Provvedimento su mobilità senza confronto è un errore

On. Nicola Fratoianni (Leu): Mentre a Palazzo Chigi si discute coi sindacati e le parti sociali, inspiegabile che non lo si faccia per il mondo della scuola. Sindacati scuola hanno ragione nel chiedere maggiore coinvolgimento. Provvedimento su mobilità senza confronto è un errore Serve maggiore capacità di ascolto***

“Mentre il Governo discute con i sindacati anche su scelte difficili, come la chiusura delle aziende, è sinceramente inspiegabile perché non lo si faccia anche per il comparto scuola.I sindacati della scuola hanno ragione nel chiedere un maggior coinvolgimento nelle scelte e nelle decisioni. L’aver fatto uscire il decreto sulla mobilità senza un confronto preventivo con i sindacati, credo che sia stato, soprattutto in questa fase così delicata e difficile, un errore.”Lo afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu.“Adesso abbiamo bisogno di avere tutti – prosegue l’esponente di Leu, componente della commissione cultura di Montecitorio – maggiore capacità di ascolto e maggiore cura anche delle interlocuzioni e relazioni sindacali. Solo se teniamo insieme e unita tutta la comunità scolastica e le sue rappresentanze è possibile riuscire a fare scelte condivise e condivisibili. ““L’emergenza che stiamo vivendo chiede a tutto il governo – conclude Fratoianni –  un surplus di coinvolgimento e ascolto e non può essere la giustificazione per ‘correre da soli’.”