Rientro a scuola, nella maggior parte delle Regioni è fissato al 10 gennaio

da La Tecnica della Scuola

Di Lara La Gatta

Molte Regioni, secondo i calendari scolastici deliberati, avrebbero dovuto riprendere le lezioni, dopo la pausa natalizia, immediatamente dopo l’Epifania, quindi prevedendo il rientro in classe il 7 gennaio.

Altre Regioni avevano già deciso di evitare di riaprire le scuole per soli due giorni (il 6 gennaio cade infatti di giovedì), deliberando la ripresa delle attività didattiche per lunedì 10 gennaio.

Considerata la situazione epidemiologica in questi giorni sempre più grave, alcune Regioni, in via precauzionale, hanno rinviato la riapertura delle scuole a lunedì. Le ultime in ordine di tempo ad aver disposto lo slittamento sono state Basilicata e Sardegna.

A queste devono aggiungersi ordinanze emanate da Sindaci per singoli territori. Nelle Marche, dove le lezioni sono riprese oggi, 7 gennaio, è stata disposta la didattica a distanza.

Queste sono le date stabilite a livello regionale:

Abruzzo: 10 gennaio (ordinanza)

Basilicata: 10 gennaio (ordinanza)

Bolzano: 10 gennaio

Calabria: 10 gennaio (ordinanza)

Campania: 10 gennaio

Emilia Romagna: 7 gennaio

Friuli Venezia Giulia: 7 gennaio

Lazio: 10 gennaio (ordinanza)

Liguria: 10 gennaio

Lombardia: 7 gennaio

Marche: 7 gennaio

Molise: 10 gennaio

Piemonte: 10 gennaio

Puglia: 10 gennaio

Sardegna: 10 gennaio (ordinanza)

Sicilia: 10 gennaio (ordinanza)

Toscana: 7 gennaio

Trento: 7 gennaio

Umbria: 10 gennaio (ordinanza)

Valle d’Aosta: 10 gennaio

Veneto: 10 gennaio