Tradurre la storia. Un dialogo su lingue, vita e letteratura a partire da Beppe Fenoglio

Tradurre la storia. Un dialogo su lingue, vita e letteratura a partire da Beppe Fenoglio

Sala Tassinari a Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore, Bologna),
23 novembre 2022, Ore 17.30

Intervengono:
Flavio Santi | Università dell’Insubria
Martina Mengoni | Università di Ferrara
Rita Monticelli | Università di Bologna
Matteo Cavalleri | Fondazione Gramsci Emilia-Romagna

In occasione del centenario della nascita di Beppe Fenoglio – traduttore di Eliot, Coleridge e Lee Masters e autore che ha spesso utilizzato l’inglese per liberare l’italiano dalle incrostazioni retoriche, per riappropriarsi della propria lingua a partire dall’alterità di un’altra – la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna organizza un dialogo interdisciplinare sul valore politico ed epistemologico della traduzione, intesa come capacità di muoversi tra le lingue e atto fondamentale nella gestione e comprensione della complessità e contraddittorietà sia della contingenza storica sia delle identità culturali.Si darà ovviamente risalto alla riflessione gramsciana sul tema, a quella sviluppatasi nel mondo dei cultural studies e alla figura di Heinz Riedt, interprete e partigiano tedesco durante la Resistenza italiana e, successivamente, traduttore di Se questo è un uomo di Levi e di Una questione privata di Fenoglio (oltre che di Collodi, Calvino, Gadda, Pirandello e Rodari). 

Incontro in collaborazione con l’Istituto di Cultura Germanica Goethe-Zentrum Bologna

100 anni fa nasceva Beppe Fenoglio (1° marzo 1922 – 18 febbraio 1963).

Di seguito alcuni testi presenti nella biblioteca della Fondazione Gramsci di e su Fenoglio.

  • Un giorno di fuoco. Un romanzo e dodici racconti, Beppe Fenoglio (Garzanti, 1963)
  • Opere, Beppe Fenoglio, edizione critica diretta da Maria Corti (Einaudi, 1978)
  • Il partigiano Fenoglio. Uno scrittore nella guerra civile. Testi: Piero Negri, Luca Bufano, Pierfrancesco Manca, fotografie Chico De Luigi dal set di Il Partigiano Johnny (Fandango libri, 2000)
  • La strada più lunga. Sulle tracce di Beppe Fenoglio, di Gabriele Pedullà (Donzelli, 2001)
  • Nel ghiaccio e nella tenebra. Paesaggio, corpo e identità nella narrativa di Beppe Fenoglio, Veronica Pesce (Pozzi, 2015)
  • Nel segno di Fenoglio. Lo straordinario e il vero, Angelo Bendotti (Associazione editoriale Il filo di Arianna, 2018)
  • Beppe Fenoglio e la Resistenza, Pietro Chiodi (Edizioni dell’Asino, 2020)
  • “Oltre l’ultima quercia”. Serenate a Bretton Oaks di Fenoglio. Saggio critico e testo teatrale integrale, Ilaria Moretti, prefazione di Roberta Arcelloni (Unicopli, 2021)

Correva, con gli occhi sgranati, vedendo pochissimo della terra e nulla del cielo. Era perfettamente conscio della solitudine, del silenzio, della pace, ma ancora correva, facilmente, irresistibilmente. Poi gli si parò davanti un bosco e Milton vi puntò dritto. Come entrò sotto gli alberi, questi parvero serrare e far muro e a un metro da quel muro crollò.

da Una questione privata