MAREMMA: SOLIDARIETA’ PER LE FAMIGLIE ALLUVIONATE

MAREMMA: SOLIDARIETA’ PER LE FAMIGLIE ALLUVIONATE

Dintorni di Albinia: decine di brave lavanderine combattono da giorni contro il fango usando acqua bollente e litri di disinfettanti e ammorbidenti. I volontari fanno la spola e restituiscono agli alluvionati un po’ di affetto e un pizzico di dignità insieme agli abiti e alla biancheria puliti. E così, spalando fango, trovando mobili e banchi, la gente di Maremma si stringe intorno a chi ha perso tutto e tocca con mano i bisogni veri. A loro, ai nostri soci impegnati negli aiuti, noi genitori di AGe Toscana abbiamo deciso di chiedere i nominativi delle famiglie più colpite per portare ancora una volta la solidarietà che giunge dai genitori di tutta Italia.

“Lavare i panni è condividere un po’ della loro fatica quotidiana nel riemergere dal disastro –racconta Angela Rigucci, presidente di AGe Argentario- I primi giorni arrivavano abiti pieni di fango, addirittura è stato chiesto l’aiuto dei pescherecci per digrossare lo sporco, poi piano piano sono iniziati ad arrivare sacchi con abiti sporchi solo dal ginocchio in giù e ora arrivano i copriletto, la biancheria: è come un termometro dell’emergenza in diretta. Il fango è dappertutto e quando secca è quasi impossibile portarlo via; è per questo che è urgente fare l’impossibile per tornare al più presto alla normalità”.

L’iniziativa garantisce la massima trasparenza sia per chi dona che per chi riceve, come spiega la presidente di AGe Toscana, Rita Manzani Di Goro: ”Nelle prossime settimane andremo di persona ad incontrare le famiglie che riceveranno i vostri aiuti e vi daremo loro notizie. Come già lo scorso anno per Aulla, il nostro criterio sarà quello di consegnare un aiuto in contanti nelle mani delle famiglie segnalate tramite la rete di solidarietà e i nostri soci e amici di AGe Argentario. Nemmeno un euro donato sarà utilizzato per le spese, che anche questa volta saranno completamente a carico dell’Associazione”.

”Per gli alluvionati di Aulla lo scorso anno abbiamo raccolto 8.750,00 euro, che sono stati distribuiti immediatamente, via via che arrivavano: 2.000,00 euro alla scuola elementare, grazie alla raccolta effettuata dagli alunni dell’Istituto comprensivo di Stia (AR); 6.500,00 euro a tredici famiglie con bambini; 250,00 alla parrocchia, che è stata uno dei principali punti di riferimento per le famiglie alluvionate- prosegue Di Goro- Il nostro contributo, anche se modesto, è stato molto apprezzato per la puntualità degli aiuti: interventi mirati e tempi di consegna rapidissimi hanno segnato la differenza rispetto alla macchina ufficiale”.

La richiesta di aiuto è stata girata a tutte le Associazioni Genitori A.Ge. d’Italia, alle scuole e ai soci e simpatizzanti di AGe Toscana; gli aggiornamenti sulla situazione, insieme alle letterine dolcissime dei bambini dell’Argentario, saranno messi a disposizione sul sito web e sulla pagina facebook dell’Associazione.

Chi desidera offrire un concreto aiuto agli alluvionati può effettuare un versamento sul conto IT98H 03359 01600 100000006860 intestato all’Associazione Genitori A.Ge. Toscana presso Banca Prossima, citando la causale EMERGENZA MAREMMA. “Preghiamo i donatori di mandarci un messaggio –conclude Angela Rigucci-, in modo da poterli ringraziare di persona e tenerli poi aggiornati sulla situazione e sugli aiuti”.

Concorso. Esercitazioni on line

da tuttoscuola.com

Da ieri sera è attivo il servizio per esercitarsi sui test della preselezione del concorso per docenti.

I candidati, dopo essersi collegati con il sito del Ministero, devono inserire il proprio codice fiscale e la lingua stranera prescelta per avere accesso a 70 batterie di 50 quiz ciascuna (corrispondente al numero di domande della prova di preselezione).

Un contatore segna il tempo che manca alla conclusione della prova (sono previsti 50 minuti, in pratica uno a domanda per completare la prova).

Ogni domanda è preceduta dalla indicazione della categoria a cui appartiene: 18 domande di capacità logiche, 18 domande di capacità di comprensione del testo; 7 domande di competenze digitali; 7 domande di conoscenza della lingua straniera.

La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data vale 0 punti e la risposta errata vale -0,5 punti. Il sistema registra le simulazioni che vengono scaricate per l’esercitazione.

Completato il test – è comunque possibile correggere una risposta già data o saltarla oppure ripetere la batteria di domande – il sistema comunica se il test è stato superato o meno.

Concorso a cattedre: a proposito del simulatore delle batterie di test

Concorso a cattedre: a proposito del simulatore delle batterie di test

Un’altra dimostrazione di come al Ministero dell’Istruzione poco interessi il vero “merito” della formazione dei docenti.
La FLC CGIL ha da subito visto nel bando di concorso a cattedre uno strumento per il Ministro Profumo di pura propaganda, non certo l’occasione per fornire alla scuola pubblica elementi di vero merito, o al precariato una soluzione di stabilizzazione.

 

I numeri di iscrizione al test preselettivo hanno denunciato la difficoltà di gestire nei limiti delle regole un concorso che è diventato l’occasione di rientro al lavoro per il mondo sempre più vasto nel nostro Paese dei disoccupati.

Del resto la modalità dei test preselettivi, gli argomenti che li caratterizzano, la tempistica con cui si effettuano poco parlano di quel famoso “merito” che tanto ha sbandierato in questi mesi il ministro Profumo.

 

L’ultima dimostrazione che conferma il nostro pensiero è nella presentazione della batteria dei test: manca la possibilità nelle esercitazioni individuali di poter verificare quale è la risposta giusta. Ciò è inammissibile e dimostra il vero intento del Ministero: sfoltire i numeri, costi quel che costi.

 

Come abbiamo già avuto occasione di scrivere, gli oltre 300.000 concorrenti meritano il rispetto dovuto a chi spera di entrare nel mondo del lavoro, in particolare nella scuola pubblica. Il Ministero ha l’obbligo morale di predisporre le procedure con serietà, evitando gli errori commessi per le prove di accesso ai TFA e predisponendo sedi e strumentazioni adeguate all’alto numero di partecipanti.

 

Nell’incontro del 29 novembre al Ministero porremo il problema derivante dalla pubblicazione delle batterie di simulazione dei test, insieme alla richiesta di garanzia che le prove saranno affrontate con il rigore che richiede la situazione drammatica del lavoro in Italia e che lasciano evincere i numeri di iscrizione alle prove preselettive.

 

Chiederemo garanzia che il Ministero stia lavorando per la qualità della scuola pubblica e che in questo percorso ci sia la soluzione del problema del precariato, come propedeutica a un reinvestimento nell’Istruzione come volano della crescita.

 

Ci faremo garanti per coloro che vedessero compromesse le loro aspirazioni dal pressappochismo e dalla fretta ingiustificata.

Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 278

Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 278 del 28-11-2012

Sommario



LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI



 

LEGGE 14 novembre 2012, n. 203
Disposizioni per la ricerca delle persone scomparse. (12G0225)

Pag. 1

 

LEGGE 14 novembre 2012, n. 204
Modifica dell’articolo 1 della legge 31 luglio 2002, n. 186, concernente l’istituzione della «Giornata della memoria dei marinai scomparsi in mare». (12G0226)

Pag. 2

 


DECRETI PRESIDENZIALI



DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 agosto 2012
Autorizzazione al Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca ad assumere 60 docenti di I e II fascia per le Accademie e i Conservatori di musica. (12A12534)

Pag. 3

 


DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI



MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

 

DECRETO 26 novembre 2012
Emissione di buoni ordinari del Tesoro a 182 giorni. (12A12599)

Pag. 5

 

MINISTERO DELL’INTERNO

 

DECRETO 21 novembre 2012
Aggiornamento del decreto 25 ottobre 2012 recante sanzioni agli enti locali inadempienti al patto di stabilita’ relativo all’anno 2011. (12A12541)

Pag. 9

 

MINISTERO DELLA SALUTE

 

DECRETO 31 luglio 2012
Autorizzazione all’immissione in commercio del prodotto fitosanitario «PRO». (12A12542)

Pag. 13

 

DECRETO 31 luglio 2012
Autorizzazione all’immissione in commercio del prodotto fitosanitario «TAAQAT». (12A12543)

Pag. 16

 

DECRETO 31 luglio 2012
Autorizzazione all’immissione in commercio del prodotto fitosanitario «ARPEL DUO». (12A12544)

Pag. 20

 

DECRETO 3 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Sofan Nicoleta, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12258)

Pag. 25

 

DECRETO 3 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Sava Petrica Stoian, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12259)

Pag. 25

 

DECRETO 4 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Stirbu Elena Roxana, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12257)

Pag. 26

 

DECRETO 30 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Dorcu Trofin Andreea, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12194)

Pag. 27

 

DECRETO 30 ottobre 2012
Riconoscimento, al sig. Bidalach Gabriel, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12195)

Pag. 28

 

DECRETO 30 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Capata Aldea Gabriela Nicoleta, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12196)

Pag. 28

 

DECRETO 30 ottobre 2012
Riconoscimento, alla sig.ra Reccio Granara Silvana Paola, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di psicologo. (12A12293)

Pag. 29

 

DECRETO 30 ottobre 2012
Riconoscimento, al sig. Restivo Gustavo Eduardo, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di psicoterapeuta. (12A12294)

Pag. 30

 

DECRETO 31 ottobre 2012
Riconoscimento, al sig. Vadakkedathu Mathew Baiju, di titolo di studio estero abilitante all’esercizio in Italia della professione di infermiere. (12A12210)

Pag. 31

 

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

 

DECRETO 7 novembre 2012
Proroga dell’autorizzazione rilasciata all’organismo denominato «Agroqualita’ S.p.A.», ad effettuare i controlli della denominazione di origine protetta «Val di Mazara». (12A12403)

Pag. 32

 

DECRETO 7 novembre 2012
Proroga della designazione dell’agenzia «ASSAM – Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche» ad effettuare i controlli della indicazione geografica protetta «Ciauscolo». (12A12404)

Pag. 33

 

DECRETO 7 novembre 2012
Revoca dell’autorizzazione all’Organismo denominato “INEQ – Istituto Nord Est Qualita'” ad effettuare i controlli della denominazione “Mela del Friuli Venezia Giulia”, protetta transitoriamente a livello nazionale con decreto 9 giugno 2008. (12A12535)

Pag. 34

 

PROVVEDIMENTO 15 novembre 2012
Modifica del disciplinare di produzione della denominazione «Provolone Valpadana» registrata in qualita’ di denominazione di origine protetta in forza al regolamento (CE) n. 1107 della Commissione del 12 giugno 1996. (12A12416)

Pag. 34

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

 

DECRETO 2 ottobre 2012
Scioglimento della «Il Legame Cooperativa sociale», in San Salvo e nomina del commissario liquidatore. (12A12199)

Pag. 37

 

DECRETO 2 ottobre 2012
Scioglimento della «C.E.M. Costruzioni Societa’ Cooperativa», in Altopascio e nomina del commissario liquidatore. (12A12267)

Pag. 38

 

DECRETO 2 ottobre 2012
Scioglimento della «Societa’ Cooperativa Edilizia a r.l. Aldo Balla», in Montalto Dora e nomina del commissario liquidatore. (12A12268)

Pag. 38

 

DECRETO 2 ottobre 2012
Scioglimento della «Croce Oro Torino societa’ cooperativa sociale», in Torino e nomina del commissario liquidatore. (12A12292)

Pag. 39

 

DECRETO 3 ottobre 2012
Scioglimento della «Prima Casa Prato – Societa’ Cooperativa Edificatrice a r.l.», in Prato e nomina del commissario liquidatore. (12A12290)

Pag. 40

 

DECRETO 3 ottobre 2012
Scioglimento della «Nuova Villa Serena – Societa’ Cooperativa», in Sinnai e nomina del commissario liquidatore. (12A12291)

Pag. 40

 

DECRETO 31 ottobre 2012
Sostituzione del liquidatore della «Concordia», in Matera. (12A12546)

Pag. 41

 

DECRETO 31 ottobre 2012
Sostituzione del liquidatore della «Terre di Leverano», in Leverano. (12A12547)

Pag. 41

 

DECRETO 31 ottobre 2012
Sostituzione del liquidatore della «Tre Effe», in Boville Ernica. (12A12548)

Pag. 42

 

DECRETO 14 novembre 2012
Autorizzazione al rilascio di certificazione CE conferito all’Organismo ECOS S.r.l., in Napoli, ad operare in qualita’ di organismo notificato per la certificazione CE ai sensi della direttiva 95/16/CE del 29 giugno 1995, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori. (12A12405)

Pag. 42

 

DECRETO 14 novembre 2012
Autorizzazione al rilascio di certificazione CE conferito all’Organismo OEC S.r.l., in Spadafora, ad operare in qualita’ di organismo notificato per la certificazione CE ai sensi della direttiva 95/16/CE del 29 giugno 1995, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori. (12A12406)

Pag. 44

 

DECRETO 14 novembre 2012
Autorizzazione al rilascio di certificazione CE conferito all’Organismo ECS S.r.l., in Mantova, ad operare in qualita’ di organismo notificato per la certificazione CE ai sensi della direttiva 95/16/CE del 29 giugno 1995, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori. (12A12407)

Pag. 46

 

DECRETO 14 novembre 2012
Autorizzazione al rilascio di certificazione CE conferito all’Organismo ICEPI S.p.A., in Piacenza, ad operare in qualita’ di organismo notificato per la certificazione CE ai sensi della direttiva 95/16/CE del 29 giugno 1995, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli ascensori. (12A12408)

Pag. 47

 

DECRETO 18 ottobre 2012
Revoca degli amministratori e dei sindaci della «Essepi 4 societa’ cooperativa a r.l.», in Scandiano. (12A12198)

Pag. 49

 

DECRETO 13 novembre 2012
Autorizzazione al rilascio di certificazione CE conferito alla societa’ Italcert Srl, in Milano, ad operare in qualita’ di Organismo notificato per la certificazione CE ai sensi del decreto legislativo n. 475/1992. (12A12417)

Pag. 50

 


DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITA’



AGENZIA DEL TERRITORIO

 

DECRETO 12 novembre 2012
Accertamento del periodo di mancato funzionamento dei servizi catastali dell’Ufficio provinciale di Caserta. (12A12410)

Pag. 52

 

UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

 

DECRETO RETTORALE 30 ottobre 2012
Modificazioni allo Statuto. (12A12536)

Pag. 52

 


ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI



AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

 

COMUNICATO
Autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Alabaster». (12A12418)

Pag. 53

 

COMUNICATO
Variazione di tipo II all’autorizzazione, secondo procedura di mutuo riconoscimento, dei medicinali per uso umano «Singulair, Montegen, Lukair, Lukasm». (12A12419)

Pag. 53

 

COMUNICATO
Modificazione dell’autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Formodual» (12A12400)

Pag. 53

 

COMUNICATO
Autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Drospil» (12A12401)

Pag. 54

 

COMUNICATO
Autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Claritromicina Teva Italia» (12A12402)

Pag. 55

 

COMUNICATO
Comunicato di rettifica relativo all’estratto della determinazione n. 651/2012 del 30 ottobre 2012, recante l’autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Desinelle». (12A12586)

Pag. 56

 

BANCA D’ITALIA

 

COMUNICATO
Disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari. Segnalazione dei prefetti. (12A12533)

Pag. 56

 

MINISTERO DELL’INTERNO

 

COMUNICATO
Comunicato relativo al calendario delle festivita’ della Sacra arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa meridionale, per l’anno 2013. (12A12409)

Pag. 58

 

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

 

COMUNICATO
Domanda di registrazione della denominazione «CARNE DE BRAVO DO RIBATEJO». (12A12545)

Pag. 58

 

Decreto Ministeriale (Schema, 28.11.12)

Schema di decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca recante Regolamento concernente il reclutamento degli insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, a norma dell’articolo 2, comma 416, della legge 24 dicembre 2007, n. 244

IL MINISTRO

VISTO   l’articolo 97 della Costituzione;

VISTO   l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, recante disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri;

VISTA   la legge 24 dicembre 2007, n. 244, recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008), e in particolare l’articolo 2, comma 416;

VISTA   la legge 19 novembre 1990, n. 341, recante riforma degli ordinamenti didattici universitari;

VISTO   il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

VISTA   la legge 15 maggio 1997, n. 127, recante misure urgenti per lo snellimento dell’attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo, e in particolare l’articolo 3, comma 6;

VISTA   la legge 27 dicembre 1997, n. 449, recante misure per la stabilizzazione della finanza pubblica, e in particolare l’articolo 39;

VISTA   la legge 21 dicembre 1999, n. 508, recante riforma delle Accademie di belle arti, dell’Accademia nazionale di danza, dell’Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti superiori per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati;

VISTO   il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, e in particolare l’articolo 35;

VISTA   la legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007), e in particolare l’articolo 1, comma 605, lettera c);

VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, concernente regolamento recante norme sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi;

VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, concernente regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’articolo 21, della legge 15 marzo 1997, n. 59;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n. 89, recante revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 87, concernente regolamento recante norme per il riordino degli istituti professionali, a norma dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 88, concernente regolamento recante norme per il riordino degli istituti tecnici a norma dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89, concernente regolamento recante revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei a norma dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

VISTO   il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010 n. 249, recante regolamento concernente la definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità della formazione iniziale degli insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell’articolo 2, comma 416 della legge 24 dicembre 2007, n. 244;

VISTO   il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 7 marzo 2012 concernente i requisiti per il riconoscimento della validità delle certificazioni delle competenze linguistico – comunicative in lingua straniera del personale scolastico;

VISTO il decreto del Ministro della pubblica istruzione 30 gennaio 1998, n. 39, recante il testo coordinato delle disposizioni impartite in materia di ordinamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento tecnico-pratico e di arte applicata nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria ed artistica;

VISTO   il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 9 febbraio 2005, n. 22, relativo alle lauree specialistiche, e successive modificazioni;

VISTO   il parere del Consiglio nazionale della pubblica istruzione, espresso nell’adunanza del …..;

SENTITO il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione;

UDITO il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del …..

ACQUISITI i pareri delle competenti commissioni parlamentari della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;

VISTA   la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri a norma dell’articolo 17, comma 3, della legge n. 400 del 1988 così come attestata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con nota del ………………;

ADOTTA

il seguente regolamento

 

ART. 1

(Oggetto e definizioni)

  1. Il presente decreto disciplina l’attività procedurale per il reclutamento del personale docente ed educativo, ai sensi dell’articolo 2, comma 416, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.
  2. Ai fini del presente regolamento si applicano le seguenti definizioni:

a)     Ministero: Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

b)    Ministro: Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

c)     USR: Ufficio scolastico regionale o Uffici scolastici regionali;

d)    Testo unico: Testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modifiche;

e)     Biennio: biennio composto da due anni scolastici;

f)     Cadenza biennale: frequenza o intervallo  pari a due anni scolastici;

g)     QCER: Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue pubblicato nel 2001 dal Consiglio d’Europa;

h)    TIC: tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

ART. 2

(Concorsi)

 

  1. I concorsi per titoli ed esami, ai fini del reclutamento nei ruoli del personale docente ed educativo hanno cadenza biennale e si espletano in ambito regionale.
  2. Essi sono indetti in base alla previsione della disponibilità, nella regione e nel biennio di riferimento, di posti comuni e di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria, di posti di personale educativo nelle istituzioni educative statali e di posti nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado nelle relative classi di concorso, ivi compresi i posti di sostegno. In caso di un numero limitato di posti da bandire, il decreto di cui al comma 3 stabilisce l’aggregazione interregionale delle procedure, fermo restando quanto previsto al comma 5.
  3. All’indizione dei concorsi provvede il Ministero con decreto del competente direttore generale che stabilisce tempi e modalità della relativa procedura. Il suddetto decreto è adottato entro il 31 dicembre dell’anno antecedente a ciascun biennio di riferimento.
  4. Le procedure concorsuali si concludono entro sei mesi dalla data di effettuazione delle prove scritte.
  1. I direttori generali degli USR nelle cui regioni si espletano i concorsi sono responsabili della gestione dell’intera procedura e dell’individuazione dei vincitori.

ART. 3

(Requisiti di ammissione)

 

  1. Per l’ammissione ai concorsi è necessario il possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione, dei requisiti generali per le assunzioni a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni nonché dei titoli di accesso previsti dalle norme vigenti per la partecipazione ai concorsi per il reclutamento nei ruoli del personale docente ed educativo.
  2. In particolare, per i posti di docente di sostegno e per i posti di insegnamento nelle scuole aventi particolari finalità, di cui all’articolo 403 del Testo unico, è inoltre richiesto il relativo titolo di specializzazione.
  3. Il mancato superamento di una procedura concorsuale non consente la partecipazione a quella indetta nel biennio successivo per lo stesso posto o classe di concorso.

 

ART. 4

(Domanda di partecipazione e curriculum vitae)

 

  1. La domanda di partecipazione al concorso è presentata, a pena di esclusione, mediante modalità telematica in una sola regione e per una sola procedura concorsuale fra quelle indette per la medesima regione.
  2. Nella domanda i candidati inseriscono il proprio curriculum vitae contenente le informazioni relative alla qualificazione professionale, scientifica e culturale posseduta.
  3. Essi dichiarano, a pena di esclusione, il possesso dei requisiti di cui all’articolo 3, commi 1 e 2. I candidati dichiarano altresì l’eventuale possesso dei titoli valutabili ai sensi dell’articolo 10 e dei titoli di preferenza previsti dalle disposizioni vigenti in materia di assunzioni a tempo indeterminato nelle pubbliche amministrazioni.
  4. Ai fini della prova di preselezione di cui all’articolo 5 e della prova orale di cui all’articolo 9, i candidati scelgono, a pena di esclusione, una tra le seguenti lingue straniere: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

ART. 5

(Prova di preselezione)

  1. Ai fini dell’ammissione alle prove scritte i candidati devono superare una prova di preselezione unica per tutte le procedure di cui all’articolo 4, comma 1, volta all’accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, delle competenze digitali nonché delle competenze linguistiche in una delle lingue comunitarie di cui all’articolo 4, comma 4.
  2. E’ ammesso a sostenere le prove scritte un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ciascuna delle procedure concorsuali indette ai sensi dell’articolo 2. Sono comunque ammessi a sostenere le prove scritte i candidati che abbiano riportato il medesimo punteggio dell’ultima posizione utile.

ART. 6

(Prove di esame)

 

  1. Le prove di esame, articolate in una prova scritta, in una eventuale prova pratica o di laboratorio e in una prova orale, sono definite, unitamente ai relativi programmi, dal Ministero con il decreto di indizione dei concorsi di cui all’articolo 2, comma 3.

ART. 7

(Prova scritta )

 

  1. La prova scritta nazionale, costituita da una o più verifiche scritte ovvero scritto-grafiche, è finalizzata a valutare la padronanza delle discipline oggetto di insegnamento da parte dei candidati.
  2. La prova scritta nei concorsi per la scuola primaria comprende anche la valutazione del possesso di competenze in lingua inglese non inferiori al livello B2 del QCER.
  3. La prova scritta relativa alle classi di concorso di lingua straniera nella scuola secondaria di primo e secondo grado si svolge interamente in lingua straniera e valuta il possesso di competenze non inferiori al livello C1 del QCER.
  4. La commissione giudicatrice assegna alla prova di cui al comma 1 un punteggio complessivo di 40 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 28 punti.
  5. Nei concorsi che prevedono anche la prova di cui all’articolo 8 la commissione assegna, per la prova scritta, un punteggio complessivo massimo di 30 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono nella prova o in ciascuna delle singole verifiche un punteggio non inferiore a 21 punti. Al suddetto punteggio si somma quello conseguito nella prova di cui all’articolo 8. Il punteggio finale è di conseguenza espresso in quarantesimi e costituisce il punteggio di ammissione alla prova orale di cui all’articolo 9.

ART. 8

(Prove di laboratorio e pratiche)

  1. Nei concorsi per l’insegnamento di discipline scientifiche e tecnico-pratiche che contemplano anche attività laboratoriale i candidati, dopo l’espletamento e il superamento della prova di cui all’articolo 7, sostengono una prova di laboratorio alla quale è assegnato un punteggio massimo di 10 punti.
  2. Nei concorsi per l’insegnamento di discipline artistiche, musicali e coreutiche i candidati, dopo l’espletamento e il superamento della prova di cui all’articolo 7, sostengono una prova pratica alla quale è assegnato un punteggio massimo di 10 punti.
  3. Le prove di cui ai commi 1 e 2 sono superate se il candidato consegue un punteggio non inferiore a 7 punti.
  4. Il decreto di indizione dei concorsi, di cui all’articolo 2, comma 3, individua le classi di concorso per i cui insegnamenti è necessario sostenere le prove di cui al presente articolo.

ART. 9

(Prova orale)

 

  1. La prova orale, distinta per ciascun posto o classe di concorso, ha per oggetto le discipline di insegnamento e valuta la padronanza delle medesime nonché la capacità di comunicazione e progettazione didattica, anche attraverso l’utilizzo delle TIC. E’ altresì valutata la competenza nella lingua straniera prescelta ai sensi dell’articolo 4, comma 4.
  2. La commissione assegna alla prova un punteggio massimo di 40 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 28 punti.

ART. 10

(Titoli valutabili)

  1. Ai candidati che hanno superato la prova orale la commissione giudicatrice esamina i titoli valutabili di cui all’articolo 4, comma 3, individuati dal Ministero con il decreto di indizione dei concorsi di cui all’articolo 2, comma 3, ai fini dell’attribuzione agli stessi di un punteggio massimo di 20 punti.
  2. Sono valutabili solo i titoli che i candidati hanno dichiarato nella domanda di partecipazione al concorso.

 

ART. 11

(Commissioni giudicatrici)

 

  1. Il decreto di indizione dei concorsi di cui all’articolo 2, comma 3, stabilisce le modalità di costituzione delle commissioni giudicatrici e i requisiti che devono possedere i relativi componenti, in conformità alle disposizioni generali in materia di accesso agli impieghi pubblici.
  2. Ai membri delle commissioni giudicatrici si applicano le cause di incompatibilità previste dalle disposizioni vigenti in materia.

 

ART. 12

 (Formazione della graduatoria e individuazione dei vincitori)

  1. La commissione giudicatrice provvede alla compilazione di una graduatoria regionale in cui sono inclusi i candidati che hanno superato la prova orale, attribuendo a ciascuno di essi un punteggio finale espresso in centesimi corrispondente alla somma dei punteggi ottenuti nella valutazione delle prove di cui agli articoli 7, 8 e 9 e dei titoli di cui all’articolo 10. L’inclusione nella graduatoria non costituisce titolo per l’inserimento nelle graduatorie di cui all’articolo 401 del Testo unico.
  2. Il direttore generale dell’USR competente approva, sulla base della predetta graduatoria, l’elenco dei vincitori collocati in posizione utile in relazione al numero delle cattedre o posti messi a concorso.
  3. La graduatoria di cui al comma 1 esaurisce la sua efficacia allo scadere del biennio per il quale è stato bandito il concorso ovvero all’atto dell’assunzione dell’ultimo vincitore individuato ai sensi del comma 2.

 

ART. 13

(Norme transitorie e finali)

  1. Per quanto non disciplinato dal presente regolamento si applica la normativa vigente in materia di procedure per l’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni, nonché di modalità di svolgimento di concorsi e di altre forme di assunzione nei pubblici impieghi, per quanto compatibile.
  2. Il primo concorso da effettuarsi ai sensi dell’articolo 2, comma 2 del presente regolamento è indetto entro il 31 dicembre 2013 sui posti disponibili per il biennio 2015/2016 – 2016/2017. Il secondo concorso è indetto entro il 31 dicembre 2016 sui posti disponibili per il biennio 2017/2018 – 2018/2019.

 

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare

 

 

Roma,

IL MINISTRO

Avviso 28 novembre 2012

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Direzione Generale per gli Affari Internazionali

 

Disponibile dal 29 novembre al 20 dicembre 2012 sul sito MIUR settore AFAM (http://afam.miur/istituzioni) il modello di rilevazione attraverso il quale le Istituzioni di Alta Formazione Artistico Musicale e Coreutica potranno aggiornare la banca dati sugli accordi internazionali avviati con analoghe istituzioni straniere.

Rassegna Stampa 28 novembre 2012

IN PRIMO PIANO

il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
CONCORSONE ALLA PROVA DEL TEST (F.Milano) [solo_testo] pag. 27
Giorno/Resto/Nazione  del  28-11-2012
PROF, TUTTI I QUIZ DELLA PRESELEZIONE DA IERI IL MAXI-CONCORSO E’ ONLINE (B.Bertuccioli) [solo_testo] pag. 17
la Repubblica  del  28-11-2012
ECCO LA SCUOLA PERFETTA COSTRUITA GRAZIE AI RIFIUTI (J.Meletti) [solo_testo] pag. 1
Rapporti24 Territori (Il Sole 24 Ore)  del  28-11-2012
BACINO DI POTENZIALITA’ INESPRESSE (A.Cherchi) [solo_testo] pag. 50

MINISTRO

la Repubblica  del  28-11-2012
VERDI, MUTI E IL CATTIVO POTERE LA CUPA LEZIONE DI “BOCCANEGRA” (G.Barbieri) [solo_testo] pag. 51
La Repubblica – Cronaca di Roma  del  28-11-2012
NAPOLITANO E MONTI ALLA PRIMA DELL’OPERA. E MUTI SUONA L’INNO D’ITALIA (C.Cirinei) [solo_testo] pag. 1
il Messaggero  del  28-11-2012
IN PRIMA FILA NAPOLITANO MONTI E ALEMANNO (M.Stocchi) [solo_testo] pag. 27
il Messaggero – Cronaca di Roma  del  28-11-2012
STANDING OVATION PER NAPOLITANO (F.Rinaudo) [solo_testo] pag. 52
Il Tempo – Cronaca di Roma  del  28-11-2012
IL SIMON BOCCANEGRA DI MUTI VERDI? QUI TRIONFA IL PATHOS (L.Tozzi) [solo_testo] pag. 35
Corriere della Sera – ed. Milano  del  28-11-2012
ANTAGONISTI PRONTI AL BLITZ “ASSEDIEREMO PROFUMO” (A.Berticelli) [solo_testo] pag. 2

MINISTERO

Avvenire  del  28-11-2012
IMU ALLE PARITARIE? NO TRASVERSALE [solo_testo] pag. 10
il Giornale  del  28-11-2012
COLPIRE LE PARITARIE CI TOGLIE LA LIBERTA’ E FRENA L’ECONOMIA (A.Gnocchi) [solo_testo] pag. 26
Avvenire  del  28-11-2012
ORA DI RELIGIONE RICCHEZZA CULTURALE ED EDUCATIVA [solo_testo] pag. 18
Avvenire  del  28-11-2012
IN ITALIA MATERIA SCELTA DA QUASI NOVE STUDENTI SU DIECI (E.Lenzi) [solo_testo] pag. 18
Avvenire  del  28-11-2012
“CHIAMATI A ESSERE VERI TESTIMONI” (E.Lenzi) [solo_testo] pag. 18
Avvenire  del  28-11-2012
“INCLUSIONE SCOLASTICA SFIDA DA AFFRONTARE” [solo_testo] pag. 14
il Giornale di Napoli  del  28-11-2012
SCUOLA, IL FUTURO NELLE SUE AULE (Adg) [solo_testo] pag. 5
il Manifesto  del  28-11-2012
PER FORNERO E TERZI PIU’ INCLUSIONE, MA NULLA SULLA CITTADINANZA [solo_testo] pag. 9
la Stampa – ed. Torino  del  28-11-2012
DALLA REGIONE QUARANTA MILIONI PER 197 INTERVENTI NELLE SCUOLE (M.Martinengo) [solo_testo] pag. 53
Il Giornale del Piemonte (Giornale del Piemonte)  del  28-11-2012
APPROVATO IL PIANO D’INTERVENTI STRAORDINARI [solo_testo] pag. 4
la Repubblica  del  28-11-2012
MALTEMPO, PAURA IN TOSCANA A NUOTO NEI SOTTOPASSI DI FIRENZE (E.Ferrara/L.Montanari) [solo_testo] pag. 18
la Repubblica – ed. Genova  del  28-11-2012
IL METEO DICE PIOGGIA, E’ DI NUOVO ALLERTA (G.Filetto) [solo_testo] pag. 7
Il Resto del Carlino  del  28-11-2012
E’ QUASI PRONTA LA SCUOLA DEL CARLINO E DI TUTTI GLI ITALIANI (C.Romagnoli) [solo_testo] pag. 18
il Messaggero  del  28-11-2012
Int. a P.Muratorio: “INARCASSA NELL’EDILIZIA PER FINANZIARE LA CRESCITA” (L.ci.) [solo_testo] pag. 19
il Denaro  del  28-11-2012
FINMECCANICA – APPRENDISTATO, SIGLATO INNOVATIVO PROTOCOLLO D’INTESA CON MIUR [solo_testo] pag. 5
Corriere della Sera  del  28-11-2012
LA PRESIDE ANTI OCCUPAZIONE CHE CANTA “BELLA CIAO” (F.Cavadini) [solo_testo] pag. 25
il Giornale – ed. Milano  del  28-11-2012
PRESIDE BARRICATA A SCUOLA “NON LA FARO’ OCCUPARE DA QUESTI FIGLI DI PAPA'” (S.Coppetti) [solo_testo] pag. 6
Libero Quotidiano  del  28-11-2012
GAY PER FORZA: ANDREA RI-UCCISO DAL CONFORMISMO (M.Maglie) [solo_testo] pag. 1
Corriere della Sera  del  28-11-2012
SCIOPERO PER IL RISCALDAMENTO, TUTTI SOSPESI PER PUNIZIONE LAVORERANNO AL CIMITERO [solo_testo] pag. 25
Corriere della Sera  del  28-11-2012
PARLA SOLTANTO CON GLI OCCHI MA SI LAUREA [solo_testo] pag. 23
Italia Oggi  del  28-11-2012
LAVORO, CONTRATTI PIU’ GARANTITI (L.Di pace) [solo_testo] pag. 32
la Repubblica – ed. Milano  del  28-11-2012
I DIECI ANNI DI APICE IL FORZIERE CHE CUSTODISCE I TESORI DELL’EDITORIA (R.Cicala) [solo_testo] pag. 15
Italia Oggi  del  28-11-2012
RIFORMA SENZA CONFLITTI (M.Valdo) [solo_testo] pag. 31
il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
IL CATALOGO DEL CNR PER INVESTIRE (F.v.) [solo_testo] pag. 46
Giornale di Sicilia  del  28-11-2012
A CARINI SI SCOMMETTE SULLA RICERCA (A.Turrisi) [solo_testo] pag. 8
TST Tutto Scienze e Tecnologie(La Stampa)  del  28-11-2012
IN SICILIA MEGA-PROGETTO PER UN CENTRO BIOTECH (D.Banfi) [solo_testo] pag. 5
TST Tutto Scienze e Tecnologie(La Stampa)  del  28-11-2012
IL PREMIO GIOVEDI’ SCIENZA PER GIOVANI RICERCATORI [solo_testo] pag. 1
Italia Oggi  del  28-11-2012
RICERCA VINCENTE (G.Pascucci) [solo_testo] pag. 34
Italia Oggi  del  28-11-2012
RICERCANDO (L.Contri) [solo_testo] pag. 36
TST Tutto Scienze e Tecnologie(La Stampa)  del  28-11-2012
DAI COLORI DI UNA FARFALLA IL SEGRETO DELL’ENERGIA PULITA (F.Sindici) [solo_testo] pag. 2/3

PUBBLICA  AMMINISTRAZIONE  E  SOCIETA’

il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
GRILLI: “NESSUNA MANOVRA IN VISTA” (M.Longo) [solo_testo] pag. 10
Corriere della Sera  del  28-11-2012
IL MONITO DI MONTI SULLA SPESA SANITARIA (M.Galluzzo) [solo_testo] pag. 2/3
la Stampa  del  28-11-2012
L’ALLARME DI BANKITALIA “IL REDDITO DELLE FAMIGLIE SI RIDUCE ANCORA” (R.Talarico) [solo_testo] pag. 5
Corriere della Sera  del  28-11-2012
PROVINCE, TFR STATALI, COSTI DELLA POLITICA CORSA CONTRO IL TEMPO PER SUPERARE L’INGORGO (R.ba.) [solo_testo] pag. 5
il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
AL PIANO CITTA’ SERVONO 10,4 MILIARDI (A.Arona/G.Santilli) [solo_testo] pag. 43
il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
IL PATRIMONIO TECNOLOGICO DEL PAESE (G.Barba navaretti) [solo_testo] pag. 1
il Sole 24 Ore  del  28-11-2012
LE REGOLE E IL VALORE DELL’ACCIAIO (P.Bricco) [solo_testo] pag. 1
la Repubblica  del  28-11-2012
UE, L’ITALIA VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LA DISCRIMINAZIONE LINGUISTICA [solo_testo] pag. 16
Corriere della Sera  del  28-11-2012
BIBLIOTECA EUROPEA L’UTOPIA VA ONLINE (A.Padoa schioppa) [solo_testo] pag. 39
Il Tempo – Cronaca di Roma  del  28-11-2012
A VILLA ALTIERI NASCE IL PALAZZO DELLE CULTURE (K.Perrini) [solo_testo] pag. 27
Corriere della Sera  del  28-11-2012
TORNA IN ITALIA LA TAVOLA DORIA (P.Fallai) [solo_testo] pag. 39
la Repubblica  del  28-11-2012
ECCO LA COPIA “AUTENTICA” DEL LEONARDO PERDUTO (S.Settis) [solo_testo] pag. 35
Avvenire  del  28-11-2012
GIOVANI GMG (M.Liut) [solo_testo] pag. 30
A cura di Giuseppe Colella e Federico Bandi