TECNOCRAZIA E CONSERVAZIONE

print

TECNOCRAZIA E CONSERVAZIONE

di Paolo Manzelli

La visione del futuro del Presidente del Consiglio  appare  conservativa e tecnocratica in quanto fondata sulla sviluppo economico spesso visto  in antitesi al cambiamento dello sviluppo sociale scientifico e culturale. Tale impostazione del futuro della Next Generation è in netto contrasto con le  aspettative di rinnovamento dello sviluppo sostenibile proposte da “ EGOCREANET –Cluster “ che viceversa sono  basate su una visione alternativa della  “Transizione Ecologica e Digitale” , che necessita primariamente di ridefinire una nuova prospettiva del “Paradigma della Scienza”  in relazione alla realta’ contemporanea che recentemente ha subito la  Pandemia Virale.

Proprio nella attivita’ di contrasto al Covid.19, abbiamo notato come la Strategia della “Vaccinazione di Massa” abbia privilegiato il mantenimento dei limiti cognitivi del vecchio ed obsoleto Paradigma Meccanico della Scienza,  proprio a riguardo della produzione genetica di Anticorpi , cio’ in netto contrasto a quanto abbiamo piu’ volte indicato con le indicazioni di “Epigenetica Virale”, le quali conducono ad una diversa valutazione dei rischi a lungo termine dei Vaccini-Geneteci . ( RF.1.)- vedi in; http://www.egocrea.net) .

Purtroppo la strategia di Ripresa e Resilienza attuata dal prof.  Draghi ,evita sistemanticamente di riflettere sulla necessita di ristrutturale la Scienza come “esplorazione dell’ ignoto” la cui necessita’ rivoluzionaria fu messa in evidenza da Thomas Kuhn, nella sua importante opera, intitolata La struttura delle rivoluzioni scientifiche (1962). Kuhn descrisse come “Cambio di Paradigma”, la necessita storica di un cambiamento nelle assunzioni basilari all’interno di una teoria scientifica– dominante” in modo che la evoluzione della Scienza non permanesse conservativa come quella di un sistema  di un semplice consolidamento del Paradigma dominante essenzialmente dogmatico .

Rf.2.) https://www.docsity.com/it/riassunto-la-struttura-delle-rivoluzioni-scientifiche-kuhn/526732/

Egocreanet-Cluster  , proprio allo scopo di innovare la “Transizione Ecologica e Digitale “ riconosce la necessita prioritaria di andare oltre al  obsoleto “Paradigma- Meccanico” ,acquisito ed universalmente riconosciuto in  epoca Industriale, proprio in quanto tale modello economico di crescita , basata sulla competitività ed il profitto, ha condotto alla sistematica distruzione odierna dell’ ambiente e della biodiversità , che oggigiorno  è divenuta ecologicamente insostenibile. Infatti il prevedibile disastri ambientale e diretta  causa del mantenimento di un modello di sviluppo economico che fa’ ancora esclusivo  riferimento al Paradigma obsoleto di produzione  e del lavoro di impresa , il quale  ormai  non si risolve piu’ ne problemi e neppure  risoluzioni migliorative storicamente ancora accettabili e comprensibili.

Rf.3.) Il crollo del Paradigma Meccanico della Scienza: https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/scienza_e_fisica_quantistica/il-crollo-del-vecchio-paradigma-meccanico-della-scienza

Per invertire il Cambiamento Climatico, diversamente da quanto proposto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) -noto come Recovery Plan italiano, (finanziato con 210 miliardi di euro), a nostro avviso non sara’ sufficiente investire in una logica tecnocratica Keinesiana , come quella affidata ad esperti ministri (quali Roberto Cingolani per la Transizione Ecologica e Vittorio Colao per la Transizione Digitale), in quanto ritenuti  capaci di spendere bene ,  quelle elevata somma di denaro… come se automaticamente con l’ investimento di denaro il sistema sociale potesse modificarsi conseguentemente agli obiettivi dell’investimento di denaro  e senza provocare imprevisti traumi sociali.

Inversamente a tale strategia l’ investimento Europeo anziche’ essere rivolto  alla Ripresa Economica , e guidato dalla consueta misurazione del Prodotto Nazionale Lordo (PIL), andrebbe  diretto fondamentalmente verso il cambiamento sociale ,scientifico e  culturale,  al fine di realizzare una consapevole attuazione del  suddetto Recovery Fund. .

L’ obbiettivo a cui tendera’ il contributo a tale inversione di tendenza proposto da EGOCREANET-Cluster nel 2021/2022, sara’  indirizzato a rimodulare “Circolarmente la relazione tra  “Ambiente e Salute”, per la  quale diviene prevalente la profonda modifica della qualita’ mentale scientifica e culturale della gente, proprio al fine di affrontare con rinnovata consapevolezza e coscienza condivisa ,  le nuove sfide della  transizione Ecologica e Digitale , per ridisegnare il futuro del lavoro e della  produzione delle giovani Generazioni , nonche’ orientare lo sviluppo globale   ad  ottimizzare  la trasformazione di molte altre consuete modalita’ di vivere e muoversi nel mondo.

Rf-4) -Nuovo paradigma della Vita Circolare : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=118567