In un’unica App la carta d’identità di tutte le scuole

da Il Sole 24 Ore

di Maria Assunta Palermo*

Dalle ore 8.00 del 4 gennaio alle ore 20.00 del 25 gennaio 2021 sono aperte le iscrizioni alla scuola dell’infanzia, alle classi prime delle scuole di ogni ordine e grado, alle classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici.

Chi può e chi deve iscriversi

Possono iscriversi alla scuola dell’infanzia i bambini tra i 3 e i 5 anni compiuti entro il 31 dicembre 2021; alcune scuole accolgono anche gli “anticipatari”, cioè bambini che compiranno i 3 anni entro il 30 aprile 2022.

Devono essere iscritti alla scuola primaria i bambini che compiono i 6 anni entro il 31 dicembre 2021, in quanto a 6 anni inizia l’obbligo scolastico. Anche in questo caso è possibile l’iscrizione anticipata dei bambini che compiono i 6 anni entro il 30 aprile 2022, ma per una scelta consapevole è opportuno chiedere indicazioni alle maestre della scuola dell’infanzia.

Anche l’iscrizione alla scuola secondaria di I e II grado è un dovere, in quanto l’obbligo di istruzione termina a sedici anni, dopo una frequenza di almeno 10 anni di scuola.

Come funziona la procedura

Le iscrizioni si effettuano on line sul portale del Ministero dell’Istruzione “Iscrizioni on line” (www.istruzione.it/iscrizionionline/ ) per tutte le scuole statali, a eccezione delle scuole dell’infanzia, per le quali va presentata domanda cartacea direttamente alla scuola statale o paritaria prescelta; sono escluse dalla procedura telematica anche le scuole della Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, le classi terze di licei artistici e istituti tecnici. Le scuole paritarie e i centri di formazione professionali possono aderire volontariamente al procedimento telematico.

Dal 19 dicembre in poi i genitori sprovvisti di identità digitale (Spid) possono registrarsi sul portale e ottenere le credenziali personali con cui effettuare poi l’iscrizione.

Per ogni alunno è possibile presentare una sola domanda di iscrizione, ma il modulo consente di indicare anche una seconda e una terza scelta qualora nella prima scuola non ci fosse sufficiente disponibilità di posti. Ciascuna scuola, infatti, ha una capienza limitata legata agli spazi e al personale docente a disposizione; prima dell’inizio delle iscrizioni, perciò, ogni scuola delibera e pubblica i propri criteri di precedenza per l’accoglimento delle domande. Anche per la scelta del tempo scuola (orario ridotto – tempo pieno/prolungato) possono essere previsti dei criteri di precedenza. Dopo aver compilato il modulo di iscrizione con le informazioni richieste è importante completare la procedura con l’invio. Il sistema avvisa in tempo reale sui vari passaggi della domanda (ricevimento, accoglimento, smistamento alla seconda o terza scelta) fino alla conclusione del procedimento.

Come scegliere la scuola

Sul Portale “Scuola in chiaro” https://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/ è possibile vedere i servizi offerti dalle scuole di interesse e consultare il Rapporto di autovalutazione (Rav), il Piano triennale dell’offerta formativa (Ptof) e la rendicontazione sociale. Il Rav, disponibile in forma completa e in forma semplificata, fornisce i principali dati di contesto, informazioni sugli esiti degli studenti (risultati scolastici, risultati nelle prove standardizzate, risultati a distanza), sui processi attivati, sulle priorità di miglioramento che la scuola intende perseguire. A sua volta, il Ptof definisce l’identità culturale della scuola, illustra l’offerta formativa e le modalità organizzative ed esplicita le risorse a disposizione, le scelte strategiche, gli obiettivi formativi e le azioni di miglioramento da realizzare.

Per le famiglie è disponibile anche l’applicazione Scuola in Chiaro in un’App: con i propri dispositivi mobili si può avere un quadro immediato delle informazioni principali della scuola di interesse, confrontabili con quelli di altre scuole del territorio di pari grado di istruzione o indirizzo di studio. Per accedere basta inquadrare con l’app di lettura i QR Code disponibili sul portale Scuola in Chiaro, sui siti web delle scuole e sui materiali informativi da esse predisposti.

È importante sapere che…

L’iscrizione scolastica è considerata una decisione di maggiore interesse per i figli, pertanto la scelta deve essere condivisa da entrambi i genitori, anche in caso di separazione o divorzio. Anche la scelta della religione cattolica o di attività alternative va condivisa dai genitori. Queste ultime andranno scelte tra il 31 maggio e il 30 giugno 2021 attraverso un’apposita funzione del sistema accessibile con le stesse credenziali usate per l’iscrizione. Per la frequenza scolastica è necessario essere in regola con i vaccini obbligatori; la mancata regolarizzazione comporta la decadenza dall’iscrizione alla scuola dell’infanzia. Per alcune situazioni specifiche, ad esempio in presenza di disabilità o disturbo specifico dell’apprendimento, l’iscrizione deve essere perfezionata con la consegna della relativa documentazione alla scuola.

In tutti i casi le segreterie scolastiche offrono supporto ai genitori sprovvisti di dispositivi digitali, connessione, codice fiscale.

* Direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione