Decreto Ministeriale 29 maggio 2013

print

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Decreto Ministeriale 29 maggio 2013

Conferimento   delle   deleghe   di   attribuzione    del    Ministro
dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca al  Sottosegretario
di Stato dott. Gabriele Toccafondi. (13A06172)

(GU n.166 del 17-7-2013)

 

                    IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, 
                  DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA 

  Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive  modificazioni,
recante disciplina dell'attivita'  di  Governo  e  ordinamento  della
Presidenza del Consiglio dei ministri, ed in  particolare  l'art.  10
relativo ai Sottosegretari di Stato; 
  Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n.  300  e  successive
modificazioni ed integrazioni,  recante  riforma  dell'organizzazione
del Governo, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997,  n.  59,
ed in particolare gli articoli 7, 49 e 50; 
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001,  n.  165  e  successive
modificazioni ed  integrazioni  e,  in  particolare,  l'art.  4,  che
individua le funzioni di  competenza  dell'organo  di  vertice  delle
amministrazioni statali, distinguendole dagli atti di competenza  dei
dirigenti e l'art. 14 che definisce gli ambiti di esercizio di  dette
funzioni dell'organo di vertice; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14  gennaio  2009,
n. 16 relativo al  «regolamento  recante  la  riorganizzazione  degli
Uffici di diretta collaborazione presso il Ministero dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca»; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20  gennaio  2009,
n.   17   relativo   al   «regolamento   recante   disposizioni    di
riorganizzazione del Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e
della ricerca» e successive modificazioni ed integrazioni; 
  Visto il decreto del Presidente  della  Repubblica  del  28  aprile
2013, recante, tra gli  altri,  la  nomina  dell'On.  Prof.ssa  Maria
Chiara Carrozza a Ministro dell'Istruzione, dell'Universita' e  della
Ricerca; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 3 maggio 2013,
recante,  tra  gli  altri,  la  nomina  a  Sottosegretario  di  Stato
all'istruzione, all'universita' e alla  ricerca  del  dott.  Gabriele
Toccafondi; 
  Ritenuto di dover delegare la  trattazione  di  alcune  materie  al
suddetto Sottosegretario di Stato; 

                              Decreta: 

                               Art. 1 

  1. Al dott.  Gabriele  Toccafondi,  Sottosegretario  di  Stato  del
Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e  della  ricerca   e'
conferita la delega a trattare, sulla  base  delle  indicazioni  del.
Ministro, gli affari inerenti le materie indicate al successivo  art.
2. 
  2.  Resta  ferma  la  competenza  del   Ministro   sugli   atti   e
provvedimenti per i quali una espressa disposizione  di  legge  o  di
regolamento escluda la possibilita' di delega,  nonche'  quelli  che,
sebbene delegati, siano dal Ministro specificatamente a se' avocati o
comunque direttamente compiuti. 
  3. Al coordinamento necessario all'attuazione del presente  decreto
provvede l'ufficio di Gabinetto.
                               Art. 2 

  1. Al dott. Gabriele Toccafondi e' conferita la delega a trattare: 
    a) ordinamenti  e  programmi  scolastici  del  secondo  ciclo  di
istruzione e formazione; 
    b) indirizzi in materia di libri  di  testo  e  rapporti  con  le
associazioni degli editori; 
    c) indirizzi in materia di Agenda Digitale,  con  riferimento  al
Piano Nazionale per  la  Scuola  digitale  e  all'editoria  digitale.
Rapporti con l'Agenzia Digitale italiana e con le associazioni  degli
editori; 
    d) educazione alla  sicurezza  stradale,  educazione  ambientale,
educazione alla salute nella scuola; 
    e) alternanza scuola-lavoro; 
    f) tematiche relative al rapporto tra titoli di studio e  accesso
al lavoro e alle professioni; 
    g)   istruzione   post-secondaria,   educazione   ed   istruzione
permanente degli adulti; 
    h) istruzione tecnica e professionale e rapporti  con  i  sistemi
formativi delle Regioni; 
    i) sistema delle scuole paritarie e non paritarie; 
    l)  monitoraggio  e  coordinamento  delle  attivita'  legate   al
progetto «Carta dello studente»; 
    m) monitoraggio dell'attuazione della legge 30 dicembre 2010,  n.
240; 
    n)  monitoraggio  dell'attuazione  e  dell'implementazione  della
anagrafe degli studenti; 
    o)  monitoraggio  dell'attuazione  e  dell'implementazione  della
anagrafe dell'edilizia scolastica; 
    p) rapporti con le Regioni nelle materie oggetto della delega; 
    q)  questioni  specifiche  di  volta  in  volta  individuate  dal
Ministro nell'ambito delle materie di competenza del Ministero. 
  2.  Il  Sottosegretario  di  Stato  dott.  Gabriele  Toccafondi  e'
delegato, in caso di impedimento del  Ministro  e  sulla  base  delle
indicazioni  del  Ministro,  ad  intervenire  presso  le  Camere,  in
rappresentanza del Ministro, per lo svolgimento di  interrogazioni  a
risposta orale e per ogni altro intervento che  si  renda  necessario
nel corso dei lavori parlamentari. 
  3. In caso di impedimento, il Ministro puo' delegare, di  volta  in
volta, al Sottosegretario di  Stato,  dott.  Gabriele  Toccafondi,  i
rapporti  con  le  istituzioni  comunitarie  e  internazionali  nelle
materie di competenza, la partecipazione alle missioni internazionali
nelle materie di competenza del Ministero, nonche' la  presidenza  di
commissioni e comitati operanti nell'ambito  delle  attribuzioni  del
Ministero e la partecipazione alle riunioni della Conferenza Stato  -
Regioni, della Conferenza Stato - citta' ed autonomie locali e  della
Conferenza Unificata e alle riunioni di  Comitati  interministeriali,
ivi compreso il CIPE.
                               Art. 3 

  1. Non sono compresi nella delega di cui  all'art.  2,  oltre  agli
atti espressamente riservati alla firma del Ministro o dei  dirigenti
da leggi o regolamenti, quelli di seguito indicati: 
    a) gli atti e i provvedimenti che implichino  una  determinazione
di particolare importanza politica,  amministrativa  o  economica;  i
programmi, gli atti, i  provvedimenti  amministrativi  connessi  alle
direttive di ordine generale; gli atti  inerenti  alle  modificazioni
dell'ordinamento delle  attribuzioni  delle  direzioni  generali  del
Ministero, nonche' degli enti e degli istituti sottoposti a controllo
o vigilanza del Ministro; tutti gli atti da sottoporre  al  Consiglio
dei Ministri e ai Comitati interministeriali; 
    b) i decreti di nomina degli organi di amministrazione  ordinaria
e straordinaria e di controllo degli enti ed  istituti  sottoposti  a
controllo  o  vigilanza  del  Ministero,  nonche'  le  nomine  e   le
designazioni, previste da disposizioni legislative, di rappresentanti
del Ministero in seno  ad  enti,  societa',  collegi,  commissioni  e
comitati; 
    c) gli atti  relativi  alla  costituzione  di  commissioni  e  di
comitati istituiti o promossi dal Ministro; 
    d) la valutazione sulle prestazioni svolte dai dirigenti preposti
ai centri  di  responsabilita'  sulla  base  degli  elementi  forniti
dall'organo di valutazione e controllo  strategico  e  sui  risultati
delle analisi effettuate annualmente dal medesimo organo di controllo
sul conseguimento degli obiettivi operativi  fissati  dall'organo  di
direzione politica; 
    e) le determinazioni sulle relazioni  che  i  responsabili  degli
uffici sono tenuti a sottoporre al  Ministro  per  le  questioni  che
presuppongono le risoluzioni di tematiche di rilievo  generale  o  il
coordinamento delle attivita' tra le direzioni del Ministero; 
    f) le assegnazioni finanziarie ai sensi dell'art. 14 del  decreto
legislativo 30 marzo 2001, n.  165,  e  successive  modificazioni  ed
integrazioni; 
    g) i rapporti con  gli  organi  costituzionali  o  ausiliari  del
Governo,  nonche'  le  risposte  agli   organi   di   controllo   sui
provvedimenti del Ministro; 
    h) l'adozione degli atti amministrativi  generali  inerenti  alle
materie di cui agli articoli 4 e 14 del decreto legislativo 30  marzo
2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni; 
    i) i conferimenti di incarichi individuali ad esperti e la nomina
di arbitri. 
  Il  presente  decreto  sara'  trasmesso  ai  competenti  organi  di
controllo per la registrazione  e  sara'  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica Italiana. 

    Roma, 29 maggio 2013 

                                                Il Ministro: Carrozza 

Registrato alla Corte dei conti il 17 giugno 2013 
Ufficio di controllo sugli atti del MIUR, del MIBAC, del Min.  salute
e del Min. lavoro, registro n. 9, foglio n. 146