Archivi tag: Anagrafe

Decreto Ministeriale 26 luglio 2016, AOOUFGAB 595

Il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca

 

VISTO il Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante le disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione nelle scuole di ogni ordine e grado;

VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, con il quale è stato emanato il regolamento recante norme in materia di autonomia didattica e organizzativa delle istituzioni scolastiche ai sensi della Legge 15 marzo 1997, n. 59;

VISTA la legge 28 marzo 2003, n. 53 e, in particolare, gli articoli 2 e 3, concernenti rispettivamente il sistema educativo di istruzione e di formazione e la valutazione degli apprendimenti;

VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali;

VISTO il decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76 e successive modifiche e integrazioni, ed in particolare l’articolo 3 relativo al sistema nazionale delle anagrafi degli studenti;

VISTO il Decreto Ministeriale 7 dicembre 2006, n. 305 “Regolamento recante identificazione dei dati sensibili e giudiziari trattati e delle relative operazioni effettuate dal Ministero della Pubblica Istruzione;

VISTO il DM 5 agosto 2010, n. 74 che definisce le modalità di realizzazione e di accesso all’Anagrafe Nazionale Alunni;

VISTO il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con legge 4 aprile 2012, n. 35, contenente disposizioni sulla semplificazione e lo sviluppo; e in particolare l’articolo 48 che prevede l’utilizzo dell’Anagrafe alunni per i fini istituzionali del Ministero;

VISTO il decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221, recante “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”, e in particolare l’art. 10, comma 8, con il quale è stato previsto che l’Anagrafe Nazionale degli Studenti è altresì alimentata dai dati relativi agli iscritti alla scuola dell’infanzia;

VISTO il decreto ministeriale 25 gennaio 2016, n. 24 recante l’integrazione in Anagrafe Nazionale degli Studenti con i dati relativi agli alunni delle scuole dell’infanzia appartenenti al sistema nazionale di istruzione, come previsto dall’art. 10, comma 8 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221, sul quale è stato acquisito il parere del Garante per la protezione dei dati personali di cui all’articolo 154, comma 1, lettera g) del citato decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, in data 8/10/2015;

CONSIDERATO che la disposizione di cui all’articolo unico del decreto ministeriale 25 gennaio 2016, n. 24 individua puntualmente i dati che le istituzioni scolastiche comunicano in Anagrafe Nazionale degli Studenti e che tra questi non sono presenti dati necessari alla corretta raccolta dei medesimi;

RITENUTO pertanto di dover integrare la disposizione di cui all’articolo unico del citato decreto ministeriale con le informazioni riguardanti la “sezione della classe” e il “numero giorni/orario settimanale”, associate ai codici meccanografici delle scuole e che ne definiscono l’organizzazione e rilevano sulla corretta composizione delle classi;

ACQUISITO nuovo parere del Garante per la protezione dei dati personali di cui all’articolo 154, comma 1, lettera g) del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, espresso in data 12/05/2016 (provvedimento n. 215/2016);

DECRETA

All’articolo unico del decreto ministeriale 25 gennaio 2016, n. 24, sono aggiunte, in fine, le parole: «nonché i dati di cui ai punti 6 e 8 del tracciato record di dettaglio “Archivio curriculum – Sezione dati frequenza studente” – riportato nel medesimo Allegato tecnico».

 

 

IL MINISTRO

Stefania Giannini

Nota 17 giugno 2016, AOODGCASIS 1907

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

Ai Dirigenti/ Coordinatori scolastici delle istituzioni scolastiche statali e paritarie
e, p.c. Agli Uffici Scolastici per Ambito Territoriale e Direzioni Generali Regionali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano

Nota 17 giugno 2016, AOODGCASIS 1907

OGGETTO: Attività di rilevazione esiti finali – a.s. 2015/2016.

esiti

Decreto Ministeriale 25 gennaio 2016, Prot. n. 24

Decreto Ministeriale 25 gennaio 2016, Prot. n. 24

Integrazione Anagrafe Nazionale degli studenti (DM n. 74/2010)

Nota 25 settembre 2015, AOODGCASIS 3362

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica
Ufficio VI

Ai Dirigenti/Coordinatori scolastici delle istituzioni scolastiche statali e non statali
e p.c. Ai Direttori Generali degli Uffici scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli uffici degli Ambiti Territoriali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano
Ai Referenti Regionali e Provinciali dell’Anagrafe degli studenti
Loro PEC

Oggetto: Avvio Anno Scolastico 2015/2016: aggiornamento dell’Anagrafe Nazionale degli Studenti.

A partire dal 1 ottobre 2015 vengono rese disponibili sul SIDI, per tutte le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e non statali, le funzioni di “Avvio anno scolastico” per l’aggiornamento dei dati sulle frequenze (composizione delle classi, tempo scuola, indirizzi di studio) dell’Anagrafe Nazionale degli Alunni per l’anno scolastico 2015/2016. Sono esclusi, momentaneamente, dall’aggiornamento gli ex corsi serali (percorsi di secondo livello) di cui si daranno indicazioni specifiche in seguito.
L’aggiornamento deve essere concluso entro il 24 ottobre.
Come di consueto, i dati di “Avvio anno scolastico” possono essere comunicati scegliendo una delle seguenti modalità:
1. caricamento diretto sul SIDI utilizzando la funzione di Shift, che consente lo “scorrimento” delle posizioni dei singoli alunni dall’anno scolastico 2014/15 all’anno scolastico 2015/16;
2. trasmissione di flussi (per le scuole che utilizzano i sistemi applicativi locali).
Si ricorda che la scelta di una delle due modalità operative, alternative tra di loro, deve essere operata con la massima attenzione in quanto, una volta effettuata, diventa irreversibile.
La revoca della scelta, che comporta la cancellazione integrale di tutti i dati precedentemente comunicati, può essere effettuata da questa Direzione per il tramite dell’ Ufficio VI Ufficio statistico e studi solo a seguito di formale espressa richiesta da parte della Istituzione Scolastica.
Al termine della trasmissione dei dati e dopo le opportune verifiche di completezza e correttezza dei dati trasmessi (funzione “Riepilogo dati” contenente la nuova funzione di controllo “Verifica incongruenze anno nascita/anno corso”), la scuola deve dichiarare la conclusione dell’attività utilizzando l’apposita funzione (“Chiusura attività”). In questo modo si conclude la fase di “Avvio anno scolastico” e si passa alla successiva di gestione ordinaria dell’Anagrafe.
Con riferimento alle verifiche sopra richiamate, si chiede alle istituzioni scolastiche di prestare particolare attenzione all’informazione sulla cittadinanza dei propri alunni, verificando con le rispettive famiglie la correttezza dei dati conosciuti dalla scuola. In particolare, nel caso di doppia cittadinanza, di cui una “italiana”, deve essere indicata come prima cittadinanza quella “italiana”. Ciò al fine di assolvere alle finalità istituzionali previste dal d. lgs. n. 76/2005 (Anagrafe Nazionale degli Alunni).
Da questo momento, la scuola opera nell’area ”Anagrafe Nazionale” per effettuare in corso d’anno gli aggiornamenti puntuali sullo stato di ogni alunno, secondo una delle seguenti modalità:
1. aggiornamento diretto al SIDI;
2. aggiornamento sincronizzato con il sistema locale, su tecnologia web services (per i pacchetti che dispongono del servizio).
Le scuole che hanno utilizzato la funzione di “Shift” trovano impostata, in automatico, sul sistema la prima modalità (cioè, “aggiornamento diretto al SIDI”), mentre nel caso in cui le frequenze siano state trasmesse tramite flussi la modalità impostata in automatico è quella dell’”aggiornamento sincronizzato”. Si ricorda che tale impostazione, in caso di diverse esigenze, può essere modificata in qualsiasi momento dalla scuola attraverso la funzione “Scelta operativa”.
Per facilitare la verifica del corretto passaggio di tutti gli alunni da un anno scolastico all’altro, nella fase a regime di gestione dell’Anagrafe Nazionale è disponibile la funzione “Alunni a.s. precedente non collocati” che mostra l’elenco degli alunni frequentanti la scuola nell’anno scolastico precedente ma non presenti tra i frequentanti nell’anno in corso. Per questi alunni deve essere indicata la motivazione della mancata presenza.
Si anticipa, inoltre, che, al fine di portare a completamento l’elenco di informazioni contenute nell’Anagrafe alunni, così come individuate nell’allegato tecnico al D.M. n. 74/2010, a partire da quest’anno scolastico è prevista la comunicazione dei quadri orario per tutti gli indirizzi del secondo ciclo così come previsti dai Regolamenti sul riordino del secondo ciclo (D.P.R. 87/2010, D.P.R. 88/2010, D.P.R. 89/2010).
Al fine di favorire una migliore integrazione dei vari processi amministrativi relativi alle attività delle scuole (organici, esame di Stato, Anagrafe studenti) la nuova procedura viene gestita esclusivamente sul portale SIDI, con la possibilità di successivo trasferimento dei quadri orari sull’applicativo in uso nelle segreterie.
Per questa nuova fase verranno date indicazioni operative con una nota successiva.
Come di consueto, sarà a breve disponibile, nell’Area dei procedimenti amministrativi, la guida operativa che illustra nel dettaglio l’intero processo.
Per eventuali chiarimenti può essere contattato l’Ufficio di Statistica e studi, mentre per problemi tecnici dell’applicazione è disponibile il numero verde del gestore del sistema informativo 800903080.
La presente nota è pubblicata sul sito istituzionale MIUR SIDI.

Il Direttore Generale
Marco Ugo Filisetti

27 novembre Anagrafe dell’edilizia scolastica

Il 27 novembre la Conferenza Unificata sancisce l’accordo concernente “i tracciati record e i relativi documenti in materia di anagrafe dell’edilizia scolastica, di cui al punto 1.1. dell’Accordo in Conferenza Unificata sul sistema nazionale delle anagrafi dell’edilizia scolastica (Rep. Atti n. 11/CU)”, ribadendo quanto concordato il 6 febbraio u.s. in merito al Sistema nazionale delle Anagrafi dell’edilizia scolastica.

Via libera definitivo per l’Anagrafe dell’edilizia scolastica
Faraone: “Giorno importante per la trasparenza,
con quadro dati completo più facile stabilire le priorità”

Via libero definitivo per il Sistema Nazionale delle Anagrafi dell’Edilizia Scolastica (Snaes). Nella riunione odierna della Conferenza Unificata è stato infatti approvato l’accordo che consentirà alle Regioni, a partire dal prossimo lunedì, 1 dicembre, di inserire in un’apposita piattaforma informatica tutti i dati relativi al patrimonio edilizio scolastico di competenza degli Enti locali. Il 6 febbraio scorso il Sistema è stato oggetto di un accordo tra Governo, Regioni e gli Enti Locali che oggi ha concluso il proprio iter dando concretezza alle decisioni prese allora.

“Obiettivo dello Snaes è censire l’intero patrimonio dell’edilizia scolastica del nostro paese e acquisire informazioni relative alla consistenza, alla situazione e alla funzionalità degli edifici – spiega il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca, Davide Faraone – Ciò, oltre a rendere trasparente il sistema, rappresenta uno strumento essenziale per le programmazioni legate all’edilizia, permettendo di individuare le priorità e consentendo di utilizzare in modo più efficace ed efficiente le risorse, già a partire dal prossimo anno quando continuerà il piano di edilizia scolastica del governo Renzi. Gli edifici scolastici saranno ‘schedati’ e finalmente potremo avere un quadro chiaro dello stato dell’edilizia delle nostre scuole. Per decidere è necessario conoscere. Avere i dati è un passaggio fondamentale per pianificare le azioni e gli investimenti e per intervenire in modo più puntuale e mirato”. In questa prima fase non tutte le Regioni trasmetteranno i propri dati, le sei che al momento sono in ritardo si sono impegnate a farlo rapidamente nei prossimi mesi.

Nota 24 ottobre 2014, AOODGCASIS Prot.n.2703

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica
Servizio Statistico

Ai Dirigenti/Coordinatori scolastici delle istituzioni scolastiche statali e non statali
e p.c. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano
Ai Referenti Regionali e Provinciali dell’Anagrafe degli studenti
Loro Sedi

Oggetto: Anagrafe Nazionale degli studenti – Avvio anno scolastico 2014/2015 – Gestione ordinaria

Con nota prot.n. 2348 del 26 settembre scorso sono state già fornite alcune prime indicazioni in ordine all’aggiornamento dell’Anagrafe nazionale degli alunni.
Dal prossimo 27 ottobre le scuole possono passare alla fase di gestione ordinaria dell’Anagrafe, secondo le modalità già utilizzate lo scorso anno, di seguito brevemente richiamate.
Le scuole che non avessero ancora trasmesso i dati delle frequenze devono provvedere tempestivamente all’invio degli stessi (trasmissione flussi o shift).
L’attività di “Avvio anno scolastico” si conclude mediante la “Chiusura attività”, da effettuarsi quanto prima dopo le opportune verifiche di completezza dei dati trasmessi (funzione “Riepilogo dati”).
In tal modo è possibile, con riferimento ad ogni singolo alunno, la registrazione degli eventi (inserimento/modifica) che a mano a mano intervengono in corso d’anno (iscrizioni/trasferimenti/interruzioni di frequenza).
Nella fase ordinaria di gestione dell’Anagrafe si opera secondo una delle seguenti modalità:
1. Aggiornamento diretto nel SIDI;
2. Aggiornamento sincronizzato con il sistema locale.
Se la scuola, in fase di “Avvio anno scolastico” ha utilizzato la funzione di “Shift” trova già impostata la prima modalità; nel caso in cui la scuola abbia comunicato le frequenze tramite i flussi trova già impostata la seconda. La modalità preimpostata può essere comunque modificata direttamente dalla scuola, utilizzando la funzione “Scelta operativa” per scegliere l’altra modalità.
Si ricorda che, una volta conclusa la comunicazione degli alunni frequentanti l’a.s. 2014/2015, la prima operazione da svolgere è quella di motivare l’eventuale mancata presenza a scuola, nel corrente anno scolastico, degli alunni frequentanti nell’anno precedente, utilizzando la funzione “Alunni a.s. precedente non collocati”.
Con la piena attuazione della riforma degli ordinamenti scolastici, da quest’anno scolastico vengono acquisiti anche i piani di studio, sia per le scuole secondarie I grado e sia per quelle di II grado, relativamente agli indirizzi attivati nella scuola.
La comunicazione dei piani di studio può essere effettuata tramite l’invio di un flusso, predisposto dal software locale (per coloro che hanno scelto la modalità di aggiornamento sincronizzato con il sistema locale), oppure direttamente sul SIDI con apposite funzioni.
Per l’invio del flusso è necessario aver selezionato, in “Scelta Operativa”, la voce “Trasmissione Flussi Piani di Studio”. Si tenga presente che tale funzione disabilita momentaneamente la sincronizzazione con il sistema locale e pertanto si raccomanda di spuntare l’opzione solo nel momento in cui si intende trasmettere il file.
A seguito dell’elaborazione del flusso, le funzioni di sincronizzazione con il sistema locale vengono automaticamente riattivate.
Per le scuole che invece scelgono di operare direttamente sul SIDI è disponibile la nuova funzione “Piani di studio” che, a partire dagli indirizzi attivati nella scuola, prospetta l’elenco delle discipline dei piani orario previste dai regolamenti ministeriali. Sarà cura della scuola specificare:
– lo strumento musicale, per gli indirizzi di scuola secondaria di primo grado;
– la seconda lingua comunitaria, per la scuola secondaria di primo grado;
– la/e lingua/e straniera/e studiata/e nella scuola secondaria di secondo grado;
– la/e disciplina/e autonomia e flessibilità.
Si sottolinea che le discipline presenti in ciascun piano di studi sono quelle previste dai quadri orari ordinamentali.
L’abbinamento degli alunni con i piani di studio specificati dalla scuola viene effettuato tramite la funzione “Abbinamento Piani di studio-alunni”.
Indipendentemente dalla modalità di trasmissione dei dati si suggerisce di utilizzare, sul pacchetto locale ovvero sul SIDI, per ciascun piano di studio una descrizione significativa che identifica il percorso di studi (es. indirizzo Classico => piano di studi: “Classico; indirizzo Linguistico con lingue inglese-francesespagnolo => piano di studi: “Linguistico inglese-francese-spagnolo”). Questo consente una più agevole gestione della procedura di abbinamento del piano di studi con gli alunni.
Si ricorda che nell’Area dei procedimenti amministrativi è disponibile la guida operativa che illustra nel dettaglio l’intera procedura.
Per eventuali chiarimenti può essere contattato il Servizio di Statistica, mentre per problemi tecnici dell’applicazione è disponibile il numero verde del gestore del sistema informativo 800903080.

Il Direttore Generale
Marco Ugo Filisetti

6 febbraio Sistema nazionale delle Anagrafi dell’edilizia scolastica

Siglato in Conferenza Unificata l’accordo per il Sistema nazionale delle Anagrafi dell’edilizia scolastica (Snaes).

Scuola, via libera al Sistema nazionale delle anagrafi dell’edilizia scolastica
Carrozza: “Passo importante per avere dati chiari e per programmare interventi”

Via libera al Sistema nazionale delle Anagrafi dell’edilizia scolastica (Snaes). Grazie all’accordo siglato oggi in Conferenza Unificata riparte, con una nuova modalità e procedure più snelle, la raccolta dei dati relativi all’edilizia scolastica. Nuova formulazione anche per l’Osservatorio sull’edilizia, che viene ripristinato per rendere efficaci gli interventi in materia previsti dalla normativa vigente e per garantire una loro efficiente programmazione.

“Sono molto soddisfatta del passo in avanti sul tema dell’edilizia scolastica fatto con la Conferenza Unificata di oggi – commenta il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza –   Finalmente un accordo che fa ripartire l’Anagrafe dell’edilizia e l’Osservatorio: due strumenti fondamentali per una maggiore trasparenza e una migliore gestione dei dati, ma anche per una programmazione efficiente degli interventi necessari. Si tratta di un ulteriore segnale di attenzione da parte del Governo ad un tema centrale come l’edilizia scolastica”.

Il nuovo Sistema delle Anagrafi sarà (Snaes) costituito da uno nodo nazionale situato presso il Miur e da nodi regionali che saranno in rapporto fra loro per lo scambio reciproco di dati. L’aggiornamento viene reso periodico e costante nel tempo. L’Osservatorio per l’edilizia scolastica verificherà la funzionalità del sistema e la conformità alle regole tecniche.
Sempre oggi la Conferenza Unificata ha dato anche il suo via libera al decreto applicativo previsto dal Dl ‘L’Istruzione riparte’ sul contrasto della dispersione scolastica. Ci sarà un bando nazionale per le scuole che potranno presentare progetti di didattica integrativa e innovativa, anche attraverso il prolungamento dell’orario nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Sistema nazionale delle anagrafi dell’edilizia scolastica, ecco il testo dell’accordo siglato in Conferenza Unificata

Grazie all’accordo siglato il 6 febbraio 2014 in Conferenza Unificata parte il nuovo Sistema nazionale delle Anagrafi dell’edilizia scolastica (Snaes). I dati saranno raccolti con una nuova modalità e procedure più snelle. Il Sistema delle Anagrafi sarà costituito da uno nodo nazionale, situato presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e da nodi regionali che saranno in rapporto fra loro per lo scambio reciproco di dati. La principale novità: l’aggiornamento viene reso periodico e costante nel tempo per non interrompere il flusso di dati. In pratica, come si legge nell’accordo siglato (in allegato), è stata stabilita una  calendarizzazione dei flussi informativi:

  • Entro il 1° luglio di ogni anno il Miur invia alle Regioni e alle Province autonome i dati anagrafici con i relativi codici meccanografici di identificazione di tutte le scuole di ogni ordine e grado esistenti e attive e i punti di erogazione dei servizi;
  • Entro il 1° novembre di ogni anno il Miur invia alle Regioni e alle Province autonome gli eventuali aggiornamenti dei dati inviati il 1° luglio;
  • Entro il 1° dicembre di ogni anno le Regioni e le Province autonome trasmettono i dati presenti nei nodi regionali al nodo centrale dello Snaes.

Nota 13 settembre 2013, MIURAOODGSSSI prot. n. 2235/RU/U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane,
finanziarie e strumentali
Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi
Ufficio VII

Ai Dirigenti/Coordinatori delle Istituzioni scolastiche statali e non statali
e p.c. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano
Loro Sedi

Oggetto: Avvio Anno Scolastico 2013/2014: aggiornamento Anagrafe Nazionale degli Studenti.

Con l’inizio del nuovo anno scolastico, come di consueto, si rende necessario procedere all’aggiornamento dell’Anagrafe Nazionale degli Alunni.
Pertanto, a partire dal 16 settembre 2013 vengono rese disponibili sul SIDI, per tutte le scuole statali e non statali primarie, secondarie di primo e secondo grado, le relative funzioni di aggiornamento, da completare improrogabilmente, entro il 21 ottobre.
Come per il passato, tali attività di aggiornamento, riguardanti i dati di frequenza degli alunni (composizione delle classi, tempo scuola, indirizzi di studio, ecc.), possono essere effettuate attraverso una delle due seguenti modalità operative:
1. trasmissione di flussi (per le scuole che utilizzano i sistemi applicativi locali);
2. caricamento diretto sul SIDI, utilizzando la funzione di Shift, che consente lo “scorrimento” delle posizioni dei singoli alunni dall’anno scolastico 2012/13 all’anno scolastico 2013/14.
La scelta di una delle due modalità operative, alternative tra di loro, deve essere operata con la massima attenzione in quanto, una volta effettuata, diventa irreversibile.
La revoca della scelta, che comporta la cancellazione integrale di tutti i dati precedentemente comunicati, può essere consentita solo a seguito di espressa richiesta al Servizio di Statistica.
Al termine della trasmissione dei dati e indipendentemente dalla modalità adottata, la scuola deve comunicare al SIDI la conclusione delle attività, utilizzando l’apposita funzione (“Chiusura attività”).
Con tale operazione la situazione di Anagrafe di inizio anno viene consolidata.
Dopo questa fase, la scuola può effettuare in corso d’anno gli aggiornamenti puntuali in Anagrafe, secondo una delle seguenti modalità:
1. Aggiornamento diretto nel SIDI;
2. Aggiornamento sincronizzato con il sistema locale, su tecnologia web services (per i pacchetti che dispongono del servizio).
In particolare se la scuola ha utilizzato la funzione di “Shift” trova già impostata in automatico la prima modalità; nel caso in cui la scuola ha comunicato le frequenze tramite i flussi trova già impostata la seconda.
Tale modalità può essere autonomamente modificata dalla scuola attraverso la funzione “Scelta operativa”.
Si richiama l’attenzione delle scuole sull’esigenza che ogni variazione riguardante la frequenza degli alunni in corso d’anno (trasferimento, abbandono) deve essere tempestivamente registrata in Anagrafe per assicurarle la funzione istituzionale prevista dal d.lgsl. n. 76/2005.
Il passaggio all’anno scolastico 2013/2014 comporta l’impossibilità di effettuare modifiche sull’Anagrafe 2012/2013.
Si precisa che la comunicazione degli esiti degli esami, degli scrutini e dei giudizi sospesi inerenti l’a.s. 2012/2013, può comunque essere effettuata entro e non oltre il 30 settembre. È appena il caso di sottolineare che l’inserimento di tali dati sul portale SIDI deve avvenire prima della trasmissione delle frequenze del nuovo anno scolastico.
Per facilitare la verifica del corretto passaggio di tutti gli alunni da un anno scolastico all’altro, a partire dal 1 ottobre, è disponibile la funzione “Alunni a.s. precedente non collocati” che elenca gli alunni non ritrovati nella scuola nell’anno scolastico corrente ma frequentanti la scuola nell’anno scolastico precedente. Per questi alunni deve essere indicata la motivazione della mancata presenza.
A partire dal 16 settembre è disponibile, nell’Area dei procedimenti amministrativi, la guida operativa che illustra nel dettaglio l’intera procedura.
Per eventuali chiarimenti può essere contattato il Servizio di Statistica, mentre per problemi tecnici dell’applicazione è disponibile il numero verde del gestore del sistema informativo 800903080.

Il Direttore Generale
Maria Letizia Melina

Avviso 26 aprile 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Il CUN avvia una consultazione pubblica sui criteri di scientificità delle pubblicazioni e degli altri prodotti di ricerca per la costituzione dell’Anagrafe nominativa dei professori e dei ricercatori e delle pubblicazioni scientifiche (ANPRePS). La consultazione resterà aperta dal 23 aprile al 23 luglio 2013.

Per partecipare alla consultazione accedere a questo indirizzo (http://consultazionepubblica.miur.it/index.php/survey/index/sid/297393/lang/it)

Nota 18 aprile 2013, Prot. n. 6793

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali
Direzione Generale per le Risorse Umane del Ministero, Acquisti e Affari Generali – Uffici IV e VII

Nota 18 aprile 2013, Prot. n. 6793

Al Gabinetto dell’On.le Ministro

Al Dipartimento per l’Istruzione

Alla D.G. per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Alla D.G. per l’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore e per i Rapporti con i Sistemi Formativi delle Regioni

Alla D.G. per il Personale Scolastico

Alla D.G. per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Al Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Agli Uffici I, II, III, V, VII della D.G. per le Risorse Umane del Ministero, Acquisti e Affari Generali

Alla D.G. per la Politica Finanziaria e per il Bilancio

Alla D.G. per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi

Alla D.G. per gli Affari Internazionali

Al Dipartimento per l’Università, l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e per la Ricerca

Alla D.G. per l’Università , lo Studente e il diritto allo Studio Universitario

Alla D.G. per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica

Alla D.G. per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca

Alla D.G. per l’Internazionalizzazione della Ricerca

E, p.c.              Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Oggetto: Anagrafe  degli  incarichi  relativi  alle  prestazioni  rese  dal  personale  delle amministrazioni pubbliche – art. 24 della legge 30 dicembre 1991, n. 412 – art. 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dalla L. 190/2012. Autorizzazione all’esercizio di incarichi extra-istituzionali

Nota 13 febbraio 2013, Prot. AOODGPER 1192

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per il personale scolastico – Uff. IV

Ai Direttori Regionali
Loro sedi
e,p.c. Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali
Loro sedi
Alle Istituzioni Scolastiche
Loro sedi

Oggetto: Chiusura anagrafe scuole statali – Aggiornamento indirizzi II Grado A.S. 2013/14

Com’è noto, con nota n. 9826 del 28 dicembre u.s. è stato fissato al 31 gennaio 2013 il termine entro il quale le Regioni e gli Enti locali avrebbero dovuto approvare i piani di dimensionamento della rete scolastica e la definizione dell’offerta formativa sul territorio (indirizzi, articolazioni e opzioni, ecc.). Per consentire a codesti Uffici di recepire i predetti piani al Sistema informativo di questo Ministero, si comunica che le funzioni di variazione anagrafe delle scuole, aperte con la nota n. 1 del 3 gennaio 2013 della D.G. Sistemi Informativi, rimarranno disponibili fino al 7 marzo.
Si comunica, inoltre, che sono disponibili le funzioni di acquisizione e cancellazione degli indirizzi di studio del nuovo ordinamento relativi agli istituti di secondo grado. Alle funzioni si accede tramite SIDI – gestione anno scolastico – determinazione organico di diritto. È stato rilevato, da una indagine al sistema informativo, che molti Uffici non hanno ancora associato gli indirizzi del nuovo ordinamento ai corsi attivati presso le sezioni carcerarie. Si invitano le SS.LL. a voler provvedere inserendo la codifica dei nuovi indirizzi assegnati ai corrispondenti corsi di ordinamento. Come già fatto presente nel decorso anno, per l’istituzione di taluni indirizzi, articolazioni e opzioni (es. Liceo scientifico opzione Scienze applicate, Liceo delle Scienze umane – opzione economico sociale, ecc.), le SS.LL. sono invitate ad effettuare una specifica valutazione individuando le richieste strettamente necessarie da istituire per l’anno scolastico 2013/14 evitando, nel contempo, di attivare l’offerta formativa che potrebbe determinare la creazione di posizioni di soprannumero e/o di esubero in relazione a classi di concorso che potrebbero subire ripercussioni dall’attivazione delle predette istituzioni. Analoga valutazione va effettuata in caso di richiesta di sezioni del Liceo musicale la cui attivazione, com’è noto, comporta l’impegno di un numero maggiore di risorse di organico. Le funzioni di aggiornamento degli indirizzi resteranno disponibili fino al 15 aprile 2013.
In allegato si invia, per gli Istituti Tecnici e Professionali la tabella degli indirizzi, articolazioni e opzioni, con i relativi codici e denominazioni. Per la corretta definizione degli organici le SS.LL. sono invitate a prestare la massima attenzione nell’attribuzione di detti codici alle scuole dipendenti. Si ricorda che per il nuovo ordinamento si devono inserire quattro caratteri: ITMM – IPID – LI01.

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Luciano Chiappetta

Allegati

Nota 6 dicembre 2012, MIURAOODGSSSI Prot. n. 5360/RU/U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi- Uff VII

Ai Dirigenti/Coordinatori delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie
e p.c.
Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola delle località ladine di Bolzano

Loro Sedi

 

Oggetto: Anagrafe nazionale alunni – nuove funzionalità

 

Con nota n. 4880 del 5-11-2012 sono state fornite indicazioni per il consolidamento delle frequenze 2012/2013 nell’Anagrafe Nazionale degli Alunni.

L’approssimarsi delle iscrizioni per il prossimo anno scolastico, da effettuare esclusivamente con modalità on line, richiede necessariamente l’integrale e puntuale aggiornamento dei dati presenti nell’Anagrafe, per consentire alle famiglie di potersi avvalere del nuovo servizio che interessa tutti gli alunni all’ingresso di ogni ciclo di studi.

Alla data attuale è da presumere che le scuole abbiano, con la funzione “Chiusura attività”, completato le attività di avvio del nuovo anno scolastico.

Successivamente a tale fase, le scuole, utilizzando la funzione “Alunni a.s. precedente non collocati”, hanno provveduto a indicare il motivo della mancata presenza di alunni frequentanti nell’anno scolastico precedente e non presenti nell’anno scolastico corrente.

Per consentire di definire ulteriormente tutte le situazioni problematiche, emerse a seguito delle numerose segnalazioni pervenute, riguardanti gli “Alunni a.s. precedente non collocati”, a partire dal 6 dicembre viene messa a disposizione una nuova funzione nonché implementate due funzioni già esistenti.

 

Nuova funzione

“Ricongiungimento posizioni scolastiche”: la funzione consente di assegnare ad un alunno il codice fiscale giusto nel caso in cui risulti presente in Anagrafe con due differenti codici fiscali. Accedendo alla funzione vengono visualizzati due campi:

  • Codice fiscale errato
  • Codice fiscale corretto

in cui devono essere inseriti i due differenti codici fiscali.

Con il pulsante “Ricongiungi” il sistema visualizza tutte le informazioni associate ai due codici fiscali.
Con il tasto “Conferma”, il sistema unifica le due posizioni mantenendo le informazioni associate al codice fiscale corretto.

L’operazione di ricongiungimento è irreversibile.

La funzione è anche attivabile direttamente dall’elenco “ ”. In tal caso viene prospettato nel campo Codice fiscale errato quello che compare in elenco.

 

Funzioni preesistenti aggiornate

“Gestione dati alunno”: la funzione viene aggiornata per consentire la gestione di quegli alunni presenti nell’elenco “Alunni a.s. precedente non collocati” che, dopo la trasmissione del flusso al SIDI, non risultano più presenti essendosi trasferiti. Questi alunni, che hanno chiesto il “nulla osta” o che hanno interrotto la frequenza prima dell’elaborazione del flusso, possono essere inseriti direttamente da parte della scuola, tramite la funzione “Gestione dati alunno” selezionando lo stato “Trasferito” oppure “Interruzione di frequenza” e indicando il codice fiscale in “Inserisci alunno”.

“Alunni a.s. precedente non collocati”: la funzione viene aggiornata per consentire l’inserimento di alunni ammessi ad un successivo ordine di scuola. Questo è il caso di alunni che compaiono nell’elenco ma che in realtà sono passati ad un ordine o grado di scuola superiore (alunni del 5° anno delle scuole primarie, studenti del 3° anno delle scuole secondarie di I grado, alunni del 4° anno del liceo artistico). Per tali alunni è possibile utilizzare la motivazione “Ammesso/Licenziato/Diplomato”

 

Nuovo sistema aggiornamento Anagrafe

A partire dal 10 dicembre le scuole che hanno dichiarato la “Chiusura attività” devono scegliere una delle seguenti modalità operative presenti nella nuova funzione “Scelta operativa”:

  • “Aggiornamento sincronizzato con il sistema locale”
  • “Aggiornamento diretto nel SIDI” (impostata in automatico).

In particolare, l’“Aggiornamento sincronizzato con il sistema locale”, studiato in collaborazione con i principali fornitori dei pacchetti software, consente alle scuole di operare sul proprio pacchetto locale, aggiornando contemporaneamente i dati presenti nel SIDI. In tal modo le due basi informative si mantengono sincronizzate con la garanzia che l’operazione rispetta le regole definite dal MIUR.

Il fornitore del software locale avrà cura di comunicare alle scuole i tempi e le specifiche operative per il passaggio al nuovo sistema.

Si sottolinea che l’attivazione della nuova funzionalità presuppone il perfetto allineamento della base dati presente nel SIDI con quella nel pacchetto locale. Le scuole devono pertanto controllare i dati e assicurarsi che le posizioni degli alunni siano esattamente uguali in entrambi i sistemi. Tale allineamento riguarda la consistenza numerica degli alunni, l’uguaglianza dei dati anagrafici, le classi e gli indirizzi di frequenza che devono essere gli stessi nel pacchetto e nel SIDI.

La scuola che utilizzi un pacchetto locale ma che preferisca operare attraverso l’“Aggiornamento diretto nel SIDI” deve effettuare le eventuali variazioni sugli alunni sia nel proprio pacchetto locale sia nel SIDI per assicurare, come già detto, l’allineamento delle due base dati.

Se la scuola non utilizza programmi di fornitori esterni per la gestione degli alunni, la scelta è ovviamente quella di “Aggiornamento diretto nel SIDI”.

La scelta operativa è comunque modificabile in qualsiasi momento da parte della scuola qualora se ne ravvisi la necessità.

per il Direttore GeneraleGianna Barbieri

Nota 5 novembre 2012, Prot. N. 4880

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi

 

Ai Dirigenti/Coordinatori delle Istituzioni scolastiche statali e non statali

e p.c. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali

Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento

Al Sovrintendente Scolastico per la scuola in lingua italiana di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola delle localita ladine di Bolzano Loro Sedi

 

Oggetto: Anagrafe Nazionale degli Alunni – fase di consolidamento frequenze a.s. 2012/2013.

 

L’Anagrafe Nazionale degli Alunni, inizialmente finalizzata all’assolvimento del diritto dovere all’istruzione, rappresenta oggi uno strumento essenziale per l’assolvimento dei compiti istituzionali del Ministero, così come previsto dalla legge n. 35/2012.

Per questo motivo, il sistema dell’Anagrafe è oggetto di particolare attenzione e, per agevolare l’attività delle scuole, il processo di aggiornamento viene ulteriormente migliorato.

A partire da quest’anno, viene resa disponibile una nuova modalità, concordata con i principali fornitori dei pacchetti software, che consente alle scuole, con un’unica operazione, di aggiornare contemporaneamente i dati del sistema locale e quelli presenti sul SIDI.

Questa modalità di aggiornamento viene resa disponibile dai fornitori certificati a partire dal 10 dicembre.

A partire da tale data, le scuole devono scegliere la modalità con cui operare: “gestione diretta nel SIDI” oppure “aggiornamento sincronizzato con il sistema locale”.

Vengono di seguito illustrate le modalità operative che le scuole devono adottare nella fase intermedia fino al 10 dicembre, data in cui trova attuazione il nuovo sistema.

Le funzionalità per la gestione puntuale delle singole posizioni degli alunni in Anagrafe (inizialmente previste per il 5 novembre), vengono rese disponibili a partire dal giorno 8 novembre. Per accedere a queste funzionalità è necessario che la scuola abbia concluso la trasmissione dei frequentanti per l’a.s. 2012/2013 e indicato, con l’apposita funzione, la “Chiusura attività”.

Si fa presente che, se non viene dichiarata la chiusura delle attività è possibile inviare i dati sulle frequenze tramite flusso/shift ma non accedere alla fase di consolidamento.

Dopo la “Chiusura attività” le scuole devono aver cura di tenere aggiornate tutte le posizioni degli alunni utilizzando le consuete funzioni di gestione (inserimento, rettifica, cancellazione). Da quest’anno è stata ampliata la tipologia degli stati di frequenza dell’alunno, diversificati anche in base all’età e alla normativa che disciplina l’obbligo scolastico e formativo (vedi tabella allegata); di conseguenza, le scuole devono specificare la motivazione di ogni variazione dello stato di frequenza dei propri alunni, precisando la data in cui l’evento si è verificato.

Inoltre, vengono introdotte due nuove funzioni:

 

“Alunni as precedente non collocati”: consente di visualizzare l’elenco degli alunni frequentanti la scuola nel precedente anno scolastico 2011/12, che non risultano presenti nella stessa scuola nel corrente anno scolastico. Per tali alunni deve essere indicata la motivazione della mancata frequenza;

“Gestione classi”: permette di individuare, ove presente, le classi che costituiscono la “pluriclasse”.

 

A partire dall’8 novembre è disponibile la guida operativa aggiornata nell’Area dei procedimenti amministrativi.

 

Il Direttore Generale

Emanuele Fidora

———

Tabella Stati alunno Frequenza

  • proveniente da esame d’idoneità
  • frequentante all’estero per breve periodo
  • frequentante all’estero per l’intero anno
  • itineranteTrasferimenti
  • trasferimento in altra scuola italiana, statale o paritaria
  • trasferimento in altra scuola italiana, non paritaria
  • trasferimento in scuola all’estero
  • passaggio all’apprendistato (solo in età di obbligo scolastico, per 15enni)
  • passaggio all’IeFP (Istruzione e Formazione Professionale)Interruzioni di frequenza
  • passaggio all’istruzione parentale (solo in età di obbligo scolastico)
  • a rischio di abbandono (solo in età di obbligo scolastico, quando la scuola ha attivato le procedure di controllo per il mancato assolvimento dell’obbligo)
  • abbandono (solo con obbligo scolastico assolto)
  • passaggio all’apprendistato (solo con obbligo scolastico assolto)
  • ritiro entro il 15/3
  • passaggio all’istruzione per adulti (CTP – solo con obbligo scolastico assolto)
  • decesso