I docenti in anno di formazione e prova dovranno dimostrare, in un test finale, le competenze pratiche specifiche della professione docente

da La Tecnica della Scuola

Di Salvatore Pappalardo

Il 16 agosto del 2022 è stato pubblicato il decreto 226 con il quale sono stati definiti oltre alle modalità concernenti il percorso di formazione e prova del personale docente ed educativo i criteri per la valutazione del personale in periodo di prova, introducendo lo svolgimento di un test finale durante il colloquio con il comitato di valutazione.

In che cosa consiste il test finale

Il test finale consiste nell’accertamento delle capacità del docente di tradurre in competenze didattiche pratiche le conoscenze teoriche disciplinari e metodologiche, particolarmente nei seguenti ambiti specifici della professione docente:

  • competenze culturali, disciplinari, informatiche, linguistiche, pedagogico – didattiche e metodologiche, con riferimento ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza e agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti vigenti;
  •  competenze relazionali, organizzative e gestionali;
  • competenze di orientamento e di ricerca, documentazione e valutazione;

Convocazione comitato di valutazione

In ossequio a quanto disposto dall’art.13 del decreto 226, nel periodo intercorrente tra il termine delle attività didattiche e la conclusione dell’anno scolastico, il dirigente convoca Comitato di valutazione al fine di procedere alla verifica degli standard professionali del personale docente in percorso di formazione e periodo annuale di prova e conseguentemente all’espressione del parere sul superamento del percorso di formazione e periodo annuale di prova in servizio.

Colloquio finale

Il docente nell’anno di prova, sostiene un colloquio innanzi al Comitato di valutazione, presentando il portfolio delle attività d’insegnamento e formazione e la relativa documentazione. Della suddetta documentazione i componenti del comitato sono informati almeno 5 giorni prima della data fissata per il colloquio, dal dirigente scolastico.

Valutazione del test finale

Il Comitato, contestualmente al colloquio, procede alla verifica specifica della capacità di tradurre in competenze didattiche pratiche delle conoscenze teoriche disciplinari e metodologiche del docente, consistente nella discussione e valutazione delle risultanze della documentazione contenuta:

  • nell’istruttoria formulata dal tutor
  • nella relazione del dirigente scolastico,

Contenuti dell’istruttoria del tutor e della relazione del dirigente

Sia l’istruttoria del tutor che la relazione finale del dirigente scolastico dovranno fare espresso riferimento all’acquisizione delle relative competenze acquisite dal docente in prova osservate durante il percorso di formazione e periodo annuale di prova facendo espresso riferimento all’allegato A al decreto 226 del 16 agosto2022, allegato che dovrà essere rivisto e aggiornato negli indicatori e nei descrittori di valutazione con successivo decreto ministeriale.

Superamento del test finale e valutazione positiva

In caso di superamento del test finale e di valutazione positiva del percorso di formazione e periodo di prova in servizio, il dirigente scolastico emette provvedimento motivato di conferma in ruolo.

Mancato superamento del test finale e di valutazione negativa

In caso di mancato superamento del test finale e del percorso di formazione e periodo annuale di prova in servizio, il dirigente scolastico emette provvedimento motivato di ripetizione del periodo di formazione e di prova dal quale dovranno emergere gli elementi di criticità.

DM-226_2022Download