ANP: Concorso DS Lombardia

Rassegna Stampa e News su Scuola e Sindacato

ANP: Concorso DS Lombardia

Messaggiodi edscuola » 7 settembre 2012, 18:19

Roma, 5 settembre 2012

Prof. Mario Monti Presidente del Consiglio dei Ministri Piazza Colonna ‐ Roma
Prof. Francesco Profumo Ministro Istruzione Università e Ricerca Viale Trastevere, 76/ a – Roma
Sen. Guido Possa Presidente VII Commissione Senato Piazza Madama – Roma
On. Manuela Ghizzoni Presidente VII Commissione Camera dei Deputati Piazza Montecitorio ‐ Roma
e p.c. Prof. Giuseppe Colosio Direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia Via Ripamonti 85 ‐ Milano

Oggetto: Richiesta di intervento urgente a favore dei vincitori del concorso a dirigente in Lombardia

Questa Associazione ritiene di dover rappresentare la propria pressante preoccupazione per la gravissima contingenza che il sistema scolastico lombardo sta attraversando, a seguito del blocco del concorso per il reclutamento di 355 nuovi dirigenti scolastici conseguente a sentenza del TAR Lombardia, e di dover attribuire alla questione un rilievo che va ben oltre l’ambito regionale.
Il Consiglio di Stato, appellato in proposito, non ha concesso l’attesa sospensiva ed ha rinviato il giudizio di merito al prossimo 20 novembre, rendendo impraticabile, al momento, l’affidamento dell’incarico dirigenziale ai candidati inseriti in posizione utile nella graduatoria di merito pubblicata dall’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia per l’anno scolastico che si è appena aperto.
I candidati risultati idonei a seguito della procedura concorsuale pertanto, alla vigilia dell’affidamento dell’incarico, hanno visto negata la legittima aspirazione ad assumere la funzione dirigenziale, con un’evidente lesione dell’interesse legittimo a veder completato l’iter concorsuale, in assenza di alcuna responsabilità a loro carico.
Al primo danno se ne aggiunto un secondo di carattere generale. L’Ufficio scolasti‐ co regionale, infatti, è stato costretto ad assegnare ai dirigenti in servizio, già oberati della gestione dell’istituto di titolarità di per sé complesso, ben 448 reggenze di istituti privi di dirigente titolare, pur sapendo che questa scelta comporterà una complessiva precarizzazione di tutto il sistema scolastico lombardo.
Riteniamo pertanto indifferibile la necessità di denunciare la violazione del diritto di coloro che il concorso lo hanno superato di essere assunti alla naturale decorrenza del loro incarico; l’insostenibile aggravio di lavoro dei dirigenti già in servizio nel vedersi raddoppiato il carico di responsabilità; il pericoloso stato di emergenza che sta vivendo il sistema scolastico lombardo, già da tempo gravato da un’anomala carenza di organico negli uffici dirigenziali.
Non possiamo pertanto sottacere lo sdegno per l’inaccettabile disfunzione che colpisce un servizio essenziale qual è quello dell’istruzione e che penalizza una realtà scolastica che fino ad ora si è distinta per efficienza e per qualità dei risultati conseguiti.
Questa Associazione richiede alle SS.LL. di farsi carico del problema senza sottovalutarne la portata, nella prospettiva della prossima pronuncia del Consiglio di Stato, affinché sia a livello giuridico che politico possa essere individuata una soluzione urgente, che tenga conto degli interessi in gioco e riesca a restituire al più presto a tutti i soggetti coinvolti, a cominciare dai candidati risultati idonei al concorso e agli istituti scolastici lombardi, la necessaria serenità, condizione indispensabile per superare la grave emergenza acuita dall’ordinanza del Consiglio di Stato
Questa Associazione confida in un autorevole interessamento e assicura il pieno appoggio ad ogni iniziativa che individui le opportune soluzioni ai problemi evidenziati.

Distinti saluti
Giorgio Rembado
Presidente nazionale Anp
edscuola
Site Admin
 
Messaggi: 19822
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 11:30

Torna a Educazione&Scuola© - Rassegna Sindacale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 9 ospiti

cron