La Ragioneria dello Stato: al Miur c’è un buco nero

da Tecnica della Scuola

La Ragioneria dello Stato: al Miur c’è un buco nero
di P.A.
A scriverlo è il Messaggero: un buco nero al Miur dove spariscono finanziamenti milionari, arrivati dallo Stato o dall’Unione europea
Secondo il quotidiano di Roma, la Ragioneria dello Stato sta scoprendo “ammanchi da milioni di euro”, circostanziando con tutte le formalità del caso quali siano i capitoli di spesa sospetti. A tale scopo la Ragioneria generale dello Stato ha inviato una relazione al ministro titolare, Maria Chiara Carrozza, che a sua volta lo ha inviato alla procura di Roma. Il Pm, titolare del fascicolo, ha dato così delega al Nucleo speciale spesa pubblica e repressione delle frodi comunitarie della Guardia di Finanza, per effettuare le indagini. Per ora il fascicolo, riporta il Messaggero, è ancora senza indagati e senza ipotesi di reato ma è possibile che nei prossimi giorni sia iscritta una ipotesi di truffa ai danni dello Stato.
 Non è la prima volta che alla procura di Roma arrivano notizie su ammanchi milionari nei fondi assegnati al ministero dell’Istruzione e più precisamente alla Direzione generale della ricerca. Un anno fa, un anonimo aveva inviato una lettera di cento pagine parlando di un sistema di connivenze e gestioni pilotate di fondi che si sarebbe appropriato illecitamente di 6,2 miliardi di contributi comunitari a fondo perduto, 3 miliardi di budget statale e un miliardo l’anno di fondi ordinari per gli enti di ricerca.
 Le verifiche, specifica ancora il Messaggero, riguarderebbero in particolare il periodo in cui al vertice della Direzione generale per la ricerca c’era Antonio Agostini, scelto dall’ex ministro Mariastella Gelmini, a metà del 2009. Una amministrazione che gestisce bandi pesantissimi dal punto di vista economico, che arrivano anche a 2,5 miliardi per singola gara (per mantenere una misura di paragone, l’intera abolizione dell’Imu sulla prima casa è costata allo stato 4 miliardi di euro). Agostini ha lasciato la Direzione generale a febbraio 2012, qualche tempo dopo l’insediamento del governo Monti. Quindi, la Direzione è stata affidata ad Emanuele Fidora. Quest’ultimo, nell’autunno scorso aveva confermato alcuni sospetti al Fatto: «Quella del cosiddetto Corvo è una denuncia molto circostanziata».

Uil scuola: inaccettabile la doppia penalizzazione

da tuttoscuola.com

Primi commenti sindacali alla legge di stabilità

Uil scuola: inaccettabile la doppia penalizzazione 

Per la scuola una doppia penalizzazione e una ingiustizia inaccettabile” – è il giudizio del segretario della Uil Scuola, Massimo Di Menna, dopo l’approvazione della legge di stabilità.

Nel documento di bilancio del Governo si dà seguito a quanto approvato dal Consiglio dei ministri ad agosto.  Questo vuole dire, non solo retribuzioni ferme” – spiega Di Menna – “ma anche blocco degli aumenti per anzianità, già finanziati, previsti dal contratto vigente. Praticamente, dietro articoli e commi, c’è la decisione del Governo di prendere 300 milioni destinati alle retribuzioni degli insegnanti e del personale della scuola e di destinarli  ad altre spese”.

Tutto questo, commenta polemicamente il segretario della Uil Scuola, “contrasta con la tanto dichiarata attenzione per chi insegna e fa funzionare la scuola tra mille difficoltà. Il Governo e le forze politiche debbono cambiare questa scelta che per la scuola rappresenta una doppia ingiustizia”.

E’ già prevista una riunione di tutti i sindacati della scuola,  il 28 ottobre, per decidere le modalità della protesta e le forme di mobilitazione. Obiettivo: una vera trattativa con il Governo finalizzata alla discussione sul rinnovo  contrattuale sulla parte economica e normativa e per il riconoscimento professionale. “Siamo in presenza di una legge di stabilità fatta soprattutto di titoli”, conclude Di Menna. “Per dare una spinta alla ripresa occorre ben altro, una manovra che riduca le tasse sul lavoro: il governo ha fatto solo finta. A pagare non possono essere sempre i soliti”.

Come sanare il pasticcio del CNPI?

da tuttoscuola.com

Come sanare il pasticcio del CNPI?

La sentenza del TAR Lazio (n. 8843 del 3 ottobre 2013) che fa nascere, dodici anni dopo, il Consiglio Superiore della pubblica Istruzione per rimediare alla mancata proroga del CNPI, richiede un immediato intervento legislativo per evitare conseguenze pressoché disastrose. Come?

Si potrebbe intervenire con emendamento governativo sul decreto legge 104, attualmente in fase di conversione alla Camera, considerato che un siffatto intervento avrebbe i requisiti dell’urgenza e della straordinarietà.

Innanzitutto si dovrebbe togliere di mezzo il decreto legislativo 233/1999 che aveva previsto l’improbabile Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione che, se attuato oggi, provocherebbe confusione, contraddizione e disorientamento istituzionale. In che modo? Abrogandolo, facendo, però, attenzione alle norme transitorie in esso contenute.

Considerato che non è possibile prorogare sic et simpliciter il CNPI, organo già decaduto da quasi un anno, si dovrebbe prevedere un recupero delle sue funzioni già esercitate fino al dicembre scorso, affidandole in via transitoria (per un anno o due?) allo stesso CNPI nella struttura esistente a tutto il 2012, in una specie di ufficio-stralcio.

Infine, come terzo intervento emendativo, dovrebbe essere previsto nella fase transitoria con legge ordinaria la riforma degli organi collegiali della scuola dell’autonomia.

Si può fare?

Se sì, occorre procedere di corsa utilizzando il decreto legge 104.

DL 104: divieto assoluto del fumo nelle scuole

da tuttoscuola.com

DL 104: divieto assoluto del fumo nelle scuole

Accolti gli emendamenti di Santerini (SC), Centemero (PDL) e Carocci (PD)

Diventa ancora più stringente il divieto di fumo e dell’utilizzo di sigarette all’interno delle scuole che, allo stesso tempo, disporranno di maggiori risorse per combattere il tabagismo.

Gli emendamenti proposti all’art. 4 del DL Istruzione (n.104/2013) e approvati ieri in Commissione Cultura alla Camera, dove il decreto è in esame in sede referente per la conversione in legge, vanno infatti a modificare le disposizioni inerenti la tutela della salute nelle scuole.

Come previsto da un emendamento presentatato dal capogruppo di Scelta civica, Milena Santerini, “il personale delle istituzioni scolastiche preposte all’applicazione del divieto di fumo non possono rifiutare se non per documentata incompatibilità“.

Esteso anche il divieto di sigarette elettroniche che, secondo la modifica firmata da Elena Centemero responsabile Scuola del Pdl, non potranno essere utilizzate non solo nei locali chiusi ma “anche nelle aree all’aperto di pertinenza“.

Infine l’emendamento di Mara Carocci del Pd sancisce che i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie inflitte per violazione del divieto di utilizzo di sigarette elettroniche non saranno più versati all’entrata del bilancio dello Stato per essere poi riassegnati al ministero della Salute per potenziare campagne di prevenzione e monitoraggio del tabagismo. Ma “saranno versate all’entrata del bilancio dell’Istituzione scolastica per essere successivamente riutilizzati per la realizzazione di attività formative finalizzate alla prevenzione del tabagismo“.

Potenziamento dello sport a scuola ‘inammissibile’

da tuttoscuola.com

Potenziamento dello sport  a scuola ‘inammissibile’ 

Esprimo dispiacere e disappunto per l’inammissibilità dell’emendamento da me presentato al DL in materia di istruzione, università e ricerca”. E’ quanto dichiara Valentina Vezzali, deputata di Scelta Civica, dopo la decisione presa in VII commissione alla Camera.

Serve un forte intervento dello Stato, perchè investire nello sport riduce la spesa sanitaria nazionale” – protesta Vezzali – “che senza dubbio, è più alta rispetto ai finanziamenti volti alla promozione sportiva. Il decreto, invece, non accenna e tanto meno programma norme e misure volte al progetto di alfabetizzazione motoria nella scuola primaria”.

Ma la parlamentare non si rassegna: “E’ arrivato il momento nel quale le Istituzioni devono riflettere su quanto un corretto sviluppo psicomotorio influisca sull’apprendimento scolastico, favorendo e potenziando le capacità logico-matematiche ed espressive, oltre a favorire l’acquisizione della lettura e della scrittura”. Perciò “non mancherà il mio impegno a favore dell’inserimento della pratica sportiva, per l’educazione fisica nell’istruzione primaria, affinchè l’attività motoria sia una materia curricolare svolta da insegnati qualificati e specializzati e non lasciata a docenti generalisti. E’ ora che il Governo pensi allo sport per i valori a cui s’ispira e  per l’utilità sociale”.

DL istruzione, cibi biologici per le mense

da tuttoscuola.com

DL istruzione, cibi biologici per le mense

Anche le scuole favoriranno il consumo di alimenti biologici. Lo prevede un emendamento proposto all’art. 4 del dl Istruzione, e approvato ieri dalla commissione Cultura della Camera dove il decreto è in esame in sede referente.

Ogni mensa dovrà disporre di una quota di prodotti bio. L’emendamento, proposto dal Pd e modificato dal M5S in relazione al tema del biologico, specifica infatti che in sede di gara di appalto per l’affidamento e la gestione dei servizi di refezione scolastica e di fornitura di alimenti e prodotti agroalimentari nelle strutture scolastiche gli appaltanti devono prevedere un’adeguata quota di prodotti agricoli e agroalimentari non solo provenienti da sistemi di filiera corta ma anche “biologici”.

Modificate sempre per iniziativa del M5s anche le disposizioni del decreto relative ai programmi di educazione alimentare che dovranno essere elaborati dal ministero delle Politiche agricole per favorire il consumo consapevole dei prodotti ortofrutticoli considerando tali “i prodotti locali, stagionali e biologici“.

Tar Lazio: 60 giorni per sostituire il CNPI

da tuttoscuola.com

Tar Lazio: 60 giorni per sostituire il CNPI

Nei mesi scorsi la CGIL scuola aveva fatto ricorso al TAR Lazio per la mancata proroga del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione, organo consultivo che ha di fatto cessato le sue funzioni dal 1° gennaio 2013 per la mancata proroga dei suoi componenti.

Oggi sul sito della CGIL Scuola (www.flcgil.it) è stata pubblicata la sentenza del TAR Lazio n. 4375 del 15 ottobre, che accoglie il ricorso “sull’inerzia ministeriale per il CNPI”.

Se il Ministero non provvederà entro i prossimo 60 giorni ad emanare l’ordinanza con la quale dovranno essere stabiliti i termini e le modalità per le elezioni del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione – organismo che deve sostituire il CNPI, in base al decreto legislativo 233/1999 – provvederà  un commissario ad acta, già nominato nella persona del Prefetto o di un suo delegato.

Questa decisione del Tar è per il sindacato – si legge nel commento – “motivo di grande soddisfazione” perché che da solo ha “combattuto contro questa colpevole dimenticanza del Governo Monti che priva la scuola italiana, caso unico in Europa, di un organismo di rappresentanza nazionale della comunità professionale e scientifica”.

Ora – continua il comunicato – al Ministro Carrozza viene offerta l’opportunità di rimediare all’errore commesso dalla precedente gestione, assumendo gli atti politici conseguenti alla nuova situazione se vuole evitare la messa in mora innanzi al mondo della scuola.

Lettera alla VII Commissione della Camera

Al     Presidente On. Giancarlo Galan

Alla       VII Commissione della Camera dei Deputati

Egregi Presidente Onorevole Giancarlo Galan e membri della VII Commissione della Camera dei Deputati,

con la presente, desideriamo esprimere la nostra sincera riconoscenza e gratitudine all’On. Elena Centemero e a tutto il PdL sia per aver presentato l’emendamento 15.3, sia per l’impegno profuso nel cercare una soluzione alla situazione dei cd. “Congelati SSIS” in merito all’inserimento in Graduatoria ad Esaurimento (GaE).

Ci siamo sentiti per lungo tempo dimenticati e abbandonati da ogni Istituzione e ci dà speranza il sapere che la Presidenza e tutta la VII Commissione potrebbe con il proprio voto favorevole risolvere definitivamente la questione per noi, numericamente pochi e quindi politicamente poco rilevanti, “congelati SSIS” non ancora inseriti in Graduatoria ad Esaurimento (GaE).

Abbiamo avuto per molto tempo la sensazione che il nostro merito, di essere stati impegnati in un dottorato o altri corsi o di aver superato le selezioni per più classi di concorso, fosse sottovalutato da ogni Istituzione e che anzi fosse diventato per noi fonte di discriminazione. Il nostro intento invece è sempre stato quello di seguire percorsi per diventare insegnanti migliori e qualificati per affrontare con maggiore serietà il lavoro per il quale ci stiamo spendendo con tanto impegno e dedizione.

Ci auguriamo che il Vostro voto, da cui dipendiamo, possa produrre i risultati da noi tutti desiderati e ripristinare una situazione di giustizia che da lungo tempo stiamo perseguendo.

Grazie e cordiali saluti,

Leonardo Pagano portavoce del gruppo “Congelati SSIS non inseriti in GaE”

Decreto scuola: ore decisive per emendamenti

Decreto scuola: ore decisive per emendamenti Anief in VII Comissione

 

Sui trasferimenti dei neo-assunti, unificazione delle graduatorie alla terza fascia, organici di sostegno regionali, giurisdizione del tribunale amministrativo sulle GaE, spostamenti dei punteggi, clausola di salvaguardia per il dimensionamento delle piccole isole e comunità montane, precari Afam.

 

Sindacato pronto a far riproporre in aula l’emendamento per inserimento abilitati TFA e idonei concorso ordinario nelle GaE.

C. Poli, Rivoluzione a Scuola

rivoluzioneCorrado Poli, RIVOLUZIONE A SCUOLA. Come rendere felici e migliori insegnanti e allievi, Infinito Edizioni

Trent’anni d’insegnamento e di studio lontano dall’Italia e lo choc del ritorno su una cattedra nel nostro Paese sono all’origine di questo libro rivoluzionario, scritto come un’inchiesta giornalistica brillante e a tratti umoristica.

Forte della sua esperienza internazionale, l’autore spiega come potrebbe – e dovrebbe! – essere la scuola italiana se liberata da schemi rigidi, anche sindacali, e pregiudizi che ne impediscono ogni cambiamento. Poli passa sotto la lente del microscopio l’architettura degli edifici scolastici, la posizione geografica delle scuole sul territorio, l’ambiente, il comportamento di dirigenti, insegnanti, genitori e studenti, e lancia precise sfide per il futuro. Una nuova didattica e un rapporto inedito tra la scuola, gli insegnanti, gli studenti, il territorio, i sindacati e la politica è possibile. Qui, in modo divertente e approfondito, spieghiamo come.

“Dopo trent’anni la scuola non è cambiata: è necessaria una rivoluzione”

La scuola italiana? Un organismo che non si rinnova e che, anche attraverso il primo sciopero dell’anno scolastico indetto per venerdì 18, mostra tutte le sue crisi e fragilità. Le mette in luce Corrado Poli che, dopo anni di esperienze come insegnante negli Stati Uniti, torna dietro le cattedre italiane. “Rivoluzione a scuola” è un testo ricco di suggerimenti su come rivoluzionare la scuola sotto molteplici aspetti: non solo i programmi e gli orari delle lezioni, ma anche l’architettura degli edifici e l’ambiente circostante.
Gli esperimenti fatti in classe e le problematiche vissute in prima persona portano l’autore a sottolineare quali aspetti siano negativi nel rapporto con gli studenti. Gli insegnanti, inoltre, non sono più un’élite culturale a sé stante, ma devono reinventarsi sul nuovo contesto storico e sociale attuale, di cui fanno parte genitori e talvolta anche alunni già molto informati. Poli critica negativamente l’eccessiva attenzione sul “cosa” si debba insegnare, mentre pone l’accento su altri elementi più importanti: “come” si debba svolgere questa professione, e “chi” rappresenti il docente oggi: non un freddo e impersonale “strumento audiovisivo”, ma una persona felicemente conscia della propria importante vocazione.

Corrado, nel libro lei racconta del suo ritorno nel mondo della scuola a distanza di trent’anni. Quali sono state le sue prime impressioni rispetto all’ambiente che aveva lasciato?
Nulla mi sembrava cambiato! In gran parte eravamo persino gli stessi, solo più vecchi.

In che modo anche un edificio può condizionare l’educazione degli studenti?
Sono convinto che il rapporto tra scuola e territorio, tra scuola e ambiente sia una tematica molto importante e che seguo da sempre. Il luogo in cui si svolge il processo formativo esercita una funzione simbolica cruciale, anche dal punto di vista reale: il modo di stare in classe, di muoversi negli ambienti e utilizzare gli spazi influenza il rapporto tra cittadino e comunità. Se l’andare a scuola significa passare dalla libertà e dal benessere alla costrizione e alla povertà, l’idea che i giovani si fanno della società non è certo edificante. Molte scuole sono fatiscenti e sono edifici dall’aspetto povero e triste. Come si può pensare che ci si vada volentieri? O forse l’obiettivo è insegnare ai giovani che studiare (e vivere) è una sofferenza?

È un’utopia pensare che gli insegnanti siano felici della loro professione in modo da trasmettere agli studenti la loro passione?
Anzitutto, quella che lei chiama utopia è comunque necessaria per favorire il cambiamento. Quanto alla felicità, in qualsiasi contesto, se si lavora con piacere e passione si rende di più. Questo è ancora più vero per un “non-lavoro” come quello dell’insegnare!

Un non lavoro?
Certo! Insegnare può e deve essere una professione o una passione, persino un istinto innato! Se si tratta l’educazione dei giovani come un lavoro passivo si sbaglia in partenza. Non dobbiamo preoccuparci della produttività degli insegnanti, ma concentrarci sulla loro felicità, sulla loro disponibilità a trasmettere liberamente ciò che piace loro. Se trasmettono piacere e passione saranno anche efficaci nell’educare cittadini felici. Chi è felice impara, crea, produce. Non è questo il compito della scuola?

Rassegna Stampa 17 ottobre 2013

in primo piano

 
la Repubblica  del  17-10-2013
A SCUOLA CON LO SPONSOR CACCIA A BANCHE E AZIENDE PER PAGARE LE BORSE DI STUDIO (S.Ficocelli) [solo_testo] pag. 25
la Repubblica  del  17-10-2013
Int. a G.Rembado: “QUESTE INIZIATIVE NON DIVENTINO UN ALIBI LO STATO DEVE INVESTIRE DI PIU’ SULL’ISTRUZIONE” (S.f.) [solo_testo] pag. 25
Tempi  del  23-10-2013  
RIPARTIAMO DAGLI ISTITUTI TECNICI [solo_testo] pag. 47  
il Mattino  del  17-10-2013  
ATENEI, COME FERMARE IL DECLINO DEL SUD (G.Trombetti) [solo_testo] pag. 1  
il Messaggero  del  17-10-2013  
Int. a G.D’alia: D’ALIA: “SUGLI STRAORDINARI PRONTI A CAMBIARE LE REGOLE” (L.Costantini) [solo_testo] pag. 4  
   

ministro

 
   
Bresciaoggi  del  17-10-2013  
STRAGE, MUSIL, UNIVERSITA’: C’E’ IL MINISTRO CARROZZA (Na.da.) [solo_testo] pag. 6  
La Notizia (Giornale.it)  del  17-10-2013  
Int. a E.Centemero: SCUOLA, IL PDL CHIEDE IL DIRITTO ALLA LIBERTA’ DI SCELTA (A.Ciancio) [solo_testo] pag. 8  
   

ministero

 
   
Famiglia Cristiana  del  20-10-2013  
LO STUDENTE RITROVATO (R.Biffi) [solo_testo] pag. 52/56  
la Repubblica – ed. Milano  del  17-10-2013  
QUEI FIGLI DELLA CRISI CHE A SCUOLA MANGIANO IL LORO UNICO PASTO (Z.Dazzi) [solo_testo] pag. 8  
la Stampa – ed. Torino  del  17-10-2013  
“COSI’ CAMBIEREMO LA CITTA’ DEI MILLE IMPIANTI” (M.Ternavasio) [solo_testo] pag. 67  
Avvenire  del  17-10-2013  
SETTIMANA DELLA SCUOLA, TORINO “LABORATORIO” (M.Bonatti) [solo_testo] pag. 13  
Avvenire  del  17-10-2013  
SCUOLE, L’INFORTUNIO IN CORTILE (V.Spinelli) [solo_testo] pag. 19  
Giornale di Sicilia  del  17-10-2013  
SENZA BIDELLI PERSE GIA’ 27 ORE DI LEZIONE (S.Raccuglia) [solo_testo] pag. 23  
Giornale di Sicilia  del  17-10-2013  
L’ANNUNCIO DELLA VICARI: “VERTICE DI URGENZA AL MINISTERO” [solo_testo] pag. 23  
Giornale di Sicilia  del  17-10-2013  
PIU’ ORE DI SOSTEGNO AI DISABILI AUMENTA IL COSTO PER I RICORSI (A.Sampino) [solo_testo] pag. 23  
Giornale di Sicilia  del  17-10-2013  
INSULTI SU FACEBOOK ALL’EX PROF, PROCESSO PER TRE AD AGRIGENTO (G.Cardinale) [solo_testo] pag. 11  
Corriere della Sera – ed. Roma  del  17-10-2013  
E’ ROMA IL COMUNE CON PIU’ ALUNNI STRANIERI [solo_testo] pag. 5  
il Giornale – ed. Milano  del  17-10-2013  
DOLORE CRONICO, SCUOLE IN CAMPO PER COMBATTERLO [solo_testo] pag. 6  
Corriere di Rieti e della Sabina  del  17-10-2013  
UNA GIORNATA MONDIALE CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE E LE SUE CONSEGUENZE [solo_testo] pag. 13  
MF – Milano Finanza  del  17-10-2013  
DA DOMANI IL ROADSHOW DELL’ABI FA TAPPA A. MODENA [solo_testo] pag. 8  
la Stampa  del  17-10-2013  
FRANCIA, ROM ESPULSA MENTRE ERA IN GITA GOVERNO NELLA BUFERA (A.Mattioli) [solo_testo] pag. 19  
Libero Quotidiano  del  17-10-2013  
ALL’ANTICA, TANTA SCIENZA E POCHI IMMIGRATI ECCO IL SEGRETO DELLE SCUOLE NELLA EX DDR (D.Mosseri) [solo_testo] pag. 18  
Il Fatto Quotidiano  del  17-10-2013  
NIENTE “SCIALLA” SIAMO INGLESI (A.Valdambrini) [solo_testo] pag. 15  
Corriere della Sera  del  17-10-2013  
MA E’ VERO CHE SIAMO GENITORI RESPONSABILI? (E.Serra) [solo_testo] pag. 33  
Corriere della Sera  del  17-10-2013  
TALENTI INCROCIATI (P.Aquaro/L.Manera) [solo_testo] pag. 44/45  
Avvenire  del  17-10-2013  
LA LIBERTA’ RELIGIOSA PER UNA SOCIETA’ GIUSTA (I.Solaini) [solo_testo] pag. 14  
la Repubblica – ed. Torino  del  17-10-2013  
“LAUREA E LAVORO, ACCOPPIATA DIFFICILE” (Ste.p.) [solo_testo] pag. 9  
La Provincia (CO)  del  17-10-2013  
CAMPUS, ECCO IL PROGETTO ALLOGGI E LABORATORI MA CI VOGLIONO 15 MILIONI [solo_testo] pag. 24/25  
il Giornale  del  17-10-2013  
L’ATENEO ON LINE CHE L’ITALIA ESPORTA NEGLI USA [solo_testo] pag. 18  
Corriere di Bologna (Corriere della Sera)  del  17-10-2013  
CASO ACCADEMIA, PARLA IL MINISTERO: REGOLARE LA NOMINA DI ROVERSI MONACO [solo_testo] pag. 5  
il Sole 24 Ore  del  17-10-2013  
SUI REVISORI LA GIUSTIZIA RIAPRE IL DOSSIER (Gi.co.) [solo_testo] pag. 35  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
REVISIONE, L’EQUIPOLLENZA E’ UN PARTO COMPLICATO (B.Pacelli) [solo_testo] pag. 38  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
IL COMMERCIALISTA E’ REVISORE (P.Marchini/A.Lini) [solo_testo] pag. 39  
L’Unita’  del  17-10-2013  
LA SCELTA DELLA RAI TEATRO E SCIENZA? (L.Del fra) [solo_testo] pag. 19  
Corriere della Sera  del  17-10-2013  
NERVIANO MEDICAL SCIENCES RISTRUTTURA IL DEBITO (Ri.que.) [solo_testo] pag. 39  
la Repubblica  del  17-10-2013  
SIAMO TUTTI OBBLIGATI A ESSERE EUROPEISTI (U.Veronesi) [solo_testo] pag. 32  
la Repubblica  del  17-10-2013  
IL MIGLIOR METEO? IL GINOCCHIO ADESSO LO DICE ANCHE LA SCIENZA (M.Vincenzi) [solo_testo] pag. 39  
la Repubblica  del  17-10-2013  
Int. a M.Galeazzi: “MA NESSUN TEMPORALE PUO’ SCATENARE MALATTIE” (M.Bocci) [solo_testo] pag. 39  
Corriere della Sera  del  17-10-2013  
I DOLORETTI CHE PREVEDONO IL TEMPO LA CREDENZA POPOLARE ORA E’ SCIENZA (A.Meldolesi) [solo_testo] pag. 33  
L’Unita’  del  17-10-2013  
QUEL FILM SENZA GRAVITA’ (U.Guidoni) [solo_testo] pag. 1  
Corriere della Sera – ed. Milano  del  17-10-2013  
SUPER CENTRO DI RICERCA CON I FONDI DEGLI INVERNIZZI (S.Ravizza) [solo_testo] pag. 8  
la Gazzetta dello Sport  del  17-10-2013  
INTESA TRA MIT E DAINESE: STUDIANO PER LA NASA LA TUTA CHE SBARCHERA’ SU MARTE NEL 2030 (F.Daudo) [solo_testo] pag. 24/25  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
LA CINA ENTRA FRA I BIG DELLA RICERCA IN FISICA (M.Galli) [solo_testo] pag. 15  
   

pubblica  amministrazione  e  societa’

 
   
la Repubblica  del  17-10-2013  
MINIBONUS DA 14 EURO AL MESE ECCO LA MANOVRA PER I DIPENDENTI LETTA E SACCOMANNI: “MIGLIORABILE” (R.Petrini) [solo_testo] pag. 2/3  
Corriere della Sera  del  17-10-2013  
SPREAD AI MINIMI DA LUGLIO 2011 BANCA D’ITALIA VEDE LA RIPRESA (S.Tamburello) [solo_testo] pag. 2/3  
la Stampa  del  17-10-2013  
PARTITI E SINDACATI CONTRO LA MANOVRA (Rob.gio.) [solo_testo] pag. 2  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
UN ALTRO SALASSO SUL MATTONE (F.Cerisano/V.Stroppa) [solo_testo] pag. 23/25  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
CDP FINANZIERA’ I GRANDI GRUPPI (L.Chiarello) [solo_testo] pag. 32  
il Messaggero  del  17-10-2013  
CONTRATTI, LIQUIDAZIONI E TURN OVER: COSI’ LA STRETTA SUGLI STATALI (L.ci.) [solo_testo] pag. 4  
il Sole 24 Ore  del  17-10-2013  
TFR RINVIATO DI ALTRI SEI MESI (M.Gheido) [solo_testo] pag. 8  
il Messaggero  del  17-10-2013  
PENSIONI NEL MIRINO UE PER LE DIFFERENZE UOMO-DONNA (D.Carretta) [solo_testo] pag. 19  
il Giornale  del  17-10-2013  
QUANDO LA PENSIONE DIVENTA UN REGALO (C.Borghi aquilini) [solo_testo] pag. 4  
la Stampa  del  17-10-2013  
LA DIFESA OSTINATA DEI PRIVILEGI (S.Lepri) [solo_testo] pag. 1  
la Repubblica  del  17-10-2013  
Int. a G.Legnini: LEGNINI: “ALL’EDITORIA 120 MILIONI A PATTO CHE ASSUMA GIOVANI” (V.co.) [solo_testo] pag. 4  
il Sole 24 Ore  del  17-10-2013  
SEMPRE PIU’ VICINO LO SCONTRO FRA FIEG E ASSORASSEGNE (A.bio.) [solo_testo] pag. 53  
il Gazzettino  del  17-10-2013  
ECCO LE DUE CHIAVI PER APRIRE LE PORTE DEL LAVORO AI GIOVANI (L.Tivelli) [solo_testo] pag. 22  
Italia Oggi  del  17-10-2013  
LO SCHEMA YOUTH GUARANTEE ALLA PROVA DEL MODELLO ITALIANO (G.Stella) [solo_testo] pag. 41  
   
   
A cura di Giuseppe Colella e Federico Bandi

Decreto Direttore Generale 17 ottobre 2013, MIURAOODGOS Prot. n. 5603/R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
Ufficio V

Decreto Direttore Generale 17 ottobre 2013, MIURAOODGOS Prot. n. 5603/R.U./U

Costituzione Commissioni giudicatrici degli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della libera professione di agrotecnico – sessione 2013

Gazzetta ufficiale – Serie Generale n. 244

Gazzetta Ufficiale

Serie Generale
n. 244 del 17-10-2013

Sommario

DECRETI PRESIDENZIALI

 


DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 agosto 2013


Nuova costituzione e modalita’ di funzionamento del Comitato
operativo della protezione civile. (13A08394)

 

 

Pag. 1

 

 

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

 


DECRETO 30 settembre 2013


Modifica del disciplinare di produzione della IGT dei vini «Costa
Viola», concernente l’inserimento della deroga per effettuare la
vinificazione in una zona ubicata in un’area amministrativa
limitrofa, conformemente all’art. 6, par. 4, lett. b) del Reg. CE n.
607/2009, in attuazione della disposizione procedurale transitoria di
cui all’articolo 73, par. 2, del Reg. CE n. 607/2009. (13A08285)

 

 

Pag. 2

 

 

 


DECRETO 30 settembre 2013


Modifica del disciplinare di produzione della IGT dei vini «Locride»,
concernente l’inserimento della deroga per effettuare la
vinificazione in una zona ubicata in un’area amministrativa
limitrofa, conformemente all’art. 6, par. 4, lett. b) del Reg. CE n.
607/2009, in attuazione della disposizione procedurale transitoria di
cui all’articolo 73, par. 2, del Reg. CE n. 607/2009. (13A08286)

 

 

Pag. 4

 

 

 


DECRETO 2 ottobre 2013


Rinnovo dell’autorizzazione al laboratorio «Laser Lab S.r.l.», in
Chieti, al rilascio dei certificati di analisi nel settore oleicolo.
(13A08323)

 

 

Pag. 6

 

 

 


DECRETO 2 ottobre 2013


Rinnovo dell’autorizzazione al «Laboratorio Rocchi Dr. Eugenio
S.r.l.», in Bazzano, al rilascio dei certificati di analisi nel
settore oleicolo. (13A08324)

 

 

Pag. 8

 

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Cooperativa sociale Eco
Arca – Societa’ cooperativa sociale ONLUS siglabile Eco Arca coop.
soc. ONLUS», in Chieri e nomina del commissario liquidatore.
(13A08248)

 

 

Pag. 9

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Ecoop societa’
cooperativa», in Troia e nomina del commissario liquidatore.
(13A08249)

 

 

Pag. 9

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Villa Santa Maria –
Societa’ cooperativa sociale in liquidazione», in Bari e nomina del
commissario liquidatore. (13A08250)

 

 

Pag. 10

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Societa’ cooperativa
agricola a r.l. – La Carapelle Agricola», in Carapelle e nomina del
commissario liquidatore. (13A08251)

 

 

Pag. 11

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Vigilanza Urbana SGR –
Societa’ coop. di produzione e lavoro», in San Giovanni Rotondo e
nomina del commissario liquidatore. (13A08252)

 

 

Pag. 12

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Societa’ cooperativa di
mutuo ristoro», in Genova e nomina del commissario liquidatore.
(13A08254)

 

 

Pag. 12

 

 

 


DECRETO 30 luglio 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Cargo Speed Logistica
societa’ cooperativa a.r.l. in liquidazione», in Collecchio e nomina
del commissario liquidatore. (13A08255)

 

 

Pag. 13

 

 

 


DECRETO 8 agosto 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Contact Center societa’
cooperativa», in Bari e nomina del commissario liquidatore.
(13A08253)

 

 

Pag. 14

 

 

 


DECRETO 8 agosto 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «C.S.S.G. Consorzio Sociale
Servizi Generali – Societa’ cooperativa», in Ancona e nomina del
commissario liquidatore. (13A08256)

 

 

Pag. 15

 

 

 


DECRETO 8 agosto 2013


Liquidazione coatta amministrativa della «Cooperativa Produttori
Spineto societa’ cooperativa a responsabilita’ limitata», in Falerone
e nomina del commissario liquidatore. (13A08257)

 

 

Pag. 15

 

 

 


DECRETO 1 ottobre 2013


Specifiche tecniche delle operazioni di scavo e ripristino per la
posa di infrastrutture digitali nelle infrastrutture stradali.
(13A08393)

 

 

Pag. 16

 

 

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITA’

AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

 


DETERMINA 7 ottobre 2013


Classificazione del medicinale per uso umano «Capecitabina Medac», ai
sensi dell’articolo 8, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n.
537. (Determina n. 848/2013). (13A08348)

 

 

Pag. 26

 

 

 


DETERMINA 7 ottobre 2013


Rettifica alla determinazione/C n. 77/2006 del 20 gennaio 2006,
relativa al medicinale per uso umano «Tasmar» (tolcapone). (13A08350)

 

 

Pag. 27

 

 

 


DETERMINA 8 ottobre 2013


Regime di rimborsabilita’ e prezzo a seguito di nuove indicazioni
terapeutiche del medicinale per uso umano «Procoralan» (ivabradina).
(Determina n. 868/2013). (13A08347)

 

 

Pag. 27

 

 

 


DETERMINA 8 ottobre 2013


Riclassificazione del medicinale per uso umano «Ferinject» ai sensi
dell’articolo 8, comma 10, della legge 24 dicembre 1993, n. 537.
(Determina n. 867/2013). (13A08349)

 

 

Pag. 28

 

 

 


DETERMINA 9 ottobre 2013


Regime di rimborsabilita’ e prezzo a seguito di nuove indicazioni
terapeutiche del medicinale per uso umano «Zonegran» (zonisamide).
(Determina n. 869/2013). (13A08351)

 

 

Pag. 30

 

 

ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Bidiabe». (13A08359)

 

 

Pag. 31

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Topotecan Ibisqus». (13A08360)

 

 

Pag. 31

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Fluconazolo Ibigen». (13A08361)

 

 

Pag. 31

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Mariprax». (13A08362)

 

 

Pag. 32

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Valsartan e Idroclorotiazide Pfizer».
(13A08363)

 

 

Pag. 32

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Risedronato Pfizer». (13A08364)

 

 

Pag. 33

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Clopidogrel Pfizer Italia». (13A08365)

 

 

Pag. 34

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Tamsulosina Pfizer». (13A08366)

 

 

Pag. 34

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Topiramato Pfizer». (13A08367)

 

 

Pag. 35

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Propofol Pfizer». (13A08368)

 

 

Pag. 35

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Ciprofloxacina Pfizer Italia».
(13A08369)

 

 

Pag. 35

 

 

 


COMUNICATO


Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio
del medicinale per uso umano «Olanzapina Pfizer». (13A08370)

 

 

Pag. 35

 

 

AUTORITA’ DI BACINO DELLA PUGLIA

 


COMUNICATO


Aggiornamento delle perimetrazioni del Piano di Assetto Idrogeologico
(13A08415)

 

 

Pag. 36

 

 

MINISTERO DELLA SALUTE

 


COMUNICATO


Revoca della registrazione del presidio medico chirurgico «Distair»
(13A08326)

 

 

Pag. 36

 

 

 


COMUNICATO


Modificazione dell’autorizzazione all’immissione in commercio del
medicinale veterinario «Droncit» Compresse per cani e gatti.
(13A08383)

 

 

Pag. 36

 

 

 


COMUNICATO


Modifica dell’autorizzazione all’immissione in commercio del
medicinale per uso veterinario «Dolorex» 10 mg/ml (13A08390)

 

 

Pag. 36

 

 

 


COMUNICATO


Modifica dell’autorizzazione all’immissione in commercio di taluni
medicinali per uso veterinario (13A08391)

 

 

Pag. 37

 

 

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

 


COMUNICATO


Proposta di modifica del disciplinare di produzione della
denominazione di origine controllata e garantita dei vini «Chianti
Classico». (13A08325)

 

 

Pag. 37

 

 

REGIONE PUGLIA

 


COMUNICATO


Comunicato relativo al vincolo paesaggistico istituito con decreto
ministeriale 9 luglio 1990 inerente all’immobile denominato «villa
Lippolis» sito in Bari. (13A08416)

 

 

Pag. 44