Nota 2 settembre 2011, Prot. n. MIURAOODGOS 5651

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio VII

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della

Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Trento

 

All’Intendente Scolastico

per le scuole delle località ladine di

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di

Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi del Patrimonio 2012

 

L’Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte (ANISA) organizza le Olimpiadi del Patrimonio per l’anno scolastico 2011/2012.

 

La competizione, alla sua 7a edizione, è rivolta a gruppi di studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio nazionale.

 

Le scuole che intendono partecipare all’iniziativa devono farne richiesta ai Referenti regionali per le Olimpiadi del Patrimonio.

 

Gli indirizzi dei Referenti nazionali o dei Referenti regionali ai quali le scuole comunicheranno le iscrizioni sono indicati nell’elenco allegato.

 

La scadenza per le iscrizioni è il 10 gennaio 2012.

 

Il Bando e la scheda di adesione possono essere scaricati dal sito dell’ANISA www.anisa.it. La competizione è stata proposta al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il riconoscimento nel programma nazionale di promozione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie superiori per l’anno scolastico 2011/2012. .

 

IL DIRIGENTE

Edvige Mastantuono

—————–

Olimpiadi del Patrimonio 2012

 

 

ANISA, Associazione Nazionale Insegnanti Storia dell’Arte, per l’anno scolastico 2011-2012 organizza la competizione delle Olimpiadi del Patrimonio. L’iniziativa, alla sua settima edizione, è rivolta agli studenti delle scuole secondarie superiori nell’ambito delle discipline storiche, storico-artistiche o artistiche o trasversalmente con altre discipline curriculari . La competizione è stata inserita nel 2008 dal Miur nella lista dei soggetti accreditati per la valorizzazione delle eccellenze e come tale gli studenti vincitori saranno premiati oltre che dall’Anisa anche dal MIUR, che invia direttamente alle scuole gli importi previsti per le gare di squadra a carattere nazionale, secondo le tabelle elaborate dal Miur stesso. L’ iniziativa è stata altresì inserita tra i punti qualificanti del nuovo Protocollo d’Intesa tra Anisa e MIUR, sottoscritto il 20-3-2009.

La competizione, promossa da ANISA, sarà realizzata e monitorata nelle fasi di preparazione e valutazione delle prove e nelle sue varie fasi regionali e nazionali da ANISA e dal Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio del MiBAC, ai sensi del Protocollo d’Intesa del 26-3-2003, rinnovato il 2-1-2009, finalizzato a promuovere comuni iniziative per lo sviluppo dell’educazione all’arte e al patrimonio culturale. L’iniziativa avrà carattere prevalentemente nazionale, ma a partire da quest’anno il progetto intende allargare il contesto della competizione a livello europeo.

1. Obiettivi

• Fornire agli studenti un’opportunità per arricchire la loro conoscenza delle straordinaria ricchezza e varietà delle testimonianze storico-artistiche e monumentali disseminate sul territorio italiano e di due paesi europei;

• promuovere una formazione culturale in cui l’educazione al patrimonio e alla conservazione e tutela del medesimo sia un elemento qualificante nella costruzione dell’identità civile delle giovani generazioni;

• incentivare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;

• abituare gli allievi a conoscere e riconoscere linguaggi, materiali, tecniche pittoriche e costruttive delle testimonianze prese in esame;

• fornire loro strumenti utili, quali ad es. schede di lettura di opere di pittura, scultura, architettura, la cui corretta compilazione li potrà aiutare a porsi le giuste domande di fronte all’opera ;

• spronarli a produrre documentazione fotografica, utilizzando tecniche tradizionali o digitali;

• abituarli alla collaborazione e al confronto attraverso lavori di gruppo che valorizzino gli apporti individuali. (cooperative learning).

2. La prova: argomenti

La prova verterà su argomenti di archeologia e arte medievale e sui principali artisti e movimenti artistici dal Rinascimento al Novecento.

In questo ambito cronologico, gli argomenti selezionati e tutte le indicazioni sulle modalità delle prove stesse e sul numero di partecipanti per scuola verranno ulteriormente specificate nelle Linee Guida disponibili sul sito www.anisa.it entro la fine di ottobre.

 

 

3. Fasi e tempi

• selezione d’istituto: entro il 10 febbraio 2012, utilizzando materiale specificamente predisposto dai docenti dell’istituto, sulla base delle indicazioni contenute nel bando e su esempi di prova forniti alle scuole da ANISA;

• selezione regionale: 3 marzo 2012, contemporaneamente in tutta Italia, in una o più sedi, per ogni regione. Ad essa saranno ammesse squadre composte dagli studenti primi classificati di ogni istituto di quella regione;

• finale nazionale: Roma, primi di maggio 2012, riservata alle squadre prime classificate in ogni regione; qualora una regione non partecipi alla competizione con almeno cinque scuole iscritte per l’accesso alla finale, verrà accorpata ad altra regione in analoga situazione.

• premiazione dei vincitori della finale nazionale: Roma, primi di maggio 2012. Verrà comunicato successivamente giorno, indirizzo e orario della manifestazione a Roma.

 

3.1 Selezione regionale – Prove e argomenti

La I Prova utilizzata per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi del patrimonio sarà un questionario articolato in domande strutturate e semistrutturate, da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da 30 domande a scelta multipla a 4 o 5 alternative; potranno essere presenti anche quesiti semi strutturati (completamento, identificazione errori etc); potranno riguardare identificazione di opere di architettura, pittura, scultura, siti archeologici, spazi urbani, distribuiti su tutto il territorio nazionale e compresi di norma nei programmi di studio e in gran parte inseriti nella lista dei siti Unesco. Saranno anche inseriti due siti Unesco scelti in ambito di due nazioni europee.

E’ prevista da quest’anno un’unica categoria, in quanto la storia dell’arte non viene più insegnata nei bienni di alcuni licei e istituti tecnici e professionali. La partecipazione non è individuale ma ogni scuola selezionerà una squadra di tre (composta o soltanto da studenti del triennio o mista, cioè con un elemento del II anno del Biennio e due del Triennio).

La II Prova utilizzata per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi del Patrimonio sarà un questionario articolato in domande strutturate e/ o semistrutturate da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti quest’anno verteranno sul tema dell’educazione al patrimonio come educazione alla legalità ed educazione alla cittadinanza e riguarderanno ambiti regionali. I contenuti delle prove e i materiali utili per la preparazione saranno precisati successivamente nelle Linee Guida.

N.B Sul sito Anisa www.anisa.it alla voce Olimpiadi/ archivio è possibile consultare le prove delle passate edizioni della competizione.

3.2. Finale nazionale – Percorso di lettura del territorio

Le squadre finaliste dovranno presentare alla giuria un elaborato, risultato/frutto di lavoro di ricerca e documentazione, individuale e/o di gruppo, che attesti un percorso di lettura del territorio (museo, sito archeologico, chiesa, centro urbano, villa, giardino ecc.), realizzato tramite supporto multimediale (cd, powerpoint, filmato o altro). Questa fase potrà avvalersi di apporti trasversali e multidisciplinari, utilizzando competenze di studenti della scuola di provenienza, esterni alla squadra.

 

4. Modalità di adesione

L’iscrizione sarà effettuata scaricando dal sito www.anisa.it il modulo Allegato I del presente bando e inviandolo debitamente compilato al referente regionale per le Olimpiadi. (cfr. Allegato II);

entro il 10 gennaio 2012, la fotocopia della ricevuta del versamento della quota di iscrizione di euro 50,00 (sessanta), causale- Olimpiadi del patrimonio 2012 su Bollettino Postale C.C.P. n. 37009164 intestato ad ANISA – per l’Educazione all’Arte; oppure tramite bonifico su C.C.P n. 37009164, sempre intestato ad ANISA – Per l’Educazione all’Arte – IBAN IT24 N076 0102 40000 0037009 164, va inviata alla tesoriera Paola Strada, paola.strada@beniculturali.it, e a Teresa Calvano referente nazionale per le Olimpiadi, teresa.calvano@anisa,it, tel. 0644230899 fax 064402294.

 

 

5. Quota di iscrizione

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a:

• ricevere informazioni su tutte le iniziative promosse dall’ANISA e dal Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio del MiBAC, a livello nazionale;

• ricevere il Bollettino Quadrimestrale dell’Anisa per l’educazione all’arte e SED, il Giornale del Centro per i Servizi Educativi, nonché eventuali altre pubblicazioni a carattere didattico e/o tematico curate dall’Associazione e da Sed.

6. Spese di viaggio

• Le spese di viaggio per la partecipazione alla selezione regionale saranno a carico della scuola;

• Le spese di viaggio e di albergo e alcuni pasti, per gli studenti ammessi alla finale nazionale, saranno a carico dell’ANISA.

 

La Presidente

(Clara Rech)

 

Roma, 29.7.2011

Decreto Direttore Generale 2 settembre 2011, n. 11

Decreto Direttore Generale 2 settembre 2011, n. 11

Prot.n. 5657

 

Adozione Statuto dell’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione