Nota 23 settembre 2011, Prot.n. MPIAOODGRUREG.UFF./14429

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Direzione Generale per le Risorse Umane del Ministero, Acquisti e Affari Generali

 

Nota 23 settembre 2011, Prot.n. MPIAOODGRUREG.UFF./14429

 

Al Capo di Gabinetto dell’On. Ministro

SEDE

Al Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

SEDE

Al Dipartimento per l’istruzione

SEDE

Al Dipartimento per l’università, l’alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca

SEDE

Ai Direttori Generali dell’Amministrazione Centrale e Periferica

LORO SEDI

 

Oggetto: Portale PERLA PA – Chiarimenti in ordine all’adempimento DIRIGENTI, agli altri adempimenti e al personale coinvolto

Avviso 23 settembre 2011

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Oggetto: Olimpiadi di Scienze della Terra: l’Italia vince l’oro

TERMINA LA 5ª EDIZIONE DELLE IESO 2011. RICONOSCIMENTI E APPLAUSI TRA LE BANDIERE DI 34 PAESI

Modena 5 – 14 settembre 2011

Si sono concluse le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra – IESO 2011 con la consegna delle medaglie ai giovani studenti provenienti da Paesi di tutto il mondo: un oro, un argento e due bronzi per l’Italia.

Dal 5 al 14 settembre la città di Modena è stata colorata dalle bandiere di 34 Nazioni ed ha ospitato più di 300 persone tra studenti in gara, professori e staff di giovani volontari.

Durante lo svolgimento delle Olimpiadi i partecipanti si sono confrontati sia in prove scritte e pratiche che in prove cooperative di team misti per nazionalità, così da incoraggiare tanto la sana competizione quanto lo scambio tra diverse culture.

Dall’Australia all’Honduras, dal Kuwait a Israele, per dieci giorni gli studenti hanno convissuto lavorando insieme, visitando mete di interesse scientifico e bellezze artistiche del nostro Paese: osservazioni di astronomia in Valle d’Aosta, misurazioni idrogeologiche nei canali di Venezia, numerose escursioni nei dintorni di Modena e altro ancora.

Il tema scelto per l’edizione IESO 2011 è “Il rinascimento delle Scienze della Terra, scienza, ambiente e arte”che lega le tematiche scientifiche all’ambito culturale, in modo da evidenziare come clima e geologia abbiano influenzato l’evoluzione storica e artistica di una regione geografica. Il territorio italiano presenta molteplici peculiarità, è un paese ricco di fenomeni rilevanti che, talvolta, con le loro tragiche conseguenze, ci ricordano come sia importante promuovere le discipline che indagano questi ambiti. La prof.ssa Carmela Palumbo, Direttore Generale degli Ordinamenti scolastici, alla cerimonia conclusiva ha tenuto a ribadire che è nell’interesse del MIUR studiare gli approcci didattici degli altri paesi rispetto a queste discipline, così da poter “contagiare” l’Italia con le migliori pratiche.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca insieme all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia si è impegnato a portare le IESO in Italia, così da essere il primo Paese ad ospitare questo evento in Europa, che fino alla precedente edizione si era svolto in Asia.

Roberto Greco -Chairman IESO2011- dichiara: “L’Italia è riuscita ad attrarre numerosi nuovi Paesi, raddoppiando le delegazioni partecipanti rispetto alle scorse edizioni. La forza delle IESO risiede nell’approccio olistico e sistemico, che è ad oggi in fase di riscoperta nella ricerca scientifica internazionale”.

Nell’edizione appena conclusa il punteggio individuale più alto è stato conseguito dal coreano Sang-Woo Ryoo (fratello del vincitore dell’edizione IESO 2008), seguito dai Taiwanesi Kuan-YuLin e Yi-LinJao.

L’Italia si distingue grazie all’oro di Alessandro Manieri, l’argento di Giuseppe Licci e i bronzi di Stefano Roberti e Giorgio Cocomello.

Alessandro, stringendo la sua medaglia d’oro (ricavata da pasta di vetro riciclata!) afferma: “Sono ancora molto emozionato. Di questo risultato devo ringraziare i miei professori, il preside della mia scuola, i miei compagni e l’intera organizzazione di questa splendida manifestazione”.

Una medaglia molto speciale va al merito dei 50 volontari che hanno fatto parte dello staff: studenti dell’Università di Modena, alunni di istituti superiori di diverse città, partecipanti alle precedenti edizioni IESO, italiani e non. Questi ragazzi hanno seguito le intense attività lavorando con impegno e passione, per tutti, senza dubbio medaglia d’oro.

WEB SITE: http://www.ieso2011.unimore.it/

FACEBOOK: IESO2011

http://www.youtube.com/user/tvunimore?feature=mhee#p/c/22C1AEBA134F2749/10/6y5LWccrSEM

Filmato

Ordinanza TAR Sicilia n. 763

Tar Sicilia Palermo – Ordinanza n. 763 del 23 settembre 2011

 

N. 00763/2011 REG.PROV.CAU.

 

N. 01481/2010 REG.RIC.

 

REPUBBLICA ITALIANA

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

 

(Sezione Seconda)

 

ha pronunciato la presente

 

ORDINANZA

 

sul ricorso numero di registro generale 1481 del 2010, proposto da:

 

[omissis] e coricorrenti, rappresentati e difesi dall’avv. Nadia Spallitta, con domicilio eletto presso il suo studio in Palermo, piazza Lolli N.15;

 

contro

 

Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, in persona del Ministro pro tempore, Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentati e difesi dall’Avvocatura Distrettuale di Palermo, domiciliataria per legge in Palermo, via A. De Gasperi 81;

 

per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia,

 

-del decreto n.4924 del 30 luglio 2010 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con il quale sono state determinate le dotazioni organiche del personale ATA per l’anno scolastico 2010/2011 e sono stati accantonati n.500 posti per LSU e dipendenti di cooperative;

 

-della nota n.4993/2 del 3 agosto 2010 con cui la medesima Amministrazione ha pubblicato l’elenco dei posti disponibili del personale ATA per l’anno 2010/2011;

 

-del decreto n.4925 del 29 luglio 2010 con il quale si dispone la riduzione di n.50 posti in relazione al profilo di collaboratore scolastico;

 

-della nota, sprovvista di numero, del 29 luglio 2010, con cui l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha approvato la dotazione organica provinciale del personale ATA ;

 

-ove occorra, della nota n.5706 del 9 giugno 2010 di trasmissione dello “schema di decreto relativo alla dotazione organica di diritto del personale ATA”;

 

-ove occorra, dello stesso “schema di decreto interministeriale del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”, sprovvisto di data e di numero con il quale si prevedono i parametri ed i criteri per la determinazione degli organici del personale ATA delle scuole – consistenza dotazione organica anno 2010/2011 – con i relativi allegati e si dispone la riduzione e accantonamento dei posti per servizi esternalizzati;

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

 

Visti gli atti di costituzione in giudizio del Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca,

 

dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo;

 

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

 

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

 

Visti tutti gli atti della causa;

 

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

 

Relatore nella camera di consiglio del giorno 22 settembre 2011 il Referendario dott.ssa Francesca Aprile e uditi per le parti i difensori presenti, come da verbale;

 

Rilevato che il ricorso in epigrafe è, in parte, assistito da sufficiente fumus boni iuris, limitatamente alla riduzione della dotazione organica per il personale ATA della Provincia di Palermo, nei sensi e per le ragioni di seguito esposte:

 

– il D.P.R. 22 giugno 2009 n° 119, non impugnato dalle parti ricorrenti, che, con il primo motivo di ricorso, lo invocano a parametro di legittimità degli atti, ha disposto, all’art. 1, che la consistenza numerica delle dotazioni organiche del personale ATA sia determinata “in base ai criteri previsti dal – presente – regolamento e secondo i parametri di calcolo previsti dalle annesse Tabelle 1, 2, 3/A, 3/B e 3/C”, “in modo da realizzare complessivamente le riduzioni di cui all’articolo 2, commi 411 e 412, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria 2008) e dell’articolo 64, comma 2, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 2008, n. 133”.

 

Dalle deduzioni impugnatorie sembra desumersi che gli odierni ricorrenti si dolgano di una non corretta applicazione, nel caso concreto, dei parametri di calcolo predeterminati in modo uniforme sul territorio nazionale in base alle Tabelle allegate al menzionato D.P.R. n° 119/2009.

 

In tal senso intesa, la censura appare supportata dal necessario fumus, anche avuto riguardo al mancato riscontro, da parte dell’amministrazione, all’ordinanza collegiale istruttoria n° 194 del 9 settembre 2010, emessa da questa Sezione, nell’odierno giudizio, con cui erano stati richiesti documentati chiarimenti sui punti controversi, condotta processuale da cui possono trarsi argomenti di prova in senso favorevole agli odierni ricorrenti ai sensi dell’art. 116 c.p.c..

 

– il D.P.R. 22 giugno 2009 n° 119 succitato, ha, del pari, previsto l’accantonamento di circa 11.800 posti di collaboratore scolastico per il triennio 2008/2009, 2009/2010, 2010/2011, in corrispondenza dei servizi erogati da ditte titolari di contratti ai sensi delle direttive ministeriali n° 62 e n° 92 del 2005. Le disposizioni regolamentari fin qui richiamate non sono state contestate nemmeno incidentalmente nell’atto introduttivo del giudizio, così come non è stata impugnata, neanche con motivi aggiunti, la direttiva n° 103 del 30 dicembre 2011 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che, nel dare attuazione all’art. 4 del D.P.R. n° 119/2009, ha previsto l’indizione di procedure di gara per l’affidamento dei servizi di pulizia e delle attività riconducibili alle funzioni previste per il profilo di collaboratore scolastico.

 

Nella parte in cui mira a censurare l’accantonamento di posti per personale ex LSU, pertanto, il ricorso non è assistito da sufficiente fumus, essendo il detto accantonamento stato disposto in conforme attuazione di atti rimasti inoppugnati e non contestati con l’iniziativa processuale in esame.

 

Ritenuto, quanto al pericolo di pregiudizio grave ed irreparabile, che appare meritevole di considerazione la dedotta perdita delle possibilità lavorative, e che va del pari salvaguardata l’esigenza di ordinato avvio dell’anno scolastico, in uno all’interesse generale alla continuità, correttezza e piena copertura dei servizi di cui si controverte.

 

Per tale ragione, l’istanza cautelare proposta con il ricorso in epigrafe dev’essere accolta in parte nei sensi sopra precisati e ai fini del riesame dell’attività di determinazione, per la Provincia di Palermo, delle riduzioni di cui all’art. 2 della legge n° 244/2007 e all’art. 64 del d.l. n° 112/2008, in vista della coerente e corretta applicazione delle tabelle annesse al D.P.R. 22 giugno 2009 n° 119.

 

Le spese della presente fase cautelare possono essere compensate, stante la parziale reciproca soccombenza.

 

P.Q.M.

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Seconda) accoglie in parte l’istanza cautelare proposta con il ricorso in epigrafe, nei sensi di cui in motivazione, ordinando all’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo di riesaminare la determinazione delle riduzioni dei posti disponibili per il personale ATA, attenendosi alle tabelle annesse al D.P.R. 22 giugno 2009 n° 119.

 

Fissa per la trattazione di merito del ricorso la prima pubblica udienza del mese di maggio 2012.

 

Spese compensate.

 

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

 

Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 22 settembre 2011 con l’intervento dei magistrati:

 

Nicolo’ Monteleone, Presidente

 

Francesca Aprile, Referendario, Estensore

 

Pier Luigi Tomaiuoli, Referendario

 

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

 

Il 23/09/2011

 

IL SEGRETARIO

 

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Nota 22 settembre 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 6353

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio II –

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “C’ERA UNA SVOLTA” XV EDIZIONE -ANNO 2011/12

 

Il Liceo statale “Giordano Bruno” di Albenga, in collaborazione con il Comune di Albenga e con la Provincia di Savona, bandisce la XV edizione del Premio Letterario Nazionale “C’era una svolta” riservato agli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado italiane e di quelle europee equivalenti.

Il Concorso vuole offrire ai ragazzi un’occasione di scrittura originale e creativa. La conoscenza diretta di un autore mira ad invogliare i giovani a riscoprire la letteratura, in particolare i romanzi italiani contemporanei. Il premio letterario “C’era una svolta” ha ottenuto dall’anno 2008 – 09 il riconoscimento ministeriale per l’individuazione delle eccellenze.

Le iscrizioni devono pervenire al Liceo “G. Bruno” tramite la segreteria della scuola di appartenenza, entro e non oltre il 29 OTTOBRE 2011.

 

Per informazioni:

Liceo statale “G. Bruno”, viale Pontelungo, 83 – 17031- Albenga (SV).

tel.: 0182 555601 – fax: 0182 544403

mail : segreteriagbruno@tiscali.it

 

Il Dirigente

Antonio LO BELLO

Nota 22 settembre 2011, MIURAOODGOS prot. n. 6366/R.U.U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Uff.II –

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

 

Ai Sovrintendenti Scolastici

delle Province Autonome di Bolzano e Trento

 

Al Sovrintendente agli studi

dellaRegione Autonoma Valle d’Aosta

 

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti

di Istruzione Secondaria di secondo grado

 

Oggetto: Protocollo d’Intesa MIUR/Schneider Electric – 2° Concorso nazionale “GREEN TECHNOLOGIES AWARD – Energia nuova per le Scuole” – Anno scolastico 2011/12

 

Si porta a conoscenza delle SS.LL. che la Schneider Electric, nell’ambito delle iniziative promosse in attuazione del Protocollo d’Intesa indicato in oggetto, organizza il 2° Concorso nazionale “GREEN TECHNOLOGIES AWARD – Energia nuova per le Scuole”.

Il concorso è destinato agli studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado ed ha come finalità la sensibilizzazione sulle tematiche inerenti l’efficienza energetica e l’utilizzo di energie rinnovabili.

Gli studenti potranno presentare progetti applicabili ad impianti tecnologici relativi a due aree tematiche:

 

Green Technologies Scuola”: soluzioni per l’efficienza energetica e/o l’energia rinnovabile applicabili ad impianti tecnologici in ambiente scolastico.

Green Technologies in altri settori”: soluzioni per l’efficienza energetica e/o l’energia rinnovabile applicabili ad impianti tecnologici nell’industria, nell’agricoltura e nel terziario.

 

I migliori progetti verranno premiati con assegni rispettivamente di 4.000, 3.000 e 2.000 euro e gli istituti riceveranno materiale Schneider Electric per l’implementazione dei laboratori scolastici.

Tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono riportate sul sito web della Schneider Electric:

http://www.schneider-electric.it/sites/italy/it/prodotti-e-servizi/scuole-tecniche/concorso-green-technologies.page

Si pregano le SS.LL. di dare diffusione della presente nota che sarà inserita sul sito internet istituzionale.

 

Si ringrazia per la collaborazione.

 

IL DIRIGENTE

F.to Antonio Lo Bello

Nota 22 settembre 2011, MIURAOODGOS prot. n. 6365/R.U.U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Uff.II –

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

 

Ai Sovrintendenti Scolastici

delle Province Autonome di Bolzano e Trento

 

Al Sovrintendente agli studi

dellaRegione Autonoma Valle d’Aosta

 

Ai Dirigenti Scolastici

degli Istituti Tecnici e Professionali

 

Oggetto: Protocollo d’Intesa MIUR-SIEMENS s.p.a.. Concorso “Premio Nazionale Olimpiadi dell’automazione” – Anno scolastico 2011/12

 

La SIEMENS s.p.a. organizza, anche per il corrente anno scolastico, un concorso riservato agli studenti degli Istituti Tecnici e Professionali di tutto il territorio nazionale, nei quali siano attivi gli indirizzi di Elettronica, Elettrotecnica e Automazione, Elettronica e Telecomunicazioni, Informatica Industriale, Meccanica.

L’iniziativa è compresa tra le attività progettate in attuazione del Protocollo d’Intesa stipulato in data 18 novembre 2008, tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca e la SIEMENS s.p.a.

Le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono disponibili sul regolamento allegato, ovvero direttamente presso il sito internet della SIEMENS Italia s.p.a.: http://www.siemens.it/sce/olimpiadi2012

In considerazione della rilevanza dell’iniziativa, si pregano le SS.LL. di dare diffusione della presente nota presso le Istituzioni scolastiche interessate del territorio di competenza, tenendo comunque conto che la stessa verrà inserita nei siti web ministeriali.

 

Si ringrazia per la collaborazione.

 

IL DIRIGENTE

F.to Antonio Lo Bello

21 settembre Personale inidoneo

La Nota 12 settembre 2011, Prot. 7121, di trasmissione del Decreto ministeriale 12 settembre 2011, n. 79, proroga al 21 settembre 2011 il termine finale – precedentemente fissato al 14 settembre (Nota 10 agosto 2011, Prot. AOODGPER6626) – per la presentazione all’Ufficio scolastico regionale della domanda di inquadramento in qualità di assistente amministrativo e di assistente tecnico per il personale docente dichiarato permanentemente inidoneo alla propria funzione per motivi di salute, ma idoneo ad altri compiti,  come previsto dall’art. 19, comma 12, della Legge 15 luglio 2011, n. 111, di conversione in legge del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98.

Nota 21 settembre 2011, Prot. MIURDGOS n. 6267

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma

di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: OLIMPIADI ITALIANE DI ASTRONOMIA 2012.

 

La Società Astronomica Italiana (SAIt) e l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), organizzano le Olimpiadi Italiane di Astronomia 2012.

Scopo dell’iniziativa è quello di stimolare l’interesse per lo studio delle discipline scientifiche in generale e dell’Astronomia e dell’Astrofisica in particolare, offrendo agli studenti delle scuole italiane un’occasione di incontro e di confronto fra le diverse realtà scolastiche e fra scuola e mondo della ricerca scientifica.

Sono ammessi a partecipare gli studenti e le studentesse delle scuole italiane nati/e negli anni 1997 e 1998 (categoria junior) e negli anni 1995 e 1996 (categoria senior), senza distinzione di nazionalità e cittadinanza.

La competizione è strettamente individuale e si svolge in tre fasi, come specificato nel bando allegato al quale si fa specifico rinvio anche per quanto attiene alle modalità di partecipazione e i termini di presentazione degli elaborati.

I vincitori delle Olimpiadi Italiane di Astronomia saranno candidati a far parte della Squadra Nazionale che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia, che avranno luogo in autunno nella sede e con le modalità che saranno successivamente comunicate sul sito www.olimpiadiastronomia.it

 

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Allegati

Decreto TAR Molise n. 300

N. 00174/2011 REG.PROV.CAU.

N. 00300/2011 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise

(Sezione Prima)

 

Il Presidente

 

ha pronunciato il presente

DECRETO

 

sul ricorso numero di registro generale 300 del 2011, proposto da:

[omissis] , rappresentati e difesi dagli avv. Michele Coromano, Marcella Ceniccola, con domicilio eletto presso Michele Coromano Avv. in Campobasso, Principe di Piemonte, 41; [omissis], rappresentato e difeso dagli avv. Marcella Ceniccola, Michele Coromano, con domicilio eletto presso Michele Coromano Avv. in Campobasso, Principe di Piemonte, 41;

 

contro

 

Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca in Pers. del Ministro P.T., Ufficio Scolastico Regionale Per il Molise in Pers. del Leg. Rappres. P.T., Istituto Tecnico Economico “L.Pilla” Campobasso in Pers. del Dirigente P.T.;

 

per l’annullamento previa sospensione dell’efficacia, del provvedimento del 24.6.11 con cui l’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise ha proceduto ad accorpare la ex classe III sez. C alle sez. A e B dell’Istituto Tecnico Economico “L.PILLA” eliminando di fatto per l’anno scolastico 2011/2012, la sez. C per la classe IV e prevedendo, di conseguenza, solo due classi quarte, sezz. A e B, rispettivamente di 29 e 30 alunni, nonchè in via subordinata, per la disapplicazione del DPR 20.3.09, n. 81 nella parte in cui si pone in contrasto con la normativa legislativa in materia di edilizia scolastica e di sicurezza negli ambienti di lavoro; delle circolari MIUR nn. 21 del 14.3.11 e 63 del 13.07.11, nella parte in cui nel dare attuazione al DPR n. 81/09, si pongono in contrasto con la medesima normativa in materia di edilizia scolastica e di sicurezza negli ambienti di lavoro, di ogni atto presupposto, connesso e/o conseguente

 

Visti il ricorso e i relativi allegati;

 

Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm. contenuta nel suindicato ricorso, notificata il 19 settembre e depositata il 20 settembre 2011;

 

Considerato che la prima Camera di Consiglio utile per la trattazione collegiale dell’istanza di sospensione dell’efficacia degli atti impugnati è fissata per il giorno 19 ottobre 2011 e che, per tale data, il danno grave paventato dalla parte ricorrente potrebbe essersi già verificato;

 

Considerato altresì che, per la data fissata per l’esame dell’istanza cautelare, l’amministrazione resistente potrebbe utilmente riesaminare la questione posta con il ricorso in esame anche alla stregua delle considerazioni espresse dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione nella specifica relazione allegata al ricorso (documento allegato 3) e di quanto deciso da questo Tribunale Amministrativo Regionale con ordinanza n.163/2011;

 

Considerato che sussistono i presupposti di estrema gravità ed urgenza richiesti dall’art. 56 comma 1 del D.lgs. 2 luglio 2010, n. 104 ai fini dell’adozione di misure cautelari provvisorie;

 

P.Q.M.

 

ACCOGLIE la suindicata istanza provvisoria, sospendendo, pertanto, l’efficacia degli atti impugnati;

 

Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 19 ottobre 2011 con inizio alle ore 9.30.

 

Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

 

Così deciso in Campobasso il giorno 21 settembre 2011.

 

Il Presidente

Goffredo Zaccardi

 

DEPOSITATO IN SEGRETERIA Il 21/09/2011

 

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Nota 21 settembre 2011, Prot. MIURDGOS n. 6263

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale Ordinamenti Scolastici E Per L’autonomia Scolastica

Uff. II

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma

di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: CONCORSO NAZIONALE “IN MEMORIA DI OLGA” IV Edizione.

 

Il Planetario Provinciale Pythagoras di Reggio Calabria e la sezione Calabria della Società Astronomica Italiana di intesa con la Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica Ufficio II – del MIUR indicono la IV Edizione del Concorso Nazionale “In memoria di Olga”.

Il concorso fu istituito nel maggio 2008 per ricordare la bambina Olga Panuccio, vittima di una feroce aggressione insieme con i suoi genitori e deceduta il 1° aprile 2008.

Il Concorso è riservato agli alunni della scuola dell’infanzia e primaria.

La competizione è articolata in due sezioni, la prima riservata alla scuola dell’infanzia: Disegno, con tema “Disegnate il Cielo”, e la seconda riservata alla scuola primaria: Composizione Letteraria con tema “Raccontate il Cielo”.

Le opere, individuali, devono recare, oltre al nome dell’alunno che le ha realizzate, la firma dell’insegnante e la scuola di appartenenza. E’ ammessa una sola opera per alunno partecipante e non più di cinque per scuola. Le Composizioni (prosa o poesia) non devono superare le 80 righe (4 pagine); i Disegni possono avere un formato massimo A3, con piena libertà riguardo alla tecnica impiegata.

La data di scadenza per la presentazione dei lavori è fissata per il giorno 31 ottobre 2011.

Ai tre migliori lavori di ciascuna classifica e relativa sezione saranno assegnati come premi strumenti astronomici e libri. La premiazione avrà luogo a Reggio Calabria nel salone della Provincia il 20 novembre 2011 in concomitanza con la Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

 

I lavori devono essere inviati al seguente indirizzo: Laboratorio di Didattica Pitagora Planetario Provincia Casella Postale 32 – 89100 Reggio Calabria. Farà fede il timbro postale.

 

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

Nota 21 settembre 2011, Prot. MIURDGOS n. 6266

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma

di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: Assegnato il 36° Premio “IGNAZIO SALVO” all’Alunno più buono d’Italia”

 

L’Associazione “L’Alunno più buono d’Italia” comunica che il 10 settembre 2011 è stato assegnato il Premio IGNAZIO SALVO” all’alunno più buono d’Italia 2011 ad Antonio Maria MANNILLO nato a Piedimonte Matese (CE) il 23/02/2004 e frequentante la Classe prima Elementare presso il 1° Circolo Didattico “Giovanni Falcone” di Piedimonte Matese (CE).

 

Il Dirigente

Antonio LO BELLO

Decreto Ministero Lavoro e Politiche Sociali 20 settembre 2011

DECRETO MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI 20 settembre 2011

(in GU 3 dicembre 2011, n. 282)

Modalita’ di interconnessione a ClicLavoro di Universita’ e altri soggetti autorizzati all’esercizio dell’attivita’ di intermediazione. (11A15592)

Nota 19 settembre 2011, Prot. 6782

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione

 

Nota 19 settembre 2011, Prot. 6782

 

Agli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

All’Intendenza Scolastica per la Lingua Italiana di

BOLZANO

All’Intendenza Scolastica per la Lingua Tedesca di

BOLZANO

All’Intendenza Scolastica per la Lingua Ladina di

BOLZANO

Alla Provincia di Trento Servizio Istruzione

TRENTO

Alla Sovrintendenza Agli Studi per la Regione

Autonoma della Valle D’Aosta

AOSTA

e p.c. Al Sovrintendente dell’ Archivio Centrale dello Stato

ROMA

 

OGGETTO: Mostra documentaria “La macchina dello Stato”, 22 settembre 2011 – 16 marzo 2012.