Docenti sovrannumerari: corsi di riqualificazione

Docenti sovrannumerari: corsi di riqualificazione accettabili purché qualificati

di Salvatore Nocera

            L’art 19 comma 11 della L.n. 111/2011 prevede che i docenti risultanti sovrannumerari a causa della  riforma Gelmini che ha ridotto  il numero delle ore di insegnamento e soppresso talune discipline, effettuino corsi di riqualificazione professionale, tra i quali anche corsi di specializzazione per il sostegno all’inclusione degli alunni con disabilità.

Appena appresa la notizia, le associazioni  dei familiari degli alunni con disabilità  si sono allarmate ed in occasione del primo incontro dell’Osservatorio ministeriale sull’inclusione  del 10 Gennaio alla presenza del Ministro profumo hanno avuto l’impegno ufficiale del Ministero che i corsi sarebbero stati volontari e della stessa qualità dei normali corsi di specializzazione.

Anzi a tal proposito il Ministero riunì la Commissione composta di esperti ministeriali,  e delle associazioni che formularono un programma sostanzialmente identico a quello dei normali corsi. Conseguentemente fu revocato un bando per la nomina di tutors  dei corsi che non dava garanzie di qualità.

Al secondo incontro dell’Osservatorio riunitosi il 29 Febbraio un Funzionario ministeriale riferiva che i corsi  di riqualificazione avrebbero avuto la stessa struttura e modalità procedurali dei normali corsi, ad eccezione del fatto che i partecipanti sarebbero stati esonerati dallo svolgimento dei tirocini e dei laboratori, trattandosi di docenti già in servizio da tempo.

La novità non è di scarsa rilevanza. Infatti i tirocini si svolgono in classe con gli alunni con disabilità e consentono ai futuri docenti per il sostegno di apprendere in concreto le tecniche e  di sperimentare le didattiche specifiche  che poi dovranno praticare da specializzati.

I laboratori propongono situazioni simulate di apprendimento guidato dai futuri docenti e quindi costituiscono un’esperienza insostituibile nel curricolo formativo.

E’ pur vero che questi corsisti sono dei docenti in servizio da tempo; però non hanno mai visto un alunno con disabilità e quindi, per gli aspetti delle didattiche speciali sono come se non avessero mai insegnato. Non è quindi pensabile che si possano metterli ufficialmente a svolgere un ruolo delicatissimo senza aver mai provato non solo ad operare con gli alunni con disabilità, ma anche coi colleghi curricolari , coi quali debbono realizzare una seria inclusione scolastica.

Pertanto si invita il Ministero dell’Istruzione a mantenere le promesse date il 10 Gennaio, pena la certezza dello scadimento del livello dell’inclusione in Italia e la reazione delle associazioni che sicuramente non mancheranno   di rivendicare la qualità per questo delicatissimo compito.

Pertanto si invita il Ministro Profumo a far rispettare dai suoi Collaboratori dirigenziali l’impegno preso con le associazioni provvedendo a far dare esecuzione a quanto affermato durante la riunione dell’Osservatorio di Gennaio.

Le famiglie sono stanche di doversi rivolgere continuamente ai TAR per ottenere il rispetto della normativa ministeriale in tema di assegnazione di ore di sostegno, di numero massimo di alunni per classe di non concentrazione di alunni con disabilità nella stessa classe.

Sarebbe assurdo che dovessero anche intraprendere un nuovo tipo di ricorsi ai TAR per pretendere il rispetto della normativa sulla qualità della formazione dei docenti per il sostegno, avvalendosi della sentenza del Consiglio di Stato n. 245/2001.

La pressante richiesta delle associazioni di ripristino dei tirocini e dei laboratori per i corsi di specializzazione dei docenti sovrannumerari dovrebbe andare nella stessa direzione voluta dal Ministero che ha pure emanato il decreto ministeriale n. 249/10 sulla formazione iniziale dei futuri docenti curricolari che prevede un certo numero di crediti formativi sulla didattica dell’inclusione scolastica e di cui si chiede una pronta attuazione. A questo dovrà seguire un accordo coi Sindacati per la previsione dell’obbligo di aggiornamento in servizio di tutti i docenti sempre in tema di inclusione scolastica. Questi sono gli aspetti irrinunciabili della qualità di tutta la scuola, di cui i corsi di specializzazione per i sovrannumerari costituisce un primo significativo tassello.

Nota 7 marzo 2012, Prot. n. 1190

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione
Ufficio settimo

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Ai Sovrintendenti e Intendenti Scolastici per le Province di Bolzano e Trento
LORO SEDI
Al Sovrintendente degli Studi per la Regione Valle d’Aosta
AOSTA
Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole interessate
LORO SEDI

Oggetto: “A scuola di dislessia”. Progetto MIUR – AID – Fondazione Telecom Italia

Si comunica che il Gruppo tecnico preposto ha definito l’elenco delle scuole selezionate nell’ambito del Progetto nazionale “A scuola di dislessia”, realizzato a seguito dell’accordo intervenuto fra MIUR, AID-Associazione Italiana Dislessia e Fondazione Telecom Italia. L’iniziativa ha avuto ampio riscontro presso le istituzioni scolastiche che hanno risposto, singolarmente o associandosi in rete, in numero superiore al migliaio, inviando 953 progetti, con il coinvolgimento diretto di oltre 7000 classi di scuole secondarie di 1° e 2° grado.

I fondi resi disponibili dalla Fondazione Telecom Italia – e recentemente integrati dalla stessa in ragione dell’alto numero di progetti pervenuti – hanno consentito il finanziamento di cinquanta scuole o reti di scuole, rispetto alle trenta previste inizialmente dal bando.

Si pubblica di seguito, in ordine alfabetico, l’elenco dei progetti approvati, precisando che le Istituzioni scolastiche interessate riceveranno una comunicazione formale relativa all’approvazione del progetto e al suo finanziamento.

Ogni ulteriore informazione può essere richiesta scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
mirella.dellaconcordiabasso@istruzione.it
ascuoladidislessia@dislessia.it

IL DIRIGENTE
f.to Raffaele Ciambrone

___________________

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione
Ufficio settimo

Titolo del progetto Scuola capofila
1 A scuol@ di dislessia con gli antichi romani Liceo Artistico “A. Calcagnadoro” sede staccata dell’I.I.S. “M.T. Varrone” – RIETI
2 A Scuola di dislessia Istituto Comprensivo “D’Annunzio-Don Milani” – CATANIA
3 Aiutami a conoscere Istituto Tecnico Statale “G. Deledda” – LECCE
4 ANCHE IO SONO CAPACE Istituto Comprensivo di Giano-Bastardo – GIANO DELL’UMBRIA (PG)
5 ANOTHER BRICK IN THE WALL – Laboratorio per Comunicare Istituto Tecnico Commerciale “Salvatore Satta” – NUORO
6 APPRENDIAMO CON…GUSTO come Diventare Scolasticamente Abili I.P.S.S.A.R. “Ugo Tognazzi” – VELLETRI (RM)
7 Blog, e-tutor, web magazine: innovazione tecnologica per l’inclusione Istituto Tecnico Industriale “A. Monaco” – COSENZA
8 Chi ha detto che non posso!!!??? Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” – ISERNIA
9 CLASSE DIGITALE Istituto Comprensivo “Bruno Da Osimo” – OSIMO (AN) Progetto ”A scuola di dislessia”
10 D.S.A.: Delineare Significativi Apprendimenti Scuola Secondaria I Grado “Carlo Poerio” – NAPOLI
11 Da DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) a DSA (diamo spazio all’autostima) Istituto Comprensivo Cesare Pavese – SANTO STEFANO BELBO (CN)
12 Desideriamo Sperimentare Abilità informatiche Istituto Scolastico Comprensivo di Casarsa – Scuola Secondaria di Primo Grado “Enrico Fermi” – CASARSA DELLA DELIZIA (PN)
13 Dislessia alla luce del sole: non nascondiamola! Come trasformare un “non problema” in una risorsa per tutti. Istituto Comprensivo “Ignazio Silone” – MONTESILVANO (PE)
14 E SE FOSSE UN EINSTEIN? (Se apprendono loro, gli altri saranno tutte eccellenze) Istituto d’Istruzione Superiore A. Cecchi – PESARO
15 Emozioni in “corto” Scuola Media Statale “Rosso di San Secondo” – CALTANISSETTA
16 ENGLISH FOR EVERYONE Istituto Secondario Superiore Cairo Montenotte -CAIRO MONTENOTTE (SV)
17 I DSA a scuola: un protocollo partecipato per l’individuazione e la gestione dei DSA nella scuola dell’obbligo Istituto Comprensivo “Fratelli Cervi” – ROMA
18 IL MONDO DEI SEGNI CHE DANZANO Scuola Secondaria I Grado “Alberto Pirro” – SALERNO
19 Insegnamento del greco e latino nel biennio di istituti liceali (classico e scientifico) Liceo Classico e Liceo Scientifico Paritario Marco Girolamo Vida – CREMONA
20 INSIEME IN RETE Liceo Statale “A. Rosmini” – GROSSETO
21 InterAgiAmo on-line con il nostro territorio per l’inclusione I.P.S.S.A.R. “F. De Cecco” – PESCARA
22 La personalizzazione degli Apprendimenti negli alunni DSA: metodi, tecniche e ricerca dei processi formativi Istituto Comprensivo “Falcone-Borsellino” – BARI
23 L’ALTRO MODO DI IMPARARE prassi e strategie per conoscere e valorizzare lo studente con DSA Scuola Secondaria di Primo grado di Grignano Polesine – Istituto Comprensivo Rovigo 5 – ROVIGO
24 LEGGERE CON GLI OCCHI/LEGGERE CON LE ORECCHIE: L’IMPORTANTE è CAPIRE IN AUTONOMIA. UN’ESPERIENZA DI DIDATTICA INCLUSIVA ALLA SC. SUPERIORE Liceo Statale delle Scienze Umane “A. Cairoli” – PAVIA
25 Leggere, scrivere, raccontare diversa…mente Istituto Comprensivo SAN VITO ROMANO (RM)
26 Mappa….Mondo Dislessia IIS “Lazzaro Spallanzani” – CASTELFRANCO EMILIA (MO)
27 Mappe per imparare, imparare per mappe Scuola Secondaria di Primo grado “Dario Bartolini” – PORTOGRUARO (VE)
28 Mondo dislessia Istituto Comprensivo IV Novembre – Scuola Media IV Novembre – AREZZO
29 Niente Inglese, siamo Dislessici!!! Una didattica per consentire l’acquisizione dell’inglese agli studenti con BES (Bisogni Educativi Specifici) Istituto “Lorenzo Cobianchi” – VERBANIA
30 Organizzatori grafici della conoscenza Liceo Statale Carlo Tenca – MILANO
31 Passo dopo passo Istituto Comprensivo Rodari-Brandizzo – BRANDIZZO (TO)
32 PC in classe e FAD per gli studenti DSA Centro Studi Casnati (Liceo linguistico “F. Casnati”, Liceo Artistico “G. Terragni”, Istituto Aeronautico “L. Bongiovanni”, Istituto Alberghiero “G. Brera”) – COMO
33 Percorso di tolleranza attraverso la conoscenza di sé e dell’altro “Tutti uguali ma diversi” Istituto Comprensivo Fornara Ossola – NOVARA
34 Personalizzazione e individualizzazione. Percorsi per studenti con DSA Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Galilei” – LIVORNO
35 PRIMA D’IMPARARE INSEGNO DSA: incentivo no stop per i docenti, risorsa per la classe Scuola Secondaria di I Grado Santa Teresa del Bambin Gesù – BOLOGNA
36 Progetto “A Scuola di dislessia” Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA Scuola Media Paritaria “Don Bosco”- Ente Gestore: Centro Studi Don Bosco – ONLUS Società cooperativa Sociale – PERUGIA
37 Protagonisti a scuola Scuola Media Statale “Piero Gobetti” – RIVOLI (TO)
38 Riprogettare e innovare per includere con successo di tutti! Istituto Comprensivo “Mascagni” – PRATO
39 Scusate il ritardo Istituto Comprensivo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino – OFFANENGO (CR)
40 Speci@lmente io Istituto Comprensivo “G. Marconi” – SAN GIOVANNI SUERGIU (CI)
41 STARE SEMPRE BENE A SCUOLA VI Istituto Comprensivo Statale “Bruno Ciari” – Scuole Secondarie “B.Cellini”- “A.Moro e la sua scorta”, “B.Carazzolo” – PADOVA
42 Strategicamente….Insieme Istituto Comprensivo “Carlo Levi” – MANIACE (CT)
43 Strumenti informatici e strategie metacognitive a sostegno dell’apprendimento dei ragazzi con DSA Istituto Comprensivo “R. Gasparini” – NOVI DI MODENA (MO)
44 STUDIANDO MATEMATICAMENTE Istituto Comprensivo “Enea Talpino”- NEMBRO (BG)
45 STUDIARE NON MI E’ FACILE, MA POSSO FARCELA! Scuola Statale Secondaria di Primo Grado “Gen. A. Cantore” – GEMONA DEL FRIULI (UD)
46 TANTI FILI PER UNA SOLA RETE- d.s.a. una “risorsa” da condividere Istituto Comprensivo “Umberto Saba” – TORINO
47 Tutte le strade portano a scuola Istituto Comprensivo “Carlucci” di Ruoti e Scuole associate di Baragiano e Balvano – RUOTI (PZ)
48 Una scuola per tutti e per ciascuno Scuola Secondaria I Grado “N. Festa” – MATERA
49 Un’impresa senza ostacoli ISIS “Cavazzi-Sorbelli” – PAVULLO NEL FRIGNANO (MO)
50 Uno per tutor, tutor per uno Liceo Classico Statale “C. Colombo” – GENOVA

IL DIRIGENTE
f.to Raffaele Ciambrone

Avviso 7 marzo 2012

Ministero dell’Istruzione,dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione

Una selezione dei lavori del concorso “Vorrei una legge che…” sviluppati da alunni delle classi quinte delle scuole primarie è stata pubblicata sul sito del Senato dedicato ai ragazzi. Per esprimere il proprio gradimento, studenti e insegnanti possono collegarsi alla piattaforma didattica eworkshop.senatoperiragazzi.it e votare, dopo essersi registrati alla piattaforma. Ultimo giorno utile di votazione: 16 marzo 2012.

Decreto Ministeriale 7 marzo 2012, Prot.n. 3889

Decreto Ministeriale 7 marzo 2012, Prot.n. 3889

Requisiti per il riconoscimento della validità delle certificazioni delle competenze linguistico-comunicative in lingua straniera del personale scolastico – Criteri di selezione dei soggetti qualificati per il rilascio delle certificazioni

Nota 7 marzo 2012, Prot.1428

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio VI –

 

AI DIRIGENTI DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI STATALI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI SECONDO GRADO

LORO SEDI

p.c.

AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI

LORO SEDI

ALLA DIREZIONE GENERALE PER GLI STUDI, LA STATISTICA E I SISTEMI INFORMATIVI

SEDE

 

Oggetto: domande di partecipazione (modello ES-1) alle commissioni di esame di Stato del secondo ciclo

 

Com’è noto, il 9 marzo 2012 scade il termine previsto dalla CM n.15 del 31 gennaio 2012, relativa alla formazione delle commissioni di esame di Stato del secondo ciclo, per la presentazione on line delle domande per commmissari/presidente di commissione di esami di Stato.

A riguardo, nel richiamare all’attenzione delle SS.LL. la precedente nota della scrivente n. 1162 del 28-2-2012, considerato che la procedura di presentazione on line delle domande per commissari/presidenti è stata attivata per la prima volta nel corrente anno scolastico, tenuto conto delle esigenze rappresentate, al fine di consentire a tutti gli obbligati di inoltrare regolarmente la domanda, eccezionalmente, il termine suddetto viene prorogato al giorno 14 marzo, ore 18.00.

Si rammenta che la presentazione delle domande costituisce un preciso obbligo di istituto e che spetta ai dirigenti scolastici degli istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado verificare l’avvenuta presentazione della scheda da parte di tutti i docenti aventi l’obbligo e procedere, comunque, all’eventuale acquisizione d’ufficio a sistema dei loro dati.

Conseguentemente, viene posticipata al giorno 19 marzo 2012 l’apertura delle funzioni SIDI di gestione dei modelli ES-1 (precedentemente prevista per il giorno 14 marzo).

Viene prorogato, altresì, il termine del 31 marzo 2012 al giorno 5 aprile 2012, entro il quale i dirigenti scolastici devono verificare e convalidare le istanze trasmesse on line e trasmettere agli Uffici territoriali l’elenco alfabetico riepilogativo degli aspiranti che hanno presentato il modello ES-1, nonchè l’elenco degli esonerati e l’elenco dei docenti che abbiano omesso di presentare la scheda, indicandone i motivi.

 

Il Direttore Generale

Carmela Palumbo

 

Avviso 7 marzo 2012

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

Ufficio 6

 

Avviso 7 marzo 2012

Seminario Nazionale “Enti Locali, Scuola, Integrazione”

La Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione organizza il Seminario Nazionale “Enti Locali, Scuola, Integrazione” che si svolgerà a Firenze nei giorni 8 e 9 marzo 2012 presso l’Istituto degli Innocenti, Piazza SS. Annunziata 12. L’evento realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, la Regione Toscana – Assessorato all’Istruzione, l’Istituto degli Innocenti, il Centro Nazionale di Documentazione e Analisi per l’Infanzia e l’adolescenza e l’ANCI, mette a confronto diverse realtà del Paese sul tema della multiculturalità e della integrazione attraverso il dialogo tra rappresentanti del mondo della Scuola e degli Enti locali.

Seminario Nazionale

“Enti Locali, Scuola, Integrazione”

Firenze, 8 e 9 marzo 2012
Istituto degli Innocenti
Piazza SS. Annunziata 12

Programma

L’autonomia scolastica, la diversità delle politiche e degli investimenti locali in materia di
integrazione scolastica dei bambini e dei ragazzi con cittadinanza non italiana, il modello
policentrico e diffuso delle presenze degli immigrati sul territorio nazionale, hanno evidenziato in
questi anni il rischio di una sorta di “localizzazione dei diritti”.
In alcune scuole e aree del Paese il tema è stato assunto in maniera chiara e responsabile e sono
state attivate risorse e dispositivi mirati. In altri casi i bisogni della popolazione straniera sono
ancora trattati sotto il segno dell’emergenza. C’è inoltre una grande varietà di modi di affrontare la
sfida della multiculturalità tra il Nord e il Sud del Paese, tra città grandi, medie e piccole, tra piccoli
borghi, anche montani, ed aree fragili e periferiche.
Quattro “Italie” a confronto per altrettante sessioni di lavoro. Ogni sessione è aperta da interventi
rappresentativi del mondo della scuola e da interventi di rappresentanti degli Enti Locali.
Obiettivi trasversali alle sessioni di lavoro:
1 Portare a sistema esperienze positive, in termini di modalità di collaborazioni interistituzionali e
di integrazione delle risorse tra Enti locali, scuole, associazioni, comunità d’immigrazione.
2 Far conoscere, definire, confrontare i patti educativi di territorio al fine di prevenire e governare
forme di concentrazione di presenze straniere in alcune scuole e realtà locali.
3 Mettere in evidenza le possibilità di scambio interculturale, le occasioni di conoscenza e i
“vantaggi” sul piano cognitivo dell’incontro con altre lingue, culture, stili educativi, dati dalla
presenza di bambini, ragazzi e famiglie di provenienze diverse, a scuola e nel territorio.

Programma
Giovedì 8 marzo 2012
Ore 10:30 Accoglienza e caffè di benvenuto
INTERVENTO
Andrea RICCARDI, Ministro della Cooperazione Internazionale e
dell’Integrazione
Ore 11:00 SALUTI ISTITUZIONALI:
Alessandra MAGGI, Presidente Istituto degli Innocenti
Angela PALAMONE, Direttore generale Ufficio Scolastico Regionale
per la Toscana
Rosa Maria DI GIORGI, Assessore all’Educazione, Comune Firenze
Stella TARGETTI, Assessore all’Istruzione e vice Presidente Regione
Toscana
Ore 11:40 APERTURA DEI LAVORI
Lucrezia STELLACCI, Capo Dipartimento per l’Istruzione, MIUR
COORDINA Antonio CUTOLO, Dirigente Direzione Generale per lo Studente,
l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione – MIUR
Ore 11:50 RELAZIONI
Ouidad BAKKALI Assessore alla Scuola e alla Cultura, Comune di Ravenna
Le seconde generazioni: la chiave per aprire una riflessione sulle
politiche per l’integrazione
Vinicio ONGINI Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e
la comunicazione – MIUR
Coordinatore scientifico del Seminario
“ Quattro Italie a confronto. Il paesaggio multiculturale della scuola
italiana”
Aldo BONOMI Sociologo, Direttore Istituto di Ricerca Aaster, Milano
“Territori e migrazioni. I sincretismi delle differenze”
Ore 13:00 DISCUSSIONE
Ore 13:30 Buffet a cura dell’Istituto Professionale Alberghiero “A. Saffi” di
Firenze
Ore 14:30/18:00 SESSIONI DI LAVORO
INTRODUCE Giuliana PUPAZZONI, Direttore generale Ufficio Scolastico
Regionale per la Liguria
INTERVENTI
Giovanna CECCATELLI GURRIERI, Università di Firenze
“I Piani di Gestione della Diversità nella realtà metropolitana. L’esperienza del progetto
UGUADI della Regione Toscana”
Carlo TESTI, Dirigente scolastico Istituto Comprensivo “Gandhi”di Firenze
“ Progettare la scuola per le diversità: spunti e riflessioni”
Patrizia CAPOFERRI, Docente, Referente intercultura Ufficio Scolastico Regionale per la
Lombardia
“ Patti di territorio per la scuola e l’oltre scuola”
Vanda LOSCO, Docente, Direzione didattica “A.Gabelli”di Torino,
“La scuola della resilienza. L’esperienza in un quartiere a forte immigrazione”
Mariagrazia PELLERINO, Assessore alle Risorse Educative, Comune di Torino
Maria Grazia GUIDA, Assessore all’Educazione e all’Istruzione e Vicesindaco Comune di
Milano
1^ Sessione – Grandi città
Anna Maria PALMIERI, Assessore all’Istruzione, Comune di Napoli
Rosa Maria DI GIORGI, Assessore all’Educazione, Comune di Firenze
COORDINANO Rolando CASAMONTI, Referente intercultura Ufficio sul Territorio, Firenze e
Claudia NOSENGHI, Referente intercultura Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria
INTRODUCE Michele CALASCIBETTA, Direttore generale Ufficio Scolastico Regionale
per le Marche
INTERVENTI
Cristina MAGELLI, Dirigente scolastico Istituto Comprensivo “M. Polo”di Prato
Ambra GIORGI, Assessore all’Istruzione, Provincia di Prato
Rita PIERI, Assessore all’Istruzione, Comune di Prato
“Accordo per l’accoglienza degli alunni stranieri e per lo sviluppo interculturale del
territorio pratese”
Michela POSSAMAI, Dirigente scolastico, Referente intercultura Ufficio Scolastico
Regionale per il Veneto
“In rete nel Veneto: Scuola ed Ente Locale costruiscono l’integrazione”
Anna CAMMALLERI, Dirigente Ufficio politiche per lo studente, Ufficio Scolastico
Regionale per la Puglia
“ALIS (Apprendimento lingua italiana per stranieri adulti). Un programma d’intesa con la
Regione Puglia in 14 reti territoriali”
Iuna SASSI, Assessore all’Educazione, Comune di Reggio Emilia
Alessandra MORETTI, Assessore all’Istruzione e vicesindaco Comune di Vicenza
COORDINANO Filomena MIRANDA, Referente intercultura Ufficio sul territorio, Prato e
Elisabetta MICCIARELLI, Referente intercultura Ufficio Scolastico Regionale per le Marche
2^ Sessione – Piccole e medie città
INTRODUCE Franco INGLESE, Direttore generale Ufficio Scolastico Regionale per la
Basilicata
INTERVENTI
Rita ALBANI, Dirigente scolastico I.C. “Graziano da Chiusi”, Chiusi (Siena) e
Stefano SCARAMELLI, Sindaco Comune di Chiusi
“Il sistema formativo integrato: la comunità educante di Chiusi”
Luciano CARPO, Referente Centro Scalabrini, Bassano del Grappa (Vicenza) e
Fondazione Migrantes
“ Scuole, Associazioni, Enti locali. Prove di futuro nell’alto vicentino”
Mario COVIELLO, Dirigente Istituto Comprensivo di Bella (Potenza)
“ Non uno di meno, in Basilicata”
Vito LEONE, Assessore all’Istruzione, Comune di Bella (Potenza)
Raoul DAOLI, Sindaco Comune di Novellara (Reggio Emilia)
Riccardo LA ROSA, Assessore all’Istruzione, Comune di Mazara del Vallo (Trapani)
COORDINANO Roberta BONELLI, Referente intercultura Ufficio sul territorio, Siena e
Anna ROMANAZZI, Referente intercultura Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia
INTRODUCE Francesco MERCURIO, Direttore generale Ufficio Scolastico
Regionale per la Calabria
INTERVENTI
Mario ROTONDA, Responsabile Area Formazione dell’Agenzia FORIUM
“I Piani di Gestione della Diversità nelle realtà montane e nelle isole. L’esperienza del
progetto LA SCUOLA DI TUTTI della Regione Toscana”
Laura CORRADI, Docente, Coordinatrice Rete scuole della Comunità Montana delle
Giudicarie (Trento)
“Una valle a colori: incontri di scuole, territori, generazioni, culture”
Daniela PAMPALONI, Dirigente scolastico Istituto Comprensivo di Montescudaio, Pisa
“Benvenuti tra noi. Esperienze di integrazione tra scuola e territorio”
3^ Sessione – Piccoli centri
4^ Sessione – Comuni montani
Pietro SCHWARZ, Coordinatore sportelli informativi cittadini immigrati Consorzio
Monviso Solidale, Piemonte
Dalido MALAGGI, Sindaco Comune di Pessina Cremonese (Cremona)
Domenico LUCANO, Sindaco Comune di Riace (Catanzaro)
COORDINANO Ledi BERTELLI, Referente intercultura Ufficio sul territorio, Pisa e
Alida MISSO, Referente intercultura Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia
Venerdì 9 marzo 2012
Ore 9:30
SESSIONE PLENARIA
Se il cinema incontra la scuola multiculturale, una ricerca in video
presentata da Marco Dalla Gassa e Fabrizio Colamartino, Centro
nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza
Ore 9:40
INTERVENTO
Maria Cecilia GUERRA Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche
Sociali
Ore 10:00 Restituzione esiti Sessioni di lavoro
Ore 11:00 DISCUSSIONE
Ore 11:30
Tavola rotonda conclusiva
COORDINA Maria OMODEO COSPE (Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti)
Firenze
Pape DIAW Rappresentante Comunità senegalese di Firenze
Eraldo STEFANI Console onorario del Senegal a Firenze.
Giada LIN Assessore alla comunità cinese di Campi Bisenzio (FI)
RiccardoROMAN Sindaco Comune di Galzignano Terme (Padova)
Presidente commissione scuola e formazione ANCI
Madisson Godoy SANCHEZ Delegato del Sindaco per l’integrazione delle Comunità
Straniere presenti a Roma
Ore 12:30
CONCLUSIONI
Marco ROSSI DORIA Sottosegretario di Stato Ministero dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca

Gruppo di lavoro tecnico organizzativo:
Antonio Cutolo, Vinicio Ongini, Stefania Rocca, Barbara Di Palo, Innocenza Marano,
Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione,
MIUR
Laura Scoppetta, Lucia Benozzi, Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana
Elio Satti, Donatella Degani, Settore Istruzione e Educazione, Regione Toscana
Antonella Schena, Istituto degli Innocenti, Firenze
Maria Bortolotto, Segreteria del Centro Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza
Si ringraziano:
Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “A. Oriani” di Faenza (RA) – per la
collaborazione amministrativa.
Istituto Professionale di Stato “Francesco Datini” di Prato – per l’elaborazione grafica del
programma e delle cartelline del Seminario.