Ordinanza Consiglio di Stato 20 dicembre 2011, n. 5615

N. 05615/2011 REG.ORD.CAU.

N. 09669/2011 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 9669 del 2011, proposto da:

[omissis], rappresentati e difesi dagli avv. Stefano Viti, Walter Miceli, Giuseppe Abbamonte, Michele Mirenghi, con domicilio eletto presso Stefano Viti in Roma, piazza della Liberta’ N.20;

contro

Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca -Dipartimento Per L’Istruzione, Dir.Gen.Pers.Scuola, Ufficio Scolastico Regionale Per L’Abruzzo, Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Ufficio Scolastico Regionale Per L’Emilia Romagna, Ufficio Scolastico Regionale Per il Friuli Venezia Giulia, Ufficio Scolastico Regionale Per il Lazio, Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, Ufficio Scolastico Regionale Per Le Marche, Ufficio Scolastico Regionale Per il Molise, rappresentati e difesi dall’Avvocatura, domiciliata per legge in Roma, via dei Portoghesi, 12; Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalita’ della Scuola – Anp, [omissis];

per la riforma

dell’ ordinanza cautelare del T.A.R. LAZIO – ROMA: SEZIONE III BIS n. 04374/2011, resa tra le parti, concernente MANCATA AMMISSIONE ALLE PROVE SCRITTE DEL CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI PER IL RECLUTAMENTO DI DIRIGENTI SCOLASTICI – MCP

Visto l’art. 62 cod. proc. amm;

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Visti gli atti di costituzione in giudizio di Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca -Dipartimento Per L’Istruzione, Dir.Gen.Pers.Scuola e di Ufficio Scolastico Regionale Per L’Abruzzo e di Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata e di Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria e di Ufficio Scolastico Regionale per la Campania e di Ufficio Scolastico Regionale Per L’Emilia Romagna e di Ufficio Scolastico Regionale Per il Friuli Venezia Giulia e di Ufficio Scolastico Regionale Per il Lazio e di Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e di Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e di Ufficio Scolastico Regionale Per Le Marche e di Ufficio Scolastico Regionale Per il Molise;

Vista la impugnata ordinanza cautelare del Tribunale amministrativo regionale di reiezione della domanda cautelare presentata dalla parte ricorrente in primo grado;

Viste le memorie difensive;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 20 dicembre 2011 il Cons. Bernhard Lageder e uditi per le parti gli avvocati così come da verbale di udienza;

Ritenuto che:

– in relazione allo stato di avanzamento della procedura concorsuale – che ha visto nei giorni 14 e 15 dicembre l’espletamento delle prove scritte – la misura cautelare radicalmente richiesta dagli interessati (volta alla sospensione integrale degli effetti di tutti gli atti del procedimento, a partire dallo stesso bando di concorso) non si configura, allo stato, idonea a determinare il ripristino delle situazioni di interesse che i ricorrenti assumono lese, non ottenendo essi un immediato vantaggio ove fosse effettivamente disposta la sospensione richiesta;

– i motivi dedotti investono profili di legittimità dell’intera fase di selezione basata su quiz a risposta multipla, con la conseguenza che essi, qualora dovessero risultare fondati in sede di decisione nel merito, determinerebbero l’effetto demolitorio dell’intera procedura, con obbligo di rinnovazione della stessa e coinvolgimento di tutti i partecipanti al concorso, e dunque con pieno effetto satisfattivo delle pretese azionate dai concorrenti non ammessi al prosieguo delle prove;

– in ogni caso, l’avvenuto svolgimento delle prove scritte induce la Sezione a ritenere inaccoglibili le domande di ammissione con riserva;

– in relazione ai peculiari profili dell’insorta controversia spese ed onorari relativi alla fase di giudizio cautelare possono essere compensati fra le parti;

P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta), definitivamente pronunciando sull’appello cautelare, come in epigrafe proposto, lo respinge (Ricorso numero: 9669/2011); dichiara le spese del presente grado cautelare interamente compensate tra le parti.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 20 dicembre 2011 con l’intervento dei magistrati:

Luigi Maruotti, Presidente

Bruno Rosario Polito, Consigliere

Manfredo Atzeni, Consigliere

Giulio Castriota Scanderbeg, Consigliere

Bernhard Lageder, Consigliere, Estensore

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 21/12/2011

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Nota 20 dicembre 2011, Prot. n. 9339

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Uff.III

 

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia di

T R E N T O

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la scuola in lingua italiana

B O L Z A N O

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

B O L Z A N O

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola delle località ladine

B O L Z A N O

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Regione Valle d’Aosta

A O S T A

 

Agli Uffici Scolastici Provinciali LORO SEDI

 

Oggetto: Concorso “Giorgio Gaber, parole per pensare” – DESIGNAZIONE VINCITORI

 

Si porta a conoscenza delle SS.LL. che la commissione incaricata di valutare gli elaborati pervenuti relativamente al concorso in oggetto, ha concluso i lavori ed ha trasmesso alla scrivente l’elenco dei vincitori della III edizione del concorso “Giorgio Gaber, parole per pensare”

 

Nel trasmettere a tutte le istituzioni scolastiche partecipanti un sincero ringraziamento per l’adesione ad un’attività di così grande importanza, si comunica l’elenco dei vincitori.

 

Sarà cura di questa Direzione generale comunicare le modalità di premiazione e i premi alle Istituzioni scolastiche vincitrici.

 

 

 

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Massimo ZENNARO

————————-

III EDIZIONE

Concorso

“GIORGIO GABER, PAROLE PER PENSARE”

DESIGNAZIONE VINCITORI

 

SCUOLE PRIMARIE

1° Classificato

“E allora dai” – Dvd – Filmato con animazioni e coreografie musicali

195° Circolo Didattico di Roma – Via Bravetta, 336 – Roma

2° Classificato

“Suona chitarra” – Dvd – Animazione in stop motion

Scuola primaria “A. Albertazzi” – Via Berretta Rossa, 15 – Bologna

3° Classificato

“La libertà” – Cd-rom – Animazione in stop motion

I Circolo Didattico “De Amicis” – Via E. Filiberto, 7 – Formia (LT)

SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO

1° Classificato

“La paura – Storyboard essenziale…leggermente animato” – Dvd – Disegni, montaggi e animazione

Scuola media statale “A. Galieti” (I. C. “E. Majorana” – Via C. Marx s.n.c. – Lanuvio (RM)

2° Classificato

“Commento di ‘Cerco un gesto naturale’” – Commento scritto

Istituto Comprensivo “Garibaldi” – Via E. Fermi, 24 – Aprilia (LT)

3° Classificato

“Io non mi sento italiano” – Dvd – Filmato con animazioni

Istituto Comprensivo di Motta San Giovanni – Via G. Versace, 3 – Lazzaro Motta San Giovanni (RC)

SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO

1° Classificato

Vari elaborati con titoli diversi – Quadri e dvd

Liceo Artistico “Luigi Einaudi” – Via Mazenta, 51 – Magenta (MI)

2° Classificato

“Confesso che ho pensato” – Videoclip

Liceo Classico Statale “Gioacchino da Fiore” – Via Verdi, 265 – Rende (CS)

3° Classificato

6 esecuzioni musicali – Cd audio. Composizioni ed esecuzioni musicali

Liceo Scientifico “Galileo Galilei” – Via Ceresina, 17 – Caselle di Selvazzano (PD)

Nota 20 dicembre 2011, Prot.n. 9338

Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione
Ufficio III

Ai Direttori Generali Regionali
Loro Sedi
Ai Dirigenti degli Uffici scolastici territoriali
Loro Sedi
E p.c. ai Dirigenti scolastici delle scuole interessate
Loro Sedi

Nota 20 dicembre 2011, Prot.n. 9338

Oggetto: Concorso ” IL POLIZIOTTO UN AMICO IN PIÙ ” – 12ª Edizione

Nota 20 dicembre 2011, Prot. n. 9340

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Ufficio III

 

Ai Direttori Generali degli

Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Dipartimento per l’Istruzione

per la Provincia di

T R E N T O

Al Sovrintendente Scolastico per

la scuola in lingua italiana

B O L Z A N O

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

B O L Z A N O

All’Intendente Scolastico per la

scuola delle località ladine

B O L Z A N O

Al Sovrintendente Scolastico

per la Regione Valle d’Aosta

A O S T A

 

E p.c. Ai Dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

LORO SEDI

Oggetto: Premio Libero Grassi 2012 – VIII edizione – Adotta un articolo della Costituzione

 

Viene indetta l’ottava edizione del “Premio Libero Grassi”, dedicato alla memoria dell’imprenditore assassinato dalla mafia il 29 agosto del 1991. Tale premio, istituito dalla Cooperativa Solidaria Onlus in accordo con la famiglia Grassi e promosso dallo “Sportello legalità” della Camera di commercio di Palermo e da Confcommercio – Imprese per l’Italia con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è finalizzato alla promozione dell’impegno sociale antimadia e alla diffusione della cultura della legalità.

Scopo del concorso è “stimolare nei giovani la scelta di un articolo della Costituzione che più si adatta alla loro sensibilità ed esperienza per tracciarne un profilo attraverso una libera riflessione, personale e collettiva, sui principi in esso contenuto tra le formule, nel loro significato originario, come nella loro declinazione attuale e nelle prospettive per il futuro che soprattutto a loro appartiene”.

In considerazione del valore dell’iniziativa si pregano le SS.LL. di dare la massima diffusione presso le istituzioni scolastiche interessate dei materiali allegati alla presente, che sono già consultabili anche sul sito internet di questa Amministrazione all’indirizzo: www.istruzione.it.

 

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Massimo ZENNARO

————————————–

PREMIOLIBERO GRASSI
VIII EDIZIONE

Concorso
Adotta un articolo della Costituzione

Presentazione del concorso
Uno dei padri della Repubblica – Luigi Sturzo – lanciava a futura memoria un monito che, oggi più che mai, deve fare riflettere tutti profondamente: “La Costituzione è il fondamento della Repubblica. Se cade dal cuore del popolo, se non è rispettata dalle autorità politiche, se non è difesa dal governo e dal Parlamento, se è manomessa dai partiti verrà a mancare il terreno sodo sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e ancorate le nostre libertà”. E, idealmente, si aggiunge a questo monito un invito ai giovani di Piero Calamandrei: “Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra Costituzione”.
Nel solco delle più alte coscienze civili del nostro Paese, tanti uomini e donne hanno affermato con il loro pensiero, ma soprattutto con la loro vita, il legame etico – morale del popolo italiano con la Costituzione Repubblicana, interprete di un patrimonio ideale frutto di una straordinaria tradizione di cultura giuridica e umanistica.
Anche Libero Grassi – uomo di un tempo nuovo del nostro Paese caratterizzato dalla ricostruzione fisica e morale post-bellica – indicando, lucidamente e coraggiosamente, il primato della Legge ispirata dai principi costituzionali e denunciando il cattivo consenso elettorale e il deprecabile utilizzo delle Istituzioni, affermava, tra l’altro, il diritto alla libertà economica, ma anche il dovere
di esercitare la responsabilità sociale dell’impresa.
Per questo, l’intera vita di Libero – nel suo impegno imprenditoriale civile e politico – è stata coerente con i principi della nostra Carta Costituzionale che, con straordinarie profondità e lungimiranza, all’indomani della tragedia della dittatura e della guerra, aveva tracciato i capisaldi e le linee programmatiche per sviluppare la civile e pacifica convivenza del popolo italiano nella libertà e nella giustizia.
Per questo è importante combattere con le “armi” della cultura le insidie del tempo che, inevitabilmente, concorrono a formare il rischio di dispersione tra i giovani della memoria e dei presupposti storici e ideali dell’unità morale e politica del nostro Paese che innervano la Costituzione e che tanto cari furono a Libero.
Da qui la scelta di chi si è assunto l’onere – ma ancor più l’onore, di organizzare il Premio Libero Grassi – di suscitare nei giovani un’assunzione di responsabilità riassumibile in uno slogan che non vuole essere un mero strumento mediatico, ma un programma di lavoro e un impegno di vita che, si auspica, accompagnerà la loro crescita e il loro inserimento nel mondo degli adulti.
L’impegno riassunto nell’espressione “Adotta un articolo della Costituzione”, oltre ad affermare la fedeltà ad un intero sistema di regole di civile convivenza, significa ergersi a presidio ideale dei principi che sono parte integrante della Costituzione stessa.
Con tale impegno s’intende stimolare nei giovani la scelta di un articolo della Costituzione che più si confà alla loro sensibilità ed esperienza per tracciarne un profilo attraverso una libera riflessione, personale e collettiva, sui principi in esso contenuto tra le formule, nel loro significato originario, come nella loro declinazione attuale e nelle prospettive per il futuro che soprattutto a loro appartiene.
Siamo certi che Libero Grassi avrebbe apprezzato questa proposta d’impegno sociale e civile rivolta ai giovani che, come a lui piaceva, quando sono convinti della bontà di un percorso, caratterizzano il loro impegno con grande chiarezza e determinazione.

Bando di concorso e regolamento
1. Per l’assegnazione dei Premi Libero Grassi 2012 è indetto il concorso “Adotta un articolo della Costituzione”, rivolto alle scuole italiane di ogni ordine e grado.
I concorrenti potranno partecipare presentando: articoli, approfondimenti, riflessioni, lettere, sceneggiature di spot audio e video.
2. Per partecipare al concorso le scuole dovranno iscriversi entro il 20 febbraio 2012 trasmettendo il modello A, debitamente compilato, a mezzo fax al numero 091.6197345 ovvero tramite posta elettronica all’indirizzo edu@solidariaweb.org ovvero, nel caso in cui si utilizzi una PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo solidaria-onlus@pec.it.
3. Le scuole partecipanti e regolarmente iscritte dovranno trasmettere gli elaborati entro il 12 marzo 2012 tramite posta elettronica all’indirizzo edu@solidariaweb.org ovvero a solidariaonlus@pec.it.
4. Tutti gli elaborati regolarmente pervenuti saranno selezionati da una Giuria, di cui sarà resa nota la composizione attraverso il sito della cooperativa sociale Solidaria. Il giudizio della Giuria è insindacabile.
5. Entro il mese di maggio 2012 sarà organizzata una manifestazione pubblica per la consegna dei premi e per la presentazione degli elaborati che saranno stati selezionati dalla Giuria.
6. I due migliori elaborati saranno premiati con un viaggio di “turismo responsabile”, della durata di 3 giorni/2 notti – per un massimo di 25 persone (alunni e accompagnatori), per far conoscere luoghi e realtà di particolare interesse culturale e sociale di Palermo e provincia. Altri elaborati potranno ricevere premi speciali su proposta della Giuria.
7. E’ obbligatorio per le scuole partecipanti sottoscrivere la dichiarazione contenute nel modello A, parte integrante del presente bando, con la quale si dichiara di aver preso visione del bando e di accettarne il regolamento e, in particolare, di accettare che i lavori presentati non saranno restituiti e rimarranno nella disponibilità della cooperativa sociale Solidaria di Palermo che potrà utilizzarli anche per altre iniziative senza fini di lucro, direttamente o indirettamente organizzate.
Il bando di concorso e ogni altra utile informazione sono pubblicati su www.solidariaweb.org • www.confcommercio.it • www.sportellolegalita.it

MODELLO A
MODULO PER L’ISCRIZIONE DELLE SCUOLE AL PREMIO LIBERO GRASSI 2012

Dati dell’Istituto

Denominazione Istituto:
Codice meccanografico:
Email dell’Istituto:
Telefono/fax:
Insegnante di riferimento:

Eventuali Note
……………………………………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………………………………………

DICHIARAZIONE

_l_ sottoscritt_ ……………………………………………………………………., nella qualità di ………………………. ………………………………………………… dell’Istituto scolastico suindicato dichiara di aver preso visione del bando e di accertarne il regolamento e, in particolare, che i lavori presentati non saranno restituiti e rimarranno nella disponibilità della c.s. Solidaria soc. coop. sociale Onlus di Palermo che potrà utilizzarli anche per altre iniziative senza fini di lucro, direttamente o indirettamente organizzate, fermo restando l’obbligo, per sé e per chiunque altro, di citare sempre gli autori e/o le scuole che li hanno presentati.

Luogo e data ………………………………. Firma ……………………………………………………………….

Da trasmettere per fax al n. 091.6197345 o per email a edu@solidariaweb.org oppure a solidaria-onlus@pec.it