Maturità, nuovo affondo di Iv: se esame semplificato errore di metodo e merito

print

da Il Sole 24 Ore

di Redazione Scuola

«Continuo a leggere che il ministero dell’Istruzione avrebbe già deciso una modalità ridotta per il prossimo esame di maturità, mentre ci sarebbero ancora incertezza sugli esami di terza media e i test invalsi». Lo dichiara Gabriele Toccafondi, capogruppo di Italia Viva in Commissione Cultura alla Camera.

La critica di Iv
«Se questa ipotesi fosse confermata – continua Toccafondi – farei fatica a capirne il metodo, il merito e anche i tempi. Siamo a gennaio, il ministro competente e il presidente del Consiglio sostengono di essere al lavoro senza sosta per affrontare i problemi della scuola e per riaprirla in tutte le regioni. Perché allora non sfruttare i cinque mesi che rimangono, invece di dare fin da ora per scontato che non saranno mesi di apertura delle scuole e quindi di lezioni in presenza, esame di stato, test Invalsi per capire livello di conoscenza dei ragazzi dopo la Dad?». «Quanto al metodo, invece, non capisco perché su un tema simile si voglia evitare una discussione e un voto in Parlamento, e limitarsi a un’ordinanza».