Situazione sanitaria

Situazione sanitaria: incontro al Ministero dell’istruzione

L’ANP ha partecipato oggi 30 novembre, in videoconferenza, alla riunione convocata dal Ministero dell’istruzione, rappresentato da entrambi i Capi Dipartimento, Dott. Jacopo Greco e Dott. Stefano Versari, per affrontare le urgenti questioni sanitarie.   

Il Dott. Versari, in apertura, ha affermato che, a seguito dell’aumento del tasso di incidenza dei casi di contagio, l’Amministrazione ha avvertito la necessità di confrontarsi con le organizzazioni sindacali per acquisire osservazioni e proposte in vista della gestione del nuovo quadro pandemico. In particolare, ha sollecitato osservazioni circa il D.L. 26 novembre 2021, n. 172, il cosiddetto D.L. “Super Green Pass”. 

L’ANP ha chiesto che l’introduzione dell’obbligo vaccinale per il personale della scuola sia accompagnata da una nota del Ministero che sciolga alcuni nodi interpretativi: 

  • come debba provvedersi alla sostituzione del personale ATA sospeso, visto che il nuovo art. 4-ter, c. 4, D.L. n. 52/2021 convertito in legge n. 87/2021 si riferisce solo alla sostituzione del personale docente; 
  • la previsione dell’allineamento della cosiddetta “SuperApp” ai controlli previsti dal comma 3 dell’art. 4-ter citato, dal momento che – all’esito del controllo effettuato “anche secondo le modalità definite con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri” – il dirigente formula l’invito a produrre la documentazione prevista sia nel caso in cui non risulti adempiuto l’obbligo vaccinale, sia nel caso in cui non risulti la “presentazione della richiesta di vaccinazione”. Abbiamo chiesto che la piattaforma consenta di acquisire anche il dato dell’effettuazione della prenotazione. 

L’ANP ha poi richiesto – in sede di conversione in legge del decreto – la fissazione di un termine al contratto del personale supplente: l’attuale disposto del D.L. n. 172 prevede soltanto che il contratto si risolva di diritto all’adempimento dell’obbligo vaccinale da parte del sostituito.  

Abbiamo chiesto, infine, di ribadire che la nota congiunta Ministero della Salute-Ministero dell’Istruzione prot. n. 54504 del 29 novembre 2021 sospende le procedure previste dalla nota tecnica dello scorso 3 novembre e, quindi, di chiarire la gestione degli effetti di un eventuale caso di positività del personale docente sui ‘suoi’ gruppi classe e viceversa.  

La riunione si è conclusa con l’impegno, da parte del Ministero, di fornire i chiarimenti richiesti e, in particolare, di intervenire su eventuali nodi problematici posti dalla nota n. 54504 del 29 novembre. 

La quarta ondata fa affondare il Protocollo

La quarta ondata fa affondare il Protocollo

Dinanzi a numeri così chiari, anche il Ministero della salute ha alzato bandiera bianca: la quarta ondata è ufficialmente tra noi. I contagi oramai interessano in modo significativo la popolazione –in particolare la fascia under 12, al momento esclusa dalla campagna di vaccinazione – determinando una incidenza, ovvero il rapporto casi/popolazione, crescente.  

Da qui la scelta, da parte del Ministero della salute, di sospendere il Protocollo sulla gestione dei contagi in ambiente scolastico del 3 novembre scorso: tale nota tecnica, calibrata su un’incidenza di 50 casi su 100.000 abitanti, non ha retto all’urto della nuova ondata. 

Va però detto, a dire il vero, che l’articolata campagna di testing che avrebbe dovuto garantire la scuola in presenza sostanzialmente non è mai partita. Come abbiamo fatto presente sin dai primi giorni di entrata in vigore del Protocollo, le ASL non sono riuscite a garantire la tempistica dei tamponi né, in molti territori, a fornire ai dirigenti scolastici le indicazioni standardizzate da inviare ai “contatti” dei casi di positività. 

Le scuole, come sempre, hanno retto: i dirigenti, pur in assenza di costante interlocuzione con le ASL, hanno disposto la DAD e garantito la sicurezza e la salute degli alunni e del personale. Continueranno a farlo, con la serietà e il senso di responsabilità che li caratterizza, anche a Protocollo sospeso.  

La pandemia non è finita ed è ragionevole una navigazione a vista che tenga conto dell’evoluzione dei contagi. L’ANP chiede che le scuole siano accompagnate, in tale navigazione, dai soggetti istituzionalmente preposti alla tutela della salute senza dover sopperire alle loro carenze organizzative e di risorse umane. 

Educazione&Scuola Newsletter n. 1131


Educazione&Scuola Newsletter n. 1131

Novembre 2021 – XXVI Anno

Su Educazione&Scuola

http://www.edscuola.com
http://www.edscuola.it
http://www.edscuola.eu


Edscuola anche su:

Facebook: http://www.facebook.com/edscuola
Twitter: http://twitter.com/edscuola
YouTube: http://www.youtube.com/user/Edscuola
Flipboard: http://flipboard.com/profile/edscuola


Notizie
Presentazione domande Esami di Stato

I candidati interni ed esterni presentano domanda di ammissione all’esame di Stato sino al 6 dicembre 2021

Dichiarazione ricognitiva incarichi

Coloro che ricevono retribuzioni o emolumenti a carico delle pubbliche finanze in ragione di un rapporto di lavoro con le pubbliche amministrazioni devono produrre all’amministrazione di appartenenza una …

PNRR e Istruzione

Roma, 30 novembre 2021

Emergenza epidemiologica da COVID-19

Disposizioni

Piano Scuola

Il Decreto-Legge 26 novembre 2021, n. 172 prevede, dal 15 dicembre 2021, l’estensione dell’obbligo vaccinale alla terza dose ed a tutto il personale docente e amministrativo della scuola

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

25 novembre 2021

Job&Orienta

Verona, 25 – 27 novembre 2021

DL Super Green Pass in CdM

Palazzo Chigi, 24 novembre 2021

Uniti per la scuola

Roma, 22 novembre 2021

Sicura solo se si ha cura

Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole – 22 novembre 2021

Giornata europea delle lingue e culture antiche

16 novembre 2021

Settimana nazionale della RiGenerazione

3 – 5 novembre 2021

Cessazioni dal servizio

Il 2 novembre 2021 è il termine ultimo per la presentazione, da parte di tutto il personale del comparto scuola, delle domande di cessazione dal servizio
Norme

Nota 26 novembre 2021, AOODGOSV 29272

IV Edizione del “Premio Cosmos degli Studenti” a.s. 2021-2022

Decreto-Legge 26 novembre 2021, n. 172

Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali

Avviso 23 novembre 2021, AOODGPER 36614

Concorso ordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria – calendario delle prove scritte

Nota 23 novembre 2021, AOODGSIP 2715

Bando di Concorso “Adotta un giusto a.s. 2021/2022”

Avviso 23 novembre 2021, AOODGOSV 28822

Riconoscimento Professione di educatore dei servizi educativi per l’infanzia (anni 0 – 3)

Nota 19 novembre 2021, AOODPPR 1267

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – 25 novembre 2021

Legge 19 novembre 2021, n. 165

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, recante misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione …

Decreto Dipartimentale 18 novembre 2021, AOODPIT 2217

RETTIFICA all’AVVISO PUBBLICO (Decreto Direttoriale prot. 1570 del 7.9.2021) per la presentazione dei progetti finanziati con il Piano delle Arti – DPCM 12 maggio 2021 – All. A paragrafo 6, punto …

Decreto Dipartimentale 18 novembre 2021, AOODPIT 2218

RETTIFICA all’AVVISO PUBBLICO (Decreto Direttoriale prot. 1571 del 7.9.2021) per la presentazione dei progetti finanziati con il Piano delle Arti – DPCM 12 maggio 2021 – All. A paragrafo 6, punto …

Decreto Dipartimentale 18 novembre 2021, AOODPIT 2215

Disposizioni modificative al decreto 21 aprile 2020, n. 498, recante: «Concorso ordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della …

Nota 18 novembre 2021, AOODGOSV 28514

Festival nazionale del Service-Learning (S-L) – Venezia Mestre, 24–26 novembre 2021

Nota 18 novembre 2021, AOODGOSV 28550

Olimpiadi di Filosofia XXIX edizione A.S. 2021-2022

Nota 17 novembre 2021, AOODGSIP 2673

Restituzione DATI MONITORAGGIO dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo nelle scuole Italiane a cura della Piattaforma ELISA a.s. 2020-21 e AVVIO ISCRIZIZONI Piattaforma ELISA a.s. 2021-22

Avviso 17 novembre 2021, AOODPIT 2210

Presentazione candidature per l’attivazione del percorso sperimentale integrato CAIM CAIE negli Istituti Tecnici Trasporti e Logistica a.s. 2022/2023

Nota 16 novembre 2021, AOODGOSV 28305

Progetto di rinnovamento del curricolo del Liceo classico – Ciclo di Seminari in modalità a distanza: 17 novembre-9 dicembre 2021 Piattaforma digitale

Nota 16 novembre 2021, AOODGEFID 45005

Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole 22 novembre 2021

Nota 15 novembre 2021, AOODGOSV 28226

Concorso nazionale “Accoglienza, inclusione e riconoscimento dei diritti. Dal Manifesto di Ventotene all’Europa del futuro” a.s. 2021-2022

Nota 15 novembre 2021, AOODGCASIS 3515

Domande candidati esterni a.s. 2021/2022 – Procedura on line

Nota 12 novembre 2021, AOODGOSV 28127

Celebrazione della Giornata Mondiale della Filosofia UNESCO Philosophy for the Futures. 18 novembre 2021 ore 14.00-18.00 Piattaforma Zoom

Nota 12 novembre 2021, AOODGOSV 28118

Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2021/2022 – Candidati interni ed esterni: termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione

Reti locali: riapertura termini della procedura “a sportello” dal 12 novembre al 2 dicembre

Prot. n. 43813 del 11 novembre 2021

Digital board: riapertura dei termini della procedura “a sportello” dal 12 novembre al 2 dicembre

Prot. n. 43830 del 11 novembre 2021

Nota 11 novembre 2021, AOODGOSV 27972

Olimpiadi Nazionali di Robotica – VI Eedizione 2022

Nota 10 novembre 2021, AOOGABMI 48792

Convocazione dell’Osservatorio nazionale per l’edilizia scolastica

Nota 10 novembre 2021, AOODGCASIS 3465

Richiesta compilazione rilevazione nazionale relativa alla rendicontazione del Piano Scuola Estate

Nota 9 novembre 2021, AOODGRUF 25773

Quaderno n. 4 – “Istruzioni per l’affidamento dei Servizi Assicurativi nelle Istituzioni Scolastiche” – Avvio della consultazione on-line

Nota 9 novembre 2021, AOODGRUF 25863

Predisposizione e approvazione del programma annuale 2022 ai sensi dell’art. 5 del D.I. 28/08/2018, n. 129 “Regolamento recante istruzioni generali sulla gestione amministrativo contabile delle istituzioni …

Legge 9 novembre 2021, n. 156

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121, recante disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione …

Decreto Interdirettoriale 8 novembre 2021, AOODPIT 2087

Investimenti per le infrastrutturazioni di sedi e laboratori coerenti con i processi di innovazione tecnologica 4.0, effettuati da (ITS)

Lettera INVALSI 8 novembre 2021

Nuovi materiali formativi nell’ambito del Progetto Percorsi e strumenti INVALSI

Legge 8 novembre 2021, n. 163

Disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti

Nota 6 novembre 2021, AOODPPR 1218

Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico

Decreto-Legge 6 novembre 2021, n. 152

Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose

Nota 6 novembre 2021, AOODPPR 1216

Aggiornamento censimento aule informatizzate per l’espletamento delle procedure concorsuali ordinarie e straordinarie per il personale scolastico – ULTERIORE PROROGA TERMINI

Nota 5 novembre 2021, AOODGOSV 27363

Olimpiadi delle Scienze Naturali 2022

Decreto Ministeriale 5 novembre 2021, AOOGABMI 325

Disposizioni concernenti il concorso per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, ai sensi dell’articolo 59, …

Legge 5 novembre 2021, n. 162

Modifiche al codice di cui al decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, e altre disposizioni in materia di pari opportunità tra uomo e donna in ambito lavorativo

Nota 5 novembre 2021, AOODPPR 1214

Concorso di idee per le scuole “Il Milite Ignoto: Patria e Memoria” – Anno scolastico 2021/2022

Nota 4 novembre 2021, AOODGRUF 25415

Schema di Regolamento per il conferimento di incarichi individuali, ai sensi dell’art. 45, comma 2, lett. h), del D.I. 129

Nota 4 novembre 2021, AOODGSIP 2530

“A Scuola di Open Coesione”. Comunicazione delle scuole ammesse alla partecipazione – anno scolastico 2021-2022

Nota 2 novembre 2021, AOODGSIP 2496

PROROGA – Presentazione delle istanze per l’accesso ai contributi previsti dall’articolo 1, commi 389 e 390, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 – interventi di competenza della Presidenza del Consiglio …

Nota 2 novembre 2021, AOODGOSV 26620

SEMINARIO NAZIONALE Le Scuole Associate dell’UNESCO ASPnet per la RiGenerazione – 4 novembre 2021 ore 14.30-17.30 – Piattaforma digitale
Rubriche

in Bacheca della Didattica

Assemblee sindacali e responsabilità dirigenziali

di D.A. Tumminelli, C.S. Benfante Picogna, Z. Matera

Responsabilità dirigenziale in caso di derattizzazione

di D.A. Tumminelli, C.S. Benfante Picogna, Z. Matera

Il nuovo Piano Educativo Individualizzato

di C.S. Benfante Picogna, Z. Matera, D.A. Tumminelli

E’ almeno possibile una scuola, un dirigente?

di Francesco G. Nuzzaci

Nuovi concorsi

di Gabriele Boselli

Lo strano caso degli istituti comprensivi…

di Nicola Puttilli

Diritto di Sciopero e responsabilità Dirigenziali

di D.A. Tumminelli, C.S. Benfante Picogna, L. Zingales

Una valutazione possibile degli insegnanti

di Francesco Scoppetta

Il benessere lavorativo

di Cettina Calì

Scuola in Ospedale e Istruzione domiciliare

di D.A. Tumminelli, L. Zingales, F.M. Pagano

Organizzazione scolastica ed apprendimento organizzativo

di Emmanuele Roca

in Europ@ Fondi Strutturali di Fabio Navanteri


in Handicap&Società di Rolando Alberto Borzetti

FAQ Handicap e Scuola – 66

a cura dell’avv. Salvatore Nocera e di Evelina Chiocca

in InformagiovaniLa Rete di Vincenzo Andraous

Bambini dimenticati

di Vincenzo Andraous​

Giornata mondiale dei poveri

di Vincenzo Andraous

La teatralità dell’irresponsabilità

di Vincenzo Andraous

in Tiriticcheide di Maurizio Tiriticco

Italia-Francia: 2021 e 1940

di Maurizio Tiriticco

Tema sì, tema no

di Maurizio Tiriticco

L’albero in festa

di Maurizio Tiriticco

L’Operazione Urano

di Maurizio Tiriticco

La guerra d’Etiopia

di Maurizio Tiriticco

La Bolognina

di Maurizio Tiriticco

4 novembre per due

di Maurizio Tiriticco

Ciao Sergio!

di Maurizio Tiriticco
Rassegne a cura di Fabio Navanteri

Stampa

Sindacato

Gazzetta Ufficiale


Alle superiori il nuovo protocollo per le quarantene ha dimezzato il ricorso alla Dad

da Il Sole 24 Ore 

Ma i casi di quarantena aumentano comunque in tutta Italia. Skuola.net ha cercato di tracciare un bilancio a oltre 2 mesi dal via intervistando oltre 5.000 alunni

di Redazione Scuola

Da quando è entrato in funzione il nuovo protocollo, a inizio novembre, solo la metà degli studenti delle superiori che hanno avuto un solo caso positivo in classe sono stati costretti alla quarantena generale. Complessivamente, da inizio anno è l’85% degli alunni più grandi a non aver mai vissuto l’esperienza della Dad. Quanti sono gli studenti che, dall’inizio dell’anno, hanno sperimentato il ritorno alla Dad? Non esistono dati ufficiali su base nazionale. Perciò Skuola.net ha cercato di tracciare un bilancio a oltre due mesi dal via intervistando oltre 5.000 alunni delle scuole superiori. Un’occasione anche per chiedere ai ragazzi se il nuovo protocollo per la gestione dei casi positivi a scuola stia permettendo effettivamente di limitare il ricorso alla Dad, come era negli auspici iniziali. E in effetti, stando ai dati raccolti, a partire dall’aggiornamento del protocollo la didattica a distanza sembra essersi perlomeno ridotta, specie se consideriamo che parallelamente il numero generale dei contagi è aumentato in tutta Italia.

I dati

Tirando le somme, da inizio anno ad oggi è circa l’85% degli studenti delle scuole superiori a non aver trascorso nemmeno un’ora in Dad o a non aver avuto in classe compagni costretti a farlo. Ma è innegabile che l’aggravarsi della situazione pandemica abbia avuto un effetto diretto su questo dato: un mese fa erano infatti di gran lunga di più, ovvero il 94% del campione. E il peggioramento è tutto imputabile all’aumento dei casi di quarantena o di isolamento dei soli casi positivi. Tuttavia il nuovo protocollo, entrato in vigore dallo scorso 8 novembre, ha avuto effetti positivi anche se non risolutivi nel ridurre la quota di studenti in Dad: alle superiori, nella metà delle classi in cui si è evidenziato un caso positivo è scattata la quarantena solo per il soggetto interessato. Mentre gli altri hanno potuto proseguire con le lezioni “in presenza”. Perché, se in precedenza con un solo caso positivo era l’intero gruppo classe a essere spedito in Dad, ora solo dal terzo caso in poi viene disposta la quarantena generale, inoltre differenziata in termini di durata tra vaccinati (almeno 7 giorni) e non vaccinati (almeno 10 giorni). Stessa differenziazione che si registra quando ci sono due soli casi complessivi in una classe: va in isolamento solo chi ha contratto il virus insieme agli studenti non vaccinati. A conti fatti, perciò, il ricorso generalizzato alla didattica a distanza è stato più o meno dimezzato.Un altro dubbio legato all’introduzione del nuovo protocollo riguardava l’effettivo annullamento della Dad per gli studenti che entrano in contatto con un positivo ma restano “negativi”, potendo continuare a frequentarela scuola in presenza. In teoria. Perché quando si ha notizia di un caso di Covid in una classe è previsto lo screening su tutti i suoi compagni (al cosiddetto tempo “t0), poi ripetuto per verifica dopo cinque giorni (al cosiddetto “t5”). E finché non si hanno in mano i risultati, si va tutti in Dad. Anche su questo punto, però, le cose sembrano procedere nel verso giusto. Con le Asl e le scuole che si stanno mostrando abbastanza celeri nella gestione del processo di screening. Laddove sono stati riscontrati casi isolati, il resto della classe ha quasi sempre potuto proseguire senza perdere neanche un giorno di scuola “in presenza”: solo il 19% è dovuto restare in Dad per uno o più giorni da “negativo”. Anche se, tra questi ultimi, circa 1 su 3 ha dovuto aspettare più di tre giorni prima di poter rientrare a scuola; un altro 30%, invece, ha atteso tre giorni esatti; mentre per il 23% si è trattato di un paio di giorni e per il 15% di una sola giornata d’attesa. Ma si tratta più di un’eccezione che della regola. Missione compiuta, quindi? Tutto sommato sì. Tra l’altro, non sempre la Dad è imputabile al virus. Infatti ci sono istituti in cui gli spazi, pur derogando alla norma sul metro di distanza, gli spazi non sono sufficienti a garantire il rispetto in toto del protocollo ministeriale: il 4% degli intervistati dice di dover alternare giorni di scuola in presenza con giornate di scuola “a distanza” proprio per questo motivo. Un dato stabile rispetto al precedente monitoraggio di Skuola.net, realizzato ad un mese dall’inizio dell’anno scolastico.

La reazione

Ma, numeri a parte, i ragazzi come stanno vivendo le nuove regole? Non tutti sembrano essere d’accordo con la linea adottata dal Governo: il 56% del campione avrebbe preferito rimanere col vecchio sistema (Dad per tutti al primo caso) in quanto più adatto a tutelare la loro salute e quella delle proprie famiglie, mentre il 44% appoggia in pieno la nuova procedura, che consente di dare maggior continuità all’anno scolastico. Ampio consenso, invece, per l’introduzione della disciplina “differenziata” per il rientro in classe degli studenti in quarantena (più breve per i vaccinati, più lungo per i non vaccinati): più di 6 su 10 sono favorevoli a dare un vantaggio a chi ha deciso di immunizzarsi.

Covid, i contagi aumentano: quarantena e Dad anche con un solo positivo in classe. Il governo fa dietrofront e cambia strategia

da OrizzonteScuola

Di Andrea Carlino

La quarta ondata preoccupa e la variante Omicron mette a rischio la tenuta del sistema delle quarantene messo in atto dal Ministero della Salute e da quello dell’Istruzione.

A meno di un mese dall’approvazione dei nuovi protocolli di sicurezza da utilizzare in caso di contagio nelle classi, i ministeri della Salute e dell’Istruzione fanno dietrofront e tornano alle regole precedenti.

Con una nota redatta dal capo dipartimento del Ministero dell’Istruzione, Jacopo Greco e dal direttore generale del Ministero della Salute, Giovanni Rezza, ecco la novità già attiva dalle prossime ore.

“Ultimamente – si legge nella circolare – si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2, anche in età scolare, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi”.

In considerazione del fatto che la situazione epidemiologica è cambiata, in base all’aumento della circolazione virale, si ritiene opportuno sospendere il programma di sorveglianza con testing con un singolo caso positivo tra studenti e docenti.

Pertanto si considera la quarantena per tutti i soggetti ritenuti contatti stretti di un gruppo classe anche se si è verificato un singolo caso tra il personale scolastico.

Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente, il dirigente scolastico, venuto a conoscenza di un caso confermato, è da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a disporre la Dad nell’immediatezza per l’intero gruppo classe ferme restando le valutazioni dell’Asl.

Rimane valida l’opportunità per i Dipartimenti di Prevenzione di scegliere la strategia di controllo per la tutela della salute pubblica per ogni singola indagine di focolaio epidemico in ambito scolastico.

La durata della quarantena, il timing per l’effettuazione dei test diagnostici e la tipologia degli stessi seguono le indicazioni contenute nella circolare del Ministero della Salute n. 36254 dell’11 agosto 2021.

Inoltre, al fine di descrivere la situazione epidemiologica dell’entità della circolazione nel gruppo, Il test dovrebbe essere effettuato appena possibile e comunque indicativamente nelle 48 ore successive all’identificazione del caso indice.

CIRCOLARE [PDF]

Un caso di covid e tutta la classe in quarantena: modificate le regole

da La Tecnica della Scuola 

Di Pasquale Almirante

Se c’è un solo caso di covid in classe, tutti gli alunni devono andare in quarantena: così hanno disposto i ministri della salute e dell’istruzione a un mese circa di distanza dall’approvazione dei protocolli di sicurezza  da implementare in caso di contagio.

La decisone sarebbe arrivata dopo i troppi casi di covid nelle scuole, mentre la quarta ondata incomincia a fare paura soprattutto con la nuova variante che arriva dall’Africa del Sud. Tuttavia un similare allarme, quello cioè di non prendere alla leggera la situazione nelle scuole, era stato lanciato sia dai presidi e sia dal sindacato. Si rimodula dunque la precedente disposizione, quella cioè della quarantena selettiva con due casi, né prosecuzione delle lezioni con un caso solo: al primo contagio si torna tutti a casa e si va in didattica a distanza.

In questi giorni infatti è stata inviata alle scuole una circolare che ha come oggetto “Aggiornamento delle indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico“, e nella quale viene spiegato: “ultimamente si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da SARS-CoV-2, anche in età scolare, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi“.

E ancora: “in riferimento alla situazione epidemiologica esistente, da rivalutare in caso di aumento della circolazione virale o di altra rilevante modifica incidente sulla stessa emergenza epidemiologica, si ritiene opportuno sospendere – provvisoriamente – il programma di “sorveglianza con testing” e di considerare la quarantena per tutti i soggetti contatto stretto di una classe/gruppo dove si è verificato anche un singolo caso tra gli studenti e/o personale scolastico“.

E dunque: “nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente o comunque secondo la organizzazione di regione/P.A. o ASL, il dirigente scolastico venuto a conoscenza di un caso confermato nella propria scuola è da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a disporre la didattica a distanza nell’immediatezza per l’intero gruppo classe ferme restando le valutazioni della ASL in ordine all’individuazione dei soggetti (da considerare “contatti stretti” a seguito di indagine epidemiologica) da sottoporre formalmente alla misura della quarantena“.

Contestualmente a Sky Tg24 Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, alla richiesta se abbia accarezzato l’idea dell’obbligo vaccinale per i più piccoli, ha risposto “La vaccinazione è un’opzione che va offerta, va fatta opera di convincimento, spiegando perché c’è questo tipo di vantaggio nel vaccinare i bambini, quindi per tutela della loro salute e dei loro spazi educativi e sociali. Ma l’obbligo vaccinale assolutamente non lo considererei. Neanche, di fatto se n’è già anche discusso, e il ministro Speranza è stato chiaro nel dire che in questo momento non si considerava questa ipotesi”.

Iscrizioni 2022/23, domande dal 4 al 28 gennaio

da La Tecnica della Scuola 

Di Carla Virzì

Al Ministero dell’Istruzione sono state definite le date per le iscrizioni al nuovo anno scolastico 2022-2023. Presto la circolare del MI, forse già domani 30 novembre. Si potrà provvedere all’inoltro delle domande dal 4 al 28 gennaio 2022, in modalità online e per tutte le classi iniziali delle scuole statali, dalla primaria alla scuola secondaria di II grado.

Da fonti sindacali della Tecnica della Scuola sappiamo che le istanze potranno essere inoltrate mediante Spid, ragion per cui le famiglie dovranno provvedere alle credenziali per l’accesso in piattaforma.

Religione cattolica o materie alternative

Quanto alla scelta dell’opzione Religione cattolica vs altre materie alternative, i genitori potranno esprimere la loro preferenza tra il 31 maggio e il 30 giugno.

Sì alla filosofia anche negli istituti tecnici, ma poi viene bocciata nelle università

da La Tecnica della Scuola

Di Gianni Zen

Se ne sta facendo un gran parlare, non solo tra gli addetti ai lavori. Parlo dei risultati del PRIN 2020, i quali dicono chiaramente e decretano ufficialmente che, per il settore SH5, la filosofia non è di interesse nazionale. Bocciati dunque tutti i suoi progetti presentati, a favore delle cosiddette scienze pratiche. Lo so, per molti il problema non è la filosofia, ma i criteri di valutazione ed i valutatori.

Ma sappiamo bene che, nella vita, contano i risultati, cioè le scelte concrete, perché la bocciatura di tanti progetti mortifica tanti giovani ricercatori. Il che, per un filosofo che faccia filosofia, è vero e non vero. Nel senso che la specificità della filosofia è, appunto, di essere libera anche dai risultati. Dispiace che questa libertà, che è originaria e ben presente in qualunque sapere pratico, non venga però riconosciuta come essenziale anche nella struttura originaria degli stessi saperi pratici. Ma tant’è.

Domandarsi, dunque, “a che serve la filosofia?”, diventa indifferente, una sorta di “santa indifferenza”, però. Se volessimo riprendere il vecchio Aristotele, tanto per capirci, dovremmo rispondere che la filosofia non serve a niente, se il “servire” è vincolato utilitaristicamente. Sempre secondo il vecchio Aristotele, com’è noto, tutte le altre scienze sono ben più utili della filosofia.

Più utili, ma di certo, secondo lui, non migliori, o degne di riconoscimento. Ricordiamo tutti, credo, la celebre apertura della sua Metafisica: “Tutti gli uomini per natura desiderano sapere”.
Noi solitamente la traduciamo utilizzando l’espressione “tutti gli uomini”; ma Aristotele usa il termine “anthropoi”, che in greco vuol dire “esseri umani”, cioè uomini e donne, greci e barbari, liberi e schiavi.
Tutti gli esseri umani, cioè, qualunque sia la loro condizione, desiderano conoscere.

Dunque, la filosofia è sapere, il più sommo dei saperi, perché libero.
L’idea, però, che il fine della filosofia sia la ricerca del sapere non è unanime, nella storia del pensiero occidentale, non è cioè condivisa da tutti i filosofi: per alcuni, infatti, la filosofia, più che essere un sapere, somiglia piuttosto ad un atteggiamento.

Ciò che conta davvero sarebbero, allora, la domanda e il dubbio piuttosto che il raggiungimento di una risposta. Ma anche fosse così, il domandare filosofico si caratterizzerebbe come sapere radicale, non limitato da presupposti e precomprensioni, o da pregiudizi, da postulati vari, ideologici e fideistici di varia natura.

Già riconoscere questa funzione è dire in concreto la sua utilità non utilitaristica. Che l’episodio della bocciatura di tutti i progetti PRIN 2020 possa dunque diventare un’occasione per riflettere, anche da parte dei non filosofi, sul valore imprescindibile della filosofia in ogni sapere, in ogni conoscenza, in ogni convinzione, in ogni scelta o comportamento o decisione. Sarebbe già un successo, per la filosofia e non solo per la filosofia.

Maturità 2022, chi deve presentare domanda entro il 6 dicembre

da La Tecnica della Scuola

Per l’a.s. 2021/22 la nota concernente termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione agli esami di Stato è la 28118 del 12 novembre 2021.

SCARICA LA NOTA

Le scadenze da ricordare sono diverse.

Candidati interni

Per quanto concerne i candidati interni, per gli studenti dell’ultima classe le domande devono essere presentate entro il 6 dicembre 2021. L’ammissione all’esame di Stato è disposta, in sede di scrutinio finale, dal consiglio di classe, presieduto dal dirigente scolastico o da suo delegato.

Per quanto concerne invece gli studenti della penultima classe per abbreviazione per merito, la presentazione delle domande deve avvenire dal 7 dicembre 2021 al 31 gennaio 2022.

Candidati esterni

Per i candidati esterni le domande devono essere presentate sempre entro il 6 dicembre 2021.

Per gli esterni, la procedura è informatizzata e si accede tramite utenza SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)/CIE (Carta di identità elettronica)/eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature). Nel caso in cui il candidato sia minorenne, l’accesso alla procedura è effettuato dal genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale.

Con nota 3515 del 15 novembre il MI è entrato nel dettaglio della procedura telematica, spiegando che in questo modo sarà possibile:

  • la compilazione e l’inoltro della domanda di partecipazione all’esame
  • integrare i pagamenti della tassa erariale con il sistema Pago In Rete
  • rendere disponibili alle istituzioni scolastiche, già dal momento dell’assegnazione da parte degli USR, i dati dei candidati per la gestione delle attività relative alle varie fasi dell’Esame di Stato.

Per accedere alla procedura sono necessarie le credenziali SPID, CIE, eIDAS.

Compilando la domanda è anche possibile allegare la documentazione richiesta e la ricevuta di pagamento della tassa prevista per sostenere l’esame.

Si può indicare un massimo di tre diverse scuole dove sostenere l’esame.

Il candidato esterno ha sempre la possibilità di visualizzare lo stato della propria domanda: in lavorazione, inoltrata, restituita, rifiutata, approvata.

Per qualsiasi supporto tecnico, i candidati esterni possono utilizzare la mail candidatiesterni@istruzione.it

SCARICA LA NOTA

Nota MS -MI 30 novembre 2021, DGPRE 54914

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali

Agli Uffici Scolastici Regionali
Alle istituzioni scolastiche ed educative statali
Alle Scuole non statali paritarie di ogni ordine e grado per il tramite degli USR territorialmente competenti
e p.c. Al Ministero della Salute seggen@postacert.sanita.it
Al Gabinetto del Ministero della Salute gab@postacert.sanita.it
Al Gabinetto del Ministero dell’Istruzione uffgabinetto@postacert.istruzione.it

OGGETTO: Trasmissione nota congiunta prot. n. 54914 del 30 novembre 2021 “Specifiche alla Circolare ‘Aggiornamento delle indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico‘”.

Si trasmette, in allegato alla presente, la nota prot. n. 54914 del 30 novembre 2021 che fornisce specifiche alla circolare ‘Aggiornamento delle indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico‘ prot. 54504 del 29 novembre 2021.

Il CAPO DIPARTIMENTO
Jacopo Greco


Ministero della Salute
DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA

Ministero dell’Istruzione
DIPARTIMENTO PER LE RISORSE UMANE, FINANZIARIE E STRUMENTALI

OGGETTO: Specifiche alla Circolare ‘Aggiornamento delle indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico’.

Nota 30 novembre 2021, AOODGSIP 2805

Ministero dell’istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico

Ai Direttori Generali e ai Dirigenti titolari degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie
Al Dipartimento istruzione – Provincia Autonoma di Trento
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia di Bolzano All’Intendenza Scolastica per la Scuola in lingua tedesca – Bolzano All’Intendenza Scolastica per le Località Ladine – Bolzano
Alla Sovrintendenza agli studi per la Regione Valle d’Aosta
Al Comitato Olimpico Nazionale Italiano
Al Comitato Italiano Paralimpico
A Sport e salute S.p.A.
Alle Federazioni e Organismi sportivi
Ai Coordinatori regionali di Educazione Fisica e sportiva
e, p. c. All’Ufficio di Gabinetto
Al Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Ai componenti della Commissione del progetto sperimentale Studente-atleta di alto livello LORO E-MAIL

Oggetto: Progetto didattico sperimentale Studente-atleta di alto livello anno scolastico 2021/2022. Decreto ministeriale 10 aprile 2018, n. 279. Proroga termine per la presentazione della domanda.

Nota 30 novembre 2021, AOODGOSV 29469

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici ,la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione

Agli Uffici Scolastici Regionali Alla Sovrintendenza agli Studi per la Regione autonoma della Valle d’Aosta – Aosta
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia Autonoma di Bolzano
Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia Autonoma di Trento
All’Intendenza Scolastica per le scuole delle località ladine di Bolzano
Ai Dirigenti scolasti ci degli Istituti Tecnici e degli Istituti Professionali

OGGETTO: Gara Nazionale per gli alunni degli istituti professionali e per gli alunni degli istituti tecnici che frequentano il IV anno di corso nel corrente anno scolastico 2021/2022.

Avviso 30 novembre 2021, AOODGOSV 29461

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione
Uff. 1

Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI
Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma
della Valle d’Aosta
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano
Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento
All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano
All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca
di Bolzano
Ai Dirigenti degli Istituti di Istruzione di ogni ordine e grado, statali e paritari LORO SEDI

OGGETTO: OLIMPIADI DI PROBLEM SOLVING – Informatica e pensiero computazionale Edizione 2022.

Nota 30 novembre 2021, AOODGOSV 29452

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione

OGGETTO: Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2022/2023