Predisposizione e pubblicazione dei documenti strategici. Rendicontazione sociale, RAV, PDM e PTOF

print

da La Tecnica della Scuola

Di Salvatore Pappalardo

Con l’innovazione introdotta dal comma 14 della legge 107 del 2015, il Piano  dell’Offerta Formativa (POF) da annuale, diventa (PTOF) Piano Triennale dell’Offerta Formativa al fine di rafforzare l’autonomia scolastica.

Compiti delle istituzioni scolastiche

Ogni tre anni l’istituzione scolastica sono chiamate all’elaborazione dell’offerta formativa alla luce della Rendicontazione sociale relativa al triennio precedente.

Nota ministeriale del 24 maggio 2022

Poiché l’ultimo triennio è stato fortemente condizionato dall’epidemia del covid 19, il ministero con la nota n° 13483 del 24 maggio 2022, ha invitato le scuole a un proficuo processo di autovalutazione al fine di individuare le priorità del triennio 2022-25 dopo aver effettuato un’analisi e una verifica del proprio servizio sulla base dei dati resi disponibili dal sistema informativo del Ministero, dall’INVALSI e di ulteriori elementi significativi integrati dalla scuola.

Piattaforme per la predisposizione dei documenti

Il ministero con la successiva nota n° 23940 del 19 settembre 2022 ha inteso ricordare alle scuole che le Piattaforme per la predisposizione e la pubblicazione dei documenti strategici sono aperte in contemporanea a partire dal 19 settembre 2022 e fino alla data d’inizio della fase delle iscrizioni.

Organizzazione scolastica

Nell’ambito dell’autonomia scolastica Ogni istituzione può organizzarsi, secondo i propri tempi e le proprie modalità, nella predisposizione e la compilazione dei seguenti documenti:

  • Rendicontazione sociale relativa al triennio 2019-2022 al fine di rilevare i risultati effettivamente raggiunti e le prospettive di sviluppo per la triennalità 2022-2025;
  •  Rapporto di autovalutazione (RAV) per il triennio 2022-2025 con cui, tenendo conto dei risultati rendicontati e delle nuove analisi interne al RAV, s’individuano le priorità e i traguardi che s’intendono raggiungere al termine del triennio;
  • Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) che, partendo dall’analisi del contesto e delle priorità definite nel RAV “esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa.  Nel PTOF, va inoltre inserito il Piano di miglioramento.

Integrazione documenti

La nota indica alle scuole, che utilizzano la struttura di riferimento nel SIDI, di seguire la sequenza logica e temporale suggerita al fine di poter riportare alcune informazioni fra la piattaforma RAV e la piattaforma PTOF, inoltre la nota evidenzia come il lavorare contemporaneamente ai documenti faciliterà il raccordo e l’integrazione tra le diverse fasi di rendicontazione, autovalutazione e progettazione, consentendo così la regolazione coerente delle scelte e soprattutto la qualificazione dell’offerta formativa.

Rendicontazione sociale

La rendicontazione sociale assume un’importante funzione di collegamento tra un triennio e l’altro e rappresenta la fase conclusiva del ciclo triennale di valutazione delle istituzioni scolastiche attraverso la quale le scuole danno conto dei risultati raggiunti con riferimento alle priorità e ai traguardi individuati all’interno del RAV e agli obiettivi formativi del PTOF e poter avviare al meglio la nuova triennalità e individuare le priorità e i traguardi da riproporre e/o aggiornare.

Supporto alle scuole

Le scuole che hanno effettuato annualmente la rendicontazione attraverso la sezione 5 della struttura di riferimento del PTOF all’interno del SIDI, troveranno precaricati i contenuti già inseriti per le diverse annualità relativamente alle attività svolte e ai risultati raggiunti, potendo così più agevolmente compilare la sezione relativa alla rendicontazione dell’intera triennalità.

Rapporto di Autovalutazione

Il RAV è lo strumento che orienta l’autovalutazione e avvia la nuova triennalità di ogni singola scuola, supportandola nella definizione delle priorità da raggiungere e nella individuazione degli obiettivi di processo. Per il RAV il Ministero informa le scuole che nelle piattaforme è presente una guida operativa sulla predisposizione e sulla pubblicazione del RAV.

Aspetti presenti nella pubblicazione

Il Ministero nella nota fa presente che la pubblicazione del RAV sul Portale Scuola in chiaro prevede solo i livelli di autovalutazione espressi nelle aree degli Esiti, dei Processi e delle Priorità, lasciando all’autonomia delle scuole la decisione e la valutazione di pubblicare anche i punti di forza e di debolezza oltre a poter selezionare le tabelle e i grafici che s’intendono rendere visibili nella specifica sezione “Indicatori” del Portale Scuola in chiaro.

Piano di miglioramento

A seguito dell’azione di autovalutazione effettuata dalla singola scuola sono pianificati i percorsi e le azioni per raggiungere i traguardi prefissati nel Piano di Miglioramento, che, secondo le disposizioni da norma, deve essere parte integrante del PTOF. In questo senso l’individuazione delle priorità e dei traguardi attraverso il RAV deve avvenire prima di qualsiasi impostazione del Piano di miglioramento all’interno del PTOF, fermo restante che è possibile modificare eventualmente il RAV e ripubblicarlo per tutto il periodo di apertura delle funzioni.

Aggiornamento del PTOF

L’aggiornamento del PTOF per il triennio 2022/2023 rappresenta l’occasione per definire le scelte progettuali in maniera più puntuale. In merito la nota avvisa le scuole che utilizzano, per la predisposizione del PTOF, la struttura di riferimento in ambiente SIDI è messa a disposizione l’elenco completo delle voci già presenti per la triennalità precedente, implementato e aggiornato rispetto alle novità normative intercorse nel frattempo.

Collegamento con PNRR – Piano di riduzione dei divari territoriali e Piano “Scuola 4.0”

A seguito del Decreto ministeriale 24 giugno 2022 n. 170, con il quale sono stati individuati i criteri di riparto e le istituzioni scolastiche beneficiarie delle risorse per le azioni di prevenzione e contrasto alla dispersione, è stata emanata la nota n° 60586 del 13 luglio 2022, con la quale sono stati forniti “Orientamenti per l’attuazione degli interventi nelle scuole”, dai quali emerge l’opportunità per scuole beneficiarie di una progettazione, che tenga conto dell’analisi del contesto e del RAV, al fine di definire obiettivi specifici e mirati alla riduzione della dispersione scolastica e al potenziamento delle competenze di base degli studenti.

Suggerimenti alle scuole

Per una proficua e pertinente progettazione degli interventi legati all’investimento 1.4 del PNRR Istruzione sono dati i seguenti suggerimenti:

  • il gruppo di lavoro per la prevenzione della dispersione scolastica comprenda anche docenti del Nucleo interno di valutazione;
  • Individuare nell’ultima sezione del RAV delle istituzioni scolastiche attuatrici, sulla base dell’autovalutazione svolta con riferimento ai dati e ai benchmark presenti, priorità di miglioramento e connessi traguardi collegati alle finalità degli interventi sostenuti dall’investimento 1.4 del PNRR, anche ai fini dell’assegnazione degli obiettivi oggetto dell’atto d’obbligo da sottoscrivere per la realizzazione delle attività;
  • Definire nel Piano di miglioramento i percorsi e le azioni da attuare per il raggiungimento delle priorità individuate, ponendo particolare attenzione al collegamento fra gli obiettivi previsti nel PNRR, le azioni finanziate con il DM 170/2022, nonché le azioni previste nell’ambito del Piano “Scuola 4.0”;
  • Riportare nel PTOF le iniziative curriculari ed extracurriculari, così come indicato negli “Orientamenti per l’attuazione degli interventi nelle scuole”, previste per il raggiungimento degli obiettivi. In relazione al Piano “Scuola 4.0” è opportuno, altresì, riportare nel PTOF i principali aspetti relativi alle nuove strategie didattiche e organizzative per la trasformazione delle classi in ambienti innovativi di apprendimento.

Monitoraggio delle azioni

In un’ottica di supporto al lavoro delle Istituzioni scolastiche è evidenziato come l’utilizzo della sezione del PTOF all’interno del SIDI, in merito al monitoraggio, alla verifica e alla rendicontazione, può rivelarsi particolarmente funzionale ai fini dello stato di avanzamento nella realizzazione delle azioni e di raggiungimento dei traguardi previsti.  La suddetta sezione inoltre, in accordo con l’Unità di missione per lo PNRR, sarà ulteriormente integrata e regolata per facilitare e supportare le istituzioni scolastiche che intendono perseguire il miglioramento attraverso una solida metodologia di lavoro, fermo restante che la suddetta sezione alimenta un documento fondamentale, per le Istituzioni scolastiche di secondo grado, come il Curriculum dello studente.

Come accedere alle piattaforme

La nota esplicita inoltre che per accedere alle tre diverse piattaforme:

  • della Rendicontazione sociale,
  • del RAV
  •  del PTOF

è possibile attraverso la Scrivania del Portale SNV all’indirizzo https://snv.pubblica.istruzione.it/snv-portale[1]web/private/scrivania.

Accompagnamento delle scuole

Sono state previste, dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con l’INVALSI e gli USR delle misure di accompagnamento volte a sostenere le scuole nella nuova fase di progettazione e rendicontazione che si apre con l’a.s. 2022/23.  Le date, i contenuti e le modalità previste per gli incontri saranno comunicati alle singole scuole dalle USR .