Il 26 settembre è la Giornata Europea delle Lingue 2022: ecco tutte le iniziative

da La Tecnica della Scuola

Di Carmelina Maurizio

Su iniziativa del Consiglio d’Europa di Strasburgo la Giornata Europea delle Lingue è stata celebrata il 26 settembre a partire dal 2001.

In tutta Europa, 700 milioni di europei, rappresentati dal Consiglio d’Europa con 46 stati membri, sono incoraggiati a imparare più lingue, ad ogni età, all’interno e al di fuori della scuola. Nella convinzione che la diversità linguistica sia uno strumento per ottenere una migliore comprensione interculturale e un elemento chiave nel ricco patrimonio culturale del nostro continente, il Consiglio d’Europa promuove il pluralismo in tutta Europa.

Nell’Unione Europea si contano 24 lingue ufficiali (bulgaro, ceco, croato, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, olandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco e ungherese) e oltre 60 lingue autoctone regionali o minoritarie, parlate da circa 40 milioni di persone, fra cui il catalano, il basco, il frisone, le lingue sami, il gallese e lo yiddish.

Sia come singolo sia come gruppo, attraverso un’organizzazione (scuola o associazione) o solo tra amici e gente di ogni età, tutti possono far parte della Giornata europea delle lingue. Ognuno può contribuire al successo della Giornata – sia partecipando alle attività già in programma, sia organizzando eventi con gli altri.

I temi e gli obiettivi della Giornata

Come nelle edizioni precedenti e sin dal 2001, l’iniziativa invita a riflettere sull’importanza dell’apprendimento delle lingue per la crescita integrale della persona e sull’importanza della diversità linguistica e culturale, in quanto patrimonio immateriale da amare, rispettare, proteggere.

La Giornata Europea delle Lingue 2022 si veste di giallo e blu, in sostegno europeo alla popolazione ucraina per condannare la guerra e la violazione dei diritti in ogni loro forma.

Tra gli obiettivi:– promuovere l’importanza dell’apprendimento delle lingue, diversificando la gamma di lingue imparate con l’obiettivo di incrementare il plurilinguismo e la comprensione interculturale;
– promuovere le diversità linguistiche e culturali dell’Europa, che devono essere preservate e favorite;
– incoraggiare l’apprendimento delle lingue durante tutto l’arco della vita dentro e fuori la scuola.

Eventi nazionali
Per meglio promuovere questa giornata, il Consiglio d’Europa ha deciso di nominare dei referenti nazionali.
In Italia dal 2021 il referente nazionale della Giornata per il Centro Europeo di Lingue Moderne del Consiglio d’Europa a Graz è il Centro Europe Direct del Comune di Venezia, responsabile del sito web ufficiale tradotto in 37 lingue diverse e dove si trovano molti degli eventi organizzati per la prossima 21° celebrazione della Giornata. Tra questi: l’App delle sfide linguistiche, una competizione tra chi conosce e sa ripetere più scioglilingua, il libro delle barzellette multilingue, un sondaggio “Perché imparare una lingua” e molte altre.

Tra gli altri ricordiamo che la sezione italiana di Trinity offre un’ampia gamma di iniziative dal 26 al 30 settembre, con una settimana di eventi online gratuiti con Trinity College London Italy: ogni giorno un appuntamento diverso, per parlare insieme di metodologia CLIL, continuità didattica, storytelling, ma anche della relazione tra lingua e musica e dei giochi online come strumenti utili per favorire l’apprendimento della lingua inglese. Tutti gli incontri si svolgeranno online su Zoom e la partecipazione è gratuita.

L’Anils, Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere organizza una serie di incontri gratuiti sulla didattica delle lingue, a cui ci si può registrare dal sito.