Archivi tag: Scienza

12 – 18 ottobre Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica

XXV Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica, dal 12 al 18 ottobre 2015

55e5814d18c68Una serie di eventi, mostre, incontri e iniziative organizzate in tutta Italia, destinate a tutti i cittadini, in particolare agli studenti, perché diventino protagonisti del processo di sensibilizzazione e partecipazione nei confronti della scienza e del suo impatto sulla vita quotidiana. Questo il programma generale della “XXV Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica”, che si svolgerà in Italia dal 12 al 18 ottobre, annunciata in una Lettera di lancio dell’iniziativa dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.

Istituita e promossa dal MIUR, la Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica si focalizzerà quest’anno su temi attualissimi quali “Scienza e alimentazione”, “2015: anno internazionale della luce e delle tecnologie basate sulla luce”, “L’impatto sociale delle tecnologie della comunicazione”.

Tutte le iniziative di diffusione della cultura scientifica proposte e organizzate da enti di ricerca, università, scuole, musei, associazioni, aziende, amministrazioni locali, istituzioni culturali e scientifiche che presentino un buon grado di qualificazione e che possano incidere in modo significativo sul pubblico saranno accolte e rese pubbliche sulla piattaforma web Sirio (Sistema Informatico Ricerca Italia Online). I soggetti che intendono proporre iniziative possono farlo dalle ore 9.00 del 21 settembre alle ore 15.00 del 5 ottobre 2015 attraverso il portale web Sirio, accedendo alla sezione dedicata “Plinio” presente in homepage.

L’intento della Settimana è quello di contribuire alla crescita culturale del Paese, costituendo altresì un presupposto per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini, che sono chiamati sempre più spesso a compiere scelte nei contesti dell’ambiente, dell’energia, della genetica, che per essere pienamente autonome e responsabili non possono prescindere da una solida cultura scientifica di base. L’evento è inoltre uno strumento per sperimentare e promuovere l’ambizioso progetto del MIUR di dare vita a un “sistema nazionale di istituzioni permanenti (musei, centri e città della scienza, università, accademie, ecc.), impegnate nel compito di garantire ai cittadini un’informazione tecnico-scientifica aggiornata e certificata, provvedendo nel contempo alla valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico del quale è ricchissimo il nostro Paese”.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web dedicato all’evento http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ricerca/diffusione

Bando per la difusione della Cultura Scientifca 2014

Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca

Bando per la difusione della Cultura Scientifca 2014

Graduatoria del bando pubblico per la concessione dei contributi di cui alla legge 113/91 così come modifcata dalla legge 6/2000

Avviso 5 novembre 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Per l’anno scolastico 2013/14 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza la dodicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è promossa e finanziata dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica  del MIUR, e lo scorso anno ha visto la partecipazione di quasi 400 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.
Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato.
Sono previste due  distinte categorie, biennio e triennio. La prova per il biennio consisterà in quesiti di scienze della Terra e di scienze della vita; quella per il triennio consisterà in domande di biologia. A partire da quest’anno nella prova del triennio saranno presenti anche alcune domande facoltative di Scienze della Terra.
E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 28 febbraio 2014.

Ulteriori informazioni circa le modalità di adesione e la tempistica di svolgimento delle prove sono reperibili sul sito www.anisn.it.

Il Direttore Generale
F.to Carmela Palumbo

Avviso 8 ottobre 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Segreteria del Direttore

Per l’anno scolastico 2013/14 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali con il patrocinio del MIUR – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica -, organizza la quarta edizione dei Giochi delle Scienze Sperimentali per gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado. I Giochi sono rivolti agli studenti delle classi III.
I Giochi delle Scienze Sperimentali consistono in prove scritte formate da domande a scelta multipla o aperta riguardanti diversi argomenti scientifici. I quesiti, indipendenti l’uno dall’altro, sono volti ad accertare la capacità di analizzare, interpretare e selezionare informazioni su vari aspetti delle conoscenze scientifiche e di utilizzare procedure trasversali e strumenti logici e matematici per individuare o proporre corrette soluzioni.
Fasi di svolgimento
Fase di Istituto: è finalizzata a selezionare gli alunni partecipanti alla successiva fase regionale.
Ogni Istituto individuerà autonomamente le modalità di selezione degli studenti (numero massimo 25) che affronteranno la prova d’istituto, predisposta dall’ANISN e inviata alla scuola poco prima del giorno della somministrazione. La gara di Istituto si svolgerà l’11 marzo 2014, alle ore 11.00, all’interno degli Istituti che hanno aderito all’iniziativa. La graduatoria d’istituto sarà comunicata al Referente regionale, mediante apposito modulo, entro il 19 marzo 2014.
Fase Regionale: la prova regionale si svolgerà contemporaneamente in tutta Italia il 27 marzo 2014, alle ore 11.00, nella sede indicata dal Referente di ciascuna regione e sarà sostenuta dagli studenti primi classificati di ciascuna scuola.
Ogni informazione relativa ai Giochi è reperibile nel sito web www.anisn.it

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Carmela Palumbo

Avviso 25 settembre 2013

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Le IESO sono una delle due competizioni internazionali che, insieme alle IBO, le Olimpiadi Internazionali di Biologia, costituiscono la fase finale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, una gara organizzata dall’ANISN – Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali – e riconosciuta dal Miur ai fini della promozione delle eccellenze, alla quale nella scorsa edizione hanno partecipato quasi 400 scuole distribuite sull’intero territorio nazionale. Pasquale Miglionico, studente del Liceo Scientifico e Linguistico “Federico II di Svevia” di Altamura (Bari), vince la medaglia d’oro, Enrico Negri, Marco Ceoletta e Lorenzo Cuseri, rispettivamente del Liceo Scientifico “Sereni” di Luino (Varese), del Liceo Scientifico “Copernico” di Verona e del Liceo Scientifico “F. Redi” di Arezzo, vincono una medaglia di bronzo ciascuno. I 4 ragazzi rappresentano il risultato di una selezione che ha coinvolto in partenza più di 10.000 studenti del biennio delle superiori. Oltre che nella gara individuale all’Italia sono stati attribuiti awards anche nella competizione a squadre (ITFI – International Team Field Investigation), che prevedeva un lavoro di gruppo sul campo con squadre costituite da studenti di nazioni diverse, nella quale a Miglionico è stato assegnato un secondo oro, mentre un argento è andato a Negri. Grande emozione e soddisfazione degli studenti e dei mentors, i Professori Lorenzo Lancellotti ed Emanuele Piccioni, che hanno accompagnato i ragazzi e fatto parte della giuria internazionale della gara. I ragazzi si sono cimentati con prove teoriche e pratiche, in laboratorio e sul terreno, inerenti diversi campi delle Geoscienze: atmosfera, climatologia e meteorologia, idrosfera continentale e oceanica, petrografia e mineralogia, cartografia e lettura del paesaggio, dinamica endogena ed esogena, con particolare attenzione alle tematiche dei rischi naturali, storia geologica, fossili ed evoluzione. Si tratta evidentemente di contenuti ampi e complessi, per i quali si richiedono conoscenze approfondite e abilità pratiche ed operative, necessarie per risolvere i casi e i problemi che vengono via via posti, in particolare nella prova sul campo.

IL DIRETTORE GENERALE
f.to Carmela Palumbo

Nota 11 settembre 2013, Prot. n. MIURAOODGOS/4693

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ai Direttori Generali degli
Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per
la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico
per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per
la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per
le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per
la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Orientascienze per i docenti: Premio nazionale Didattica della Scienza – Catania 13 Novembre 2013

La Confindustria e Confindustria Catania, in collaborazione con la Scrivente, con il Comitato per Sviluppo Cultura Scientifica e Tecnologica, con la Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze, l’Associazione Italiana Editori e l’Associazione Nazionale Presidi, promuovono anche per questo anno il Premio nazionale Didattica della Scienza edizione 2013-14.
I destinatari sono i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.
Le attività richieste rientrano in tre tematiche: “Orientamento verso la scienza e la tecnologia”, “Scienza e tecnologia” e “Scuola 2.0” e dovranno consistere in uno o più percorsi con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.
Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il:

27 settembre 2013 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2013.

4 ottobre 2013 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

Per la rilevanza dell’iniziativa si invita a darne ampia diffusione.

IL DIRETTORE GENERALE
Carmela Palumbo

BANDO

Nota 28 marzo 2013, AOODPIT Prot. n. 764

Ministero dell’lstruzione dell’Università e della Ricerca
DIPARTIMENTO DELL’ISTRUZIONE

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
E ai Direttori Generali Amministrazione Centrale
E p.c. Capo di Gabinetto On.le Ministro
Capo del Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Capo del Dipartimento per l’Università
LORO SEDI

Oggetto: Rinnovo comitati per lo sviluppo della Cultura scientifica e tecnologica e per l’apprendimento pratico della Musica.

Con Decreti del Ministro n. 156 e 157 del 7 Marzo 2013 sono stati riconfermati per un triennio i Comitati per l’apprendimento pratico della Musica e quello per lo sviluppo della Cultura scientifica e tecnologica presieduti dal prof. Luigi Berlinguer.
Come noto, il Comitato per l’apprendimento pratico della Musica svolge una funzione di supporto e consulenza, nei confronti dell’Amministrazione, per la definizione dei criteri per la realizzazione di percorsi formativi incentrati sullo sviluppo delle competenze musicali degli alunni, con riferimento alla pratica vocale e strumentale. Tanto in applicazione dell’articolo 64 del D.L. 112/2008, convertito con modificazioni dalle legge n. 133/2008, nonché del Decreto n. 8 del 31 gennaio 2011 che fissa obiettivi e criteri per la realizzazione di iniziative di diffusione della cultura scientifica e i titoli che gli insegnanti dovranno possedere per accedere all’insegnamento della pratica musicale.
Parimenti, il Comitato per lo sviluppo della Cultura scientifica e tecnologica persegue l’obiettivo di supportare l’amministrazione nello sviluppo di un sistema organico per la promozione della Cultura scientifica e tecnologica che renda sistematico l’accesso delle nuove competenze nei settori cruciali della ricerca, dell’istruzione e dell’innovazione.
Con il rinnovo dei Comitati sono state in parte riviste le modalità attraverso le quali questi organi operano in raccordo con l’Amministrazione, nonché le Direzioni Generali coinvolte nella gestione delle attività connesse ai medesimi Comitati.
Con l’occasione pare opportuno richiamare le SS.LL. sulle disposizioni di cui all’art. 1 dei decreti citati che prevedono che tutte le Direzioni Generali sono chiamate ad interpellare i Comitati obbligatoriamente, ogni volta che si intendano promuovere iniziative a vario titolo che riguardino gli argomenti di specifica competenza dei medesimi organismi. Infatti, questi Comitati assolvono essenzialmente la funzione di assicurare il giusto coordinamento tra tutti i rami dell’Amministrazione centrale e periferica, e di garantire un sistema organico di iniziative relativamente ai temi della promozione della cultura scientifica, tecnologica e
musicale.
Pertanto, proprio per le ragioni sopra esposte, i Comitati dovranno essere chiamati ad esprimere pareri sulla validità delle iniziative proposte dall’Amministrazione alle scuole, ma anche su iniziative presentate da soggetti esterni ad essa.
I pareri, che non saranno comunque vincolanti per l’Amministrazione, non sono di norma resi pubblici, fatta salva l’esplicita richiesta di pubblicazione da parte del Presidente del Comitato, a seguito della quale ne sarà disposta la pubblicazione sul sito web dedicato
all’interno del portale www.istruzione.it.
Si invitano pertanto tutti i destinatari della presente ad attivare gli opportuni collegamenti con i Comitati che potranno essere contattati scrivendo a: infomusica@istruzione.it; info scienze@istruzione.it oppure ai numeri telefonici: 0658495238/5239/5432 e i siti web:

  • Comitato MUSICA: www.musica.pubblica.istruzione.it/
  • Comitato SCIENZE: www.scienze.pubblica.istruzione.it

Si confinda nella consueta collaborazione delle SS.LL.

Il Capo Dipartimento

Luvrezia Stellacci