Archivi tag: Educazione finanziaria

Mese dell’Educazione Finanziaria

Dopo la prima edizione, che ha visto l’adesione di 108 organizzazioni (per un totale di 197 soggetti coinvolti, tra istituzioni e organizzazioni pubbliche e private), con oltre 350 eventi in 120 città in tutta Italia, torna dall’1 al 31 ottobre 2019 il Mese dell’Educazione Finanziaria promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, di cui è membro per il MIUR il Dirigente Tecnico Alvaro Fuk.

Il Mese avrà un calendario ricco di appuntamenti, a cominciare da quelli della prima settimana di ottobre connessi alla “World Investor Week” – la manifestazione internazionale dedicata alla gestione del risparmio – per proseguire con eventi culturali, seminari informativi, spettacoli, giornate di gioco e formazione sull’Educazione finanziaria e sui temi assicurativi e previdenziali.

Le iniziative possono essere proposte compilando il form on line all’indirizzo www.quellocheconta.gov.it/ottobreedufin da oggi fino al 13 settembre 2019.

L’adesione consentirà di utilizzare il logo ufficiale del Mese e di comparire nella promozione su scala nazionale, così da garantire agli organizzatori delle singole iniziative una maggiore visibilità e favorire l’efficacia delle azioni attraverso il coordinamento con gli altri soggetti partecipanti.

Per tutti i partner del Mese saranno a disposizione anche una chat e strumenti interattivi per massimizzare la comunicazione sugli eventi, conoscere chi in Italia si impegna su questo fronte, così da creare sinergie.

Il Comitato invita associazioni, istituzioni, imprese, università e centri di ricerca, scuole, fondazioni, pubbliche amministrazioni e qualsiasi organizzazione voglia impegnarsi nel campo dell’Educazione finanziaria con eventi di qualità, senza scopo di lucro e gratuiti per chi vi partecipa, a proporre la propria candidatura. Saranno accolte tutte le iniziative che avranno l’obiettivo di accrescere le conoscenze di base sui temi assicurativi, previdenziali e di gestione e programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari. Conoscenze indispensabili per la serenità di oggi e del futuro.

Olimpiadi di Economia e Finanza

Scuola, premiati gli studenti vincitori della prima edizione delle Olimpiadi di Economia e Finanza

Sono stati premiati il 23 maggio 2019 a Trieste gli studenti vincitori della I edizione delle Olimpiadi di Economia e Finanza, che si è svolta nelle giornate del 22 e 23 maggio.

Destinata ai ragazzi dei primi tre anni delle Scuole secondarie di II grado, la manifestazione è ideata per avvicinare i giovani ai temi economici, finanziari e di cittadinanza attiva. Al suo esordio, la gara ha registrato la partecipazione di oltre 7.600 ragazzi e di quasi 300 scuole, di cui 11 sono arrivate in finale, superando le fasi di istituto e regionali.

Le prove proposte ai 13 finalisti hanno riguardato i diversi livelli di padronanza delle competenze di Economia e Finanza, con riferimento anche agli obiettivi di Financial Literacy delle prove OCSE PISA. Durante l’anno, gli studenti, seguiti dai loro insegnanti, si sono preparati per la competizione grazie alle risorse didattiche e ai numerosi esercizi disponibili  sul sito delle Olimpiadi  (https://www.olimpiadi-economiaefinanza.it/), elaborati dal comitato tecnico scientifico costituito per l’occasione dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione, che ha promosso l’iniziativa. Del comitato hanno fatto parte associazioni disciplinari di categoria e docenti, oltre al Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), Banca d’Italia, Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) e Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEDUF).

L’ultima nata tra le competizioni promosse dal MIUR, con la media partnership di Rai Cultura e di Rai Scuola, si è avvalsa della collaborazione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, diretto dalla professoressa Annamaria Lusardi.

La premiazione ha avuto luogo presso l’IIS “Giosuè Carducci – Dante Alighieri”, nell’ambito della manifestazione “La Piazza delle Idee”, dedicata ai temi dell’educazione economica e finanziaria a scuola. Durante l’evento sono stati proposti a studenti e docenti attività laboratoriali, studi e riflessioni riguardanti, tra l’altro: l’educazione finanziaria, la storia dell’economia, le tecnologie didattiche innovative, i serious games e la loro efficacia formativa, lo sviluppo dei  processi scientifici  tecnici e storici a seguito dei quali un territorio si configura, i rapporti tra città e contesto europeo.
    
Di particolare interesse lo spazio di approfondimento dedicato a Leonardo, inserito nell’ambito delle celebrazioni del cinquecentenario della morte del genio italiano,  con una lectio magistralis del professor Gian Arturo Ferrari sul tema: “Leonardo da Vinci e lo sviluppo del pensiero scientifico in Europa”.

Gli studenti premiati

Categoria Senior

I classificato (ex aequo): Filippo Paladini, Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Bramante Genga”, Pesaro.

I classificato (ex aequo) : Giorgia Castiglione, Liceo Scientifico “Luigi Siciliani”, Catanzaro.

III classificato: Tommaso Capriotti, Liceo Scientifico “Marie Curie”, Giulianova (TE).

Categoria Junior

I classificato: Alice Bianco, Istituto Tecnico Statale “Grazia Deledda”, Lecce.

II classificato: Luca Merante, Liceo Scientifico “Luigi Siciliani”, Catanzaro.

III classificato: Filippo Morari, Liceo “Fabrizio De André”, Brescia.


Al via da quest’anno una nuova competizione, riservata ali studenti del primo triennio degli Istituti secondari di secondo grado: le Olimpiadi di Economia e Finanza che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici ha promosso in collaborazione con il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Per informarsi e orientarsi in questa nuova Olimpiade è stato creato un sito: https://www.olimpiadi-economiaefinanza.it/ con un sillabo, un glossario e molti link cui collegarsi per consultare dati economici, finanziari e statistici, reperire informazioni, seguire conferenze, brevi lezioni a tema, guardare video di approfondimento.

Questa Olimpiade prevede una gara d’istituto, in programma per il 12 marzo e, dopo circa un mese, il 16 aprile, una semifinale regionale che selezionerà le studentesse e gli studenti finalisti che affronteranno, il 22 maggio prossimo, a Trieste, la finale nazionale. Una gara da vivere con entusiasmo e con il piacere di mettersi in gioco su temi molto seri ed estremamente importanti per l’esercizio di cittadinanza e per capire fino a che punto si sia in grado di utilizzare le proprie competenze trasversali e comunicative in ambito economico.

Per partecipare non è richiesta la frequenza a percorsi in cui i temi economico-finanziari siano presenti nei curricula scolastici.

La proclamazione dei vincitori è fissata per il 22 maggio, all’interno di una manifestazione culturale dedicata ai temi dell’Educazione economica e finanziaria a scuola dal titolo “E+F=…Opinioni a confronto”, nel corso della quale i finalisti avranno la possibilità di sperimentare alcune applicazioni didattiche dedicate all’economia realizzate da prestigiosi istituti di ricerca nazionali e di incontrare amministratori pubblici, imprenditori ed esperti.

I termini dell’iscrizione sono stati prorogati all’1 febbraio 2019, con l’avviso n. 388 dell’08/01/2019.

Avviso 8 gennaio 2019, AOODGOSV 38

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazione di istruzione
Uff. I

Avviso 8 gennaio 2019, AOODGOSV 38

Oggetto: Olimpiadi di Economia e Finanza. Prima Edizione. Anno scolastico 2018/2019. Proroga termine di iscrizione.

Si comunica che il termine ultimo di iscrizione delle scuole interessate alle Olimpiadi in oggetto (19 gennaio 2019) è prorogato al 1 febbraio 2019.

Nota 30 novembre 2018, AOODGOSV 20165
Olimpiadi di Economia e Finanza – Edizione 2018-19

Mese dell’Educazione Finanziaria

A Ottobre 2018 parte il Mese dell’educazione finanziaria

L’iniziativa del Comitato per l’educazione finanziaria diretto
da Annamaria Lusardi è rivolta a tutti i potenziali organizzatori
di iniziative di sensibilizzazione ed educazione finanziaria

Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria – cui partecipa il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – promuove la prima edizione del “Mese dell’Educazione Finanziaria” dall’1 al 31 ottobre 2018.

Il “Mese dell’Educazione Finanziaria” comprende attività ed eventi di informazione e sensibilizzazione sui comportamenti corretti nella gestione e programmazione delle risorse personali e familiari con la finalità di garantire il benessere economico attraverso l’utilizzo appropriato di strumenti finanziari, assicurativi e previdenziali. Il Mese si aprirà con la “World Investor Week” e terminerà il 31 ottobre, giornata mondiale del risparmio. Già in calendario in diverse città (Roma, Milano, Firenze, Torino) numerose iniziative che comprendono convegni, incontri, seminari. In programma anche diversi webinar.

Oltre 200 appuntamenti gratuiti in tutta Italia per informarsi, discutere e capire come gestire e programmare le risorse finanziarie personali e quelle della propria famiglia, approfondendo i temi del risparmio, degli investimenti, delle assicurazioni e della previdenza.

Questo l’intento della prima edizione del “Mese dell’educazione finanziaria” che si terrà dall’1 al 31 ottobre 2018 e il cui calendario è disponibile sul sito www.quellocheconta.gov.it.

L’iniziativa è stata lanciata il 24 luglio scorso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, diretto da Annamaria Lusardi, direttore del Global Financial Literacy Excellence Center di Washington, recentemente premiata negli Stati Uniti con il Ketchum Prize dalla FINRA Foundation e in Finlandia con un dottorato ad honorem dalla Università di Vaasa.

Gli eventi in programma nel “Mese dell’Educazione finanziaria” si rivolgono a tutti: bambini in età pre-scolare, studenti delle scuole primarie e secondarie e universitari, adulti, donne, anziani, famiglie, insegnanti, piccoli imprenditori, rappresentanti del mondo accademico impegnati sui temi dell’educazione finanziaria.

Promotori delle iniziative sono le 10 istituzioni che compongono il Comitato, tra le quali anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ha coordinato le attività di questa prima edizione del “Mese”. Moltissimi sono gli eventi organizzati da soggetti terzi: associazioni (da quelle dei consumatori a quelle professionali fino a quelle teatrali), fondazioni (incluse quelle impegnate contro l’usura), scuole di ogni ordine e grado, università, imprese del settore bancario e finanziario. A raccogliere l’invito ad aderire al “Mese” sono stati moltissimi soggetti che hanno consentito di inserire nel programma oltre 200 eventi gratuiti in tante regioni d’Italia, consultabili nel calendario ufficiale.

L’evento di apertura del primo mese dell’educazione finanziaria è previsto per lunedì 1 Ottobre presso il Centro congressi della Banca d’Italia a Roma, dove è stata organizzata una conferenza, con ospiti italiani e internazionali, in cui si farà il punto sulla situazione italiana e sulle esperienze nazionali ed estere.

A seguire prenderanno il via tante altre iniziative, a cominciare dagli eventi della World Investor Week, dall’1 al 7 ottobre, coordinata in Italia da CONSOB, per terminare con la tradizionale Giornata Mondiale del Risparmio, che verrà festeggiata anche al Ministero dell’Economia e delle Finanze, con una conferenza finale che si terrà il pomeriggio del 31 ottobre, alla quale saranno invitati tutti i promotori degli eventi della prima edizione del “Mese”.


Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria ha il compito di programmare e promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione finanziaria per migliorare in modo misurabile le competenze dei cittadini italiani in materia di risparmio, investimenti, previdenza, assicurazione.

Il Comitato è composto da undici membri ed è presieduto da un direttore, la professoressa Annamaria Lusardi, economista specializzata nel campo dell’educazione finanziaria, che ha fondato e dirige il Global Financial Literacy Excellence Center alla George Washington University nominato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze d’intesa con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca tra personalità con comprovate competenze ed esperienza nel settore. La partecipazione al Comitato non dà titolo ad alcun emolumento o compenso o gettone di presenza. Il Comitato opera attraverso riunioni periodiche collegiali e il lavoro di specifici gruppi cui possono partecipare accademici ed esperti nella materia.

Il Comitato è presente su Twitter con l’account @ITAedufin.

Per ulteriori informazioni: educazionefinanziaria@mef.gov.it

Quello che conta

Educazione finanziaria: online la prima versione del portale Quello che conta
Al via anche la consultazione pubblica sulla Strategia nazionale

Da oggi è online la prima versione del portale pubblico di educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale Quello che conta (http://www.quellocheconta.gov.it), frutto del lavoro del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria guidato da Annamaria Lusardi.
Il portale offre ai cittadini una fonte informativa autorevole, semplice, rigorosa e indipendente, per aiutarli a prendere decisioni consapevoli nel campo della finanza personale e familiare, dell’assicurazione e della previdenza.
Nel portale Quello che conta sono disponibili: 5 consigli elementari, utili a ridurre il rischio davanti alle scelte sull’impiego delle proprie risorse finanziarie, 7 cose da sapere senza le quali ogni scelta potrebbe risultare poco consapevole e 12 guide pratiche che aiutano a comprendere i rischi e le opportunità che si presentano in specifiche circostanze. Questo contenuto è corredato di un glossario di finanza, assicurazione e previdenza in continua evoluzione e della descrizione dei diversi strumenti bancari, finanziari, previdenziali ed assicurativi accessibili sul mercato. L’accesso ai contenuti è guidato attraverso l’identificazione esemplificativa di 6 momenti che contano nella vita e di nozioni di base utili ad affrontare le scelte di tutti i giorni.
In futuro il portale includerà strumenti di simulazione e auto-apprendimento e fornirà informazioni sulle iniziative e le occasioni di educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale promosse dal Comitato.
I contenuti del portale sono curati dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, cui partecipano amministrazioni centrali dello Stato, autorità indipendenti e rappresentanze dei consumatori (Ministero dell’economia e delle finanze, Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca, Ministero dello sviluppo economico, Banca d’Italia, Consob, Ivass, Covip, Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo dei consulenti finanziari).
Il portale viene pubblicato in versione beta, concepita come un test aperto a suggerimenti e indicazioni che cittadini e organizzazioni vorranno trasmettere per migliorarne contenuto e linguaggio, contribuendo con le proprie competenze ed esperienze.
Con la pubblicazione del portale Quello che conta parte anche la consultazione della Strategia nazionale per l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale, che resterà aperta fino al 31 maggio 2018.
La Strategia nazionale ha un obiettivo ambizioso, da conseguire in una prospettiva di lungo periodo: agevolare tutti i cittadini nell’acquisizione di conoscenze e competenze finanziarie perché ciascuno, con le risorse di cui dispone, possa effettuare scelte tali da contribuire a costruire un futuro sereno e sicuro.
Per assicurare che la Strategia prenda in considerazione tutte le esigenze della collettività, il Comitato chiede a cittadini, centri di ricerca, associazioni di consumatori, investitori, imprese, sindacati, di partecipare alla stesura della versione definitiva fornendo opinioni e suggerimenti sulla bozza posta in consultazione.
Si può partecipare alla consultazione pubblica sulla Strategia dal portale Quello che conta all’indirizzo http://www.quellocheconta.it/it/chi-siamo/strategia-nazionale/ e dal portale Italia OPEN GOV all’indirizzo http://open.gov.it/it/itaedufin/ .
La consultazione online è svolta in collaborazione con il Dipartimento della Funzione Pubblica – Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria ha il compito di programmare e promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione finanziaria per migliorare in modo misurabile le competenze dei cittadini italiani in materia di risparmio, investimenti, previdenza, assicurazione.
Il Comitato è composto da undici membri ed è presieduto da un direttore, nominato dal Ministro dell’economia e delle finanze d’intesa con il Ministro dell’istruzione, università e ricerca scientifica tra personalità con comprovate competenze ed esperienza nel settore. La partecipazione al Comitato non dà titolo ad alcun emolumento o compenso o gettone di presenza.
Il Comitato opera attraverso riunioni periodiche collegiali e il lavoro di specifici gruppi cui possono partecipare accademici ed esperti nella materia.
Il Comitato è presente su Twitter con l’account @ITAedufin.
Per ulteriori informazioni: educazionefinanziaria@mef.gov.it

Nota 27 aprile 2017, AOODGSIP 2215

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio II
Welfare dello studente, partecipazione scolastica, dispersione e orientamento

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti secondari di II grado
LORO SEDI

Oggetto: Consumer Rights – Incontro tra studenti e rappresentanti dell’Antitrust e della Commissione Europea sui Diritti dei Consumatori – a.s. 2017/2018.

Consumer Rights è la campagna di comunicazione, messa a punto dall’Antitrust e dalla Commissione Europea, che ha l’obbiettivo di far conoscere i propri diritti ai consumatori a fronte della nuova direttiva europea sui contratti di acquisto stipulati in Europa – recepita in Italia dal D.L. n. 21/2014. In questo contesto, per il prossimo a.s. 2017/2018, la scrivente Direzione vuole offrire agli studenti delle ultime classi degli Istituti secondari di II grado la possibilità di partecipare ad un incontro tenuto da rappresentanti dell’Antitrust e della Commissione Europea, che affronterà i seguenti argomenti:

  • La storia della concorrenza e della tutela dei consumatori;
  • Il D.L. n. 21/2014 sui “Diritti dei consumatori” della Comunità europea;
  • Le pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori;
  • Il Decalogo sui diritti dei consumatori per acquisti online di prodotti e servizi;
  • Le indicazioni per evitare di subire truffe online e indicazioni su come far valere i propri diritti;
  • Dibattito con gli studenti sugli acquisti online – abbigliamento, viaggi, musica, film, app etc.

Tale iniziativa prende il via dalla consapevolezza che le nuove disposizioni offrono l’occasione di una crescita importante del mercato unico rispetto ai diritti del cittadino nell’ambito consumistico, soprattutto se la negoziazione avviene tramite internet, strumento molto utilizzato anche dai nostri studenti. In Italia, il compito di creare le condizioni di tale sviluppo è stato affidato proprio all’Autorità Antitrust, l’Istituzione preposta al controllo del rispetto delle regole della concorrenza e alla tutela dei consumatori dalle pratiche commerciali scorrette.
Gli Istituti interessati ad ospitare presso la propria struttura un incontro, individuato un Docente Referente, potranno compilare in ogni sua parte, entro il 31 luglio 2017, il Form disponibile sul Portale dello Studente iostudio.pubblica.istruzione.it nella sezione IoApprendo, alla voce “Consumer Rights”.
Sarà cura dell’Antitrust prendere contatto direttamente con il Docente referente per definire assieme le date dell’incontro che si terrà nel prossimo a.s. 2017/2018.
Per informazioni e chiarimenti: 06/85821842 – 06/85821382 – 06/85821260.

Il DIRIGENTE
Giuseppe Pierro

Nota 20 ottobre 2016, AOODGSIP 7615

Ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento
AII’lntendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano
All’ Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine
Bolzano
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle D’Aosta
Aosta

Nota 20 ottobre 2016, AOODGSIP 7615

Oggetto: Educazione economica – offerta formativa 2016/17

Nota 7 ottobre 2015, Prot. n. 6072

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione
Ufficio Terzo

 

Ai Direttori generali degli     Uffici Scolastici Regionali

LORO  SEDI

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento

Trento

 

All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine

Bolzano

 

Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle D’Aosta

Aosta

 

E p.c.   Al Ministero degli Affari Esteri

DGSP – Uff. V – Sez. I

Ordinamenti e politiche scolastiche

dgsp5@esteri.it

 

Alla Banca d’Italia

Servizio Banconote

premioperlascuola@bancaditalia.it

 

Alla Banca d’Italia

Servizio Tutela dei Clienti e Antiriciclaggio

Divisione Educazione Finanziaria

educazione.finanziaria@bancaditalia.it

 

Nota 7 ottobre 2015, Prot. n. 6072

Oggetto:  Premio “Inventiamo una banconota” per le scuole primarie e gli istituti di istruzione secondaria di primo e di secondo grado – Edizione a. s. 2015/16 – Bando e Regolamento

Nota 5 ottobre 2015, AOODGSIP 6014

Ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano
Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Trento
Trento
All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca
Bolzano
All’Intendente Scolastico per la Scuola località Ladine
Bolzano
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle D’Aosta
Aosta

Nota 5 ottobre 2015, AOODGSIP 6014

Oggetto: Educazione economica – offerta formativa 2015/2016

Nota 17 dicembre 2014, Prot. n. 8083

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
D.G. per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del S.N.I.

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta
AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in Lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali e paritari
LORO SEDI
e p.c. Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
SEDE
Al Capo Ufficio Stampa
SEDE
Alla Banca d’Italia
Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio

Oggetto: Premio “Inventiamo una banconota” della Banca d’Italia per le scuole primarie e gli istituti di istruzione secondaria di primo e di secondo grado, edizione 2014/2015 – Proroga del termine di presentazione delle domande

In relazione al Premio in oggetto, si porta a conoscenza di tutte le istituzioni scolastiche che la mostra allestita a Roma (Villa Huffer, via Nazionale 191) dei bozzetti realizzati dagli studenti che hanno partecipato alla prima edizione del Premio “Inventiamo una banconota” è stata prorogata al 21 dicembre 2014 in considerazione del notevole interesse manifestato dalle scuole.
L’esposizione rappresenta anche un evento di accompagnamento alla nuova edizione del Premio, pertanto la Banca d’Italia, anche a seguito delle richieste pervenute, ha ritenuto opportuno posticipare al 31 gennaio 2015 il termine per la relativa l’iscrizione (da effettuarsi all”indirizzo di posta elettronica premioperlascuola@bancaditalia.it) da parte delle scuole.
A questo proposito si ricorda che le classi interessate potranno avvalersi, per la preparazione dei loro progetti, del materiale informativo reperibile sul sito della Banca d’Italia e nell’apposita sezione https://premioscuola.bancaditalia.it. Inoltre, le Filiali periferiche dell’Istituto forniranno, ove richiesta, collaborazione e supporto didattico ai percorsi interdisciplinari individuati dalle classi, anche assicurando la propria diretta partecipazione ad incontri organizzati presso le scuole.
Rimane invariato Il termine per la presentazione dei progetti, fissato per il 2 marzo 2015 nonché il calendario successivo che prevede la selezione dei tre lavori vincitori (uno per ogni categoria, diecimila euro per ogni premio) entro l’ultima decade di aprile 2015 e la cerimonia di premiazione presso il Servizio Banconote della Banca d’Italia a Roma nella prima decade di maggio 2015.
Si pregano le SS.LL. di dare la massima diffusione alla notizia e si ringrazia per la consueta e indispensabile collaborazione.

IL DIRETTORE GENERALE
Carmela Palumbo

Nota 1 dicembre 2014, Prot. n. 6967

Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

p.c. Ai Dirigenti scolastici delle Scuole secondarie di 1° grado

 

Oggetto: Programma di educazione finanziaria: “Io e l’economia”, a.s. 2014-2015.

Il Protocollo d’intesa, siglato nel 2011 tra il MIUR e l’Associazione Junior Achievement (JA) Italia, prevede, tra le sue attività, la promozione di diverse iniziative progettuali finalizzate a sostenere l’orientamento professionale degli studenti a vario livello.

Uno dei programmi, denominato “Io e l’economia”,   è destinato alle scuole secondarie di 1° grado, a cui, dietro richiesta, vengono inviati gratuitamente il manuale operativo e una guida per gli insegnanti, finalizzati a sostenerli nello svolgimento di alcune attività, in cui gli studenti sono coinvolti attivamente.

Il file allegato, a cui si rinvia per il dettaglio della proposta, comprende tutte le istruzioni per le scuole interessate a prendere parte a questa interessante iniziativa progettuale, che potrà inserirsi efficacemente nei percorsi di orientamento alla scelta, che vedono già impegnati i consigli delle classi terze. Attraverso le attività proposte e gli strumenti forniti, gli studenti potranno meglio valutare le proprie attitudini, mettere a fuoco i propri interessi e collegarli con le opportunità e le caratteristiche del mercato del lavoro, anche in un’ottica di sostegno alla scelta imprenditoriale.

Le scuole interessate potranno iscriversi attraverso il link: http://partecipa.jaitalia.org

Tanto premesso, si invitano le SS.LL. a dare massima diffusione alla presente iniziativa.

Si ringrazia per la fattiva collaborazione.

 

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Giovanna Boda

 

Io e l’economia

Nota 6 novembre 2014, AOODGOSV Prot. n. 6722

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
D.G. per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del S.N.I.

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
AI Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta
AOSTA
AI Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
AI Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali e paritari
LORO SEDI
e p.c.
Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
SEDE
AI Capo Ufficio Stampa
SEDE
Alla Banca d’Italia
Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio
via Milano, 64
00184 ROMA
Educazione.Finanziaria@bancaditalia.it

Nota 6 novembre 2014, AOODGOSV Prot. n. 6722

OGGETTO: Iniziative di educazione economico-finanziaria realizzate dalla Banca d’Italia per le scuole

Nota 20 ottobre 2014, Prot. AOODGSIP n. 5956

Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione

 

Ai Direttori Generali degli uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

p.c. Ai Dirigenti scolastici delle Scuole secondarie di 2° grado

Oggetto: Programma di educazione all’imprenditorialità: “Impresa in azione”, a.s. 2014-2015.

Il Protocollo d’intesa, siglato nel 2011 tra il MIUR e l’Associazione Junior Achievement (JA) Italia, prevede, tra le sue attività, la realizzazione del Programma di imprenditorialità “Impresa in azione”, coordinato proprio dalla predetta Associazione.

Come è noto, la scrivente Direzione, nell’ambito delle sue competenze istituzionali, è impegnata a promuovere nelle scuole secondarie di 2° grado la realizzazione di percorsi formativi, riguardanti temi e questioni di particolare rilievo, come l’orientamento professionale e permanente, la cittadinanza attiva, l’educazione all’imprenditorialità, che presentano varie affinità con il programma proposto dall’Associazione JA Italia.

Il progetto, di cui si allega la presentazione predisposta dall’Associazione Junior Achievement, per l’anno scolastico 2014-2015, mira al coinvolgimento di docenti e studenti delle classi III, IV e V delle scuole secondarie di 2° grado ed è finalizzato a sperimentare in maniera reale il funzionamento di un’impresa e a fare acquisire e a potenziare negli studenti le competenze imprenditoriali, attraverso un modello di lavoro pratico, coinvolgente e attraente.

Attraverso il programma di educazione imprenditoriale offerto, perfettamente integrabile nel curricolo delle aree educative economico-sociale, tecnico-scientifico e umanistico di tutti gli indirizzi, gli studenti avranno l’opportunità di acquisire e sviluppare attitudini e competenze imprenditoriali: dalle competenze comunicative a quelle relative al “problem solving”, al “decision making”, al lavoro di gruppo, fino alla possibilità di cooperare con i pari, di negoziare e di individuare strategie efficaci per il superamento delle sfide di volta in volta emergenti.

Alla luce di ciò, nel rinviare alla documentazione allegata per i dettagli operativi del programma, si invitano le S.S.L.L. a divulgare adeguatamente l’iniziativa e a sostenere l’adesione delle scuole del proprio territorio, tramite l’iscrizione da effettuare online, entro il 31 ottobre 2014, al link: http://partecipa.jaitalia.org .

 

L’adesione al progetto da parte delle scuole, infatti, permetterà di partecipare ad un’esperienza sostenuta, oltre che dal MIUR, anche dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Commissione Europea e di sperimentare un processo di buone prassi orientate a favorire l’occupabilità dei giovani.

Inoltre, al termine dell’anno scolastico, gli studenti interessati potranno partecipare al test europeo di certificazione delle competenze imprenditoriali ESP – Entrepreneurial Skill Pass. Per i docenti partecipanti è prevista, altresì, una giornata di formazione iniziale accreditata dal MIUR.

Si ringrazia per la fattiva collaborazione e si resta a disposizione per ulteriori esigenze informative.

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Giovanna Boda


Al Dirigente Scolastico
E p.c. Docenti classi III, IV e V
Scuola Superiore
 

Impresa in azione: l’imprenditorialità si impara a scuola
Sono aperte le iscrizioni online per l’anno scolastico 2014/2015.
Impresa in azione (www.impresainazione.it) è il programma di educazione imprenditoriale offerto gratuitamente alle scuole superiori che consente di sperimentare in maniera reale il funzionamento di un’impresa e di acquisire e potenziare le competenze imprenditoriali – quali creatività, determinazione, leadership, teamworking, gestione di progetti… – attraverso una formula unica di apprendimento pratico. Il programma infatti è basato sulla metodologia della mini-impresa di studenti a scopo formativo. In particolare, nel corso di un anno scolastico gli studenti:

 

  • individuano un’idea di business e ne valutano la fattibilità
  • svolgono indagini di mercato
  • raccolgono denaro (il capitale sociale) attraverso la vendita di azioni
  • realizzano un business plan
  • sviluppano concretamente un prodotto o un servizio
  • vendono e promuovono il proprio prodotto o servizio
  • gestiscono la contabilità aziendale
  • competono con le altre scuole italiane ed europee

Le attività di Impresa in azione permettono di acquisire un’attitudine “imprenditiva” caratterizzata da:

  • Creatività e problem solving
  • Comunicazione e presentazione in pubblico
  • Fiducia nelle proprie capacità
  • Lavoro di gruppo e leadership
  • Negoziazione e decision making
  • Definizione di obiettivi e gestione delle scadenze
  • Rischio e gestione del cambiamento

 

Questo programma è sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dello Sviluppo Economico e dalla Commissione Europea come buona prassi per favorire l’occupabilità dei giovani, poiché consente di acquisire una maggiore consapevolezza di sé, nuove abilità tecniche e trasversali, una visione più positiva del futuro.

L’iniziativa è arricchita da proposte formative, premi, eventi dedicati ai docenti e agli studenti. In particolare, prevede a partire dai mesi di aprile/maggio la partecipazione (facoltativa) a eventi e competizioni di carattere locale, nazionale o internazionale che, oltre a rappresentare un punto di arrivo gratificante e motivante, consentono un valido confronto con classi di città e nazioni diverse.

 

Il programma offre ai docenti l’opportunità di sperimentarsi con una metodologia didattica innovativa e di confrontarsi con colleghi italiani e stranieri, ampliando il proprio network e permettendo agli studenti di avvicinarsi sempre di più alle richieste del mercato del lavoro.

Al termine dell’anno scolastico, inoltre, gli studenti interessati possono partecipare al test europeo di certificazione delle competenze imprenditoriali ESP – Entrepreneurial Skill Pass.

Per i docenti coordinatori che aderiscono al programma per il primo anno inoltre, è prevista una giornata di formazione iniziale accreditata dal MIUR.

Dopo l’avvio del programma in aula, in collaborazione con Junior Achievement e secondo le disponibilità nei singoli territori, viene individuato un esperto d’azienda che accompagna la classe nei momenti cruciali e nelle scelte strategiche. L’esperto d’azienda è un volontario e non richiede alcun rimborso spese per il suo impegno, definisce direttamente con l’insegnante e gli studenti, al momento del suo inserimento, i contenuti del proprio ruolo secondo la propria esperienza professionale, nonché le ore che potrà mettere gratuitamente a disposizione.

Impresa in azione in sintesi
Destinatari Una classe o un gruppo di studenti di III, IV o V Superiore
Tipologia Avvio e gestione di una mini-impresa
Durata 40-60 ore tra ottobre e maggio (a discrezione dell’insegnante)
Obiettivi
  • Fornire una panoramica sul ruolo delle organizzazioni e sul loro impatto sull’economia
  • Comprendere come far nascere e sviluppare un progetto imprenditoriale (start-up), adattandolo alla domanda e all’ambiente competitivo
  • Conoscere i modelli organizzativi e le principali professionalità coinvolte, orientando verso i settori che offrono maggiori opportunità occupazionali
  • Aumentare la proattività personale, diventare promotore dell’innovazione, valorizzare la creatività individuale e collettiva

 

Per saperne di più visita il sito www.impresainazione.it

Per aderire al programma è possibile completare l’iscrizione online entro il 31 ottobre 2014 al link http://partecipa.jaitalia.org.
 

Junior Achievement Italia
Via Rossini, 6/8
20122 Milano
Tel. 02 230039100
info@jaitalia.org | www.jaitalia.org | www.impresainazione.it

Nota 20 giugno 2014, AOODPIT Prot. n. 2173

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
DIPARTIMENTO DELL’ISTRUZIONE

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali e paritari.
LORO SEDI
e p,c, Al Capo di Gabinetto
SEDE
Alla Banca d’Italia
Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio
via Milano, 64
00184 ROMA

Nota 20 giugno 2014, AOODPIT Prot. n. 2173

OGGETTO: Progetto “Educazione Finanziaria nelle scuole” in collaborazione con la Banca d’Italia – Anno scolastico 2014/2015

Nota 28 gennaio 2014, AOODGSC Prot. n. 569

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
LORO SEDI
Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
LORO SEDI
e p.c. Ai Dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

Nota 28 gennaio 2014, AOODGSC Prot. n. 569

Oggetto: Concorso MEF-MIUR “Incontro al Federalismo Fiscale”