Archivi categoria: Note Avvisi Circolari

Lettera Ministra 31 dicembre 2020

Ministero dell’Istruzione
Il Ministro

Roma, 31 dicembre 2020

Gentili componenti del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione,

ricevo la vostra lettera e, nel ringraziarvi per aver voluto porre ancora una volta la vostra esperienza e la vostra attenzione al servizio del Paese, desidero riportare la vostra attenzione sul lavoro che stiamo svolgendo, a livello istituzionale, centrale e locale, nelle singole istituzioni scolastiche, per il rientro in presenza degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e per la prosecuzione dell’anno scolastico. Rispondo anche sintetizzando gli obiettivi che ci poniamo, come Ministero, per i prossimi mesi.

Come giustamente scrivete, l’emergenza che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo ha rimesso la scuola al centro dell’attenzione del Paese. Un’attenzione che avrebbe meritato anche prima e che, purtroppo, non c’è sempre stata, soprattutto a livello politico, sia dal punto di vista culturale che dei finanziamenti, come voi stessi ricordate. Abbiamo per fortuna archiviato quella stagione e invertito la rotta, molto rapidamente, in questi mesi. Lo abbiamo fatto impiegando risorse ed energie per sostenere il settore scolastico durante l’emergenza, sempre pensando al dopo e guardando, in prospettiva, al futuro dell’Istruzione. Non a caso la maggior parte dei finanziamenti erogati, come sapete, sono stati pensati per durare nel tempo. Fra questi, ad esempio, quelli relativi alle dotazioni tecnologiche, alla formazione del personale, agli arredi scolastici.

Alla crisi abbiamo reagito e lo abbiamo fatto tutti insieme, sia nei primi mesi del lockdown che durante l’estate, stagione densa di incessante lavoro per le scuole; oggi, dopo la ripresa delle lezioni, stiamo ancora reagendo ai cambiamenti di fronte ai quali, così repentinamente, la pandemia ci pone ogni giorno.

Questo impegno non si ferma, va avanti, nella consapevolezza che vanno tenuti insieme il diritto fondamentale alla salute e quello all’Istruzione, entrambi strettamente connessi, come sappiamo, con il futuro dei nostri ragazzi e del Paese intero. È a scuola e in nessun altro luogo che si gioca la partita più importante. È fra i banchi che si costruisce, mattone dopo mattone, il futuro di ciascuna e ciascuno, il futuro della Nazione. Per questo sulla scuola non possiamo arrenderci e dobbiamo, ciascuno degli attori coinvolti, operare uniti, ricordandoci sempre del peso specifico che questa Istituzione ha nel percorso di ogni bambina e bambino, delle ragazze e dei ragazzi, nella vita del Paese. Arretrare sulla scuola, significa rinunciare a un pezzo significativo del nostro avvenire. Per questo non lo faremo.

Fin qui, i principi del nostro agire. Che si sostanzia di azioni molto concrete. Non esiste una ricetta perfetta: il virus ci impone continue riflessioni, aggiustamenti. Ma è uno sforzo a cui non possiamo né vogliamo sottrarci. Non lo abbiamo fatto nei mesi scorsi, non lo faremo adesso.

Come sapete, lo scorso 23 dicembre sono state siglate, nell’importante e significativa sede della Conferenza Unificata, in cui siedono il Governo, le Regioni e gli Enti locali, le Linee Guida per la ripresa della scuola in presenza nel mese di gennaio e la prosecuzione dell’anno scolastico in corso. Un documento che contiene impegni precisi, per ciascuna delle parti, con riferimento alla questione del potenziamento dei trasporti, alla corsia preferenziale da attivare per i tracciamenti nelle scuole, al maggiore scaglionamento degli ingressi di istituti scolastici, di uffici e attività commerciali. Un piano che si posa anche sull’importante e solido lavoro condotto a livello territoriale, Provincia per Provincia, dai Prefetti, in collaborazione con gli Uffici scolastici territoriali, gli Enti locali, le aziende di trasporto. C’è un grande sforzo in campo, che prevede anche risorse aggiuntive alle scuole per poter pagare il personale Ata, in particolare i collaboratori scolastici, in caso di estensione verso il primo pomeriggio degli orari, per effetto degli scaglionamenti.

Stiamo lavorando scrupolosamente. Considerando sempre tutti gli aspetti e senza mai pensare alla scuola come un mondo isolato, ma strettamente connesso con il resto della società. Per questo il nostro Ministero lavora in sinergia con il Dicastero della Salute e quello dei Trasporti.

Ci sono dei sacrifici da fare, nella scuola come nel resto del Paese, è inevitabile: il vaccino apre una strada di speranza, ma il virus non è ancora sconfitto.

Tutte queste azioni muovono esattamente nella direzione di ciò che affermate nella vostra lettera: dare centralità e priorità alla scuola. Lo abbiamo fatto con le misure messe in campo in questi mesi. Ma anche con la legge di bilancio che, converrete, è finalmente un provvedimento che prevede investimenti per il nostro settore, non tagli o micro interventi, ma risorse vere. Lo faremo anche attraverso le risorse e i progetti connessi al Recovery fund su cui lavoreremo, in fase attuativa, con tutti gli attori coinvolti.

Di recente abbiamo inaugurato un ciclo di incontri per riflettere su come migliorare il nostro sistema di educazione. Proseguiremo nei prossimi mesi con gli interventi di esperti nazionali e internazionali. Credo che da questa crisi potremo trarre la spinta per rendere la nostra scuola ancora più forte, consapevole del proprio ruolo, innovativa. Un percorso da fare tutti insieme.

Nel ringraziarvi ancora per la vostra attenzione, colgo l’occasione per rinnovarvi i miei auguri per le Festività di questi giorni e per il nuovo anno.

Lucia Azzolina

Circolare MEF 30 dicembre 2020, n. 28

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE DI FINANZA
UFFICIO II
ISPETTORATO GENERALE DEL BILANCIO
UFFICIO I

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Alle Amministrazioni autonome dello Stato
Alle Amministrazioni centrali dello Stato
Agli Enti e organismi pubblici
LORO SEDI
Ai membri dei collegi dei revisori o sindacali presso gli enti ed organismi pubblici
LORO SEDI
e p.c. Alla Corte dei Conti
Agli Uffici Centrali del Bilancio presso le Amministrazioni centrali dello Stato
Alle Ragionerie Territoriali dello Stato
LORO SEDI

OGGETTO: Indicazioni concernenti il versamento ad apposito capitolo dello stato di previsione dell’entrata del bilancio dello Stato delle risorse assegnate a seguito dei provvedimenti emanati per la gestione dell’emergenza COVID-19 e non utilizzate al 15 dicembre, secondo le disposizioni dettate dall’articolo 265, commi 8 e 9, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 e dall’articolo 34, commi da 12 a 14, del decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Avviso 29 dicembre 2020, AOODGOSV 23931

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Riconoscimento professione docente Regno Unito

Nota 28 dicembre 2020, AOODPIT 2241

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
ai dirigenti titolari degli Uffici scolastici Regionali per l’Umbria, la Basilicata e il Molise
e, p.c., al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
all’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
all’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
al Dirigente del Dipartimento Istruzione e cultura per la Provincia di Trento
al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle D’Aosta

Oggetto: Ordinanza del Ministro della salute 24 dicembre 2020.

Ordinanza Ministero Salute 24 dicembre 2020
Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Nota Ministero Interno 28 dicembre 2020

Ministero dell’Interno
GABINETTO DEL MINISTRO

AI SIGG.RI PREFETTI DELLA REPUBBLICA
LORO SEDI
AI SIGG.RI COMMISSARI DEL GOVERNO PER LE PROVINCE DI TRENTO e BOLZANO
AL SIG. PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA VALLE D’AOSTA AOSTA

OGGETTO: Ordinanza del Ministro della salute del 24 dicembre 2020 recante misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria idonee a garantire la graduale riapertura in sicurezza dell’attività didattica in presenza. Intesa, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, sul Documento di “Linee guida per garantire il corretto svolgimento dell’anno scolastico 2020-2021” (Repertorio atti n. 190/CU del 23 dicembre 2020).

Nota 23 dicembre 2020, AOODGOSV 23798

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Capo dell’Ufficio V della DGSP del MAECI ROMA
Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado, statali e paritari LORO SEDI
e.p.c. Al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
All’Ufficio di Gabinetto SEDE

OGGETTO: Olimpiadi di Italiano – X edizione A.S. 2020-2021

Nota 22 dicembre 2020, AOODGCASIS 3327

Ministero dell’Istruzione
Direzione generale per i sistemi informativi e la statistica
Ufficio III

Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado LORO SEDI
Alla Direzione Generale del Personale Scolastico SEDE
Alle Direzioni Generali Regionali
Agli Uffici Territorialmente competenti LORO SEDI

Oggetto: Personale Comparto Scuola ‐ Variazioni di Stato Giuridico: Assenze

Avviso 22 dicembre 2020, AOODGOSV 23636

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Oggetto: Iniziative di valorizzazione delle eccellenze ai sensi del decreto ministeriale 19 marzo 2015, n. 182, a. s. 2021/2022.

Nota 22 dicembre 2020, AOOGABMI 28290

Ministero dell’Istruzione
Ufficio di Gabinetto

Al Capo di Gabinetto del Ministro della salute
Pres. Goffredo Zaccardi
Al Vice Capo di Gabinetto del Ministro della salute
Cons. Tiziana Coccoluto
E, p.c. Al Segretario generale della Presidenza del consiglio dei ministri
Pres. Roberto Chieppa
Al Capo del Dipartimento affari giuridici e legislativi
Pres. Ermanno de Francisco
Al Capo di Gabinetto del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie
Dott. Francesco Rana

Oggetto: Modifica articolo 1, comma 10, lett. s), del DPCM 3 dicembre 2020

Nell’ambito dei lavori preparatori all’Intesa, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, sul Documento di “Linee guida per garantire il corretto svolgimento dell’anno scolastico 2020-2021”, iscritto all’ordine del giorno delle Conferenza Unificata di domani 23 dicembre p.v., è emersa l’esigenza di modificare la disposizione indicata in oggetto, nel senso di fissare come obbligatorio il raggiungimento del 50% dell’attività didattica in presenza, con l’obiettivo di assicurare il raggiungimento del 75%, in modo graduale, ove questo non sia da subito possibile.

A tal fine, atteso che non verrà adottato nell’immediato un nuovo DPCM in materia, si richiede che tale misura sia prevista tramite apposita ordinanza del Signor Ministro della Salute. Pertanto, nella giornata di domani, si provvederà ad inviare la proposta dello scrivente Ministero.

D’ORDINE DEL MINISTRO

IL CAPO DI GABINETTO
Cons. Luigi Fiorentino

Lettera Ministra 21 dicembre 2020

Ministero dell’Istruzione
Il Ministro

Roma, 21/12/2020

Al personale dell’amministrazione del Ministero dell’Istruzione,
ai Dirigenti Scolastici, ai Direttori dei servizi generali ed amministrativi, ai Docenti, al personale educativo ed ATA, alle Studentesse e agli Studenti, alle Famiglie.

Carissime, carissimi,

quello appena trascorso è stato certamente per tutti un anno particolarmente intenso e complesso, stravolto da una pandemia mondiale che ha trasformato le nostre vite, che ci ha costretti a rivedere le nostre priorità e ci ha privato, in alcuni casi, degli affetti più cari.

Le prossime festività natalizie ci consentiranno un momento di autentico raccoglimento per fare memoria di questi giorni, per ripercorrerli, per rammentarci di come abbiamo reagito, di come abbiamo provato a farci forza per guardare oltre questo periodo buio, per ricordare chi non c’è più.

Saranno Feste necessariamente diverse, all’insegna della sobrietà, ma ogni sacrificio che faremo, ci aiuterà ad uscire da questa emergenza.

Il mio desiderio è di raggiungervi tutti, con questa lettera, per inviarvi personalmente i miei auguri più sinceri per le Feste, per l’anno venturo e per ringraziarvi dello straordinario lavoro svolto in questo 2020.

All’inizio, siamo stati tutti colti da paura e profondo sconcerto, ma un po’ alla volta abbiamo trasformato quelle inquietudini in energia concreta e fattiva per affrontare le sfide che ci si sono poste d’innanzi, cogliendo nella difficoltà un’occasione storica di cambiamento.

Insieme, ci siamo mossi in un’unica direzione per rispondere alle urgenti necessità, perché la Scuola non poteva essere lasciata indietro ancora una volta.

Ognuno di voi si è attivato per riavviare la didattica, sia pure a distanza, si è reso disponibile ad apprendere per superare le difficoltà poste dalla tecnologia, è stato capace di adottare strategie per mantenere viva l’attenzione dei ragazzi attraverso uno schermo, ha mostrato sensibilità nel ricercare i gesti consueti per riportare un po’ di normalità e colmare i vuoti della distanza. Tutto questo anche quando la connessione era troppo lenta e le immagini apparivano a scatti.

Avete fatto leva sulla passione e la determinazione che vi accompagnano, ogni giorno, in questo viaggio bellissimo che è l’educazione.

Da parte mia, ho cercato con tutto l’impegno, la serietà e la responsabilità che il mio ruolo richiede, di tenere fede agli obiettivi posti a inizio mandato e, con il manifestarsi e l’acuirsi della pandemia, ho difeso con convinzione ed energia il mondo della scuola e il diritto allo studio. Un diritto imprescindibile che non può essere svilito. I giovani hanno bisogno dei loro spazi per relazionarsi, interagire, crescere, vivere e scegliere il proprio destino e chi vorranno diventare.

La Scuola è la casa del futuro e se chiudiamo le scuole, perdiamo di vista anche il nostro domani.

Nell’emergenza, la comunità scolastica non ha rallentato, anzi, con rinnovato slancio ha cercato di colmare vuoti storici.

La didattica a distanza ha rischiato, però, di acuire i divari, aumentando il pericolo di isolamento e il fenomeno dell’abbandono scolastico. Con misure e risorse dedicate, abbiamo fornito risposte concrete ad alunni e famiglie più in difficoltà.

Sappiamo che non è stato tutto perfetto, non sono mancate e non mancano le difficoltà, dovute anche alle mancanze del passato, ai mancati finanziamenti che avevano costretto la scuola a vestire un ruolo sempre più marginale.

Per tutti noi, ridurre disuguaglianze e dispersione, significa onorare la Costituzione.

Oggi, tutti insieme, abbiamo un’occasione storica per rilanciare l’istruzione. Una seria programmazione di spesa dei fondi europei previsti nel piano Next Generation EU.

Inoltre, con la legge di Bilancio abbiamo previsto oltre 3,7 miliardi per il mondo dell’Istruzione, risorse che dimostrano come la Scuola sia finalmente tornata ad essere centrale nelle azioni e negli investimenti.

Se c’è un’eredità che ci porteremo dietro è proprio questa: l’emergenza ha mostrato al Paese cosa accade quando la Scuola non ha la giusta centralità. Stiamo provando a recuperare un divario ventennale.

Ora, l’impegno comune dovrà essere quello di riportare in classe tutti gli studenti e le studentesse, che hanno bisogno di riappropriarsi dei loro spazi, di riprendere il cammino di crescita.

Ammiro molto il coraggio e la fermezza dei giovani che, con le loro proteste gentili, ci chiedono di tornare a scuola. Dobbiamo essere fieri di loro; dobbiamo restituire loro una scuola migliore e vigilare che avvenga presto.

Aristotele ci insegna che “La speranza è il sogno dell’uomo desto”.

Questa è la mia speranza, questo è il mio impegno.

L’augurio che rivolgo a me e a voi è di fare sempre più e meglio.

Buon 2021 a tutte e a tutti.

Lucia Azzolina

Nota 21 dicembre 2020, AOODGEFID 35011

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale
Ufficio IV – Autorità di Gestione

Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni Scolastiche statali di ogni ordine e grado Beneficiari dell’avviso PON Per la Scuola prot. 11978/2020
e, p.c. Agli Uffici Scolastici Regionali per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Prov. Aut.ma di Bolzano e di Trento
LORO SEDI

Oggetto : Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.Asse II – Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) – Obiettivo specifico – 10.8 – “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi” – Azione 10.8.6 – “Azioni per l’allestimento di centri scolastici digitali e per favorire l’attrattività e l’accessibilità anche nelle aree rurali ed interne”. Avviso pubblico per la realizzazione di smart class per le scuole del secondo ciclo, prot. 11978/2020. Comunicazione Proroga data di chiusura dei progetti.

Nota 21 dicembre 2020, AOODGOSV 23606

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
Ufficio I

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Concorso nazionale per le scuole Biblia – VII edizione – Anno scolastico 2020- 2021. Bibbia e poesia in occasione dell’Anno dantesco (1321-2021).

Nell’ambito del vigente Protocollo d’Intesa, la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione e BIBLIA – Associazione laica di cultura biblica bandiscono il Concorso dal titolo Bibbia e poesia in occasione dell’Anno dantesco “Il mio cuore è mosso dalla parola bella” (Salmo 45,2) per l’anno scolastico 2020-2021.

Le modalità di partecipazione e l’organizzazione del Concorso sono indicate nel Regolamento qui allegato (Allegato 1).

IL DIRIGENTE
Giacomo Molitierno

Allegato 1 Regolamento
Allegato 2 Domanda di iscrizione
Allegato 3 Scheda di valutazione

Nota 21 dicembre 2020, AOODGOSV 23636

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
AI Capo dell’Ufficio V della DGSP del MAECI ROMA
Al Sovrintendente agli Studi della Valle DGSP del MAECI d’Aosta AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado, statali e paritari LORO SEDI
e.p.c. Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
All’Ufficio di Gabinetto SEDE

OGGETTO: Olimpiadi di Filosofia – XXVIII edizione A.S. 2020-2021

Nota 17 dicembre 2020, AOODGOSV 23329

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi della Valle d’Aosta AOSTA
Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di TRENTO
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di BOLZANO
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO
Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado, statali e paritari LORO SEDI
e.p.c. Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione SEDE
Al Capo Ufficio Stampa SEDE
All’Ufficio di Gabinetto SEDE

OGGETTO: Olimpiadi di Lingue e civiltà classiche – IX edizione A.S. 2020-2021