Archivi tag: Docenti

Nota 10 marzo 2017, AOODGRUF 5314

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Direzione generale per le risorse umane e finanziarie
Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie – Ufficio VII

Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali
E, p.c.
Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
SEDE

Nota 10 marzo 2017, AOODGRUF 5314

Oggetto: Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado (art.1 comma 121 L. 107/2015) – A.S. 2016/2017

Nota 16 settembre 2016, Prot. n. 6736

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio II
“Welfare dello Studente, partecipazione scolastica, dispersione e orientamento”

Ai Dirigenti scolastici di ogni ordine e grado
LORO SEDI

 

Oggetto: Italian Teacher Prize – Premio Nazionale Insegnanti, l’edizione italiana del Global teacher Prize

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il 30 giugno 2016 ha lanciato l’iniziativa denominata “Premio Nazionale Insegnanti – Italian Teacher Prize”, gemellato con il Global Teacher Prize, meglio conosciuto come il Nobel dei docenti, per designare l’insegnante nmigliore, capace di trasmettere il sapere e la passione per lo studio ai suoi studenti in maniera innovativa, a dispetto delle difficoltà e della scarsità di mezzi.

“Il Premio”, volto a premiare l’insegnante che, a livello nazionale, risulta essere espressione dei principi della Buona Scuola (art 1, comma 129 della legge 107/2015 che modifica il T. U. D.L.vo 297/1994) con la quale viene sancita, tra l’altro, la necessità di promuovere l’innovazione didattica, la qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti; risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche – delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

L’Italian Teacher Prize ha il merito di valorizzare il ruolo strategico che i docenti rivestono nella vita dei giovani, cittadini del futuro.

L’iniziativa è indirizzata a tutti i membri della comunità scolastica, docenti, dirigenti, attualmente in servizio presso le scuole di ogni ordine e grado, famiglie e studenti che saranno sensibilizzati a candidare e a votare l’insegnante migliore. Sarà possibile candidarsi ed essere candidati esclusivamente online mediante formulario attraverso il sito www.italianteacherprize.it fino al 18 ottobre 2016.

Particolare attenzione sarà dedicata alle realtà più significative del nostro territorio, per questa ragione la Giuria potrà valutare l’opportunità di istituire premi o menzioni speciali a favore dei docenti che, in questi giorni, sono impegnati nelle attività di ripresa dell’anno scolastico nelle istituzioni scolastiche colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Il loro impegno e la loro dedizione alla scuola stanno assicurando un futuro agli allievi di quei territori e, anche per questo, meritano il giusto riconoscimento da parte dello Stato.

Chi vorrà candidare un insegnante dovrà indicarne nome, cognome, istituzione scolastica di appartenenza e allegare una breve motivazione.

Gli insegnanti che aderiranno, a seguito di candidatura da parte di terzi o autocandidatura, dovranno compilare una scheda con dati relativi, fra l’altro, alla loro attività educativa (anni di insegnamento, tipologia di scuola), al contesto in cui operano (ad esempio aree a rischio o aree interne), ai modelli didattici utilizzati, agli eventuali progetti di internazionalizzazione o inclusione messi in atto, alle eventuali attività di volontariato effettuate, alla partecipazione a convegni o eventi sull’istruzione, alle pubblicazioni legate alla propria professione, alle modalità di utilizzo del premio finale.

La scheda di adesione è composta da una serie di domande a risposta chiusa (sì/no) e da alcune domande a risposta aperta. Una prima scrematura dei profili avverrà sulla base di questi dati e porterà ad una lista di 50 finalisti, a cui sarà chiesto di fornire ulteriori informazioni per comprendere più a fondo l’attività che svolgono nella loro scuola. Una Giuria Nazionale, composta da personalità di spicco provenienti da mondi rappresentativi della società italiana, provvederà a individuare i 5 finalisti. Al primo di loro andrà un premio pari a 50.000 euro, gli altri quattro riceveranno 30.000 euro ciascuno. Il premio in denaro verrà assegnato alle scuole dei docenti vincitori per la realizzazione di attività e progetti promossi e coordinati dagli insegnanti premiati.

Il vincitore del Premio Nazionale Insegnanti sarà valutato dal comitato del Global Teacher Prize al fine del possibile inserimento fra i primi 50 finalisti mondiali. Tutti i docenti italiani potranno comunque partecipare direttamente all’Edizione Mondiale anche se non hanno aderito al Premio Nazionale.

Alla luce quindi di tutte le indicazioni fornite, si auspica che venga data la massima diffusione della presente nota a tutte le componenti scolastiche.

IL DIRETTORE GENERALE
Giovanna BODA

Ordinanza Consiglio di Stato 8 settembre 2016, n. 4029

Ordinanza Consiglio di Stato 8 settembre 2016, n. 4029
Sesta Sezione

Ammissione con riserva al Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente del 23.02.2016 degli Insegnanti Tecnico Pratici (ITP)

Avviso 2 settembre 2016

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Avviso 2 settembre 2016

Oggetto: Attuazione dell’ art. 1 – quater del Decreto – Legge 29 marzo 2016 n. 42 convertito in Legge 26 maggio 2016 n. 89 – Proposte di assunzione del personale docente della scuola dell’infanzia iscritto nelle graduatorie di merito del D.D.G. n. 82/2012 – Fase nazionale

Si comunica che le proposte di assunzione di cui all’art. 7 del D.M. n. 496 del 22 giugno 2016, in attuazione dell’ art. 1 quater del Decreto – Legge 29 marzo 2016 n. 42 convertito in Legge 26 maggio 2016 n. 89, saranno disponibili per il personale interessato entro la giornata del 3 settembre 2016 attraverso il sistema informativo istanze on line, raggiungibile mediante apposito link http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/index.shtml

I soggetti destinatari della proposta di nomina, a partire dalle ore 00:01 del giorno 4 settembre 2016 e fino alle ore 23:59 del giorno 8 settembre 2016, accettano la proposta di assunzione esclusivamente avvalendosi delle apposite funzioni disponibili nel citato sistema informativo.

Si ricorda che in caso di mancata accettazione, nei termini e con le modalità predetti, i docenti destinatari della proposta di nomina, ai sensi del comma 3 dell’art. 1-quater della legge 89/2016, sono espunti dalle rispettive graduatorie di merito ed ad esaurimento.

La mancata accettazione della proposta di nomina equivale a rinuncia.

Nota 1 settembre 2016, AOODGPER 24306

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
E p.c. Capo Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione

Nota 1 settembre 2016, AOODGPER 24306

Oggetto: Anno scolastico 2016/2017 – Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A.

Nota 22 luglio 2016, AOODGPER 19990

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico

Ai Direttori Generali degli Uffici scolastici regionali
e p.c. Al Capo Dipartimento del Sistema educativo di istruzione e di formazione
Agli Assessori Regionali all’Istruzione

Nota 22 luglio 2016, AOODGPER 19990

OGGETTO: Anno scolastico 2016/2017 – adeguamento degli organici dell’autonomia del personale docente alle situazioni di fatto.

Nota 22 luglio 2016, AOODGPER 19976

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per il personale scolastico

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Loro Sedi

e. p.c.  Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Nota 22 luglio 2016, AOODGPER 19976

Oggetto: Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’anno scolastico 2016/17: trasmissione ipotesi C.C.N.I. e presentazione domande

 

In attesa del completamento della procedura relativa ai provvedimenti concernenti le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, al fine di consentire il corretto e regolare avvio dell’ anno scolastico 2016-17 si trasmette l’ipotesi di C.C.N.I. sottoscritta il 15.06.2016, per la predisposizione degli atti propedeutici all’ emanazione dei provvedimenti di utilizzazione ed assegnazione provvisoria e la definizione delle relative contrattazioni regionali. Resta inteso che sarà trasmesso tempestivamente il testo del C.C.N.I., munito della certificazione, non appena concluso l’iter di verifica di cui all’art.40 bis del D.lgs. n.165/200l

 

  1. Tempistica

Si indicano di seguito le date di scadenza entro cui il personale interessato dovrà presentare le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria:

  • dal 28 luglio al 12 agosto personale docente della scuola dell’infanzia e della primaria;
  • dal 18 al 28 agosto personale docente della scuola di I e II grado;
  • dal 25 luglio al 5 agosto personale educativo e docenti di religione cattolica;
  • entro 20 agosto personale A.T.A

Le operazioni di utilizzo e assegnazione provvisoria saranno avviate dalle SS.LL. per ciascun ordine di scuola dopo l’assegnazione alle sedi di servizio dei docenti titolari di ambito territoriale a seguito di mobilità e dopo l’assegnazione agli ambiti dei docenti neo immessi in ruolo. Le operazioni relative all’utilizzo nelle discipline specifiche dei licei musicale avranno luogo a partire dal 16 agosto.

 

2. Presentazione delle domande

Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente tramite la modalità istanze on-line, qualora le funzioni per la presentazione on line non fossero accessibili, è consentito produrre la domanda prodotta in forma cartacea.

Le domande relative al personale educativo, ai docenti di religione cattolica, ai docenti che intendano richiedere l’utilizzo nelle discipline specifiche dei licei musicali e al personale AT.A saranno presentate in modalità cartacea utilizzando i moduli che saranno messi a disposizione nella sezione modulistica dello spazio Mobilità 2016/17 del sito MIUR.

Le domande di utilizzazione devono essere indirizzate all’Ufficio territorialmente competente della provincia di titolarità per il tramite del dirigente scolastico dell’istituto di servizio.

Le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione in altra provincia devono essere presentate direttamente all’Ufficio territorialmente competente della provincia richiesta, l’Ufficio territoriale della provincia di titolarità ne sarà informato per conoscenza e a cura del sistema informativo.

Le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria degli insegnanti di religione cattolica devono essere presentate alle Direzioni regionali competenti (ossia alle Direzioni Regionali nel cui territorio è ubicata la Diocesi richiesta).

I docenti che intendano richiedere l’utilizzo nelle discipline specifiche dei licei musicali dovranno produrre domanda all’Ufficio territorialmente competente per la provincia in cui ha sede il liceo musicale richiesto.

Il personale interessato a produrre domanda anche per diverso ordine di scuola è tenuto a rispettare la data di scadenza del proprio ordine di appartenenza come suindicato.

La documentazione e le certificazioni da allegare alle domande devono essere prodotte in conformità a quanto riportato nell’art. 4 dell’ O.M. n.241 dell’ 8 aprile 2016. Occorre precisare, al riguardo, che ai fini dell’ attribuzione del punteggio per le utilizzazioni dichiarato dagli interessati sulle domande non è necessario allegare alcuna documentazione in quanto la valutazione dei titoli relativi alle utilizzazioni di personale titolare di cattedra e/o posto nella scuola è formulata da ciascuna istituzione scolastica in cui il personale presta servizio, ai sensi dell’ art. 1 comma 7 del C.C.N.I., di cui in oggetto. Relativamente, invece, alle situazioni previste per il riconoscimento delle precedenze nelle operazioni e per l’attestazione dei requisiti richiesti per le assegnazioni provvisorie è necessario presentare le dichiarazioni personali sostitutive delle certificazioni secondo quanto stabilito dall’O.M. citata, salvo i casi in cui è obbligatorio allegare una certificazione espressamente prevista dal C.C.N.I. sulla mobilità e dall’Ipotesi di C.C.N.1.sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie. I responsabili degli Uffici territorialmente competenti procederanno ai controlli prescritti dalla normativa vigente sulle dichiarazioni personali rilasciate dagli interessati anche in forma campionaria.

Si segnala la possibilità per l’utente interessato di allegare, all’atto della presentazione della domanda, solo ove la stessa debba essere inoltrata in modalità on line, la documentazione in formato elettronico, secondo le indicazioni contenute nelle guide operative sopra citate.

 

3.Principali innovazioni

Si richiama l’attenzione su alcuni punti innovativi dell’ipotesi allegata: all’art 8 per il personale docente e all’art. 18 per il personale A.T.A. sono state introdotte alcune modifiche nel sistema della precedenza, riportando innanzitutto la distinzione tra i titolari dei benefici della legge 104/92 per l’assistenza ai figli rispetto ai titolari dei medesimi benefici per l’assistenza al coniuge o per il genitore, elevando a sei anni l’età dei figli per i quali si ha diritto alla precedenza e introducendo un’ulteriore precedenza per i genitori di figli entro il dodicesimo anno di età limitatamente alle sole assegnazioni provvisorie interprovinciali.

Riguardo alla nuova possibilità prevista dal comma 13 dell’art 7 dell’ipotesi, si precisa che la richiesta deve essere presentata congiuntamente dai docenti e solo nel caso entrambi abbiano fatto domanda di assegnazione provvisoria interprovinciale e non siano stati soddisfatti. La domanda va presentata al Dirigente preposto all’ufficio scolastico territorialmente competente per la provincia di titolarità del docente che rende disponibile la propria sede di servizio al docente che la richiede.

Ultimate tutte le operazioni previste dall’Ipotesi di C.C.N.I. e verificata l’effettiva disponibilità delle sedi, il Dirigente dell’Ufficio scolastico territorialmente competente con provvedimento pubblicato all’albo on line dell’Ufficio autorizza la procedura in parola e ne dà comunicazione all’Ufficio scolastico territorialmente competente di titolarità del docente che ha richiesto la sede e ai Dirigenti scolastici interessati.

Si evidenzia che il C.C.N.I., all’art 1 comma 3, prevede che: “In ogni caso, dall’attuazione dei criteri e delle modalità di utilizzazione del personale docente e ATA non deve derivare l’individuazione di una disponibilità complessiva di posti che ecceda i limiti delle risorse stanziate annualmente nello stato di previsione del MIUR”. Pertanto le SS.LL. nel curare le operazioni in parola dovranno avere particolare attenzione alla collocazione del personale in posizione di esubero, che andrà gestita secondo quanto previsto dall’art. 14 comma 17 del D.L. 95/2012 come convertito dalla legge 135/12.

 

Si richiama infine l’attenzione su alcuni refusi presenti nell’Ipotesi:

Art.12 – punto 3: il riferimento alla lettera l) di cui al comma1,art.11 va sostituito con la lettera n) e analogamente all’ Art.12 – punto 4 il riferimento alla lettera m) di cui al comma1,art.11 va sostituito con la lettera o)

All’art. 5 del CCNI – commi 2 e 8 si fa rinvio alle integrazioni contenute nel CCNI all’art. 1 comma 6, mentre il rinvio corretto è all’ Art. 1 comma 7 per i docenti e Art. 1 comma 8 per il personale ATA .

 

Si prega di dare la massima diffusione della presente agli interessati e si ringrazia per la consueta e preziosa collaborazione

 

IL DIRETTORE GENERALE
Maria Maddalena Novelli


Ipotesi CCNI (MIUR, 15.6.16)
Utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed A.T.A. A.S. 2016-2017