Archivi tag: Educazione Alimentare

Nota 16 maggio 2019, AOODGSIP 2253

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine
Bolzano

Oggetto: Progetto Scuola ENPAB a.s. 2019-20 “Insegnamento della cultura e della consapevolezza alimentare nel rispetto coerente dell’ambiente e delle tradizioni” – Classi terze della Scuola primaria.

L’educazione alimentare nelle scuole italiane

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione

L’educazione alimentare nelle scuole italiane
Rapporto di Ricerca 2018

Fondazione Italiana per l‘educazione Alimentare
Food Education Italy (FEI)


Decreto Dipartimentale 14 ottobre 2016, AOODPIT 1049

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio terzo

IL CAPO DIPARTIMENTO

 

VISTO            l’articolo 1, comma 1, della Legge 18 dicembre 1997, n. 440 che individua le possibili destinazioni per l’autorizzazione della spesa di cui alla medesima legge;

 

VISTO            l’articolo 1, comma 601, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modifiche e integrazioni;

 

VISTO            che nei “Fondi per il funzionamento delle istituzioni scolastiche”, di cui al citato articolo 1, comma 601, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, sono confluite l’autorizzazione di spesa di cui alla Legge 18 dicembre 1997, n. 440; l’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 1, comma 634, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, nonché quota parte delle risorse finanziarie destinate alla realizzazione del Piano Programmatico, di cui all’articolo 1, comma 3, della Legge 28 marzo 2003, n. 53;

 

VISTI  i commi da 622 a 633, con esclusione del comma 625, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 che elencano gli interventi previsti per l’autorizzazione di spesa di cui al comma 634 della medesima legge;

 

VISTO            il D.M. 1 settembre 2016, n. 663, “Criteri e parametri per l’assegnazione diretta alle istituzioni scolastiche nonché per la determinazione delle misure nazionali relative alla missione Istruzione Scolastica, a valere sul Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche”;

 

VISTA            la Legge 13 luglio 2015, n.107, recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizione legislative vigenti”;

 

VISTO            che il MIUR cura la formazione e l’educazione dei giovani anche relativamente alle iniziative volte ad ampliare il piano dell’offerta formativa scolastica;

 

VISTO            il decreto del Ministro della Pubblica Istruzione di concerto con il Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione economica 1 febbraio 2001, n. 44, avente ad oggetto “Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo- contabile delle istituzioni scolastiche”;

 

VISTO            il Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, recante “Norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche”;

 

CONSIDERATO che, a decorrere dal 7/10/2016, risulta vacante il posto di Direttore Generale della Direzione per lo studente, per l’integrazione e la partecipazione, incardinata presso questo Dipartimento;

 

EMANA IL SEGUENTE AVVISO

 

 

 

 

Piano nazionale per la promozione dell’educazione alla salute, dell’educazione alimentare e a corretti stili di vita

 

Articolo 1

(Finalità dell’avviso)

Con il presente avviso, adottato ai sensi dell’art. 9 del D.M. n. 663 del 1 settembre 2016, è indetta una procedura comparativa per la selezione e il finanziamento di progetti educativi realizzati da istituzioni scolastiche ed educative statali o loro reti, anche in collaborazione con istituzioni pubbliche e private, rivolti alla promozione dell’educazione alla salute, alimentare e ai corretti stili di vita. Il presente avviso definisce i requisiti dei progetti, le modalità di partecipazione alla selezione e di erogazione del finanziamento.

 

Articolo 2

(Destinatari dell’avviso)

Possono partecipare alla selezione le istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni grado, singole o organizzate in reti di scuole. Ciascuna istituzione scolastica, singola o capofila di rete, può proporre la propria candidatura con un solo progetto.

 

Articolo 3

(Risorse finanziarie programmate)

Per la realizzazione del Piano nazionale per la promozione dell’educazione alla salute, dell’educazione alimentare e a corretti stili di vita è previsto, ai sensi dell’art. 9 del D.M. n. 663 del 1 settembre 2016, un finanziamento complessivo di euro 1.500.000,00. Al fine di assicurare la selezione di un congruo numero di istituzioni scolastiche o loro reti. Ciascun progetto non potrà contemplare una richiesta di finanziamento superiore a euro 40.000,00.

 

Articolo 4

(Termini e modalità di partecipazione alla selezione)

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate al Ministero esclusivamente attraverso il portale www.monitor440scuola.it seguendo la relativa procedura guidata, a partire delle ore 00.01 del 15 ottobre 2016 ed entro e non oltre le ore 23.59 del 5 novembre 2016. Decorso tale termine il portale non consentirà l’invio della candidatura. Nella homepage del portale è disponibile un manuale esplicativo della procedura.

Sono di seguito elencati i passaggi da seguire:

  1. Registrazione al portale: La scuola partecipante deve prima di tutto accreditarsi al portale inserendo nella apposita casella il proprio codice meccanografico e avviando la richiesta di password che viene successivamente trasmessa all’indirizzo email della scuola.
  2. Compilazione della scheda anagrafica: prima della scelta del bando al quale partecipare e dell’inserimento del progetto, il sistema richiede la compilazione dei dati anagrafici della scuola partecipante alla selezione;
  3. Inserimento del progetto: il progetto educativo va inserito compilando i diversi campi di testo relativi ai contenuti, alle finalità, alle modalità di realizzazione, ai dati economici, ecc.
  4. Sottoscrizione del progetto: una volta completata la procedura di compilazione, il progetto va scaricato sul PC, sottoscritto in forma digitale dal dirigente scolastico e caricato nuovamente sul portale. Il sistema riconosce automaticamente la regolarità della sottoscrizione e, in caso positivo, consente di accedere alla sezione di invio del progetto al Ministero.
  5. Invio del progetto: una volta effettuato l’invio il sistema trasmette alla email della scuola la ricevuta di regolare candidatura. Non sono necessari ulteriori adempimenti e non sono previste modalità diverse o ulteriori di candidatura.

 

Articolo 5

(Modalità di finanziamento e di rendicontazione)

Il finanziamento e la rendicontazione dei progetti avverranno in quattro fasi.

  1. La prima fase prevede l’impegno per l’intero importo assegnato al fine di consentire alle scuole di accertare nel programma annuale il predetto importo.
  2. La seconda fase prevede l’erogazione alle scuole vincitrici, a titolo di acconto, del 50 per cento dell’importo assegnato.
  3. La terza fase prevede l’invio della rendicontazione relativa ai titoli di spesa liquidati riferiti all’intero importo del progetto, opportunamente vistata dal/i Revisore/i dei Conti e contenente la seguente dicitura: “Si attesta la regolarità amministrativo-contabile relativamente ai titoli di spesa e alle procedure adottate con riferimento a quanto oggetto di rendiconto del presente documento. Le attività liquidate sono ricomprese tra quelle previste dal progetto commissionato”.
  4. La quarta fase prevede la verifica della suddetta rendicontazione dal parte del Ministero e il successivo invio del saldo dovuto.

Tutte le operazione di rendicontazione dovranno essere effettuate attraverso l’apposita sezione del portale www.monitor440scuola.it. I modelli preimpostati di rendicontazione assicurano il collegamento tra le voci di costo previste in fase di progettazione e quelle effettivamente effettuate.

Articolo 6

(Obiettivi generali)

Per essere ammessi al finanziamento i progetti educativi dovranno realizzare, in coerenza con gli obiettivi del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, percorsi di educazione e formazione interdisciplinare attraverso contenuti innovativi e l’utilizzo di tecnologie digitali, secondo il modello della ricerca-azione sui seguenti temi:

  1. l’educazione alimentare, l’alimentazione e gli stili di vita;
  2. la scienza e la tecnologia per la sicurezza e la qualità alimentare;
  3. la scienza e la tecnologia per l’agricoltura e la biodiversità;
  4. l’innovazione della filiera agroalimentare;
  5. il cibo e la cultura;
  6. la cooperazione e lo sviluppo nell’alimentazione.

 

 

Articolo 7

(Valutazione delle candidature)

Il finanziamento verrà concesso, fino ad esaurimento delle risorse, nell’ordine di priorità determinato da una graduatoria di merito dei progetti pervenuti che sarà predisposta da un’apposita commissione designata dal Direttore generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione e composta da personale in servizio presso il Ministero, ovvero da esperti, dotati di specifica e comprovata professionalità nelle materie oggetto delle iniziative progettuali.

La commissione effettuerà la valutazione attribuendo un punteggio massimo di 100 punti sulla base dei seguenti criteri:

  1. grado di aderenza della proposta presentata rispetto ai temi indicati all’art. 7 del presente avviso (massimo 40 punti);
  2. coinvolgimento di Enti pubblici e privati (università, fondazioni, enti del terzo settore, associazioni no profit) (massimo 30 punti);
  3. qualità, innovatività e fruibilità del progetto e delle attività e delle metodologie proposte nonché dei materiali eventualmente prodotti. Verranno presi in considerazione e valutati (massimo 30 punti):
  • l’applicazione di protocolli d’intesa tra MIUR e soggetti terzi;
  • la capacità inclusiva del progetto rispetto a soggetti svantaggiati;
  • il livello di cofinanziamento garantito da terzi;
  • le competenze e/o conoscenze acquisite in uscita;
  • la previsione di un piano di monitoraggio sull’efficacia e sulla ricaduta delle azioni progettate;
  • la sperimentazione e la creazione di modelli di progettualità replicabili.

I materiali prodotti nell’ambito del progetto rimangono di proprietà dell’Amministrazione.

 

Articolo 8

(Costi ammissibili)

Sono ritenuti ammissibili i costi riconducibili alla progettazione specifica e relativi a spese per:

  1. coordinamento e progettazione;
  2. segreteria e gestione amministrativa;
  3. rimborso spese per eventuali spostamenti;
  4. attrezzature, materiali, forniture e beni di consumo specifici per il progetto;
  5. attività previste dal progetto del personale interno ed esterno.

 

Articolo 9

(Note di chiusura)

Il presente avviso è pubblicato sul sito del MIUR.

 

IL CAPO DIPARTIMENTO

Rosa DE PASQUALE


Gioca e pensa: ecco le app per imparare che il cibo è un diritto!

944946_926467950770869_2222269432513772002_n

Gioca e pensa: ecco le app per imparare che il cibo è un diritto!

 

Due strumenti “smart” per aiutare scuole e genitori a educare i giovani sui temi della sostenibilità e stagionalità dei prodotti agroalimentari

 

“Per il suo compleanno Robin decide di preparare la torta più buona del mondo con le ricette della nonna…”. Inizia così il racconto-gioco “La torta di Robin” che accompagnerà i bimbi delle elementari alla scoperta di una filiera alimentare sostenibile. Un modo per imparare da subito – in modo allegro e divertente – a confrontarsi con temi come la stagionalità di frutta e verdura, l’impatto ambientale e sociale del cibo e il consumo consapevole.

 

EAThink Game’ è invece un’application interattiva dedicata ai ragazzi delle scuole secondarie dove attraverso tre diversi videogiochi si potranno confrontare con la produzione, la distribuzione e l’acquisto dei prodotti alimentari sostenibili ed equi. Si tratterà ad es. di scegliere i semi migliori da piantare, di far scendere nel terreno solo le gocce di pioggia bloccando i pesticidi; di scegliere prodotti a km zero invece che quelli a più alto consumo di CO2, ecc.

 

«Le due applications sono disponibili in 12 lingue diverse, quelle dei partner del progetto europeo EAThink 2015, per consentire a insegnanti ed educatori di coinvolgere i ragazzi mediante contenuti multimediali, memory e giochi d’intrattenimento di immediata fruizione» spiega Davide Giachino dell’ong CISV, ideatore delle due app, scaricabili gratuitamente per sistemi Android e Apple:

 

http://eathink2015.org/it/italiano-le-app-educative-di-eathink2015/

 

Per maggiori info:
CISV – Davide Giachino: 349.2155898 / d.giachino@cisvto.org

 

Il progetto EAThink 2015, cofinanziato dall’UE, è rivolto alle scuole primarie e secondarie di Piemonte, Veneto e Lombardia, e promosso in Italia da ACRA e CISV nell’ambito di un quadro progettuale più ampio che coinvolge 12 Paesi europei (oltre all’Italia: Austria, Cipro, Croazia, Francia, Ungheria, Malta, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia e Spagna) e 2 Paesi africani (Burkina Faso e Senegal). L’obiettivo è accrescere la comprensione critica e il coinvolgimento attivo di studenti e docenti sulle sfide dello sviluppo globale, focalizzandosi sui sistemi di produzione e consumo sostenibili e sull’agricoltura di piccola scala.

 

www.eathink2015.org

Nota 16 novembre 2015, Prot. n. 14384

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio Terzo

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento

Trento

 

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine

Bolzano

 

Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta

Aosta

 

 

 

Oggetto: Sistema di sorveglianza “OKkio alla SALUTE”. Sostegno all’attivazione della V raccolta dati (a.s. 2015-2016).

 

 

In Italia, per far fronte all’esigenza di stimare la prevalenza di sovrappeso e obesità nei bambini della Scuola primaria, valutare i loro stili di vita e raccogliere importanti informazioni sul contesto scolastico, è attivo dal 2007 il Sistema di sorveglianza nazionale “OKkio alla SALUTE”.

Tale sorveglianza è promossa e finanziata dal Ministero della Salute/CCM, coordinata dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità e vede il coinvolgimento attivo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e di tutte le Regioni italiane.

Ad oggi, sono state realizzate quattro raccolte dati di “OKkio alla SALUTE” (2008/9, 2010, 2012 e 2014) ciascuna delle quali ha fornito informazioni su più di 45.000 bambini frequentanti la terza classe della Scuola primaria, 48.000 genitori, 2.400 plessi scolastici appartenenti a tutte le Regioni italiane.

È in fase di avvio la quinta rilevazione di “OKkio alla SALUTE” (a.s. 2015-2016) che, come nel passato, riguarderà un campione di alunni delle classi terze delle Scuole primarie (8-9 anni).

Per la riuscita del progetto, come già avvenuto per la precedenti raccolte dati, si ritiene indispensabile la consueta fattiva collaborazione tra gli Operatori delle Aziende Sanitarie, i Ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità e i Referenti di codesti Uffici Scolastici Regionali e delle singole Scuole coinvolte.

Si trasmette pertanto l’allegata nota del Ministero della Salute relativa all’oggetto, richiedendo alle SS. LL. di voler segnalare alle Istituzioni scolastiche del territorio di competenza l’imminente avvio dell’iniziativa, con preghiera di assicurare adeguato sostegno all’attivazione della quinta raccolta dati.

Ringraziando per la disponibilità e la sempre attenta partecipazione alle attività di promozione della salute, si confida nella consueta fattiva collaborazione.

Il Dirigente

F.to Dott. Paolo Sciascia


Ministero della Salute
SEGRETARIATO GENERALE
DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA
Ufficio /1 – ex DCOM

0003B20-P-30/10/2015

Al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione
Viale Trastevere, 76
00153 – ROMA

OGGETTO: Sistema di sorveglianza “OKkio alla SALUTE”. Richiesta di sostegno all’attivazione della V raccolta dati (a.s. 2015-2016)”

La lotta all’obesità, la cui prevalenza a livello mondiale è in continuo aumento soprattutto tra i bambini, rappresenta una delle più grandi sfide in termini di sanità pubblica del 21° secolo.
Il sovrappeso riguarda indistintamente adulti e bambini, anche se gli alti livelli riscontrati nei giovani rappresentano un’area di particolare preoccupazione. L’eccesso di peso, infatti, è un fattore di rischio importante per lo sviluppo di patologie che possono instaurarsi anche in giovane età.
In Italia, per far fronte all’esigenza di stimare la prevalenza di sovrappeso e obesità nei bambini della scuola primaria, valutare i loro stili di vita e raccogliere importanti informazioni sul contesto scolastico, è attivo dal 2007 il sistema di sorveglianza nazionale “OKkio alla SALUTE”, rivolto ai bambini della terza classe della scuola primaria (8-9 anni).
Tale sorveglianza è promossa e finanziata dal Ministero della Salute/CCM, coordinata dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e vede il coinvolgimento attivo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e di tutte le Regioni italiane.
Ad oggi, sono state realizzate quattro raccolte dati di OKkio alla SALUTE (2008/9, 2010, 2012 e 2014) ciascuna delle quali ha raccolto informazioni su: più di 45.000 bambini frequentanti la 3a classe della scuola primaria, più di 48.000 genitori e 2.400 plessi scolastici appartenenti a tutte le Regioni italiane.
I bambini, pesati e misurati da personale di Asl appositamente formato, rispondono autonomamente ad un breve questionario circa le loro abitudini alimentari e l’attività fisica praticata. I genitori, a loro volta, rispondono ad un questionario simile a quello dei propri figli, ma riferito ad un arco temporale più lungo e con un dettaglio maggiore.
Le informazioni sulle scuole primarie, in particolare sull’ambiente fisico e sulle eventuali iniziative favorenti il movimento e la sana alimentazione sono, invece, richieste direttamente al dirigente scolastico e al personale docente.
E’ in fase di avvio la quinta rilevazione di OKkio alla SALUTE (a.s. 2015-2016) che, come nel passato, riguarderà un campione di alunni delle classi III delle scuole primarie.
Tutte le attività previste saranno svolte dagli operatori sanitari delle Asl in stretta collaborazione con il personale scolastico (insegnariti, Dirigenti scolastici, personale A TA), con una adeguata informazione e con un attivo coinvolgimento delle famiglie, mantenendo l’anonimato degli alunni che parteciperanno al monitoraggio.
All’insegnante dì riferimento della classe campionata, come per le precedenti rilevazioni, sarà offerta la formazione necessaria per realizzare alcune attività propedeutiche alla raccolta dati e funzionali alla diffusione e all’utilizzo delle informazioni emerse.
I risultati che erhergeranno dalla sorveglianza sararmo condivisi ad ogni livello (provinciale, regionale, nazionale) per permettere agli operatori scolastici e sanitari di monitorare i comportamenti a rischio maggiormente diffusi e definire, in un’ottica di pianificazione partecipata e condivisa, interventi di prevenzione opportunamente studiati e diretti a target specifici.
La fattiva collaborazione tra il mondo della salute (Ministero della Salute, ISS, Referenti Regionali, Operatori delle ASL) e della scuola (Miur, USR, USP, docenti, dirigenti scolastici), non solo ha assicurato negli anni la realizzazione delle sorveglianze, ma ha anche consentito lo sviluppo di progetti condivisi che hanno portato ad un’iniziale inversione del trend negativo relativamente a sovrappeso e obesità infantile. Si è passati, infatti dai valori di 23,6% e 12,3%, rispettivamente per il sovrappeso e l’obesità del 2008, al 20,9 % di sovrappeso e 9,8% di obesità del 2015.
Sarà, pertanto, quanto mai importante la collaborazione volta alla realizzazione della V rilevazione, onde verificare se tale miglioramento possa essere confermato.
Si chiede, pertanto, a codesta Direzione di voler informare i Referenti regionali e provinciali per l’Educazione alla Salute al fine di assicurare la disponibilità e la consueta attenta partecipazione alle attività previste, segnalando alle Scuole primarie del territorio l’imminente avvio dell’iniziativa e collaborando con i Referenti regionali della Sanità per la compilazione delle liste delle classi III di ogni scuola primaria, statale e paritaria (numero di classi terze e il totale dei bambini di classe III primaria ovvero il numero di bambini per classe), al fine di individuare il campione oggetto di studio.

Il Direttore Generale
Dott. Ranieri Guerra

 

Nota 7 ottobre 2015, AOODGSIP 6082

Ministero dell’lstruzione dell’Universita e delia Ricerca
D.G. per lo Studente, I’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio II
Welfare delIa Studente, partecipazione scolastica, dispersione e orientamento

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Alla Sovrintendenza agli Studi per la Regione Autonoma Valle D’ Aosta
AOSTA
All’Intendenza Scolastica per la lingua italiana di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la lingua tedesca di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la lingua ladina di Bolzano
BOLZANO
Alla provincia Autonoma di Trento-Servizio Istruzione
TRENTO
Ai Referenti Regionali per l’Educazione alla Salute
LORO SEDI
Ai Dirigenti Scolastici

Nota 7 ottobre 2015, AOODGSIP 6082

Oggetto: Celebrazioni per la Settimana dell’ Alimentazione -Ottobre 2015.

Nota 17 luglio 2015, Prot.n. 4670

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio II
“Welfare dello Studente, partecipazione scolastica, dispersione e orientamento”

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali
LORO SEDI

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano

All’ Intendente Scolastico per la Scuola Località Ladine
Bolzano

Al Sovrintendente degli studi per la Regione Valle D’Aosta
Aosta

e p.c.
Ai Docenti referenti per le Consulte Provinciali degli Studenti
LORO SEDI

 

Oggetto: DD 770 del 17.7.2015 – Partecipazione Scuole ad EXPO Milano 2015

Al fine di promuovere la visita all’Esposizione Universale Expo Milano 2015 delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e secondo quanto previsto dal DM 435 del 16 giugno 2015 art 10 punto 1, la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione ha emanato il Decreto in allegato.

Le risorse destinate alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado sono pari ad euro 3.489.441,00 ripartite a livello regionale come da allegato. Tenuto conto delle finalità e dell’importanza dell’iniziativa, le SS.LL. sono pregate di dare alla stessa la più ampia diffusione tra le scuole e gli istituti di rispettiva competenza.

Per informazioni dettagliate si rimanda al Decreto in allegato.

p. il DIRETTORE GENERALE
Giovanna BODA
Giuseppe PIERRO


Decreto Direttore Generale 17 luglio 2015, AOODPIT 770

Nota 17 luglio 2015, AOODGSIP 4632

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Alla Sovrintendenza agli Studi per la Regione Autonoma Valle D’Aosta
AOSTA
All’Intendenza Scolastica per la lingua italiana di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la lingua tedesca di Bolzano
All’Intendenza Scolastica per la lingua ladina di Bolzano
BOLZANO
Alla Provincia Autonoma di Trento – Servizio Istruzione
TRENTO
Ai Referenti Regionali per l’Educazione alla Salute
LORO SEDI

Nota 17 luglio 2015, AOODGSIP 4632

Oggetto: Celebrazioni ufficiali italiane per la Giornata mondiale dell’ alimentazione 2015

Decreto Direttore Generale 17 luglio 2015, AOODPIT 770

Decreto Direttore Generale 17 luglio 2015, AOODPIT 770

Regole e modalità di assegnazione dei fondi finalizzati alla concessione dei contributi previsti dal DM 435 del 16 giugno 2015 art. 10 punto 1 al fine di promuovere la valorizzazione dell’educazione alimentare e corretti stili di vita agli studenti e di favorire l’attiva partecipazione delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado alla manifestazione Expo Milano 2015

Nota 23 dicembre 2014, Prot. 7574

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio Quarto

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

Loro Sedi

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento

Trento

Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta

Aosta

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca

Bolzano

All’Intendente Scolastico per la Scuola Località Ladine

Bolzano

 

Oggetto: Formazione per gli Insegnanti delle Scuole primarie aderenti al Programma comunitario “Frutta nelle Scuole”, anno scolastico 2014-2015. Reg. (CE) n. 288 del 07/04/2009 della Commissione.

Si inoltra per opportuna conoscenza l’allegata nota del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali relativa all’oggetto.

Si invitano le SS. LL. a darne la più ampia diffusione sul territorio di competenza.

Ringraziando per la consueta e fattiva collaborazione si inviano distinti saluti

Il Direttore Generale
F.to Dott.ssa Giovanna Boda


Nota del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

 

Nota 26 marzo 2013, AOODGSC Prot. n. 2016

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di
BOLZANO
Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione
TRENTO
Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta
AOSTA
Ai Referenti Regionali per la Salute
LORO SEDI

Oggetto: Moduli di Formazione in Educazione Alimentare (Milano 8-9.04.2013; Roma 15- 16.04.2013; Napoli 22-23.04.2015).

Facendo seguito alla nota prot. 1537 del 5.03.2013 si forniscono dettagli e approfondimenti sui Moduli di formazione in Educazione Alimentare.
Le giornate di formazione e gli interventi dei relatori verteranno sulle tematiche riguardanti l’educazione alimentare e la promozione di sani stili di vita.
In particolare si esamineranno le Linee di Indirizzo “La Scuola Italiana per EXPO 2015” recentemente pubblicate dal MIUR, le quali esortano la scuola e la società civile a partecipare all’evento internazionale EXPO 2015 dedicato al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la vitali.
Inoltre, m considerazione del rinnovato Protocollo d’intesa tra il MIUR e FEDERALIMENTARE, saranno messe in luce le attività di educazione alimentare prodotte nell’ambito di questa proficua collaborazione, e sarà trattato il tema del rapporto tra alimentazione e attività fisica, come più volte emerso ed esposto nelle progettualità elaborate da diversi Istituti Scolastici.
Durante le giornate sarà infine presentato il sito “La Scuola Italiana per EXPO”, pagina multimediale ancora in costruzione. A tal proposito si raccoglieranno indicazioni e proposte dei docenti e dirigenti presenti, anche al fine renderlo Sito ad hoc per il grande evento EXPO 2015 e Scuola.
La presenza del famoso chef Simone Torcia sarà di grande impatto in quanto procederà a dimostrazioni di cucina e alla realizzazione di ricette con l’ausilio di studenti degli Istituti Alberghieri invitati all’evento.
Ai partecipanti sarà fornita ampia documentazione multimediale, che potrà costituire un utile suggerimento per l’attività formativa.
Il Programma delle due giornate sarà costituito come da Allegato 1.
Si ricorda che le spese di viaggio e soggiorno sono a carico di FEDERALIMENTARE (vedi Allegato 2 – informativa riguardante il rimborso spese).
Si prega di compilare la scheda di partecipazione (Allegat03) inviandola agli indirizzi dau@federalimentare.it e dafne.quattrini@istruzione.it, entro e non oltre il giorno 29 marzo 2013.

IL DIRIGENTE
Dott.ssa Michela Corsi

PROGRAMMA DI FORMAZIONE IN EDUCAZIONE ALIMENTARE
PER REFERENTI REGIONALI, PROVINCIALI E DOCENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
LUNEDI’
MATTINA – Inquadramento didattico
11,00 – 11,30 Indirizzi di saluto e introduzione ai lavori Marco Rossi Doria – MIUR; Cesare Ponti – Federalimentare
11.30 – 11.45 “La Scuola verso EXPO 2015” Riccardo Garosci – Presidente Comitato “EXPOSCUOLA2015”
11,45 – 12.00 Presentazione del programma formativo Evelina Flachi / Mario Rusconi / Cristiano S. Navarro
12,00 -12.30 I cardini metodologici delle Linee d’indirizzo MIUR
“La Scuola Italiana per EXPO 2015” Michela Corsi; Alessandro Vienna – MIUR
12,30 – 13,00 Il rapporto Scuola – Industria sul nostro territorio Daniele Rossi – Federalimentare
Lunch 13,00 – 14,00
POMERIGGIO – Modulo 1 – Sicurezza delle Produzioni Agroalimentari e Informazione al Consumatore
14,00 – 14,45 Sicurezza delle produzioni agroalimentari Paolo Aureli – ex ISS, Istituto Superiore di Sanità
14,45 – 15,30 Informazione al Consumatore Vittorio Gagliardi – Federalimentare
15,30 – 17,00 Lavorare in classe sulla lettura delle etichette, sul rischio alimentare e sulle pratiche domestiche
Giorgio Donegani – Comitato “EXPOSCUOLA2015”
17,00 – 17,30 Conclusione lavori: domande e dibattito Evelina Flachi / Mario Rusconi / Cristiano S. Navarro

RIMBORSO SPESE

Si informa che il rimborso delle spese d i viaggio, soggiorno e pasti sarà a carico di Federalimentare, nelle modalità di seguito elencate:
Soggiorno: Federalimentare si impegna a rimborsare fino a un max di 140 f per la notte del 8/04113 a Milano o 15/04113 a Roma o 22/04113 a Napoli. Si ricorda che possono usufruire di l ° Categoria (Albergo 4 stelle) i dirigenti ed equiparati, professori universitari di l ° classe, professori di scuola media secondaria di Il grado, personale appartenente all’area C3 e C3 supero PUÒ
usufruire di 2° categoria (Albergo 3 stelle) tutto il rimanente personale. Per ottenere il rimborso sarà necessario allegare alla nota spese la ricevuta fiscale o la fattura in originale attestante le spese sostenute per il soggiorno.
Viaggio: Federalimentare si impegna a rimborsare fino a un max di 180 f per il viaggio in treno, aereo, pullman. Per ottenere il rimborso sarà necessario allegare alla nota spese i biglietti originali comprensivi delle carte d’imbarco, per chi viaggia in aereo.
Pasti: Federalimentare si impegna a rimborsare un pasto relativo alla cena del 8/04/13 a Milano o 15104/13 a Roma o 22/04/13 a Napoli. Si ricorda che il limite del rimborso è di: f 22,16 per un pasto, relativo al personale non dirigenziale e di f 30,52 per un pasto, riferito ai dirigenti – L. 836/1973 modificata dall’ art. 5 L. 417/1978 e successive modifiche ed integrazioni. Per ottenere il rimborso sarà necessario allegare alla nota spese la ricevuta fiscale o la fattura in originale attestante le spese sostenute per il pasto.

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

CORSI DI FORMAZIONE  MIUR – FEDERALIMENTARE 2012-2013

a: Federalimentare e Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

e. mail: dau@federalimentare.it      dafne.quattrini@istruzione.it ;          

tel:  06 5903520                                                tel: 06 58492564

REGIONE, PROVINCIA __________________________________________________

REFERENTE REGIONALE

REFERENTE PROVINCIALE

DIRIGENTE SCOLASTICO (nome istituto) ________________________________

______________________________________________________________________

DOCENTE (nome istituto)______________________________________________

________________________________________________________________________

Cognome e nome ________________________________________________________

Cell____________________________________________________________________

Email___________________________________________________________________

 

Date moduli di formazione:

(si prega di selezionare una data in base alla regione di provenienza, così come indicato nella nota allegata)

Milano – 8/9 Aprile 2013

Roma – 15/16 Aprile 2013

Napoli – 22/23 Aprile 2013

 

ARRIVO previsto entro il lunedì entro le h 11.00

PARTENZA prevista  il martedì dopo le h 18.00

 

MEZZO DI TRASPORTO UTILIZZATO (V. All. 1 per il rimborso spese):

Treno  2°classe

Aereo Classe Economica

Altro

Nota 5 marzo 2013, AOODGSC Prot. n.1537

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca
All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di
BOLZANO
Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione
TRENTO
Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione Autonoma della Valle D’Aosta
AOSTA
Ai Referenti Regionali per la Salute
LORO SEDI

Oggetto: Programma di Formazione in Educazione Alimentare per Referenti Regionali, Provinciali e Docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado

In considerazione della recente pubblicazione delle Linee di Indirizzo “LA SCUOLA ITALIANA PER EXPO 2015” e nell’ambito del Protocollo d’Intesa MIUR – FEDERALIMENTARE sono state pianificate e programmate le prossime attività di formazione relativamente all’educazione alimentare.

In particolare, per Referenti Regionali, Provinciali e Docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado, sono già previsti moduli di formazione a Milano il 8-9.04.2013 presso l’Istituto Tecnico Statale per il settore Economico – Turistico (ITT) “Artemisia Gentileschi” – Via Natta Il, 20151 Milano (per Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto), a Roma il 15-16.04.2013 presso il MIUR, Viale Trastevere 76A (per Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Molise, Toscana, Umbria) e a Napoli il 22-23.04.2013 presso Istituto Professionale di Stato per i Servizi dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità Alberghiera (lPSSEOA) “Ippolito Cavalcanti” – Via Giovenale 2 bis, 80100 Napoli (per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia).

Per ogni Ufficio Scolastico è prevista la partecipazione del Referente Regionale per le tematiche inerenti all’Educazione Alimentare e, per ciascuna provincia, del Referente Provinciale o di un docente della scuola secondaria di primo grado selezionato dall’USR di competenza.
Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico di FEDERALIMENTARE.
Si prega di compilare la scheda di partecipazione allegata alla presente inviando la agli indirizzi dau@federalimentare.it e dafne.guattrini@istruzione.it, entro e non oltre il giorno 29 marzo 2013.
Si allegano inoltre alla presente, l’informativa riguardante il rimborso spese e il programma di formazione.

Il Direttore Generale
Giovanna Boda