Archivi tag: Olimpiadi

Nota 21 settembre 2011, Prot. MIURDGOS n. 6267

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma

di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2012.

 

La Società Astronomica Italiana (SAIt) e l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), organizzano le Olimpiadi Italiane di Astronomia 2012.

Scopo dell’iniziativa è quello di stimolare l’interesse per lo studio delle discipline scientifiche in generale e dell’Astronomia e dell’Astrofisica in particolare, offrendo agli studenti delle scuole italiane un’occasione di incontro e di confronto fra le diverse realtà scolastiche e fra scuola e mondo della ricerca scientifica.

Sono ammessi a partecipare gli studenti e le studentesse delle scuole italiane nati/e negli anni 1997 e 1998 (categoria junior) e negli anni 1995 e 1996 (categoria senior), senza distinzione di nazionalità e cittadinanza.

La competizione è strettamente individuale e si svolge in tre fasi, come specificato nel bando allegato al quale si fa specifico rinvio anche per quanto attiene alle modalità di partecipazione e i termini di presentazione degli elaborati.

I vincitori delle Olimpiadi Italiane di Astronomia saranno candidati a far parte della Squadra Nazionale che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia, che avranno luogo in autunno nella sede e con le modalità che saranno successivamente comunicate sul sito www.olimpiadiastronomia.it

 

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Allegati

Nota 2 settembre 2011, Prot. n. MIURAOODGOS 5651

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio VII

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della

Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Trento

 

All’Intendente Scolastico

per le scuole delle località ladine di

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di

Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi del Patrimonio 2012

 

L’Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte (ANISA) organizza le Olimpiadi del Patrimonio per l’anno scolastico 2011/2012.

 

La competizione, alla sua 7a edizione, è rivolta a gruppi di studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio nazionale.

 

Le scuole che intendono partecipare all’iniziativa devono farne richiesta ai Referenti regionali per le Olimpiadi del Patrimonio.

 

Gli indirizzi dei Referenti nazionali o dei Referenti regionali ai quali le scuole comunicheranno le iscrizioni sono indicati nell’elenco allegato.

 

La scadenza per le iscrizioni è il 10 gennaio 2012.

 

Il Bando e la scheda di adesione possono essere scaricati dal sito dell’ANISA www.anisa.it. La competizione è stata proposta al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il riconoscimento nel programma nazionale di promozione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie superiori per l’anno scolastico 2011/2012. .

 

IL DIRIGENTE

Edvige Mastantuono

—————–

Olimpiadi del Patrimonio 2012

 

 

ANISA, Associazione Nazionale Insegnanti Storia dell’Arte, per l’anno scolastico 2011-2012 organizza la competizione delle Olimpiadi del Patrimonio. L’iniziativa, alla sua settima edizione, è rivolta agli studenti delle scuole secondarie superiori nell’ambito delle discipline storiche, storico-artistiche o artistiche o trasversalmente con altre discipline curriculari . La competizione è stata inserita nel 2008 dal Miur nella lista dei soggetti accreditati per la valorizzazione delle eccellenze e come tale gli studenti vincitori saranno premiati oltre che dall’Anisa anche dal MIUR, che invia direttamente alle scuole gli importi previsti per le gare di squadra a carattere nazionale, secondo le tabelle elaborate dal Miur stesso. L’ iniziativa è stata altresì inserita tra i punti qualificanti del nuovo Protocollo d’Intesa tra Anisa e MIUR, sottoscritto il 20-3-2009.

La competizione, promossa da ANISA, sarà realizzata e monitorata nelle fasi di preparazione e valutazione delle prove e nelle sue varie fasi regionali e nazionali da ANISA e dal Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio del MiBAC, ai sensi del Protocollo d’Intesa del 26-3-2003, rinnovato il 2-1-2009, finalizzato a promuovere comuni iniziative per lo sviluppo dell’educazione all’arte e al patrimonio culturale. L’iniziativa avrà carattere prevalentemente nazionale, ma a partire da quest’anno il progetto intende allargare il contesto della competizione a livello europeo.

1. Obiettivi

• Fornire agli studenti un’opportunità per arricchire la loro conoscenza delle straordinaria ricchezza e varietà delle testimonianze storico-artistiche e monumentali disseminate sul territorio italiano e di due paesi europei;

• promuovere una formazione culturale in cui l’educazione al patrimonio e alla conservazione e tutela del medesimo sia un elemento qualificante nella costruzione dell’identità civile delle giovani generazioni;

• incentivare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;

• abituare gli allievi a conoscere e riconoscere linguaggi, materiali, tecniche pittoriche e costruttive delle testimonianze prese in esame;

• fornire loro strumenti utili, quali ad es. schede di lettura di opere di pittura, scultura, architettura, la cui corretta compilazione li potrà aiutare a porsi le giuste domande di fronte all’opera ;

• spronarli a produrre documentazione fotografica, utilizzando tecniche tradizionali o digitali;

• abituarli alla collaborazione e al confronto attraverso lavori di gruppo che valorizzino gli apporti individuali. (cooperative learning).

2. La prova: argomenti

La prova verterà su argomenti di archeologia e arte medievale e sui principali artisti e movimenti artistici dal Rinascimento al Novecento.

In questo ambito cronologico, gli argomenti selezionati e tutte le indicazioni sulle modalità delle prove stesse e sul numero di partecipanti per scuola verranno ulteriormente specificate nelle Linee Guida disponibili sul sito www.anisa.it entro la fine di ottobre.

 

 

3. Fasi e tempi

• selezione d’istituto: entro il 10 febbraio 2012, utilizzando materiale specificamente predisposto dai docenti dell’istituto, sulla base delle indicazioni contenute nel bando e su esempi di prova forniti alle scuole da ANISA;

• selezione regionale: 3 marzo 2012, contemporaneamente in tutta Italia, in una o più sedi, per ogni regione. Ad essa saranno ammesse squadre composte dagli studenti primi classificati di ogni istituto di quella regione;

• finale nazionale: Roma, primi di maggio 2012, riservata alle squadre prime classificate in ogni regione; qualora una regione non partecipi alla competizione con almeno cinque scuole iscritte per l’accesso alla finale, verrà accorpata ad altra regione in analoga situazione.

• premiazione dei vincitori della finale nazionale: Roma, primi di maggio 2012. Verrà comunicato successivamente giorno, indirizzo e orario della manifestazione a Roma.

 

3.1 Selezione regionale – Prove e argomenti

La I Prova utilizzata per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi del patrimonio sarà un questionario articolato in domande strutturate e semistrutturate, da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da 30 domande a scelta multipla a 4 o 5 alternative; potranno essere presenti anche quesiti semi strutturati (completamento, identificazione errori etc); potranno riguardare identificazione di opere di architettura, pittura, scultura, siti archeologici, spazi urbani, distribuiti su tutto il territorio nazionale e compresi di norma nei programmi di studio e in gran parte inseriti nella lista dei siti Unesco. Saranno anche inseriti due siti Unesco scelti in ambito di due nazioni europee.

E’ prevista da quest’anno un’unica categoria, in quanto la storia dell’arte non viene più insegnata nei bienni di alcuni licei e istituti tecnici e professionali. La partecipazione non è individuale ma ogni scuola selezionerà una squadra di tre (composta o soltanto da studenti del triennio o mista, cioè con un elemento del II anno del Biennio e due del Triennio).

La II Prova utilizzata per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi del Patrimonio sarà un questionario articolato in domande strutturate e/ o semistrutturate da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti quest’anno verteranno sul tema dell’educazione al patrimonio come educazione alla legalità ed educazione alla cittadinanza e riguarderanno ambiti regionali. I contenuti delle prove e i materiali utili per la preparazione saranno precisati successivamente nelle Linee Guida.

N.B Sul sito Anisa www.anisa.it alla voce Olimpiadi/ archivio è possibile consultare le prove delle passate edizioni della competizione.

3.2. Finale nazionale – Percorso di lettura del territorio

Le squadre finaliste dovranno presentare alla giuria un elaborato, risultato/frutto di lavoro di ricerca e documentazione, individuale e/o di gruppo, che attesti un percorso di lettura del territorio (museo, sito archeologico, chiesa, centro urbano, villa, giardino ecc.), realizzato tramite supporto multimediale (cd, powerpoint, filmato o altro). Questa fase potrà avvalersi di apporti trasversali e multidisciplinari, utilizzando competenze di studenti della scuola di provenienza, esterni alla squadra.

 

4. Modalità di adesione

L’iscrizione sarà effettuata scaricando dal sito www.anisa.it il modulo Allegato I del presente bando e inviandolo debitamente compilato al referente regionale per le Olimpiadi. (cfr. Allegato II);

entro il 10 gennaio 2012, la fotocopia della ricevuta del versamento della quota di iscrizione di euro 50,00 (sessanta), causale- Olimpiadi del patrimonio 2012 su Bollettino Postale C.C.P. n. 37009164 intestato ad ANISA – per l’Educazione all’Arte; oppure tramite bonifico su C.C.P n. 37009164, sempre intestato ad ANISA – Per l’Educazione all’Arte – IBAN IT24 N076 0102 40000 0037009 164, va inviata alla tesoriera Paola Strada, paola.strada@beniculturali.it, e a Teresa Calvano referente nazionale per le Olimpiadi, teresa.calvano@anisa,it, tel. 0644230899 fax 064402294.

 

 

5. Quota di iscrizione

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a:

• ricevere informazioni su tutte le iniziative promosse dall’ANISA e dal Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio del MiBAC, a livello nazionale;

• ricevere il Bollettino Quadrimestrale dell’Anisa per l’educazione all’arte e SED, il Giornale del Centro per i Servizi Educativi, nonché eventuali altre pubblicazioni a carattere didattico e/o tematico curate dall’Associazione e da Sed.

6. Spese di viaggio

• Le spese di viaggio per la partecipazione alla selezione regionale saranno a carico della scuola;

• Le spese di viaggio e di albergo e alcuni pasti, per gli studenti ammessi alla finale nazionale, saranno a carico dell’ANISA.

 

La Presidente

(Clara Rech)

 

Roma, 29.7.2011

Nota 28 luglio 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 5305

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: International Physics Olympiads

 

Si è conclusa la quarantaduesima edizione delle International Physics Olympiads tenutasi a Bangkok in Thailandia. La squadra italiana, composta da cinque studenti, ha conseguito tre medaglie di bronzo e due menzioni di merito. Alla manifestazione hanno preso parte 393 concorrenti da 84 paesi. I premi degli Italiani sono distribuiti come segue:

MEDAGLIE DI BRONZO

1) Fedor Getman del liceo “Sbordone” di Napoli;

2) Andrea Stacchiotti del liceo “da Vinci” di Jesi;

3) Francesco Saltarelli del liceo “Alberti” di Minturno;

 

MENZIONI DI MERITO

4) Marco Graffiedi del liceo “Ricci Curbastro” di Lugo;

5) Marco Filipas del ITIS “Volta” di Trieste.

 

IL DIRIGENTE

Antonio Lo Bello

 

Nota 19 luglio 2011, Prot. MIURDGOS n. 4999

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi Internazionali di Biologia 2011. Brillante risultato della squadra Italiana

 

Dal 10 al 17 luglio 2011 a Taipei (Taiwan) si sono svolte le Olimpiadi Internazionali di Biologia alle quali hanno partecipato 239 studenti selezionati di 58 Paesi del mondo.

La squadra Italiana con i suoi quattro partecipanti ha ottenuto un ottimo risultato conquistando tre medaglie d’argento ed una di bronzo, di seguito i nominativi dei vincitori in ordine di classifica:

 

Daniele Cervettini del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria medaglia d’argento

(41° posto nella graduatoria mondiale dei 239 ragazzi);

Luca Biavati del Liceo Scientifico Tecnologico “Alberghetti” di Imola medaglia d’argento;

Martina Chiriacò del Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” di Lecce medaglia d’argento;

Alessio Capobianco del Liceo Scientifico “Alberti” di Cagliari medaglia di bronzo.

 

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

 

Nota 8 giugno 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 3868

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della

Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Trento

 

All’Intendente Scolastico

per le scuole delle località ladine di

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di

Bolzano

 

Oggetto: Competizioni di Informatica nella scuola dell’obbligo – Olimpiadi di Problem Solving 2011.

 

Il 21 maggio u.s. presso l’ISS “F. Caffè” di Roma si è svolta la Finalissima delle “Olimpiadi di Problem Solving”, la competizione di informatica rivolta all’intero ciclo dell’obbligo scolastico.

Le squadre degli studenti hanno affrontato le prove nazionali in un clima di grande soddisfazione accompagnate dai Dirigenti scolastici, docenti e genitori che hanno successivamente assistito alla premiazione, manifestando grande apprezzamento per l’annuale percorso caratterizzato da allenamenti, gare di istituto e gara regionale.

Durante la manifestazione, da parte di questo Ufficio, è stata rappresentata l’intenzione di procedere alla pubblicazione delle relative esperienze nella rivista “Studi e Documenti degli Annali della Pubblica Istruzione”, invitando Dirigenti scolastici, docenti e studenti ad inviare i propri contributi (max. 8000 battute spazi inclusi) entro il 30 giugno c.a.

 

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.olimpiadiproblemsolving.com Si allegano le classifiche delle squadre.

 

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Allegati

Nota 27 aprile 2011, Prot. n. MIURAOODGOS 2890

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: Proroga termine iscrizione “Olimpiadi di lingua italiana”

 

In riferimento alla nota prot. n. 2479 del 7 aprile 2011, si comunica che il termine di iscrizione delle istituzioni scolastiche alle “Olimpiadi di Lingua italiana” è posticipato alla data del 6 maggio 2011. Si ricorda che l’iscrizione è da effettuare sul sito www.olimpiadi-italiano.it

 

IL DIRIGENTE

Antonio Lo Bello

 

Nota 18 aprile 2011, Prot. MIURDGOS n. 2719

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: 4^ EDIZIONE DELLE OLIMPIADI DELLA LINGUA ITALIANA – Pubblicazione risultati.

 

Si comunicano le scuole finaliste della 4^ edizione (2010/2011) delle Olimpiadi della Lingua Italiana:

 

SCUOLA PRIMARIA:

1° posto: Direzione Didattica “L. Radice” di Taviano

2° posto: (ex aequo) Ist. Comprensivo “Polo 3” di Casarano e III Circolo “G.Rodari” Pozzuoli

 

SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO:

1° posto: Ist. Comprensivo “Bonito- Cosenza” Castellamare di Stabia .

2° posto: Ist. Comprensivo “Anna Frank” Sesto San Giovanni.

3° posto: Ist. Comprensivo “F. Guglielmino” Acicatena.

 

SCUOLA SECONDARIA SECONDO GRADO:

1° posto: Liceo Ginnasio “Rinaldini” Ancona.

2° posto: Liceo Scientifico “G. Galilei” Catania.

3° posto: Liceo Classico “Don Cavina” Randazzo.

 

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

 

Nota 7 aprile 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 2479

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

 

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi di lingua italiana.

 

Nell’ambito del Protocollo d’Intesa stipulato, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, fra le iniziative intraprese per la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, indice in collaborazione con l’Accademia della Crusca, con l’Università di Firenze, con il Ministero degli Affari Esteri e con il Comune di Firenze, la prima edizione delle Olimpiadi di lingua italiana rivolte agli studenti del secondo biennio delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e agli studenti del secondo biennio dei licei italiani all’estero.

La scadenza per l’iscrizione degli studenti da parte delle Istituzioni scolastiche è il 30 aprile 2011 da effettuare sul sito www.olimpiadi-italiano.it

 

IL DIRIGENTE

Antonio Lo Bello

————————–

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

 

Olimpiadi di lingua italiana

 

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica -, in collaborazione con l’Accademia della Crusca, con l’Università di Firenze, con il Ministero degli Affari Esteri – Reparto Ordinamenti e Scuole Paritarie – e con il Comune di Firenze, indice una competizione nazionale denominata Olimpiadi di lingua italiana.

L’iniziativa si propone di:

– incentivare e sollecitare lo studio della lingua italiana come elemento essenziale della formazione culturale di ogni studente e indispensabile strumento di conoscenza;

– stimolare negli studenti l’interesse a guidare e a migliorare i propri processi di apprendimento.

REGOLAMENTO DELLE OLIMPIADI

1. Destinatari

Le Olimpiadi sono indirizzate agli studenti del secondo biennio delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie, compresi gli studenti del secondo biennio dei licei italiani all’estero. La partecipazione è individuale. Ogni istituzione scolastica può iscrivere fino a 10 studenti in base ad autonomi criteri di scelta che tengano comunque conto del merito.

2. Modalità di partecipazione

Lo svolgimento delle Olimpiadi si articola in tre fasi:

– Fase di istituto: 27 maggio 2011

– Fase regionale: 30 settembre 2011

– Fase nazionale: 15 ottobre 2011

La fase di istituto è preceduta da una “prova di sistema” il 10 maggio 2011 che permette di risolvere eventuali problemi tecnici. Al contempo, consente ai partecipanti un primo approccio alle modalità della gara. Essa non ha alcuna finalità selettiva ai fini delle Olimpiadi.

Le modalità della “prova di sistema” sono pubblicate sulla pagina di apertura del sito delle Olimpiadi: www.olimpiadi-italiano.it dal 28 aprile 2011.

Le prove di istituto e regionali hanno la durata di due ore (dalle 9.00 alle 11.00), consistono nella risoluzione di 30 quesiti e sono gestite da un sistema automatico sia per la distribuzione dei testi, sia per la raccolta dei risultati e la loro correzione. L’adozione di questo sistema impone vincoli alla formulazione dei quesiti e delle relative risposte, vincoli che saranno di volta in volta segnalati nel testo delle prove e di cui si fa cenno generale nelle note tecniche.

I quesiti, sia della prima che della seconda fase, sono così distribuiti: 5 quesiti su temi di ortografia, 5 quesiti su temi di morfologia, 5 quesiti su temi di sintassi, 10 su temi di lessico, 5 quesiti sull’organizzazione del testo.

La gara della fase nazionale si svolge in presenza. La prova è costituita da 10 quesiti linguistici e da un esercizio di ordinamento e completamento di testi. La valutazione avviene al termine delle prove e nella stessa giornata si procede alla premiazione dei primi tre classificati delle scuole nazionali e dello studente che ha ottenuto il miglior risultato tra le scuole italiane all’estero.

Ulteriori informazioni sullo svolgimento delle diverse fasi delle Olimpiadi vengono comunicate tempestivamente sul sito.

Le scuole che intendono iscrivere alle Olimpiadi i propri allievi devono individuare un docente referente, il quale cura la registrazione degli studenti sul sito www.olimpiadi-italiano.it, da effettuare entro il 30 aprile secondo le modalità indicate nella nota tecnica e comunica al Referente regionale l’avvenuta iscrizione.

L’elenco dei Referenti regionali è disponibile sulla pagina di apertura del sito.

Il Referente regionale abilita la scuola accedendo alla propria area riservata.

L’abilitazione renderà attiva la password del Referente scolastico, che provvede a registrare con username e password individuale i 10 studenti che l’istituzione scolastica intende far partecipare.

3. Tipologie delle prove

Gli argomenti delle prove rimandano ai diversi ambiti della lingua: ortografia, morfologia, sintassi, lessico, organizzazione del testo.

Le prove si basano prevalentemente su materiale autentico (giornali, letteratura, parlato).

4. Fasi della competizione

a) Gara di istituto: 27 maggio 2011

La fase di istituto è finalizzata a individuare gli studenti che accedono alla successiva fase regionale.

Alla gara di istituto partecipano fino a 10 studenti di ogni istituzione scolastica registrati dal Referente scolastico.

Il Referente scolastico:

– dalle h. 8.30 alle h. 9.00 stampa le prove;

– alle h. 9.00 le distribuisce agli studenti, dando inizio alla gara;

Gli studenti delle scuole italiane e di quelle all’estero:

– accedono al portale tramite username e password personale;

– dalle h. 9.30 fino alle h. 11.00, improrogabilmente, digitano le risposte attenendosi alla tempistica.

Superano la selezione: i primi classificati (uno per ogni singolo istituto) nelle scuole italiane e nelle scuole italiane all’estero.

A parità di punteggio viene considerato il minor tempo impiegato nell’esecuzione della prova.

b) Gara regionale: 30 settembre 2011

Partecipa lo studente di ciascuna istituzione scolastica selezionato nella fase precedente.

Il docente referente provvede a mantenere l’iscrizione sul sito solo dello studente selezionato.

Il referente scolastico:

– dalle h. 8.30 alle h. 9.00 stampa le prove;

– alle h.9.00 le consegna allo studente, dando inizio alla gara;

Lo studente:

– accede al portale tramite username e password personale;

– dalle h. 9.30 fino alle h. 11.00, improrogabilmente, digita le risposte attenendosi alla tempistica.

Accedono alla gara nazionale i primi tre classificati di ogni singola Regione e i primi tre classificati tra tutti gli studenti delle scuole italiane all’estero.

A parità di punteggio viene considerato il minor tempo impiegato nell’esecuzione della prova.

c) Gara nazionale: 15 ottobre 2011

La gara nazionale si svolge a Firenze presso la sede dell’Accademia della Crusca.

I finalisti sostengono le prove in modalità cartacea in due ore, dalle 10.00 alle 12.00.

La giuria nominata dal Comitato organizzativo procederà alla valutazione immediatamente dopo lo svolgimento della prova.

Nel primo pomeriggio studenti e docenti visitano l’Accademia della Crusca, accompagnati da membri del Comitato scientifico e assistono a un breve spettacolo di intrattenimento.

La premiazione dei primi tre classificati delle scuole italiane e del primo classificato fra gli studenti delle scuole estere si svolge nel Salone dei Cinquecento, in Palazzo Vecchio, alle ore 18.00.

I premi sono assegnati in misura proporzionale alla diversa posizione raggiunta.

A tutti i finalisti è consegnata la medaglia di partecipazione.

Sono previsti anche premi per i docenti e per le scuole.

5. Comitati

Si prevede la costituzione di tre Comitati:

a) Comitato d’onore. È costituito da illustri personalità del mondo accademico e culturale. È compito del Comitato d’onore presiedere la gara nazionale; indicare due rappresentanti della giuria di valutazione; premiare i vincitori delle Olimpiadi di lingua italiana.

b) Comitato scientifico. È costituito da docenti universitari di linguistica italiana. Si rende garante delle prove elaborate dal comitato organizzativo e ha il compito di approvarle; indica due rappresentanti della giuria di valutazione.

c) Comitato organizzativo. È costituito da docenti universitari, dirigenti ministeriali e dirigenti scolastici. È coadiuvato da alcuni esperti collaboratori e ha il compito di organizzare i diversi aspetti della manifestazione e di elaborare le prove delle tre fasi delle gare: d’istituto, regionale, nazionale. È compito del Comitato nominare la giuria incaricata di valutare le risposte della gara nazionale.

Qualora il numero delle iscrizioni dovesse risultare particolarmente elevato, per motivi tecnici la gara di istituto potrà svolgersi in orario differenziato, a seconda dell’area geografica.

Modalità che sarà comunicata sul sito prima della “prova di sistema” tramite “funzione-news”.

—————————————

NOTA TECNICA

RUOLI E COMPITI

REFERENTI REGIONALI

– Abilitano l’iscrizione delle scuole effettuata sul sito dal Referente scolastico.

– Sostengono le scuole con attività e interventi di supporto.

– Curano i rapporti con i referenti scolastici.

Le scuole italiane che hanno effettuato l’iscrizione in una Regione di cui non risulti indicato il nominativo del Referente regionale e le scuole italiane all’estero devono comunicare l’avvenuta iscrizione ai seguenti indirizzi email:

caterina.spezzano@istruzione.it

roberto.borchia@istruzione.it

Ai medesimi indirizzi è possibile far riferimento per eventuali problemi di natura tecnica e/o organizzativa.

REFERENTI SCOLASTICI

Le scuole, all’atto dell’iscrizione, devono indicare un referente che cura i contatti con l’Organizzazione per tutte le informazioni e le comunicazioni necessarie. I rapporti organizzativi sono curati esclusivamente via email e attraverso gli appositi spazi riservati (FAQ, mail,..) nel sito delle Olimpiadi: www.olimpiadi-italiano.it

I referenti:

– iscrivono le scuole sul portale utilizzando l’apposito collegamento;

– comunicano al Referente regionale l’avvenuta iscrizione (la password che il sistema genera automaticamente è abilitata dal referente regionale o in mancanza dall’amministratore del sito);

– accedono, mediante password, all’area riservata e provvedono ad iscrivere gli studenti.

Ulteriori informazioni e/o eventuali aggiornamenti sono comunicati tempestivamente sul sito e segnalati tramite news.

PRINCIPALI VINCOLI DA RISPETTARE NELLA DIGITAZIONE DELLE RISPOSTE

Le risposte vanno digitate rispettando scrupolosamente e formalmente le eventuali indicazioni riportate nel testo del quesito.

È, comunque, necessario attenersi sempre ai seguenti vincoli di digitazione:

– le risposte che prevedono frasi vanno digitate secondo la seguente regola: “parola uno spazio parola uno spazio parola…”;

– eventuali accenti non vanno segnati;

– eventuali apostrofi non vanni segnati.

Si rende noto che i dati anagrafici degli studenti sono conosciuti ed utilizzati solo nel circuito interno dell’organizzazione delle gare. Non verranno in nessun modo divulgati al pubblico.

Nota 30 marzo 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 2123

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi di Lingua italiana – Designazione Referente regionale

 

Nell’ambito delle iniziative previste dal MIUR per i 150 anni dell’Unità di Italia, questa Direzione generale sta organizzando, la prima edizione delle Olimpiadi di Lingua italiana rivolte agli studenti del secondo biennio delle scuole secondarie di secondo grado.

Le modalità organizzative delle Olimpiadi richiedono che le SS.LL. designino, cortesemente, entro il 6 aprile, un Referente regionale che curi la partecipazione delle Istituzioni scolastiche del territorio di appartenenza, segnalando il nominativo, l’indirizzo mail ed eventuali riferimenti telefonici ai seguenti indirizzi:

caterina.spezzano@istruzione.it

roberto.borchia@istruzione.it

Si ringrazia per la cortese sollecitudine e la consueta collaborazione.

 

IL DIRIGENTE

F.to Antonio Lo Bello

 

Nota 4 febbraio 2011, MIUROODGOS prot. n. 798 /R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

RAi Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: XIX Olimpiade di Filosofia.

Nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e la Società Filosofica Italiana e in considerazione dell’Accreditamento della S.F.I. quale soggetto proponente iniziative di valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore, la SFI organizza la XIX Olimpiade di Filosofia. Le scuole che intendono partecipare all’iniziativa devono farne richiesta ai Coordinatori regionali della Società Filosofica Italiana di pertinenza o al Coordinatore nazionale.

Si allega il bando in cui compaiono tutte le indicazioni relative alle fasi del processo di selezione, alle modalità di iscrizione e partecipazione degli studenti della scuola secondaria superiore, la scheda di partecipazione e l’elenco dei Coordinatori nazionale e regionali e delle sedi dove si svolgeranno le varie fasi della selezione.

La richiesta può essere inoltrata utilizzando la scheda elettronica scaricabile dal sito della Società Filosofica Italiana: www.sfi.it.

La selezione d’Istituto dovrà essere segnalata entro il 2 aprile 2011, la selezione regionale sarà predisposta entro il 30 aprile 2011, la selezione nazionale dei 2 studenti italiani che parteciperanno alle Olimpiadi Internazionali di Filosofia si svolgerà a Roma l’ 11 maggio 2011, mentre la gara internazionale conclusiva verrà celebrata a Vienna dal 26 al 29 maggio 2011.

Il Dirigente

Antonio Lo Bello

Allegati

Nota 1 febbraio 2011, MIURAOODGOS/REG.UFF/ USCITA 671

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio I

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di Secondo Grado

LORO SEDI

Ai Docenti di Scienze Naturali delle istituzioni scolastiche in indirizzo

Oggetto: Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra a Modena 5-14 settembre 2011.

Dal 5 al 14 settembre 2011, per la prima volta in Italia a Modena, si svolgeranno le International Earth Science Olympiad (Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra).

L’Italia parteciperà, come negli anni precedenti, con una propria delegazione selezionata tramite Le Olimpiadi delle Scienze Naturali, il cui bando e le modalità di iscrizione possono essere reperite all’indirizzo: http://www.anisn.it, da cui si può scaricare il modulo di iscrizione da inviare entro il 28 febbraio 2011.

L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’autonomia scolastica, e lo scorso anno ha visto la partecipazione di 412 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

Lo scorso anno la squadra italiana ha vinto quattro medaglie di bronzo.

Essendo l’Italia il Paese ospitante la fase finale delle Olimpiadi, si auspica un coinvolgimento sempre più ampio delle istituzioni scolastiche a livello nazionale, considerando anche che si preannuncia una elevata adesione dei Paesi europei.

Nell’auspicio di massima diffusione, si allega il bando di concorso, una sintesi delle procedure di selezione e i siti ufficiali delle manifestazioni.

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

————————

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011

Olimpiadi Internazionali di Biologia e Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

Per l’anno scolastico 2010/11 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali,

organizza la nona edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti

gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal MPI, Direzione Generale per gli

Ordinamenti Scolastici, e lo scorso anno ha visto la partecipazione 412 scuole superiori distribuite

sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

· fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio

e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;

· realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;

· individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente

condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;

· confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con

l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;

· avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli

eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze Naturali assume un particolare significato

anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) L’Anisn è un soggetto accreditato al fine dell’individuazione delle iniziative per la valorizzazione

delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle

scuole statali e paritarie (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 e DDG 25 febbraio 2010).

L’elenco degli studenti vincitori delle Olimpiadi delle Scienze Naturali inseriti nell’Albo Nazionale

è consultabile all’indirizzo: http://www.indire.it/eccellenze/.

2) L’Italia partecipa sia alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO – International Biology

Olympiad) sia alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO – International Earth

Science Olympiad). Per le Olimpiadi internazionali di biologia concorrono solo gli studenti iscritti

alla categoria triennio, per quelle di Scienze della Terra solo quelli iscritti alla categoria biennio.

L’anno scorso la squadra italiana ha vinto quattro medaglie di bronzo sia alle IBO sia alle IESO.

Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di

Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da

svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da domande a

scelta multipla a 5 alternative, ma potranno contenere anche alcune domande aperte a risposta univoca.

La prova utilizzata per la selezione nazionale è simile a quella regionale, ma potrà contenere

anche alcune domande di tipo aperto al fine di saggiare le capacità logico-argomentative degli

studenti. Sono previste due distinte categorie per il biennio e per il triennio. La prova per il

biennio consisterà in quesiti di scienze della Terra e di scienze della vita, quella per il triennio in

domande esclusivamente di biologia. A partire dall’anno scolastico 2012/2013 in considerazione

degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dalle indicazioni nazionali per i nuovi licei saranno

inserite domande di scienze della Terra anche nella prova del triennio. Alcuni esempi di

prove utilizzate per le selezioni regionali e per la selezione nazionale degli anni precedenti sono

reperibili nel sito:

http://www.anisn.it/olimpiadi_prove.php .

Lo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali si articolerà nelle seguenti fasi:

a) fase d’istituto: da effettuare entro il 15 marzo 2011 utilizzando materiale specificamente

predisposto dai docenti dell’istituto.

b) fase regionale: si effettuerà martedì 29 marzo 2011 contemporaneamente in tutta Italia,

generalmente in un’unica sede per ogni regione. Ad essa saranno ammessi gli studenti primi

classificati di ogni istituto di quella regione.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

c) fase nazionale: si svolgerà dal 6 all’8 maggio 2011 a Castellammare di Stabia (Napoli),

presso l’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane ubicato

nelle immediate vicinanze del complesso Terme di Stabia, e riguarderà i primi classificati in

ogni regione. La gara nazionale sarà disputata sabato 7 maggio 2011, con inizio presumibile

alle ore 10.00. I primi classificati a livello nazionale saranno premiati nel corso della stessa

manifestazione.

d) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IBO e dei

4 che costituiranno la squadra italiana, al fine di valutare non solo le competenze teoriche

ma anche quelle pratiche, durante la fase nazionale gli studenti classificatisi ai primi posti

della categoria triennio svolgeranno una prova pratica di biologia i cui risultati saranno

valutati, insieme a quelli della prova teorica.

e) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IESO e

dei 4 che costituiranno la squadra italiana si terrà conto unicamente dei risultati della prova

teorica della categoria biennio mediante la compilazione di un apposita graduatoria nella

quale verrà dato un peso maggiore alle domande di Scienze della Terra.

f) fase di allenamento alle gare internazionali: riguarderà 10 studenti sia per le Olimpiadi

Internazionali di Biologia, sia per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra. I 10

studenti selezionati frequenteranno una settimana di preparazione residenziale intensiva sia

su approfondimenti teorici che attività sperimentali. Il periodo di svolgimento è previsto tra

la seconda metà di maggio e la fine dell’anno scolastico (Biologia) o la fine del mese di luglio

ed i primi di settembre (Scienze della Terra) .

g) fase internazionale: per le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) si svolgerà a Taipei

(Taiwan) dal 10 al 17 luglio 2011; per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

(IESO) in Italia nel mese di settembre 2011. In entrambi i casi la delegazione italiana sarà

costituita dai 4 studenti e da due docenti accompagnatori, responsabili delle traduzioni in

lingua italiana delle prove teoriche e sperimentali. Eventuali notizie sulle gare internazionali

saranno reperibili nel nostro sito: www.anisn.it.

E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 28 febbraio 2011 compilando il form reperibile

all’indirizzo www.anisn.it o la scheda di adesione (Allegato 1). Quest’ultima va inviata per e-mail,

insieme con la copia della ricevuta dell’avvenuto versamento, all’indirizzo di posta elettronica del

responsabile regionale della regione in cui ha sede la scuola (Allegato 2). Alternativamente è possibile

inviare la scheda per posta. Si allega al presente bando (Allegato 3) anche una lettera di accompagnamento

al bando.

Le scuole che aderiranno all’iniziativa dovranno versare una quota di iscrizione

all’ANISN di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale

Insegnanti di Scienze Naturali OnLine. Il termine per l’effettuazione del versamento è improrogabilmente

fissato al 28 febbraio 2011.

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a ricevere la rivista

dell’associazione “Le Scienze Naturali nella scuola” contenente le informazioni sulle iniziative

promosse dall’ANISN a livello nazionale1.

A cura dei responsabili regionali dell’ANISN, alle scuole aderenti saranno fornite via e-mail

tutte le notizie necessarie per la partecipazione alla gara.

Roma, 16 ottobre 2011 per il gruppo di coordinamento nazionale:

Prof. Vincenzo Boccardi

1 Le scuole iscritte saranno considerate soci collettivi nazionali ANISN, con esclusione di quanto previsto dagli artt.

9 dello Statuto.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 1

OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALI 2011

SCHEDA INFORMATIVA SCUOLA __________ _________________________

(da inviare al referente regionale ANISN via e-mail o posta prioritaria)

Dati scuola iscritta

(obbligatorio)

Codice scuola

Denominazione

Recapito (comprensivo del

Comune e della Provincia)

Tel. – Fax – e-mail

Dati docente referente

(obbligatorio)

Cognome e Nome

Tel. – e-mail

Recapito

I dati saranno mantenuti riservati ed utilizzati unicamente per comunicazioni relative allo

svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011.

Copia ricevuta versamento

c.c.p.

(obbligatorio)

N.B.: Le schede pervenute

ai referenti regionali prive

della copia del versamento

non saranno prese in considerazione.

I mandati di pagamento

non costituiscono prova

dell’avvenuto pagamento.

(Inserire qui la copia in formato jpg della ricevuta del versamento)

La scuola parteciperà alle Olimpiadi di Scienze Naturali per la categoria:

( ) biennio

( ) triennio

( ) biennio e triennio

Inviare la scheda informativa per e-mail all’indirizzo di posta elettronica del responsabile regionale dopo

l’effettuazione del versamento, e non oltre il 28 febbraio 2011. In essa va inserita copia in formato jpg dell’avvenuto versamento

della quota di iscrizione di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale Insegnanti

di Scienze Naturali OnLine. Alternativamente la scheda informativa può essere inviata al responsabile regionale per

posta prioritaria (in questo caso allegare fotocopia cartacea della ricevuta del versamento).

Per ogni altra esigenza si prega di contattare la segreteria nazionale (Prof. Emanuele Piccioni – Via San Fortunato,

5 – 06081 – Assisi (PG) – e-mail: emanuele.piccioni@tiscali.it – Tel.: 075/815154), o il responsabile nazionale (Prof.

Vincenzo Boccardi, Via Nuova Bagnoli, 714 – 80124 Napoli – e-mail boccardiv@yahoo.it – Tel.: 081/570.13.40).

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 2 – RESPONSABILI REGIONALI AI QUALI INVIARE

LA SCHEDA DI ADESIONE

Regione Nome del

responsabile

Indirizzo di posta elettronica

cui inviare la scheda e telefono

Indirizzo

Abruzzo Cristina Salciccia

cristinasalciccia@virgilio.it

0863/41.68.59

Via Opi, 1

67051 – Avezzano (AQ)

Basilicata Rosanna Musolino

rosannamusolino@yahoo.it

0971/444226

Via Sanremo, 201

85100 – Potenza

Calabria Maria Cosentino

mariellacosentino21@libero.it

0962/93.40.76

320/452.08.07

Via Astilo, 130

88900 – Crotone (CS)

Campania 1

(Napoli e Caserta)

Sofia Sica sosica@tin.it

081/239.67.99

347/49.51.321

Via Giulio Cesare, 125 – Scala F

80125 – Napoli

Campania 2 (Avellino,

Benevento

e Salerno)

Maria Anzisi m.anzisi@libero.it

081/512.42.73

338/464.89.32

Via Giovanni XXIII, 14

80035 – Nola (NA)

Emilia Romagna Teresa Andena

tandena@tin.it

0523/95.62.07

ITCG “Alessio Tramello”

Via Negri, 45

29100 – Piacenza

tel.0523/306039

Friuli Venezia

Giulia

Elide Catalfamo

– Eva

Godini

eva.godini@alice.it

anisnfvg@libero.it

040/35.13.64

040/27.42.82

Prof. Eva Godini – Lic. Sc. “G.

Galilei” – Via Mameli, 4 – 34100

Trieste;

oppure:

ANISNFVG: c/o E. Catalfamo

Via S. Giovanni, 14/C

34015 – Muggia (TS)

Lazio Paola

d’Antoni

065135648@iol.it

064/55.52.970

392/791.51.92

Via Spoleto, 22

00182 – Roma

Liguria Anna Pitto annapitto@gmail.com

010 / 26.72.70

338 / 371.94.03

Via Lomellini 5/1a

16124 – Genova

Lombardia Rosanna La

Torraca

rosanna.latorraca@alice.it

0331/50.01.41

338 / 50.96.284

Via Ponchiroli, 10

21053 – Castellanza (VA)

Marche Daniele Sordoni

daniele.sordoni@virgilio.it

071/28.64.146

339/576.57.11

339/16.79.105

IC “G. Padalino” – Via Lanci 2

61032 Fano (PU)

Molise Anna Rita

Massarella

annaritamassarella@hotmail.it

0874/69.92.74

338/964.51.30

Via Liguria, 61

86100 – Campobasso

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Piemonte – Valle

d’Aosta

Agata Conti agata.conti@libero.it

011/70.42.40

I.P.S.I.A. “G. Plana”

Piazza di Robilant, 5

10141 – Torino

Tel. 011/331005;

Fax: 011/3855472

Puglia Luciana

Daddabbo

dl59@libero.it

080/67.48.98

333/717.39.38

Via Francesco Lapenna, 47

70010 Casamassima (BA)

Sardegna Sud

(Cagliari, Carbonia-

Iglesias, Medio

Campidano,

Ogliastra, Oristano)

Maria Cristina

Mereu

mariacristina.

mereu@gmail.com.

070/42.460

338 / 632.38.93

Via Cavalcanti, 2

09128 – Cagliari

Sardegna Nord

(Sassari, Olbia

Tempio, Nuoro)

Costantina

Cossu

c.tina@tiscali.it

079 / 97.46.88

339 / 46.93.162

Via P. Enrico, 17

07041 – Alghero

Sicilia occidentale

(Agrigento, Enna,

Palermo, Trapani)

Salvatore Stira

salvo.stira@tiscali.it

091/682.71.07

340/685.58.16

Via Cataldo Parisio, 13

90145 – Palermo

Sicilia orientale

(Caltanissetta,

Catania, Messina,

Ragusa e Siracusa)

Cetty

D’Arrigo

cettyneh@tin.it

090/69.53.86

389/27.76.734

Via Catania – Residence Villa

Dante,

corpo A, scala D

98124 – Messina

Toscana Isabella Marini

imarini@biologia.unipi.it

050/53.19.11

339/161.62.91

Liceo Scientifico Ulisse Dini

Via B. Croce 51 56100 Pisa

oppure casa: Via Ugone Visconti

n.14 – 56122 Pisa

Umbria Gabriela Gabrielli

gabrielli.gabri@gmail.com

347/30.69.240

075/80.02.663

Via Migno, 11

06083 – Bastia Umbra (PG)

Valle d’Aosta Susanna Occhipinti

s.occhipinti@regione.vda.it

016 / 52.75.883

339 / 42.33.141

fax 0165 275888

Assessorato Istruzione e Cultura

– Regione Autonoma Valle d’Aosta

– Via S. Martin de Corléans,

250 – 11100 – Aosta

Veneto – Trentino

Alto Adige

Pierpaola

Setti

gio.setti@libero.it

041/27.50.840

Museo di Storia Naturale

30125 – Fondaco dei Turchi –

Venezia

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 3 “Il gioco è un esempio di interazione e integrazione delle diversità. L’incontro fra sistemi differenti

di regole (giochi, appunto) non implica una scelta esclusiva, ma una sintesi inclusiva, irriducibile agli

elementi precedenti e proprio per questo semplice ed efficiente”. (Gregory Bateson, “ Questo è un

gioco”, Milano, R. Cortina, 1996.)

Care Colleghe e cari Colleghi,

la definizione che Gregory Bateson dà del gioco continua a sembrarci una cornice particolarmente appropriata

per le Olimpiadi delle Scienze Naturali, un’iniziativa che si fonda sulla volontà di tanti insegnanti

e studenti di “mettersi in gioco”, di “essere squadra”. La partecipazione alla gara può costituire

inoltre un ingrediente fondamentale della relazione educativa, inducendo la cooperazione non solo tra

i docenti, ma anche tra gli allievi.

Le prove sono il frutto dell’esperienza nell’insegnamento e nella ricerca didattica maturata negli

anni dagli stessi docenti in seno all’Anisn. Quelle della scorsa edizione sono state preparate da

Vincenzo Boccardi, Caterina Capone, Brunella Danesi, Fabio Fantini, Fortunata Ferrara, Eva

Godini, Roberto Greco, Isabella Marini, Emanuele Piccioni, Ilaria Russo, Laura Salsano,

Clementina Todaro. Le domande tentano di veicolare nella scuola lo spirito della ricerca, il suo habitus

e la sua stessa creatività, prevedendo un approccio allo studio dei fenomeni secondo diversi

punti di vista, incrociando le discipline per leggere i loro diversi contributi e allenando il pensiero divergente

in un’ottica di de/ricostruzione del “senso” del fenomeno esaminato. Nel sito

dell’associazione (www.anisn.it) troverete, insieme con il nuovo bando, le prove delle precedenti edizioni,

alcune linee guida ed i principi ispiratori per la formulazione, la struttura ed il formato dei quesiti.

I vincitori della scorsa edizione, premiati nel corso di una manifestazione che si è svolta il 9

maggio nella splendida cornice dell’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le

Scienze Umane di Castellammare di Stabia (Napoli), sono stati per il triennio Martina Chiaricò,

della Puglia (“medaglia d’oro”), seguita da Davide Brogi, della Toscana (“medaglia d’argento”) e dallo

studente sardo Alessio Capobianco (“medaglia di bronzo”), già vincitore lo scorso anno. La “medaglia

d’oro” per il biennio è andata invece al pugliese Lorenzo Perrone, seguito da Riccardo Buscaroli,

dell’Emilia Romagna (“medaglia di argento”), e dalla studentessa lombarda Giulia Colombo.

I premi sono stati microscopi, libri e altre attrezzature scientifiche.

Ma insieme con gli studenti hanno vinto anche le scuole e i docenti, che ringraziamo per aver

raccolto una sfida che ha consentito ai ragazzi di vincere: per il triennio rispettivamente i Proff. Ennio

De Simone (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce), Vito Posca (Liceo Scientifico “Redi” –

Arezzo) e Barbara Lanero (Liceo Scientifico “Alberti” – Cagliari); per il biennio rispettivamente i

Proff. Elisabetta Vergori (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce), Egle Casadio Loreti (Liceo

Scientifico-Tecnologico “Alberghetti” – Imola) e Luigia Locati (Liceo Scientifico “Tosi” – Busto

Arsizio).

Premiazione delle IBO a Changwon in Corea

10 studenti del triennio sono stati premiati con una settimana

intensiva di preparazione alle Olimpiadi Internazionali

di Biologia, organizzata a Castellammare di

Stabia, al termine della quale quattro di loro, Alessio

Capobianco (Liceo Scientifico “Alberti” Assemini

(CA), Cristofer Pezzetta (ITIS “Malignani” – S. Daniele

del Friuli (UD), Daniele Cervettini (Liceo Scientifico

“Da Vinci” – Reggio Calabria), Luca Biavati

(Liceo Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola).,

accompagnati dalla presidente dell’ANISN, Prof. Anna

Pascucci e dalla Prof. Isabella Marini, hanno partecipato

a Changwon in Corea al concorso internazionale.

Ben quattro le medaglie di bronzo assegnate alla

squadra italiana: una per ogni studente. della squadra.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Settimana intensiva di preparazione, questa volta alle

Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra, anche

per 10 studenti del biennio, organizzata a luglio presso

l’Università di Camerino, al termine della quale

quattro di loro, Lorenzo Perrone (Liceo Scientifico

“Banzi Bazoli – Lecce), Riccardo Buscaroli (Liceo

Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola), Michele

Fava (Liceo Scientifico Tecnologico “Colombini”

– Piacenza) e Carlo Giordano (Liceo Scientifico

“Lucrezio Caro” Sarno (SA), accompagnati dai

Prof. Roberto Greco e Giulia Realdon e da Matteo

Cattadori del Museo Tridentino di Scienze Naturali,

hanno partecipato a Yogyakarta in Indonesia al concorso

internazionale. Anche qui quattro medaglie di

bronzo: una per ogni studente della squadra italiana

Premiazione delle IESO a Yogyakarta in Indonesia

Lo scorso anno gli studenti italiani hanno conseguito nelle due competizioni internazionali

(IBO e IESO) un risultato davvero eccellente poiché tutti gli studenti che hanno partecipato a esse

sono stati premiati.

Ci sembra che i motivi per “mettersi in gioco”, partecipando alla nona edizione delle Olimpiadi

delle Scienze Naturali, possono essere davvero tanti.

Nel salutarvi cordialmente, vi auguriamo buon lavoro.

Roma, 29 ottobre 2010 Vincenzo Boccardi, Anna Pascucci e Clementina Todaro

——————————–

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio I

Il sito ufficiale delle International Earth Science Olympiad (Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra dell’evento http://www.ieso2011.unimore.it/ e descrive in lingua Inglese le finalità e la struttura organizzativa dell’evento che porterà a Modena delegazioni di studenti da tutto il mondo.

Indicazioni relative al bando, alle modalità di iscrizione possono essere reperite all’indirizzo: http://www.anisn.it, da cui si può scaricare il modulo di iscrizione da inviare entro il 28 febbraio 2011.

Le scuole sono libere di selezionare gli studenti con le modalità ritenute più idonee (gara di istituto, scelta diretta da parte dei docenti …)

Si anticipano i momenti fondamentali dell’evento:

a) La fase regionale delle olimpiadi si svolgerà martedì 29 marzo 2011 contemporaneamente in tutta Italia presso la sede definita dal referente regionale.

b) La fase nazionale delle Olimpiadi si svolgerà dal 6 all’8 maggio 2011 a Castellammare di Stabia (Napoli) presso l’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane, ubicato nelle immediate vicinanze del complesso delle Terme di Stabia.

c) La gara nazionale sarà disputata sabato 7 maggio 2011, con inizio alle ore 10:00.

L’organizzazione delle IESO sarà felice di ospitare per la cerimonia finale della fase Internazionale a Modena, gli insegnanti degli studenti italiani finalisti.

Per informazioni roberto.greco@unimore.it; 328-6928266; oppure facebook IESO2011

Nota 21 gennaio 2011, Prot. n. MIUROODGOS 425

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione

Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Olimpiadi della Scienza. “Premio Green Scuola” VI edizione – A.S. 2010/2011

Nell’ambito delle iniziative promosse in attuazione del Protocollo d’Intesa tra il MIUR e INCA (http://archivio.pubblica.istruzione.it/protocolli_miur/allegati/cin08.pdf) anche per il corrente anno scolastico 2010/11, il Consorzio Interuniversitario Nazionale “La chimica per l’ambiente”, la rivista “Green. La scienza al servizio dell’uomo e dell’ambiente”, con la partecipazione della Società Chimica Italiana (SCI) e in collaborazione con questa Direzione Generale, indicono le Olimpiadi della Scienza – Premio Green Scuola VI edizione, intitolato “Quando la chimica diventa amica dell’ambiente – Presente e futuro dei prodotti chimici puliti”.

Il concorso, destinato alle scuole secondarie di secondo grado, si propone di valorizzare le eccellenze degli studenti nei percorsi di istruzione relativi alle discipline scientifiche ed è accreditato dal MIUR per il programma “Io Merito” per la valorizzazione delle eccellenze

(http://archivio.pubblica.istruzione.it/dg_ordinamenti/valorizzazione_eccellenze.shtml ).

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata al giorno 31 maggio 2011.

Tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono reperibili sul regolamento che si trasmette in allegato, ovvero direttamente presso il sito internet dedicato all’iniziativa: http://www.incaweb.org/green/pgsVIed/

Si pregano le SS.LL. di dare diffusione della presente nota presso le istituzioni scolastiche interessate del territorio di competenza, tenendo comunque conto che la stessa verrà inserita nei siti web Ministeriali.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Dirigente

Antonio Lo Bello

Bando

Nota 20 gennaio 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 390

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Uff.II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Competizioni di Informatica nella scuola dell’obbligo – Olimpiadi di Problem Solving – A.S. 2010-2011 – Sollecito iscrizioni

Con nota MIURAOODGOS prot. n. 7553 del 21 ottobre 2010, questa Direzione generale ha proposto le competizioni di informatica denominate “Olimpiadi di Problem Solving” all’intero ciclo della scuola dell’obbligo, in particolare alle classi IV e V della scuola primaria, al triennio della scuola secondaria di primo grado, al primo biennio delle scuole secondarie di secondo grado.

Questa iniziativa è finalizzata a favorire e stimolare, nel lavoro quotidiano dei docenti e degli alunni, la formazione e lo sviluppo delle competenze di problem solving, anche nella prospettiva di valorizzare le eccellenze in ogni disciplina.

La metodologia del problem solving rimanda ad attività in cui prevale il pensare, il ragionare, il fare ipotesi ed operare scelte, attività che richiedono l’applicazione di abilità relative alla gestione di informazioni strutturali; che valorizzano l’instaurarsi di competenze trasversali ai diversi contesti disciplinari riconosciute essenziali per un inserimento attivo e consapevole dei giovani nella società;

che rilanciano il primato del processo sul prodotto e in cui le conoscenze procedurali e le conoscenze dichiarative si coniugano per la gestione costruttiva delle diverse dimensioni formative.

In funzione di suddette finalità, si invitano codesti Uffici a sensibilizzare le Istituzioni scolastiche di competenza a partecipare alle Olimpiadi di Problem Solving, di cui è possibile acquisire ulteriori informazioni rispetto all’organizzazione e alle modalità di partecipazione collegandosi al seguente sito http://www.olimpiadiproblemsolving.com

IL DIRIGENTE

Antonio Lo Bello

——————————

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Uff.II
————————————-
Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma
Tel. 06.5849 2295
Fax 06.5849 3980
e-mail antonio.lo-bello@istruzione.it
—————————————
Competizioni di informatica nella scuola dell’obbligo
– Olimpiadi di problem solving –
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per
gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica – promuove, per l’anno scolastico
2010/2011, le Competizioni di Informatica denominate “Olimpiadi di problem solving”,
rivolte agli alunni della scuola dell’obbligo.
La competizione si propone di:
 favorire lo sviluppo delle competenze di problem solving e valorizzare le eccellenze
presenti nelle scuole;
 sollecitare la diffusione dei contenuti scientifici culturali dell’informatica come strumento
di formazione (metacompetenze) nei processi educativi.
Il problem solving rimanda a processi cognitivi in cui prevale il pensare, il ragionare,
il fare ipotesi, attività che richiedono l’impiego di abilità relative alla gestione di informazioni
strutturate più che l’applicazione di procedimenti meccanici volti all’esecuzione esclusiva di
calcoli. Tali attività favoriscono l’acquisizione di competenze trasversali ai diversi contesti
disciplinari riconosciute ormai essenziali per un inserimento attivo e consapevole dei
giovani nella società.
Le prove fanno riferimento anche a quelle adottate dalle indagini internazionali per
rilevare gli apprendimenti e le capacità di problem solving, prove focalizzate sui processi
piuttosto che sulle nozioni.
Con queste competizioni si intende anche stimolare nei giovani l’interesse a
sviluppare le capacità richieste in tutte le iniziative attivate per la valorizzazione delle
eccellenze (certamen, gare, competizioni, olimpiadi matematica, olimpiadi informatica,
ecc.)
REGOLAMENTO DELLE COMPETIZIONI
1. Destinatari
Le competizioni riguardano la scuola dell’obbligo e si svolgono su tre distinti livelli:
 Scuola primaria (alunni delle classi IV e V)
 Scuola secondaria di I grado (alunni delle classi I, II e III)
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
————————————-
Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma
Tel. 06.5849 2295
Fax 06.5849 3980
e-mail antonio.lo-bello@istruzione.it
—————————————
 Scuola secondaria di II grado (alunni del primo biennio)
Le prove sono della stessa tipologia, ma si differenziano secondo il diverso livello del
percorso scolastico.
2. Modalità di partecipazione
Le competizioni si articolano in tre fasi (istituto, regionale e nazionale) precedute da
una fase di allenamento e si svolgono tra squadre costituite da quattro allievi, fra cui si
raccomanda che vengano rappresentati entrambi i sessi.
Tutte le prove hanno la durata di tre ore e consistono nella risoluzione di un insieme
di problemi scelti dal Comitato organizzatore
La competizione è gestita da un sistema automatico sia per la distribuzione dei testi
delle prove sia per la raccolta dei risultati e la loro correzione. L’adozione di questo
sistema impone vincoli alla formulazione dei quesiti e delle relative risposte.
.
Ulteriori informazioni sullo svolgimento delle diverse fasi delle competizioni vengono
comunicate tempestivamente sul sito.
Durante lo svolgimento delle prove (allenamenti, gare di istituto, gare regionali e
finalissima) le squadre partecipanti possono servirsi anche di propri dispositivi digitali
portatili collegati a Internet.
Le scuole che intendono partecipare alle competizioni devono individuare un
docente referente, il quale cura la registrazione sul sito
http://www.olimpiadiproblemsolving.com secondo le modalità indicate nella nota tecnica
del presente regolamento e comunica al referente regionale l’avvenuta iscrizione.
L’elenco dei referenti regionali è disponibile sulla home page del sito.
Il referente regionale abilita la scuola accedendo alla propria area riservata.
L’abilitazione renderà attiva la password del referente scolastico.
3. Tipologia delle prove
Il problem solving riguarda processi generali di ragionamento e di risoluzione di
problemi ed è concepito non come una disciplina, ma come applicazione di conoscenze e
abilità cui si ricorre nell’affrontare situazioni problematiche in contesti reali. In particolare,
riguarda la comprensione della natura del problema, l’identificazione degli elementi che lo
compongono e le loro interrelazioni, la scelta di rappresentazioni adeguate nella
risoluzione di situazioni problematiche, la riflessione sulla soluzione individuata e la sua
efficace comunicazione.
Le prove somministrate durante gli allenamenti e le successive competizioni richiedono
l’impiego e lo sviluppo delle competenze fondamentali tipiche del problem solving::
– ricerca: definizione dei dati del problema, formulazione dell’ipotesi e individuazione
delle fonti per il reperimento di ulteriori dati e informazioni;
– strutturazione: rappresentazione del contesto attraverso dati, tabelle e grafici,
ecc.
– esplorazione: studio di casi particolari in cui la soluzione è semplice o
particolarmente significativa;
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
————————————-
Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma
Tel. 06.5849 2295
Fax 06.5849 3980
e-mail antonio.lo-bello@istruzione.it
—————————————
– analisi: scomposizione in sottoproblemi e scoperta del processo di risoluzione da
utilizzare;
– elaborazione: algoritmo del processo di risoluzione del problema, progettazione e
programmazione;
– verifica: controllo dei risultati ottenuti e scelta della strategia più efficace;
– comunicazione: presentazione e condivisione delle informazioni relative alle
tematiche affrontate e alla soluzione.
Gli argomenti, su cui vertono le prove, sono riferiti alle diverse aree disciplinari e assi
culturali.
4. Fasi della competizione
a) Allenamenti
Per consentire la conoscenza dei contenuti e l’approccio metodologico della
competizione, sono predisposti esempi di prove cui possono accedere tutte le squadre che
la scuola ritiene opportuno costituire. Le prove sono disponibili sul sito
http://www.olimpiadiproblemsolving.com dal 3 novembre 2010.
b) Gare di Istituto:
Le gare di Istituto sono finalizzate ad individuare la squadra che rappresenterà
l’Istituzione scolastica alle gare regionali per ogni livello della competizione. A ciascun
livello deve partecipare un numero minimo di 4 squadre composte secondo criteri definiti
in autonomia.
La fase di Istituto si articola su tre prove che si svolgono secondo il seguente
calendario:
I prova
30 novembre 2010 per la scuola primaria
1 dicembre 2010 per la scuola secondaria di I grado
2 dicembre 2010 per la scuola secondaria di II grado
II prova
25 gennaio 2011 per la scuola primaria
26 gennaio 2011 per la scuola secondaria di I grado
27 gennaio 2011 per la scuola secondaria di II grado
III prova
21 marzo 2011 per la scuola primaria
22 marzo 2011 per la scuola secondaria di I grado
23 marzo 2011 per la scuola secondaria di II grado
Le Istituzioni scolastiche possono utilizzare una, due o tutte le prove per
individuare, entro il 31 marzo, la squadra che partecipa alla successiva fase regionale.
c) Gare regionali:
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
————————————-
Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma
Tel. 06.5849 2295
Fax 06.5849 3980
e-mail antonio.lo-bello@istruzione.it
—————————————
Partecipa alla fase regionale una squadra per ogni Istituto. Gli Istituti comprensivi possono
individuarne una per ciascun livello previsto dalla competizione.
Per questa fase il referente scolastico effettua una specifica registrazione sul sito con il
nome della squadra ed i nominativi dei suoi componenti come riportato nella nota tecnica.
La fase regionale si svolge secondo il seguente calendario:
12 aprile 2011 per la scuola primaria
13 aprile 2011 la scuola secondaria di I grado
14 aprile 2011 la scuola secondaria di II grado
d) Finalissima nazionale
Accedono alla finalissima nazionale per ciascun livello:
– la migliore squadra classificata a livello regionale;
– le prime cinque migliori squadre classificate a livello nazionale, escluse le prime di
ogni regione.
La Finalissima nazionale si disputerà il giorno 20 maggio 2011 in Roma.
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
————————————-
Viale Trastevere, 76/A – 00153 Roma
Tel. 06.5849 2295
Fax 06.5849 3980
e-mail antonio.lo-bello@istruzione.it
—————————————
NOTA TECNICA
RUOLI E COMPITI DEI REFERENTI REGIONALI E DEI REFERENTI SCOLASTICI
REFERENTI REGIONALI
1. promuovono e presentano il progetto alle scuole della regione;
2. abilitano l’iscrizione delle scuole effettuata dal referente scolastico sul sito;
3. supportano le scuole con attività e interventi che ritengono più opportuni;
4. curano i rapporti con i referenti scolastici.
REFERENTI SCOLASTICI
Le scuole, all’atto dell’iscrizione, devono indicare un referente che cura i contatti con
l’Organizzazione per tutte le informazioni e le comunicazioni necessarie. I rapporti
organizzativi sono curati esclusivamente via e-mail e attraverso gli appositi spazi riservati
(FAQ, forum,et al) nel sito delle competizioni http://www.olimpiadiproblemsolving.com
I referenti:
– iscrivono le scuole sul portale utilizzando l’apposito collegamento,
– comunicano al referente regionale l’avvenuta iscrizione.
La password che il sistema genera automaticamente è abilitata da referente regionale.
I referenti scolastici:
a. accedono all’area riservata,
b. inseriscono la password e ACCEDONO AL PANNELLO DI CONTROLLO, da
cui è possibile accedere alle sezioni per:
i. gestire le squadre e i loro componenti: l’iscrizione completa con nome
squadra e nomi componenti è obbligatoria solo per la squadra che
accede alla fase regionale, mentre per gli allenamenti e per la fase di
istituto sarà sufficiente scrivere solo il nome della squadra,
ii. attivare e gestire gli allenamenti.
Ulteriori informazioni e/o eventuali aggiornamenti sono comunicati tempestivamente sul
sito e segnalati tramite news.
Per le modalità di risposta ai diversi quesiti consultare l’apposita area della home page.

Nota 11 gennaio 2011, MIUROODGOS prot. n. 165 /R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’iIstruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

Oggetto: Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011 – Integrazione.

Ad integrazione di quanto già comunicato con la nota MIUROODGOS prot. n. 8514/R.U./U del 22 novembre 2010 con la quale è stata fornita informativa circa la IX edizione delle Olimpiadi di Scienze Naturali, si comunica che: dalla selezione di queste Olimpiadi, categoria triennio, si accede alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) che si terranno a Taiwan nel mese di Luglio 2011.

Per ogni altra informazione al riguardo, si invita a consultare il sito dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali (A.N.I.S.N.): www.anisn.it .

Il Dirigente

Antonio Lo Bello