Studenti, i 100 super bravi premiati il 25 ottobre a Lecce

print

da La Tecnica della Scuola

Studenti, i 100 super bravi premiati il 25 ottobre a Lecce

Per il Miur sono 100 gli studenti “super bravi”, al punto di meritarsi un premio, una menzione, speciale.

Saranno loro i giovano protagonisti della Giornata delle Eccellenze, dedicata agli studenti che si sono distinti nelle competizioni nazionali nelle diverse discipline scolastiche.

L’iniziativa, alla sua quarta edizione, rientra nell’ambito del Programma nazionale per la valorizzazione delle eccellenze.

Quest’anno l’evento si svolgerà a Lecce martedì 25 ottobre presso il Teatro “Politeama Greco”, grazie anche alla collaborazione dell’Università del Salento.

A conferire il riconoscimento agli studenti sarà il sottosegretario Angela D’Onghia.

Le 100 eccellenze arrivano dalle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia.

La loro età è compresa tra i 15 e i 18 anni (45 gli under 18 e 55 i maggiorenni). I ragazzi prevalgono sulle ragazze (70 contro 30).

Si tratta di alunni che sono riusciti ad imporsi nelle 14 Olimpiadi e Competizioni nazionali, dalle più tradizionali come quelle di Informatica, Filosofia, Fisica e Matematica, alle più recenti come quelle di Italiano, Lingue e Civiltà Classiche, Astronomia.

I ragazzi si sono distinti in modo eccellente anche nelle Gare degli Istituti Tecnici e Professionali, promosse con la collaborazione degli Albi professionali per le discipline tecnico-pratiche. Competizioni che sono riconosciute dal Miur e che rientrano nel Piano annuale per la valorizzazione e promozione del merito.

La Giornata delle Eccellenze è organizzata dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Miur.

La cerimonia, organizzata dal Miur, si tiene ogni anno in luoghi simbolici e di alto prestigio culturale e istituzionale.

Le precedenti edizioni si sono tenute a Napoli, presso Città della Scienza, a Lucca alla presenza del ministro Stefania Giannini, e lo scorso anno nell’Aula del Senato, a Roma, con la partecipazione del presidente Pietro Grasso.