Archivi tag: Concorsi

“Vorrei una legge che…”

Sono 12 i progetti delle scuole primarie risultati vincitori e le cui classi quinte parteciperanno alla cerimonia di premiazione nell’Aula di Palazzo Madama. Altre 11 scuole, particolarmente meritevoli per i progetti presentati, riceveranno la visita di una delegazione del Senato. Numerosi i temi sviluppati e le proposte presentate; ad esempio: ­

la tutela del territorio
la scuola ­
il senso civico ­
la diffusione dell’informazione ­
il rispetto dell’ambiente.


Concorso scolastico nazionale “Vorrei una legge che…”

Questi gli Istituti scolastici vincitori del concorso e che saranno invitati alla cerimonia di premiazione nell’Aula legislativa di Palazzo Madama:

IC “Via Laparelli 60”, Roma
IC “Mazzini-Fermi”, Avezzano (L’Aquila)
Scuola primaria “Aldo Moro”, Tavernole sul Mella (Brescia)
IO “Montefeltro”, Sassocorvaro (Pesaro)
ICS “C. G. Viola”, Taranto
IC “G. Puccini”, Scuola primaria, Piegaio di Pescaglia (Lucca)
IC “Serafini-Di Stefano”, Scuola primaria “L. Di Stefano”, Sulmona (L’Aquila)
IC Giavera del Montello, Scuola primaria “Oreste Battistella”, Nervesa della Battaglia (Treviso)
IC “S. Eufemia Lamezia”, Lamezia Terme (Catanzaro)
Terzo Circolo Didattico, Mondragone (Caserta)
Scuola primaria “Lucia Amato”, Santa Teresa di Riva Messina (Messina)
IC “Molise altissimo”, Carovilli (Isernia)

Inoltre, particolarmente meritevoli per i progetti presentati, le seguenti scuole riceveranno la visita di una delegazione del Senato:

Direzione Didattica 5° Circolo, Giugliano in Campania (Napoli)
ICS “B. Croce”, Lauro (Avellino)
ICS “Aristide Gabelli”, Misterbianco (Catania)
IC “A. Manzoni-D. Alighieri”, Cellino San Marco (Brindisi)
Direzione Didattica II Circolo “Giovanni XXIII”, Mesagne (Brindisi)
IC “S. G. Bosco-Manzoni”, Sannicandro di Bari (Bari)
Direzione Didattica II Circolo “Ruggero Settimo”, Castelvetrano (Trapani)
Direzione Didattica 6° Circolo “Sirtori”, Marsala (Trapani)
ICS “Giovanni Falcone”, ex Fondo Raffo, Palermo
IC “Antonio Rosmini”, Roma
IC di Carignano, Carignano (Torino)

Vincitori Bando “Leonardo Da Vinci 2019”

Sono disponibili le liste dei vincitori della prima edizione (2019) del Bando “Leonardo Da Vinci”, concorso finalizzato a valorizzare a livello internazionale le competenze e le capacità del capitale umano della Formazione superiore e della Ricerca italiane.

Le procedure di valutazione quest’anno si sono svolte nell’ambito del 500° anniversario della morte della più significativa figura di scienziato e artista italiano del Rinascimento. Il Premio si articola su tre Azioni, ovvero:

  1. Dieci azioni di Mobilità dei docenti della Formazione superiore italiana, finanziando posizioni all’estero di visiting academics;
  2. Venti azioni di Mobilità di giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, assegnisti di ricerca, cultori della materia, studenti con laurea specialistica/magistrale e studenti con diploma accademico di secondo livello (AFAM);
  3. Dieci Medaglie “Leonardo Da Vinci” per il miglior elaborato originale scientifico o artistico, riferibile alle categorie dei giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, cultori della materia, studenti con laurea specialistica/magistrale e studenti con diploma accademico di secondo livello (AFAM).

La fase di proposta delle candidature ha visto partecipare tutte le Istituzioni italiane della Formazione superiore, dipartimenti universitari, facoltà, accademie, conservatori e istituti superiori per l’industria artistica (ISIA). Inoltre sono state ammesse alla proposta di candidatura per l’Azione 3 anche le Ambasciate Italiane all’estero. Il processo di valutazione ha coinvolto presso il MIUR: il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), il Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e le conferenze dei Direttori delle Accademie di Belle Arti e dei Conservatori di Musica, riuniti in un’apposita Commissione, coordinata dal MIUR.

Sulla base dell’analisi dei requisiti formali svolta dalla CRUI, la Commissione ha preso atto che sono risultate ammissibili alla valutazione 151 domande di partecipazione, così ripartite: 56 per l’Azione 1 (di cui due provenienti dal settore AFAM), 67 per l’Azione 2 (di cui una dal settore AFAM), 28 per l’Azione 3 (di cui una dal settore AFAM e due da Ambasciate italiane all’estero).

La Commissione ministeriale ha concluso i lavori con la pubblicazione delle liste dei vincitori. Si è trattato di una grande collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti. Collaborazione che ha inaugurato, con questa prima edizione, le celebrazioni della “Giornata delle Ricerca italiana nel mondo” che ogni anno avranno luogo in tutto il mondo il 15 aprile, data di nascita di Leonardo da Vinci.

Olimpiadi di Problem Solving

Quasi 25.000 gli studenti in competizione

(Lunedì, 15 aprile 2019) Logica, coding, problemi e algoritmi. Ma anche tanta fantasia. Con la cerimonia di premiazione dei vincitori si sono concluse sabato sera, a Cesena, le Olimpiadi di Problem Solving (OPS). Per due giorni, venerdì e sabato, quasi 500 studenti si sono sfidati per conquistare il gradino più alto del podio. Erano in circa 25.000 ai nastri di partenza.

Le Olimpiadi di Problem Solving, quest’anno alla 11esima edizione, sono promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione -. Sono rivolte agli alunni delle ultime due classi della scuola primaria e agli studenti del triennio della scuola secondaria di I grado e del primo biennio della secondaria di II grado. Sono competizioni a squadre (da 4 alunni ciascuna) per tutte le classi della primaria e della secondaria. I ragazzi del triennio della scuola secondaria di I grado e del primo biennio della secondaria di II grado possono partecipare anche a gare individuali.

Novanta i minuti a disposizione dei concorrenti per risolvere i 13 problemi previsti per la gara a squadre e per sciogliere gli 8 per la gara individuale.

Sono stati 470 gli studenti che in totale hanno partecipato alle finali nazionali: 116 per la primaria, 165 per la secondaria di I grado e 189 per la secondaria di II grado.

Le Olimpiadi hanno proposto non solo gare di Problem Solving. Ma anche competizioni a squadre di coding e makers per gli studenti della scuola primaria e secondaria di I grado e programmazione e makers per gli studenti del biennio e del triennio delle scuole superiori di secondo grado (gli ‘atleti’ hanno dovuto realizzare un programma o un prototipo secondo le caratteristiche previste dal bando). Le selezioni nazionali sono state ospitate dal Dipartimento di Ingegneria e Informatica e Scienze dell’Università degli Studi di Bologna, sede di Cesena.

Il link al sito delle OPS e i nominativi di tutti i vincitori:
https://www.olimpiadiproblemsolving.it

Olimpiadi di Fisica

Olimpiadi di Fisica, premiati il 13 aprile i dieci vincitori della 33esima edizione. Cinque di loro voleranno a luglio a Tel Aviv per le competizioni internazionali

Sono stati premiati il 13 aprile i dieci vincitori delle 33-sime Olimpiadi di Fisica che si sono svolte a Senigallia, presso il Liceo Scientifico “Medi”, dal 10 al 13 aprile. Le Olimpiadi sono organizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con l’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF).

I 100 studenti, selezionati per la Gara Nazionale, si sono sfidati sui titoli, teorici e sperimentali, “… dedicato a Leonardo”, “Là, dove finisce il solenoide”, “Luce dal ghiaccio: un alone per il Sole”, “Il chilogrammo di Planck”, “Effetti Joule e Peltier”. Tre giorni di sfide e lavoro, durante i quali gli studenti, oltre ad affrontare la gara sperimentale e quella teorica, hanno potuto assistere a conferenze su argomenti scientifici e confrontarsi su temi e interessi comuni.

La gara nazionale è stata dedicata, quest’anno, al 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci e all’importante risoluzione della 26a Conferenza Generale di Pesi e Misure di Parigi, tenutasi lo scorso anno, in base alla quale tutte le unità di misura sono definite a partire dai valori dati per definizione di altrettante costanti fisiche fondamentali.

Il processo di selezione che ha portato i migliori cento a incontrarsi e sfidarsi a Senigallia è iniziato nello scorso mese di dicembre con le gare di istituto, alle quali hanno partecipato circa 50.000 studenti distribuiti nelle 850 scuole iscritte al concorso. Alla gara di secondo livello, tenutasi nello scorso mese di febbraio, hanno avuto accesso 4.000 studenti assegnati a 58 poli nazionali.

Gli studenti vincitori saranno invitati al seminario di formazione “Ad un passo dalle IPhO” che si terrà il prossimo mese di maggio presso lo ICTP di Trieste, al termine del quale con una ulteriore prova teorica e sperimentale verranno scelti i cinque ragazzi che rappresenteranno l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Fisica che si svolgeranno in Israele, a Tel Aviv, dal 7 al 15 luglio prossimi.

Altri cinque studenti, selezionati al termine della gara nazionale, parteciperanno invece alle Olimpiadi Europee della Fisica che si terranno a Riga, in Lettonia, dal 31 maggio al 4 giugno prossimi.


I vincitori

Cognome Nome Scuola Città
Arundine Mattia Liceo Scientifico Alfonso Gatto Agropoli
Benotto Pietro Liceo Scientifico Vallauri Fossano
Debortoli Francesco Liceo Scientifico Galileo Galilei Trento
Furlanetto Daniele Liceo Scientifico Leonardo da Vinci Treviso
Muscarella Luca Liceo Scientifico A. Volta Milano
Plattner Nikolas Liceo Scientifico Galileo Galilei Trento
Steccanella Luigi Liceo Scientifico Angelo Messedaglia Verona
Temperini Guglielmo Liceo Scientifico G. Alessi Perugia
Valerio Tommaso Liceo Scientifico Parentucelli-Arzelà Sarzana
Varrone Mattia Liceo Scientifico A. Volta Milano

Nota 12 aprile 2019, AOODGOSV 6320

Ai Dirigenti scolastici delle scuole secondarie di primo grado
Loro Sedi

Oggetto: Proroga termini partecipazione concorso “AA. Fantascienza cercasi”.

Si comunica che i termini di partecipazione al Concorso “AA. Fantascienza cercasi” per l’anno scolastico 2018/2019, di cui al bando allegato, sono stati posticipati al 30 aprile 2019.
Con l’occasione, si allega la scheda di partecipazione.

IL DIRETTORE GENERALE
Maria Assunta Palermo

Olimpiadi di Italiano


Olimpiadi di Italiano, premiati i vincitori
Il Ministro Bussetti: “Una vittoria di tutta la scuola”

Sono stati proclamati questa mattina i vincitori della IX edizione delle Olimpiadi di Italiano, promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con la collaborazione dell’Accademia della Crusca. La premiazione si è tenuta nell’Auditorium ‘Vivaldi’ della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. I vincitori si sono distinti dopo una selezione impegnativa: quest’anno sono stati quasi 70.000 i ragazzi che hanno partecipato a tutte le fasi di selezione. Mai così tanti. Un numero record. E solo in 82 sono arrivati a Torino per la conquista del podio.

“Complimenti ai vincitori. E a tutti gli studenti che si sono sfidati sulla conoscenza della lingua italiana – ha detto il Ministro Marco Bussetti -. Queste Olimpiadi non sono una semplice competizione. Rappresentano una festa di tutta la scuola. Dimostrano che si può imparare divertendosi. Oggi a Torino sono stati premiati i nostri giovani più eccellenti. Ma eccellente è tutta la scuola quando vive la sua dimensione di comunità e si impegna con passione”.

Le Olimpiadi di Italiano sono gare individuali riservate a tutti gli studenti delle scuole secondarie di II grado. Per la prima volta, tra i vincitori assoluti di categoria risulta un alunno di un Istituto Tecnico. La competizione per la finale si è tenuta ieri, nell’Aula Magna del Liceo D’Azeglio. I ragazzi in corsa per il titolo, nelle quattro ore a disposizione, hanno dovuto dimostrare non solo una conoscenza approfondita dell’italiano, ma anche capacità di scrittura, di sintesi, di comprensione e di elaborazione del testo.

Oltre alle tradizionali medaglie, i vincitori delle Olimpiadi di Italiano riceveranno libri e soggiorni studio in Italia e all’estero offerti dai partner che sostengono l’iniziativa.

Il supporto organizzativo per l’intera manifestazione è del Liceo D’Azeglio di Torino.

I nomi dei ragazzi premiati:

CATEGORIA SENIOR
1.  Anna Tiso – Liceo Classico Trissino Valdagno (VI), classe 4^ SC
2.  Francesco Paronetto – Liceo Scientifico ‘Primo Levi’, Montebelluna (TV), classe 4^ ASC
3.  Caterina Moro – Liceo Classico ‘Leopardi Majorana’, Pordenone, classe 5^ CG

CATEGORIA JUNIOR
1.  Leonardo Deambrogio – Istituto Tecnico Economico ‘Leardi’, Casale Monferrato (AL), classe 2^ A
2.  Matthias Castlunger – Istituto Tecnico Economico, Bolzano, classe 1^ A
3.  Giulia Cerroni – Liceo Classico Musicale ‘B. Zucchi’, Monza, classe 2^ A

CATEGORIA SENIOR ESTERO
1.  Alessandro Borys – Liceo Italiano I.M.I., Istanbul, Turchia, classe 4^ A

CATEGORIA JUNIOR ESTERO
1.  Alessandro Poloniato – Istituto Italiano ‘Leonardo da Vinci’, Parigi, Francia, classe 1^

PREMI ‘DIDATTICI’

CATEGORIA SENIOR
Area liceale: Maria Alessia Di Maio – Liceo Classico Scientifico ‘Vittorio Imbriani’, Pomigliano d’Arco (NA), classe 5^ BS
Area tecnica: Enrico Miotto – Istituto di Istruzione Superiore ‘Viola-Marchesini’, Rovigo, classe 5^ C
Area professionale: Mariagrazia Losurdo – Istituto di Istruzione Superiore ‘N. Garrone’, Barletta, classe 4^ D

CATEGORIA JUNIOR
Area liceale: Gaia Volpe – Istituto di Istruzione Superiore ‘P.P. Parzanese’, Ariano Irpino (AV), classe 2^ A
Area tecnica: Eleonora Crabu – Istituto di Istruzione Superiore ‘Luigi Einaudi’, Senorbi (SU)
Area professionale: Valentina Pace – Istituto di Istruzione Superiore ‘Giovanni Giolitti’, Torino


A Torino la finale nazionale
Quasi 70.000 gli studenti iscritti alle selezioni: un nuovo record
In corsa per il podio 82 campioni
Il Ministro Bussetti: “È un’emozione vedere la passione dei ragazzi per la nostra lingua”

Al via il 4 aprile a Torino, con la cerimonia di apertura, le Olimpiadi di Italiano giunte alla nona edizione e promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con la collaborazione dell’Accademia della Crusca. A sfidarsi in gara, a partire dalle 9.00, nell’Aula Magna del Liceo D’Azeglio, saranno 82 studenti delle scuole di tutta Italia e delle scuole e sezioni italiane all’estero. Si tratta dei finalisti selezionati fra i quasi 70.000 ragazzi che hanno partecipato alle competizioni di istituto e regionali in questi mesi. Un nuovo record: i partecipanti non sono mai stati così tanti. Sabato la cerimonia di premiazione, alle 9.00, nell’Auditorium ‘Vivaldi’ della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Ad accompagnare la competizione saranno le Giornate della Lingua Italiana: dibattiti, tavole rotonde e seminari con accademici, scrittori e linguisti.

“Queste Olimpiadi non sono solo una gara, ma una festa. E per me è un’emozione vedere tanti ragazzi che si appassionano alla nostra lingua. Ogni anno sempre di più: quando c’è tanto entusiasmo nelle nuove generazioni possiamo solo essere ottimisti. E noi adulti abbiamo la responsabilità di non deludere questa energia”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. Il Ministro ha oggi inviato un messaggio di saluto agli 82 finalisti.

Nona edizione da primato
Sono stati 69.254 gli studenti che hanno partecipato a tutte la fasi di selezione, da quelle di istituto alle regionali, fino ad arrivare alla sfida per il podio. Quasi 10.000 in più rispetto alla precedente edizione, quando a sfidarsi sono stati 60.300 alunni e tre volte in più rispetto a cinque anni fa (nel 2015 gli iscritti sono stati 24.920). I finalisti provengono in prevalenza da percorsi liceali. Ma continua ad aumentare la presenza degli iscritti a percorsi tecnici (10.024 contro gli 8.776 dell’anno precedente) e professionali (2.108 in gara rispetto ai 1.779 della passata edizione). Tra tutti gli iscritti le ragazze prevalgono sui ragazzi, rispettivamente sono 26.573 e 42.681. Una tendenza che si inverte nella gara per il podio: 43 i ragazzi e 39 le ragazze. Con 8.328 studenti la Campania è la regione più rappresentata. Seguono Puglia e Lombardia con 7.908 e 6.604 alunni. Piemonte (9 concorrenti), Lombardia (8) e Veneto (7) le più numerose in finale. In crescita anche il numero degli istituti scolastici che partecipano alle Olimpiadi: 1.202 (erano 1.154 nel 2016). E aumenta pure la partecipazione per le scuole e le sezioni italiane all’estero che quest’anno hanno contato 658 iscritti, cento in più guardando all’anno scorso. Quattro i finalisti. Provengono dalla Francia, dalla Germania, dalla Russia e dalla Turchia.

Tra logica e creatività: le gare
Nelle quattro ore a disposizione per la prova conclusiva, i ragazzi dovranno dimostrare non solo una conoscenza approfondita dell’italiano, ma anche capacità di scrittura, di sintesi, di comprensione e di elaborazione del testo.
Le Olimpiadi sono gare individuali per gli studenti delle scuole secondarie di II grado. Quattro le categorie della competizione: Junior e Senior per gli istituti italiani e Junior e Senior per le scuole e le sezioni italiane all’estero. La categoria Junior è riservata agli alunni del biennio. La Senior agli iscritti degli ultimi tre anni di corso. Le prove degli studenti saranno valutate da una giuria di esperti nominata dal Miur e composta da: Gian Luigi Beccaria (presidente onorario), Giuseppe Patota (presidente), Valeria Della Valle, Giovanna Frosini, Giorgio Graffi, Carla Marello, Gino Ruozzi, Sergio Scalise, Elettra Solignani, Silvia Tatti.

Dietro le gare: il ritratto di una generazione
Il racconto delle Olimpiadi è anche il racconto di una generazione. È il racconto dei sogni, delle ambizioni, delle realtà di questi ragazzi. “Il mio sogno è di cambiare il mondo in maniera tale da renderlo migliore”, confida Elena. Mentre Nicola aspira a “raggiungere la felicità personale”. “Vorrei rendere ogni giorno diverso dal precedente”, il desiderio di Veronica. Molti sperano di riuscire a diventare “bravo” dottore, o ambasciatore, o ricercatore, o insegnante. In tanti hanno già alle spalle una esperienza di studio all’estero perché “è importante andare oltre la propria cultura”. E tra un sogno e l’altro poi c’è il quotidiano della propria età. Che non è solo lo studio, la famiglia o gli amici. Ma è anche quella fatta dal volontariato, dal teatro, dallo sport, dalla cucina, o dalla musica (in tanti rivelano di ascoltare la classica e di suonare uno strumento).


Il saluto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Cari ragazzi,

è arrivato il momento: in questi giorni siete a Torino per partecipare alla finale delle Olimpiadi di Italiano, una competizione che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca promuove e sostiene insieme all’Accademia della Crusca.
Siete partiti in 70.000, un numero record. E solo in 82 siete riusciti a superare le varie fasi della gara e vi contendete adesso il titolo di vincitore. Siete tra le menti più brillanti della nostra scuola: voglio complimentarmi con voi. Sono orgoglioso della vostra eccellenza. Purtroppo alcuni impegni istituzionali non mi consentono di essere presente, ma faccio il tifo per voi a distanza.
Grazie a questa iniziativa, che vede di anno in anno un coinvolgimento sempre maggiore di giovani, avete la possibilità di mettervi alla prova sfidandovi su regole grammaticali e sintattiche, su sfumature lessicali. Ma soprattutto di dimostrare il vostro amore per l’Italiano, patrimonio della nostra cultura e parte della nostra identità. E di condividerlo con esperti, studiosi e accademici che partecipano alle “Giornate della Lingua Italiana”, dedicate quest’anno a Leonardo da Vinci, in occasione del cinquecentenario della sua morte, e a Primo Levi, nel centenario della nascita.
Questa esperienza vi rimarrà nel cuore. Così come la vostra passione: è un bene prezioso che vi permetterà di fare grandi cose per il vostro futuro. Godetevi la sfida, mettetevi in gioco e date il meglio.

In bocca al lupo a tutti e vinca il migliore.

Marco Bussetti

Giornata Mondiale del Teatro

La Giornata Mondiale del Teatro è stata creata a Vienna nel 1961; dal 27 marzo 1962 è celebrata dai Centri Nazionali dell’International Theatre Institute dell’Unesco. http://www.giornatamondialedelteatro.it/


LA V A DELL’IIS “ETTORE MAJORANA” DI ROSSANO, IN PROVINCIA DI COSENZA, CONQUISTA IL CONCORSO NAZIONALE “SCRIVERE IL TEATRO” PROMOSSO DA MIUR E CENTRO ITALIANO DELL’ITI-UNESCO IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO

Mercoledì 27 marzo al Teatro Vascello di Roma gli studenti e le studentesse calabresi, dopo una residenza artistica a Cinigiano, in provincia di Grosseto, proporranno lo spettacolo “Ti ho trovato!”. Ospiti della manifestazione, coordinata dalla giornalista Laura Palmieri (“Il Teatro di Radio3”), Tobias Biancone (direttore generale ITI – UNESCO), Fabio Tolledi (regista e direttore artistico di Astragali teatro, presidente del Centro Italiano e Vicepresidente della rete mondiale dell’ITI -UNESCO), il dirigente del Miur Giuseppe Pierro, e il regista cubano Carlos Celdrán, autore del Messaggio della Giornata mondiale del Teatro 2019. Lo spettacolo “Ti ho trovato!” sarà in replica al Teatro Paolella di Rossano domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile.

Mercoledì 27 marzo al Teatro Vascello di Roma, gli studenti e le studentesse della V A (Elettronica) dell’IIS “Ettore Majorana” di Rossano, in provincia di Cosenza, saranno in scena con “Ti ho trovato!”, testo vincitore di “Scrivere il teatro”. Il concorso nazionale promosso dal MIUR – Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione e dal Centro italiano dell’International Theatre Institute, la più vasta organizzazione di teatro nel mondo fondata dall’Unesco nel 1948, in collaborazione con Istituto Alberghiero Costaggini di Rieti, Accademia Mutamenti, Teatro Vascello, Comune di Cinigiano e Regione Toscana, è nato per favorire la promozione della cultura teatrale nelle giovani generazioni e per celebrare in maniera creativa la Giornata Mondiale del Teatro, istituita dall’ITI nel 1962, che si tiene proprio il 27 marzo.

Studenti di Primarie, Medie e Superiori di tutta Italia sono stati invitati a mettersi alla prova, in qualità di drammaturghi, presentando un testo della durata massima di dodici minuti. La giuria (composta da Lina Prosa, Renato Gabrielli, Fabio Tolledi, Giorgio Zorcù, Giuseppe Pierro e Renato Corosu) ha segnalato i testi “Chi trova un amico trova un diritto” (Scuola Primaria “Alessandro Manzoni” di Parabiago, Milano), “Noi, dal loro punto di vista” (Scuola secondaria di primo grado “Giuseppe Bagnera” di Roma), “Levante” (Scuola secondaria di secondo grado I.I.S. “Giacomo Leopardi” di San Benedetto del Tronto) e ha premiato “Ti ho trovato!”.

Dopo una residenza artistica curata da Accademia Mutamenti di Giorgio Zorcù (direttore artistico del concorso) e Sara Donzelli a Cinigiano, in provincia di Grosseto (con un’anteprima sabato 23 marzo), sul palco del Vascello, gli autori/attori Nicola Amodeo, Andrea Conforti, Salvatore Graziano, Rosaria Licciardi, Maria Martino, Marco Milito, Mario Motta, Gianluca Parrilla, Luigi Parrilla, Michele Sisca, Francesco Viola (Docente referente Maria Letizia Guagliardi, Consulente musicale Renato Corosu, Luci e teniche Davide Picolli) proporranno la delicata storia di un ragazzo che ha perso la madre e che è vittima di incomprensioni da parte del padre e di alcuni bulli della scuola, dai ragazzi. La messa in scena – ed è questo l’aspetto più innovativo di Scrivere il teatro – è realizzata dopo un periodo di residenza artistica full immersion, in cui i ragazzi simulano un processo artistico creativo reale. Dopo Roma, lo spettacolo sarà in replica al Teatro Paolella di Rossano, domenica 31 marzo (ore 16 e 18) e lunedì 1 aprile (ore 9 e 11).

La mattinata al Teatro Vascello (che prenderà il via alle 10) sarà coordinata da Laura Palmieri, giornalista e conduttrice della trasmissione Rai “Il Teatro di Radio3” e ospiterà Tobias Biancone (direttore generale ITI – UNESCO), Fabio Tolledi (regista e direttore artistico di Astragali teatro, presidente del Centro Italiano e Vicepresidente della rete mondiale dell’ITI -UNESCO), il dirigente del Miur Giuseppe Pierro, e il regista cubano Carlos Celdrán, autore del Messaggio della Giornata mondiale del Teatro 2019. Ogni anno, infatti, nei teatri e nelle realtà culturali che sostengono e aderiscono all’iniziativa, risuona un unico Messaggio, affidato a una personalità della cultura mondiale per testimoniare le riflessioni vive sul tema del Teatro e della Cultura della Pace. Dopo, tra gli altri, Jean Cocteau, Arthur Miller, Laurence Olivier, Jean-Louis Barraul, Peter Brook, Dimitri Chostakovitch, Maurice Béjart, Luchino Visconti, Richard Burton, Ellen Stewart, Eugène Ionesco, Umberto Orsini, Vaclav Havel, Ariane Mnouchkine, Augusto Boal, John Malkovich, i Premi Nobel Miguel Angel Asturias, Dario Fo, Pablo Neruda, Wole Soyinka, quest’anno il messaggio è firmato proprio da Celdrán, classe 1963, pluripremiato regista teatrale, drammaturgo, accademico e professore che vive e lavora a L’Avana e ha portato i suoi spettacoli in tutto il mondo. In serata, dalle 20:30, sempre al Teatro Vascello, prima dello spettacolo Abitare la battaglia diretto da Pierpaolo Sepe, interverranno Fabio Tolledi, Tobias Biancone e lo stesso Celdrán che leggerà il Messaggio.

Diario 15 marzo 2019

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DIARIO

Diario della prova preselettiva del concorso pubblico, per esami e titoli, a duemilaquattro posti di direttore dei servizi generali ed amministrativi del personale ATA

(GU – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – n.21 del 15-03-2019)

Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall’art. 12, comma 2, del D.D.G. n. 2015 del 20 dicembre 2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – n. 102 del 28 dicembre 2018, si comunica che la prova preselettiva del concorso pubblico, per esami e titoli, a duemilaquattro posti di direttore dei servizi generali ed amministrativi, si svolgera’ l’11, il 12 e il 13 giugno 2019.

Si rende noto, altresi’, che almeno venti giorni prima rispetto alle date su indicate, sul sito internet del Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca (www.miur.gov.it), sara’ pubblicata la banca dati di 4000 quesiti da cui verranno estrapolati i quesiti oggetto della prova preselettiva.

Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Si comunica, infine, che l’elenco delle sedi con la loro esatta ubicazione, l’indicazione della destinazione dei candidati distribuiti sulla base della regione per la quale hanno presentato la domanda di partecipazione, nonche’ l’ora di svolgimento della prova preselettiva e le ulteriori istruzioni operative, saranno comunicate almeno quindici giorni prima della data di svolgimento della prova tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero (www.miur.gov.it) e degli USR competenti.

I candidati si dovranno presentare nelle rispettive sedi d’esame muniti di un documento di riconoscimento in corso di validita’ e del proprio codice fiscale.

La prova preselettiva avra’ la durata massima di 100 minuti.

Di ogni altra comunicazione relativa alla procedura concorsuale, nonche’ di una eventuale modifica delle suddette date, verra’ dato avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – n. 42 del 28 maggio 2019.

Ogni ulteriore informazione e documentazione inerente alla
procedura concorsuale e’ disponibile all’indirizzo www.miur.gov.it – fascia «MONDO MIUR», tramite l’apposito banner «Concorso DSGA», sezione «Prova Preselettiva».

Nota 5 marzo 2019, AOODGSIP 938

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione

c.a. Dirigenti Scolastici
Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado
LORO SEDI

Oggetto: Concorso scolastico rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado

In occasione del decimo anno di attività del progetto “IoStudio – La Carta dello Studente”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a partire dall’a.s. 2008/09, la scrivente Direzione Generale propone un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, al fine di valorizzare e premiare la creatività dei giovani studenti, i quali potranno cimentarsi nella realizzazione di elaborati grafici o testuali e nell’ideazione di gadget.
Si trasmette in allegato alla presente il Bando di concorso contenente le modalità di partecipazione e i dettagli informativi e il modulo per la partecipazione.
Si ringrazia per la collaborazione

IL DIRETTORE GENERALE
Giovanna BODA

Concorso Nazionale “Cesare Cancellieri”

Online il bando del Concorso Nazionale a premi “Cesare Cancellieri”, giunto alla sua 6° edizione.

Il concorso è rivolto a docenti o gruppi di docenti di ogni ordine e grado di scuola che presentino lavori realizzati con gli studenti nell’ambito di una di queste tematiche:
– Sezione A: didattica della matematica
– Sezione B: valenza formativa dell’informatica
– Sezione C: giochi matematici, logici e linguistici

Saranno assegnati tre premi, per complessivi 1.500 Euro.

Il materiale va presentato entro il 17 settembre 2019.

La premiazione dei vincitori si terrà a Mantova durante la settimana di MantovaScienza 2019

Per il regolamento e tutte le informazioni, consultare il bando sul sito ufficiale:
https://www.premiocesarecancellieri.it/bando-concorso-insegnanti-premio-classi-scuole/

Il premio è intitolato a Cesare Cancellieri (1937-2002), insegnante di Scienze Matematiche, pionieristico sperimentatore a scuola delle nuove tecnologie e tra i fondatori dell’Associazione “Informatica e Didattica” di Mantova.

Nota 27 febbraio 2019, AOODGOSV 3618

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana della Provincia Autonoma di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca della Provincia Autonoma di BOLZANO
All’ Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine della Provincia Autonoma di BOLZANO
Al Dirigente Generale del Dipartimento della Conoscenza della Provincia Autonoma di TRENTO
Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Autonoma VALLE D’AOSTA
LORO SEDI
per il successivo inoltro
A tutte le Istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di secondo grado del territorio

Oggetto: Premio delle Camere di Commercio “Storie di alternanza”

Trivia Quiz 2019

A partire dal 22 febbraio fino al 6 aprile 2019, le classi delle scuole italiane di ogni ordine e grado potranno sfidarsi al Trivia Quiz 2019, il torneo interscolastico sull’Europa e la cittadinanza europea, partecipando online sulla piattaforma digitale Europa=Noi. Le nove classi vincitrici (3 per la scuola primaria, 3 per la secondaria di I grado e 3 per la secondaria di II grado) saranno premiate a Roma, con un attestato di merito, in occasione di un evento istituzionale.

Il Trivia quiz, giunto alla sua quinta edizione, è una iniziativa inserita nel progetto formativo Europa=Noi, promosso dal Dipartimento per le Politiche Europee, e rappresenta una originale occasione di apprendimento di alcuni tra i temi più rilevanti dell’Unione Europea.

Per parteciparvi, i docenti potranno accedere alla piattaforma Europa=Noi e procedere alla registrazione gratuita. Tutti i link utili sono reperibili alla seguente pagina web: http://www.politicheeuropee.gov.it/it/comunicazione/notizie/al-via-il-trivia-quiz-2019/

Certamen europeo Lingue classiche V edizione

Promuovere una riflessione sul concetto di cittadinanza europea tramite lo studio di autori e testi classici. Il Liceo Ginnasio Statale “Dante Alighieri” di Roma, in collaborazione con il Liceo “Terenzio Mamiani”, capofila della ‘Rete Nazionale dei Licei Classici’ del Centro Italia, il Liceo “Torquato Tasso”, e di concerto con esperti del mondo accademico italiano e in gemellaggio con il Wilhelmsgymnasium di Monaco di Baviera, organizza la V edizione del Certamen europeo delle Lingue classiche.

L’iniziativa è rivolta agli studenti italiani e appartenenti all’Unione Europea iscritti al secondo, quarto e quinto anno dei Licei classici, scientifici, linguistici ed è espressione del cambiamento in atto secondo le disposizioni legislative e attuative in materia di Esame di Stato. Per la partecipazione si richiede agli studenti italiani un voto non inferiore all’otto in latino e in greco (solo per le due sezioni destinate ai Licei classici) nella pagella dell’a.s. 2017-2018; agli studenti dell’Unione Europea una dichiarazione della scuola frequentata che attesti il livello di conoscenza della lingua latina e/o greca (buono, ottimo o eccellente).

La nuova edizione del Certamen si apre martedì 19 febbraio alle ore 15.30, con una giornata di studi sul tema “Il Mito di fondazione di Roma – Modelli politici e culturali”, presso l’Aula Polivalente della LUISS, in viale Romania 32, a Roma. Il concorso si svolgerà mercoledì 20 febbraio presso il Liceo “Terenzio Mamiani” per la prima sezione; presso il Liceo Classico “Dante Alighieri” per la seconda e terza sezione. La prova avrà la durata massima di quattro ore, con inizio alle ore 10.00 e termine ultimo alle ore 14.00. La premiazione avrà luogo venerdì 22 febbraio alle ore 11.30 presso il Liceo “Dante Alighieri”. Il primo premio delle tre sezioni ammonta a 200,00 euro; il secondo a 150,00 euro.

La prova sarà articolata in tre sezioni:

a – la prima, rivolta al II anno dei Licei classici, prevede la traduzione di tre brevi brani, rispettivamente in latino, in greco e in una delle lingue europee scelte dal candidato fra inglese, francese o tedesco, accompagnata da un commento strutturato in italiano o in lingua straniera;

b – la seconda, rivolta al IV e V anno dei Licei classici, verterà sull’analisi di testi di autori greci, latini e di filosofi moderni e contemporanei opportunamente selezionati; al candidato sarà richiesto di produrre un saggio breve in italiano o in una delle lingue europee a scelta fra inglese, francese o tedesco;

c – la terza sezione, rivolta al IV e V anno di tutti gli ordini di Licei, verterà sull’analisi di testi di autori greci, latini (forniti in traduzione), nonché di filosofi moderni e contemporanei opportunamente selezionati; al candidato sarà richiesto di produrre un saggio breve in italiano o in una delle lingue europee a scelta fra inglese, francese o tedesco.

Ogni scuola potrà partecipare con un numero massimo di quattro studenti. La partecipazione è a numero chiuso e non potrà superare i 70 concorrenti.

Decreto Ministeriale 8 febbraio 2019, AOOUFGAB 92

Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Disposizioni concernenti le procedure di specializzazione sul sostegno di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249 e successive modificazioni.