Nota 3 settembre 2012, MIURA00DGOS Prot. 5458

print

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

 

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Orientascienze per i docenti: Premio nazionale Didattica della Scienza – Firenze 15 Novembre 2012

 

La Confindustria e Confindustria Firenze, in collaborazione con la Scrivente, con il Comitato per Sviluppo Cultura Scientifica e Tecnologica, con la Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze, l’Associazione Italiana Editori e l’Associazione Nazionale Presidi, promuovono anche per questo anno il Premio nazionale Didattica della Scienza edizione 2012-13.

I destinatari sono i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.

Le attività richieste rientrano in due tematiche: “Orientamento verso la scienza e la tecnologia” e “Scienza e tecnologia” e dovranno consistere in uno o più percorsi con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.

Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il:

 

21 settembre 2012 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2011.

28 settembre 2012 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

 

Per la rilevanza dell’iniziativa si invita a darne ampia diffusione.

 

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Carmela Palumbo

—————–

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI
Firenze 15 novembre 2012
Premio Nazionale “Didattica della scienza”
Promosso da Confindustria e Confindustria Firenze
In collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca — Comitato per
lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica — Conferenza dei Presidi delle Facoltà di
Scienze — Associazione Italiana Editori — Associazione Nazionale Presidi
Gli obiettivi
– Innovare la didattica della scienza per promuovere e rafforzare l’apprendimento in
area tecnico – scientifica ed accrescere l’occupabilità sostenibile dei giovani.
– Affermare la cultura della sperimentazione attraverso il potenziamento della didattica
laboratoriale.
– Favorire l’integrazione delle scienze per superare la frammentazione delle discipline.
– Promuovere l’orientamento non solo come pratica di informazione e convinzione, ma
anche come strumento di formazione, privilegiando l’orientamento di genere.
– Coltivare i talenti e promuovere il merito nell’apprendimento delle discipline scientifiche
e tecnologiche.
Destinatari
I docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un
gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.
/ premi
I premi saranno suddivisi in tre sezioni:
tipologia istituzione scolastica tematica
Scuola secondaria di primo grado Orientamento verso la scienza e la
tecnologia
Istituti tecnici e professionali Scienza e tecnologia
Licei Scienza e tecnologia
Ai docenti vincitori sarà offerto:
– Stage in una impresa o in un centro di ricerca della Toscana della durata di tre
giorni.
– Pubblicazione del progetto vincitore sul sito del MIUR.
Attività
Tematica: Orientamento verso la scienza e la tecnologia
L’attività dovrà consistere in uno o più percorsi di orientamento verso la scienza e la
tecnologia con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e
all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.
L’obiettivo prioritario è far emergere e promuovere vocazioni e inclinazioni anche in
rapporto all’offerta formativa della scuola che accoglie.
Dalla documentazione si dovrà evincere la relazione tra lavoro, scienza e tecnologia
anche attraverso la cooperazione tra studenti di secondaria di primo e secondo grado,
privilegiando esperienze di peer education.
Tematica: Scienza e tecnologia
L’attività, di natura laboratoriale, deve essere stata condotta da uno o più docenti,
facendo riferimento al lavoro con la classe. Essa deve aver riguardato prevalentemente
temi legati ad uno o più aspetti di didattica delle discipline scientifiche e tecnologiche,
anche con riferimenti alla scienza e alla tecnologia nella vita quotidiana.
Dalla documentazione si dovranno evincere:
– la realizzazione di una attività didattica di tipo laboratoriale;
– la progettazione e la sperimentazione di percorsi e/o materiali didattici,
l’innovazione didattica;
– l’integrazione delle scienze e della tecnologia;
– il ruolo attivo e i processi di apprendimento degli studenti con momenti di
valutazione secondo le modalità utilizzate dall’indagine P.I.S.A.;
– il rapporto scienza-tecnologia;
– il ruolo delle attrezzature scientifiche e laboratoriali e loro accordo con teorie
e modelli;
– il contributo delle nuove tecnologie informatiche alla didattica delle discipline
scientifiche;
– il ruolo orientante dell’attività svolta;
– la funzione di promozione dell’eccellenza svolta dalle attività sperimentate;
– la consultazione di una bibliografia internazionale sull’argomento trattato.
Per la presentazione pratica si richiede una metodologia attiva, interattiva, orientata
allo studente e collegata alle altre discipline, anche al di fuori dello stretto ambito
scientifico e tecnologico senza sottovalutare il rigore di un quadro epistemologico di
riferimento e i necessari riferimenti teorici.
Saranno valorizzate le collaborazioni realizzate nell’ambito dell’alternanza scuola- lavoro e
dei Progetti: Insegnare Scienze Sperimentali (ISS) e Progetto Lauree Scientifiche.
Gli insegnanti premiati interverranno al convegno “Orientainsegnanti” il 15 novembre 2012
a Firenze.
Documentazione
Prodotto
II lavoro svolto dovrà essere documentato mediante una relazione, che deve illustrare: 1) II
problema affrontato, argomentandone ruolo ed importanza rispetto al contesto scolastico
ed alle esigenze didattiche; 2) gli obiettivi; 3) II piano di svolgimento, con indicazione di:
fasi, attività, modalità, strumenti, metodologie e tempi; 4) i contenuti innovativi; 5) i prodotti
della ricerca; 6) i criteri ed i metodi di documentazione e di valutazione degli esiti e quindi
dell’efficacia dell’intervento didattico; 7) i materiali non prodotti autonomamente di cui ci si
è eventualmente avvalsi e la bibliografia di riferimento; 8) le collaborazioni e i rispettivi ruoli
nel lavoro svolto.
Soggetti partecipanti
– Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il 21 settembre 2012 la
SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo email f.rocca@istruzione.it
(Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli
Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica
della Scienza.
– Gli interessati al premio dovranno far pervenire entro il 28 settembre 2012 al
seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato
per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli
Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195
ROMA la seguente documentazione:
1. domanda di partecipazione al concorso in carta libera;
2. relazione sull’attività didattica svolta di massimo 10 cartelle;
3. dichiarazione del dirigente scolastico della scuola in cui si è svolta la ricerca;
4. ogni altra documentazione ritenuta utile per il giudizio.
Nella domanda di partecipazione i candidati devono indicare sotto la loro responsabilità:
a) cognome e nome, luogo e data di nascita, codice fiscale;
b) cittadinanza, indirizzo di residenza;
e) posizione di servizio: stato di servizio, scuola, materia di insegnamento;
d) recapito telefonico (anche telefono mobile) e/o fax ai fini del concorso, completo di
indirizzo di posta elettronica;
e) il titolo della ricerca;
f) dichiarazione che la ricerca proposta non è già oggetto di studi finanziati da enti pubblici
o privati e che è stata svolta in autonomia o con le collaborazioni specificate nel rapporto
di ricerca.

Comitato tecnico-scientifico
Si costituirà un comitato tecnico scientifico composto da esperti di didattica della scienza, dirigenti tecnici e amministrativi del MIUR, rappresentanti del mondo imprenditoriale, del Piano Insegnare Scienze Sperimentale e del Progetto Lauree Scientifiche.

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI
Premio nazionale “Didattica della scienza”
SCHEDA DI PROGETTO
N.B. Spedire entro il 21 settembre 2012 a f.rocca@istruzione.it)
LA SCUOLA
Tipologia scuola
Nome scuola
Indirizzo – Città – Regione
Tei/fax/e-mail
Nome dirigente scolastico
nome docente
Telefono docente
(cellulare)
IL PROGETTO
Titolo progetto
n. classi/alunni coinvolti nella sperimentazione
Utilizzo di tecnologie informatiche
IMPATTO DEL PROGETTO SULLA SCUOLA:
ELEMENTI DI DISSEMINAZIONE:
OSSERVAZIONI