Archivi tag: Scienza

Nota 29 ottobre 2012, Prot. MIURAOODGOS n. 7033

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio II –

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi di Scienze Naturali A.S. 2012-2013

 

L’A.N.I.S.N. – Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali – organizza la XI edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. La competizione è nata nell’intento di stimolare l’interesse degli studenti nei confronti delle Scienze Naturali, al fine di favorire il confronto tra realtà scolastiche diverse in ambito nazionale e internazionale e costituire per gli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni, l’attitudine per lo studio e la comprensione dei fenomeni naturali.

L’iniziativa è rivolta agli studenti di tutti gli indirizzi della Scuola Secondaria di II grado. E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 28 febbraio 2013.

Per ulteriori informazioni si allega il Regolamento.

 

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

————–

Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali

Olimpiadi delle Scienze Naturali 2013
Olimpiadi Internazionali di Biologia e Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

Per l’anno scolastico 2012/13 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza la undicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal Miur, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici, e lo scorso anno ha visto la partecipazione di più di 400 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

  • fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;
  • realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;
  • individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;
  • confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;
  • avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze Naturali assume un particolare significato anche in considerazione dei seguenti aspetti:
1) L’Anisn è un soggetto accreditato al fine dell’individuazione delle iniziative per la valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle scuole statali e paritarie (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 e DDG 25 febbraio 2010 e DM n. 16 del 17 luglio 2012). L’elenco degli studenti vincitori delle Olimpiadi delle Scienze Naturali inseriti nell’Albo Nazionale è consultabile all’indirizzo: http://www.indire.it/eccellenze/.
2) L’Italia partecipa sia alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO – International Biology Olympiad) sia alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO – International Earth Science Olympiad). Per le Olimpiadi internazionali di biologia concorrono solo gli studenti iscritti alla categoria triennio, per quelle di Scienze della Terra solo quelli iscritti alla categoria biennio. Nella precedente edizione la squadra italiana ha vinto due medaglie di argento e due di bronzo alle IBO e due medaglie di bronzo alle IESO.

Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da domande a scelta multipla a 5 alternative, ma potranno contenere anche alcune domande aperte a risposta univoca. La prova utilizzata per la selezione nazionale è simile a quella regionale, ma potrà contenere anche alcune domande di tipo aperto al fine di saggiare le capacità logico-argomentative degli studenti. Sono previste due distinte categorie per il biennio e per il triennio. La prova per il biennio consisterà in quesiti di scienze della Terra e di scienze della vita, quella per il triennio in domande di biologia. Poiché da quest’anno le Scienze della Terra sono entrate a far parte anche nei programmi del secondo biennio dei licei, gli studenti che parteciperanno alla gara nazionale del triennio svolgeranno a livello sperimentale anche alcuni quesiti di tale disciplina.

Alcuni esempi di prove utilizzate per le selezioni regionali e per la selezione nazionale degli anni precedenti sono reperibili nel sito:

http://www.anisn.it/olimpiadi_prove.php .
Lo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali si articolerà nelle seguenti fasi:

a) fase d’istituto: da effettuare entro il 10 marzo 2013 utilizzando materiale specificamente predisposto dai docenti dell’istituto.

b) fase regionale: si effettuerà martedì 19 marzo 2013 contemporaneamente in tutta Italia, generalmente in un’unica sede per ogni regione. Ad essa saranno ammessi gli studenti primi classificati di ogni istituto di quella regione. Sezione speciale biennio tecnici e professionali: allo scopo di favorire la partecipazione degli studenti dei tecnici e dei professionali, indirizzi nei quali lo studio delle scienze naturali è previsto in misura più ridotta al solo primo biennio, per la categoria biennio a livello regionale verranno premiati gli studenti dei tecnici e dei professionali che hanno riportato il punteggio più alto nella graduatoria regionale biennio.

c) fase nazionale: si svolgerà dal 3 al 5 maggio 2013 e riguarderà i primi classificati in ogni regione. La gara nazionale sarà disputata sabato 4 maggio 2013, con inizio presumibile alle ore 10.00. I primi classificati a livello nazionale saranno premiati nel corso della stessa manifestazione.

d)  seleziona fase internazionale IBO: al fine di valutare non solo le competenze teoriche ma anche quelle pratiche, durante la fase nazionale gli studenti classificatisi ai primi posti della categoria triennio svolgeranno una prova pratica di biologia i cui risultati saranno valutati insieme a quelli della prova teorica ai fini della individuazione dei 10 studenti da premiare con uno stage di preparazione alle IBO e dei 4 studenti che costituiranno la squadra italiana per la fase internazionale.

e)  seleziona fase internazionale IESO: al fine di valutare non solo le competenze teoriche ma anche quelle pratiche, durante la fase nazionale gli studenti classificatisi ai primi posti della categoria biennio potranno svolgere una prova pratica di Scienze della Terra i cui risultati saranno valutati insieme a quelli della prova teorica ai fini della individuazione dei 10 studenti da premiare con uno stage di preparazione alle IESO e dei 4 studenti che costituiranno la squadra italiana per la fase internazionale.

f) fase di allenamento alle gare internazionali: riguarderà 10 studenti sia per le Olimpiadi Internazionali di Biologia, sia per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra. I 10 studenti selezionati frequenteranno una settimana di preparazione residenziale intensiva sia su approfondimenti teorici che attività sperimentali. Il periodo di svolgimento è previsto tra la seconda metà di maggio e la fine dell’anno scolastico (Biologia) o la fine del mese di luglio ed i primi di settembre (Scienze della Terra) .

g) fase internazionale: per le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) si svolgerà a Berna, in Svizzera, dal 14 al 21 luglio 2013; per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO) in India probabilmente nel mese di ottobre 2013. In entrambi i casi la delegazione italiana sarà costituita dai 4 studenti e da due docenti accompagnatori, responsabili delle traduzioni in lingua italiana delle prove teoriche e sperimentali. Eventuali notizie sulle gare internazionali saranno reperibili nel nostro sito: www.anisn.it.

E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 28 febbraio 2013 compilando il form reperibile all’indirizzo www.anisn.it o la scheda di adesione (Allegato 1). Quest’ultima va inviata per e-mail, insieme con la copia della ricevuta dell’avvenuto versamento, all’indirizzo di posta elettronica del responsabile regionale della regione in cui ha sede la scuola (Allegato 2). Alternativamente è possibile inviare la scheda per posta. Si allega al presente bando (Allegato 3) anche una lettera di accompagnamento.

Le scuole che aderiranno all’iniziativa dovranno iscriversi all’ANISN versando la quota associativa di euro 60,00 (sessanta/00) mediante bollettino sul c.c. postale n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali OnLine, o in alternativa sul c.c. bancario Poste Italiane BancoPostaImpresaOnline IBAN IT39O0760114000000056852122. Il termine per l’effettuazione del versamento è improrogabilmente fissato al 28 febbraio 2012. Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a ricevere la rivista dell’associazione “Le Scienze Naturali nella scuola” contenente le informazioni sulle iniziative promosse dall’ANISN a livello nazionale1.

A cura dei responsabili regionali dell’ANISN, alle scuole aderenti saranno fornite via e-mail tutte le notizie necessarie per la partecipazione alla gara.

Roma, 15 ottobre 2012

per il gruppo di coordinamento nazionale: Prof. Vincenzo Boccardi

1 Si precisa che il conto corrente bancario indicato è rispondente a quanto richiesto dall’art.3 comma 7 della Legge n.136/2010 in materia di esistenza di conto corrente dedicato ad ordini/contratti pubblici; il versamento della quota si configura come iscrizione dell’istituzione scolastica all’Associazione: pertanto non viene emessa fattura e fa fede la relativa ricevuta del versamento. Le scuole saranno considerate soci collettivi nazionali ANISN (cfr. art. 4 dello Statuto ANISN http://anisn.it/archivio_documenti.php) con esclusione di quanto previsto all’art. 9; l’ANISN non ha obbligatorietà di emissione del DURC, non avendo dipendenti né altri obblighi contributivi e/o previdenziali.

Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali

Allegato 1

OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALI 2013

SCHEDA INFORMATIVA SCUOLA __________ _________________________ (da inviare al referente regionale ANISN via e-mail o posta prioritaria)

Dati scuola iscritta

(obbligatorio)

Codice scuola Denominazione

Recapito (comprensivo del Comune e della Provincia) Tel. – Fax – e-mail

Dati docente referente (obbligatorio)

Cognome e Nome Tel. – e-mail Recapito

I dati saranno mantenuti riservati ed utilizzati unicamente per comunicazioni relative allo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2013.

Copia ricevuta versamento c.c.p. (obbligatorio)

N.B.: Le schede pervenute ai referenti regionali prive della copia del versamento non saranno prese in considerazione.

I mandati di pagamento non costituiscono prova dell’avvenuto pagamento.

(Inserire qui la copia in formato jpg della ricevuta del versamento)

La scuola parteciperà alle Olimpiadi di Scienze Naturali per la categoria:

( ) biennio
( ) triennio
( ) biennio e triennio

Inviare la scheda informativa per e-mail all’indirizzo di posta elettronica del responsabile regionale dopo l’effettuazione del versamento, e non oltre il 28 febbraio 2013. In essa va inserita copia in formato jpg dell’avvenuto versamento della quota di iscrizione di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali OnLine. Alternativamente la scheda informativa può essere inviata al responsabile regionale per posta prioritaria (in questo caso allegare fotocopia cartacea della ricevuta del versamento).

Per ogni altra esigenza si prega di contattare la segreteria nazionale (Prof. Emanuele Piccioni – Via San Fortunato, 5 – 06081 – Assisi (PG) – e-mail: olimpiadisegreteria@tiscali.it – Tel.: 075/815154), o il responsabile nazionale (Prof. Vincenzo Boccardi, Via Nuova Bagnoli, 714 – 80124 Napoli – e-mail boccardiv@yahoo.it – Tel.: 081/570.13.40).

Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali

Allegato 2 – RESPONSABILI REGIONALI AI QUALI INVIARE LA SCHEDA DI ADESIONE

Regione

Nome del responsabile

Indirizzo di posta elettronica cui inviare la scheda e telefono

Indirizzo

Abruzzo

Cristina Salciccia

cristinasalciccia@virgilio.it

0863/41.68.59

Via Opi, 1
67051 – Avezzano (AQ)

Basilicata

Rosanna Musolino

rosannamusolino@yahoo.it

0971/444226

Via Sanremo, 201 85100 – Potenza

Calabria

Maria Cosentino

mariellacosentino21@libero.it

0962/93.40.76 320/452.08.07

Via Astilo, 130
88900 – Crotone (CS)

Campania 1 (Napoli e Caserta)

Sofia Sica

sosica@tin.it

081/239.67.99 347/49.51.321

Via Giulio Cesare, 125 – Scala F 80125 – Napoli

Campania 2 (Avellino, Benevento e Salerno)

Rossana Rosapepe

rossanarosapepe@gmail.com

089/79.14.71 333/41.37.626

Via E. Bottiglieri, 17/6 – 80134 Salerno

Emilia Romagna

Lorenzo Lancellotti

lorenzo.lancellotti@gmail.com

Via Galletti 1/2, 40134, Bologna

051/9917835 339/8039532

Friuli Venezia Giulia

Elide Catalfamo – Eva Godini

eva.godini@alice.it anisnfvg@libero.it 333/1312210

Prof. Eva Godini – Lic. Sc. “G. Galilei” – Via Mameli, 4 – 34100 Trieste;
oppure:

ANISNFVG: c/o E. Catalfamo Via S. Giovanni, 14/C
34015 – Muggia (TS)

Lazio

Paola d’Antoni

065135648@iol.it

064/55.52.970 392/791.51.92

Via Spoleto, 22 00182 – Roma

Liguria

Anna Pitto

annapitto@gmail.com

010 / 26.72.70 338 / 371.94.03

Via Lomellini 5/1a 16124 – Genova

Lombardia

Rosanna La Torraca

rosanna.latorraca@alice.it

0331/50.01.41 338 / 50.96.284

Via Ponchiroli, 10
21053 – Castellanza (VA)

Marche

Daniele Sordoni

daniele.sordoni@virgilio.it

071/28.64.146 339/576.57.11 339/16.79.105

IC “G. Padalino” – Via Lanci 2 61032 Fano (PU)

Molise

Anna Rita Massarella

annaritamassarella@hotmail.it

0874/69.92.74 338/964.51.30

Via Liguria, 61 86100 – Campobasso

Piemonte

Agata Conti

agata.conti@libero.it

011/70.42.40

I.P.S.I.A. “G. Plana” Piazza di Robilant, 5 10141 – Torino
Tel. 011/331005;
Fax: 011/3855472

 

Puglia

Luciana Daddabbo

dl59@libero.it

080/67.48.98 333/717.39.38

Via Francesco Lapenna, 47 70010 Casamassima (BA)

Sardegna Sud (Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Oristano)

Maria Cristina Mereu

mariacristina.mereu@gmail.com. 070/42.460
338 / 632.38.93

Via Cavalcanti, 2 09128 – Cagliari

Sardegna Nord (Sassari, Olbia Tempio, Nuoro)

Costantina Cossu

c.tina@tiscali.it

079 / 97.46.88 339 / 46.93.162

Via P. Enrico, 17 07041 – Alghero

Sicilia occidentale (Agrigento, Enna, Palermo, Trapani)

Salvatore Stira

salvo.stira@tiscali.it

340/685.58.16

Via Cataldo Parisio, 13 90145 – Palermo

Sicilia orientale (Caltanissetta, Catania, Messina, Ragusa e Siracusa)

Cetty D’Arrigo

cettyneh@tin.it

090/69.53.86 389/27.76.734

Via Catania – Residence Villa Dante,
corpo A, scala D
98124 – Messina

Toscana

Isabella Marini

marini.isabella@gmail.com

050/53.19.11 339/161.62.91 392/7125751

Via Ugone Visconti n.14 – 56122 Pisa

Trentino Alto Adige

Michela Giuliani

michela.giuli@alice.it

0461/923197

Istituto Tecnico Tecnologico “Michelangelo Buonarroti” via Brigata Acqui N°15 38122 Trento

Umbria

Gabriela Gabrielli

gabrielli.gabri@gmail.com

347/30.69.240 075/80.02.663

Via Migno, 11
06083 – Bastia Umbra (PG)

Valle d’Aosta

Susanna Occhipinti

s.occhipinti@regione.vda.it

016 / 52.75.883 339 / 42.33.141 fax 0165 275888

Assessorato Istruzione e Cultura – Regione Autonoma Valle d’Aosta – Via S. Martin de Corléans, 250 – 11100 – Aosta

Veneto

Pierpaola Setti

anisn.veneto@gmail.com

349/6438825 041/27.50.840

Museo di Storia Naturale 30125 – Fondaco dei Turchi – Venezia

Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali

Allegato 3

“Il gioco è un esempio di interazione e integrazione delle diversità. L’incontro fra sistemi differenti di regole (giochi, appunto) non implica una scelta esclusiva, ma una sintesi inclusiva, irriducibile agli elementi precedenti e proprio per questo semplice ed efficiente”. (Gregory Bateson, “ Questo è un gioco”, Milano, R. Cortina, 1996.)

Care Colleghe e cari Colleghi, siamo oramai giunti alla undicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, un’iniziativa che si fonda sulla volontà di tanti insegnanti e studenti di “mettersi in gioco”, di “essere squadra”. La partecipazione alla gara può costituire inoltre un ingrediente fondamentale della relazione educativa, inducendo la cooperazione non solo tra i docenti, ma anche tra gli allievi, come ci ricorda la definizione che Gregory Bateson dà del gioco.

Le prove sono il frutto dell’esperienza nell’insegnamento e nella ricerca didattica maturata negli anni dagli stessi docenti in seno all’Anisn. Quelle della scorsa edizione sono state preparate da Vincenzo Boccardi, Luigi D’Amico, Paola D’Antoni, Concetta De Bellis, Fortunata Ferrara, Eva Godini, Roberto Greco, Daniela Mancaniello, Isabella Marini, Emanuele Piccioni. Le domande tentano di veicolare nella scuola lo spirito della ricerca, il suo habitus e la sua stessa creatività, prevedendo un approccio allo studio dei fenomeni secondo diversi punti di vista, incrociando le discipline per leggere i loro diversi contributi e allenando il pensiero divergente in un’ottica di de/ricostruzione del “senso” del fenomeno esaminato. Nel sito dell’associazione (www.anisn.it) troverete, insieme con il nuovo bando, le prove delle precedenti edizioni, alcune linee guida ed i principi ispiratori per la formulazione, la struttura ed il formato dei quesiti.

I vincitori della scorsa edizione, premiati nel corso di una manifestazione che si è svolta dall’ 11 al 13 maggio 2012 a Castellammare di Stabia (Napoli) nella splendida cornice dell’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane, sono stati per il triennio Alessandro Di Fabio, dell’Abruzzo e Simone Potenti, della Toscana, entrambi “medaglia d’oro”, e Giorgio Bianchini, della Puglia, e Raffaele Sarnataro, della Campania, entrambi “medaglia di bronzo”. La “medaglia d’oro” per il biennio è andata invece al veneto Matteo Vajente, seguito da Francesca Corti, dell’Umbria, (“medaglia di argento”), e da tre studenti a pari merito (“medaglia di bronzo”): Antonio Cusano (Campania), Pasquale Miglionico (Puglia) e Lorenzo Terenzi (Umbria). I premi sono stati microscopi, libri e altre attrezzature scientifiche.

Ma insieme con gli studenti hanno vinto anche le scuole e i docenti, che ringraziamo per aver raccolto una sfida che ha consentito ai ragazzi di vincere: per il triennio il Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Pescara, l’ITC Pacini di Pistoia, il Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” di Lecce e il Liceo Scientifico “V. Cuoco” di Napoli; per il biennio il Liceo Scientifico “Nicolò Tron” di Schio (Vi), il Liceo Scientifico “Marconi” di Foligno, l’I.I.S. “Telesi@” di Telese Terme (BN) e il Liceo Scientifico/Ling. “Federico II di Svevia” di Altamura.

10 studenti del triennio sono stati premiati con una settimana intensiva di preparazione alle Olimpiadi Internazionali di Biologia, organizzata a Castellammare di Stabia, al termine della quale quattro di loro, Alessandro Di Fabio (Liceo Scientifico “L Da Vinci”, Pescara), Giorgio Bianchini (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli”, Lecce), Simone Potenti (ITC Pacini, Pistoia) e Aldo Gorga (Liceo Scientifico “F. Severi”, Salerno) accompagnati dalla presidente dell’ANISN, Prof. Anna Pascucci, e dalla Prof. Isabella Marini, hanno partecipato a Singapore al concorso internazionale. Ben due le medaglie di argento, assegnate ai primi due studenti della squadra italiana, e due bronzi agli altri due studenti: un risultato davvero importante!

Settimana intensiva di preparazione, questa volta alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra, anche per 10 studenti del biennio, organizzata a luglio presso l’Università di Camerino. Quattro di loro, Matteo Vajente (Liceo Scientifico “Nicolò Tron”, Schio (VI), Antonio Cusano (I.I.S. “Telesi@”, Telese Terme (BN), Lorenzo Terenzi (Liceo Scientifico “Marconi”, Foligno) e Andrea Ferrando (Liceo Scientifico “C. D. Cassini”, Genova), accompagnati dai Prof. Susanna Occhipinti e Sonia Manaresi, hanno partecipato a Buenos Aires, in Argentina, al concorso internazionale. Due le medaglie di bronzo vinte da Antonio Cusano e Lorenzo Terenzi.

Dallo scorso anno le Olimpiadi si sono arricchite anche del nuovo progetto Young Biologist on stage che vede come protagonisti gli ex studenti vincitori delle Olimpiadi Internazionali di Biologia, ora allievi delle migliori università italiane, che cooperano in azioni di supporto on line ed in presenza per gli studenti e partecipano alla gara nazionale ed internazionale.

Ci sembra che i motivi per “mettersi in gioco”, partecipando alla undicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, possono essere davvero tanti. Nel salutarvi cordialmente, vi auguriamo buon lavoro.

Roma, 15 ottobre 2012

Vincenzo Boccardi, Anna Pascucci e Emanuele Piccioni

Nota 9 ottobre 2012, Prot. MIURDGOS n. 6422

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Dirigente

del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Giochi delle Scienze Sperimentali 2013.

 

L’A.N.I.S.N., Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza la terza edizione dei Giochi delle Scienze Sperimentali per l’anno scolastico 2012/2013.

La Competizione è rivolta agli Studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado, prioritariamente agli alunni delle classi III di tutto il territorio nazionale.

Per le modalità di iscrizione e la descrizione delle varie fasi di svolgimento dei “Giochi delle Scienze Sperimentali” si rinvia a quanto esplicitato nel Bando allegato.

Il termine ultimo per poter partecipare è il 15 febbraio 2013.

Ogni Istituto scolastico che intende aderire all’iniziativa dovrà individuare un responsabile di Istituto dei Giochi delle Scienze Sperimentali che, nella veste di Referente di Istituto, riceverà dall’organizzazione tutto il materiale e le informazioni specifiche relative alla competizione.

Per ulteriori informazioni si potranno contattare i Referenti Regionali indicati nel Regolamento allegato.

 

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Carmela Palumbo

 

Nota 27 settembre 2012, MIURAOODGOS prot. n. 6132 /R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Orientascienze per i docenti: Premio nazionale Didattica della Scienza – Firenze 15 Novembre 2012 – PROROGA

Si fa riferimento alla nota n.5458 del 3 settembre 2012 con la quale la Scrivente promuove il premio in oggetto e su richiesta pervenuta da molte istituzioni scolastiche di prorogare i tempi di consegna dei materiali richiesti dal bando, si riprogammano i termini entro i quali gli interessati al Premio dovranno far pervenire i loro progetti. In particolare entro il:

  • 10 ottobre 2012 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2011.
  • 17 ottobre 2012 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

 

Per la rilevanza dell’iniziativa si invita a darne ampia diffusione.

 

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Carmela Palumbo

 

Nota 3 settembre 2012, MIURA00DGOS Prot. 5458

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

 

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Orientascienze per i docenti: Premio nazionale Didattica della Scienza – Firenze 15 Novembre 2012

 

La Confindustria e Confindustria Firenze, in collaborazione con la Scrivente, con il Comitato per Sviluppo Cultura Scientifica e Tecnologica, con la Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze, l’Associazione Italiana Editori e l’Associazione Nazionale Presidi, promuovono anche per questo anno il Premio nazionale Didattica della Scienza edizione 2012-13.

I destinatari sono i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.

Le attività richieste rientrano in due tematiche: “Orientamento verso la scienza e la tecnologia” e “Scienza e tecnologia” e dovranno consistere in uno o più percorsi con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.

Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il:

 

21 settembre 2012 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2011.

28 settembre 2012 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

 

Per la rilevanza dell’iniziativa si invita a darne ampia diffusione.

 

IL DIRETTORE GENERALE

F.to Carmela Palumbo

—————–

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI
Firenze 15 novembre 2012
Premio Nazionale “Didattica della scienza”
Promosso da Confindustria e Confindustria Firenze
In collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca — Comitato per
lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica — Conferenza dei Presidi delle Facoltà di
Scienze — Associazione Italiana Editori — Associazione Nazionale Presidi
Gli obiettivi
– Innovare la didattica della scienza per promuovere e rafforzare l’apprendimento in
area tecnico – scientifica ed accrescere l’occupabilità sostenibile dei giovani.
– Affermare la cultura della sperimentazione attraverso il potenziamento della didattica
laboratoriale.
– Favorire l’integrazione delle scienze per superare la frammentazione delle discipline.
– Promuovere l’orientamento non solo come pratica di informazione e convinzione, ma
anche come strumento di formazione, privilegiando l’orientamento di genere.
– Coltivare i talenti e promuovere il merito nell’apprendimento delle discipline scientifiche
e tecnologiche.
Destinatari
I docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un
gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.
/ premi
I premi saranno suddivisi in tre sezioni:
tipologia istituzione scolastica tematica
Scuola secondaria di primo grado Orientamento verso la scienza e la
tecnologia
Istituti tecnici e professionali Scienza e tecnologia
Licei Scienza e tecnologia
Ai docenti vincitori sarà offerto:
– Stage in una impresa o in un centro di ricerca della Toscana della durata di tre
giorni.
– Pubblicazione del progetto vincitore sul sito del MIUR.
Attività
Tematica: Orientamento verso la scienza e la tecnologia
L’attività dovrà consistere in uno o più percorsi di orientamento verso la scienza e la
tecnologia con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e
all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.
L’obiettivo prioritario è far emergere e promuovere vocazioni e inclinazioni anche in
rapporto all’offerta formativa della scuola che accoglie.
Dalla documentazione si dovrà evincere la relazione tra lavoro, scienza e tecnologia
anche attraverso la cooperazione tra studenti di secondaria di primo e secondo grado,
privilegiando esperienze di peer education.
Tematica: Scienza e tecnologia
L’attività, di natura laboratoriale, deve essere stata condotta da uno o più docenti,
facendo riferimento al lavoro con la classe. Essa deve aver riguardato prevalentemente
temi legati ad uno o più aspetti di didattica delle discipline scientifiche e tecnologiche,
anche con riferimenti alla scienza e alla tecnologia nella vita quotidiana.
Dalla documentazione si dovranno evincere:
– la realizzazione di una attività didattica di tipo laboratoriale;
– la progettazione e la sperimentazione di percorsi e/o materiali didattici,
l’innovazione didattica;
– l’integrazione delle scienze e della tecnologia;
– il ruolo attivo e i processi di apprendimento degli studenti con momenti di
valutazione secondo le modalità utilizzate dall’indagine P.I.S.A.;
– il rapporto scienza-tecnologia;
– il ruolo delle attrezzature scientifiche e laboratoriali e loro accordo con teorie
e modelli;
– il contributo delle nuove tecnologie informatiche alla didattica delle discipline
scientifiche;
– il ruolo orientante dell’attività svolta;
– la funzione di promozione dell’eccellenza svolta dalle attività sperimentate;
– la consultazione di una bibliografia internazionale sull’argomento trattato.
Per la presentazione pratica si richiede una metodologia attiva, interattiva, orientata
allo studente e collegata alle altre discipline, anche al di fuori dello stretto ambito
scientifico e tecnologico senza sottovalutare il rigore di un quadro epistemologico di
riferimento e i necessari riferimenti teorici.
Saranno valorizzate le collaborazioni realizzate nell’ambito dell’alternanza scuola- lavoro e
dei Progetti: Insegnare Scienze Sperimentali (ISS) e Progetto Lauree Scientifiche.
Gli insegnanti premiati interverranno al convegno “Orientainsegnanti” il 15 novembre 2012
a Firenze.
Documentazione
Prodotto
II lavoro svolto dovrà essere documentato mediante una relazione, che deve illustrare: 1) II
problema affrontato, argomentandone ruolo ed importanza rispetto al contesto scolastico
ed alle esigenze didattiche; 2) gli obiettivi; 3) II piano di svolgimento, con indicazione di:
fasi, attività, modalità, strumenti, metodologie e tempi; 4) i contenuti innovativi; 5) i prodotti
della ricerca; 6) i criteri ed i metodi di documentazione e di valutazione degli esiti e quindi
dell’efficacia dell’intervento didattico; 7) i materiali non prodotti autonomamente di cui ci si
è eventualmente avvalsi e la bibliografia di riferimento; 8) le collaborazioni e i rispettivi ruoli
nel lavoro svolto.
Soggetti partecipanti
– Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il 21 settembre 2012 la
SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo email f.rocca@istruzione.it
(Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli
Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica
della Scienza.
– Gli interessati al premio dovranno far pervenire entro il 28 settembre 2012 al
seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato
per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli
Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195
ROMA la seguente documentazione:
1. domanda di partecipazione al concorso in carta libera;
2. relazione sull’attività didattica svolta di massimo 10 cartelle;
3. dichiarazione del dirigente scolastico della scuola in cui si è svolta la ricerca;
4. ogni altra documentazione ritenuta utile per il giudizio.
Nella domanda di partecipazione i candidati devono indicare sotto la loro responsabilità:
a) cognome e nome, luogo e data di nascita, codice fiscale;
b) cittadinanza, indirizzo di residenza;
e) posizione di servizio: stato di servizio, scuola, materia di insegnamento;
d) recapito telefonico (anche telefono mobile) e/o fax ai fini del concorso, completo di
indirizzo di posta elettronica;
e) il titolo della ricerca;
f) dichiarazione che la ricerca proposta non è già oggetto di studi finanziati da enti pubblici
o privati e che è stata svolta in autonomia o con le collaborazioni specificate nel rapporto
di ricerca.

Comitato tecnico-scientifico
Si costituirà un comitato tecnico scientifico composto da esperti di didattica della scienza, dirigenti tecnici e amministrativi del MIUR, rappresentanti del mondo imprenditoriale, del Piano Insegnare Scienze Sperimentale e del Progetto Lauree Scientifiche.

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI
Premio nazionale “Didattica della scienza”
SCHEDA DI PROGETTO
N.B. Spedire entro il 21 settembre 2012 a f.rocca@istruzione.it)
LA SCUOLA
Tipologia scuola
Nome scuola
Indirizzo – Città – Regione
Tei/fax/e-mail
Nome dirigente scolastico
nome docente
Telefono docente
(cellulare)
IL PROGETTO
Titolo progetto
n. classi/alunni coinvolti nella sperimentazione
Utilizzo di tecnologie informatiche
IMPATTO DEL PROGETTO SULLA SCUOLA:
ELEMENTI DI DISSEMINAZIONE:
OSSERVAZIONI

Nota 9 febbraio 2012, MIURAOODGOS prot. n. 685/R.U.U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica
– Uff.II –

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado

 

Oggetto: Olimpiadi della Scienza. “Premio Green Scuola” VII edizione – A.S. 2011/2012

 

Nell’ambito delle iniziative promosse in attuazione del Protocollo d’Intesa tra il MIUR e INCA (http://archivio.pubblica.istruzione.it/protocolli_miur/allegati/cin08.pdf) anche per il corrente anno scolastico 2011/12, il Consorzio Interuniversitario Nazionale “La chimica per l’ambiente”, la rivista “Green. La scienza al servizio dell’uomo e dell’ambiente”, con la partecipazione della Società Chimica Italiana (SCI) e in collaborazione con questa Direzione Generale, indicono le Olimpiadi della Scienza – Premio Green Scuola VII edizione, intitolato Prevenire è meglio che curare – La tutela dell ’ambiente e della salute attraverso l’analisi del ciclo di vita dei composti chimici e dei processi produttivi.

Il concorso, destinato alle scuole secondarie di secondo grado, si propone di valorizzare le eccellenze degli studenti nei percorsi di istruzione relativi alle discipline scientifiche ed è accreditato dal MIUR per il programma “Io Merito” per la valorizzazione delle eccellenze

(http://archivio.pubblica.istruzione.it/dg_ordinamenti/valorizzazione_eccellenze.shtml ).

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata al giorno 31 maggio 2012.

Tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono reperibili direttamente presso il sito internet dedicato all’iniziativa: http://www.incaweb.org/green/pgsVIIed/index.htm

Si pregano le SS.LL. di dare diffusione della presente nota presso le istituzioni scolastiche interessate del territorio di competenza, tenendo comunque conto che la stessa verrà inserita nei siti web Ministeriali.

Si ringrazia per la collaborazione.

 

IL DIRIGENTE

Antonio Lo Bello

Nota 7 novembre, 2011, Prot MIURDGOS n. 7453

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della

Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di

Bolzano

 

Al Dirigente del Dipartimento

Istruzione per la Provincia Autonoma di

Trento

 

All’Intendente Scolastico

per le scuole delle località ladine di

Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di

Bolzano

 

Oggetto: Olimpiadi delle Scienze Naturali 2012

 

L’A.N.I.S.N., Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza la X edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali.

La particolare competizione è nata nell’intento di stimolare l’interesse degli studenti nei confronti delle Scienze Naturali, al fine di favorire il confronto fra realtà scolastiche diverse in ambito nazionale ed internazionale e costituire per gli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni, l’attitudine per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali.

L’iniziativa è rivolta agli studenti di tutti gli indirizzi della Scuola Secondaria Superiore.

Per partecipare è necessario compilare la scheda di adesione reperibile all’indirizzo: www.anisn.it ed inoltrarla via e-mail o per posta prioritaria entro e non oltre il 29 febbraio 2012 al responsabile A.N.I.S.N. competente a livello regionale.

Si allega l’elenco dei responsabili regionali A.N.I.S.N. e il Regolamento della X edizione delle Olimpiadi di Scienze Naturali 2012.

 

il Dirigente

Antonio Lo Bello

—————————-

 

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

 

Olimpiadi delle Scienze Naturali 2012

Olimpiadi Internazionali di Biologia e Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

 

Per l’anno scolastico 2011/12 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze

Naturali, organizza la decima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta

a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal Miur, Direzione Generale per

gli Ordinamenti Scolastici, e lo scorso anno ha visto la partecipazione 443 scuole superiori

distribuite sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

– fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio

e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;

– realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;

– individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente

condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;

– confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con

l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;

– avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli

eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze Naturali assume un particolare significato

anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) L’Anisn è un soggetto accreditato al fine dell’individuazione delle iniziative per la

valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore

delle scuole statali e paritarie (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 e DDG 25 febbraio

2010). L’elenco degli studenti vincitori delle Olimpiadi delle Scienze Naturali inseriti nell’Albo

Nazionale è consultabile all’indirizzo: http://www.indire.it/eccellenze/.

2) L’Italia partecipa sia alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO – International Biology

Olympiad) sia alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO – International Earth

Science Olympiad). Per le Olimpiadi internazionali di biologia concorrono solo gli studenti iscritti

alla categoria triennio, per quelle di Scienze della Terra solo quelli iscritti alla categoria biennio.

L’anno scorso la squadra italiana ha vinto tre medaglie di argento e una di bronzo alle IBO e

una medaglia d’oro, una d’argento e due di bronzo alle IESO, due risultati davvero

straordinari.

Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di

Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da

svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da domande a

scelta multipla a 5 alternative, ma potranno contenere anche alcune domande aperte a risposta

univoca. La prova utilizzata per la selezione nazionale è simile a quella regionale, ma potrà

contenere anche alcune domande di tipo aperto al fine di saggiare le capacità logicoargomentative

degli studenti. Sono previste due distinte categorie per il biennio e per il

triennio. La prova per il biennio consisterà in quesiti di scienze della Terra e di scienze della vita,

quella per il triennio in domande esclusivamente di biologia. A partire dal prossimo anno

scolastico 2012/2013 in considerazione degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dalle

indicazioni nazionali per i nuovi licei saranno inserite domande di scienze della Terra anche nella

prova del triennio. Alcuni esempi di prove utilizzate per le selezioni regionali e per la selezione

nazionale degli anni precedenti sono reperibili nel sito:

http://www.anisn.it/olimpiadi_prove.php .

Lo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali si articolerà nelle seguenti fasi:

a) fase d’istituto: da effettuare entro il 15 marzo 2012 utilizzando materiale specificamente

predisposto dai docenti dell’istituto.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

b) fase regionale: si effettuerà martedì 27 marzo 2012 contemporaneamente in tutta Italia,

generalmente in un’unica sede per ogni regione. Ad essa saranno ammessi gli studenti primi

classificati di ogni istituto di quella regione.

c) fase nazionale: si svolgerà dal 11 al 13 maggio 2012 e riguarderà i primi classificati in ogni regione.

La gara nazionale sarà disputata sabato 12 maggio 2012, con inizio presumibile alle ore 10.00. I

primi classificati a livello nazionale saranno premiati nel corso della stessa manifestazione.

d) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IBO e dei 4 che

costituiranno la squadra italiana, al fine di valutare non solo le competenze teoriche ma anche quelle

pratiche, durante la fase nazionale gli studenti classificatisi ai primi posti della categoria triennio

svolgeranno una prova pratica di biologia i cui risultati saranno valutati, insieme a quelli della

prova teorica.

e) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IESO e dei 4 che

costituiranno la squadra italiana si terrà conto unicamente dei risultati della prova teorica della

categoria biennio mediante la compilazione di un apposita graduatoria nella quale verrà dato un

peso maggiore alle domande di Scienze della Terra.

f) fase di allenamento alle gare internazionali: riguarderà 10 studenti sia per le Olimpiadi

Internazionali di Biologia, sia per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra. I 10 studenti

selezionati frequenteranno una settimana di preparazione residenziale intensiva sia su

approfondimenti teorici che attività sperimentali. Il periodo di svolgimento è previsto tra la seconda

metà di maggio e la fine dell’anno scolastico (Biologia) o la fine del mese di luglio ed i primi di

settembre (Scienze della Terra) .

g) fase internazionale: per le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) si svolgerà a Singapore dal

15 al 22 luglio 2012; per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO) in Argentina

probabilmente dall’8 al 18 ottobre 2012. In entrambi i casi la delegazione italiana sarà costituita dai

4 studenti e da due docenti accompagnatori, responsabili delle traduzioni in lingua italiana delle

prove teoriche e sperimentali. Eventuali notizie sulle gare internazionali saranno reperibili nel nostro

sito: www.anisn.it.

E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 29 febbraio 2012 compilando il form reperibile

all’indirizzo www.anisn.it o la scheda di adesione (Allegato 1). Quest’ultima va inviata per e-mail,

insieme con la copia della ricevuta dell’avvenuto versamento, all’indirizzo di posta elettronica del

responsabile regionale della regione in cui ha sede la scuola (Allegato 2). Alternativamente è

possibile inviare la scheda per posta. Si allega al presente bando (Allegato 3) anche una lettera di

accompagnamento al bando.

Le scuole che aderiranno all’iniziativa dovranno iscriversi all’ANISN versando la quota

associativa di euro 60,00 (sessanta/00) mediante bollettino sul c.c. postale n. 56852122 intestato

ad Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali OnLine, o in alternativa sul c.c.

bancario Poste Italiane BancoPostaImpresaOnline IBAN IT39O0760114000000056852122. Il

termine per l’effettuazione del versamento è improrogabilmente fissato al 29 febbraio 2012.

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a ricevere la rivista

dell’associazione “Le Scienze Naturali nella scuola” contenente le informazioni sulle iniziative

promosse dall’ANISN a livello nazionale1.

A cura dei responsabili regionali dell’ANISN, alle scuole aderenti saranno fornite via e-mail

tutte le notizie necessarie per la partecipazione alla gara.

Roma, 14 ottobre 2011 per il gruppo di coordinamento nazionale:

Prof. Vincenzo Boccardi

1 Si precisa che il conto corrente bancario indicato è rispondente a quanto richiesto dall’art.3 comma 7 della Legge n.136/2010

in materia di esistenza di conto corrente dedicato ad ordini/contratti pubblici; il versamento della quota si configura come

iscrizione dell’istituzione scolastica all’Associazione: pertanto non viene emessa fattura e fa fede la relativa ricevuta del

versamento. Le scuole saranno considerate soci collettivi nazionali ANISN (cfr. art. 4 dello Statuto ANISN

http://anisn.it/archivio_documenti.php) con esclusione di quanto previsto all’art. 9; l’ANISN non ha obbligatorietà di emissione

del DURC, non avendo dipendenti né altri obblighi contributivi e/o previdenziali.

 

Allegato 1

OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALI 2012

SCHEDA INFORMATIVA SCUOLA __________ _________________________

(da inviare al referente regionale ANISN via e-mail o posta prioritaria)

Dati scuola iscritta

(obbligatorio)

Codice scuola

Denominazione

Recapito (comprensivo del

Comune e della Provincia)

Tel. – Fax – e-mail

Dati docente

referente

(obbligatorio)

Cognome e Nome

Tel. – e-mail

Recapito

I dati saranno mantenuti riservati ed utilizzati unicamente per comunicazioni relative allo

svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011.

Copia ricevuta

versamento c.c.p.

(obbligatorio)

N.B.: Le schede pervenute

ai referenti regionali prive

della copia del versamento

non saranno prese in

considerazione.

I mandati di pagamento

non costituiscono prova

dell’avvenuto pagamento.

(Inserire qui la copia in formato jpg della ricevuta del versamento)

La scuola parteciperà alle Olimpiadi di Scienze Naturali per la categoria:

( ) biennio

( ) triennio

( ) biennio e triennio

Inviare la scheda informativa per e-mail all’indirizzo di posta elettronica del responsabile regionale dopo

l’effettuazione del versamento, e non oltre il 29 febbraio 2012. In essa va inserita copia in formato jpg dell’avvenuto

versamento della quota di iscrizione di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale

Insegnanti di Scienze Naturali OnLine. Alternativamente la scheda informativa può essere inviata al responsabile regionale

per posta prioritaria (in questo caso allegare fotocopia cartacea della ricevuta del versamento).

Per ogni altra esigenza si prega di contattare la segreteria nazionale (Prof. Emanuele Piccioni – Via San

Fortunato, 5 – 06081 – Assisi (PG) – e-mail: olimpiadisegreteria@tiscali.it – Tel.: 075/815154), o il responsabile nazionale

(Prof. Vincenzo Boccardi, Via Nuova Bagnoli, 714 – 80124 Napoli – e-mail boccardiv@yahoo.it – Tel.: 081/570.13.40).

 

Allegato 2 – RESPONSABILI REGIONALI AI QUALI INVIARE

LA SCHEDA DI ADESIONE

Regione Nome del

responsabile

Indirizzo di posta elettronica

cui inviare la scheda e

telefono

Indirizzo

Abruzzo Cristina

Salciccia

cristinasalciccia@virgilio.it

0863/41.68.59

Via Opi, 1

67051 – Avezzano (AQ)

Basilicata Rosanna

Musolino

rosannamusolino@yahoo.it

0971/444226

Via Sanremo, 201

85100 – Potenza

Calabria

Maria

Cosentino

mariellacosentino21@libero.it

0962/93.40.76

320/452.08.07

Via Astilo, 130

88900 – Crotone (CS)

Campania 1

(Napoli e

Caserta)

Sofia Sica sosica@tin.it

081/239.67.99

347/49.51.321

Via Giulio Cesare, 125 – Scala F

80125 – Napoli

Campania 2

(Avellino,

Benevento e

Salerno)

Rossana

Rosapepe

rossanarosapepe@yahoo.it

089/79.14.71

333/41.37.626

Via E. Bottiglieri, 17/6 – 80134

Salerno

Emilia Romagna Roberto

Greco

robertogreco01@yahoo.it

328/69.28.266

Largo Sant’Eufemia, 19

CAP 41121 Modena

Friuli Venezia

Giulia

Elide

Catalfamo –

Eva Godini

eva.godini@alice.it

anisnfvg@libero.it

040/35.13.64

040/27.42.82

Prof. Eva Godini – Lic. Sc. “G.

Galilei” – Via Mameli, 4 – 34100

Trieste;

oppure:

ANISNFVG: c/o E. Catalfamo

Via S. Giovanni, 14/C

34015 – Muggia (TS)

Lazio Paola

d’Antoni

065135648@iol.it

064/55.52.970

392/791.51.92

Via Spoleto, 22

00182 – Roma

Liguria Anna Pitto annapitto@gmail.com

010 / 26.72.70

338 / 371.94.03

Via Lomellini 5/1a

16124 – Genova

Lombardia Rosanna La

Torraca

rosanna.latorraca@alice.it

0331/50.01.41

338 / 50.96.284

Via Ponchiroli, 10

21053 – Castellanza (VA)

Marche Daniele

Sordoni

daniele.sordoni@virgilio.it

071/28.64.146

339/576.57.11

339/16.79.105

IC “G. Padalino” – Via Lanci 2

61032 Fano (PU)

Molise Anna Rita

Massarella

annaritamassarella@hotmail.it

0874/69.92.74

338/964.51.30

Via Liguria, 61

86100 – Campobasso

Piemonte Agata Conti agata.conti@libero.it I.P.S.I.A. “G. Plana”

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

011/70.42.40 Piazza di Robilant, 5

10141 – Torino

Tel. 011/331005;

Fax: 011/3855472

Puglia Luciana

Daddabbo

dl59@libero.it

080/67.48.98

333/717.39.38

Via Francesco Lapenna, 47

70010 Casamassima (BA)

Sardegna Sud

(Cagliari,

Carbonia-Iglesias,

Medio

Campidano,

Ogliastra,

Oristano)

Maria

Cristina

Mereu

mariacristina.mereu@gmail.com.

070/42.460

338 / 632.38.93

Via Cavalcanti, 2

09128 – Cagliari

Sardegna Nord

(Sassari, Olbia

Tempio, Nuoro)

Costantina

Cossu

c.tina@tiscali.it

079 / 97.46.88

339 / 46.93.162

Via P. Enrico, 17

07041 – Alghero

Sicilia occidentale

(Agrigento,

Enna, Palermo,

Trapani)

Salvatore

Stira

salvo.stira@tiscali.it

340/685.58.16

Via Cataldo Parisio, 13

90145 – Palermo

Sicilia orientale

(Caltanissetta,

Catania, Messina,

Ragusa e

Siracusa)

Cetty

D’Arrigo

cettyneh@tin.it

090/69.53.86

389/27.76.734

Via Catania – Residence Villa

Dante,

corpo A, scala D

98124 – Messina

Toscana Isabella

Marini

marini.isabella@gmail.com

050/53.19.11

339/161.62.91

392/7125751

Via Ugone Visconti n.14 – 56122

Pisa

Umbria Gabriela

Gabrielli

gabrielli.gabri@gmail.com

347/30.69.240

075/80.02.663

Via Migno, 11

06083 – Bastia Umbra (PG)

Valle d’Aosta Susanna

Occhipinti

s.occhipinti@regione.vda.it

016 / 52.75.883

339 / 42.33.141

fax 0165 275888

Assessorato Istruzione e Cultura

– Regione Autonoma Valle

d’Aosta – Via S. Martin de

Corléans, 250 – 11100 – Aosta

Veneto –

Trentino Alto

Adige

Pierpaola

Setti

gio.setti@libero.it

041/27.50.840

Museo di Storia Naturale

30125 – Fondaco dei Turchi –

Venezia

 

Allegato 3 Un traguardo importante: 10 anni di Olimpiadi

“Il gioco è un esempio di interazione e integrazione delle diversità. L’incontro fra sistemi differenti di

regole (giochi, appunto) non implica una scelta esclusiva, ma una sintesi inclusiva, irriducibile agli

elementi precedenti e proprio per questo semplice ed efficiente”. (Gregory Bateson, “ Questo è un

gioco”, Milano, R. Cortina, 1996.)

Care Colleghe e cari Colleghi, siamo oramai giunti alla decima edizione delle Olimpiadi delle

Scienze Naturali e la definizione che Gregory Bateson dà del gioco continua a sembrarci una cornice

particolarmente appropriata per le Olimpiadi delle Scienze Naturali, un’iniziativa che si fonda sulla

volontà di tanti insegnanti e studenti di “mettersi in gioco”, di “essere squadra”. La partecipazione

alla gara può costituire inoltre un ingrediente fondamentale della relazione educativa, inducendo la

cooperazione non solo tra i docenti, ma anche tra gli allievi.

Le prove sono il frutto dell’esperienza nell’insegnamento e nella ricerca didattica maturata

negli anni dagli stessi docenti in seno all’Anisn. Quelle della scorsa edizione sono state preparate da

Vincenzo Boccardi, Caterina Capone, Brunella Danesi, Luigi D’Amico, Paola D’Antoni,

Fortunata Ferrara, Eva Godini, Isabella Marini, Emanuele Piccioni. Le domande tentano di

veicolare nella scuola lo spirito della ricerca, il suo habitus e la sua stessa creatività, prevedendo un

approccio allo studio dei fenomeni secondo diversi punti di vista, incrociando le discipline per leggere

i loro diversi contributi e allenando il pensiero divergente in un’ottica di de/ricostruzione del “senso”

del fenomeno esaminato. Nel sito dell’associazione (www.anisn.it) troverete, insieme con il nuovo

bando, le prove delle precedenti edizioni, alcune linee guida ed i principi ispiratori per la

formulazione, la struttura ed il formato dei quesiti.

I vincitori della scorsa edizione, premiati nel corso di una manifestazione che si è svolta l’8

maggio nella splendida cornice del Villaggio Marzotto di Jesolo (Venezia), sono stati per il triennio

Alessio Capobianco, della Sardegna (“medaglia d’oro”), seguito da Martina Chiriacò, della Puglia

(“medaglia d’argento”) e dallo studente emiliano Luca Biavati (“medaglia di bronzo”). Alessio è

Martina erano risultati vincitori già lo scorso anno. La “medaglia d’oro” per il biennio è andata invece

al romano Giorgio Cocomello, seguito da Stefano Roberti, del Friuli Venezia Giulia (“medaglia di

argento”), e dallo studente pugliese Alessandro Manieri. I premi sono stati microscopi, libri e altre

attrezzature scientifiche.

Ma insieme con gli studenti hanno vinto anche le scuole e i docenti, che ringraziamo per aver

raccolto una sfida che ha consentito ai ragazzi di vincere: per il triennio rispettivamente i Proff.

Barbara Lanero (Liceo Scientifico “Alberti” – Cagliari), Ennio De Simone (Liceo Scientifico “Banzi

Bazoli” – Lecce), Sonia Manaresi (Liceo Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola); per il

biennio rispettivamente i Proff. Simona Ciriaci (Liceo Scientifico “Mamiani” – Roma), Laurence

Baruffo (Liceo Scientifico “Galilei” – Trieste) e Tiziana Parlangeli (Liceo Scientifico “Banzi

Bazoli” – Lecce).

10 studenti del triennio sono stati premiati con una settimana intensiva di preparazione alle

Olimpiadi Internazionali di Biologia, organizzata a Castellammare di Stabia, al termine della quale

quattro di loro, Daniele Cervettini (Liceo Scientifico “Da Vinci” – Reggio Calabria), Luca Biavati

(Liceo Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola), Martina Chiriacò (Liceo Scientifico “Banzi

Bazoli” – Lecce), Alessio Capobianco (Liceo Scientifico “Alberti” Assemini (CA), accompagnati

dalla presidente dell’ANISN, Prof. Anna Pascucci e dalla Prof. Isabella Marini, hanno partecipato

a Taipei (Taiwan) al concorso internazionale. Ben tre le medaglie di argento assegnate ai primi tre

studenti della squadra italiana e un bronzo all’ultimo: un risultato davvero sorprendente!

Settimana intensiva di preparazione, questa volta alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della

Terra, anche per 10 studenti del biennio, organizzata a luglio presso l’Università di Camerino, al

termine della quale quattro di loro, Alessandro Manieri (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce),

Giuseppe Licci (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce), Stefano Roberti, (Liceo Scientifico

“Galilei” – Trieste), Giorgio Comomello (Liceo Scientifico “Mamiani” – Roma), accompagnati dai

Prof. Roberto Greco, Giulia Realdon e Sonia Manaresi, hanno partecipato a Modena in Italia al

concorso internazionale. Al primo studente una medaglia d’oro, al secondo e al terzo una

medaglia d’argento e all’ultimo una medaglia di bronzo: un risultato davvero strabiliante giunto

nell’anno in cui la prestigiosa competizione internazionale si è svolta proprio nel nostro paese!

Ci sembra che i motivi per “mettersi in gioco”, partecipando alla decima edizione delle

Olimpiadi delle Scienze Naturali, possono essere davvero tanti.

Nel salutarvi cordialmente, vi auguriamo buon lavoro.

Vincenzo Boccardi, Anna Pascucci e Emanuele Piccioni

 

Roma, 14 ottobre 2011

Nota 17 ottobre 2011, MIURAOODGOS prot. n. 6818/R.U./U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Premio Nazionale “Didattica della Scienza” – Edizione 2011 – I vincitori

 

Si è conclusa la selezione dei progetti che hanno partecipato al Premio Nazionale “Didattica della Scienza” per l’anno 2011.

Con Decreto Dipartimentale n. 51 del 6 ottobre 2008, riconfermato per gli anni successivi, è stata costituita una Commissione per la valutazione dei progetti pervenuti, presieduta dal Prof. Luigi Berlinguer – Presidente Comitato per lo sviluppo della cultura scientifica e tecnologica – e composta da rappresentanti del MIUR, del mondo universitario, dell’editoria e del mondo della scuola. Dopo attenta analisi degli indicatori riportati nel bando, la Commissione ha riconosciuto come “esperienze significative” i seguenti progetti:

1° PREMIO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO: “Our school museum”- VI Istituto Comprensivo “B. Ciari” di PADOVA – Prof.ssa Patrizia ANCONETANI

1° PREMIO ISTRUZIONE TECNICA: “Il riciclo della plastica: quando i rifiuti diventano nuove risorse”- Istituto Tecnico Industriale “Cannizzaro” di CATANIA – Prof.ssa Lidia MASTRUZZO

1° PREMIO ISTRUZIONE LICEALE: “Tavola periodica degli elementi: chimica degli alimenti e le molecole impazzite”- Liceo scientifico “G. Galilei” – LAMEZIA TERME (CZ) – Prof.ssa Saveria SESTO

Sono stati individuati inoltre tre prodotti particolarmente interessanti dell’area dell’istruzione tecnica a cui assegnare tre MENZIONI:

1. ITIS “G. CASO” di Piedimonte Matese (CE) – Proff. F. GIOVANNI – D. PRENCIPE – P. RUBINO – “Revamping di un’isola didattica automatizzata”- “Il progetto fa convivere con armonia in una “isola” didattica tre esigenze scolastiche: integrazioni della competenze, riutilizzo di risorse hardware esistenti e ampliamento dell’offerta formativa per gli studenti”

2. ITIS “A. MASERATI” di Voghera (PV) – Prof.ssa M. Grazia GALLO – “Robot@mico”- “Il progetto vive nella scuola e con la scuola : è attuato da sette anni. Gli studenti si applicano affiancando lo studio al divertimento. Hanno costruito e programmato robots in grado di giocare a calcio nei diversi ruoli con software e hardware diversi. Competenze formali e non formali convivono per valorizzare gli interessi di ciscuno”

3. ITIS “E. MATTEI” di Sondrio – Prof. Giovanni Battista TURCHI- “Microcontrollore Arduino e sue applicazioni”- “Il progetto vuole essere un piccolo mattone nell’edificio di una scuola intesa come un laboratorio di costruzione del futuro, capace di trasmettere ai giovani la curiosità, il fascino dell’immaginazione e il gusto della ricerca ”

Le targhe sono state consegnate nell’ambito del Convegno “Orientainsegnanti” organizzato dal MIUR, da Federchimica e da Assolombarda, a Milano il 10 ottobre 2011.

Con l’occasione si formulano vive congratulazione alle istituzioni scolastiche, ai docenti e agli allievi coinvolti

 

IL DIRIGENTE

A. LO BELLO

Nota 13 ottobre 2011, Prot. MIURDGOS n. 6775

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Giochi delle Scienze Sperimentali 2012.

 

L’A.N.I.S.N., Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza la seconda edizione dei Giochi delle Scienze Sperimentali per l’anno scolastico 20011/2012.

La Competizione è rivolta agli Studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado, prioritariamente agli alunni delle classi III di tutto il territorio nazionale.

Per le modalità di iscrizione e la descrizione delle varie fasi di svolgimento dei “Giochi delle Scienze Sperimentali“ si rinvia a quanto esplicitato nel Bando allegato.

Il termine ultimo per poter partecipare è il 15 febbraio 2012.

Ogni Istituto scolastico che intende aderire all’iniziativa dovrà individuare un responsabile di Istituto dei Giochi delle Scienze Sperimentali che, nella veste di Referente di Istituto, riceverà dall’organizzazione tutto il materiale e le informazioni specifiche relative alla competizione.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.anisn.it o contattando il Referente Nazionale indicato nel Regolamento allegato.

 

Il Dirigente

Antonio Lo Bello

——————————-

I Giochi delle Scienze Sperimentali 2012

La Scienza in gioco per gli studenti della SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

 

Per l’anno scolastico 2011/12 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali,

organizza la seconda edizione ufficiale dei Giochi delle Scienze Sperimentali per gli studenti della

Scuola Secondaria di Primo Grado.

La partecipazione ai Giochi delle Scienze Sperimentali assume un particolare significato

anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) Il ruolo fondamentale assolto dalla scuola SECONDARIA DI PRIMO GRADO per la cultura

scientifica di base e per la formazione della PERSONA.

2) I risultati delle indagini internazionali IEA‐TIMMS e OCSE PISA relativi alle competenze

scientifiche degli studenti italiani.

3) I giochi si inseriscono nel quadro delle azioni per il riconoscimento e la valorizzazione delle

eccellenze che il MPI ha già attivato per le scuole superiori (decreto legislativo 29 dicembre 2007,

n. 262 e DDG 25 febbraio 2010).

4) L’opportunità di esplicitare l’innovazione e allo stesso tempo dare la possibilità ai docenti che

partecipano all’iniziativa di costruire un patrimonio di conoscenze e competenze professionali

comuni, da condividere con i colleghi.

I Giochi sono rivolti prioritariamente agli alunni delle classi III.

Fasi di svolgimento dei Giochi delle Scienze Sperimentali

Fase di Istituto: è finalizzata a selezionare gli alunni partecipanti alla successiva Fase Regionale.

Ogni Istituto individuerà autonomamente le modalità di selezione degli studenti che

parteciperanno alla Fase d’Istituto. Gli alunni sosterranno la prova inviata dall’ANISN in

concomitanza con la data di somministrazione. La gara di Istituto si svolgerà il 15 marzo 2012, alle

ore 11.00, all’interno dei singoli Istituti che hanno aderito all’iniziativa.

Fase Regionale: riguarderà gli studenti che in ogni Istituto si classificheranno ai primi posti della

graduatoria d’Istituto. La prova regionale si svolgerà contemporaneamente in tutta Italia, il 17

aprile 2012, alle ore 11.00, nella sede indicata dal Referente di ciascuna regione.

Pre‐Graduatoria Nazionale: la pre‐graduatoria nazionale sarà stilata dalla Segreteria tecnica

incrociando i risultati ottenuti dagli alunni nella fase regionale di ciascuna regione.

Graduatoria Nazionale: i primi 5 alunni della pre‐graduatoria nazionale, aumentabili al massimo a 7 in caso di pari merito, saranno premiati con un soggiorno nella sede in cui si svolgeranno le

prove nazionali delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e affronteranno una prova per stilare la

Graduatoria nazionale, nella quale si individuerà il primo classificato, il secondo e così via. In quella

sede la prova che gli alunni affronteranno sarà coerente con le competenze previste alla fine del

terzo anno della scuola secondaria di primo grado. La data della Prova nazionale, il luogo e le

indicazioni per il viaggio saranno comunicate tempestivamente ai Referenti di Istituto

I vincitori dello scorso anno sono stati (in ordine di graduatoria): Burattini Samuele ‐ Scuola

Media Statale “Donatello” ‐ Ancona, Bellucci Sara ‐ Scuola Media Statale “La Giustiniana” ‐ Roma,

Maccan Matilde ‐ Convitto “Umberto I” ‐ Torino, Lucarelli Gianmarco ‐ Scuola Media Statale

“Giovanni Falcone” ‐ Grottaferrata e Adanti Matteo ‐ Scuola Media Statale “Padalino” ‐ Fano.

Caratteristica delle prove

I Giochi delle Scienze Sperimentali, sia nella Fase d’Istituto, sia nella Fase Regionale,

consistono in una prova scritta da svolgere nel tempo prestabilito di 70 minuti. La prova è formata

da domande a scelta multipla o aperte riguardanti diversi argomenti delle Scienze Sperimentali. I

quesiti, indipendenti l’uno dall’altro, sono volti ad accertare la capacità di analizzare, interpretare

e selezionare informazioni su vari aspetti delle conoscenze scientifiche e la capacità di utilizzare

procedure trasversali e strumenti logici e matematici per individuare o proporre corrette soluzioni.

Nelle varie sezioni, lo studente può rispondere correttamente anche se la tematica

proposta non è stata o è stata minimamente trattata in ambito scolastico.

La correzione della prova della Fase d’Istituto sarà effettuata dai docenti della scuola, coordinati

dal docente Referente d’Istituto; a esso verranno inviati, dal Referente regionale ANISN, la griglia

di correzione e un file excel nel quale riportare denominazione dell’Istituto, cognome, nome e data

di nascita degli alunni, con i punteggi raggiunti dai singoli partecipanti.

Il Referente di Istituto provvederà a inviare via mail al Referente ANISN regionale il foglio

excel della correzione, compilato in tutte le sue parti, con la graduatoria di Istituto, entro il 30

marzo 2012.

Il Referente regionale provvederà a inviare via mail alla Segreteria tecnica il foglio excel

della correzione, compilato in tutte le sue parti, entro il 24 aprile 2012.

Quota di adesione e modalità di pagamento

La quota di iscrizione è di 60 euro per ogni Istituto iscritto e comporta l’invio all’Istituto

stesso dei materiali preparatori e l’assistenza per le varie fasi dei Giochi. Ogni Istituto scolastico

che intende aderire all’iniziativa individua un responsabile di Istituto dei Giochi delle Scienze

Sperimentali che, nella veste di Referente di Istituto, riceverà dall’organizzazione tutto il materiale

e le informazioni specifiche relative alla competizione. La quota dovrà essere versata entro il 15

febbraio 2012 attraverso le seguenti modalità:

a) bollettino di conto corrente postale: ccp n. 56852122 intestato a Associazione Nazionale

Insegnanti Scienze Naturali OnLine (Causale di versamento: Quota per Giochi delle

Scienze Sperimentali 2012)

b) bonifico bancario sul Conto IBAN: IT39 O 07601 14000 0000 5685 2122 intestato a

Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali OnLine (Causale di versamento:

Quota per Giochi delle Scienze Sperimentali 2012)

Il modulo di iscrizione (Allegato n.1) all’iniziativa, insieme alla copia della ricevuta dell’avvenuto

pagamento, sarà inviato all’indirizzo di posta elettronica del responsabile ANISN della regione in

cui ha sede la scuola (Allegato n. 2) entro la stessa data. Il modulo di iscrizione (Allegato n. 1),

insieme a ogni informazione relativa ai Giochi, è reperibile anche nel sito web www.anisn.it .

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a ricevere la rivista

dell’associazione “Le Scienze Naturali nella scuola” contenente le informazioni sulle iniziative

promosse dall’ANISN a livello nazionale1.

I primi classificati a livello regionale saranno premiati in un evento organizzato dalla/e

sezioni e/o gruppi locali dell’ANISN. I primi 5 classificati a livello nazionale (sette in caso di parimerito),

accompagnati dal proprio Docente di Scienze, saranno premiati con un soggiorno nella

sede in cui si svolgeranno le prove nazionali delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e affronteranno

una prova per stilare la Graduatoria nazionale.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.anisn.it o contattando il Referente

nazionale.

La Referente Nazionale La Referente Segreteria

Prof. Paola Bortolon Prof. Simona Monesi

paolabortolon@virgilio.it smonesi@alice.it

1 Le scuole iscritte saranno considerate soci collettivi nazionali ANISN, con esclusione di quanto previsto dagli artt. 9 dello Statuto.

 

Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali

Associazione qualificata per la formazione degli insegnanti DM. 177/00 articolo 4 – Direttiva n°

90/03 art. 6, 7 ed accreditata con prot. N°1877(GG/5)/R.U./U del 27/02/2009 quale soggetto

proponente di iniziative per la valorizzazione delle eccellenze D.M 28/7/2008

Sede legale: Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Via Mezzocannone, 8 – 80134

Napoli CF 94079480631 – P.IVA 04906381217

ANISN – Sede operativa c/o Società dei Naturalisti

Università degli studi di Napoli “Federico II”

Via mezzocannone, 8 – 80134 Napoli

Presidente Anna Pascucci +39 3333181128

presidente@anisn.it ; anna.pascucci@gmail.com

Tel.+ 39 – 3296967929 Fax +39 – 081 5751609

 

Avviso 23 settembre 2011

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Oggetto: Olimpiadi di Scienze della Terra: l’Italia vince l’oro

TERMINA LA 5ª EDIZIONE DELLE IESO 2011. RICONOSCIMENTI E APPLAUSI TRA LE BANDIERE DI 34 PAESI

Modena 5 – 14 settembre 2011

Si sono concluse le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra – IESO 2011 con la consegna delle medaglie ai giovani studenti provenienti da Paesi di tutto il mondo: un oro, un argento e due bronzi per l’Italia.

Dal 5 al 14 settembre la città di Modena è stata colorata dalle bandiere di 34 Nazioni ed ha ospitato più di 300 persone tra studenti in gara, professori e staff di giovani volontari.

Durante lo svolgimento delle Olimpiadi i partecipanti si sono confrontati sia in prove scritte e pratiche che in prove cooperative di team misti per nazionalità, così da incoraggiare tanto la sana competizione quanto lo scambio tra diverse culture.

Dall’Australia all’Honduras, dal Kuwait a Israele, per dieci giorni gli studenti hanno convissuto lavorando insieme, visitando mete di interesse scientifico e bellezze artistiche del nostro Paese: osservazioni di astronomia in Valle d’Aosta, misurazioni idrogeologiche nei canali di Venezia, numerose escursioni nei dintorni di Modena e altro ancora.

Il tema scelto per l’edizione IESO 2011 è “Il rinascimento delle Scienze della Terra, scienza, ambiente e arte”che lega le tematiche scientifiche all’ambito culturale, in modo da evidenziare come clima e geologia abbiano influenzato l’evoluzione storica e artistica di una regione geografica. Il territorio italiano presenta molteplici peculiarità, è un paese ricco di fenomeni rilevanti che, talvolta, con le loro tragiche conseguenze, ci ricordano come sia importante promuovere le discipline che indagano questi ambiti. La prof.ssa Carmela Palumbo, Direttore Generale degli Ordinamenti scolastici, alla cerimonia conclusiva ha tenuto a ribadire che è nell’interesse del MIUR studiare gli approcci didattici degli altri paesi rispetto a queste discipline, così da poter “contagiare” l’Italia con le migliori pratiche.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca insieme all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia si è impegnato a portare le IESO in Italia, così da essere il primo Paese ad ospitare questo evento in Europa, che fino alla precedente edizione si era svolto in Asia.

Roberto Greco -Chairman IESO2011- dichiara: “L’Italia è riuscita ad attrarre numerosi nuovi Paesi, raddoppiando le delegazioni partecipanti rispetto alle scorse edizioni. La forza delle IESO risiede nell’approccio olistico e sistemico, che è ad oggi in fase di riscoperta nella ricerca scientifica internazionale”.

Nell’edizione appena conclusa il punteggio individuale più alto è stato conseguito dal coreano Sang-Woo Ryoo (fratello del vincitore dell’edizione IESO 2008), seguito dai Taiwanesi Kuan-YuLin e Yi-LinJao.

L’Italia si distingue grazie all’oro di Alessandro Manieri, l’argento di Giuseppe Licci e i bronzi di Stefano Roberti e Giorgio Cocomello.

Alessandro, stringendo la sua medaglia d’oro (ricavata da pasta di vetro riciclata!) afferma: “Sono ancora molto emozionato. Di questo risultato devo ringraziare i miei professori, il preside della mia scuola, i miei compagni e l’intera organizzazione di questa splendida manifestazione”.

Una medaglia molto speciale va al merito dei 50 volontari che hanno fatto parte dello staff: studenti dell’Università di Modena, alunni di istituti superiori di diverse città, partecipanti alle precedenti edizioni IESO, italiani e non. Questi ragazzi hanno seguito le intense attività lavorando con impegno e passione, per tutti, senza dubbio medaglia d’oro.

WEB SITE: http://www.ieso2011.unimore.it/

FACEBOOK: IESO2011

http://www.youtube.com/user/tvunimore?feature=mhee#p/c/22C1AEBA134F2749/10/6y5LWccrSEM

Filmato

Nota 5 settembre 2011, Prot. MIURAOODGOS n. 5687

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi

per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Premio Didattica della scienza 2011 – PROROGA SCADENZA

 

Con Nota prot.n. 3665 del 30 maggio 2011 la Scrivente ha bandito la nuova edizione del Premio nazionale di didattica della scienza riservato ai docenti delle scuole di primo e secondo grado. Si comunica che le scadenze sono state prorogate secondo il seguente calendario:

 

15 settembre 2011 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2011.

30 settembre 2011 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

 

Si ringrazia per la collaborazione

 

IL DIRIGENTE

F.to Antonio LO BELLO

Nota 6 giugno 2011, Prot.n. 4603

Nota 6 giugno 2011, Prot.n. 4603

 

Oggetto: Incontro nazionale di coordinamento e monitoraggio delle attività del Piano nazionale lauree scientifiche (PLS), anno scolastico 2010/2011: Mercoledì 15 giugno, ore 10,30 – 16,30 – presso il Ministero dell’Istruzione, viale Trastevere 76/A, IV piano, sala n.610

Nota 30 maggio 2011, Prot. n. MIURAOODGOS 3665

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Segreteria del Direttore

 

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

 

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma

della Valle d’Aosta

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

 

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

 

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

 

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

 

Oggetto: Orientascienze per i docenti: Premio nazionale Didattica della Scienza – Milano 10 ottobre 2011.

 

La Confindustria Federchimica e Assolombarda, in collaborazione con la Scrivente, con il Comitato per Sviluppo Cultura Scientifica e Tecnologica, con la Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze, l’Associazione Italiana Editori e l’Associazione Nazionale Presidi, promuovono anche per questo anno il Premio nazionale Didattica della Scienza edizione 2011-12.

I destinatari sono i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.

Le attività richieste rientrano in due tematiche: “Orientamento verso la scienza e la tecnologia” e “Scienza e tecnologia” e dovranno consistere in uno o più percorsi con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnico-professionale, e all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.

Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il:

 

5 settembre 2011 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo mail f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza 2011.

12 settembre 2011 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la documentazione richiesta dal bando allegato.

 

Per la rilevanza dell’iniziativa si invita a darne ampia diffusione.

 

IL DIRETTORE GENERALE

f.to Carmela Palumbo

————————-

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI

Milano 10 ottobre 2011

Premio Nazionale “Didattica della scienza”

Promosso da Confindustria, Federchimica e Assolombarda

In collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca — Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica — Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze — Associazione Italiana Editori — Associazione Nazionale Presidi

 

Gli obiettivi

– Innovare la didattica della scienza per promuovere e rafforzare l’apprendimento in area tecnico – scientifica ed accrescere l’occupabilità sostenibile dei giovani.

– Affermare la cultura della sperimentazione attraverso il potenziamento della didattica laboratoriale.

– Favorire l’integrazione delle scienze (Chimica, Fisica, Biologia, Scienze della Terra) per superare la frammentazione delle discipline.

– Promuovere l’orientamento non solo come pratica di informazione e convinzione, ma anche come strumento di formazione, privilegiando l’orientamento di genere.

– Coltivare i talenti e promuovere il merito nell’apprendimento delle discipline scientifiche e tecnologiche. Destinatari I docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che parteciperanno con un gruppo di studenti o una classe a nome dell’istituto di appartenenza.

I premi

I premi saranno suddivisi in tre sezioni:

tipologia istituzione scolastica — tematica

Scuola secondaria di primo grado: Orientamento verso la scienza e la tecnologia

Istituti tecnici e professionali: Scienza e tecnologia Licei: Scienza e tecnologia

Ai docenti vincitori sarà offerto:

– Stage in una impresa o in un centro di ricerca della Lombardia della durata di tre giorni.

– Pubblicazione del progetto vincitore sul sito MIUR.

 

Attività Tematica: Orientamento verso la scienza e la tecnologia

L’attività dovrà consistere in uno o più percorsi di orientamento verso la scienza e la tecnologia con particolare riferimento al segmento dell’istruzione tecnica e professionale e all’orientamento di genere. I percorsi dovranno avere natura fortemente laboratoriale.

L’obiettivo prioritario è far emergere e promuovere vocazioni e inclinazioni anche in rapporto all’offerta formativa della scuola che accoglie. Dalla documentazione si dovrà evincere la relazione tra lavoro, scienza e tecnologia anche attraverso la cooperazione tra studenti di secondaria di primo e secondo grado, privilegiando esperienze di peer education.

Tematica: Scienza e tecnologia

L’attività, di natura laboratoriale, deve essere stata condotta da uno o più docenti, facendo riferimento al lavoro con la classe. Essa deve aver riguardato prevalentemente temi legati ad uno o più aspetti di didattica delle discipline scientifiche e tecnologiche, anche con riferimenti alla scienza e alla tecnologia nella vita quotidiana.

Dalla documentazione si dovranno evincere:

– la realizzazione di una attività didattica di tipo laboratoriale;

– la progettazione e la sperimentazione di percorsi e/o materiali didattici, l’innovazione didattica;

– l’insegnamento integrato delle differenti discipline scientifiche con particolare riferimento a unità didattiche laboratoriali e al rapporto tra scienza e sviluppo della tecnologia;

– il ruolo attivo e i processi di apprendimento degli studenti con momenti di valutazione secondo le modalità utilizzate dall’indagine P.I.S.A.;

– il rapporto scienza-tecnologia;

– il ruolo delle attrezzature scientifiche e laboratoriali e loro accordo con teorie e modelli;

– il contributo delle nuove tecnologie informatiche alla didattica delle discipline scientifiche;

– il ruolo orientante dell’attività svolta;

– la funzione di promozione dell’eccellenza svolta dalle attività sperimentate;

– la consultazione di una bibliografia internazionale sull’argomento trattato.

Per la presentazione pratica si richiede una metodologia attiva, interattiva, orientata allo studente e collegata alle altre discipline, anche al di fuori dello stretto ambito scientifico e tecnologico senza sottovalutare il rigore di un quadro epistemologico di riferimento e i necessari riferimenti teorici.

Saranno valorizzate le collaborazioni realizzate nell’ambito dei Progetti “Insegnare Scienze Sperimentali” (ISS) e “Piano Lauree Scientifiche” e le attività svolte dalle scuole in ambiente d’impresa e universitario. Gli insegnanti premiati interverranno al convegno “Orientainsegnanti” il 10 ottobre 2011 a Milano.

 

Documentazione Prodotto

Il lavoro svolto dovrà essere documentato mediante una relazione, che deve illustrare:

1) II problema affrontato, argomentandone ruolo ed importanza rispetto al contesto scolastico ed alle esigenze didattiche;

2) gli obiettivi;

3) II piano di svolgimento, con indicazione di: fasi, attività, modalità, strumenti, metodologie e tempi;

4) i contenuti innovativi;

5) i prodotti della ricerca;

6) i criteri ed i metodi di documentazione e di valutazione degli esiti e quindi dell’efficacia dell’intervento didattico;

7) i materiali non prodotti autonomamente di cui ci si è eventualmente avvalsi e la bibliografia di riferimento;

8) le collaborazioni e i rispettivi ruoli nel lavoro svolto.

 

Soggetti partecipanti

– Gli interessati al Premio dovranno far pervenire entro il 5 settembre 2011 la SCHEDA DI PROGETTO allegata del progetto all’indirizzo email f.rocca@istruzione.it (Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – D.G. per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica), con oggetto – Premio didattica della Scienza.

– Gli interessati al premio dovranno far pervenire entro il 12 settembre 2011 al seguente indirizzo: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica – Via Ippolito Nievo, 35 – 00195 ROMA la seguente documentazione:

1. domanda di partecipazione al concorso in carta libera;

2. relazione sull’attività didattica svolta di massimo 10 cartelle;

3. dichiarazione del dirigente scolastico della scuola in cui si è svolta la ricerca;

4. ogni altra documentazione ritenuta utile per il giudizio.

Nella domanda di partecipazione i candidati devono indicare sotto la loro responsabilità:

a) cognome e nome, luogo e data di nascita, codice fiscale;

b) cittadinanza, indirizzo di residenza;

c) posizione di servizio: stato di servizio, scuola, materia di insegnamento;

d) recapito telefonico (anche telefono mobile) e/o fax ai fini del concorso, completo di indirizzo di posta elettronica;

e) il titolo della ricerca;

f) dichiarazione che la ricerca proposta non è già oggetto di studi finanziati da enti pubblici o privati e che è stata svolta in autonomia o con le collaborazioni specificate nel rapporto di ricerca.

 

Valutazione

Si costituirà una commissione per la valutazione e la selezione dei progetti composta da esperti di didattica della scienza, dirigenti tecnici e amministrativi del MIUR, rappresentanti del mondo imprenditoriale, del Piano Insegnare Scienze Sperimentale e del Piano Lauree Scientifiche.

 

ORIENTASCIENZA per i DOCENTI

Premio nazionale “Didattica della scienza”

SCHEDA DI PROGETTO

N.B. Spedire entro il 12 settembre 2011 a f.rocca@istruzione.it

Tel. 06 58495236

 

LA SCUOLA

Tipologia scuola

Nome scuola

Indirizzo

Tel/fax/e-mail

Nome dirigente scolastico

nome docente

Telefono docente (cellulare)

 

IL PROGETTO

Titolo progetto

n. classi/alunni coinvolti nella sperimentazione

Utilizzo di tecnologie informatiche

 

IMPATTO DEL PROGETTO SULLA SCUOLA: ELEMENTI DI DISSEMINAZIONE:

 

OSSERVAZIONI

Nota 1 febbraio 2011, MIURAOODGOS/REG.UFF/ USCITA 671

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio I

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di Secondo Grado

LORO SEDI

Ai Docenti di Scienze Naturali delle istituzioni scolastiche in indirizzo

Oggetto: Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra a Modena 5-14 settembre 2011.

Dal 5 al 14 settembre 2011, per la prima volta in Italia a Modena, si svolgeranno le International Earth Science Olympiad (Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra).

L’Italia parteciperà, come negli anni precedenti, con una propria delegazione selezionata tramite Le Olimpiadi delle Scienze Naturali, il cui bando e le modalità di iscrizione possono essere reperite all’indirizzo: http://www.anisn.it, da cui si può scaricare il modulo di iscrizione da inviare entro il 28 febbraio 2011.

L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’autonomia scolastica, e lo scorso anno ha visto la partecipazione di 412 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

Lo scorso anno la squadra italiana ha vinto quattro medaglie di bronzo.

Essendo l’Italia il Paese ospitante la fase finale delle Olimpiadi, si auspica un coinvolgimento sempre più ampio delle istituzioni scolastiche a livello nazionale, considerando anche che si preannuncia una elevata adesione dei Paesi europei.

Nell’auspicio di massima diffusione, si allega il bando di concorso, una sintesi delle procedure di selezione e i siti ufficiali delle manifestazioni.

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

————————

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011

Olimpiadi Internazionali di Biologia e Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

Per l’anno scolastico 2010/11 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali,

organizza la nona edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti

gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è patrocinata dal MPI, Direzione Generale per gli

Ordinamenti Scolastici, e lo scorso anno ha visto la partecipazione 412 scuole superiori distribuite

sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

· fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio

e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;

· realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;

· individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente

condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;

· confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con

l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;

· avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli

eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze Naturali assume un particolare significato

anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) L’Anisn è un soggetto accreditato al fine dell’individuazione delle iniziative per la valorizzazione

delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle

scuole statali e paritarie (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262 e DDG 25 febbraio 2010).

L’elenco degli studenti vincitori delle Olimpiadi delle Scienze Naturali inseriti nell’Albo Nazionale

è consultabile all’indirizzo: http://www.indire.it/eccellenze/.

2) L’Italia partecipa sia alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO – International Biology

Olympiad) sia alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO – International Earth

Science Olympiad). Per le Olimpiadi internazionali di biologia concorrono solo gli studenti iscritti

alla categoria triennio, per quelle di Scienze della Terra solo quelli iscritti alla categoria biennio.

L’anno scorso la squadra italiana ha vinto quattro medaglie di bronzo sia alle IBO sia alle IESO.

Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di

Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da

svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da domande a

scelta multipla a 5 alternative, ma potranno contenere anche alcune domande aperte a risposta univoca.

La prova utilizzata per la selezione nazionale è simile a quella regionale, ma potrà contenere

anche alcune domande di tipo aperto al fine di saggiare le capacità logico-argomentative degli

studenti. Sono previste due distinte categorie per il biennio e per il triennio. La prova per il

biennio consisterà in quesiti di scienze della Terra e di scienze della vita, quella per il triennio in

domande esclusivamente di biologia. A partire dall’anno scolastico 2012/2013 in considerazione

degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dalle indicazioni nazionali per i nuovi licei saranno

inserite domande di scienze della Terra anche nella prova del triennio. Alcuni esempi di

prove utilizzate per le selezioni regionali e per la selezione nazionale degli anni precedenti sono

reperibili nel sito:

http://www.anisn.it/olimpiadi_prove.php .

Lo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali si articolerà nelle seguenti fasi:

a) fase d’istituto: da effettuare entro il 15 marzo 2011 utilizzando materiale specificamente

predisposto dai docenti dell’istituto.

b) fase regionale: si effettuerà martedì 29 marzo 2011 contemporaneamente in tutta Italia,

generalmente in un’unica sede per ogni regione. Ad essa saranno ammessi gli studenti primi

classificati di ogni istituto di quella regione.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

c) fase nazionale: si svolgerà dal 6 all’8 maggio 2011 a Castellammare di Stabia (Napoli),

presso l’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane ubicato

nelle immediate vicinanze del complesso Terme di Stabia, e riguarderà i primi classificati in

ogni regione. La gara nazionale sarà disputata sabato 7 maggio 2011, con inizio presumibile

alle ore 10.00. I primi classificati a livello nazionale saranno premiati nel corso della stessa

manifestazione.

d) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IBO e dei

4 che costituiranno la squadra italiana, al fine di valutare non solo le competenze teoriche

ma anche quelle pratiche, durante la fase nazionale gli studenti classificatisi ai primi posti

della categoria triennio svolgeranno una prova pratica di biologia i cui risultati saranno

valutati, insieme a quelli della prova teorica.

e) Per l’individuazione dei 10 studenti da premiare con lo stage di preparazione alle IESO e

dei 4 che costituiranno la squadra italiana si terrà conto unicamente dei risultati della prova

teorica della categoria biennio mediante la compilazione di un apposita graduatoria nella

quale verrà dato un peso maggiore alle domande di Scienze della Terra.

f) fase di allenamento alle gare internazionali: riguarderà 10 studenti sia per le Olimpiadi

Internazionali di Biologia, sia per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra. I 10

studenti selezionati frequenteranno una settimana di preparazione residenziale intensiva sia

su approfondimenti teorici che attività sperimentali. Il periodo di svolgimento è previsto tra

la seconda metà di maggio e la fine dell’anno scolastico (Biologia) o la fine del mese di luglio

ed i primi di settembre (Scienze della Terra) .

g) fase internazionale: per le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) si svolgerà a Taipei

(Taiwan) dal 10 al 17 luglio 2011; per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

(IESO) in Italia nel mese di settembre 2011. In entrambi i casi la delegazione italiana sarà

costituita dai 4 studenti e da due docenti accompagnatori, responsabili delle traduzioni in

lingua italiana delle prove teoriche e sperimentali. Eventuali notizie sulle gare internazionali

saranno reperibili nel nostro sito: www.anisn.it.

E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 28 febbraio 2011 compilando il form reperibile

all’indirizzo www.anisn.it o la scheda di adesione (Allegato 1). Quest’ultima va inviata per e-mail,

insieme con la copia della ricevuta dell’avvenuto versamento, all’indirizzo di posta elettronica del

responsabile regionale della regione in cui ha sede la scuola (Allegato 2). Alternativamente è possibile

inviare la scheda per posta. Si allega al presente bando (Allegato 3) anche una lettera di accompagnamento

al bando.

Le scuole che aderiranno all’iniziativa dovranno versare una quota di iscrizione

all’ANISN di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale

Insegnanti di Scienze Naturali OnLine. Il termine per l’effettuazione del versamento è improrogabilmente

fissato al 28 febbraio 2011.

Limitatamente all’anno di partecipazione alla gara, la quota dà diritto a ricevere la rivista

dell’associazione “Le Scienze Naturali nella scuola” contenente le informazioni sulle iniziative

promosse dall’ANISN a livello nazionale1.

A cura dei responsabili regionali dell’ANISN, alle scuole aderenti saranno fornite via e-mail

tutte le notizie necessarie per la partecipazione alla gara.

Roma, 16 ottobre 2011 per il gruppo di coordinamento nazionale:

Prof. Vincenzo Boccardi

1 Le scuole iscritte saranno considerate soci collettivi nazionali ANISN, con esclusione di quanto previsto dagli artt.

9 dello Statuto.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 1

OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALI 2011

SCHEDA INFORMATIVA SCUOLA __________ _________________________

(da inviare al referente regionale ANISN via e-mail o posta prioritaria)

Dati scuola iscritta

(obbligatorio)

Codice scuola

Denominazione

Recapito (comprensivo del

Comune e della Provincia)

Tel. – Fax – e-mail

Dati docente referente

(obbligatorio)

Cognome e Nome

Tel. – e-mail

Recapito

I dati saranno mantenuti riservati ed utilizzati unicamente per comunicazioni relative allo

svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2011.

Copia ricevuta versamento

c.c.p.

(obbligatorio)

N.B.: Le schede pervenute

ai referenti regionali prive

della copia del versamento

non saranno prese in considerazione.

I mandati di pagamento

non costituiscono prova

dell’avvenuto pagamento.

(Inserire qui la copia in formato jpg della ricevuta del versamento)

La scuola parteciperà alle Olimpiadi di Scienze Naturali per la categoria:

( ) biennio

( ) triennio

( ) biennio e triennio

Inviare la scheda informativa per e-mail all’indirizzo di posta elettronica del responsabile regionale dopo

l’effettuazione del versamento, e non oltre il 28 febbraio 2011. In essa va inserita copia in formato jpg dell’avvenuto versamento

della quota di iscrizione di euro 60,00 (sessanta/00) sul c.c.p. n. 56852122 intestato ad Associazione Nazionale Insegnanti

di Scienze Naturali OnLine. Alternativamente la scheda informativa può essere inviata al responsabile regionale per

posta prioritaria (in questo caso allegare fotocopia cartacea della ricevuta del versamento).

Per ogni altra esigenza si prega di contattare la segreteria nazionale (Prof. Emanuele Piccioni – Via San Fortunato,

5 – 06081 – Assisi (PG) – e-mail: emanuele.piccioni@tiscali.it – Tel.: 075/815154), o il responsabile nazionale (Prof.

Vincenzo Boccardi, Via Nuova Bagnoli, 714 – 80124 Napoli – e-mail boccardiv@yahoo.it – Tel.: 081/570.13.40).

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 2 – RESPONSABILI REGIONALI AI QUALI INVIARE

LA SCHEDA DI ADESIONE

Regione Nome del

responsabile

Indirizzo di posta elettronica

cui inviare la scheda e telefono

Indirizzo

Abruzzo Cristina Salciccia

cristinasalciccia@virgilio.it

0863/41.68.59

Via Opi, 1

67051 – Avezzano (AQ)

Basilicata Rosanna Musolino

rosannamusolino@yahoo.it

0971/444226

Via Sanremo, 201

85100 – Potenza

Calabria Maria Cosentino

mariellacosentino21@libero.it

0962/93.40.76

320/452.08.07

Via Astilo, 130

88900 – Crotone (CS)

Campania 1

(Napoli e Caserta)

Sofia Sica sosica@tin.it

081/239.67.99

347/49.51.321

Via Giulio Cesare, 125 – Scala F

80125 – Napoli

Campania 2 (Avellino,

Benevento

e Salerno)

Maria Anzisi m.anzisi@libero.it

081/512.42.73

338/464.89.32

Via Giovanni XXIII, 14

80035 – Nola (NA)

Emilia Romagna Teresa Andena

tandena@tin.it

0523/95.62.07

ITCG “Alessio Tramello”

Via Negri, 45

29100 – Piacenza

tel.0523/306039

Friuli Venezia

Giulia

Elide Catalfamo

– Eva

Godini

eva.godini@alice.it

anisnfvg@libero.it

040/35.13.64

040/27.42.82

Prof. Eva Godini – Lic. Sc. “G.

Galilei” – Via Mameli, 4 – 34100

Trieste;

oppure:

ANISNFVG: c/o E. Catalfamo

Via S. Giovanni, 14/C

34015 – Muggia (TS)

Lazio Paola

d’Antoni

065135648@iol.it

064/55.52.970

392/791.51.92

Via Spoleto, 22

00182 – Roma

Liguria Anna Pitto annapitto@gmail.com

010 / 26.72.70

338 / 371.94.03

Via Lomellini 5/1a

16124 – Genova

Lombardia Rosanna La

Torraca

rosanna.latorraca@alice.it

0331/50.01.41

338 / 50.96.284

Via Ponchiroli, 10

21053 – Castellanza (VA)

Marche Daniele Sordoni

daniele.sordoni@virgilio.it

071/28.64.146

339/576.57.11

339/16.79.105

IC “G. Padalino” – Via Lanci 2

61032 Fano (PU)

Molise Anna Rita

Massarella

annaritamassarella@hotmail.it

0874/69.92.74

338/964.51.30

Via Liguria, 61

86100 – Campobasso

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Piemonte – Valle

d’Aosta

Agata Conti agata.conti@libero.it

011/70.42.40

I.P.S.I.A. “G. Plana”

Piazza di Robilant, 5

10141 – Torino

Tel. 011/331005;

Fax: 011/3855472

Puglia Luciana

Daddabbo

dl59@libero.it

080/67.48.98

333/717.39.38

Via Francesco Lapenna, 47

70010 Casamassima (BA)

Sardegna Sud

(Cagliari, Carbonia-

Iglesias, Medio

Campidano,

Ogliastra, Oristano)

Maria Cristina

Mereu

mariacristina.

mereu@gmail.com.

070/42.460

338 / 632.38.93

Via Cavalcanti, 2

09128 – Cagliari

Sardegna Nord

(Sassari, Olbia

Tempio, Nuoro)

Costantina

Cossu

c.tina@tiscali.it

079 / 97.46.88

339 / 46.93.162

Via P. Enrico, 17

07041 – Alghero

Sicilia occidentale

(Agrigento, Enna,

Palermo, Trapani)

Salvatore Stira

salvo.stira@tiscali.it

091/682.71.07

340/685.58.16

Via Cataldo Parisio, 13

90145 – Palermo

Sicilia orientale

(Caltanissetta,

Catania, Messina,

Ragusa e Siracusa)

Cetty

D’Arrigo

cettyneh@tin.it

090/69.53.86

389/27.76.734

Via Catania – Residence Villa

Dante,

corpo A, scala D

98124 – Messina

Toscana Isabella Marini

imarini@biologia.unipi.it

050/53.19.11

339/161.62.91

Liceo Scientifico Ulisse Dini

Via B. Croce 51 56100 Pisa

oppure casa: Via Ugone Visconti

n.14 – 56122 Pisa

Umbria Gabriela Gabrielli

gabrielli.gabri@gmail.com

347/30.69.240

075/80.02.663

Via Migno, 11

06083 – Bastia Umbra (PG)

Valle d’Aosta Susanna Occhipinti

s.occhipinti@regione.vda.it

016 / 52.75.883

339 / 42.33.141

fax 0165 275888

Assessorato Istruzione e Cultura

– Regione Autonoma Valle d’Aosta

– Via S. Martin de Corléans,

250 – 11100 – Aosta

Veneto – Trentino

Alto Adige

Pierpaola

Setti

gio.setti@libero.it

041/27.50.840

Museo di Storia Naturale

30125 – Fondaco dei Turchi –

Venezia

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Allegato 3 “Il gioco è un esempio di interazione e integrazione delle diversità. L’incontro fra sistemi differenti

di regole (giochi, appunto) non implica una scelta esclusiva, ma una sintesi inclusiva, irriducibile agli

elementi precedenti e proprio per questo semplice ed efficiente”. (Gregory Bateson, “ Questo è un

gioco”, Milano, R. Cortina, 1996.)

Care Colleghe e cari Colleghi,

la definizione che Gregory Bateson dà del gioco continua a sembrarci una cornice particolarmente appropriata

per le Olimpiadi delle Scienze Naturali, un’iniziativa che si fonda sulla volontà di tanti insegnanti

e studenti di “mettersi in gioco”, di “essere squadra”. La partecipazione alla gara può costituire

inoltre un ingrediente fondamentale della relazione educativa, inducendo la cooperazione non solo tra

i docenti, ma anche tra gli allievi.

Le prove sono il frutto dell’esperienza nell’insegnamento e nella ricerca didattica maturata negli

anni dagli stessi docenti in seno all’Anisn. Quelle della scorsa edizione sono state preparate da

Vincenzo Boccardi, Caterina Capone, Brunella Danesi, Fabio Fantini, Fortunata Ferrara, Eva

Godini, Roberto Greco, Isabella Marini, Emanuele Piccioni, Ilaria Russo, Laura Salsano,

Clementina Todaro. Le domande tentano di veicolare nella scuola lo spirito della ricerca, il suo habitus

e la sua stessa creatività, prevedendo un approccio allo studio dei fenomeni secondo diversi

punti di vista, incrociando le discipline per leggere i loro diversi contributi e allenando il pensiero divergente

in un’ottica di de/ricostruzione del “senso” del fenomeno esaminato. Nel sito

dell’associazione (www.anisn.it) troverete, insieme con il nuovo bando, le prove delle precedenti edizioni,

alcune linee guida ed i principi ispiratori per la formulazione, la struttura ed il formato dei quesiti.

I vincitori della scorsa edizione, premiati nel corso di una manifestazione che si è svolta il 9

maggio nella splendida cornice dell’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le

Scienze Umane di Castellammare di Stabia (Napoli), sono stati per il triennio Martina Chiaricò,

della Puglia (“medaglia d’oro”), seguita da Davide Brogi, della Toscana (“medaglia d’argento”) e dallo

studente sardo Alessio Capobianco (“medaglia di bronzo”), già vincitore lo scorso anno. La “medaglia

d’oro” per il biennio è andata invece al pugliese Lorenzo Perrone, seguito da Riccardo Buscaroli,

dell’Emilia Romagna (“medaglia di argento”), e dalla studentessa lombarda Giulia Colombo.

I premi sono stati microscopi, libri e altre attrezzature scientifiche.

Ma insieme con gli studenti hanno vinto anche le scuole e i docenti, che ringraziamo per aver

raccolto una sfida che ha consentito ai ragazzi di vincere: per il triennio rispettivamente i Proff. Ennio

De Simone (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce), Vito Posca (Liceo Scientifico “Redi” –

Arezzo) e Barbara Lanero (Liceo Scientifico “Alberti” – Cagliari); per il biennio rispettivamente i

Proff. Elisabetta Vergori (Liceo Scientifico “Banzi Bazoli” – Lecce), Egle Casadio Loreti (Liceo

Scientifico-Tecnologico “Alberghetti” – Imola) e Luigia Locati (Liceo Scientifico “Tosi” – Busto

Arsizio).

Premiazione delle IBO a Changwon in Corea

10 studenti del triennio sono stati premiati con una settimana

intensiva di preparazione alle Olimpiadi Internazionali

di Biologia, organizzata a Castellammare di

Stabia, al termine della quale quattro di loro, Alessio

Capobianco (Liceo Scientifico “Alberti” Assemini

(CA), Cristofer Pezzetta (ITIS “Malignani” – S. Daniele

del Friuli (UD), Daniele Cervettini (Liceo Scientifico

“Da Vinci” – Reggio Calabria), Luca Biavati

(Liceo Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola).,

accompagnati dalla presidente dell’ANISN, Prof. Anna

Pascucci e dalla Prof. Isabella Marini, hanno partecipato

a Changwon in Corea al concorso internazionale.

Ben quattro le medaglie di bronzo assegnate alla

squadra italiana: una per ogni studente. della squadra.

Associazione Nazionale degli Insegnanti

di Scienze Naturali

Settimana intensiva di preparazione, questa volta alle

Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra, anche

per 10 studenti del biennio, organizzata a luglio presso

l’Università di Camerino, al termine della quale

quattro di loro, Lorenzo Perrone (Liceo Scientifico

“Banzi Bazoli – Lecce), Riccardo Buscaroli (Liceo

Scientifico Tecnologico “Alberghetti” – Imola), Michele

Fava (Liceo Scientifico Tecnologico “Colombini”

– Piacenza) e Carlo Giordano (Liceo Scientifico

“Lucrezio Caro” Sarno (SA), accompagnati dai

Prof. Roberto Greco e Giulia Realdon e da Matteo

Cattadori del Museo Tridentino di Scienze Naturali,

hanno partecipato a Yogyakarta in Indonesia al concorso

internazionale. Anche qui quattro medaglie di

bronzo: una per ogni studente della squadra italiana

Premiazione delle IESO a Yogyakarta in Indonesia

Lo scorso anno gli studenti italiani hanno conseguito nelle due competizioni internazionali

(IBO e IESO) un risultato davvero eccellente poiché tutti gli studenti che hanno partecipato a esse

sono stati premiati.

Ci sembra che i motivi per “mettersi in gioco”, partecipando alla nona edizione delle Olimpiadi

delle Scienze Naturali, possono essere davvero tanti.

Nel salutarvi cordialmente, vi auguriamo buon lavoro.

Roma, 29 ottobre 2010 Vincenzo Boccardi, Anna Pascucci e Clementina Todaro

——————————–

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

– Ufficio I

Il sito ufficiale delle International Earth Science Olympiad (Olimpiadi Internazionali delle Scienze della Terra dell’evento http://www.ieso2011.unimore.it/ e descrive in lingua Inglese le finalità e la struttura organizzativa dell’evento che porterà a Modena delegazioni di studenti da tutto il mondo.

Indicazioni relative al bando, alle modalità di iscrizione possono essere reperite all’indirizzo: http://www.anisn.it, da cui si può scaricare il modulo di iscrizione da inviare entro il 28 febbraio 2011.

Le scuole sono libere di selezionare gli studenti con le modalità ritenute più idonee (gara di istituto, scelta diretta da parte dei docenti …)

Si anticipano i momenti fondamentali dell’evento:

a) La fase regionale delle olimpiadi si svolgerà martedì 29 marzo 2011 contemporaneamente in tutta Italia presso la sede definita dal referente regionale.

b) La fase nazionale delle Olimpiadi si svolgerà dal 6 all’8 maggio 2011 a Castellammare di Stabia (Napoli) presso l’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane, ubicato nelle immediate vicinanze del complesso delle Terme di Stabia.

c) La gara nazionale sarà disputata sabato 7 maggio 2011, con inizio alle ore 10:00.

L’organizzazione delle IESO sarà felice di ospitare per la cerimonia finale della fase Internazionale a Modena, gli insegnanti degli studenti italiani finalisti.

Per informazioni roberto.greco@unimore.it; 328-6928266; oppure facebook IESO2011

Nota 21 gennaio 2011, Prot. n. MIUROODGOS 425

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione

Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Olimpiadi della Scienza. “Premio Green Scuola” VI edizione – A.S. 2010/2011

Nell’ambito delle iniziative promosse in attuazione del Protocollo d’Intesa tra il MIUR e INCA (http://archivio.pubblica.istruzione.it/protocolli_miur/allegati/cin08.pdf) anche per il corrente anno scolastico 2010/11, il Consorzio Interuniversitario Nazionale “La chimica per l’ambiente”, la rivista “Green. La scienza al servizio dell’uomo e dell’ambiente”, con la partecipazione della Società Chimica Italiana (SCI) e in collaborazione con questa Direzione Generale, indicono le Olimpiadi della Scienza – Premio Green Scuola VI edizione, intitolato “Quando la chimica diventa amica dell’ambiente – Presente e futuro dei prodotti chimici puliti”.

Il concorso, destinato alle scuole secondarie di secondo grado, si propone di valorizzare le eccellenze degli studenti nei percorsi di istruzione relativi alle discipline scientifiche ed è accreditato dal MIUR per il programma “Io Merito” per la valorizzazione delle eccellenze

(http://archivio.pubblica.istruzione.it/dg_ordinamenti/valorizzazione_eccellenze.shtml ).

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata al giorno 31 maggio 2011.

Tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono reperibili sul regolamento che si trasmette in allegato, ovvero direttamente presso il sito internet dedicato all’iniziativa: http://www.incaweb.org/green/pgsVIed/

Si pregano le SS.LL. di dare diffusione della presente nota presso le istituzioni scolastiche interessate del territorio di competenza, tenendo comunque conto che la stessa verrà inserita nei siti web Ministeriali.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Dirigente

Antonio Lo Bello

Bando

Nota 20 gennaio 2011, MIUROODGOS prot. n. 389 /R.U

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

Ufficio II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: Giochi delle Scienze Sperimentali 2011.

Con la nota prot. n. 8631 del 29 novembre 2010 è stata data comunicazione mediante pubblicazione sul sito ufficiale del MIUR e la Web Intranet dei “Giochi delle Scienze Sperimentali 2011”, competizione organizzata dall’A.N.I.S.N., Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali.

Alla predetta pubblicazione è stato allegato il Bando del Concorso dal quale si evince il termine ultimo per poter partecipare 31 gennaio 2011.

Pubblichiamo nuovamente il Bando relativo alla competizione, affinché il medesimo, possa giungere in tempo utile nelle Scuole secondarie di Primo Grado di tutto il territorio nazionale.

Tutte le informazioni sui “Giochi delle Scienze Sperimentali 2011”sono reperibili sul sito www.anisn.it o contattando il Referente Nazionale indicato nel Regolamento allegato.

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

————————–

I Giochi delle Scienze Sperimentali 2011

La Scienza in gioco per gli studenti della SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Per l’anno scolastico 20010/11 l’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza i Giochi delle Scienze Sperimentali per gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado.

La partecipazione ai Giochi delle Scienze Sperimentali assume un particolare significato anche in

considerazione dei seguenti aspetti: 1) Il ruolo fondamentale assolto dalla scuola SECONDARIA DI PRIMO GRADO per la cultura scientifica di base e per la formazione della PERSONA. 2) I risultati dell’indagine internazionale OCSE PISA relativi alle competenze scientifiche degli studenti italiani. 3) La Direttiva n. 65 del 26.07.2007 del MPI che dispone il riconoscimento e la valorizzazione delle eccellenze ottenute dagli studenti istituendo un apposito Albo Nazionale nel quale, oltre agli studenti che hanno ottenuto la lode nell’esame finale di stato, sono inclusi anche quelli che “sono risultati vincitori di competizioni scolastiche di livello particolarmente elevato: olimpiadi nelle varie discipline scolastiche, certamina, competizioni nazionali”.

4) L’opportunità di esplicitare l’innovazione e allo stesso tempo la possibilità ai docenti che partecipano all’iniziativa di costruire un patrimonio di conoscenze e competenze professionali comuni, da condividere con i colleghi.

I Giochi sono rivolti prioritariamente agli alunni delle classi III.

Fasi di svolgimento dei Giochi delle Scienze Sperimentali.

Fase di Istituto per individuare gli alunni partecipanti alla Fase Regionale.

Il numero massimo di studenti selezionati per la Fase Regionale è 30. Ogni Istituto definirà e organizzerà autonomamente le modalità di selezione degli studenti che partecipano alla Fase Regionale.

Fase Regionale per individuare gli studenti partecipanti alla Fase Nazionale.

Gli studenti selezionati da ciascun Istituto affronteranno la prova regionale predisposta dall’ANISN, sulla base della quale verrà stilata la graduatoria regionale.

La prova si svolgerà, in unica data nazionale, nell’Istituto di appartenenza.

Fase Nazionale per individuare i vincitori dei Giochi delle Scienze Sperimentali.

Alla Fase Nazionale parteciperanno i primi 25 alunni di ciascuna graduatoria regionale. Gli alunni affronteranno la prova nazionale predisposta dall’ANISN, sulla base della quale verrà stilata la graduatoria nazionale.

La prova si svolgerà, in unica data nazionale, in una sede, a livello regionale, individuata dal Referente ANISN regionale.

Caratteristica delle prove.

I Giochi delle Scienze Sperimentali, sia nella Fase Regionale sia nella Fase Nazionale, consistono in una prova scritta da svolgere nel tempo prestabilito di 70 minuti. La prova è formata da 30 domande a scelta multipla o aperte e comprende sia quesiti riguardanti diversi argomenti delle Scienze Sperimentali, indipendenti l’uno dall’altro, sia batterie di quesiti articolati intorno ad alcuni aspetti della realtà di tutti i giorni, un problema, un testo, un’ area fenomenologica, un’attività laboratoriale.

Modalità di correzione delle prove.

La correzione della prova della Fase Regionale sarà effettuata da tre docenti: il Referente di Istituto in collaborazione con altri due docenti interni a ogni Istituto, individuati dal Referente di Istituto o dal Dirigente Scolastico.

Il gruppo di correzione utilizzerà le chiavi di risposta ai quesiti e il foglio di correzione opportunamente predisposti dall’ANISN e inviati al Referente di Istituto dal Referente ANISN regionale.

Il Referente di Istituto, dopo aver proceduto alla correzione, stilerà la graduatoria di Istituto in cui

saranno riportati gli alunni dal primo al trentesimo.

Il Referente di Istituto provvederà a inviare via mail al Referente ANISN regionale il foglio della correzione, compilato in tutte le sue parti, e la graduatoria di Istituto, utilizzando una scheda che verrà fornita, nella quale sono da riportare denominazione dell’Istituto, cognome, nome e data di nascita degli alunni.

La correzione della prova della Fase Nazionale sarà effettuata dal Referente ANISN regionale.

Il Referente ANISN regionale utilizzerà le chiavi di risposta ai quesiti e il foglio di correzione opportunamente predisposti dall’ANISN.

Il Referente ANISN regionale, dopo aver proceduto alla correzione, stilerà la graduatoria regionale, in cui saranno riportati gli alunni dal primo al venticinquesimo.

Il Referente ANISN regionale provvederà a inviare via mail al Referente ANISN Nazionale il foglio della correzione, compilato in tutte le sue parti, e la graduatoria regionale, utilizzando una scheda che verrà fornita, nella quale sono da riportare denominazione dell’Istituto, cognome, nome e data di nascita degli alunni.

Il Referente ANISN Nazionale stilerà la graduatoria nazionale integrando i fogli di correzione regionali pervenuti, provvederà a stilare la graduatoria nazionale e proclamerà vincitori dei Giochi delle Scienze Sperimentali i primi cinque alunni classificati.

In caso di pari-merito, si dichiarerà vincitore l’alunno più giovane.

Il numero di vincitori è innalzabile a sette per la presenza di pari-merito. Nel caso i pari-merito fossero più di due, si dichiarerà vincitore l’alunno più giovane.

La classifica della fase regionale e quella della fase nazionale sono redatte sulla base del punteggio totale realizzato.

Le graduatorie regionali e la graduatoria nazionale saranno pubblicate sul sito ANISN.

In caso di controversie, la decisione dell’ANISN è inappellabile.

Quota di adesione e modalità di pagamento.

La quota di adesione è di 60 euro per ogni istituto iscritto e comporta l’invio all’Istituto stesso dei materiali preparatori e l’assistenza per le varie fasi dei Giochi.

Ogni Istituto scolastico che intende aderire all’iniziativa individua un responsabile di Istituto dei Giochi delle Scienze Sperimentali che, nella veste di Referente di Istituto, riceverà dall’organizzazione tutto il materiale e le informazioni specifiche relative alla competizione.

Il Referente d’Istituto sarà di diritto iscritto all’Associazione per il 2011.

La quota dovrà essere versata entro il 31 gennaio 2011 attraverso le seguenti modalità:

bollettino di conto corrente postale: ccp n. 56852122 intestato a Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali OnLine.

causale di versamento: Quota per Giochi delle Scienze Sperimentali 201

oppure con

bonifico bancario sul Conto IBAN: IT39 O 07601 14000 0000 5685 2122 intestato a Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali OnLine.

causale di versamento: Quota per Giochi delle Scienze Sperimentali 2011

Il modulo di iscrizione (all.n.1) all’iniziativa insieme alla copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento sarà inviato all’indirizzo di posta elettronica del responsabile ANISN della regione in cui ha sede la scuola (All.n.2) entro la stessa data.

Il modulo di iscrizione ( all.n1), insieme a ogni informazione relativa alle Olimpiadi è reperibile anche al sito web www.anisn.it.

La Fase Regionale si effettuerà il 21 marzo 2011 alle ore 11:00 nei singoli Istituti.

La Fase Nazionale si svolgerà il 14 aprile 2011 alle ore 11.00 nella sede regionale individuata da ciascun referente regionale.

I primi classificati a livello regionale saranno premiati in un evento organizzato dalla/e sezioni e/o gruppi locali dell’ANISN. I primi 5 classificati a livello nazionale (sette in caso di pari-merito) saranno premiati con un soggiorno a Castellammare di Stabia in occasione dello svolgimento della Fase nazionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali accompagnati dal proprio Docente di Scienze.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.anisn.it o contattando il Referente Nazionale ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

La Referente Nazionale

prof. Paola Bortolon

paolabortolon@virgilio.it

La Referente Segreteria

prof. Simona Monesi

smonesi@alice.it

Allegato n.1

Giochi delle Scienze Sperimentali 2011

La Scienza in gioco per gli studenti della III classe della Scuola Secondaria di primo grado

MODULO DI ISCRIZIONE

Denominazione dell’Istituto

Indirizzo

CAP -Città

Telefono

Fax

Mail ufficiale dell’Istituto

Nome e cognome del Dirigente Scolastico

Nome e cognome del Docente referente

Mail referente

La partecipazione alle Olimpiadi di Scienze Naturali è un’ iniziativa inserita nel POF

si

eventuale motivazione

no

Allegato n° 2

REGIONE

REFERENTE

Recapiti telefonici

E. MAIL

Basilicata

Esposto Assunta

3288320964

Via Gen. Dalla Chiesa, 15

85016 Pietragalla (PZ)

fffrancy@tiscalinet.it

Calabria

Maria Rosaria Maulicino

Via Nicotera, 2

87023 Diamante (CS)

m.maulicino@alice.it

Campania

Sofia Sica

Via Giulio Cesare 125F

80125 Napoli

sosica@tin.it

Emilia Romagna

Giuditta Gandi

3397269259

Via caduti alpini 16

43043 Borgo Val di Taro (PR)

giudittagandi@hotmail.com

Friuli V. Giulia

Luisa Zappa

via Giuseppe Giusti, 20

34135 Trieste

Luisa.zappa@teltu.it

Lazio

Olivia Illuminati

062414692 e 3286940628

olivia50@tiscali.it

Lombardia

Riccardo Galbiati

3332859715

Via Palmieri, 8

20141 Milano

galbiatiriccardo.icsambrogio@gmail.com

Marche

Rita Zengarini

3387660464

Via M. Lanci, 1

61032 Fano (PS)

rita.zengarini@libero.it

Piemonte

Gabriella Capecchi

0112073244

3297026364

gabriellacapecchi@hotmail.com

Puglia

Gabriella Colaprice

0803629516

3407148553

gabriella.colaprice@fastwebnet.it

Sardegna

Gabriella Cambus

Via Casteldoria, 7

09042 Monserrato (CA)

gabriellacambus@gmail.com

Sicilia

Maria Portanome

090 2921702 Cell. 3391877906 –

Scuola E. Drago (ME)

mariaportanome@gmail.com

Toscana

Catia Pardini

3405909084

Via dei giardini 10

56019 Vecchiano (PI)

pardinic@libero.it

Valle d’Aosta

Susanna Occhipinti

0165275883 3394233141

via S. Martin de Corléans, 250

11100 AOSTA

fax 0165 275888

s.occhipinti@regione.vda.it

Veneto

Pierpaola Setti

3496438825

Museo Storia Naturale

30135 Venezia

gio.setti@libero.it