Nuovo triennio del Sistema Nazionale di Valutazione: fornite indicazioni operative alle scuole

da Tuttoscuola

Con l’a.s. 2022/2023 si avvia il nuovo triennio del Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) e della progettualità dell’offerta formativa. Il ministero dell’istruzione ha diffuso la nota N. 23940 del 19 settembre che riporta le indicazioni operative per la predisposizione dei documenti strategici delle istituzioni scolastiche all’inizio del nuovo triennio. Il sistema nazionale di valutazione può fornire i migliori strumenti di navigazione a disposizione delle scuole per indirizzare, gestire e misurare i risultati dei progetti del PNRR. Per accompagnare al meglio le scuole nella realizzazione degli strumenti per il miglioramento, Tuttoscuola ha realizzato un ampio dossier nel numero di settembre del mensile Tuttoscuola propone inoltre un percorso di formazione e accompagnamento che si sviluppa attraverso due proposte differenti, entrambe aggiornate, attuali e realizzate da alcuni tra i principali esperti italiani in materia. Ne parleremo in un webinar gratuito mercoledì, 21 settembre, alle ore 17.00 con Damiano Previtali, Dirigente del Ministero dell’Istruzione – Ufficio Valutazione del sistema nazionale di istruzione e formazione. Iscriviti qui.

La novità principale delle indicazioni fornite dalla nota consiste nell’invito alle istituzioni scolastiche a prevedere che i succitati documenti garantiscano il collegamento con il PNRR – Piano di riduzione dei divari territoriali e del Piano scuola 4.0. In particolare, per le istituzioni scolastiche della secondaria di II grado c’è anche l’espresso invito a considerare il Curriculum dello studente.

Le Piattaforme per la predisposizione e la pubblicazione dei documenti strategici sono aperte in contemporanea a partire da oggi, 19 settembre 2022 e fino alla data di inizio della fase delle iscrizioni. Ogni comunità scolastica, pertanto, può organizzarsi secondo i propri tempi e le proprie modalità organizzative, anche se si consiglia di seguire questa sequenza:

1) Rendicontazione sociale relativa al triennio 2019-2022 al fine di rilevare i risultati effettivamente raggiunti e le prospettive di sviluppo per la triennalità 2022-2025;
2) Rapporto di autovalutazione (RAV) per il triennio 2022-2025 con cui, tenendo conto dei risultati rendicontati e delle nuove analisi interne al RAV, si individuano le priorità e i traguardi che si intendono raggiungere al termine del triennio;
3) Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) che, partendo dall’analisi del contesto e delle priorità definite nel RAV, tenendo conto degli obiettivi formativi prioritari previsti per norma (art. 1, comma 7, legge 107/2015), “esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia”. Nel PTOF, per norma, deve essere riportato il Piano di miglioramento (art. 1, comma 14, legge n. 107/2015).

La nota precisa che sarà possibile l’importazione di alcune informazioni fra la piattaforma RAV e la piattaforma PTOF (per le istituzioni scolastiche che utilizzano la struttura di riferimento nel SIDI), per un’effettiva integrazione tra i documenti e con un significativo alleggerimento del lavoro delle scuole grazie al caricamento di informazioni già inserite. La possibilità di lavorare contemporaneamente ai documenti faciliterà il raccordo e l’integrazione tra le diverse fasi di rendicontazione, autovalutazione e progettazione, consentendo così la regolazione coerente delle scelte e soprattutto la qualificazione dell’offerta formativa.

Clicca qui per leggere la nota integrale