Nota 14 gennaio 2010, Prot. AOODGOS n. 236

Oggetto: Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2009/2010 – Candidati – Esame preliminare – D.M. n.99 del 16 dicembre 2009

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio Sesto –

Ad integrazione della circolare n. 85 del 15-10-2009, in relazione alla partecipazione dei candidati agli esami di Stato di istruzione secondaria di secondo grado, si comunica che l’articolo 1-quinquies del decreto legge 25 settembre 2009,n.134, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2009,n.167, ha introdotto all’articolo 2, comma 3, della legge 10 dicembre 1997 n.425, e successive modificazioni, dopo il primo periodo la seguente norma:

<<Sostengono altresì l’esame preliminare, sulle materie previste dal piano di studi dell’ultimo anno, i candidati in possesso di idoneità o di promozione all’ultimo anno che non hanno frequentato il predetto anno ovvero che non hanno comunque titolo per essere scrutinati per l’ammissione all’esame>>.

I dirigenti scolastici, ai quali vengono assegnate dal Direttore Generale regionale le domande dei candidati esterni di partecipazione all’esame di Stato 2009/2010, sono pregati di dare immediata comunicazione di quanto sopra ai candidati di cui trattasi.

Si coglie infine l’occasione per precisare, a parziale rettifica della citata CM n.85/2009, che, ai fini dell’ammissione all’esame di Stato per abbreviazione per merito, ai sensi del DM n. 99 del 16 dicembre 2009, concernente criteri per l’attribuzione della lode nei corsi di studio del secondo ciclo e tabelle di attribuzione del credito scolastico, articolo 4, comma 3, limitatamente al corrente anno scolastico 2009/2010, il voto di non meno di otto decimi nel comportamento è richiesto con riferimento esclusivo al penultimo anno di corso. Può quindi essere ammesso, a domanda,direttamente agli esami di Stato per abbreviazione per merito, il candidato che riporti non meno di otto decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline e non meno di otto decimi nel comportamento nello scrutinio finale della penultima classe (a.s. 2009-2010) e che abbia riportato una votazione non inferiore a sette decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline nei due anni antecedenti il penultimo, fermo restando che, a partire dall’a.s. 2008-2009 sono ammessi alla classe successiva gli alunni che in sede di scrutinio finale conseguono un voto di comportamento non inferiore a sei decimi e una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.

Si ricorda, infine, che, a partire dall’a.s. 2008-2009, il voto di comportamento, concorre, nello stesso modo dei voti relativi a ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente, alla determinazione della media dei voti da assumere a riferimento per l’individuazione della banda di oscillazione nell’ambito della quale deve essere attribuito il credito scolastico.

IL DIRETTORE GENERALE

Mario G. Dutto

Nota 14 gennaio 2010, MIURAOODGOS prot. n. 202 /R.U./U

Oggetto: I giovani e le scienze 2010

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Segreteria del Direttore –

Si segnalano e si ricordano alle SSLL alcuni concorsi per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado a tema scientifico.

Scade venerdì 26 febbraio il termine ultimo per poter partecipare alla selezione italiana per il 22° concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati e per i più prestigiosi appuntamenti internazionali riservati agli studenti che credono nella scienza e nella ricerca.

L’iniziativa fa parte del programma “Io merito” per la valorizzazione delle eccellenze del MIUR.

Il bando è aperto alle ragazze e ai ragazzi, singoli o in gruppo, che frequentano le scuole superiori o il primo anno di università.

Le regole del concorso e il modulo di partecipazione sono scaricabili dal sito www.fast.mi.it/giovaniescienze.htm.

Altro concorso da ricordare è quello promosso da Milset (Mouvement International pour le loisir scientifique et technique), con la collaborazione della Fast (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche), che invita i giovani a scattare foto per scoprire la scienza e i fenomeni scientifici che si mostrano nella quotidianità (invio foto dal 1° febbraio al 1° giugno 2010).

Le regole del concorso, le modalità di partecipazione, nonché le foto vincitrici delle precedenti edizioni sono sul sito: http://spc.milset.org/it/index.html .

Infine, Milset e Fast ripropongono anche per il 2010 un appuntamento sul tema della biodiversità. Per partecipare occorre realizzare un evento sull’argomento prescelto (dibattiti, lezioni monografiche, seminari, visite tecniche, esperimenti scientifici, attività di laboratorio) e condividere la propria esperienza con tutti i partecipanti tramite il sito: http://esdy.milset.org.

Il Direttore Generale

Mario G. Dutto

14 gennaio Inserimento elenchi prioritari

Il DDG 23 dicembre 2009 proroga al 14 gennaio 2010 il termine per la presentazione delle domande per l’inserimento negli elenchi prioritari di cui al D.M. 100 del 17 dicembre 2009.

Nota 14 gennaio 2010, Prot. n. 319

Oggetto: Personale ATA – Attribuzione della 2^ posizione economica ai sensi dell’articolo 2, comma 3, sequenza contrattuale 25 luglio 2008 – Funzionalita’ sistema gestione delle graduatorie

Dipartimento per l’istruzione

Direzione Generale per il personale scolastico

Com’è noto, con lettera circolare prot. 19142 del 16 dicembre 2009 sono stati forniti utili elementi di istruzione ed indicazioni operative concernenti lo svolgimento della prova selettiva suppletiva, con particolare riferimento alle varie tipologie di situazioni ivi individuate, di cui alla procedura per l’attribuzione della 2° posizione economica, ai sensi dell’articolo 2, comma 3, sequenza contrattuale 25 luglio 2008 –

Preliminarmente si comunica che dal giorno 15 c.m. saranno disponibili a SIDI gli esiti della prova selettiva ordinaria nonché le funzioni per la produzione dei relativi elenchi.

L’ USP ha a disposizione due elenchi per visualizzare i candidati che hanno o non hanno superato tale prova.

In uno sono inseriti i candidati che hanno superato la prova selettiva ordinaria, riportando una votazione almeno pari a 31 e, nell’altro, tutti gli altri candidati che non hanno superato la prova selettiva ordinaria o che risultino assenti.

L’elenco è fornito al solo fine di consultare i voti della prova selettiva ordinaria caricati al sistema informativo e rimarrà a disposizione degli Uffici per tutta la durata del procedimento.

In questa fase restano disabilitate e non accessibili le funzioni di acquisizione, rettifica e cancellazione delle domande e, pertanto, non saranno possibili eventuali operazioni di rettifica al voto.

Contestualmente alla produzione dei citati elenchi l’USP ha la possibilità di prenotare la graduatoria provvisoria .

In questa graduatoria sono riportate solo le posizioni per le quali il voto della prova selettiva ordinaria non sia inferiore a 31.

La citata graduatoria è organizzata per profilo, ordinata per punteggio decrescente e, a parità di punti, per data di nascita crescente (precede il più anziano). Il punteggio è determinato dalla somma del punteggio dei titoli di cultura, di servizio, dei crediti e del punteggio della prova selettiva ordinaria.

Per ogni posizione presente in graduatoria saranno indicati la posizione in graduatoria, i dati anagrafici (cognome, nome, data e provincia di nascita), i singoli punteggi e il punteggio totale.

Prodotta la graduatoria provvisoria, in automatico, sarà resa disponibile agli USP la funzione di acquisizione domande, per poter gestire tutte quelle posizioni per le quali la domanda è assente.

E’ il caso di quei candidati che, pur avendo prodotto domanda nei termini, non risultavano presenti nell’elenco degli ammessi a sostenere la prova selettiva ordinaria e che hanno eventualmente sostenuto la prova selettiva suppletiva di cui al punto 1.1 della nota 19142 del 16 dicembre 2009.

Utilizzando l’applicazione acquisizione domande, in questa fase del procedimento amministrativo è obbligatorio l’indicazione del voto.

E’ resa, altresì, disponibile agli USP la funzione di rettifica delle domande presenti a sistema, di cui ai punti 1.2 , 1.3 , 1.4 , 1.5 e 1.6 della citata nota 19142.

La funzione di rettifica consente anche la modifica di dati già inseriti, quali ad esempio dati riferiti alla valutazione dei titoli.

Particolare rilievo è dato in questa fase alla valutazione dei titoli , effettuando idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese, secondo quanto previsto dagli artt. 71 e 72 del D:P:R: n. 445/2000 e successive modificazioni e integrazioni.

Le funzioni di acquisizione, rettifica e cancellazione saranno disponibile fino a che non sarà richiesta la graduatoria definitiva.

Effettuate le eventuali operazioni di acquisizione, rettifica e cancellazione sui dati delle domande è necessario ripetere la richiesta della graduatoria provvisoria che in questa specifica fase riporterà anche tutte le posizioni acquisite, rettificate e/o cancellate.

Dalla data di pubblicazione di quest’ultima graduatoria i candidati hanno 5 giorni per produrre un eventuale reclamo avverso alle graduatorie provvisorie.

Dopo le eventuali rettifiche a seguito di reclami accolti, l’USP ha la possibilità di prenotare la graduatoria definitiva.

Il personale utilmente collocato nella graduatoria definitiva è ammesso a frequentare il corso di formazione di cui all’art. 8 dell’Accordo 12 marzo 2009 in numero pari al 105 % delle posizioni economiche assegnate a ciascuna provincia e per ciascun profilo professionale ( Allegato 1 ).

Per rendere complete le statistiche relative alla prova selettiva e premesso che la prova selettiva ordinaria ha prodotto in tempo pressoché reale la restituzione degli esiti in forma aggregata, si pregano codesti Uffici di far pervenire, compilata da ciascun USP, l’allegata scheda per la rilevazione dei dati inerenti gli esiti delle prove suppletive attivate. Predetta scheda va restituita a mezzo fax al numero 06 5849288 o via e-mail all’indirizzo tonino.proietti@istruzione.it

Nel ringraziare per la consueta fattiva collaborazione, si pregano le SS.LL, infine, di voler diramare, con la massima urgenza, la presente nota agli Uffici scolastici provinciali e a tutte le istituzioni scolastiche. La presente nota viene diffusa mediante apposita pubblicazione nelle news dei siti Intranet ed Internet di questo Ministero .

IL DIRETTORE GENERALE

Luciano Chiappetta

Allegato

Nota 14 gennaio 2010, Prot. MIUR DGOS n. 238

Oggetto: Campagna 2010 di “Vivere il Mare”.

Bandi di Concorso Nazionali “Un Video per il Mare” e “Pesca uno spot!”

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE PER GLI ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

La Campagna 2010 di “Vivere il Mare” propone due Bandi di Concorso: “Un Video per il Mare” e “Pesca uno spot!”, entrambi rivolti a tutte le scuole secondarie di secondo grado, hanno come obiettivo il coinvolgimento degli studenti e degli insegnanti sui temi inerenti le attività di pesca e acquacoltura, la cultura, la conservazione, la valorizzazione e la promozione del patrimonio di risorse naturalistiche, ambientali e socio – economiche del mare e delle coste in Italia.

Per ulteriori informazioni e dettagli dei concorsi è possibile consultare il sito: www.vivereilmare.it

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Allegati

Nota 14 gennaio 2010, Prot. n. 241

Oggetto: Progetto pilota “Alfabetizzazione motoria nella scuola primaria”. Corso per “formatori” – Verona 22/24 gennaio 2010. Plessi e acquisizione dati

Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione

Come è già ben noto alle SS.LL. il Progetto pilota “Alfabetizzazione motoria nella scuola primaria”, congiuntamente elaborato fra questo Ministero, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di missione per lo sport – ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, si articola in varie fasi propedeutiche al suo concreto avvio previsto per il 15 febbraio p.v..

Le fasi che stanno arrivando a prossima maturazione e per lo svolgimento delle quali occorre effettuare azioni amministrative urgenti riguardano i seguenti profili :

– organizzazione della formazione destinata alle figure dei “formatori”;

– esaustiva definizione dei plessi di scuola primaria da coinvolgere nel progetto pilota ed assegnazione agli stessi degli “esperti” la cui attività sarà assistita da un “formatore” in misura di uno per ogni dieci.

Per ciascuno dei due profili organizzativi sopraevidenziati si impartiscono le seguenti indicazioni operative che le SS.LL. avranno cura di attuare, con l’urgenza che i tempi ristretti impongono, avvalendosi della sperimentata e preziosa collaborazione dei Coordinatori regionali e provinciali di educazione fisica, in collaborazione con i Coordinatori tecnici del C.O.N.I.

CORSO PER I “FORMATORI” – VERONA 22/24 GENNAIO 2010

Una delle azioni più significative, mirata a fornire al Progetto pilota basi scientifiche, è costituita dalle iniziative di aggiornamento, di livello universitario, destinate sia ai “formatori” che agli “esperti”. In rilievo temporale prioritario si pone l’iniziativa destinata ai soggetti che svolgeranno la funzione di “formatori” inizialmente programmata per i giorni 15/17 gennaio 2010. Tale periodo, in considerazione delle difficoltà insorte in alcuni contesti territoriali nell’individuazione dei plessi e dei soggetti da preporre allo specifico compito, è stato differito di una settimana.

Il corso si svolgerà pertanto nei giorni 22/24 gennaio 2010 presso l’Università di Verona e coinvolgerà 102 formatori (il numero complessivo tiene conto delle esigenze della Provincia autonoma di Bolzano in relazione agli assetti scolastici del bilinguismo). I soggetti che in concreto parteciperanno all’iniziativa, nel numero che per ciascuna Regione è stato comunicato alle SS.LL. con la nota n. 6077 del 10 dicembre 2009, sono quelli che le Commissioni territoriali miste M.I.U.R – C.O.N.I. hanno individuato attraverso la compilazione degli elenchi stilati in ordine prioritario. Per agevolare il compito ed evitare errori si allega alla presente l’elenco dei formatori prescelti suddiviso per ambito regionale. Si precisa al riguardo che M.I.U.R e C.O.N.I. hanno concordemente ritenuto di dover rispettare le indicazioni delle SS.LL. con gli elenchi prioritari senza apportare agli stessi alcuna variazione modificativa dell’ordine prioritario fornito.

I soggetti interessati saranno immediatamente convocati dalle SS.LL. per la iniziativa di aggiornamento di cui trattasi con apposita lettera. Si ricorda al riguardo che la partecipazione alla formazione costituisce per gli interessati adempimento dell’obbligo espressamente assunto in sede di formulazione della domanda. Tutte le indicazioni logistiche e di contenuto sullo svolgimento del corso sono riportate nelle allegate slides fornite dal C.O.N.I. – Ufficio promozione dello sport che si è assunto il carico organizzativo dell’evento.

Nella lettera di convocazione dovrà essere fatto espressamente carico al destinatario di fornire immediata comunicazione di adesione da inviare al citato Ufficio centrale del C.O.N.I. del quale si riportano i recapiti mail e fax forniti:

FAX: 06/36856865

e-mail: promozione@coni.it

I predetti recapiti sono utilizzabili anche per ogni eventuale chiarimento e comunicazione relativa alle modalità organizzative esplicitate nelle slides.

Sarà altresì opportuno precisare che in caso di impedimento, a qualsiasi causa ascrivibile, gli interessati dovranno comunicarlo con assoluta immediatezza alle SS.LL. al fine di consentirne la surroga con soggetti da individuare mediante scorrimento degli elenchi prioritari.

Al fine di agevolare l’organizzazione dell’evento ed il raggiungimento della sede del corso da parte degli interessati sarebbe opportuno che i formatori provenienti dalle regioni più distanti, per i quali è autorizzato l’uso del mezzo aereo (Sicilia, Sardegna, Calabria e Puglia), fossero invitati a prendere accordi fra di loro per viaggiare in gruppi con destinazione Milano-Linate dove possono essere prelevati da un pulmann messo a disposizione dagli organizzatori con partenza alle ore 11,00 del 22 gennaio 2010.

Sarebbe opportuno che le SS.LL. organizzassero incontri preliminari con gli interessati per un migliore coordinamento degli accordi.

I provenienti dalle altre regioni raggiungeranno la sede del corso con mezzi propri o per ferrovia, avendo cura di raggiungerla entro le ore 15,00. Qualunque sia il mezzo di trasporto utilizzato ciascun Ufficio scolastico regionale comunicherà entro il 20 gennaio 2010 alla struttura centrale del C.O.N.I. il piano viaggi della propria regione.

Le spese di viaggio verranno rimborsate con modalità che saranno successivamente comunicate agli interessati.

ELENCO PLESSI COINVOLTI ED ASSEGNAZIONE

AGLI STESSI DELLE RISORSE UMANE

L’altro profilo del Progetto la cui definizione ha carattere di urgenza è quello della esaustiva individuazione dei plessi di scuola primaria da coinvolgere. Molti Uffici scolastici regionali hanno già provveduto a fornire riscontro all’adempimento e con la presente nota ci si rivolge alla cortesia di coloro che ancora non avessero provveduto in tutto o in parte.

In ogni caso occorre che la scrivente possa disporre di tutte le notizie utili secondo uno schema omogeneo. Si allega pertanto un modello nel quale le SS.LL. dovranno inserire i dati richiesti da comunicare alla scrivente il più presto possibile.

Al riguardo si ricorda che prioritaria rispetto all’invio dei dati richiesti è la procedura di abbinamento delle risorse umane, cui è affidata la realizzazione del Progetto pilota ai plessi scolastici individuati. Tali operazioni di abbinamento riguardano sia la figura dei “formatori” che quella degli “esperti” ma si presentano con livelli di difficoltà operativa diversi.

Infatti per i “formatori” si tratta di comunicare agli stessi i plessi a ciascuno di essi assegnati per lo svolgimento dei compiti loro richiesti. L’assegnazione sarà autonomamente gestita in ciascun contesto regionale secondo le modalità che i Direttori Generali in indirizzo riterranno di adottare nel proprio specifico contesto territoriale in sinergia collaborativa con le strutture periferiche del C.O.N.I. L’assegnazione dei “formatori” ai plessi da curare consentirà agli stessi di conoscere i nominativi degli “esperti” con i quali dovranno relazionarsi.

Al riguardo le comunicazioni pervenute alla scrivente hanno evidenziato che non sempre è stata seguita o è stato possibile seguire l’indicazione di coinvolgere plessi con due sezioni. Talvolta sono stati individuati plessi con una sola sezione abbinati ad un altro plesso in identiche condizioni. Al contrario sono stati talvolta individuati plessi nei quali sono state coinvolte più di due sezioni con la conseguenza di dover assegnare agli stessi più di un “esperto”.

Ciò comporta che il numero dei plessi può non corrispondere a quello preventivato nel Progetto ma ciò produce effetti solo sugli abbinamenti plessi-formatori-esperti in quanto l’elemento di base da prendere in considerazione è comunque il numero delle sezioni. Resta infatti fermo che ogni esperto svolgerà attività su dieci classi e ogni formatore seguirà dieci “esperti”.

Più complessa si presenta la procedura per l’assegnazione degli esperti ai plessi e sezioni nelle quali essi dovranno svolgere la loro attività. Ciò sia in ragione del loro numero (1.000 su tutto il territorio nazionale) sia in ragione della circostanza che l’individuazione del prestatore d’opera è affidata alla scelta del dirigente scolastico. Tale scelta, da effettuare nel rispetto delle precedenze indicate nella nota n. 6077 del 10 dicembre 2009, sarà operata utilizzando gli elenchi compilati con i nominativi di tutti gli aspiranti che, avendone i necessari requisiti, hanno prodotto domanda.

Il primo adempimento immediato è quello di rendere disponibile l’elenco ai dirigenti scolastici degli istituti cui appartengono i plessi individuati come sede del progetto pilota. Per tale adempimento è stata prevista la scadenza del 15 gennaio 2010 (nota n. 6077 del 10.12.2009). Ove non sia stata rispettata tale scadenza gli elenchi dovranno essere resi disponibili alle scuole interessate non oltre il 18 gennaio. Sarà opportuno, soprattutto negli ambiti territoriali regionali di più ampie dimensioni, che ai dirigenti scolastici venga fornito ogni utile supporto nelle scelte di loro pertinenza trattandosi di effettuare designazioni su un unico elenco nel quale gli aspiranti “esperti” non sono graduati. Ciascuna delle SS.LL. adotterà autonomamente le metodologie organizzative ritenute necessarie per snellire al massimo le operazioni che possono assumere caratteristiche diverse in rapporto alle specifiche situazioni di contesto territoriale (numero dei dirigenti scolastici coinvolti, numero delle province interessate, ampiezza dell’ambito territoriale, ecc…)

Si suggerisce peraltro di convocare un’apposita riunione dei dirigenti scolastici interessati per una definizione quanto più possibile contestuale delle designazioni. Qualunque sia la modalità organizzativa prescelta dovranno essere comunque coinvolti in tale delicata operazione le strutture territoriali del C.ON.I. interessate.

Si ricorda, in materia, che i dirigenti scolastici non dovranno procedere a nomine ma soltanto a designazione dei prescelti, considerato che la stipula del contratto di prestazione d’opera con gli interessati, compete alle strutture provinciali del C.O.N.I.

Gli adempimenti suindicati dovranno essere espletati nel minore tempo possibile e comunque non oltre il 22 gennaio 2010, dovendosi successivamente procedere alla convocazione degli esperti per le iniziative di formazione loro riservate, il cui inizio è previsto per fine gennaio e sulle quali si forniranno notizie al più presto.

Si ringrazia per la collaborazione.

IL VICE DIRETTORE GENERALE

Dott. Sergio SCALA

Allegati

Ordinanza TAR Sicilia 14 gennaio 2010, n. 65

N. 00065/2010 REG.ORD.SOSP.

N. 03305/2009 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

sezione staccata di Catania (Sezione Seconda)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 3305 del 2009, proposto da XXXXX, in proprio e nella qualità di amministratore di sostegno di XXXXXX, rappresentata e difesa dagli avv. Antonino Li Causi e Nuccia Torre, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. Gaetana Allegra in Catania, v.le V. Veneto, 227;

contro

Ministero Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, Ufficio Scolastico Provinciale di Messina, Istituto Superiore Professionale “Enzo Ferrari” di Barcellona P.G., rappresentati e difesi dall’Avvocatura, domiciliata per legge in Catania, via Vecchia Ognina, 149;

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

-della nota n. 56 del 28.10.2009, con cui l’Istituto intimato ha comunicato alla ricorrente che il proprio figlio non ha avuto assegnato l’insegnante di sostegno;

-di ogni altro atto prodromico, consequenziale e connesso;

e per il risarcimento

dei danni.

 

Visto il ricorso con i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visti gli atti di costituzione in giudizio di Ministero Pubblica Istruzione e di Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia e di Ufficio Scolastico Provinciale di Messina e di Istituto Superiore Professionale “Enzo Ferrari” di Barcellona P.G.;

Visti gli artt. 19 e 21, u.c., della legge 6 dicembre 1971, n. 1034;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 13 gennaio 2010 il dott. Vincenzo Neri e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

 

rilevato che, alla luce delle difese spiegate dall’amministrazione (e, in particolare, della nota del 4.1.2010 del dirigente scolastico, depositata in data 12.1.2010, ove si mette in rilievo il raggiungimento della maggiore età del XXXX), la domanda cautelare non evidenzia elementi sufficienti per ritenere esistente il pregiudizio grave ed irreparabile e che pertanto deve essere respinta;

P.Q.M.

Il Tribunale amministrativo regionale della Sicilia –Sezione staccata di Catania seconda sezione RIGETTA la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato con il ricorso descritto in epigrafe.

Alle spese anche per la presente fase cautelare si provvederà in sede di merito.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Catania nella camera di consiglio del giorno 13 gennaio 2010 con l’intervento dei Magistrati:

Filippo Giamportone, Presidente

Vincenzo Salamone, Consigliere

Vincenzo Neri, Primo Referendario, Estensore

L’ESTENSORE IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 14/01/2010

IL SEGRETARIO

Nota 14 gennaio 2010, Prot. MIUR DGOS n. 237

Oggetto: Ottava edizione del premio “Pandolfo- Roscioli”

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE PER GLI ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

Il Premio “Pandolfo-Roscioli”, giunto quest’anno alla sua ottava edizione, è rivolto a studenti degli Istituti Tecnici per il Turismo, dei Professionali per i Servizi Commerciali e Turistici e per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione.

Il concorso è riservato agli alunni che frequentano l’anno conclusivo di tali corsi di studio.

L’intento, in sintonia con le più recenti acquisizioni in tema di ammodernamento del sistema istruzione, è quello di corrispondere allo sviluppo delle attitudini personali e professionali degli studenti, per un facilitato approccio con la realtà socio-economica e del lavoro esterna alla scuola, in un ambito così complesso e importante per il nostro Paese, qual è quello del turismo.

L’Associazione Internazionale dei Cavalieri del Turismo promotrice del Concorso riserva ai vincitori una borsa di studio.

L’iscrizione si effettua compilando l’allegata scheda di partecipazione.

La prova consiste nello svolgimento di un elaborato da presentarsi entro il 20 marzo 2010 il cui argomento è:

“L’Italia, Paese di turismo per eccellenza sia per il clima che per le bellezze naturali possiede anche un patrimonio di opere d’arte e di testimonianze archeologiche unico al mondo. Oggi, tuttavia, sono sempre meno i turisti che visitano il nostro Paese, nonostante il turismo sia in forte sviluppo in altre parti del mondo. L’alunno, dopo un’ attenta riflessione, individui le cause di tale fenomeno e suggerisca alcune proposte per promuovere un turismo di qualità nel nostro Paese”.

Maggiori dettagli vengono forniti nell’allegato Bando di Concorso.

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Allegati