Archivi categoria: Norme

Richieste proroghe FSE: regolarizzazione documentazione su GPU e approvazione richieste

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Avvisi PON-FSE n.1953/2017 – n.2165/2017 – n.2999/2017 – n. 3340/2017, n. 3504/2017 – n.3781/2017 – n. 4427/2017.
Note prot. DGEFID/4496 del 18.02.2019 e prot. DGEFID/14872 del 13.05.2019 e prot. . 16759 del 23 maggio 2019 Manuale Operativo Gestione – Richieste di proroga Avvisi FSE.
Regolarizzazione documentazione attività formative su piattaforma GPU ed approvazione richiesta di proroga per la conclusione dei moduli inseriti nello specifico progetto.

Prot. 25824 del 29 luglio 2019

Nota 29 luglio 2019, AOODGRUF 17067

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie – Ufficio IX

Alle istituzioni scolastiche ed educative statali
LORO E-MAIL
e, p.c.
Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO E-MAIL

Oggetto: Art. 1, comma 512 della Legge n. 208/2015 – Obbligo di ricorrere agli strumenti di acquisto e di negoziazione messi a disposizione da Consip S.p.A. o da altro soggetto aggregatore per gli affidamenti di servizi e di beni informatici e di connettività

Documento CR 25 luglio 2019

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO
Richiesta da avanzare al Governo in merito alla concessione da parte delle Regioni delle autonomie scolastiche nell’ambito del contingente delle autonomie assegnate.

Avviso 22 luglio 2019, AOODGSINFS 25219

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Bando per la costituzione del «Comitato dei cinquanta ovidiani» (art. 3, comma 7, legge 29 dicembre 2017, n. 226) – Avviso di proroga del termine di presentazione delle domade di partecipazione

Si comunica che è stata disposta la riapertura del termine di presentazione delle domande di partecipazione alla procedura di selezione finalizzata all’individuazione di cinquanta giovani studiosi, di età inferiore a venticinque anni, per la costituzione del «Comitato dei cinquanta ovidiani», ai sensi dell’art. 3, comma 7, della legge n. 226/2017, indetta con il Bando prot. n. 20723 del 18 giugno 2019, pubblicato, in pari data, sul sito istituzionale del MIUR.
La riapertura del termine è motivata dalla necessità di consentire una più ampia partecipazione alla procedura selettiva da parte dei soggetti interessati, tenuto conto anche del periodo di sospensione estivo delle attività didattiche presso le Istituzioni scolastiche e le
Istituzioni della formazione superiore.
Il termine di presentazione delle domande è, pertanto, prorogato e scade il giorno 16 settembre 2019, alle ore 24.
Saranno considerate valide le domande di partecipazione già presentate in adesione al predetto Bando.

Direttore Generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore
Dott.ssa Maria Letizia Melina

Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione
Dott.ssa Maria Assunta Palermo

Potenziamento dell’educazione all’Imprenditorialità. Autorizzazione progetti

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE). Obiettivo Specifico 10.2 – Miglioramento delle competenze chiave degli allievi – Azione 10.2.5. Avviso pubblico n. AOODGEFID/2775 del 08.03.2017 per la realizzazione di progetti per il potenziamento dell’educazione all’Imprenditorialità. Autorizzazione progetti

Autorizzazioni del 19 luglio 2019

Nota 17 luglio 2019, AOODGPER 32565

Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per il personale scolastico

Oggetto: Concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le Istituzioni scolastiche statali (D.D.G. n. 1259, del 23/11/2017). Valutazione dei titoli culturali, di servizio e professionali di cui alla tabella A allegata al D.M. n. 138/2017 e all’errata corrige pubblicata nella G.U. del 21 ottobre 2017, n. 247.

Si rende noto il punteggio riconosciuto dalle Commissioni esaminatrici ai titoli dei candidati che hanno superato la prova orale, presentati secondo i termini e le modalità previsti dall’articolo 10 del Bando di concorso e della nota prot. n. AOODGPER 13277 del 2 aprile 2019.
Secondo quanto previsto dall’articolo 10, comma 6, del Bando di concorso, eventuali dichiarazioni presentate dai candidati in modo incompleto o parziale, potranno essere regolarizzate inviando apposita istanza, esclusivamente tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC corsoconcorsods@postacert.istruzione.it , dal 17 al 20 luglio 2019.
Nell’istanza dovranno essere indicati con precisione il titolo oggetto di regolarizzazione e tutti gli elementi necessari a consentirne la corretta valutazione.
Si precisa che non verranno prese in considerazione richieste di valutazione di titoli ulteriori o diversi rispetto a quelli già dichiarati e inoltrati tramite la funzione POLIS dedicata.
Con l’occasione, si fa presente che sono pervenute alcune segnalazioni e richieste di chiarimento in merito alla possibilità di valutare, nell’ambito del servizio prestato come collaboratore del capo d’istituto, ai sensi dell’art. 7, comma 2, lett. h) del D.lgs. n. 297/1994 e come collaboratore del dirigente scolastico nominato ai sensi dell’art. 25, comma 5, del D.lgs. n. 165/2001, previsto dalla lettera B.2 della tabella A allegata al D.M. n. 138/2017, anche l’attività svolta in qualità di coordinatore di classe.
Si precisa, al riguardo, che tale attività non può farsi rientrare nell’ambito di applicazione della normativa sopra indicata e, pertanto, si invitano i candidati che abbiano reso dichiarazioni in tal senso, a rettificarle con le modalità e nei termini sopra indicati.
Si ricorda, infine, che i dati riportati dal candidato assumono il valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione rese ai sensi dell’articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

IL CAPO DIPARTIMENTO
Carmela Palumbo


Nota 12 luglio 2019, AOODGRUF 16056

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali
Direzione generale per le Risorse Umane e Finanziarie – Ufficio IX

Alle istituzioni scolastiche ed educative statali
LORO E-MAIL
e, p.c.
Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO E-MAIL

Oggetto: Istruzioni di carattere generale relative all’applicazione del Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii) – Quaderno n. 1 e Appendice – Aggiornamento giugno 2019

Ordinanza Consiglio di Stato 11 luglio 2019, n. 3512

Pubblicato il 12/07/2019

N. 03512/2019 REG.PROV.CAU.
N. 05742/2019 REG.RIC.
N. 05764/2019 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)
ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 5742 del 2019, proposto da xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Sergio Galleano, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio
eletto presso il suo studio in Roma, via Germanico, 172;
contro
xxx, rappresentata e difesa dall’avvocato Guido Marone, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il suo studio in Roma, via Antonio Salandra, 18;
nei confronti
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Commissione Esaminatrice Concorso Reclutamento Dirigenti Scolastici, Cineca Consorzio Interuniversitario, xxx non
costituiti in giudizio nell’ambito del presente ricorso;
e con l’intervento di
ad adiuvandum:
xxx, rappresentata e difesa dall’avvocato Fabio Rossi, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il suo studio in Catania, via Orto Limoni, 7 Pal. H;
ad opponendum:
Codacons in persona dei legali rappresentanti pro tempore, rappresentato e difeso dall’avvocato Carlo Rienzi, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il suo studio in Roma, viale delle Milizie, 9;
xxx non costituiti in giudizio;
xxx rappresentati e difesi dall’avvocato Vincenzo Iacovino, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Renzo Briguglio, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Giuseppe Allegra in Roma, via Oslavia, n. 40;
nonché comunque con l’intervento di tutti gli altri intervenienti ad opponendum e ad adiuvandum, meglio indicati nell’epigrafe dei singoli atti di intervento, in parte qua facenti parte integrante dell’epigrafe della presente ordinanza;

sul ricorso numero di registro generale 5764 del 2019, proposto da
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall’Avvocatura generale dello Stato, con domicilio legale in Roma, via dei Portoghesi, n. 12;
contro
xxx, rappresentata e difesa dall’avvocato Guido Marone, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il suo studio in Roma, via Antonio Salandra, 18;
nei confronti
xxx, non costituito in giudizio;
xxx, rappresentati e difesi dall’avvocato Pietro Adami, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Pietro Adami in Roma, corso D’Italia 97;
xxx, rappresentata e difesa dall’avvocato Maddalena Cioci, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso il proprio studio in Roma, via G. Palumbo;

e con l’intervento di
ad adiuvandum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Isetta Barsanti Mauceri, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Francesco Americo in Roma, via Cosseria 2;
ad adiuvandum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Andrea Ingiulla, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad adiuvandum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Sergio Galleano, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Sergio Avv. Galleano in Roma, via Germanico, 172;
ad adiuvandum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Vincenzo Aprile, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad opponendum:
xxx, rappresentati e difesi dall’avvocato Massimo Vernola, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad opponendum:
xxx, rappresentati e difesi dall’avvocato Pasquale Marotta, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Giancarlo Caracuzzo in Roma, via di Villa Pepoli, 4;
ad opponendum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Renato Labriola, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad opponendum:
xxx, rappresentati e difesi dall’avvocato Giuseppe Mingiardi, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad opponendum:
xxx, rappresentati e difesi dall’avvocato Vincenzo Iacovino, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
ad opponendum:
xxx, rappresentato e difeso dall’avvocato Renzo Briguglio, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Giuseppe Allegra in Roma, via Oslavia, n. 40;
nonché comunque con l’intervento di tutti gli altri intervenienti ad opponendum e ad adiuvandum, meglio indicati nell’epigrafe dei singoli atti di intervento, in parte qua facenti parte integrante dell’epigrafe della presente ordinanza;

per la riforma
della sentenza breve del Tribunale Amministrativo Regionale Per Il Lazio (sezione Terza) n. 8655/2019, concernente: corso-concorso nazionale per il reclutamento di dirigenti scolastici, indetto con D.D.G. del 23 novembre 2017, n. 1259;

Visti i ricorsi in appello e i relativi allegati;
Visto l’art. 98 cod. proc. amm.;
Visti gli atti di costituzione in giudizio delle rispettive parti appellate, gli appelli incidentali e gli atti di intervento;
Visti tutti gli atti della causa;
Vista la domanda di sospensione dell’efficacia della sentenza del Tribunale amministrativo regionale, di parziale accoglimento del ricorso di primo grado, presentata in via incidentale dagli appellanti principali e, rispettivamente, dagli appellanti incidentali;
Relatore, nella camera di consiglio del giorno 11 luglio 2019, il Consigliere Bernhard Lageder e uditi, per le parti, gli avvocati Sergio Galleano, Guido Marone, Fabio Rossi, Gino Giuliano per delega di xxx, l’avvocato dello Stato Basilica, gli avvocati Massimo Vernola, Giuseppe Mingiardi, Renzo Briguglio, Pasquale Marotta, Maddalena Cioci (che si difende in proprio ai sensi dell’art. 22 cod. proc. amm., Pietro Adami, Renato Labriola e Francesco Americo, per delega di xxx, Vincenzo Fiorini, per delega di xxx;

Rilevato che i due appelli in epigrafe, proposti avverso la medesima sentenza, a norma dell’art. 96, comma 1, Cod. proc. amm. devono essere riuniti e trattati congiuntamente;
Considerato che – a prescindere dal merito delle questioni devolute in appello e da ogni valutazione sull’effettiva portata invalidante dei vizi dedotti (segnatamente dei vizi riscontrati dal primo giudice) –, sulla base di un bilanciamento di tutti gli interessi in conflitto ed alla luce di una valutazione comparativa degli effetti scaturenti dall’esecuzione dell’appellata sentenza nelle more del giudizio di merito, con particolare riguardo all’incidenza sull’assetto organizzativo dell’amministrazione della scuola in prossimità dell’inizio del nuovo anno scolastico, deve ritenersi preminente l’interesse pubblico alla tempestiva conclusione della procedura concorsuale, anche tenuto conto della tempistica prevista per la procedura di immissione in ruolo dei candidati vincitori e per l’affidamento degli incarichi di dirigenza scolastica con decorrenza dal 1° settembre 2019;
Ritenuta, per le esposte ragioni, la fondatezza dell’istanza cautelare formulata negli appelli principali (e la conseguente correlativa infondatezza dell’istanza cautelare formulata negli appelli incidentali condizionati);
Ritenuti i presupposti di legge per dichiarare le spese della presente fase cautelare interamente compensate tra tutte le parti;
P.Q.M.
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) accoglie le istanze cautelari proposte nell’ambito dei ricorsi principali (Ricorsi numero: 5742/2019 e n. 5764/2019, tra di loro riuniti) e, per l’effetto, sospende l’esecutività della statuizione di accoglimento contenuta nella sentenza impugnata; fissa l’udienza pubblica per la discussione dei ricorsi nel merito al 17 ottobre 2019; dichiara le spese della presente fase cautelare interamente compensate tra le parti.
La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 11 luglio 2019 con l’intervento dei magistrati:
Sergio De Felice, Presidente
Bernhard Lageder, Consigliere, Estensore
Alessandro Maggio, Consigliere
Oreste Mario Caputo, Consigliere
Stefano Toschei, Consigliere

L’ESTENSORE
Bernhard Lageder

IL PRESIDENTE
Sergio De Felice

IL SEGRETARIO

Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dell’area istruzione e ricerca – Triennio 2016-2018

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

COMUNICATO  

(GU Serie Generale n.168 del 19-07-2019)