Archivi tag: Olimpiadi

Olimpiadi delle Scienze Naturali e Giochi delle Scienze Sperimentali

Olimpiadi delle Scienze Naturali e Giochi delle Scienze Sperimentali,
premiati le studentesse e gli studenti vincitori della XV edizione

Biologia, Geologia, Meteorologia, Paleontologia, Fisiologia. Con queste e altre discipline si sono confrontati studentesse e studenti finalisti della XV edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e Giochi delle Scienze Sperimentali.

Le fasi d’istituto e regionali si sono svolte in tutta Italia nel corso dell’anno scolastico. Dal 12 al 14 maggio, 146 ragazze e ragazzi delle scuole secondarie di II grado e 28 dalle secondarie di I grado si sono riuniti presso il Liceo scientifico “Enrico Medi” di Senigallia (AN) per affrontare la fase nazionale, in tre giorni di impegno e divertimento. Gli aspetti organizzativi della manifestazione sono stati curati dall’Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali (ANISN).

Domenica 14 maggio, la premiazione delle alunne e degli alunni eccellenti, alla presenza di alti rappresentanti degli Enti locali.

Vincitori per la categoria Biennio: medaglia d’oro a Marcello Fonda del Liceo scientifico “Galilei” di Trieste; medaglia d’argento a Elio Moreau del Liceo scientifico “Pacinotti” di Cagliari; medaglia di bronzo a Gabriele Quaranta, del Liceo scientifico “Battaglini” di Taranto.

Vincitori per la categoria Triennio Scienze della Terra: medaglia d’oro a Samuele Rosso del Liceo scientifico “Bodoni” di Saluzzo (CN); medaglia d’argento a Riccardo Bernardini del Liceo scientifico “Convitto Nazionale Principe di Napoli” di Assisi (PG); medaglia di bronzo a Marina Greco del Liceo scientifico “Battaglini” di Taranto.

Vincitori per la categoria Triennio Biologia: medaglia d’oro a Mariastella Cascone del Liceo scientifico “Galilei” di Catania; medaglia d’argento a Marco Adriano Magno del Liceo scientifico “Pacinotti” di Cagliari; medaglia di bronzo a Jacopo Del Deo dell’IIS Telesi@ di Telesia Terme (BN).

Samuele Rosso, Riccardo Bernardini, Elio Moreau e Gabriele Quaranta sono membri di diritto della squadra italiana alle Olimpiadi internazionali di Scienze della Terra (IESO) che si svolgeranno a Nizza alla fine di agosto.

Mariastella Cascone, Marco Adriano Magno, Jacopo Del Deo  e Luca Fusar Bassini dell’IIS “Galilei” di Crema (CR) sono membri di diritto della squadra italiana alle Olimpiadi internazionali di Biologia (IBO) che si svolgeranno in Inghilterra alla fine di luglio.

Olimpiadi delle Lingue e civiltà classiche

Olimpiadi delle Lingue e civiltà classiche,
premiate le campionesse e i campioni di greco e latino
In gara 141 alunne e alunni da tutta Italia

(Roma, 13 maggio 2017) Sono stati assegnati questa mattina i riconoscimenti alle vincitrici e ai vincitori delle Olimpiadi nazionali delle Lingue e civiltà classiche. Nove le medaglie in premio per le ragazze e i ragazzi che si distinti nella traduzione e nell’analisi di un brano in lingua greca o latina.
Le Olimpiadi delle Lingue e civiltà classiche, alla VI edizione, sono promosse annualmente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del programma per la Promozione della cultura classica e rientrano nel Programma Nazionale per la Valorizzazione delle Eccellenze. La competizione è rivolta alle studentesse e agli studenti degli ultimi due anni di corso dei Licei, statali e paritari. Tre le sezioni di gara: Lingua Greca, Lingua Latina, Civiltà Classiche.
La finale si è tenuta giovedì scorso, 12 maggio. A sfidarsi per il podio sono state 141 studentesse e studenti (71 i ragazzi e 70 le ragazze) che hanno superato le selezioni regionali o che hanno vinto uno dei Certamina accreditati per la competizione.
Per la sezione Lingua Greca (39 in corsa per l’alloro) e la sezione Lingua Latina (68 in competizione) le studentesse e gli studenti sono stati chiamati a tradurre un testo di prosa, nella rispettiva lingua, accompagnato da un commento strutturato. Per la sezione Civiltà Classiche (34 in gara) è stato invece chiesto un lavoro di interpretazione, analisi e commento di una testimonianza della civiltà latina o greco-latina.
La premiazione, questa mattina, si è tenuta presso il Teatro Augusteo di Salerno. A far da cornice alle gare una serie di incontri con studiosi di civiltà classiche e spettacoli teatrali.

Le premiate e i premiati:
Sezione Greco
1 – Matteo MONGE – Liceo Classico “M. D’Azeglio”, Torino
2 – Marco DI FILIPPO – Liceo Classico “P. Colletta”, Avellino
3 – Erasmo BARRESI – Liceo Classico “Pantaleo”, Castelvetrano (Trapani)

Menzione d’Onore:
Chiara  COLAVINCENZO – Liceo Classico “T. Mamiani”, Roma
Ludovico BAIAMONTE – Liceo Classico “G. Garibaldi”, Palermo

Sezione Latino
1 – Rachele BERGAMO – Liceo Classico “Canova”, Treviso
2 – Francesco SENAREGA – Liceo Classico “C. Colombo”, Genova
3 – Lia Silvia MERZ – Liceo Classico “Tito Livio”, Padova

Menzione d’Onore:
Margherita GALLI – Liceo Classico “Dante”, Firenze
Cristofer VILLANI – Liceo Classico “M. Pagano”, Campobasso

Sezione Civiltà Classica
1 – Giovanni SCALABRIN – Liceo Classico “Tito Livio”, Padova
2 – Cecilia BURATTIN – Liceo “G. Casiraghi”, Cinisello Balsamo (Mi)
3 – Lorenzo VITRONE – Liceo Classico “Seneca”, Roma

Menzione d’Onore:
Claudia MARIGONDA – Liceo Classico “E. Montale”, San Donà di Piave (Venezia)
Stefano RAGO – Liceo Classico “M. Pagano”, Campobasso

Il portale delle Olimpiadi Nazionali delle Lingue e Civiltà Classiche:
http://www.olimpiadiclassiche.it/site/index.php

Olimpiadi di Matematica

Olimpiadi di Matematica, sul podio
le campionesse e i campioni dei numeri
In 1.200 in gara da tutta Italia

(Roma, 7 maggio 2017) Sono state assegnate questa mattina le medaglie alle campionesse e ai campioni delle Olimpiadi di Matematica. Circa 1.200 le studentesse e gli studenti provenienti da tutta Italia che si sono sfidati per il podio giovedì e venerdì, a Cesenatico.

Due giorni di gare a colpi di formule, espressioni algebriche, calcoli aritmetici, ma anche capacità di problem solving e creatività. Le partecipanti e i partecipanti erano in quasi 250.000 ai nastri di partenza.

Le Olimpiadi di Matematica sono gare individuali e a squadre rivolte a tutte le ragazze e i ragazzi dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado. La competizione è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione – ed è organizzata dall’Unione Matematica Italiana. Queste Olimpiadi rientrano nel Programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze del Miur.

LE GARE

Due le categorie di gara: individuale (alla XXXIII edizione) e di squadra (alla XVIII edizione). Per la gara individuale sono stati quasi 250.000 le studentesse e gli studenti coinvolti nelle precedenti fasi di selezione (di istituto e distrettuale). Di questi in 300 si sono classificati per la finale a Cesenatico. Per la conquista del titolo le ragazze e i ragazzi hanno dovuto affrontare la soluzione di sei problemi, senza l’utilizzo della calcolatrice. Si tratta di sei esercizi su algebra, geometria e calcolo della probabilità. Conta la destrezza con i numeri e le formule, ma anche la capacità di problem solving e la creatività.

Per la gara a squadre le formazioni in competizione per il titolo sono state 126, ciascuna da 7 studentesse e studenti (882 in totale per quest’ultima fase di selezione). Tra di loro anche quattro squadre invitate da Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania e Ungheria (i cui risultati saranno fuori classifica). A ciascun team è stato chiesto di risolvere per la finale 24 problemi nel minor tempo possibile. Tutte le prove delle gare sono state preparate dalla Commissione Olimpiadi dell’Unione Matematica Italiana.

LA MATEMATICA? UN GIOCO (SEMPRE PIÙ) PER RAGAZZE

I  300 finalisti e finaliste delle gare individuali provengono in prevalenza dal Nord (157) e dalle regioni centrali (62). In gran parte frequentano il Liceo Scientifico (222). In 55 vengono da un indirizzo tecnico. Il Liceo Classico è rappresentato da 13 alunne e alunni.

I ragazzi si sono confermati anche per questa edizione molto più numerosi delle ragazze, rispettivamente 273 a 27. Questo però non ha impedito alle ragazze di conquistare una medaglia.

Un divario leggermente meno ampio nella competizione a squadre dove i ragazzi sono stati 810 e le ragazze 310. Tra di loro anche le studentesse delle 20 squadre selezionate a gennaio scorso nell’ambito della Gara nazionale femminile. La competizione è stata organizzata quest’anno per la prima volta e ha visto la partecipazione di 219 squadre e 1.533 ragazze. L’iniziativa rientra tra quelle messe in campo dal Miur (tra cui il Mese delle Stem) per cercare di superare lo stereotipo che vuole che gli studi tecnico-scientifici siano prevalentemente scelti da studenti e non da studentesse o comunque più adatti ai maschi.

Una medaglia d’oro è stata data alle prime e ai primi 25 classificati delle gare individuali. Mentre sono state 59 le medaglie d’argento assegnate e 73 quelle di bronzo. Medaglie d’oro, d’argento e di bronzo, invece, per le squadre classificate ai primi tre posti. Le alunne e gli alunni primi classificati affronteranno nelle prossime settimane un’ulteriore selezione: i primi 6 parteciperanno alle Olimpiadi Internazionali di Matematica (IMO) che si terranno quest’anno a Rio de Janeiro, in Brasile, a luglio.

I premi assegnati:

Gara a squadre – Medaglia d’oro

Liceo Leonardo di Brescia
Liceo Marconi di Carrara
Liceo Landi di Velletri

Gara individuale – Medaglia d’oro

Nome Anno Indirizzo di studio Istituto scolastico
Chen Jacopo Guoyi V Liceo Scientifico Statale Ascanio Landi di Roma
Viola Federico IV Liceo Scientifico Righi di Roma
Ulliana Andrea V Liceo Scientifico I. Nievo di Padova
Deniskin Nikita V I.I.S.S. F. Sbordone di Napoli
Ciprietti Andrea IV Liceo Scientifico Statale M. Curie di Teramo
Tarini Bernardo III Liceo Scientifico Statale Antonio Gramsci di Firenze
Pruneri Fabio IV Liceo Scientifico Alessandro Volta di Milano
Straffelini Cesare IV Liceo Classico Maffei di Trento
Maculan Mattia V Liceo Classico Francesco Corradini di Vicenza
Ruggeri Davide V I.I.S.S. Pacinotti di Roma
Lattaruolo Gianmarco IV Liceo Pedagogico Nomentano di Roma
Trenta Alessandro V I.I.S.S. Galileo Galilei di Cremona
Interdonato Giovanni IV Liceo Scientifico Don Bosco di Catania
Piccaro Alessandro IV I.I.S.S. Arturo Malignani di Udine
Vergamini Marco IV I.I.S.S. Garfagnana di Lucca
Cagnetta Alberto V Liceo Scientifico Niccolo’ Copernico di Udine
Colombo Giacomo V Liceo Scientifico E. Fermi di Padova
Corso Gabriele IV Liceo Scientifico Alessandro Volta di Milano
Demeio Lorenzo V Liceo Scientifico G. Leopardi di Macerata
Friso Linda IV Liceo Scientifico I. Nievo di Padova
L’Episcopo Alberto IV Liceo Scientifico G. Galilei di Catania
Navone Giorgio V Liceo Scientifico Statale Nicolo’ Tron di Vicenza
Giustiniani Angelo V Liceo Scientifico Statale Leonardo da Vinci di Treviso
Marino Domenico III Liceo Scientifico Plinio Seniore di Roma
Mecenero Giovanni II I.I.S.S. Leonardo da Vinci di Vicenza

 

Olimpiadi di Fisica, assegnate le 10 medaglie ai vincitori

Olimpiadi di Fisica, assegnate le 10 medaglie ai vincitori

50.000 le studentesse e gli studenti in competizione
In cinque rappresenteranno l’Italia alle gare internazionali

(Roma, 22 aprile 2017) Sono state assegnate questa mattina, presso il Liceo scientifico “Enrico Medi” di Senigallia (AN), le medaglie ai dieci studenti vincitori della trentunesima edizione delle Olimpiadi di Fisica. Circa 50.000 le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato a tutte le eliminatorie (a livello di istituto e regionale), rimasti poi in 104 per la corsa per il podio.

Tra i vincitori della Gara Nazionale, cinque verranno selezionati per rappresentare l’Italia  alle IPhO, le Olimpiadi Internazionali della Fisica, che si terranno in Indonesia a luglio.

Le Olimpiadi di Fisica sono promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione – sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Sono organizzate con la collaborazione del Gruppo Olimpiadi dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF). Sono competizioni a carattere individuale, rivolte alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di II grado che mostrano particolare inclinazione per lo studio della Fisica.

Gli istituti scolastici registrati alle Olimpiadi sono stati 850. Giovedì 20 e venerdì 21 aprile si è svolta la finale, con 104 finaliste e finalisti che hanno affrontato due prove: una pratica, a carattere sperimentale, e una teorica.

I due giorni di prove sono stati accompagnati da lezioni tenute da studiosi che si sono distinti nel campo della Fisica a livello nazionale e internazionale.

I nomi dei vincitori, premiati a pari merito:

  • Marco AMBROSINI – Liceo Scientifico “Plinio Seniore” di Roma;
  • Luca ARNABOLDI – Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Cantù (CO);
  • Alberto BASSI – Liceo Scientifico “Giovanni Marinelli” di Udine;
  • Filippo BIGI – Liceo Scientifico “Antonio Zanelli” di Reggio Emilia;
  • Lorenzo BRESOLIN – IIS “Bruno-Franchetti” di Venezia;
  • Jacopo Guoyi CHEN – Liceo Scientifico “Ascanio Landi” di Velletri (RM);
  • Federico CIMA – Liceo Scientifico “Don Milani” di Montichiari (BS);
  • Niccolò PORCIANI – Liceo Scientifico “Barsanti e Matteucci” di Viareggio (LU);
  • Alessandro SECCARELLI – Liceo Scientifico “Galeazzo Alessi” di Perugia;
  • Alessandro TRENTA – Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Crema (CR).

Olimpiadi di Italiano

Olimpiadi di Italiano,
sul podio le campionesse e i campioni
della lingua italiana

Sono stati proclamati e premiati questa mattina a Torino le vincitrici e i vincitori della VII edizione delle Olimpiadi di Italiano, promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Accademia della Crusca. Si tratta di gare individuali di lingua italiana rivolte alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di II grado.

Le vincitrici e i vincitori si sono distinti dopo una selezione impegnativa: quest’anno sono stati quasi 57.500 a partecipare alle gare per le Olimpiadi. Solo 80 sono giunti a Torino per la Fase finale e la conquista del titolo.

I nomi dei vincitori:

SEZIONE SENIOR ITALIA
SIMONE CORBO 1^ PREMIO
Classe IV E – Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, Potenza
DAVIDE MINARI 2^ PREMIO
Classe V G – Liceo Scientifico “Giacomo Ulivi”, Parma
FRANCESCO CANAZZA 3^ PREMIO
Classe IV B – IISS Ettore Bolisani, Isola della Scala (Vr)

Licei
SIMONE CORBO
Classe IV E – Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, Potenza
Istituti Tecnici
FRANCESCO CANAZZA
Classe IV B – IISS Ettore Bolisani, Isola della Scala (Vr), Molise
Istituti Professionali
ANNA RONCOLATO
Classe V A – IPSSAR “Pellegrino Artusi”, Recoaro Terme (Vi)

SEZIONE JUNIOR ITALIA
MARTINA BUSTON 1^ PREMIO
Classe II AC – Liceo Ginnasio “G.B. Brocchi”, Bassano del Grappa
ANNA VISANI 2^ PREMIO
Classe V C – Liceo Classico “Rambaldi”, Imola
FEDERICA IMPRODA 3^ PREMIO
Classe 2DG –I.I.S. Liceo Cicerone – Pollione, Formia (LT)

Licei
MARTINA BUSTON
Classe II AC – Liceo Ginnasio Statale “G.R. Brocchi”, Bassano del Grappa
Istituti Tecnici
PIETRO GOLA
Classe II DIN – Istituto Superiore “Enrico Fermi”, Mantova
Istituti Professionali
LUCA STOCCHETTI
Classe II H – IPSSAR “Pellegrino Artusi”, Recoaro Terme (Vi)

SEZIONE SENIOR ESTERO
ILARIA PENNACCHIO 1^ PREMIO
Classe II – Liceo Statale Italiano “Leonardo Da Vinci”, Parigi

SEZIONE JUNIOR ESTERO
KENZA YOUNES 1^ PREMIO
Classe I – Scuola Paritaria Italiana Enrico Mattei, Casablanca


Olimpiadi di Italiano, le finali dal 5 aprile
Oltre 57mila le iscrizioni, in 80 si sfidano a Torino per il titolo
Fedeli: “Partecipazione enorme, non sono solo una gara
ma un vero e proprio evento culturale”

Conto alla rovescia per le finali delle Olimpiadi di Italiano. Sono 80 le ragazze e i ragazzi che da domani, mercoledì 5, a venerdì 7 aprile, si sfideranno a Torino per conquistare il titolo di campionessa o campione della nostra lingua.
Le finaliste e i finalisti arrivano dalle scuole di tutta Italia e dagli istituti italiani all’estero e hanno superato una dura selezione: quest’anno hanno partecipato alle Olimpiadi in oltre 57.000. Per salire sul podio dovranno dimostrare padronanza della grammatica, efficacia nell’uso della lingua, destrezza nel lessico, abilità nel dominare le sfumature dell’italiano.
Le Olimpiadi, alla settima edizione, sono promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Accademia della Crusca.
“La partecipazione alle Olimpiadi di Italiano è davvero enorme, con numeri in crescita esponenziale negli ultimi anni grazie all’impegno profuso dal Ministero nell’organizzazione e nel coinvolgimento delle scuole – sottolinea la Ministra Valeria Fedeli -. Le Olimpiadi non sono solo una gara, ma si connotano ormai come un vero e proprio evento culturale anche per le Giornate dedicate alla Lingua Italiana”.

Il programma
Si parte Mercoledì 5, alle ore 14.45, presso il Campus Luigi Einaudi – Aula Magna dell’Università di Torino, con l’inaugurazione  dell’evento e il saluto alle finaliste e ai finalisti. Giovedì 6 è il giorno della gara che si svolgerà presso l’Aula Magna del Liceo D’Azeglio, dalle ore 9.00. Venerdì 7 è prevista la cerimonia di premiazione, dalle ore 9.00, presso Cavallerizza Reale – Aula Magna dell’Università di Torino.

Arricchiranno il programma le Giornate della Lingua Italiana, una serie di tavole rotonde con esperti. La prima sarà dedicata alla figura di Tullio De Mauro che fu presidente della giuria delle Olimpiadi nel 2012. Per l’occasione saranno proiettati anche due video sul celebre linguista realizzati appositamente per le Olimpiadi da Rai Cultura. Le altre tavole rotonde sono dedicate all’anniversario dei 150 anni della nascita di Pirandello e a quello dei 500 anni, celebrati nel 2016, della prima edizione dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto.

Olimpiadi da primato
I numeri delle Olimpiadi vanno oltre ogni aspettativa: in due anni sono più che raddoppiati le partecipanti e i partecipanti. Quest’anno 57.424 tra studentesse e studenti hanno aderito alle fasi di selezione (di istituto e regionali). Un numero più grande degli abitanti di Foligno o Manfredonia, o di capoluoghi come Cuneo o Teramo.
La crescita delle iscrizioni in un anno è stata del 32%, pari a quasi 14mila fra studentesse e studenti, circa 33mila in più se si fa il confronto con il 2015.  Le ragazze partecipanti sono state 35.743, mentre 21.681 i ragazzi, anche se poi questi ultimi sono più numerosi nella fase finale: 43 a 37. Coinvolte 1.113 scuole contro le 875 del 2016 (+27%). Prevalgono gli indirizzi liceali (con 791 scuole), ma cresce la partecipazione dei tecnici e dei professionali: sono quasi il 30% con 227 e 75 istituti (rappresentavano il 23% l’anno scorso). Le scuole italiane all’estero sono presenti con 22 istituti iscritti e 430 partecipanti.
Due finalisti provengono da scuole dei territori colpiti dal sisma.
La gara: ​quattro ore per conquistare il titolo
Le Olimpiadi sono gare individuali di lingua italiana per gli studenti delle scuole secondarie di II grado. Due le sezioni: Scuole italiane e Scuole italiane all’estero. Ciascuna sezione si articola in categoria Junior (primo biennio) e Senior (gli ultimi tre anni).

Le selezioni si sono svolte online, con domande a risposta chiusa. I finalisti invece avranno 240 minuti per una prova scritta in cui dovranno dimostrare la padronanza della lingua. A valutare gli elaborati sarà la giuria presieduta da Gian Luigi Beccaria.

Un’App per mettersi alla prova
Nei prossimi giorni sarà possibile scaricare un’App per esercitarsi con esercizi di grammatica e scrittura attraverso gli smartphone. Ci si potrà allenare sia da soli che in compagnia con sfide in tre round. L’App è stata realizzata dal progetto “Olimpiadi di Italiano” del Miur, con la collaborazione dell’Accademia della Crusca.

Dietro le quinte, i segreti di una generazione
Sono motivati nello studio, appassionati di cinema, musica e sport. Ma soprattutto determinati ad avere una vita normale e serena. Questa la fotografia che emerge dai profili degli 80 finalisti disponibili sul sito dedicato alle Olimpiadi. C’è chi sogna la professione medica, chi vuol fare l’ingegnere, chi immagina un futuro da regista o da musicista, chi nella ricerca e chi nella diplomazia o in politica. Quasi tutti vorrebbero viaggiare e conoscere il mondo.

Le collaborazioni e i premi
Le Olimpiadi di Italiano e le Giornate della Lingua Italiana si avvalgono della collaborazione, oltre che dell’Accademia della Crusca, anche del Ministero degli Affari Esteri, dell’ADI (Associazione degli Italianisti), dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana), del Comune di Torino, del Ministero della Difesa, degli Uffici Scolastici Regionali, del Premio Campiello Giovani. Il supporto organizzativo è del Liceo Massimo D’Azeglio di Torino.
La RAI è main media partner dell’iniziativa, in particolare con RAI Cultura, RAI RADIO3 e RAI Italia.

Oltre alle tradizionali medaglie, le ragazze e i ragazzi vincitori riceveranno i premi in denaro previsti dal Programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze del Miur, e dal Progetto “I fuoriclasse della scuola” della FEDUF (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio); inoltre soggiorni studio in Italia e all’estero, libri, vocabolari e penne stilografiche. I premi sono offerti da: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero degli Affari Esteri, Festival di Ravenna Dante 2021, Accademia Italiana – Scuola di italiano in Italia Salerno, Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, Aurora Penne, AIE-Associazione Italiana Editori, Giulio Einaudi Editore, Hoepli, Mondadori Education, Editrice San Marco, Zanichelli, “Parole in cammino” – Festival dell’italiano e delle lingue d’Italia.


Programma

Olimpiadi di Astronomia: proclamati i vincitori

Olimpiadi di Astronomia: proclamati i vincitori.
Cinque di loro formeranno la squadra nazionale
che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi Internazionali

Si è conclusa ieri,  presso il Liceo Scientifico e delle Scienze Applicate “G. Aselli” di Cremona, la Fase finale della XV edizione delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia, alla quale hanno partecipato, dal 4 al 6 aprile, 41 finalisti provenienti da tutt’Italia, di cui 20 per la categoria Junior (anno di nascita 2002-2003) e 21 per la categoria Senior (anno di nascita 2000-2001).

Le studentesse e gli studenti finalisti sono arrivati alla fase finale dopo una severa Fase di Preselezione alla quale hanno partecipato circa 6000 ragazze e ragazzi provenienti da 203 scuole dalla quale sono stati scelti gli 850 ammessi alla Gara Interregionale nelle 14 sedi predisposte su tutto il territorio nazionale.

Le vincitrici e i vincitori delle finali sono:

Categoria Junior:

  1. Aiello Marianna – Liceo Scientifico Statale “G. Galilei” – Catania
  2. Gibilaro Andrea – Liceo Scientifico Statale “G. Galilei” – Catania
  3. Caccese Pietro – Liceo Scientifico Statale “G. Mercalli” – Napoli
  4. Sanseverinati Sara – Liceo Scientifico Statale “G. Bruno” – Budrio (BO)
  5. Verduci Alexia – I.I.S. Statale “L. Nostro – L. Repaci” – Villa San Giovanni (RC)

Categoria Senior:

  1. Tropea Ferdinando Stefano – Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Cal.
  2. Fazzino Giulia – Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria
  3. Benotto Pietro – Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “G. Vallauri” – Fossano (CN)
  4. Latella Luca – Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “Leonardo da Vinci” – Reggio Calabria
  5. Boscardin Sebastiano – Liceo Scientifico e delle S.A. Statale “G.B. Quadri” – Vicenza

I primi tre classificati per la categoria Junior e i primi due della categoria Senior formeranno la squadra italiana che rappresenterà il nostro Paese alla XXII edizione delle Olimpiadi Internazionali di Astronomia.

I primi due classificati della categoria Senior e componenti della squadra nazionale saranno inoltre invitati a partecipare ad uno stage di formazione presso il Telescopio Nazionale Galilei (TNG) dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) alle isole Canarie (Spagna).

I dieci vincitori saranno invitati a partecipare alla Scuola Estiva di Formazione (SEF) organizzata dalla Società Astronomica Italiana (SAIt). La partecipazione è obbligatoria per i 5 componenti della squadra nazionale.

Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione – che le affida alla Società Astronomica Italiana (SAIt), che le organizza in collaborazione all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

Olimpiadi di Filosofia XXV edizione

 

Olimpiadi di Filosofia, proclamati i vincitori
Fedeli: “Nel 2019 Roma ospiterà l’edizione internazionale”

Sono stati proclamati questa mattina al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, le vincitrici e i vincitori della XXV edizione delle Olimpiadi di Filosofia. A ricevere il riconoscimento, sei fra studentesse e studenti che si sono distinti per il miglior saggio filosofico in lingua italiana o in lingua straniera.

Oltre 10.000 le ragazze e i ragazzi che hanno affrontato le diverse fasi di selezione, a livello di istituto e regionale, rimasti poi in 88 per la corsa per il podio. La prima classificata e il secondo classificato per il saggio in lingua straniera rappresenteranno l’Italia a Rotterdam alle finali dell’International Philosophy Olympiad, che si terrà dal 25 al 28 maggio prossimi.

La competizione internazionale sarà ospitata in Italia, a Roma, nel 2019. “Lo studio della filosofia è un tratto distintivo della nostra tradizione culturale – ha dichiarato la Ministra Valeria Fedeli -. Per questo sono particolarmente contenta per l’adesione che le Olimpiadi di Filosofia registrano nel nostro Paese e per il fatto che nel 2019 saremo noi ad ospitare, in Italia, a Roma, le Olimpiadi internazionali di questa disciplina”.
“Questa competizione è motivo di vero orgoglio e quest’anno ha avuto davvero una partecipazione sorprendente, con più di diecimila studentesse e studenti coinvolti – ha aggiunto il Sottosegretario Vito De Filippo nel corso della consegna dei riconoscimenti -. Vuol dire che ci sono tante ragazze e tanti ragazzi che si avventurano in questa disciplina. Sono ragazze e ragazzi che ci lasciano ben sperare per il Paese”.

Le Olimpiadi di Filosofia sono promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione – nell’ambito delle iniziative volte alla Valorizzazione delle Eccellenze. Sono organizzate d’intesa con la Società Filosofica Italiana.

Sono gare individuali riservate alle studentesse e agli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno delle scuole secondarie di II grado, statali e paritarie. Sono articolate in due canali: il “canale A”, in lingua italiana, e il “canale B”, in lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo).

La prova nazionale si è svolta ieri a Roma. Ad affrontare la finale sono stati 88 studentesse e studenti provenienti da tutta Italia e dalle scuole e sezioni italiane all’estero. A loro disposizione quattro ore per svolgere il saggio in una delle due sezioni, a scelta.

I nomi dei vincitori:
“Canale A” – Lingua Italiana

  1. Luca Sgolastra – I.I.S. “Campana” di Osimo (AN)
  2. Maria Caterina Vaccari – Liceo “Monti” di Cesena
  3. Maria Carla Merlo – Liceo “Cutelli” di Catania

“Canale B” – Lingua Straniera

  1. Chiara Alessia Quistelli – Liceo “Marco Polo” di Bari
  2. Edoardo Calvello – Liceo “Galileo Ferraris” di Torino
  3. Filippo Girardi – Liceo “Bérard” di Aosta

Olimpiadi di Filosofia, 88 in corsa per il podio

Sono 88 le alunne e gli alunni pronti alla sfida per le Olimpiadi di Filosofia. La finale nazionale si terrà martedì 28 marzo a Roma. Le ragazze e i ragazzi in gara hanno dovuto superare le fasi di selezione a livello di istituto e regionale per essere ammessi a quest’ultima prova. Mercoledì mattina, 29 marzo, si terrà la premiazione alla presenza del Sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo.

Le Olimpiadi di Filosofia giungono quest’anno alla XXV edizione. Una competizione che continua a crescere con oltre 10.000 studentesse e studenti iscritti alla gara (erano poco più di 9.000 l’anno scorso, mentre sono stati 4.000 in gara nel 2015), 413 istituti scolastici (58 in più rispetto al precedente anno scolastico), sia italiani che all’estero, e circa 1.000 tra dirigenti e docenti impegnati ad “allenare” le proprie ed i propri alunni per la difficile competizione filosofica.

La manifestazione è promossa dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nell’ambito delle iniziative volte alla Valorizzazione delle Eccellenze, d’intesa con la Società Filosofica Italiana.

La finale

La finale si svolgerà domani presso l’hotel Parco Tirreno (via Aurelia, 480), a partire dalle ore 9.00. Le finaliste e finalisti avranno quattro ore di tempo per cimentarsi nella elaborazione del saggio filosofico che, a loro scelta, potrà essere in lingua italiana o in lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo).

Mercoledì la premiazione alle ore 11.00, presso la Sala della Comunicazione del Miur (in viale Trastevere 76/a). A consegnare i riconoscimenti, oltre al Sottosegretario De Filippo, saranno anche Elena Capparelli, Vicedirettore di Rai Cultura, Francesco Coniglione, Presidente della Commissione nazionale di valutazione degli elaborati per la finale, Rosa De Pasquale, Capo Dipartimento per l’Istruzione del Miur, Carmela Palumbo, Direttore Generale della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Miur, Giuseppe Pintus, Direttore Editoriale di Inschibboleth che presenta un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro per la ripubblicazione della storica rivista di filosofia “Il Pensiero”, Emidio Spinelli, Presidente della Società Filosofica Italiana, Roberto Vellano, Ministro Plenipotenziario della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La premiazione potrà essere seguita in diretta streaming sul sito del Miur (www.istruzione.it).

Le Olimpiadi di Filosofia

Le Olimpiadi di Filosofia offrono modalità per favorire il rinnovamento della didattica della disciplina, nel segno del critical thinking e del debate, dell’interdisciplinarità e della laboratorialità, della scrittura argomentativa e del CLIL (l’insegnamento di una disciplina in lingua straniera), dell’uso delle tecnologie digitali e dei nuovi ambienti per l’apprendimento, dell’alternanza scuola-lavoro e della dimensione internazionale. Quest’ultima valorizzata, in particolare, dalla International Philosophy Olympiad, la gara che annualmente vede i candidati italiani competere con i coetanei europei ed extraeuropei e i docenti dei vari paesi partecipanti dialogare attorno ai diversi modelli di insegnamento della disciplina. Le Olimpiadi di Filosofia, inoltre, rappresentano un’occasione di studio là dove la materia non è prevista nel curricolo, come negli Istituti Tecnico e Professionali, attraverso l’inserimento di percorsi di filosofia tra gli insegnamenti opzionali, utilizzando la quota di autonomia e gli spazi di flessibilità, previsti dalla legge 107/2015, per rispondere alla domanda di senso dei giovani e alla richiesta di ampliamento dell’offerta formativa.

Per festeggiare la XXV edizione la trasmissione di Rai Cultura Zettel Debate. Fare filosofia incontrerà nel pomeriggio di martedì i finalisti delle Olimpiadi che, divisi in due squadre, dibatteranno sul concetto di tolleranza, tema scelto come filo conduttore dell’International Philosophy Olimpiad, organizzata in Olanda, a Rotterdam dal 25 al 27 maggio.


Programma