dati personali è curato, in base ad una procedura informatizzata, dal Consorzio interuniversitario per la gestione del centro elettronico dell’Italia nord orientale (CINECA), nella persona del Direttore e da due unità designate dallo stesso Direttore tra il personale del medesimo Consorzio.

Le istituzioni di istruzione superiore presso le quali gli studenti manifestano l’interesse all’immatricolazione, attraverso una specifica chiave di accesso loro assegnata, ricevono dal CINECA, in via telematica, esclusivamente i dati interessanti le proprie strutture: dati che non saranno oggetto di diffusione.

Titolare del trattamento dei dati

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Direzione Generale per l’Università, lo Studente e il diritto allo Studio universitario

Piazzale Kennedy, 20

Roma

Responsabile del trattamento dei dati (art. 29 del “Codice in materia dei dati personali”)

 Direttore del Cineca, designato dal Titolare del trattamento dei dati;

 due unità di personale del Cineca, designati dal Direttore del Consorzio stesso, in qualità di incaricati del trattamento dei dati.

Diritti di cui all’art. 7 del d.lgs. 196/2003

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

a) dell’origine dei dati personali:

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2,

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:

a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale impedimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Nota 23 aprile 2010, MIUR AOODGPFB REGISTRO UFFICIALE 0004316

Oggetto: Gestione della cassa

Dipartimento per la programmazione

Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per il Bilancio

Nota 23 aprile 2010, MIUR AOODGPFB REGISTRO UFFICIALE 0004316

Nota 23 aprile 2010, Prot. MIURAOODGOS n. 3105

Oggetto: Seminario “EXPERIMENTA” – Esiti

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Il 15 e 16 aprile u.s. si è svolto il seminario di studio “EXPERIMENTA” organizzato dalla Scrivente Direzione in collaborazione con il Gruppo per lo sviluppo della cultura scientifica e tecnologica presieduto dall’On. Luigi Berlinguer.

Hanno partecipato ai lavori più di duecento docenti di area scientifica di scuola superiore – licei, istituti tecnici e professionali – studenti e accademici, per riflettere sul significato della cultura scientifica e per ripensare l’insegnamento della chimica, della fisica e delle scienze naturali nella scuola superiore.

Un incontro per tracciare le linee del sistema formativo del futuro, in contemporanea con la discussione ministeriale sul riordino della scuola superiore.

Dalla discussione sono emerse alcune considerazioni come l’esigenza di basare la nuova scuola sulle competenze e non più sulle conoscenze, l’emergenza culturale del nostro Paese in relazione al calo delle immatricolazioni scientifiche il cui unico strumento per ovviare al calo di interesse dei ragazzi per la Fisica, la Chimica e le Scienze può essere l’utilizzo dei laboratori scientifici che non devono essere pensati come ad un’attrezzatura, ma bensì come una metodologia di insegnamento. Molti docenti, infatti, hanno evidenziato come attraverso la pratica laboratoriale sia il ragazzo ad essere posto al centro del suo percorso di formazione.

Sono stati avviati tre gruppi di lavoro su temi inerenti l’insegnamento delle scienze e la sua organizzazione, in particolare:

TEMA N. 1 – Il dipartimento progetta l’opzionalità e concretizza l’integrazione delle discipline scientifiche.

TEMA N. 2 – La didattica laboratoriale: una strategia per l’insegnamento delle scienze.

TEMA N.3 – L’opzionalità nel Liceo Scientifico e negli Istituti Tecnici: un’opportunità di protagonismo degli studenti.

Il seminario ha avviato, pertanto, un processo di riflessione e di proposte sui temi affrontati. Lo sviluppo delle attività che seguiranno sarà oggetto di una prossima nota.

Alla presente si allegano i testi degli interventi di alcuni relatori e gli esiti dei lavori dei gruppi, sintetizzati in slides.

I risultati sono stati soddisfacenti anche per il coinvolgimento e l’interesse dimostrato dai docenti partecipanti al seminario ai quali va il nostro ringraziamento.

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

Allegati

Nota 23 aprile 2010, Prot. AOODGAI/ 4997

Oggetto: Corsi di perfezionamento in Europa per docenti italiani di lingua e letteratura straniera nelle scuole del settore secondario. Lingue di insegnamento: Francese, Spagnolo e Tedesco. Seminario pedagogico italo-francese – Anno 2010

Dipartimento per la Programmazione

Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Ufficio III – Unione europea: sviluppo e monitoraggio progetti e obiettivi

In applicazione dei Protocolli esecutivi degli Accordi culturali stipulati dall’Italia con Austria, Francia, Germania e Spagna, e a seguito delle indicazioni degli uffici competenti dei rispettivi Paesi, si comunicano di seguito le istruzioni concernenti la partecipazione alle attività indicate in oggetto.

1. SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ E NUMERO DEI POSTI DISPONIBILI PER – ANNO 2010

1.1 DOCENTI DI LINGUA TEDESCA

a) Corso di perfezionamento in Germania – posti n. 20 – Düsseldorf, 4 – 13 agosto 2010

Il corso, organizzato dal Goethe-Institut di Düsseldorf, con arrivo il 4 e partenza il 13 agosto 2010, è destinato a 20 docenti italiani di lingua e letteratura tedesca degli istituti di istruzione secondaria di II grado.

b) Corso di perfezionamento in Austria – posti n. 50 – Klagenfurt, 5 – 11 settembre 2010

Il corso, organizzato dal Pädagogische Hochschule Kärnten, con arrivo il 5 e partenza l’11 settembre, è destinato a n. 50 docenti italiani di lingua e letteratura tedesca in servizio presso gli istituti d’istruzione secondaria di II grado.

1.2 DOCENTI DI LINGUA FRANCESE

a) Corso di perfezionamento in Francia – posti n. 20 – Vichy, 19 – 30 luglio 2010

Il corso si svolge presso il Centre d’Approches Vivantes de la Langue et des Médias (CAVILAM), di Vichy, con arrivo il giorno 18 e partenza il 31 luglio, è destinato a n. 20 docenti italiani di lingua francese negli istituti secondari di I grado e II grado.

Quest’anno le Autorità francesi per rafforzare l’impatto interculturale hanno scelto di far alloggiare i docenti presso un gruppo di famiglie locali, accuratamente selezionate dagli organizzatori.

b) Seminario pedagogico in Italia – posti n. 14 – Desenzano sul Garda, 19 -31 luglio 2010

Il Seminario destinato a 14 docenti italiani di lingua francese nelle scuole secondarie di I grado e II grado, che si svolge ad anni alterni in Italia ed in Francia, per il corrente anno si realizzerà in Italia a Desenzano sul Garda dal 19 al 31 luglio 2010 (arrivo il 18 sera e partenza il 31 pomeriggio).

1.3 DOCENTI DI LINGUA SPAGNOLA

Alla data della presente nota le Autorità spagnole non hanno fornito indicazioni precise relative al numero dei posti disponibili (presumibilmente saranno n. 11), alle sedi e alle date di svolgimento dei corsi.

Tutte le informazioni relative ai predetti corsi verranno pubblicate, non appena saranno inviate dall’ente organizzatore, direttamente nel sito Internet di questo Ministero al seguente indirizzo: http//archivio.pubblica.istruzione.it/dg_affari_internazionali/index.shtml (sezione ATTIVITA’ alla voce “Corsi per docenti di lingue”).

2. REQUISITI PER L’AMMISSIONE

Per l’ammissione alla selezione i docenti, pena l’esclusione, dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, ai sensi della Legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni, di:

a) prestare effettivo servizio nelle scuole secondarie di I e II grado statali o paritarie, quali docenti in attività di insegnamento per la lingua straniera richiesta (tedesca, spagnola o francese);

b) prestare effettiva attività di insegnamento;

c) non aver partecipato, nell’ultimo triennio, a medesime od analoghe attività di formazione né di aver fruito, nell’ultimo triennio, di borse di studio o di ricerca o di perfezionamento linguistico offerte dal Ministero degli Affari Esteri o assegnate da Enti, Governi stranieri o organizzazioni comunitarie ed internazionali.

I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione.

3. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E TERMINE DI SCADENZA

Le domande di partecipazione, corredate da un dettagliato curriculum e redatte in formato elettronico sul modello allegato alla presente nota, dovranno pervenire agli Uffici Scolastici Regionali, competenti per sede di servizio, entro e non oltre il 26 maggio 2010.

La predetta domanda documentata dovrà essere inviata agli USR anche per posta elettronica.

Non saranno prese in considerazione le domande presentate direttamente a questo Ufficio.

4. SELEZIONE E DESIGNAZIONE DEI PARTECIPANTI

Al fine di assicurare una equilibrata partecipazione su tutto il territorio nazionale, si invitano gli Uffici in indirizzo a voler selezionare, sulla base dei titoli posseduti e del curriculum presentato, n. 2 docenti per ciascuna delle iniziative sopra descritte.

Esclusivamente per il corso in Austria – ai fini della copertura di tutti i posti offerti – potranno essere selezionate fino a un massimo di 10 candidature.

Gli elenchi dei docenti selezionati, indicati in ordine di priorità e distinti per i singoli corsi (precisando il paese ospitante, la località e il periodo prescelto) dovranno essere trasmessi entro il 16 giugno 2010 al Dirigente dell’Ufficio III – dott.ssa Anna Rita Bove – Direzione Generale per gli Affari Internazionali – Ministero dell’Istruzione della Università e della Ricerca, unitamente alle domande di partecipazione e alla relativa documentazione.

Al fine di migliorare l’iter procedurale, risulterà utile ricevere anticipatamente i suddetti elenchi, accompagnati dalle domande in formato elettronico dei docenti prescelti, ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

patrizia.capobianco@istruzione.it; patrizia.giangregorio@istruzione.it.

5. NOMINE

Questa Direzione Generale procederà alle nomine dei docenti per la partecipazione alle attività di perfezionamento, tenuto conto delle designazioni degli Uffici Scolastici Regionali e in base al criterio di favorire la più ampia distribuzione sul territorio nazionale dei posti offerti per ciascuna iniziativa.

I docenti che riceveranno la lettera di nomina saranno tenuti entro 3 giorni, a pena di decadenza, a comunicare l’accettazione o la rinuncia al Dirigente dell’Ufficio III – dott.ssa Anna Rita Bove – Direzione Generale per gli Affari Internazionali – Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, per fax (06 58492242) o per posta elettronica ai seguenti indirizzi:

patrizia.capobianco@istruzione.it; patrizia.giangregorio@istruzione.it.

Al fine di consentire il pieno utilizzo dei posti, si raccomanda ai docenti di comunicare tempestivamente:

gli eventuali impedimenti improvvisi che dovessero intervenire successivamente all’accettazione;

gli eventuali cambiamenti di sede di servizio e/o di domicilio.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità nel caso di mancato recapito di comunicazione dipendente da inesatta indicazione dell’indirizzo o da mancata ovvero tardiva comunicazione del cambiamento dello stesso, né da eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili all’Amministrazione stessa.

Per il periodo di partecipazione ai corsi di perfezionamento, ivi compresi i relativi spostamenti, i docenti partecipanti saranno considerati in servizio a tutti gli effetti.

6. DISPOSIZIONI FINANZIARIE

Non è previsto alcun intervento finanziario (rimborsi spese, missione ecc.) da parte della scrivente Direzione Generale.

A carico dei Paesi ospitanti sono: l’iscrizione e la frequenza al corso, il soggiorno e parte delle spese di vitto.

I corsisti, pertanto, dovranno provvedere al pagamento delle spese di viaggio e parte delle spese relative ai pasti.

Non è in alcun modo consentito agli eventuali congiunti di alloggiare con i corsisti per ragioni organizzative.

Il presente bando, insieme ai programmi dei corsi, è pubblicato nel sito Internet di questo Ministero al seguente indirizzo:

http//archivio.pubblica.istruzione.it/dg_affari_internazionali/index.shtml (sezione ATTIVITA’ alla voce “Corsi per docenti di lingue”).

IL DIRIGENTE

Anna Rita Bove

———————

Corsi per docenti di lingue

I Programmi 2010

Francese, Seminario pedagogico in Italia, Desenzano sul Garda, 19 luglio – 31 luglio, Posti 14

Francese, Corso di perfezionamento in Francia, Vichy 19 – 30 luglio, Posti 20

Tedesco, Corso di perfezionamento in Austria, Klagenfurt 5 – 11 settembre, Posti 50

Tedesco, Corso di perfezionamento in Germania, Dũsseldorf, 4 -13 agosto, Posti 20

———————

Scheda di domanda

Nota 23 aprile 2010, Prot. n. AOODGPER 4333

Oggetto: D.M. 39 del 22 aprile 2010 – iscrizione a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente iscritto con riserva – iscrizione negli elenchi del sostegno

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per il personale scolastico

Ufficio III

Con il provvedimento in oggetto, che si allega, è stato fissato al 30 giugno 2010 il termine entro il quale il personale iscritto con riserva nelle graduatorie ad esaurimento deve conseguire il titolo abilitante ai fini dell’inserimento, a pieno titolo, nelle medesime graduatorie per l’a.s. 2010/2011, ai sensi dell’art. 4, comma 6, del DM 42/09.

Il 30 giugno 2010 costituisce, altresì, il termine utile per il conseguimento del titolo di specializzazione per l’attività di sostegno, ai fini l’inserimento in un elenco aggiuntivo da utilizzare per il prossimo anno scolastico, ai sensi dell’art. 6, comma 1, del citato D.M. 42/09.

Entro la medesima data devono essere presentate le dichiarazioni sostitutive concernenti l’avvenuto conseguimento del titolo, esclusivamente mediante modalità telematica nell’apposita sezione “Istanze on line” presente nella pagina Istruzione/Personale scuola del sito Internet di questo Ministero (www.miur.it).

Le modifiche che interverranno sulle graduatorie a seguito della presentazione dei titoli citati produrranno effetti, ovviamente, anche sulle graduatorie delle eventuali province opzionali.

Le SS.LL. sono pregate di dare la massima diffusione alla presente nota che viene pubblicata sul sito Internet del Ministero e sulla rete Intranet.

per IL DIRETTORE GENERALE

Luciano Chiappetta

f.to G. Pilo

Decreto Ministeriale 22 aprile 2010, n. 39

Nota 22 aprile 2010, Prot. MPIAOODGRUREG.UFF.N.8137/usc

Oggetto: Contratto collettivo integrativo di Amministrazione n.1/2009. Attuazione delle progressioni economiche all’interno delle aree – anno 2008 – Personale ex MUR

Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Direzione generale per le risorse umane del Ministero, acquisti e affari generali

Ufficio I

Il Contratto collettivo integrativo di Amministrazione n.1/2009, sottoscritto il 1° aprile 2010, ha definito i criteri e le modalità per l’attuazione delle procedure selettive per le progressioni economiche all’interno delle aree I, II e III .

Nella tabella allegata alla presente nota è indicata la ripartizione dei posti disponibili per le distinte progressioni da attuare (All.1).

Tutte le procedure sopra citate si attivano a domanda dell’interessato (All.2), corredata della relativa tabella di valutazione debitamente compilata (All. 2.1, 2.2, 2.3), che dovrà essere inoltrata, direttamente o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, alla Direzione Generale per le risorse umane del Ministero, acquisti e affari generali, Ufficio I entro e non oltre il 24 maggio 2010 pena l’esclusione dalla procedura.

Il personale attualmente collocato nella fascia retributiva F5 dell’ Area III, per il quale è prevista la retribuzione spettante alle qualifiche ad esaurimento, non può partecipare alle procedure di passaggio da F5 a F6 dell’ Area III, atteso che il differenziale economico previsto per il passaggio da F5 a F6 determina uno stipendio tabellare inferiore a quello in godimento.

L’Ufficio IV della scrivente Direzione Generale avrà cura di trasmettere la presente nota al personale comandato presso altre Amministrazioni.

Hanno titolo a partecipare alle procedure di passaggio nella fascia economica immediatamente successiva i candidati che:

erano in servizio alla data del 1.1.2008 nella posizione economica immediatamente inferiore a quella per la quale si concorre;

sono in attività di servizio alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.

Ha titolo a partecipare alle suddette procedure anche il personale che nell’anno 2008 è stato inquadrato nei ruoli dell’ex MUR.

Le dichiarazioni rese nella domanda e nell’allegata tabella hanno valore di autocertificazione ai sensi della normativa vigente. Nel caso di dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni previste.

L’Amministrazione procederà a controlli a tappeto sulle autocertificazioni dei candidati utilmente collocati rispetto alle posizioni attribuibili.

Al fine di accelerare le operazioni di riscontro, i candidati potranno allegare alla domanda fotocopia dei titoli dichiarati, ad eccezione dello stato di servizio i cui dati verranno acquisiti d’Ufficio, o dare precise indicazioni onde poter reperire i titoli stessi oggetto di valutazione.

Al termine delle procedure di valutazione verrà formulata una graduatoria di merito per ciascuna delle progressioni economiche previste nella tabella (All.1).

A parità di punteggio verrà preferito il candidato con maggiore anzianità di servizio nell’attuale posizione economica. In caso di ulteriore parità, il candidato con maggiore anzianità di servizio comunque prestato. A parità assoluta, infine, verrà data la preferenza alla maggiore età anagrafica.

Eventuali contestazioni nella attribuzione dei punteggi dovranno essere segnalate dagli interessati entro 10 (dieci) giorni dalla pubblicazione della graduatoria nella INTRANET e valutate dall’Amministrazione nei successivi dieci giorni.

L’eventuale contenzioso andrà proposto al giudice ordinario del lavoro.

Al termine delle operazioni, l’Ufficio I della Direzione Generale per le risorse umane del Ministero, acquisti e affari generali invierà gli elenchi dei candidati a cui dovrà essere attribuita la nuova fascia retributiva, all’Ufficio IV della medesima Direzione Generale per i successivi adempimenti di competenza.

Le SS.LL. sono pregate di dare la massima diffusione al personale interessato della presente nota, che sarà pubblicata, con i relativi allegati, nel sito INTERNET (www.istruzione.it) e nella rete INTRANET di questo Ministero.

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Antonio Coccimiglio

Contratto collettivo integrativo di Amministrazione n.1/2009

21 aprile Riordino e Classi di Concorso

In ragione di quanto previsto dalla Tabella G, allegata alla Circolare Ministeriale 13 aprile 2010, n. 37, Prot. n. AOODIP/1228, il MIUR, con Nota 21 aprile 2010, Prot.n. A00DPIT n. 1348, trasmette le tabelle di confluenza nelle attuali classi di concorso delle discipline relative al primo anno di corso degli istituti di II grado interessati al riordino.

Avviso 21 aprile 2010

Oggetto: Obbligo di istruzione: adottato il modello di certificato delle competenze

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione generale per l’istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni

Con la nota del Capo Dipartimento per l’Istruzione n. 1208 del 12/4/2010 è stato diramato il decreto del Ministro n. 9/2010, in corso di registrazione alla Corte dei conti, con il quale è stato adottato il modello di certificato dei saperi e delle competenze acquisiti dagli studenti al termine dell’obbligo di istruzione,in linea con le indicazioni dell’Unione europea sulla trasparenza delle certificazioni. Il modello di certificato è adottato a partire dal prossimo anno scolastico 2010/2011 e sino all’entrata in vigore delle norme di armonizzazione di tutte le certificazioni scolastiche (d.P.R. n.122/2009); è strutturato in modo da rendere sintetica e trasparente la descrizione delle competenze di base acquisite a conclusione del primo biennio della scuola secondaria superiore e dei primi due anni dei percorsi di qualifica professionale riguardanti soprattutto lingua italiana, storia, lingua straniera, matematica, informatica e scienze. Le scuole interessate possono utilizzarlo, nella loro autonomia, sin dal corrente anno scolastico.

Un piano di formazione curato dall’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema di Istruzione e Formazione accompagnerà l’attuazione di questa innovazione da parte delle istituzioni scolastiche, a partire dalla diffusione del Compendio delle prove di valutazione internazionali PISA-OCSE. Al medesimo fine, la nota del Capo del Dipartimento è corredata anche da alcune indicazioni.

Decreto Ministeriale 27 gennaio 2010, n. 9

Nota 12 aprile 2010, Prot. n. 1208

Nota 21 aprile 2010, Prot. n. AOODGPER 4168

Oggetto: Rideterminazione delle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilita’ e di pubblicazione dei movimenti relativi alla scuola dell’infanzia e primaria fissati nell’O.M. n. 19, prot. 2076, del 19 febbraio 2010, contenente le norme applicative delle disposizioni del contratto sulla mobilita’ del personale docente, educativo ed A.T.A.

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per il personale scolastico

Ufficio IV

Per opportuna conoscenza e norma degli uffici competenti, al fine di predisporre tempestivamente i propri adempimenti, si trasmette, in allegato alla presente, la rideterminazione delle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti relativi alla scuola dell’infanzia e primaria fissati nell’O.M. n. 19, prot. 2076, del 19 febbraio 2010, contenente le norme applicative delle disposizioni del contratto sulla mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A..

Nel pregare gli uffici interessati di dare la massima diffusione della sopraccitata rideterminazione, si fa presente che essa può essere consultata ed acquisita sul sito Internet e sulla rete Intranet del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della Ricerca

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Luciano Chiappetta

————————

Dipartimento per l’Istruzione

Il Capo Dipartimento

VISTO il contratto collettivo nazionale integrativo concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’anno scolastico 2010/2011, sottoscritto il 16 febbraio 2010;

VISTA l’O.M. n. 19, prot. AOODGPER 2076, del 19 febbraio 2010, contenente le norme applicative delle disposizioni del contratto sulla mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A;

CONSIDERATE le difficoltà delle operazioni propedeutiche alla mobilità del personale della scuola, relative alla previsione delle classi e degli organici, le cui risorse sono state assegnate agli Uffici scolastici regionali in data 13.4.2010;

RILEVATA la necessità di una puntuale acquisizione al sistema informativo delle risultanze degli organici delle istituzioni scolastiche e delle relative operazioni connesse alla mobilità a domanda e d’ufficio;

RITENUTO che, a tal fine, è opportuno rideterminare l’articolazione delle date concernenti i termini di acquisizione delle disponibilità e, conseguentemente, di pubblicazione dei movimenti relativamente alla scuola dell’infanzia e primaria, fissati nella predetta O.M.;

D I S P O N E

Art.1 – Per le motivazioni indicate nelle premesse, sono così modificati i precedenti termini per le operazioni di mobilità di cui all’art. 2, comma 2, dell’O.M. 19 febbraio 2010, n. 19.

a) personale docente

scuola dell’infanzia

1 – termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili……………………………………..17 maggio

2 – pubblicazione dei movimenti………………………….…………….7 giugno

scuola primaria

1 – termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili………………………………………..30 aprile

2 – pubblicazione dei movimenti………………………………..……24 maggio

Roma, 21.4.2010

IL CAPO DIPARTIMENTO

f.to Giuseppe Cosentino

Nota 20 aprile 2010, Prot. 2941

Oggetto: Giochi Sportivi Studenteschi di I e II grado a.s. 2009/10. Finali Nazionali disciplina BADMINTON. I grado: Bracciano (RM), 26-27-28 maggio. II grado, cat. Allievi/e: Milano, 19-20-21 maggio

Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione

Nota 20 aprile 2010, Prot. 2941

Nota 20 aprile 2010, Prot. n. 2934

Oggetto: Giochi sportivi studenteschi – Finali nazionali Incontro con i rappresentanti delle Federazioni Sportive Nazionali e Conferenza di servizio dei Coordinatori regionali

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Ufficio V

Le SS.VV. sono invitate all’incontro di mercoledì 28 aprile 2010 che si terrà presso l’auditorium del Palazzo delle Federazioni in Viale Tiziano 74 ROMA alle ore 10,00 con i rappresentanti delle Federazioni Sportive Nazionali convocate dal C.O.N.I. e del C.I.P., per precisare le modalità di svolgimento delle finali nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi del corrente anno scolastico e delineare l’impostazione dell’attività sportiva per il prossimo.

Al termine della riunione seguirà una Conferenza di servizio organizzativa con i soli Coordinatori regionali di educazione fisica e sportiva.

La chiusura dei lavori è prevista per le ore 15,00.

Le spese di viaggio e dell’eventuale soggiorno saranno a carico degli Uffici scolastici regionali di appartenenza.

Cordiali saluti

IL VICE DIRETTORE GENERALE

– Sergio Scala –