Azzolina: la scuola è l’arma più potente, al fianco dei ragazzi anche nelle difficoltà

da Orizzontescuola

di redazione

Messaggio su Facebook della Ministra dell’istruzione Lucia Azzolina.

Oggi la scuola sarebbe stata in piazza, con migliaia di persone, a Palermo, la città di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, Libero Grassi e di tanti altri servitori dello Stato assassinati dalla mafia. Gli studenti avrebbero partecipato in massa, con striscioni e cartelli colorati, alla Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera Contro le Mafie.

L’emergenza che stiamo vivendo ha cambiato inevitabilmente i programmi. Questo non vuol dire rinunciare alla riflessione, alla memoria.

Dobbiamo tutti, in ogni occasione, ricordare chi ha dato la vita per difendere la Costituzione e la nostra libertà, chi ha fatto da scudo per noi di fronte alla violenza della mafia.

La nostra scuola è l’arma più potente, l’unica davvero in grado davvero di costruire un futuro migliore e di vivificare la nostra splendida Costituzione. Le nostre ragazze e i nostri ragazzi sono gli anticorpi che dobbiamo proteggere e far crescere nella consapevolezza che non esiste società sana se i cittadini non si prendono cura dei diritti e non praticano la solidarietà. Sono certa che anche a distanza la scuola saprà far riflettere su questi temi. Il suo esserci, in questi momenti difficili, al fianco dei ragazzi è un segnale potente: lo Stato non abbandona i suoi figli, ma li accompagna, sta al loro fianco. Anche nella difficoltà.