Nota 6 aprile 2016, Prot.n. 2908

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione

 

Oggetto: Concorso Nazionale Anno Scolastico 2015/2016 “Dalla Resistenza alla Cittadinanza Attiva” “La Resistenza ha vinto: si Vota!”

La Commissione valutatrice del concorso “Dalla Resistenza alla Cittadinanza Attiva – La Resistenza ha vinto: si Vota!”, bandito con nota prot. 16932 del 18.12.2005, composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Associazione Nazionale Partigiani Italiani, si è riunita presso la scrivente Direzione Generale in data 30 marzo u.s. per prendere in esame i lavori pervenuti.

 

Al termine delle operazioni di valutazione la Commissione ha deliberato quanto segue:

 

VINCITORI

 

SCUOLA PRIMARIA

 

  • Vincitore

 

Istituto Comprensivo Nasi – Scuola Primaria I.Calvino – Moncalieri

Titolo dell’Opera “Il voto alle mamme”

 

SCUOLA SECONDARIA di I GRADO

 

  • Vincitore

 

Istituto Comprensivo Raimondi Guarini  –  Calore – Fraz. Di Mirabella Eclano

Titolo dell’Opera “La scatola del tempo: pensieri e immagini per tener viva la memoria”

 

SCUOLA SECONDARIA di II GRADO

 

  • Vincitore

 

Istituto Bodoni – Paravia – Torino

Titolo dell’Opera: “Li-Ber-tà: Plurale, femminile”

Titolo dell’Opera: “Passaggio di Consegne”

MENZIONE SPECIALE

 

Scuola Secondaria di I grado Amedeo D’Aosta – Bari

Titolo dell’Opera: “Vota l’Italia! Viva l’Italia!”

Opera artistico-espressiva realizzata dagli alunni del laboratorio di pittura indirizzato ai diversamente abili.

 

Roma, 6 aprile 2016

 

Il Direttore Generale

F.to Giovanna Boda

ACCUSE QUALUNQUISTE

DI MEGLIO: DA RENZI ACCUSE QUALUNQUISTE

“Quando vengono mosse accuse da ruoli istituzionali importanti come quello del presidente del Consiglio, sarebbe quantomai opportuno che si parlasse con cognizione di causa, indicando nomi e circostanze precise invece di lanciarsi in polemiche qualunquiste”. A dichiararlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, riferendosi a quanto affermato ieri da Renzi durante la diretta social da Palazzo Chigi.

“Il fatto che ci siano docenti che non hanno accettato il posto, non è responsabilità di ‘qualche sindacalista stratega’, come dice Renzi, ma di un Governo che è riuscito a trasformare un’operazione positiva come l’immissione in ruolo di 100mila insegnanti in un piano di assunzioni complesso, farraginoso e iniquo”.